Author Topic: Restyling del Franchi. Riparte il progetto  (Read 869 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #8 on: 08/29/19, 15:57 »
L’altro progetto: riqualificazione di Campo di Marte

Ieri l’incontro tra Commisso e Nardella: si va verso il restyling del Franchi

La Nazione si concentra sul restyling del Franchi dopo l’incontro di ieri tra Dario Nardella e Rocco Commisso. Uno dei progetti è quello di Bbc di Carlo Bandini che prevede la riqualificazione complessiva dell’area del Campo di Marte. Rispetto alla prima presentazione il progetto è stato rivisto con altri tre obiettivi: avvicinare le curve al campo, ricomponendo una geometria degli spalti più “quadrata” rispetto all’attuale; coprire tutti i posti disponibili, sia quelli delle nuove curve che quelli della Maratona; recuperare negli spazi lasciati liberi tra le nuove curve e le vecchie per attività sportive complementari, attività commerciali, espositive e per eventi. Il costo totale stimato è di circa 38 milioni complessivi per il restyling del Franchi per 30 mesi di lavori compatibili con lo svolgimento delle partite.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #9 on: 08/29/19, 16:04 »
L’idea della Fiorentina: nuovo Franchi senza curve. Tre anni di lavori senza giocare altrove

La Repubblica fa il punto sulle ipotesi riguardanti l’impianto del futuro dopo l’incontro tra Nardella e Commisso

La Fiorentina una preferenza ce l’ha: è il progetto di restyling del Franchi dell’architetto Marco Casamonti, il patron dello studio Archea con cui ha pranzato domenica. Il vecchio impianto – scrive La Repubblica – in alcune sue parti è vincolato dalle Belle Arti e per questo il Comune e i viola hanno già fissato un incontro con il soprintendente Andrea Pessina già nei prossimi giorni, che però avrebbe già fatto delle aperture. E l’operazione Franchi sembra prendere quota.
Ridare vita al Franchi è un’ipotesi richiamata più volte nelle sue prime settimane in viola dal nuovo proprietario americano. Che il progetto dell’architetto Casamonti, sul tavolo del Comune durante l’incontro di un’ora e mezzo di ieri, venga preso seriamente in considerazione lo si capisce dai continui richiami «ai tempi della Soprintendenza» . L’ente guidato da Pessina, infatti, gioca un ruolo centrale e dovrà fornire delle risposte. Le parti del Franchi vincolate sono scale elicoidali, pensilina di Nervi, tribune. Si procederebbe quindi alla demolizione delle curve per costruire una struttura rettangolare capace di sorreggere la copertura integrale dello stadio. Un intervento – prosegue il quotidiano – che modificherà la forma a “D” del Franchi, trasformando Fiesole e Ferrovia da curve a gradinate come negli stadi di ultima generazione. Il costo del restyling è stimato in 150 milioni di euro e la durata dei lavori in tre anni, durante i quali la Fiorentina non dovrà giocare altrove perché si procederà per gradi: si partirà dalla demolizione e dal rifacimento della Ferrovia per poi passare alla Fiesole.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #10 on: 08/29/19, 16:27 »
Marcheschi (FdI): “Restyling del Franchi strada da seguire, una svolta per Firenze”

Le parole del Consigliere Regionale sullo stadio

Il nuovo corso della Fiorentina passa anche dall’ormai molto chiacchierato progetto del nuovo stadio. Nella giornata di oggi il Consigliere Regionale Paolo Marcheschi (Fdi) ha accolto con favore la proposta di Commisso di operare un restyling del Franchi:

    Da imprenditore ma anche amante della Fiorentina, Rocco Commisso vuole un progetto di uno stadio sostenibile economicamente e urbanisticamente e si parla di una struttura realizzabile. Per Firenze è una svolta: da sempre sono favorevole a un restyling del Franchi e anche il Sindaco Nardella sembra voler abbandonare l’idea del progetto Mercafir. Si può e deve mettere mano al Franchi, come avvenuto per altri stadi. È necessario realizzare una struttura funzionale per i tifosi, con costi contenuti e tempi rapidi, evitando un vuoto nel mezzo della città. Di questi progetti ne ho visti parecchi, penso che la ristrutturazione del Franchi sia la strada maestra da seguire.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #11 on: 08/29/19, 16:50 »
Nuovo stadio: 36 anni di parole. Ora la svolta, ma per il restyling del Franchi (forse)

1983: inizia la corsa al nuovo stadio della Fiorentina. Sarà fatto nella piana di Sesto e avrà 80mila posti. I titoli dei giornali sono roboanti. 36 anni di dibattiti senza sbocco perché adesso si parla di restyling del Franchi

1983. A Firenze la Soprintendenza delle Belle Arti vincola lo stadio comunale: la torre di Maratona, le scale elicoidali, la copertura della tribuna e la particolare forma a D ne fanno un monumento nazionale. Non si può modificare ed ampliare.

Inizia allora la corsa al nuovo stadio (sigh). Si farà nella piana di Sesto, assicurano i tecnici. Sarà un vero affare ed avrà 80mila posti. I giornali annusano la notizia, intervistano i politici e i dirigenti della Fiorentina. Forse ci credono davvero. I titoli sono roboanti.

E’ il 1983. In Italia il Presidente della Repubblica è un partigiano, Sandro Pertini, al governo si alternano Amintore Fanfani e Bettino Craxi. Viene messo in commercio il primo telefono cellulare, scompare Emanuele Orlandi e al cinema esce Scarface con Al Pacino. Nel calcio l’Aberdeen batte il Real Madrid in finale e vince la Coppa delle Coppe.

Nella Fiorentina è l’epoca dei Pontello. L’amministratore delegato è Italo Allodi, l’allenatore Giancarlo De Sisti. In estate sono arrivati importanti rinforzi: Daniel Passarella, Gabriele Oriali e Pasquale Iachini. Daniele Massaro viene schierato terzino destro con il numero 5 e ha facoltà di scorrazzare sulla fascia. Nella rosa compare anche Walter Mazzarri, ma non giocherà mai.

Il 6 novembre, tre giorni prima dell’uscita del primo degli articoli riportati, la Fiorentina schianta il Catania con uno squillante 5-1 e si porta a soli due punti dalla capolista Roma.

E’ il 1983. A Firenze il viale XI Agosto è ancora in costruzione e serve per le corse clandestine in moto, la caserma dei carabinieri non esiste e la pista di Peretola è più corta di 250 metri.

E’ il 1983 e la canzone “Parole Parole” di Mina e Alberto Lupo è già un cult senza tempo.

36 anni di parole, 36 anni di discussioni senza sbocco. Anzi, dopo l’incontro tra il sindaco di Firenze, Dario Nardella, e il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, l’ipotesi nuovo stadio pare finita in soffitta. La Soprintendenza ha aperto alla ristrutturazione dell’Artemio Franchi. Il progetto dell’architetto Casamonti prevede la demolizione delle curve e la copertura con una teca di vetro in stile Louvre.
“Fast, fast, fast”? Vedremo.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #12 on: 08/30/19, 22:11 »
Restyling del Franchi? Dalla Soprintendenza: “Ma per demolire le curve serve il via libera del Ministero”

Le parole di Andrea Pessina, che parla della situazione attuale del Franchi e di come si potrà agire in futuro

Chi pensava all’operazione restyling del Franchi – che tanto piace a Rocco Commisso – fosse già incardinata sui binari del successo rimarrà deluso. Bando ai facili entusiasmi, avverte il sovrintendente Andrea Pessina dalle pagine di Repubblica: quella del responsabile fiorentino dell’ente per la tutela dei momumenti e del paesaggio non è una chiusura, ma un avviso pieno di paletti e un altolà alla nuova proprietà viola e al progettista cui si è per ora affidata, l’architetto Marco Casamonti. “Il sindaco Nardella mi ha chiamato, ci incontreremo presto insieme anche al patron della Fiorentina. A noi spetta il compito di dire ciò che non si può fare, ma un Franchi in abbandono non farebbe piacere nemmeno a noi. Tutto dipende dalla qualità del progetto, ma attenzione, se lavoriamo sul Franchi ci dobbiamo mettere nelle mani della Soprintendenza”.

Se l’ipotesi restyling appare l’ipotesi più gradita a Nardella e Commisso, l’idea del secondo stadio dell’architetto Vinoly resta aperta solo come via di fuga, quella della Mercafir sta tramontando definitivamente anche se questo non vuol dire che i mercati generali di Novoli non si debbano preparare al trasloco. Ma – tornando al Franchi – per abbattere le curve servirà un ok anche da Roma. E la salvaguardia della forma dell’impianto a “D” avrà la sua importanza nella valutazione. Da Palazzo Vecchio incrociano le dita: “Il vincolo del Franchi è fatto di parole parche però il modo in cui Nervi fece le curve, le gradinate e le scale elicoidali furono ritenute geniali all’epoca. Un vincolo non impedisce cambiamenti ma li subordina. Il patron della Fiorentina vuole rapide indicazioni, noi ci prenderemo i nostri tempi” ribadisce Pessina. Se l’operazione decollasse nascerà anche un parcheggio interrato: 1000 posti tra i Campini e lo stadio, lato Maratona.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #13 on: 08/30/19, 22:18 »
Nuovo stadio? No, gli architetti tifano per il Franchi

Le parole di Duilio Senesi, presidente dell’Ordine degli Architetti

Restyling del Franchi o nuovo stadio? Questo è il dilemma. Intervistato da La Nazione, Duilio Senesi, presidente dell’Ordine degli Architetti, “tifa” per la ristrutturazione dell’impianto di Campo di Marte.

    Se per la decisione finale serviranno la conoscenza e la padronanza di molte informazioni, non ultime le valutazioni economiche, la verifica di compatibilità con i vincoli, la tempistica delle eventuali riallocazioni. Alla luce degli elementi che avevamo ci siamo da tempo espressi a favore di una soluzione che vedesse la valorizzazione, il restauro, l’adeguamento alle nuove esigenze dello stadio di Campo di Marte per due ordini di considerazioni. Temiamo le incertezze sul futuro della struttura attuale nel caso si proceda a toglierle la funzione principale, con i rischi di degrado e di inadeguatezza di risorse per il mantenimento e potenziali conseguenze sulla qualità del tessuto urbano circostante.

Gli architetti auspicano il rilancio di Campo di Marte con:

    le opportunità che potrebbero derivare da massicci investimenti per la riqualificazione che vrebbero estendersi all’intera area, con parcheggi, mobilità, qualificazione dello spazio pubblico. Il mantenimento della centralità del Franchi toglie di mezzo le incognite sul suo destino e un intervento di altissima qualità valorizzerà la parte monumentale.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #14 on: 08/30/19, 22:20 »
L’architetto: “Vi spiego i vincoli del Franchi”

Parla Valerio Tesi, architetto e dirigente dell’area funzionale patrimonio architettonico. E’ lui a tenere in mano i vincoli de Franchi insieme al soprintendente Andrea Pessina

Sul Corriere Fiorentino troviamo le parole di Valerio Tesi, architetto e dirigente dell’area funzionale patrimonio architettonico. E’ lui a tenere in mano i vincoli de Franchi insieme al soprintendente Andrea Pessina:

    Non esiste una specificazione di parti vincolate da altre che non lo sono. Anche perché non c’è un decreto specifico di vincolo sullo stadio, ma una deflatoria di Angelo Calvani, soprintendente nei primi anni ’80. Fu lui, nel 1983, a stabilire che l’opera doveva essere soggetto alla tutela secondo la legge 1089/39, la legge Bottai.

E’ questo il passaggio fondamentale: il vincolo non deriva da un decreto ministeriale, ma da una decisione della soprintendenza locale perché il Franchi aveva appena compito mezzo secolo. Calvani “allega una planimetria che circoscrive l’intera area come bene culturale“. Tutto vincolato? L’esatto opposto dice Tesi: “Vincolo non vuole intangibilità o giogo della sovrintendenza ma che a quel bene è riconosciuto un interesse culturale”.

La chiave per avere successo nella proposta del restyling è evitare che “vengano fatte proposte progettuali che non muovono dallo studio e analisi degli elementi significativi della struttura. Non si può fare tutto, ma molto: basta che venga fatto un progetto di restauro che riesca a far funzionare quella struttura in accordo alle esigenze e agli standard di oggi. Rispettando i suoi elementi più rilevanti, quelli di maggior quoziente culturale“.
Nuovo stadio: 36 anni di parole. Ora la svolta, ma per il restyling del Franchi (forse)

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 376015
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Restyling del Franchi. Riparte il progetto
« Reply #15 on: 08/30/19, 22:34 »
Restyling Franchi, ora anche Campo di Marte chiede un progetto

Riqualificazione dell’intero quartiere per proseguire con la Fiorentina: ecco come

Un parcheggio interrato, il più grande di Firenze, da oltre 2-3 mila posti: è quanto ha chiesto Palazzo Vecchio alla Fiorentina per rendere sostenibile il restyling del Franchi. Dovrebbe nascere sul lato Maratona, tra lo stadio e il Centro Sportivo e sarebbe uno degli interventi necessari per sfruttare il Franchi e riqualificare tutta l’area di Campo di Marte. E soprattutto per iniziare a rendere minore l’impatto delle partite per i residenti. Questo ciò che scrive il Corriere Fiorentino, secondo cui da anni si vuole interrare viale Paoli, pedonalizzare e puntare tutto sulla cittadella dello sport e rendere il quartiere il cuore sportivo di Firenze.

Parte del problema mobilità sarà risolto dal 2025/2026, quando sarà attiva una linea della tramvia che passerà sotto la curva Ferrovia. Nell’attesa, chi userà quella per Bagno a Ripoli (pronta entro il 2023) potrebbe però scendere alla fermata Pellico, vicino a viale Mazzini. E poi sarà pronto il completamento del sottopasso pedonale da via Mannelli a viale Fanti. Da lì allo stadio ci sono 500 metri.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

 

With Quick-Reply you can write a post when viewing a topic without loading a new page. You can still use bulletin board code and smileys as you would in a normal post.

Name: Email:
Anti-spam: complete the task