Author Topic: I commenti per Europa League  (Read 2197 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #208 on: 06/28/18, 19:32 »
Fiorentina in Europa: la vittoria politica dei Della Valle

Magari non arriveranno le vittorie sul campo, ma è certo che la Fiorentina non tornerà in tribunale come accaduto in passato

I Della Valle non godono di grande simpatia a Firenze, scrive Alberto Polverosi sulle pagine di Stadio. C’è una parte della città che non li sopporta a pelle, un’altra parte che li critica per il cosiddetto “braccino corto”. Ma oggi questa vittoria appartiene alla proprietà. Questa è una vittoria politica.  I Della Valle non sanno farsi amare da Firenze ed è un problema loro (o forse per loro non è neppure un problema), ma sanno come si conduce un’azienda. Con i Pontello, prosegue Polverosi, la Fiorentina ha sfiorato lo scudetto ma poi ha perso appeal, con i Cecchi Gori ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa e sappiamo tutti come sia finita. Con i Della Valle c’è la possibilità che sul campo non arrivi la vittoria attesa, ma c’è la certezza che non concluderà la sua storia in un altro tribunale. Intanto Firenze deve consolarsi così. Magra consolazione? Forse sì

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #209 on: 06/28/18, 19:43 »
Milan, evitata sanzione più pesante: decisivo il contributo di Uva

Il Dg della Federazione italiana nonché Vice-presidente Uefa Michele Uva ha svolto un ruolo centrale nell’alleviamento della sanzione comminata al Milan

Scrive Stadio che in queste settimane il Milan aveva fatto capire di non aver trovato sostegno nelle istituzioni calcistiche italiane nella sua battaglia contro l’Uefa. Alla riprova dei fatti, invece, il ruolo di Michele Uva, dg della FIGC e vicepresidente dell’organismo europeo, sarebbe stato decisivo nel far ottenere “soltanto” l’esclusione dalle Coppe per un anno, evitando una squalifica per più stagioni con l’aggiunta di una multa attorno ai 30 milioni, intendimento iniziale della Camera Giudicante. Il contributo a livello diplomatico di Uva, insomma, è stato fondamentale per salvare il Diavolo da una punizione ancora più pesante.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #210 on: 06/29/18, 00:40 »
Malagò tifa Milan: “Speriamo che il Tas porti notizie positive, club non merita esclusione”

“Ho sempre mantenuto doverosamente un profilo di rispetto per le istituzioni, ma non c’è dubbio che la sentenza Uefa sul Milan affossa un po’ il calcio italiano. Dispiace molto”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, all’indomani dell’esclusione per un anno dalle competizioni europee del club rossonero.

“Oggi ho sentito Fassone, speriamo che il Tas porti notizie positive al Milan – aggiunge -. La storia di questo club non merita una decisione simile, risultati sportivi scritti nella pietra, un’infinità di trofei internazionali, a partire dalle sette Champions. Vediamo, c’è il Tas”. (ANSA)

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #211 on: 06/29/18, 00:48 »
Milan, tempi lunghi per la sentenza del Tas: ecco quando potrebbe arrivare

Oggi pomeriggio è fissata la prima riunione tra l’ad Marco Fassone e il pool di avvocati per iniziare a studiare la memoria difensiva

Tempi lunghi per la sentenza del Tas di Losanna circa il ricorso del Milan sulla sentenza della UEFA, che ha escluso i rossoneri dalla prossima Europa League. Secondo quanto riferisce Premium Sport, il Tribunale Arbitrale dello Sport emetterà il proprio verdetto intorno al 19-20 luglio, quindi sostanzialmente solo sei-sette giorni prima della gara di andata del terzo turno preliminare di Europa League, che al momento vedrebbe coinvolta una tra Atalanta o Fiorentina contro la vincente di Banants-Sarajevo. Intanto, oggi pomeriggio è fissata la prima riunione tra l’ad Marco Fassone e il pool di avvocati per iniziare a studiare la memoria difensiva.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #212 on: 06/29/18, 01:01 »
Parla Percassi: “Milan? Il nostro programma non cambia”

Le parole del presidente nerazzurro sull’attesa per la sentenza del Tas di Losanna sul Milan

E’ giorno di presentazione delle nuove maglie in casa Atalanta. A margine ha preso la parola il presidente dei nerazzurri, Antonio Percassi, che ha dichiarato sull’Europa League e l’attesa per la sentenza del Tas sul Milan: “Al momento siamo ai preliminari ed il nostro programma resta tale, la squadra andrà in ritiro come stabilito. Preferiamo parlare di ciò che avviene in campo, con la voglia di allestire una squadra competitiva anche in Europa. La nostra certezza è Gasperini”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #213 on: 06/29/18, 01:38 »
Sentenza Uefa, Fabbricini sta con Malagò: “Milan patrimonio, dobbiamo essere vicini”

“Una sentenza va sempre rispettata, ma ci saranno delle possibilità per la società, ci sono vari ricorsi possibili nella giustizia sportiva. Il Milan andrà fino in fondo, credo di poter dire con l’appoggio di tutto lo sport italiano”. Così il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini all’Ansa, all’indomani dell’esclusione del Milan per un anno dalle coppe europee, decisa dall’Uefa. “Dal primo momento in cui è nata la cosa c’è stata preoccupazione, era importante capire dove si andava a finire”, ha aggiunto Fabbricini, ricordando che il club rossonero “è un grande patrimonio dello sport e del calcio italiano”, per questo “dobbiamo stargli molto vicini in questo momento. Spero che le problematiche societarie trovino soluzione”. Al commissario della Federcalcio è poi stato chiesto se a livello italiano siano mancati dei controlli in questa vicenda. “A posteriori è ovvio che si può cercare di capire se ci sono stati degli incidenti di percorso o quanto meno delle trascuratezze”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 354697
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: I commenti per Europa League
« Reply #214 on: 06/29/18, 02:48 »
Milan, le motivazioni della sentenza Uefa: “Proprietà non credibile”

Le oltre 30 pagine con cui i giudici della Uefa hanno spiegato il perché dell’esclusione dalle coppe europee per una stagione: dubbi sulla credibilità dei business plan, soprattutto sui ricavi provenienti dalla Cina. L’anticipazione de La Gazzetta dello Sport

Dubbi sulla credibilità della proprietà e dei business plan presentati, soprattutto sui ricavi provenienti dalla Cina. Con oltre trenta pagine di motivazioni – scrive gazzetta.it – la Camera giudicante della Uefa ha spiegato perché ha estromesso il Milan dalle coppe europee per una stagione. Nella loro ricostruzione, i giudici hanno utilizzato più volte il termine “credibility”, spesso in senso negativo, ripercorrendo le fasi che hanno portato al “no” al settlement senza ravvisare errori da parte della Camera investigativa.

Il Milan ha annunciato che presenterà ricorso al Tas entro la prossima settimana. L’appello dovrebbe concludersi per motivi d’urgenza entro il 20 luglio, e non sarà semplice per il club rossonero ottenere l’annullamento della squalifica. Nel 2016 i giudici di Losanna confermarono la stessa sanzione, inflitta sempre per sforamenti dei parametri del fair play finanziario del pareggio di bilancio, a Galatasaray e Karabukspor, anche se i due club turchi avevano violato il settlement agreement. Al Milan il settlement per rientrare dagli sforamenti dell’ultimo triennio dell’era Berlusconi (in realtà due anni e mezzo, perché prima il bilancio si chiudeva a dicembre mentre dal 2017 la nuova proprietà lo chiude a giugno) è stato invece negato, come il voluntary. Anche per le “incertezze sul rifinanziamento del prestito” di Elliott da 303 milioni ottenuto da Li Yonghong per acquistare il club e sul rimborso delle obbligazioni da effettuare entro ottobre 2018″.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO