Author Topic: Moena 2018  (Read 1915 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #16 on: 07/02/18, 23:19 »
Gori, Sottil ed i loro fratelli al bivio di Moena. Per un posto fra i grandi

Il ritiro di Moena, non servirà solo a prepararsi all’eventuale ritorno in Europa, ma anche per osservare da vicino i giovani figli del settore giovanile viola

Come ricorda La Nazione, il ritiro di Moena, che ha come prologo il raduno di questa settimana a Firenze, non servirà solo a prepararsi all’eventuale ritorno in Europa (e più in generale alla prossima stagione), ma anche per osservare da vicino i giovani figli del settore giovanile viola. Pioli li studierà tutti, a cominciare da Hristov, il centrale bulgaro per il quale il tecnico ha già speso parole importanti dopo averlo visto lavorare da vicino nell’ultima stagione, e che continua ad essere richiesto dalla Cremonese: restare, imparando all’ombra di Pezzella, Hugo e Milenkovic, oppure andare a mettere insieme l’esperienza necessaria per la carriera?

Sempre del gruppo dei “ragazzi del ’99”, oltre a lui, ci sono pure Gori e Sottil, punta centrale il primo ed esterno offensivo il secondo. Su Gori c’è forte il Benevento, dove spesso la Fiorentina ha mandato i propri talenti a fare esperienza, su Sottil sono diversi i club che hanno fatto sondaggi in B. Gli altri che partiranno per Moena, dai nuovi arrivati Beloko, centrocampista preso a parametro zero dal Monaco, e Montiel ex Maiorca passando per Meli e Ghidotti, sono millennials che potranno costruire le fortune della Primavera. Si aggregherà in ritardo Cerofolini, impegnato con l’Italia all’Europeo Under 19 in Finlandia (come Lafont), Zekhnini, Baez e Schetino.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #17 on: 07/03/18, 19:43 »
Bomba d’acqua su Moena, fermati i lavori al campo sportivo: lavori per le strade

Un bomba d’acqua, la grandine e i torrenti che invadono il Paese. Ancora difficile stimare i danni, i pompieri sono al lavoro per ripulire il centro. Moena, località del Trentino dove la Fiorentina inizierà il ritiro sabato, è stata colpita e invasa da una violenta perturbazione ma, secondo quanto raccolto da Violanews.com, il ‘Benatti’ non ha subito danni e le strutture che ospiteranno il mondo viola continueranno a essere allestite nei prossimi giorni. La foto è tratta da Ildolomiti.it.



Giacomo Brunetti
@giacomobrun_24
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #18 on: 07/04/18, 12:58 »
Sind. Moena a VN: “Allagato l’interrato degli spogliatoi, ma rimedieremo”

Bomba d’acqua. Abbiamo contattato il sindaco Edoardo Felicetti per capire la situazione a pochi giorni dall’inizio del ritiro della Fiorentina

Tuoni, fulmini, vento e grandine. Una bomba d’acqua è caduta su Moena nelle scorse ore. Il tutto a pochi giorni dall’inizio del ritiro della Fiorentina, in programma da sabato 7 a domenica 22 luglio. La pioggia (circa 130 mm) è iniziata a cadere con forte intensità dalle 15 alle 17.30 di ieri. La successiva esondazione del rio Costalunga, il fiume che si immette nell’Avisio, ha creato un torrente di fango. Problemi anche alla circolazione: circa cinquanta persone, infatti, sono state evacuate dalle proprie abitazioni, tra Moena e il passo San Pellegrino. Per capire la situazione, Violanews.com ha contattato il sindaco Edoardo Felicetti:

    Stiamo controllando la situazione idrogeologica. Nei versanti non ci sono grossi problemi – ci dice il primo cittadino -. Piano piano stiamo pulendo tutto, la viabilità sarà ripristinata il più presto possibile. Per quanto riguarda l’esondazione avvenuta in centro, stiamo ripulendo e svuotando gli interrati. Le strutture alberghiere coinvolte non sono molte fortunatamente e oggi, quando sarà terminato lo svuotamento dei garage e delle cantine, valuteremo i danni. Dovremo vedere struttura per struttura. Ci stiamo riprendendo bene, gli addetti stanno lavorando tanto. Siamo positivi, faremo il massimo per accogliere tutti.

Com’è la situazione al centro sportivo “Benatti”?

    Da quello che so l’interrato degli spogliatoi è allagato, ma non ci sono danni irreparabili, riusciremo a rimediare. Oggi i pompieri andranno al centro per togliere l’acqua. Per quanto riguarda il campo, ancora non so niente, sono in attesa di una chiamata da parte dei Monti Pallidi.

Per completezza d’informazione Violanews.com ha contattato anche i Monte Pallidi. La società è al lavoro per ripristinare la normale funzione del campo sportivo ed è ottimista sul fatto che la Fiorentina possa allenarsi sabato pomeriggio dalle 17.30.


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #19 on: 07/04/18, 18:47 »
Emergenza Moena, la Protezione Civile: “Una pioggia così non si registrava da 80 anni”

A Moena si lavora per ripulire le strade e sgomberare dai detriti cantine e garage di abitazioni e alberghi, mentre la Protezione civile sta ripulendo l’alveo del rio Costalunga

Una notte di lavoro per vigili del fuoco, forze dell’ordine, soccorso alpino e numerosi volontari per riportare Moena nella normalità dopo il violento nubifragio di ieri.

Le diverse unità – scrive ildolomiti.it – si sono adoperate per ripulire le vie del centro, la circonvallazione e strade interessate da smottamenti e l’esondazione del rio Costalunga.

Da poco è riaperta, con senso unico alternato, la circonvallazione di Moena per garantire il collegamento con la val di Fassa. Resta invece chiusa la statale 346 del passo di San Pellegrino, che porta a Falcade, interrotta da due smottamenti.

In paese a Moena si lavora per ripulire le strade e sgomberare dai detriti cantine e garage di abitazioni e alberghi, mentre la Protezione civile sta ripulendo l’alveo del rio Costalunga.

Anche il governatore Ugo Rossi si è portato in mattinata a Moena per la riunione dell’unità di crisi che coordina gli interventi.

“Un evento eccezionale – commenta il presidente – ha creato una situazione critica che è stata però affrontata con tempismo e efficacia. Oltre trecento persone lavorano per riportare Moena alla normalità fin dai prossimi giorni. A loro va il nostro ringraziamento. Certamente continueremo a investire nella sicurezza del territorio che ha impedito conseguenze peggiori“.

Nella tarda mattinata l’unità di crisi della Protezione civile, attivata fin dal pomeriggio di ieri, ha fatto il punto sulla situazione di Moena dopo l’esondazione del rio Costalunga e l’allagamento del centro abitato, con disagi alla viabilità.

“Un temporale così intenso – spiega Stefano De Vigili, dirigente generale del Dipartimento Protezione civile – non si registra in Trentino da almeno 80 anni. In due ore sono caduti oltre 130 millimetri di pioggia. Il terreno ha assorbito solo una parte di acqua, che ha incominciato a scivolare a valle. L’intasamento di detriti in prossimità di due ponti sul Costalunga ha provocato l’esondazione del corso con l’allagamento dell’abitato di Moena“.

Criticità
La situazione più difficile rimane sulla statale 346 del passo di San Pellegrino, che collega Moena a Falcade, interessata da una frana che ha danneggiato la carreggiata.

Nessun problema invece per raggiungere la Val di Fassa: la circonvallazione di Moena è stata riaperta con traffico unico alternato. Sono sempre rimasti aperti gli altri accessi alla valle, attraverso le statale dolomitiche da Carezza passo Costalunga, Fedaia e Pordoi, e passo Sella.

In paese a Moena, gli uomini della Protezione civile stanno continuando il lavoro di pompaggio dell’acqua dalle cantine, garage e piani interrati di numerose abitazioni e strutture alberghiere.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #20 on: 07/04/18, 19:45 »
Moena, altra ondata di maltempo nel pomeriggio. I VdF lavorano senza sosta

Altra giornata complicata per Moena, dove un acquazzone misto a grandine si è abbattuto sulla Fata delle Dolomiti

A Moena, dove nel pomeriggio un’altro violento acquazzone misto a grandine si è abbattuto sull’abitato, si lavora senza sosta. Come riporta GiornaleTrentino.it il paese ladino della Val di Fassa attualmente è diviso in due, fra la Piaz de Ramon, dove la vita continua tranquilla e dove la gente ieri sera non si era nemmeno resa conto del disastro che era avvenuto poco sotto, nella strada Riccardo Löwy, dove è esondato il rio Costalunga che a poca distanza si immette nell’Avisio. L’Ansa invece sottolinea come i corsi d’acqua sono monitorati dai vigili del fuoco per evitare nuove inondazioni nel centro del paese. La seconda ondata di pioggia di oggi era comunque prevista da Meteotrentino.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #21 on: 07/04/18, 21:47 »
La Fata delle Dolomiti si rialza: il centro di Moena torna alla normalità, entro venerdì…

Oggi è stata riaperta la statale che collega la Val di Fassa alla Val di Fiemme. Persistono problemi invece sulla statale 346 del passo San Pellegrino

Moena si rialza e entro venerdì la Fata delle Dolomiti sarà nuovamente come tutti la conoscono. Dopo la bomba d’acqua delle scorse ore, la cittadina trentina si sta rimettendo in piedi e, ventiquattr’ore dopo il disastro, il centro sta già tornando alla normalità. Tutta la comunità si è messa all’opera coordinata dalla Protezione Civile e gli interventi di emergenza dovrebbero concludersi entro il 6 luglio, quando saranno ultimate le attività di ripulitura delle strade del centro e la messa in sicurezza del torrente Costalunga.

Oggi è stata riaperta la statale che collega la Val di Fassa alla Val di Fiemme. Persistono problemi invece sulla statale 346 del passo San Pellegrino, che resterà chiuso anche domani. Per quanto riguarda il meteo, domani sono previste precipitazioni nel pomeriggio. Lo riporta IlDolomiti.it.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #22 on: 07/05/18, 12:38 »
Moena, 50 sfollati. Il meteorologo: “Intensità non prevedibile”. Nel weekend…

Il Corriere del Trentino e la paginata sulla bomba d’acqua che ha colpito Moena: sabato l’arrivo della Fiorentina



Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 351241
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Moena 2018
« Reply #23 on: 07/05/18, 12:44 »
Moena, proseguono i lavori: viabilità ok, già varie zone ripulite (GALLERY)

“Dopo una notte di intensa attività, da parte dei vigili del fuoco e di tanti volontari, a Moena oggi procedono le attività di ripristino, dopo la bomba d’acqua che ha colpito ieri il paese. Molto è già stato fatto!!! I lavori naturalmente proseguono e la viabilità è quasi completamente ripristinata. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che si stanno prodigando per la Fata delle Dolomiti”, lo comunica la Val di Fassa.



Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

 

With Quick-Reply you can write a post when viewing a topic without loading a new page. You can still use bulletin board code and smileys as you would in a normal post.

Warning: this topic has not been posted in for at least 30 days.
Unless you're sure you want to reply, please consider starting a new topic.

Name: Email:
Anti-spam: complete the task