Author Topic: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)  (Read 1856 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #8 on: 11/16/20, 19:07 »
Cutrone al sorpasso su Vlahovic, occasione in vista per l’attaccante italiano

Radio formazione trasmette ottimismo per Patrick

Tiene banco l’attacco nelle riflessioni attorno alle prossime scelte di Cesare Prandelli. Il reparto che durante la gestione Iachini ha sofferto maggiormente vedrà Kouamé spostato verso la fascia o verso la zolla di seconda punta, mentre il duello per il posto centrale riguarderà Cutrone e Vlahovic. La Nazione scrive che le situazioni contrattuali dei due giovani non peseranno nelle scelte del Mister, teso solo a sfruttare al meglio le qualità dei suoi giocatori. Cutrone sembra in ripresa sul serbo, che ha sulle spalle le trasferte con la Nazionale, anche per via del fatto che un modulo più offensivo esalterebbe le doti da rapinatore d’area dell’ex Milan. Cutrone è convinto di poter sfruttare l’occasione che Prandelli sembra intenzionato a concedergli proprio di fronte al suo idolo di sempre, Pippo Inzaghi. E chissà che, con un po’ di fiducia, l’opzione riscatto non diventi come per magia percorribile.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #9 on: 11/16/20, 19:08 »
“Franchi da demolire”, ma è incostituzionale: la battaglia culturale (e legale) non finisce

Una questione che assume contorni ingombranti

Duro articolo del storico dell’arte Tomaso Montanari oggi sul Fatto Quotidiano. Argomento: lo stadio Artemio Franchi, che, come si legge nel titolo, “va demolito (stracciando la Costituzione)“. Se Wembley e lo Yankee Stadium sono stati distrutti e adesso sono ancora lì, più belli di prima, allora lo stesso può accadere allo stadio di Firenze. E se “distruggere” è un termine troppo forte, il presidente Commisso può accontentarsi di “rifare”. Il Ministero si è dimostrato riluttante alle nuove disposizioni, ricordando che non si può preservare un monumento solo estrapolandone alcune parti e devastando l’insieme, ma la legge “ad stadium” favorisce le idee della Fiorentina, disposta a salvare scale elicoidali e Torre di Maratona, ma non le pensiline.

La subordinazione dell’interesse culturale a quello sportivo ed economico, nota il Consiglio Superiore dei Beni Culturali, è incostituzionale. E’ possibile che la Corte Costituzionale abroghi questa disposizione, ma questo potrebbe avvenire dopo che la Fiorentina avrà già fatto la sua mossa. Il problema, fino ad oggi, era rappresentato dal massiccio centro commerciale che nei piani dovrebbe sorgere insieme al nuovo impianto; Marco Nervi, il nipote di Pier Luigi (artefice dello Stadio) ha già diffidato la Fiorentina dall’alterare la percezione dell’opera del nonno. In sostanza: bene adattare lo stadio alle esigenze di oggi, ma ci si limiti a questo, altrimenti l’opera ne risulterebbe danneggiata. La petizione online per salvare il Franchi ha già 22mila firme, e la battaglia culturale, oltre che legale, è appena iniziata.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #10 on: 11/16/20, 19:08 »
Barone/2: “Nessuna divisione in società, Commisso investe ancora. Stadio? Sono ferito”

Le parole del DG viola

Il Direttore Generale della Fiorentina, Joe Barone, è stato raggiunto telefonicamente dalla Gazzetta dello Sport: ecco alcune delle sue dichiarazioni.

Traguardi per oggi e per domani

Barone non ha ancora il via libera dopo aver contratto il Covid-19. Vorrebbe aiutare la squadra in prima persona, ma deve portare pazienza, la stessa che chiede ai tifosi in attesa di realizzare il sogno di portare la Fiorentina alla stessa dimensione internazionale di cui gode la città di Firenze. Ma l’obiettivo a breve termine resta sempre quello di fare meglio rispetto alla passata stagione: “Abbiamo investito tanto e i risultati non sono arrivati, ma il campionato è appena iniziato, e c’è ancora il tempo di raccontare un’altra storia”.
Un presidente fuori dal comune

Barone, dopo essersi definito “ferito” dalla questione stadio – si aspettava qualcosa di più –  parla poi degli sforzi che sta facendo Rocco Commisso: “Con le perdite che abbiamo avuto, è il primo ad alzarsi e a voler investire tutti i giorni”. Stipendi pagati regolarmente e voglia di metterci sempre il cuore, nonostante alcune malelingue vogliano disegnare delle spaccature all’interno della dirigenza. Barone assicura che non è affatto così, e che l’esonero di Iachini è stato una scelta presa di comune accordo. Anche il DG ammette che giocare a Firenze senza pubblico penalizza la Fiorentina più di altre squadre.
 
Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #11 on: 11/16/20, 19:09 »
Borja Valero/2: “Crisi? Esagerato. Non è mai colpa di uno solo, ma la classifica è corta”

L’intervista al giocatore spagnolo prosegue

Borja Valero ha rilasciato un’intervista a La Nazione. Vi proponiamo i passaggi relativi al campo:

Un periodo difficile

Niente crisi, per Borja: lo spagnolo sostiene che la Fiorentina è sempre rimasta unita, ma che le certezze si sono sgretolate quando i risultati hanno cominciato a latitare. “Non è mai colpa di uno solo, anche se di solito è l’allenatore a pagare”. Adesso i giocatori devono rimboccarsi le maniche e guardare avanti.
Lavorare per risollevarsi

“La classifica è corta, siamo all’inizio e per fortuna basta poco per rimetterla a posto”. Borja pensa solo a lavorare e a dimostrare la sua utilità alla causa in questa seconda esperienza in viola, sia in termini calcistici sia sotto il punto di vista dell’esperienza. Poi, ecco qualche battuta sulla serata di Milano (Inter-Fiorentina 4-3): “E’ il bello e il brutto del calcio”. La Fiorentina ha giocato una gran partita contro una grande squadra, ma gli episodi l’hanno punita. Infine, il centrocampista torna sul suo arrivederci che risale a tre anni fa, ribadendo solo che non fu una questione di soldi.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #12 on: 11/16/20, 19:09 »
Pedro, l’amore per il Flamengo ostacolato dalle esigenze viola: servono soldi

Il club brasiliano cerca aiuto

Pedro è l’uomo del momento in Brasile. La Nazione gli dedica un articolo, specificando che l’infortunio che lo ha costretto a lasciare la Nazionale non gli ha tolto la determinazione, né la gioia di essere rossonero, come ha fatto capire lui stesso sui social. A Firenze è mancato il gol, e con esso la felicità, e non c’è da stupirsi se adesso i pensieri dell’attaccante sono tutti per il suo attuale club. Non c’è stata pazienza, i suoi gol servivano fin da subito ma non potevano arrivare per via di una condizione fisica precaria. Non è Pedro il primo giocatore che arriva in Europa con grandi speranze e torna in patria senza aver concluso nulla, ma la Fiorentina lo riprenderebbe volentieri, e per questo non ha intenzione di concedere dilazioni o sconti al Flamengo sul riscatto. Senza l’aiuto di società portoghesi come il Porto o lo Sporting Lisbona, sarà molto difficile che Pedro possa continuare la sua love story con il Mengao.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #13 on: 11/16/20, 21:14 »
Prandelli: “Sarà la Fiorentina a chiedermi di restare. Cutrone e Ribery, ecco le mie idee”

Le parole del tecnico viola in diretta radio

Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di Radio Anch’io Sport, in onda su Radio 1:

“Nazionale? Noi italiani cerchiamo di trovare sempre negatività anche quando le cose vanno bene. C’erano 20 assenti, ma quelli che sono rimasti hanno capito la filosofia e la cultura di gioco. Complimenti al tecnico, ma questo è un lavoro che parte davvero da lontano, dal 2010-12.

Se la mia Fiorentina ha qualcosa del CT Mancini? Molti parlano di sistemi di gioco, ma il concetto va interpretato. Bastoni e Acerbi giocano a 3 nei loro club, ma ieri sera non hanno avuto problemi in una linea a 4. Il gol di Berardi è da vedere e rivedere. E’ chiaro poi che se hai un Roberto Baggio non gli puoi chiedere di giocare di prima, ma adattarsi a questi schemi è più facile. Cosa c’è di diverso? La base: c’è molta scelta, varietà di uomini e di schemi. Il nostro calcio viene seguito con molta attenzione, nel suo passaggio da difensivo ad offensivo. I nostri allenatori stanno facendo un grande lavoro.

La mia carriera sarebbe stata diversa senza la Nazionale? Coi se e i ma non si ottiene nulla. La Nazionale concede di conoscere persone di spessore e di diventare abbastanza popolari, l’Italia del pallone è di tutti, specie in momenti bui come questo. Dobbiamo salvaguardare la nostra rappresentativa, magari concedendole due mesi in blocco… Alcuni presidenti si lamenterebbero meno. Il nostro calcio deve puntare sempre sui giovani.

La Fiorentina può puntare alla Champions? Come ho detto ai dirigenti, ci sono ottime potenzialità, ma non possiamo porci un obiettivo se non quello di crescere come squadra e come mentalità. Anche nel mio primo ciclo a Firenze abbiamo festeggiato la salvezza al primo anno, per poi alzare l’asticella. Il gruppo deve essere cementato al meglio.

Cutrone? Ho tre giocatori con ottime qualità, ma non devono pensare di essere già arrivati. Per un miglioramento individuale, devono lavorare molto sui tempi di gioco in base alla disposizione dei compagni. Patrick spende molte energie in movimenti che potrebbe evitare, un attaccante come lui dovrebbe concentrarsi sulle mosse mirate.

Ribery? Al di là dei sistemi di gioco, che come ho detto sono ormai superati, quando hai un valore aggiunto come lui, non puoi dargli sulle spalle tutta la squadra. Lui è abituato, ma sarebbe interessante vederlo in zone del campo finalizzate alla realizzazione più che alla costruzione offensiva del gioco.

Io in società con Sarri allenatore? Fantacalcio. Io alla Fiorentina chiedo solo di poter dimostrare di essere ancora un allenatore di livello, a Barone ho detto scherzando che tra qualche mese saranno loro a chiedermi di rimanere. Ho trovato una dirigenza che sta cercando di creare una famiglia. E’ chiaro che ci possono essere delle divergenze, ma si risolvono in famiglia appunto. Ai ragazzi ho detto che hanno un tifoso come allenatore, conosco benissimo la piazza, che chiede molto ma ti dà tutto. Tornare dopo 5 anni straordinari è difficile, ma sono convinto di poter fare bene”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #14 on: 11/16/20, 21:15 »
Calcio in tv: in serata c’è la Serie C

Per chi vuole vedere sul piccolo schermo le partite in diretta ecco l’elenco completo

Calcio in tv il 16 novembre

Per seguire la Fiorentina su DAZN potete abbonarvi  CLICCANDO SU QUESTO LINK https://www.dazn.com/it-IT/l/calcio-live-streaming/?utm_source=affiliate&utm_medium=rcs&utm_campaign=campaign&utm_term=term&utm_content=1100l34624|1011lc7KiHw3|rcs&dclid=CKCAj8_wh-0CFcW2mgod2KsIkA

21.00 Mantova-Modena (Serie C) – RAI SPORT e ELEVEN SPORTS

goal.com

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 414545
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Settimana 16-22 Novembre (vari gli news)
« Reply #15 on: 11/16/20, 21:20 »
Fiorentina al lavoro, Prandelli alla ricerca del suo jolly: tutte le indicazioni (dal passato)

Il punto della situazione

Qualche indizio dal passato sul credo di Prandelli? La Nazione prova a dare degli spunti: difesa a quattro, un esterno alto che funge da jolly, da creatore di equilibrio. Jorgensen, Santana, Semioli facevano da contrappeso all’estro di Adrian Mutu. Chissà se nel frattempo il Mister avrà cambiato idea, ma sulla difesa non dovrebbero esserci dubbi. Biraghi ricorda troppo Pasqual in fatto di spinta, ed è difficile aspettarsi un altro esterno di uscita come Lirola dall’altra parte. Ricordate come De Silvestri aveva sbilanciato l’equilibrio che garantivano Ujfalusi e Potenza? Il famoso jolly, invece, potrebbe essere Jack Bonaventura, pronto a fare le veci di Callejon contro il Benevento. Il paragone tra Ribery e Mutu regge, a Prandelli il compito di far rendere al massimo il talento del francese. Il giro palla coordinato da FR7 dovrà diventare solo un ricordo.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

 

With Quick-Reply you can write a post when viewing a topic without loading a new page. You can still use bulletin board code and smileys as you would in a normal post.

Name: Email:
Anti-spam: complete the task