ACFFiorentina.eu - forum of Fiorentina supporters, Fiorentina, Fiorentina forum

TIFOSI VIOLA ITALIANI => ULTIME NOTIZIE SU FIORENTINA => Topic started by: Chiesa on 05/28/12, 16:13

Title: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/28/12, 16:13
Il Sindaco di Firenze Matteo Renzi ha presentato il progetto dell’area Mercafir stamani in Palazzo Vecchio, in una sorta di risposta alle parole rilasciate nei giorni scorsi dal presidente viola Cognigni: “Con il decreto “Salva Italia” è stato possibile realizzare questo progetto. In questo modo possiamo modificare le regole del gioco nell’area Mercafir, questo plastico è solamente un ipotesi, poi il soggetto privato potrà anche cambiarlo. Il progetto è su una superficie di 32 ettari, la discussione sugli ettari è puramente ideologica. Il problema non sono gli ettari, ma cosa si può realizzare in quegli spazi. Abbiamo immaginato un mix tra attrezzature sportive ed altre attrattive. Lo stadio sarà di 40.000 posti, poi ci saranno parcheggi, ristoranti, centro sportivo, piscine ecc… Chi farà lo stadio potrà fare anche tutte le altre cose. Poi ci saranno altri spazi fuori dallo stadio, circa 18000 mq per il commerciale, 4200  mq turistico-ricettivo e 8.000 mq di direzionale. Chiunque può venire a fare lo stadio, il soggetto privato dovrà fare il project anche domani mattina. A quel punto il comune avrebbe  mesi per esprimersi. Se entro l’estate non sapremo nulla lanceremo noi il bando di project. Se arriverà un’offerta da privato ci sarà il diritto di prelazione, altrimenti no.

“Credo -continua Renzi- che questa soluzione possa interessare la Fiorentina, la realizzazione del progetto farebbe il bene della città, oltre che della squadra, creando 1200 posti di lavoro. Questo progetto è una soluzione che economicamente funziona, una grande occasione per il bene dei cittadini, ma anche per la Fiorentina.  Ho letto le dichiarazioni polemiche di Cognigni ma credo che le sue preoccupazioni fossero infondate. Nel caso in cui la gara andasse deserta cercheremo delle soluzioni alternative in consiglio comunale. Io mi gioco questi numeri con qualsiasi altro progetto di stadio in Europa. Il costo sarà di circa 200 milioni, di cui circa 50 solo per lo stadio. Ora tocca agli altri decidere”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/28/12, 16:13
Ecco il project dello stadio di Renzi (FOTO)

Questa la foto del plastico che stamani Matteo Renzi ha presentato a Palazzo Vecchio.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2Fmercafir-plastico.jpg%3F67b5f3&hash=f6defa1f08df76187380a055ae44ae9b)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/28/12, 16:16
FOTO: come appariranno lo Stadio e il campo alla Mercafir

Il sindaco Matteo Renzi stamani ha illustrato alcuni dettagli del progetto Mercafir. Direttamente dal Comune di Firenze arrivano nuove immagini di come dovrebbe essere la “mini-cittadella” della Fiorentina, compreso l’interno dello stadio.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2FImmagine1-1024x787.jpg%3F67b5f3&hash=8a152afcd51186a7281c96734e9216b3)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2FImmagine2-1024x787.jpg%3F67b5f3&hash=4980f59d61589071da2d1db95643b893)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2FImmagine3-1024x723.jpg%3F67b5f3&hash=963166e0705d89a6a6cb912a7b45b148)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/28/12, 20:00
Mercafir e Juventus Stadium a confronto: numeri simili

Il progetto per l’area della Mercafir proposto da Matteo Renzi questa mattina è senz’altro ambizioso, anche se sembra che la famiglia Della Valle voglia un complesso ancora più vasto. I numeri parlano di un progetto simile a quello dello stadio della Juventus, leggermente più grande di quello descritto oggi dal sindaco di Firenze.

I posti a sedere sono quasi li stessi, così come l’area totale che comprende anche le attività collaterali, le differenze importanti si trovano però in altre voci non trascurabili: le aree commerciali e soprattutto la spesa prevista. Praticamente il progetto fiorentina ha un preventivo doppio rispetto a quello juventino, anche se poi quest’ultimo costò qualcosa in più del previsto.

Ecco un riassunto schematico delle caratteristiche dei due impianti:

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2Fgrafico-stadi-ok.jpg%3F67b5f3&hash=07249b97366eecc1c767b7c37d41ce9b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2012%2F05%2Fstadi1.jpg%3F67b5f3&hash=49463b11afa7892ab0161aeb51493ea9)
(a sinistra il modellino proposto oggi da Matteo Renzi, a destra lo Juventus Stadium in costruzione)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/29/12, 17:39
Tutti i numeri del nuovo stadio

UN NUOVO STADIO da 40 mila posti su una superficie di 7,5 ettari. Dentro lo stadio ci saranno bar e ristoranti, centro sportivo, piscina, sky box, area per servizi sportivi, servizi di natura alberghiera, e naturalmente parcheggi. Nell’area esterna allo stadio, in quella ormai ribattezzata la minicittadella viola, ci sarà spazio per spazi commerciali per medie strutture di vendita (18.300 metri quadrati); spazi turistici-ricettivi (4200 mq); uffici direzionali e attività private di servizio (8000 mq).
ECCOLI i punti principali del progetto di trasformazione urbanistica dell’area Mercafir presentato ieri dal sindaco Matteo Renzi insieme all’assessore all’urbanistica Titta Meucci.
«SIA CHIARO — ha spiegato Renzi illustrando il progetto redatto dall’architetto Pittalis — che quella che stiamo presentando è solo un’ipotesi. Realizzata rispettando i limiti del piano strutturale a volumi zero. Chi si fara avanti per realizzare il project potrà, rispettando i volumi che abbiamo citato, realizzarla in tutt’altro modo». Plastico e progetto insomma sono solo un modo per dimostrare agli scettici che costruire lo stadio in quell’area e dotarlo di tutti i servizi richiesti dai Della Valle, è possibile.
DAL PUNTO di vista della mobilità, Renzi ha fatto notare la posizione strategica della nuova struttura: la vicinanza con l’autostrada, che con la realizzazione del nuovo svincolo di Peretola renderà più agevole l’accesso anche in superstrada, la realizzazione della linea due della tramvia, la stazione ferroviaria di Castello già esistente e la possibilità di una fermata ferroviaria a Peretola, nell’ambito del servizio ferroviario metropolitano.
PER QUANTO riguarda i parcheggi, oltre a quelli già esistenti (quelli di San Donato, del Multiplex, della Cassa di Risparmio di Firenze, e il secondo costruendo parcheggio dell’Immobiliare Novoli), verrà realizzato un ulteriore area di sosta tra viale XI agosto e viale Guidoni per 3700 posti auto, a circa 500 metri di distanza dal nuovo stadio.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/29/12, 17:43
Mercafir, le perplessità della Fiorentina

È chiaro che il progetto presentato dal sindaco è rivolto solo ed esclusivamente ai Della Valle. E quindi tutto ruota intorno alle strategie future della Fiorentina.
Ufficialmente i Della Valle fanno sapere che studieranno le carte e valuteranno il progetto, ma nei fatti il progetto lo conoscono già da tempo, anche se gli incontri con il sindaco sono stati sempre informali. L´ultimo colloquio tra Renzi e Diego Della Valle risale a un paio di settimane fa. Un dettaglio. E comunque non sposta il problema, perché dentro la società viola ci sono ancora alcune perplessità. Che non riguardano lo stadio, però. Quello la Fiorentina è intenzionata a farlo per venire incontro sia alle esigenze della squadra che a quelle della città. Dire di no al nuovo impianto vorrebbe dire rimanere imprigionati dentro il vecchio Franchi, una struttura ormai obsoleta e impresentabile per il calcio di oggi.

Dunque sullo stadio ci sarebbe già il sì di massima. Però, lo ha ricordato Cognigni pochi giorni fa, da solo non serve a niente. (…)
In ogni caso i numeri dello Juventus Stadium sono impressionanti. Con il nuovo impianto i ricavi da stadio sono passati dai 5,4 milioni della stagione 2010-2011 ai 14 di questo campionato. Non solo, quest´anno la Juve ha avuto il sold out in tutte le partite casalinghe (tranne due quando c´erano -20 gradi), da novembre a maggio 47.000 persone hanno partecipato allo Stadium tour e nella prima settimana di apertura del museo ci sono stati 4.000 visitatori. Numeri di un altro calcio.

Comunque con il parco a tema la Fiorentina era convinta di poter colmare il gap economico con le altre società. Mentre la soluzione offerta dal sindaco non prevede un parco giochi. Ecco la prima perplessità. E poi non si può fare un centro commerciale, dicono gli uomini di Della Valle. Altra perplessità. Eppure, assicura Renzi, c´è lo spazio sufficiente per far stare in piedi l´operazione. Oltre trentamila metri quadrati dove realizzare negozi, un albergo, uffici. (…)
Una piccola frizione che si potrà ricomporre nei prossimi giorni quando la Fiorentina e Renzi si incontreranno per fare chiarezza sull´ipotesi Mercafir. Anche se in verità c´è poco da chiarire. Della Valle ha già fatto dare un´occhiata al progetto, ora che la questione è diventata ufficiale si aspetta soltanto che prenda una decisione.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/31/12, 19:50
Nuovo stadio, il colpo decisivo di Renzi

Nella lunga partita fra il Comune di Firenze e la Fiorentina, si può dire che la mossa attuata lo scorso lunedì pomeriggio dal sindaco Matteo Renzi sia un colpo di fioretto andato a segno. Renzi si è mosso con grande circospezione, consapevole che davanti alla richiesta ‘boom’ di ottanta ettari da parte dei Della Valle bisognasse rispondere con diplomazia (…). E così, forte anche del blocco imposto dall’inchiesta della magistratura sul territorio di Castello, si è inventato la carta Mercafir, pur consapevole che l’imprenditore marchigiano inizialmente avrebbe mostrato tutto il suo disappunto per le dimensioni ridotte, e poi lavorando su come far sì che gli introiti per i viola fossero il più possibile vicini ai desiderata dell’azionista di maggioranza.

Tante telefonate e incontri per spiegare a Diego Della Valle che è impossibile fare entrate cospicue con il museo d’arte moderna immaginato, e che soprattutto nell’area del mercato c’è tanto spazio per il commerciale e gli uffici: in sintesi, che il project financing che fra poco il Comune lancerà è una proposta che non si potrà rifiutare. Della Valle da parte sua ha mandato avanti il fido Cognigni, che anche sabato scorso ha provato a smarcarsi dall’obbligo di presentare un’offerta. Renzi, che ha sempre ribadito quasi come una litania quanto buoni fossero i rapporto tra il Comune e il club viola, con la frase: ‘Mi stupirei se un uomo di numeri come Mario Cognigni non valutasse la complessità del progetto prima di dire che la Fiorentina non farà un’offerta per costruire il nuovo stadio’, ha inferto il colpo decisivo. (…)

Renzi ha ‘ingabbiato’ i Della Valle. Vogliono fare lo stadio, con tutti gli annessi e connessi? A Firenze è disponibile solo la zona della Mercafir. Non lo vogliono fare? Pronti a trattare con altri privati, che poi dovrebbero parlare con il club viola per farci giocare la squadra. A questo punto Diego Della Valle si sta giocando l’ultima carta: le parole dell’ex assessore allo sport e presidente del Coni provinciale Eugenio Giani, che – in barba al conflitto d’interesse – difende a spada tratta i proprietari viola, smarcandoli dall’impegno del nuovo stadio. Che poi alla fine, con buona pace di tutti, si farà. Ma attenzione, perché gli ‘uomini dei numeri’ del club viola hanno già fatto sapere che non essendo realizzato nelle dimensioni auspicate non costringerà la Fiorentina ad investire sul mercato. Insomma: 1-1 e palla al centro fra Comune e società. (…)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/12, 02:19
Mercafir, le idee degli studenti in una mostra

Dopo la conferenza stampa di Renzi, il tema del nuovo stadio e mini-cittadella alla Mercafir è tornato in primissimo piano, in attesa che la Fiorentina sciolga il nodo relativo al suo interesse o meno per la realizzazione del progetto. Intanto si è creata una collaborazione fra il Comune, la società di gestione del mercato e la Facoltà di Architettura di Firenze, un’interazione questa che ha portato a risultati molto soddisfacenti e unici nel loro genere soprattutto per il coinvolgimento degli studenti, divenuti con le loro idee e le loro proposte creative parte attiva del processo di progettazione e ridisegno dell’area Mecafir.
 
Ieri mattina – come riporta il sito unicitta.it – l’assessore alle Politiche del Territorio Elisabetta Meucci, ha presentato insieme al presidente di Mercafir Angelo Falchetti, al Professor Ulisse Tramonti e agli studenti stessi del corso di laurea magistrale in Progettazione dell’Architettura, una mostra che prevede l’esposizione di 15 progetti, realizzati da una trentina di studenti, ritenuti innovativi per l’attenzione data a tematiche come la sostenibilità urbana, con l’utilizzo di fonti alternative di energia, di materiali riciclabili e con l’ipotesi dell’interramento del viale Guidoni. Soluzioni progettuali queste che hanno permesso di proiettare Firenze, ipoteticamente e virtualmente, nella contemporaneità dello scenario architettonico attuale. Hanno collaborato come coordinatori della ricerca Tommaso Bertini e Luca Gigli; gli assistenti sono stati invece Enzo Crestini, Giacomo Guarnieri, Stefano Pittalis. La mostra sarà inaugurata lunedì 4 giugno alle ore 19.30 presso la Sala delle Vetrate nel Complesso delle Murate. Ci sarà un aperitivo e poi seguirà un incontro tra amministrazione comunale, docenti e studenti. L’ingresso è libero.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/12, 03:25
In mostra quindici progetti per il nuovo stadio

Il futuro dell’area Mercafir e del nuovo stadio progettato dagli studenti del corso di Architettura dell’Università di Firenze: dall’inedita collaborazione fra Comune, ateneo e società di gestione del mercato è nato un lavoro di grande qualità, che sarà visibile a tutti nella mostra che aprirà il 4 giugno nella Sala delle Vetrate alle Murate, dove sarà presentato per la prima volta al pubblico anche il progetto di prefattibilità del nuovo stadio realizzato dal Comune.

“Si tratta di una grande opportunità per la nostra città – spiega l’assessore alle Politiche del territorio Elisabetta Meucci, che stamani ha presentato la mostra insieme al presidente di Mercafir Angelo Falchetti, al professor Ulisse Tramonti e agli stessi studenti del corsi di laura magistrale in progettazione dell’architettura – Questa non è solo una esercitazione accademica: i ragazzi sono stati coinvolti in un progetto vero, nello sforzo comune per ridisegnare il territorio di un pezzo molto importante di Firenze, visto che l’area Mercafir è l’ultima area pubblica disponibile per la trasformazione della nostra città. Il risultato è di notevole livello e costituisce un contributo vero per l’amministrazione comunale”.
I 15 progetti, realizzati da una trentina di studenti, sono modelli innovativi di sostenibilità urbana che coinvolgono tutta l’area Mercafir: oltre al nuovo stadio quindi, anche l’area mercatale, il centro congressi e il sistema dei parchi, con l’uso di fonti alternative di energia, di materiali riciclabili e con l’ipotesi dell’interramento del viale Guidoni. “Stiamo parlando del ‘cuore’ dell’area fiorentina, dove si concentrano le partite del futuro, e quello che abbiamo adottato è un nuovo metodo di lavoro, che permette di tirare fuori il meglio da ciascun soggetto coinvolto” ha detto Angelo Falchetti; mentre il professor Tramonti ha sottolineato “l’importanza della collaborazione dell’ateneo con le istituzioni, in una città che difficilmente si avvicina al contemporaneo”, ribadendo la difficoltà della sfida e il buon risultato raggiunto. I coordinatori della ricerca sono Tommaso Bertini e Luca Gigli; gli assistenti sono Enzo Crestini, Giacomo Guarnieri, Stefano Pittalis.
La mostra sarà inaugurata lunedì 4 giugno: alle 19.30 aperitivo e poi incontro fra amministrazione, docenti e studenti. L’ingresso è libero.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/26/12, 19:30
Nardella: “Dobbiamo potenziare il Franchi”

‘Nel corso dell’ultimo c.d.a. della Fiorentina ho visto una società con le idee chiare, sia sul mercato che sull’assetto dirigenziale, e questo penso faccia piacere a chiunque, soprattutto ai tifosi. Per ciò che riguarda i rapporti con il Comune, mi pare positivo il fatto che si vada avanti sui progetti di potenziamento dello stadio Franchi, anche nella prospettiva di un’utilizzazione polivalente dell’impianto. Abbiamo già visto in questo senso degli esperimenti positivi con i concerti di Madonna e Bruce Springsteen. Si andrà avanti con questo filone, la Fiorentina ha già fatto suo: anche nei prossimi anni si continuerà con questa idea di fare del Franchi un luogo a 360 gradi, non solo quindi pensato per il calcio, ma anche per eventi pubblici, e dunque è giusto migliorarne le condizioni. Ad esempio a partire dal progetto degli sky-box, a cui abbiamo lavorato insieme Fiorentina, Comune di Firenze e sovraintendenza; progetto che è stato autorizzato, ha avuto tutti i via libera, compresi quello degli uffici tecnici del Comune. Inoltre da tempo si discute del progetto di abbattimento delle barriere, su cui vi sono aspetti che riguardano la sicurezza pubblica, e una serie di passaggi, di autorizzazioni e di verifiche che devono essere ancora messi a punto. Questo è il segno di come la Fiorentina abbia la volontà di immaginare un impegno sul medio-lungo periodo, e non su tempi brevi. Una risposta chiara anche a chi mette ogni giorno in dubbio l’impegno di questa società sulla propria squadra e sui propri progetti’. Il vicesindaco, assessore allo sport e membro uditore ai c.d.a. della Fiorentina, Dario Nardella, ha parlato a margine della presentazione dell’eccellenza fiorentina avvenuta questa mattina presso la Loggia del Grano di Firenze.

‘Dal punto di vista del mio assessorato, noi non vediamo conflitti fra gli investimenti che si fanno sul Franchi a Campo di Marte e un eventuale interesse della società sull’area Mercafir – ha aggiunto Nardella -. Del resto basta guardare quanto fatto sul centro tecnico, che è ormai completamente concluso e rappresenta un investimento su quell’area. Le due cose possono stare insieme, e semmai si dovesse investire sulla Mercafir non è che si avrebbe il nuovo stadio in qualche mese. Quindi è ovvio che il Franchi va tenuto, conservato e potenziato. Il Comune stesso spende sullo stadio in media 2-300mila euro l’anno di manutenzione straordinaria, senza contare le spese per la manutenzione del terreno di gioco. La Fiorentina, come qualunque soggetto privato, ha a disposizione tutto giugno e fino alla fine di luglio per presentare autonomamente un progetto che parta dalle proprie esigenze, e dai propri obiettivi finanziari, all’amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo stadio, con tutte le opere annesse a carattere commerciale e turistico. Dopo il 31 luglio sarà l’amministrazione comunale a presentare un bando pubblico, comunque aperto ai privati. Non si esce dal modello di collaborazione pubblico-privato, così come è stato fatto a Torino’.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/29/12, 13:46
Mercafir, Fiorentina poco convinta. C’è la proroga?

Nonostante nell’ultimo c.d.a. – tenutosi esattamente una settimana fa – non si sia parlato del progetto del nuovo stadio in zona Mercafir, emerge che la Fiorentina non sarebbe molto convinta dell’idea. Al di là dei contatti frequenti fra il sindaco di Firenze Matteo Renzi e l’azionista di maggioranza del club gigliato Diego Della Valle, consiglieri vicini alla proprietà viola fanno sapere come il progetto sia ben lontano dalle indicazioni date nel settembre 2008, quando si parlava della Cittadella Viola.

Non è escluso dunque che si possa far slittare la presentazione di progetti da parte dei privati oltre il 31 luglio, per dare la possibilità alla famiglia Della Valle, quella che più dovrebbe essere interessata, di fare tutte le valutazioni del caso. Se invece il Comune fosse irremovibile sulla tempistica, dal 1 agosto sarebbe di esclusiva competenza di Palazzo Vecchio ‘disegnare’ un progetto per la costruzione del nuovo stadio e delle strutture ad esso connesse.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/29/12, 16:46
Nuovo stadio, può slittare il termine per i progetti

Nonostante nell’ultimo c.d.a. - tenutosi esattamente una settimana fa - non si sia parlato del progetto del nuovo stadio in zona Mercafir, emerge che la Fiorentina non sarebbe molto convinta dell’idea. Al di là dei contatti frequenti fra il sindaco di Firenze Matteo Renzi e l’azionista di maggioranza del club gigliato Diego Della Valle, consiglieri vicini alla proprietà viola fanno sapere come il progetto sia ben lontano dalle indicazioni date nel settembre 2008, quando si parlava della Cittadella Viola.

Non è escluso dunque che si possa far slittare la presentazione di progetti da parte dei privati oltre il 31 luglio, per dare la possibilità alla famiglia Della Valle, quella che più dovrebbe essere interessata, di fare tutte le valutazioni del caso. Se invece il Comune fosse irremovibile sulla tempistica, dal 1 agosto sarebbe di esclusiva competenza di Palazzo Vecchio ‘disegnare’ un progetto per la costruzione del nuovo stadio e delle strutture ad esso connesse.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/03/12, 23:22
Mercafir, c’è più tempo per i Della Valle

Come chiesto da alcuni partecipanti ai c.d.a. della Fiorentina, è ufficiale che l’apertura del bando che consente ai privati – in particolare ai proprietari del club gigliato – di presentare al Comune di Firenze un progetto per la costruzione di un nuovo stadio nella zona della Mercafir arriverà entro l’estate. ‘Entro la fine dell’estate aspettiamo di capire se ci sono manifestazioni di interesse sull’area, e se non ci saranno allora ci sarà il bando ufficiale – ha dichiarato ai microfoni di Lady Radio il sindaco di Firenze Matteo Renzi -. L’importante è che il percorso sia chiaro, trasparente e pubblico’.

‘Un grande in bocca a lupo a mister Montella, che viene a Firenze per la prima volta, ma è cresciuto ad Empoli – ha aggiunto il primo cittadino di Firenze -. Mi fa effetto che sulla panchina viola ci sia un ragazzo della mia età. Gli faccio i miei migliori auguri, spero che il mercato vada bene ma soprattutto che la Fiorentina viva una buona stagione, perché credo che ne abbiamo un grande bisogno. L’11 luglio verrà presentata in Piazza della Signoria e a Palazzo Vecchio la nuova maglia. Spero sia l’ennesimo segnale di un ritrovato rapporto con la città, che quest’anno ad esempio ha chiuso l’anno con la costruzione dei campini, inaugurato lo scorso autunno’.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/28/12, 14:45
Nuovo stadio, ora c’è ottimismo

Il Corriere dello Sport-Stadio riporta l’ottimismo in relazione al nuovo stadio dopo l’incontro tra il presidente Andrea Della Valle e il sindaco di Firenze Matteo Renzi. Tanti i sorrisi, che sia la strada giusta? Siamo davanti ad un inizio ed è senza dubbio del gelido attendismo di qualche mese fa, vedremo se qualcosa potrà davvero cambiare.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/02/12, 15:52
Stadio alla Mercafir, “si è smosso qualcosa”

Mai così vicini Palazzo Vecchio e Fiorentina, sindaco Renzi e famiglia Della Valle. Sul plastico del nuovo insediamento sportivo-commerciale-alberghiero nell’area Mercafir, adesso, è stato stampato un sorriso. E’ quello della distensione e del dialogo (dopo lunga indifferenza e frecciatine della scorsa primavera). Mai come adesso c’è unità di intenti tra società viola e amministrazione comunale sulla possibilità che la Fiorentina del futuro possa giocare dove adesso c’è il mercato ortofrutticolo di Novoli con un investimento della famiglia di mister Tod’s.

«Si è smosso qualcosa» è l’unica battuta che viene concessa sull’argomento da entrambe le parti protagoniste. Il project financing per trasformare l’area di viale Guidoni non è più fermo in un cassetto di Palazzo Vecchio. Fruttuosi sono stati i contatti. Il sindaco, più che mai, ha preso in mano la questione. Ha incontrato Diego Della Valle recentemente, ha parlato con Andrea Della Valle nel ritiro di Moena. «Si è smosso qualcosa». Lo testimonia il fatto che un pool di tecnici della famiglia proprietaria della Fiorentina ha raccolto tutte le carte del possibile investimento e le sta esaminando attentamente. Una per una, con particolare attenzione a tutto ciò che riguarda la sostenibilità economico-finanziaria del progetto. Insomma si vuol capire con le volumetrie possibili, le destinazioni d’uso e il mercato attuale, quanto può fruttare l’operazione Mercafir.

Il piano presentato a fine maggio da Renzi è chiaro: uno stadio di 40 mila posti (e su questo aspetto non ci sarebbero grossi problemi d’intesa), con 18 mila metri quadri di commerciale di media distribuzione, con 8 mila di uffici e direzionale, 4 mila di turistico-alberghiero. E anche con la possibilità di utilizzare gli spazi interni allo stadio per merchandising, ristoranti e altre attività. Si tratta, secondo Palazzo Vecchio, di un investimento stimato in circa 200 milioni. E’ sui metri quadri extra stadio che si sono accesi, appunto, i riflettori degli esperti della famiglia Della Valle: possono garantire un ritorno di utili tali da ammortizzare l’investimento e dare una mano anche alla società viola? Tra le ipotesi di mister Tod’s ci sarebbe anche il desiderio di creare nella ’cittadella’ una strada della moda: in prima fila i marchi di famiglia ed altri di particolare appeal per richiamare nell’area non solo gli amanti del pallone.
(…)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/03/12, 21:23
Nardella: “Mercafir? Ecco perchè essere fiduciosi”

Dario Nardella, vicesindaco di Firenze, ha parlato a Radio Blu della scadenza del bando per la cittadella alla Mercafir, fissata per metà Settembre: “La società ha fatto capire di credere tanto in questa Fiorentina, quindi sono fiducioso per il bando. 18 acquisti e il gioco mostrato sono una bella garanzia”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/05/12, 18:52
Mercafir: contatto Renzi-DDV

Prima l’incontro nel ritiro della Fiorentina di Moena fra il presidente onorario Andrea Della Valle e il sindaco di Firenze Matteo Renzi, poi le dichiarazioni delle ultime ore del vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella (‘Dobbiamo essere fiduciosi, la dirigenza ha dimostrato di credere con maggior forza nel progetto Fiorentina nonostante un anno difficilissimo che aveva spinto i tifosi a pensare che ci fosse la volontà di tirarsi indietro’). Infine ieri mattina, prima della partenza del primo cittadino per gli Stati Uniti, in vista del congresso dei Democratici a Charlotte, il contatto tra Renzi e Diego Della Valle.

Si moltiplicano i segnali secondo cui la famiglia Della Valle presenterà un’offerta entro il prossimo 30 settembre (termine ultimo fissato dallo stesso Comune) per un progetto che preveda, sull’area Mercafir, la costruzione di un nuovo stadio. In particolare nel contatto fra Renzi e Della Valle quest’ultimo ha chiesto che i suoi tecnici possano studiare nuovamente a breve le carte della zona prima di dare una risposta definitiva, e il sindaco di Firenze ha già fissato una riunione in questo senso, da tenersi entro i prossimi 10 giorni.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/06/12, 17:07
Nuovo stadio, la svolta entro fine mese

Il D-DAY per il nuovo stadio alla Mercafir è il 30 settembre. O almeno così sperano sia Palazzo Vecchio che i cuori viola dei tifosi. Sì, perchè la fine di settembre non è una data ufficiale che risulti in nessuno degli atti protocollati dal Comune sull’operazione Mercafir. E’ solo la data che, durante una conferenza stampa, fu indicata dal sindaco come possibile riferimento temporale prima di aprire i giochi alla gara pubblica. E ora tutto lascia sperare che la famiglia Della Valle possa farsi avanti a breve con un’offerta, corredata del necessario piano di equilibrio economico e finanziario, per il project financing per lo stadio.

Se il progetto della Fiorentina otterrà l’apprezzamento di Palazzo Vecchio, la società viola conquisterà il diritto di prelazione sulla costruzione dell’impianto sportivo e della mini-cittadella. La gara pubblica sarà comunque bandita. Chiunque vinca quella gara, però, il Comune avrà l’obbligo di chiedere prima alla Fiorentina se è disposta a realizzare quel progetto. Fino a questo momento nessun altro team di imprenditori avrebbe chiesto di visionare le carte. Si sono invece moltiplicate le occasioni in cui i tecnici dei Della Valle, e lo stesso patron Diego, hanno invece chiesto di poterle visionare e studiare. La prossima, pare, proprio entro i prossimi dieci giorni. Insomma l’aria che si respira nei corridoi del Palazzo è di cauto ottimismo. Anche perchè quella del 30 settembre non è una data capestro e l’amministrazione ha ampio spazio di manovra sui tempi supplementari chiesti dai Della Valle.

(…)
E poi c’è l’immagine festosa dell’abbraccio fra il sindaco Renzi e Andrea Della Valle sugli spalti del «Franchi», e prima il loro incontro a Moena, durante il ritiro estivo, infine la telefonata fra Diego e Renzi alla vigilia della partenza del sindaco per la convention dei democratici americani (Matteo ha indossato il suo portafortuna speciale: la cravatta viola). Per non parlare del nuovo clima politico che si respira dopo la scesa in campo ufficiale di Renzi per le primarie del Pd. La galoppata elettorale tra le ali di sostenitori (e la stizza del Pd di Bersani) potrebbe non lasciare indifferente nè patron Diego, nè il gruppo di Montezemolo che gli è vicino. E la curva viola spera.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/08/12, 17:34
ADV: “Mercafir, c’è ottimismo”

La Nazione evidenzia una battuta del presidente onorario Andrea Della Valle sulla Mercafir, il cui bando scade fra tre settimane: “C’è molta positività attorno a questa vicenda. Ne riparleremo nelle prossime settimane e sicuramente da qui a Natale potrà accadere qualcosa”. Nei giorni scorsi era già serpeggiato un certo ottimismo sull’argomento, tanto che è uscita anche una voce su un contatto diretto fra il sindaco Renzi e Diego Della Valle.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/10/12, 18:44
Renzi: “Sono ottimista per lo stadio”

Il patron della Fiorentina Andrea Della Valle, nelle dichiarazioni rese alla stampa venerdì scorso a margine del test amichevole contro l’Al-Nasr, si era detto ottimista sulla possibilità che la proprietà gigliata potesse sviluppare nelle prossime settimane un progetto che porti Firenze a dotarsi di un nuovo stadio, preannunciando novità entro il prossimo Natale, dunque facendo slittare i tempi rispetto alle attese del Comune. ”Sono decisamente ottimista sul fatto che quella procedura che noi abbiamo lanciato possa continuare e andare a buon fine - gli ha risposto a distanza il sindaco Matteo Renzi, sabato sera, a margine di un suo intervento alla Festa del PD di Firenze -. Dopodichè essere ottimisti è sempre rischioso perché se le cose vanno bene, bene; se invece vanno male, hai ricevuto una bella fregatura. Però sono assolutamente convinto che questo essere ottimisti non sia solo di maniera. E poi sono molto contento e convinto del rinnovato rapporto fra la proprietà della Fiorentina e la città. Questo è importante. Tutti noi sappiamo che il calcio non è la cosa più importante della città, però quando c’è un clima bello anche nel mondo sportivo, credo che questo sia un fatto positivo anche per chi amministra, a prescindere dai risultati, che ci auguriamo siano positivi’.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/10/12, 21:41
Nardella: “Speriamo in proposta concreta per lo stadio”

Dario Nardella vicesindaco di Firenze ha parlato a Radio Blu. Ecco un sunto delle sue dichiarazioni:

“Siamo candidati ad ospitare una delle tappe del giro. Aspettiamo una valutazione positiva da parte degli organizzatori. Sarà una prova generale dei mondiali di ciclismo che si svolgeranno poi quattro mesi dopo”.

Sulla questione del defibrillatore: “Morosini non è morto invano, mi verrebbe da dire. Sono contento che il governo abbia preso la decisione di attrezzare tutti gli impianti con defibrillatore. Adesso bisogna capire i tempi. In molti posti manca il personale formato, bisognerà organizzare un programma di formazione. La beffa sarebbe quella di avere defibrillatori, ma nessuno in grado di usarli.

Sullo stadio: “Speriamo che nasca una proposta concreta da questo nuovo ambiente pieno di ottimismo. Un club di livello europeo non può che considerare l’ipotesi dello stadio di proprietà. La famiglia Della Valle è abituata a puntare sempre al massimo.

Sulla Fiorentina: “Penso sia partita col piede giusto. Il campionato è lungo, c’è sempre la possibilità di incappare in imprevisti. Sono contento dei 500 abbonamenti in più in questo periodo di crisi. E’ vero che i tifosi gigliati sono fra i più esigenti, ma sono anche fra quelli che più facilmente si riappassionino”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/19/12, 16:22
Ass. urbanistica: “Chi è interessato alla Mercafir venga avanti”

La giunta di Palazzo Vecchio ha approvato ieri ben tredici varianti tra cui quella relativa all’area Mercafir di Novoli. L’assessore all’urbanista Titta Meucci ha detto (fonte La Nazione): «Ora il quadro è perfettamente definito e dunque chi è interessato all’area Mercafir può farsi avanti e presentare le sue proposte».
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/27/12, 22:07
Nardella sulla Mercafir: “30 settembre data indicativa”

Il vicesindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare della vicenda relativa al nuovo stadio alla Mercafir dai microfoni

“Il sindaco Renzi aveva detto sin dall’inizio che quella del 30 settembre non era una data limite per la proposta di un privato, bensì indicativa. La stiamo aspettando e non sarà questione di mesi. Noi siamo pronti a riceverla ed esaminarla, poiché i tempi ci sono ancora. La nostra parte l’abbiamo fatta, ovvero predisporre l’area ed individuare la destinazione d’uso. Vedremo se ci saranno sviluppi nei prossimi giorni. Ero fiducioso prima e continuo ad esserlo anche ora. Penso che un progetto straordinario come quello della Fiorentina dei Della Valle non possa non tener conto anche della grande opportunità di uno stadio di proprietà, come stanno facendo i grandi club europei ed italiani. La Fiorentina ha ricevuto da noi tutte le carte, informazioni e documenti per poter eventualmente formulare proposte. Altro non aggiungo perché non dipende più dall’amministrazione comunale compiere un ulteriore passo”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/01/12, 19:58
Nardella: “C’è ottimismo sul progetto Mercafir”

Intervenuto ai microfoni di Radio Blu, il vicesindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato ancora una volta del progetto del nuovo stadio e dintorni ribadendo che la scadenza del 30 settembre era indicativa. E poi riparte dalle parole di Cognigni alla Gazzetta (“il nuovo stadio è indispensabile. Sono sicuro che Renzi farà di tutto per garantirci la struttura idonea”): “Questa ulteriore dichiarazioni di Cognigni è un fatto positivo e la dimostrazione che la società Fiorentina e i Della Valle intendono legarsi sempre più alla città e al territorio – dice Nardella -. Questo rientra nel programma di rilancio già partito in estate con il mercato e il nuovo progetto tecnico. Non ci sono novità significative, come disse Renzi c’è ottimismo sulla fattibilità del progetto alla Mercafir, ora speriamo che si possa concretizzare una proposta”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/15/12, 21:55
Nardella: “Concluso l’iter sull’area Mercafir”

Dario Nardella, vicesindaco di Firenze, è intervenuto a Radio Blu: “Abbiamo approvato oggi in comune la variante sulla zona Mercafir, portando a termine l’iter. Si deve capire che lo stadio non è solo un luogo dove vedere la partita, ma un posto importante in tutti i giorni. E’ un dovere dare la cittadinanza a Cesare Prandelli, che ha riavvicinato la nazionale a Firenze. Ricordo ancora il clima che c’era a Firenze per le partita contro le Far Oer, erano tutti lì per lui. Purtroppo gli altri sport non sono andati bene in questo weekend (il basket ha perso di 1, il rugby è stato surclassato), ma le ragazze della pallavolo A2 femminile hanno vinto. Il colpo d’occhio dello stadio senza barriere è migliore, il Franchi ha una grande storia che deve essere salvaguardata. L’abbattimento delle barriere non è ancora completato.

A Natale ADV dirà le intenzioni della Fiorentina sulla cittadella: “Siamo fiduciosi, aspettiamo la risposta con ottimismo”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/30/12, 00:21
Nardella: “Lo stadio nuovo coronerebbe il progetto viola”

A Radio Blu interviene il vice sindaco di Firenze Dario Nardella che torna sul discorso del nuovo stadio in zona Mercafir: “Da diverse settimane tutti mandano messaggi costruttivi ed ottimistici. L’investimento è di dimensione importante in un periodo di crisi economica. Andrea Della Valle ha anche voluto lasciato spazio al sindaco Renzi di affrontare un impegno come quello delle primarie in modo sereno. Detto questo, la Fiorentina sta seguendo il progetto. Due settimane fa abbiamo fatto l’approvazione definitiva della variante urbanistica e quindi la situazione è positiva. E’ vero che le dimensioni alla Mercafir non sono come quelle della vecchia cittadella. E’ positiva la posizione di Andrea nel non mantenere l’ambiguità di utilizzare lo stesso nome, accantonando la parola Cittadella. Lo spazio di cui parliamo permette di fare un progetto che non si limiti alla presenza dello stadio. Io credo che ogni privato interessato a questa area che voglia fare un centro avrà la necessita di partire dallo stadio per poi sviluppare qualcosa di più ampio. Ad esempio sarebbe bello avere il Museo della Fiorentina nel nuovo polo sportivo, mantenendo una postazione anche nella zona del centro. Ogni città con squadre di calcio dal grande patrimonio storico ha svolto lavori innovativi, come stadi all’avanguardia e musei nella stessa zona. Bisogna partire dal nuovo stadio perché una partita come quella di domenica avrebbe mertitato il tutto esaurito; è chiaro però che con condizioni atmosferiche come quelle tutto è difficile. Lo stadio nuovo sarebbe la chiusura di un circolo virtuoso in cui si è innestata la società con un mercato sontuoso”.

LORENZO BENEDETTI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/06/12, 20:36
Nardella: “Ormai è chiara l’esigenza del nuovo stadio”

Il vicesindaco di Firenze Dario Nardella a Radio Blu viene ancora interpellato sul tema del nuovo stadio: “Prima eravamo in pochi a sostenere la necessità di un nuovo stadio, adesso sulle ali dell’entusiasmo sono aumentati i fautori e questo è positivo. Le carte e gli atti sono chiari, è il momento di fare i fatti e poche chiacchiere visto che ne parliamo ormai da tanto tempo”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/23/12, 16:19
Renzi e la Mercafir: “Ancora qualche settimana”

Matteo Renzi, sindaco di Firenze, parlando al Gr del Mattino di Lady Radio ha affrontato il tema del nuovo stadio di Firenze, la prossima casa della Fiorentina: “Si tratta di attendere ancora qualche settimana, perchè si verifichino le fattibilità di natura economica, e per vedere se questo grandissimo progetto può finalmente andare in porto o no”.
“Abbiamo fatto la variante urbanistica alla Mercafir – ha ricordato Renzi – ora bisogna capire se ci sono le condizioni: perchè il progetto deve essere pagato da un soggetto privato che deve fare un investimento molto difficile, e tutti speriamo che possa essere un soggetto in condizione di fare uno stadio, ovvero la proprietà della Fiorentina”. Questo soggetto, ha sottolineato il sindaco, “dovrà valutare con molta attenzione se l’operazione è fattibile e in quali modalità, e quindi stanno guardando carte e documenti, tutte le varie procedure e le varie pratiche”.

firenzetoday.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/24/12, 16:59
Nuovi investitori nell’area Mercafir?

Interpellato ai microfoni di RadioBlu il vice-sindaco di Firenze Dario Nardella è stato piuttosto categorico sulla via preferenziale che la Fiorentina ha sull’area Mercafir: “L’area Mercafir è sottoposta a bando pubblico ed è normale che su questo spazio possano farsi avanti gruppi imprenditoriali italiani e stranieri. Lo stadio non sarà realizzato dal comune ma da un privato, quindi ha senso se chi lo costruisce poi lo utilizza; per ora sono state chieste informazioni da parte di soggetti imprenditoriali, italiani e stranieri, ma la priorità è della Fiorentina. Non avrebbe senso farlo costruire da un imprenditore e poi “affittarlo” alla Fiorentina, così è per lo Juventus Stadium in Italia e per tutti gli altri stadi europei che sono effettivamente costruiti da chi poi lo va ad utilizzare. Ogni privato può farsi avanti, ma ci sono punti fermi 1) lì ci sarà uno stadio 2) Che lo stadio lo costruirà un privato 3) Che ci giocherà la Fiorentina“. Si aprono ulteriori spiragli alla possibilità di vedere presto un nuovo stadio per la Fiorentina…

PIER FRANCESCO MONTALBANO
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/27/12, 19:39
Ass. Meucci: “Aspettiamo proposta dei Della Valle”

“L’assetto urbanistico sull’area è già pronto da tempo. Aspettiamo adesso una proposta per la realizzazione anche del nuovo impianto calcistico in quella zona. Ci auguriamo tutti che la proposta ci venga dai Della Valle. Ci sono state però richieste dall’estero, non tanto sull’area in sé, ma sui tredici immobili che sono compresi nel piano di alienazione, su cui abbiamo fatto le varianti oppurtune, e sull’area Mercafir in particolare, che di questi tredici immobili è la più importante. La proposta però è aperta a tutti, non solo alla famiglia Della Valle. Il Comune la sua parte l’ha fatta”. Così l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Elisabetta Meucci, ai microfoni di Radio Toscana. “Il progetto è finanziariamente e tecnicamente complesso – afferma – e quindi occorre un po’ di tempo. I contatti con la famiglia Della Valle e ci sono stati approfondimenti da parte dei tecnici della proprietà viola sull’area”.

calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/04/12, 16:29
Nuovo stadio, è il mese decisivo

Come riporta il Corriere dello Sport-Stadio dicembre sarà un mese decisivo per quanto riguarda il nuovo stadio. Andrea Della Valle ha fissato l’appuntamento con il sindaco Renzi prima di Natale per discutere dell’area Mercafir (a Novoli), area dove potrebbe sorgere il nuovo impianto. La sensazione è che stavolta si passerà davvero dalla teoria alla pratica, per gli ulteriori dettagli è però necessario aspettare questo incontro decisivo.

NICCOLO’ GRAMIGNI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/06/12, 16:36
Nardella: “La Mercafir farà il massimo per liberare l’area”

Il vicesindaco e assessore allo Sport del Comune di Firenze Dario Nardella è intervenuto ai microfoni di Lady Radio sulla questione dell’area Mercafir: “L’azienda è disposta a rendere l’area libera il prima possibile per realizzare la Cittadella e lo Stadio. La ricostruzione dell’area passa direttamente dall’azienda Mercafir, che sta venendo incontro alle esigenze dei Della Valle”. Cosa chiederei per Natale? “Lo Stadio nuovo”.

P.F.M.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/06/12, 16:51
Nuovo stadio: il piano per trasformarlo in mini-cittadella

Un tassello alla volta la sistemazione della Mercafir va avanti. Ieri il cda, guidato da Angelo Falchetti, si è riunito per valutare le analisi, svolte nell’ultimo mese, sui possibili sviluppi dell’area mercatale dopo la Variante urbanistica già approvata da Palazzo Vecchio. Una valutazione «positiva» quella risultata, alla fine della seduta, sulle opportunità di trasformazione e ammodernamento dell’area. Ora le analisi effettuate saranno consegnate all’amministrazione comunale che userà i dati a supporto delle delibere necessarie per i nuovi progetti.

Intanto i tifosi viola sognano. Primo fra tutti il sindaco, Matteo Renzi. Sì proprio il Rottamatore innamorato persino della sua cravatta viola. Bene. A nemmeno 12 ore dall’esito negativo delle primarie, è stato subito richiamato all’ordine su stadio e cittadella. Altro che spending review e spread in altalena, altro che difficili rapporti da gestire con la teutonica Merkel. Il primo tema che gli è rotolato sulla scrivania lunedì mattina è stata la costruzione del nuovo stadio. «Se Renzi rimane a Firenze come sindaco ancora per due anni — gli ha mandato a dire Paolo Panerai del cda della Fiorentina — credo che debba occuparsi non solo di stadio, ma soprattutto del sistema che era stato annunciato da Diego Della Valle della Cittadella Viola».

Cioè non solo l’impianto sportivo, ma la via della moda, i negozi delle più importanti griffe del mondo, una realtà dedicata alla moda e allo sport: i must di famiglia. Con due obiettivi dichiarati: creare un polo di attrazione per i turisti, i cinesi in particolare, e dar vita a un sistema che faccia la differenza sul piano dei ricavi, perchè la Fiorentina possa pareggiare i conti e avvicinarsi quindi alle disponibilità economiche delle altre grandi squadre europee. Visto che non ricava gran che dai diritti televisivi.

A rimettere la palla al centro Renzi non ci ha messo più di tanto: «I rapporti con Diego e Andrea Della Valle sono ottimi; credo che non ci sia bisogno di spendere ulteriori parole su questo». Detto e fatto: ieri il cda sulle prime analisi sui 60mila metri quadrati individuati nella parte più a nord dell’area dove lavorano una settantina di aziende con circa 1500 operatori. In realtà la decisione di ‘salvare’ l’area Mercafir dallo ‘spezzatino’ di vendite (con aste spesso deserte) cui sembrava destinata, è arrivata nella giunta Renzi, prima di quella di utilizzare i restanti 32 ettari per il progetto viola. E il sindaco ha sempre detto che, indipendentemente dalla collocazione del nuovo stadio, quell’area aveva bisogno di essere ripensata e rilanciata per migliorarne la produttività. Oggi gli operatori pagano per l’affitto di quei capannoni poco attrezzati circa 5 milioni di euro di affitto l’anno. E in campo c’è anche l’idea di una vendita dell’area che possa consolidare la loro posizione anche nell’assetto dell’azienda.
Intanto i tecnici della famiglia Della Valle studiano le carte della variante urbanistica e non ne fanno mistero. «Prima di Natale — aveva lasciato intendere Andrea Della Valle — potrebbero esserci delle sorprese». Ma nel campo delle ipotesi c’è anche la speranza, mai abbandonata dal patron della Tod’s, di recuperare almeno parte dell’area di Castello. Il proprietario. il nemico di sempre, Salvatore Ligresti sta navigando in acque difficili. E anche quell’area, da anni sottoposta a sequestro giudiziario, potrebbe finire all’asta. La famosa Cittadella avrebbe allora molte più chance di espansione. In questo caso, però, i sogni viola dei fiorentini sarebbero destinati ad attendere.

Paola Fichera – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/13/12, 16:48
Baiesi: “Realismo per un nuovo stadio”

Il direttore operativo della Fiorentina Gianluca Baiesi è intervenuto questa mattina in Palazzo Vecchio in occasione di un convegno sui nuovi stadi in Italia. Queste le sue dichiarazioni a margine dell’incontro: “Finalmente negli ultimi tempi il tema nuovi stadi sta occupando le prime pagine dei giornali. Il tema – le parole raccolte da Il sito di Firenze – è importante per tutte le società. I lavori del Franchi? Siamo ben lieti di continuare ad investire sull’impianto esistente, la Fiorentina nel giro di due anni, oltre al Centro Sportivo, metterà sul piatto investimenti per 3 milioni di euro destinati al Comunale. Questo in attesa di notizie positive su quella che sarà la nuova casa della Fiorentina. Bisogna parlare di realismo sulla possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze – dice Baiesi – : un incontro fra la proprietà e i vertici del comune, propedeutico alla definizione del progetto, è scontato. Non vedo alcun motivo per cui non ci si possa incontrare in tempi rapidi, così come non ne vedo per il mancato approfondimento di questa tematica. I vincoli per la costruzione di uno stadio nuovo a Firenze sono tantissimi ma dobbiamo essere ottimisti, senza accontentarci di quello che abbiamo”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/14/13, 18:44
Nuovo stadio: accordo raggiunto?

Secondo quanto riporta Calciomercato.com, la società viola avrebbe trovato l’accordo con l’amministrazione comunale per il via libera alla realizzazione del nuovo stadio. Ecco l’indiscrezione:

Malgrado le sconfitte con Pescara e Udinese, i tifosi viola possono salutare il 2013 con una grande notizia: Della Valle e Renzi sono stati di parola, Fiorentina e Comune di Firenze hanno raggiunto l’intesa per l’area Mercafir.

Si tratta di un evento storico per il quale sono stati impiegati alcuni anni, due giunte comunali e più zone interessate con vari progetti. Finalmente si è arrivati a quello che mette d’accordo tutti. E c’è anche la firma d’intenti. Il tutto è accaduto la settimana scorsa.

La Fiorentina avrà il suo stadio e la cittadella annessa. Il business model sarà sulla falsariga dello Juventus Stadium. Trapelano le prime indiscrezioni sull’investimento che sarà di 150 milioni e prevede la partnership di un gruppo non italiano che si accollerà parte della spesa.

Il presidente Mario Cognigni è riuscito proprio in extremis ad ottenere un aumento di volumetrie il che renderà il progetto ancora più appetibile per la Fiorentina.

Inizialmente erano previsti 21.500 metri quadri di strutture commerciali per medie strutture di vendita, fino a 3500 metri di strutture alberghiere, 5mila metri quadri di uffici e 3mila metri quadri fra case e negozi di vicinato.

Grande la soddisfazione sia da parte degli uomini di Renzi che dallo staff di Della Valle. Fra l’altro il Comune di Firenze collaborerà in maniera stretta con la Fiorentina per la promozione dell’area Mercafir nei paese asiatici, Cina in testa.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/14/13, 19:57
Nardella: “Nessun accordo sullo stadio, però…”

Il vicesindaco Dario Nardella, intervenendo a Radio Blu, ha fatto il punto sulla situazione stadio che, in queste ore, ha preso nuovamente concretezza, secondo un’indiscrezione di Calciomercato.com.

“Non c’è ancora nessun accordo, niente di firmato. Confermo, però, che c’è un lavoro in corso tra società e comune, che si è intensificato nelle ultime settimane. Quando ci sarà concretezza, il sindaco la comunicherà. Però ribadisco che c’è un progresso. Zona Mercafir è giusta? Si, è quella la zona”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/16/13, 15:46
Renzi e lo stadio: “Aspettiamo ancora la proposta”

“Ad oggi ancora non abbiamo ricevuto una proposta. Spero, penso e credo che ne arrivi una. Se arriverà la proposta, il Comune di Firenze, nel rispetto di tutte le normative, si farà in quattro perché questa diventi realtà. Sono molto ottimista su questa vicenda, anche se ad esserlo potrei passare per bischero, come si dice a Firenze, se poi non si arriverà a un esito positivo”. Così il sindaco Matteo Renzi, ospite dell’emittente radiofonica Lady Radio, ha risposto ad alcune indiscrezioni di stampa che nei giorni scorsi avevano parlato di un accordo già avvenuto fra l’amministrazione comunale e la famiglia Della Valle per la realizzazione del nuovo stadio in zona Mercafir.

“Non c’è stato un giorno della mia esperienza amministrativa in cui non sia stato impegnato a risolvere questa vicenda – ha affermato Renzi -. Lì c’è uno spazio che va oltre lo stadio, per fare una grande operazione economica e di investimento sulla città, che può fare un privato, nelle forme pubbliche che la legge consente”.

calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/22/13, 18:45
Renzi: “Abbiamo segnali di una proposta per la Mercafir”

”I segnali che noi abbiamo sono che potrebbe arrivare una proposta” da un privato per realizzare il nuovo stadio di Firenze nell’area Mercafir: lo ha detto il sindaco Matteo Renzi, ospite di Radio Toscana. Secondo Renzi, ”se arrivasse una proposta allora partirebbe finalmente il percorso per portare non solo uno stadio alla Mercafir”, ma anche ”2.500 posti di lavoro” per la citta’. Il sindaco ha pero’ ammesso che ”l’operazione e’ molto complessa”.

Ansa
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/22/13, 20:07
Nardella: “Fatto progressi sul fronte nuovo stadio”

Dario Nardella, vicesindaco di Firenze, ha parlato ai microfoni di Radio Blu della questione relativa al nuovo stadio: “Confermo quanto ha detto il nostro sindaco, Matteo Renzi. Penso che la direzione sia quella giusta. Insisto sul fatto che un nuovo stadio a Firenze, completerebbe il progetto della Fiorentina. Tra poco andremo a giocare a Torino, e capiremo cosa significa avere una stadio di proprietà. Il percorso c’è, e i progressi anche”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/23/13, 16:15
Renzi: “Entro maggio novità per lo stadio”

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi nel corso di un programma andato in onda su Rtv38 ha parlato anche dello stadio di Firenze nell’area Mercafir: “La Mercafir è un’area molto grande, il Comune vuole razionalizzare lo spazio ovviamente con una procedura pubblica visto che il terreno appartiene all’amministrazione. Lo stadio sarebbe una grande opportunità per Firenze, potrebbe portare occupazione e abbinerebbe un’area sportiva con una commerciale. Noi ci aspettiamo una dichiarazione di interesse da parte dei Della Valle entro maggio, quando verrà approvato il bilancio del 2013″.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/25/13, 15:16
Renzi e la Mercafir: “Noi abbiamo fatto tutto, ora…”

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi torna a parlare dell’area Mercafir e del possibile nuovo stadio: “Noi abbiamo fatto tutto, a questo punto c’è da capire se c’è la disponibilità di un privato a far partire l’operazione – ha detto Renzi a Radio Toscana -. I tempi sono da qui all’approvazione del bilancio, che dovrebbe essere ad aprile-maggio. Vedremo se un privato formalizzerà un inizio di procedura e in tal caso partiranno i lavori. Non è una questione da tifoso visto che il progetto potrebbe portare 2500 nuovi posti di lavoro. Così almeno si vede di che morte si muore…”
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/26/13, 17:24
Calabrese sullo stadio: “I Della Valle stanno pensando a Castello”

Interlocutore del filo diretto di Radio Blu, Giuseppe Calabrese de La Repubblica ha risposto ad una domanda sulla Cittadella Viola: “Da quanto risulta a me, sicuramente i Della Valle stanno pensando all’area di Castello. Domenici all’epoca aveva promesso di dar loro quell’area gratis, oggi non sarebbe così ma con tutte le vicende giudiziarie che ci sono state il prezzo può essere relativamente basso. Credo che basti una telefonata per avviare una trattativa di acquisto, la Fiorentina dovrà valutare se l’area Mercafir è sufficiente per soddisfare le loro esigenze”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/11/13, 20:43
Ass. Saccardi: “Siamo ottimisti sulla Mercafir”

Presente ieri a Montecatini per seguire gli allenamenti della Fiorentina, l’assessore allo sport del comune di Firenze Stefania Saccardi, ha commentato l’attualità viola a calciomercato.com: “Siamo ben contenti di dover gestire come comune l’euforia del pubblico che molto probabilmente invaderà nelle prossime ore l’aereoporto per l’arrivo di un campione come Mario Gomez, un giocatore che conferma la grande volontà di investire della famiglia Della Valle. Il nuovo stadio? Siamo ottimisti e pronti alla possibilità che arrivi una proposta di ‘project’ da parte di un privato, e segnatamente dai proprietari del club viola. Come Comune abbia fatto tutto il possibile per velocizzare le procedure che poi portino ad una possibile offerta economica di investimento sull’area della ‘Mercafir’ a Firenze. So che stiamo lavorando, anche come amministratore, insieme a Milan e Fiorentina per allestire un’iniziativa benefica comune che ricordi Stefano Borgonovo, un esempio a livello umano di voglia di non mollare ed essere punto di riferimento nella battaglia per sconfiggere la sua malattia. Un qualcosa che serva anche per raccogliere fondi in modo da poter aiutare la ricerca attraverso la fondazione che porta il suo nome”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/31/13, 17:25
Renzi: “Stadio nuovo? La vedo dura”

Tarda prendere vita il progetto per il nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir, ma intanto torna a parlarne Matteo Renzi, sindaco di Firenze, che rispondendo ad un cittadino durante l’inaugurazione di un nuovo fontanello di Publiacqua a Ugnano ha detto: “Il nuovo stadio? La vedo dura perché servono tanti soldi”. Parole che da un lato testimoniano la difficoltà nel far decollare un progetto ambizioso e comunque complicato, ma dall’altro suonano come un nuovo sprone alla famiglia Della Valle. La battuta di Renzi è riportata dall’Ansa.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/01/13, 15:43
La Nazione: Renzi e la ‘carezza’ ai Della Valle

La Nazione di oggi dedica ben 2 pagine (in cronaca) al tema Mercafir e alla dichiarazione di ieri del sindaco Matteo Renzi. Chi pensa che la frase gli sia sfuggita, rotolata sulla lingua, sbaglia di grosso secondo Laura Ulivelli che scrive l’articolo. Non è il caso di farsi prendere dal panico. E’ vero, il progetto da oltre 200 milioni nell’area Mercafir è ambizioso e prevede un investimento importante che potrà essere ammortizzato solo dopo svariati anni di gestione. Ma le parole di Renzi, più che far suonare le campane a morto devono essere tradotte come una carezza sussurrata all’orecchio della famiglia Della Valle, un invito ad andare avanti con il progetto. D’altronde, proprio nelle settimane scorse pare che i Della Valle si siano interessati per acquistare da privati, ampie fette di terreni edificabili nella zona immediatamente limitrofa alla Mercafir: l’area che il sindaco ha individuato per la realizzazione del nuovo stadio. Per spianare la strada alla proprietà viola, Matteo Renzi ha scelto di non inserire il ‘project finanancing’ della Mercafir nel piano triennale degli investimenti 2013-2015, approvato il 5 luglio in giunta e il 25 in consiglio comunale. E così se i proprietari della Fiorentina presentano una proposta e si fanno promotori del project, al momento della gara potrebbero avvalersi del diritto di prelazione. (…) Però il progetto stadio è in stand by. Fermo, ma non immobile. Le sette parole di ieri di Renzi sembrerebbero uno stimolo al movimento.

Nel secondo pezzo si raccontano alcuni particolari interessanti sull’idea che ha in testa la Fiorentina. Uno stadio sul modello spagnolo (un po’ come la squadra) tanto che il 15 luglio scorso, nel bel mezzo della febbre della festa per il saluto al Franchi di SuperMario Gomez, il direttore tecnico Eduardo Macia, girava tra gli spogliatoi e la sede viola con una cartellina sotto braccio. Lì dentro c’erano le foto e le schede con le caratterische urbanistiche di una serie di stadi spagnoli. Nuovi, nuovissimi. Progetti in divenire o piani già approvati. Progetti costosi: per realizzarne uno così magari la famiglia Della Valle potrebbe sposare un partner straniero. A domanda diretta, non è fuggito Andrea Della Valle. «Ne riparleremo a settembre, dobbiamo lavorare ancora tanto e spero che entro quel mese le idee siano molto più chiare di quanto lo siano adesso. E’ vero, abbiamo parlato anche di un partner straniero, è un’ipotesi che potrebbe esserci in un discorso futuro. Ma è sinceramente presto per parlarne». Discorso rimandato, insomma. A dopo le vacanze. Non qualcosa di imminente. Ma qualcosa che potrebbe succedere di qui a poco.

SI. BARG.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/03/13, 15:59
Saccardi: “Stadio, disponibili a parlarne subito”

«Pronti a valutare qualsiasi proposta arrivi dalla famiglia Della Valle sia per la manifestazione di interesse sul projetc financing dell’area Mercafir e su possibili modifiche ulteriori del ’Franchi’». Sono le parole del vicesindaco Saccardi dopo il nuovo scenario disegnato da Moena dal presidente onorario Andrea Della Valle. «Lo stadio è di proprietà del Comune – sottolinea Saccardi – ciò non vuol dire che possiamo farci quello che vogliamo, ma se un progetto è valido, come quello per gli Europei del 2006, possiamo iniziare a parlare con i Della Valle e con la Sovrintendenza».

Ventitrè milioni di euro. Tanto, nel 2006, sarebbe costato realizzare il progetto della copertura dello stadio ‘Franchi’ che l’amministrazione comunale presentò in vista della corsa dell’Italia per l’assegnazione degli Europei di calcio del 2012, che poi l’Uefa destinò a sorpresa alla coppia Polonia-Ucraina. Già allora si parlò inevitabilmente di costi per un nuovo campo di gioco per la Fiorentina. Fu lo stesso Eugenio Giani, allora assessore allo sport, a esplicitare così il suo pensiero in tal senso: «Improponibile pensare di realizzare un nuovo stadio per 50mila persone con una copertura economica da parte del Comune: le cifre necessarie, a differenza di quanto sostenuto erroneamente da qualche consigliere comunale, sono di circa 250-300 milioni di euro. Per i costi di esproprio di un’area di circa cinque ettari, per la sua urbanizzazione, per la realizzazione di una serie di infrastrutture, per il perfezionamento e la rifinitura dello stadio».

In totale, il Comune aveva calcolato una spesa complessiva di 60 milioni di euro per un restyling completo del ‘Franchi’ in grado di soddisfare i rigidi parametri della Uefa: circa 23 milioni per interventi di ristrutturazione, altrettanti per la realizzazione della copertura, 14 milioni per imprevisti, oneri fiscali e accessori.
Gli architetti del Comune avevano studiato un sistema di copertura mobile in occasione delle partite, la demolizione e la rimozione dei tabelloni elettronici, l’inserimento nella copertura degli impianti di illuminazione. E se tutto ciò tornasse d’attualità?

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/03/13, 16:02
Altri 50 ettari per il nuovo stadio

Andrea Della Valle rilancia. Non uno stadio, ma due. Una strategia precisa e già delineata che passa attraverso due asset: la cittadella e il Franchi.

Partiamo dalla cittadella. La Fiorentina non ha mai pensato di ridimensionare il progetto iniziale, per cui servivano ottanta ettari. Ma Palazzo Vecchio, tramontata l’ipotesi Castello, ne ha messi a disposizione solo una trentina all’interno dell’area Mercafir. Troppo pochi per sviluppare le idee dei Della Valle. … Così in questi mesi di silenzio i Della Valle hanno cercato una soluzione alternativa. E l’hanno trovata. Circa cinquanta ettari adiacenti alla Mercafir su cui, oltretutto, è possibile costruire.

La trattativa, però è andata un po’ per le lunghe perché appena è venuto fuori che quel terreno serviva alla Fiorentina il prezzo si è alzato. Ma l’operazione è andata avanti lo stesso ed entro la fine dell’anno potrebbe essere chiusa. …

Non solo. Negli ultimi mesi i tecnici di Della Valle si sono sentiti spesso con i tecnici di Palazzo Vecchio e hanno chiesto chiarimenti sulla linea 2 della tramvia, che dovrebbe arrivare proprio lì, e anche su un’ipotetica stazione ferroviaria. Dettagli di un’operazione che può fare decollare la Fiorentina. …

Quattro-cinque anni prima di aver costruito tutto, ma nel frattempo i Della Valle potrebbero tirare dentro il progetto un partner, a cui magari vendere il nome dello stadio (come l’Allianz Arena), e farsi anticipare i soldi da mettere a bilancio. «Al momento opportuno ci penseremo – disse ancora Della Valle – ma potrebbe esserci un’apertura verso uno sponsor straniero». Tutto torna, insomma. Manca solo la firma sull’atto di acquisto del terreno.

Giuseppe Calabrese – La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/06/13, 19:23
Giani: “Il nuovo stadio fuori dalla Mercafir”

Sul Corriere dello Sport-Stadio troviamo un’intervista al presidente del consiglio comunale di Firenze (oltre a membro permanente del CdA viola) Eugenio Giani, questi gli interventi più significativi in merito al nuovo stadio: “Penso all’ipotesi della costruzione di un nuovo impianto sportivo all’altezza di un club che punta a tornare e a restare in pianta stabile in Champions League, oltre alla creazione di aree turistiche e commerciali in grado di valorizzarne l’efficacia, il tutto in perfetta armonia con la fisionomia della città (…) Costruire un nuovo stadio nel cono di volo del nuovo aeroporto ristrutturato rappresenterebbe un vantaggio per tutti. L’area in questione potrebbe poi facilmente essere collegata con la Mercafir che in questo modo verrebbe ad essere destinata ad uso commerciale e ricettivo. Se ho parlato con i Della Valle? No, ma lo faremo presto (…)”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/12/13, 00:48
Renzi: “Nuovo stadio? C’è la nostra proposta”

Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha rilasciato un’intervista sul quotidiano La Repubblica. Ai tifosi viola interesserà soprattutto la battuta sul nuovo stadio, con Renzi che punta molto sull’area Mercafir. Ecco l’estratto: “Il mio rapporto con la famiglia Della Valle è molto buono. Non so quali saranno le loro decisioni sull’area Mercafir ma da parte nostra c’è una proposta concreta e realizzabile. Certo, ha punti di forza e di debolezza. E chi deve tirare fuori decine di milioni ha tutto il diritto di essere cauto e prudente. Il nostro compito è non tirare nessuno per la giacchetta”. Si attende, dunque, una mossa da parte della società viola. Con la speranza che si possano effettuare nuovi passi in avanti.

MATTEO DOVELLINI
twitter @MatteoDovellini
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/20/13, 20:05
L’idea di Semplici e Torselli: “Copriamo il Franchi”

Questo l’intervento dei consiglieri Marco Semplici (Lista Galli cittadini per Firenze) e Francesco Torselli (Fratelli d’Italia):
“La copertura dello stadio ‘Artemio Franchi’ rappresenta una vera opportunità di rinnovamento, ma soprattutto di miglioramento, di una struttura non all’altezza della Fiorentina.
La proprietà viola ha fatto grandi sforzi per adeguare lo stadio ed i ‘campini’, la dove i vincoli sono meno stringenti, aumentando confort e visibilità per gli spettatori.
Adesso affinché l’obiettivo di portare le famiglie allo stadio non resti solo negli slogan di chi ci amministra: è necessario pianificare e finanziare una progetto per la copertura della struttura.
Così come i fratelli Della Valle hanno acquistato Mario Gomez, ‘Pepito’ Rossi e gli altri campioni per garantire il salto di qualità nel progetto viola, adesso il comune dimostri di meritarsi una proprietà di tale spessore, agevolando la visione della partita anche a coloro che non possono permettersi di guardarla dalla tribuna.
Serve subito un piano per la copertura del Franchi, adeguando un impianto già di grande livello dal punto di vista del terreno, agli standard di tutti i principali stadi europei.
Dopo il Bomber è necessario rinforzare il 12esimo uomo in campo”. (press.comune.fi.it)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/21/13, 17:20
Saccardi: “Stadio possibile in area Mercafir”

La vicesindaco di Firenze, Stefania Saccardi, era presente ieri sera alla serata show dedicata alla presentazione della nuova Fiorentina, quella che domani comincerà il cammino in Europa e, lunedì, in Serie A. Apprezzamento totale da parte di Saccardi, sia per la proprietà che per i tifosi viola: “‘La società si è mossa benissimo sul mercato. Anno scorso la Fiorentina mancò, per le vicende che tutti noi sappiamo, il terzo posto per un soffio. Ha acquistato giocatori di qualità e la tifoseria ha apprezzato questo sforzo, più che raddoppiando gli abbonamenti al Franchi. Un grande segnale. Ottimo anche l’intervento di restyling della tribuna coperta, realizzato in sinergia col Comune di Firenze. Questo intervento ha ottenuto anche giudizi positivi da parte dell’Osservatorio per le manifestazioni sportive. Migliora la qualità della visione di gioco e conferma come la Fiorentina sia una società all’avanguardia per fair play ed iniziative di scopo sociale”.

Poi Saccardi ha aggiunto anche una battuta sullo stadio del futuro: “Abbiamo messo a disposizione l’area Mercafir, con lo spazio e strutture annesse. Reputiamo quella zona la più adatta per l’eventuale proposta dei Della Valle che, al momento, ancora non è arrivata. Quando arriverà la analizzeremo e troveremo una soluzione”.

MATTEO DOVELLINI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/05/13, 19:35
Cittadella Viola, rebus Consulta

«Aprendo il giornale, e leggendo dei nuovi progetti dei Della Valle sul’area Mercafir, la sensazione è di vedere sullo sfondo una speculazione immobiliare. Certamente mi sbaglio, non sarà così. Ma l’idea di ristrutturare il vecchio stadio di Campo di Marte e realizzare a Novoli la ‘cittadella’ mette a nudo un quadro reale e preoccupante: a seguito delle impugnazione della Corte Costituzionale della legge regionale sul commercio, viviamo in un quadro di incertezza e con un rischio vacatio legis che può permettere di creare ovunque grandi superfici commerciali». E’ il presidente provinciale di Confesercenti, Nico Gronchi, a spostare su un piano generale l’affaire della correzione al progetto ‘cittadella viola’. Ma dagli uffici tecnici della Regione puntualizzano a proposito dei paletti normativi che sarebbero in ‘bilico’: «La partita in realtà è ancora aperta, è vero che la presidenza del consiglio ha impugnato la normativa regionale che mette limiti alle nuove superfici commerciali, ma il verdetto non c’è, la prima udienza è fissata per il 3 dicembre, magari su alcuni punti perderemo, su altri siamo più fiduciosi».

Un rebus. Sulla legge che governerà il nuovo progetto Della Valle. E sul progetto stesso: stadio coperto a Campo di Marte e «altro» alla Mercafir. (…) Palazzo Vecchio, lo ribadisce, è pronto ad esaminare il progetto che i Della Valle presenteranno sulla Mercafir. Non esprime un no pregiudiziale ad una ‘cittadella’ distante cinque chilometri dal campo da gioco, cioè dallo stadio Franchi. Attende di esaminare il progetto che verrà presentato. Pronto a valutare anche una ‘cittadella’ fatta non solo di spazi commerciali ma anche di molti uffici, da affittare o collocare sul mercato approfittando del vicino palazzo di giustizia. L’operazione Mercafir è stata concepita del resto come ‘project-financing’, ricordano da Palazzo Vecchio. E secondo le norme, anche se presentato dai Della Valle, il progetto Mercafir dovrebbe comunque passare da una pubblica gara prima di essere aggiusenso. dicato.

Una cittadella separata dallo stadio dovrebbe però mostrare un chiaro interesse pubblico, prevedendo strutture sportive e spazi sociali a disposizione del quartiere. Una mano all’idea dei Della Valle potrebbe arrivare anche dalla legge nazionale sugli stadi a cui lavora il deputato fiorentino Dario Nardella. Il testo, che presto arriverà all’esame delle Camere, non pone alcun ostacolo al potenziale investimento commerciale staccato dallo stadio che la società viola ipotizza nell’area Mercafir: nella bozza si dice infatti che tra gli investimenti per cui lo Stato prevederà incentivi fiscali ci sono non solo le costruzioni di nuovi impianti ma anche le ristrutturazioni di quelli esistenti (è il caso del Franchi). E non è detto che tutto debba essere realizzato nella stessa area, la legge parla di «complesso di opere comprendente uno o più impianti sportivi e ogni altro insediamento edilizio purché a destinazione non residenziale, ritenuto necessario ed inscindibile, purché congruo e proporzionato ai fini del complessivo equilibrio economico e finanziario dell’intervento di costruzione e gestione dell’opera». Della serie: Della Valle potrebbe avere incentivi tanto per ristrutturare il Franchi quanto per fare la cittadella commerciale staccata, alla Mercafir. Non a caso Nardella ha consegnato il testo lunedì scorso alla dirigenza viola al termine del cda, al quale è invitato permanente insieme a Eugenio Giani.

la Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/12/13, 19:28
Nardella: “Nuovi stadi? La via è quella della Juventus

A margine della presentazione del disegno di legge sugli impianti sportivi ha parlato all’Affrico l’ex vicesindaco e assessore allo Sport del comune di Firenze, ora deputato, Dario Nardella. Si parla della possibilità di collaborazione tra pubblico e privato per investire in nuovi impianti sportivi. Queste le parole di Nardella: “E’ una proposta di legge di cui si era già parlato nella legislatura precedente senza successo, quella di oggi è una proposta per dare la possibilità a enti pubblici e privati di costruire impianti sportivi in Italia, un paese da terzo mondo in questo senso. Abbiamo difficoltà in termini burocratici a realizzarne nuovi e con questo disegno di legge puntiamo a snellire la burocrazia per ammodernare gli impianti in tempi rapidi. Gli investimenti possono essere tantissimi, diamo possibilità ai privati di investire in aree pubbliche per ogni tipo di impianti, dalla palestra, alla piscina a uno stadio. La tempistica diminuirà del 25%, ma la collaborazione tra pubblico e privato è necessaria come è avvenuto a Torino nella costruzione dello Juventus Stadium”.

Un assist a Firenze e alla Fiorentina: come e dove si potrà intervenire? “Se un privato è interessato ad investire a Firenze deve trovare l’accordo con il Comune, c’è disponibilità. Tutti gli impianti fiorentini possono essere protagonisti di questo intervento, compreso lo stadio Franchi. Invitiamo i privati interessati ad aprirsi al dialogo, soprattutto considerando il fatto che nel disegno di legge si parla della costruzione di aree commerciali come c’è già a Torino allo Juventus Stadium. In secondo luogo è da escludere ogni intervento di edilizia residenziale”.

MATTEO DOVELLINI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/13, 22:37
Giani: “Ipotesi Mercafir non sostenibile per i Viola”

Presidente del consiglio comunale di Firenze e membro del CdA viola, Eugenio Giani, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio per affrontare l’argomento Mercafir: “Per la Fiorentina la Mercafir non è sostenibile. La ristrutturazione del Franchi? Parliamone dopo le elezioni 2014″.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/04/13, 21:35
Nardella: “Domani presentiamo la legge sugli stadi”

Dario Nardella, parlamentare ed ex vice-sindaco di Firenze, ha parlato così a Radio Blu: “In questa Fiorentina non c’è un migliore acquisto solo ma tutto il gruppo. Il collettivo fa la differenza, il gruppo è affiatato e buona parte del merito è di Montella. Purtroppo nello sport di Firenze il calcio rappresenta in questo momento un’eccezione poichè nel basket e nella pallanuoto ci sono alcune difficoltà. L’attuale stagione della Fiorentina va ricordata per molti aspetti perchè al di là dei successi sul campo possiamo vedere quanti tifosi sono tornati allo Stadio. In poche altre città c’è una simile simbiosi tra squadra e città. La legge sugli stadi? La presentiamo domani alle 16.00 alla camera, mi auguro che vada fino in fondo perchè può segnare una svolta epocale. Se così fosse sarebbe un passo avanti ed un motivo in più per la Fiorentina per investire.”

STE. RO.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/14/13, 21:50
Giani a VN: “Fiorentina non gradisce area Mercafir”

Stadio nuovo a Firenze: si farà oppure no? Come ha reagito il pubblico di Firenze all’abbattimento delle barriere? Il progetto di copertura del Franchi è attuabile? Violanews.com ha chiesto tutto questo e molto altro ad Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Comunale e membro permanente del CDA di ACF Fiorentina: “Per il nuovo stadio serve l’aiuto dei privati. La Fiorentina non sembra gradire molto l’area Mercafir. Per il Franchi vedo solo lavori di manutenzione, la copertura ha un costo troppo elevato”.

Sotto la video-intervista completa.


STEFANO ROSSI & ALESSIO CROCIANI
Twitter: @StefanoRossi_ & @AlessioCrociani
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/20/13, 22:05
La Nazione: Svolta stadio, sì alla Mercafir. Tutto pronto in 3-4 anni

La Nazione di oggi parla del nuovo stadio raccontando di una svolta che sarebbe maturata negli ultimi giorni. La Fiorentina ha rotto gli indugi e il project financing che regalerà ai tifosi la gioia più grande della stagione sarà firmato entro la fine del campionato. Anzi a maggio. Forse l’ultimo virtuale nastro che Matteo Renzi potrebbe tagliare concludendo la sua campagna elettorale per vincere il secondo mandato a Palazzo Vecchio. Una vera e propria ciliegina sulla torta. Le trattative fra la società e Palazzo Vecchio sono andate intensificandosi nelle ultime settimane, e la decisione ormai è presa. Chiuso il fronte con Unipol, nuova proprietaria dell’area di Castello, la Fiorentina ha ripreso in considerazione l’idea dell’investimento sui 32 ettari a nord ovest della città.

Cosa ha risolto le ultime perplessità della Fiorentina? Due passaggi. Il primo: è di questi giorni la notizia che la nuova legge per la costruzione di nuovi impianti sportivi su tutto il territorio nazionale dell’ex vicesindaco Dario Nardella, potrebbe essere inserita nel decreto di stabilità. Entrerebbe quindi in vigore già dal prossimo anno, il 2014 appunto, accelerando i tempi. Secondo passaggio: il patron Della Valle ha trovato una joint venture estera. Insomma una cordata di solidi imprenditori con i quali condividere l’impresa. Perchè nei 32 ettari della Mercafir non c’è solo la costruzione del nuovo moderno stadio da 40mila posti che potrebbe consegnare alle glorie europee le vittorie della Fiorentina, ma anche un’ampia superficie commerciale e turistica. Un investimento complessivo che, nel maggio del 2012, veniva calcolato fra i 150 e i 180 milioni di euro. In casa Tod’s – scrive La Nazione – si sta accarezzando l’idea di una collaborazione con alcuni fra i più importanti imprenditori cinesi. Per ora solo un sussurro. Certo la collaborazione con la Cina non è una novità per la famiglia Della Valle. DDV proprio in questi giorni si trova lì in viaggio di lavoro e, sarà una banale coincidenza, sono settimane che alle partite in casa della Fiorentina, accanto a Andrea Della Valle siedono. come ospiti, imprenditori cinesi.

Le prossime settimane serviranno a limare meglio l’accordo che, in realtà, i tecnici di Palazzo Vecchio hanno già confezionato per la più rapida delle realizzazioni. E in ogni caso le variazioni potranno riguardare solo la distribuzione delle aree commerciali o ricettive, non la loro estensione. Il percorso burocratico è stato semplificato e così il tutto potrebbe essere realizzato in tre, massimo quattro anni.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/20/13, 22:09
Ferrara: “Stadio nuovo? Si deciderà sulla zona Campo di Marte”

Benedetto Ferrara è intervenuto sulle frequenze di Radio Blu: “Lo stadio nuovo? Non credo che ci sia già qualcosa di definitivo. Molto si deciderà sulla zona Campo di Marte per il campo di base-ball e altre infrastrutture. Io credo che stiamo parlando di due figure di primo piano, una politica e l’altra imprenditoriale. A Firenze sono cresciute nel tempo due figure tra Renzi e Della Valle, sindaco e presidente, che come è successo in passato possono litigare magari e non trovare punti in comune ma quando ci sono due figure cosi importanti c’è sempre un momento di condivisione e di unione e secondo me siamo vicini a questo punto.

Udinese-Fiorentina? L’Udinese ama ripartire, la Fiorentina ama fare la partita e ho notato ultimamente una crescita interiore in ogni singola partita. Penso alla partita di Milano ad esempio. Mi piace pensare che in questa prima parte di campionato i punti persi in alcune partite e la maledetta partita col Napoli, abbiano dato una nuova consapevolezza e forza alla squadra.

Obiettivi della squadra? Io non credo che un giocatore vada in campo e giochi per arrivare al terzo posto. Credo che questa squadra ha una voglia matta di vincere qualcosa. Poi è chiaro che non è facile, però è un campionato aperto e la Fiorentina scende sempre in campo senza porsi nessun limite.

Oltre alle partite con la Juve o Milano penso alle partite in Europa in Ucraina o in Romania, dove nonostante gli infortuni e il turn-over la Fiorentina è andata là con la voglia di vincere e concentrata fino all’ultimo minuto per portare a casa il massimo risultato.

L. V.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/20/13, 22:12
Calamai: “Nuovo Stadio? Area Mercafir soluzione migliore”

Luca Calamai ospite negli studi di Radio Blu durante il Pentasport: “Nuovo stadio? Non è cambiato nulla ma presto il Governo varerà questa nuova legge “Salva Italia” che includerà anche il innovamento degli stadi italiani. La Fiorentina tramite Della Valle e Cognigni stanno giustamente approfittando di questo fatto. E’ una grande notizia, un grande passo avanti. Oggi se si vuole crescere si deve avere la “propria casa”. L’idea di base è l’Allianz Arena naturalmente adattato alle esigenze e le capacità della squadra e della città di Firenze.Penso si sia rafforzato l’asse Renzi-Della Valle.

La zona Mercafir a oggi è la soluzione migliore con stadio e zona commerciale. La zona di Campo di Marte dovrebbe rimanere sempre utile per il centro sportivo e  primavera-giovanili. L’idea è quella di usufruire della zona del base-ball. Si parla di un albergo  da utilizzare quando la squadra vorrà andare in ritiro prima di alcune partite in casa. E’ un altro segnale di crescita del mondo Fiorentina. Un progetto di  4-5 anni sono tanti forse, anche se secondo me per la realizzazione ci potrebbe voler meno tempo. Credo che il project financing partirà presto e mi hanno detto entro la fine del campionato.

LEONARDO VIGNOZZI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/21/13, 19:10
La Nazione: In quattro anni lo stadio (e +1200 posti di lavoro)

Dopo aver parlato ieri di “svolta” nel progetto Mercafir, La Nazione di oggi si concentra sulla situazione riportando anche le parole dell’assessore allo sport e vicesindaco, Stefania Saccardi: “I contatti fra l’amministrazione di Palazzo Vecchio e la Fiorentina, sempre ottimi a dire il vero, si sono intensificati e l’interesse della famiglia Della Valle e dell’intera dirigenza della società a chiudere la partita per la Mercafir è in crescendo. E noi viviamo tutto questo con rinnovato ottimismo”. Certo il tema era e resta delicato. La gara per il project financing che i tecnici del Comune hanno studiato nel dettaglio, di fatto anticipa la proposta di legge sulla costruzione dei nuovi impianti sportivi e, anche se la Fiorentina può esercitare una sorta di diritto di prelazione sulla costruzione del nuovo stadio, questa dovrà comunque essere oggetto di un bando di gara europeo.

I tempi? Se la Fiorentina e la nuova cordata di soci, probabilmente cinesi riusciranno a presentare il nuovo progetto per l’area e il piano economico entro maggio, basteranno tre/quattro anni. E, con un investimento fra i 150 e i 180 milioni di euro la città avrà dato ossigeno e lavoro al settore dell’edilizia che più degli altri soffre la crisi economica. Poi con il nuovo, molto più efficiente, mercato alimentare all’ingrosso, lo stadio in stile ‘europeo’ da 40mila posti e la mini cittadella viola (spazi commerciali, alberghi, una nuova piazza da 8mila metri quadri e una grande area verde) ci saranno almeno 1200 nuovi posti di lavoro.

Che invece la Fiorentina voglia mantenere e incrementare il suo investimento sul Campo di Marte è un dato che l’assessore allo sport conferma senza alcuna esitazione. “La società viola vuole comprare il ‘diamante’ del baseball che confina col centro sportivo appena costruito. Per dare maggiore spazio al settore giovanile. I nuovi investimenti al Campo di Marte — insiste Saccardi — sono un’altra grande scommessa per Firenze e per la Fiorentina”.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/22/13, 18:51
Giani: “Stadio nuovo ipotesi molto difficile”

Intervenuto ai microfoni di “DirettaSport” in onda su TVR+, Eugenio Giani ha parlato della questione relativa alla costruzione del nuovo stadio per laFiorentina. Il presidente del Consiglio comunale di Firenze e membro del CdA del club viola, ha dichiarato: “I tecnici si stanno incontrando, ma dire che a febbraio ci sarà la posa della prima pietra è esagerato. C’è ottimismo, ma bisogna aspettare. Si può costruire uno stadio coperto, ma servono 50 milioni di euro, altro che prezzi scontati”. Giani ha poi aggiunto: “Mi sono occupato mesi fa di questo tema, mi sembra molto difficile. Al momento l’unica prospettiva credibile è costruire uno stadio del tutto nuovo”.

(Calcionews24.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/22/13, 23:40
Renzi: “Stadio? Ad oggi niente di concreto”

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha partecipato questa sera al programma di RTV38 su “Matteo risponde” interagendo in diretta con coloro che usando twitter avessero posto domande. Come di consueto, la domanda arriva anche sull’argomento stadio nuovo e Fiorentina. Queste le parole del primo cittadino: “Il progetto sulla Mercafir è molto grosso comporta un grande investimento, ma anche posti di lavoro, grande appeal per il turismo orientale, servizi che non riguardano solo lo sport, nuovi trasporti. Insomma, chi lo volesse portare a termine deve tirar fuori 200 milioni di euro: è possibile che chi la voglia realizzare, in questo caso la Fiorentina, trovi un partner. Per il momento siamo ancora in una fase preliminare, non c’è niente di concreto. La famiglia Della Valle è una realtà con la quale abbiamo fatto grandissime cose, per esempio i campini. Quando si saprà qualcosa di concreto sullo stadio? Maggio 2014, quando finirò il mandato”.

CHIARA BAGLIONI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/23/13, 20:13
Renzi: “Il 2014 sarà l’anno dello stadio”

Matteo Renzi è intervenuto oggi a Palazzo Vecchio in occasione del saluto per gli auguri di Natale con i giornalisti. Il segretario del Pd, oltre ad annunciare di volersi ricandidare come sindaco di Firenze, proiettandosi sui temi dell’anno nuovo ha anche detto: “Il 2014 sarà l’anno dello stadio, sapremo se i Della Valle costruiranno o meno il nuovo impianto alla Mercafir”.

M. D.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/14, 21:22
La Nazione: Nuovo stadio, intesa DDV-Renzi

La svolta tanto attesa è dietro l’angolo. Salvo clamorosi dietrofront la famiglia Della Valle, attraverso una società creata ad hoc, è pronta a presentare la richiesta per la partecipazione al project financing per la realizzazione del nuovo stadio-gioiello nell’area Mercafir a Novoli. Lo scrive stamattina La Nazione – a firma Luigi Caroppo –  spiegando che l’accelerazione è stata impressa nelle ultime settimane quando i tecnici della società della famiglia Della Valle e quelli del Comune si sono confrontati nuovamente, dopo numerosi faccia a faccia durante la fine del 2013 e l’inizio di quest’anno. Diego Della Valle in prima persona e il sindaco Renzi hanno seguito l’evolversi del dialogo per dare vita ad un progetto destinato ad entrare nella storia della società viola e cambiare una fetta della città in maniera radicale.

Il progetto su cui si è lavorato è quello che il sindaco ha presentato: 32 ettari a disposizione di chi vuol investire per realizzare uno stadio con annesse attività ricettive e commerciali. Il che vuol dire alberghi e negozi con un’attenzione particolare alla possibile realizzazione della «via della moda» con brand e griffe di primo piano a partire da quelli della famiglia Della Valle. Martedì sera il sindaco Renzi e Diego Della Valle hanno tifato, gomito a gomito, allo stadio Franchi, soddisfatti e contentissimi per l’approdo in finale di Coppa Italia della Fiorentina. Hanno parlato prima e dopo la sfida: un po’ di politica e degli ultimi movimenti romani e anche di Firenze. Insomma ci siamo. Manca solo l’ufficialità formale, ma Firenze può iniziare a pensare al nuovo stadio, 40 mila posti coperti nella parte della Mercafir liberata dalle attività tradizionali del mercato, a nuove strade e collegamenti con l’autostrada e il centro città. L’investimento complessivo è di circa 180 milioni. L’operazione Mercafir porterà anche diverse migliaia di posti di lavoro diretti e di indotto. Un tesoro pesante da ammortizzare anche con attività collaterali nell’area nuovo stadio. La famiglia Della Valle è pronta all’investimento. Ma probabilmente non sarà da sola. Insistenti voci hanno nuovamente parlato di partner cinesi, che già hanno fatto affari con mister Tod’s, disposti ad affiancare la famiglia in questo progetto. Un progetto che rientrerebbe in una più vasta operazione di internazionalizzazione del marchio Fiorentina.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/14/14, 18:35
“Stadio alla Mercafir, una svolta per Firenze”

Alcuni esponenti di Confindustria e dei sindacati commentano a La Nazione l’ipotesi del nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir, progetto che pare aver subito un’accelerata negli ultimi giorni:

«Lo stadio alla Mercafir? Un’opera che serve, che può creare una microeconomia importante per l’area e dare una mano al settore edile». Secondo Luca Moresi, imprenditore, titolare della Moresi Restauri e Costruzioni e consigliere di Ance, l’Associazione nazionale dei costruttori di Confindustria, ben venga la costruzione del nuovo stadio, con i suoi negozi e i punti di ristorazione che possono avere ricadute positive soprattutto sull’indotto, sui cosiddetti “stradini”, cioè coloro che lavorano alla manutenzione delle strade, sugli artigiani. «Certo – aggiunge – se non ripartono le grandi opere pubbliche, se non si cominciano a realizzare le nuove infrastrutture, come la tramvia, le imprese edili continueranno a soffrire». Da tempo scarseggiano infatti gli appalti. Anche il Comune di Firenze pubblica pochissimi bandi. «Prima con la mia azienda facevo 80-90 gare l’anno. Adesso sono sceso a 30-35, con lavori tutti fuori dal territorio comunale». Che lo stadio a Novoli faccia bene alla città e alla sua economia lo credono anche i sindacati, che vedono nel progetto nuovi posti di lavoro (si dice circa 2mila). Ci sono però degli aspetti da considerare.

«Come tifoso della Fiorentina sono contento se viene costruito lo stadio a Novoli. Bisogna però sciogliere alcuni nodi importanti. Prima di tutto – commenta Mauro Fuso, segretario della Camera del lavoro di Firenze – c’è da capire se il mercato ortofrutticolo resterà lì, quale sarà il suo ruolo. Poi va considerato che nell’area di Novoli ci sono le industrie, il tribunale, l’aeroporto, l’autostrada. E’ un quartiere già abbastanza congestionato. Con il nuovo stadio bisognerà creare dei parcheggi e tutte quelle infrastrutture che servono a risolvere il problema del traffico». Innegabili, però, le ricadute positive sul fronte dell’edilizia e non solo. «Per il settore edile – commenta Giovanni Ronchi, della segreteria Cisl di Firenze e Prato – la costruzione del nuovo stadio rappresenterebbe un volano importante. Senza contare i benefici successivi alla costruzione, con la gestione dei negozi e delle attività correlate, che creeranno nuovi posti di lavoro». «La riqualificazione urbana – sottolinea Ernesto D’Anna, della Feneal Uil – è la nuova frontiera dell’edilizia, perché mette in moto cantieri che danno occupazione subito. Siamo perciò favorevoli a questo tipo di opere». Bene anche l’intervento del privato nella riqualificazione. «L’importante – conclude D’Anna – che la pubblica amministrazione abbia ben chiaro cosa fare, altrimenti si rischia di ripercorrere gli errori del passato».
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/15/14, 17:35
Renzi-stadio: pratica chiusa

“Il primo giorno da premier virtuale è stato in realtà una giornata da sindaco. Il pomeriggio passato con 1268 coppie di anziani, venute a Palazzo Vecchio per festeggiare San Valentino, ha ulteriormente migliorato l’umore di Renzi, che vi ha letto un segno: al di là delle perplessità che arrivano dalla base, e sono diffuse anche nella sua cerchia, l’investimento emotivo che il Paese ha fatto su di lui resta forte, almeno a giudicare dalla furia con cui le anziane signore cercavano di baciarlo e parlargli dei nipoti. Due ore di colloquio a quattr’occhi con Delrio, il suo vero numero 2, lo hanno riportato alla realtà. Così come una telefonata di Cuperlo, che gli ha chiesto di «non mettere un liberista al ministero dell’Economia». Poi Renzi ha visto gli assessori, per chiudere due pratiche prima di lasciare il Comune: il regolamento urbanistico, per attuare il piano a volumi zero (sarà possibile «costruire solo sul costruito»); e il nuovo stadio della Fiorentina a Mercafir, nella zona dei mercati, un investimento dei Della Valle da 200 milioni di euro. I ritmi ora si fanno serrati: domani o lunedì l’incarico di formare il nuovo governo, lunedì mattina l’ultima giunta prima di scendere a Roma. Renzi non si dimetterà da sindaco, per evitare l’arrivo del commissario. Attenderà di decadere per incompatibilità, in modo da lasciare la gestione del Comune a un nuovo vicesindaco, che potrebbe essere già l’uomo scelto per la successione (fiorentini permettendo), Dario Nardella”.

(corriere.it)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/17/14, 23:34
Stadio alla Mercafir, potrebbero bastare due anni

Ci vorrà tempo prima del taglio del nastro del nuovo stadio, anni indispensabili per la procedura di bando, per trasferire il mercato di Novoli, per realizzare lo stadio da 40.000 posti e le infrastrutture, viabilità compresa (e magari decidere cosa fare del vecchio Franchi e dei campini). (…)

La procedura scelta da Matteo Renzi è il project financing, cioè la costruzione e gestione, per un certo numero di anni, di stadio e cittadella da parte dei privati su un terreno pubblico per rispondere appunto ad un interesse pubblico della città, garantito non solo dalle opere «accessorie», ma dal fatto che la proprietà dell’impianto sarà del Comune. I privati ricaveranno redditi non solo dallo stadio, ma dalle opere ad esso collegate, come alberghi, residence, gallerie commerciali (si parla in particolare di una «via della moda» con brand e griffe internazionali, a partire da quelle della famiglia Della Valle), spazi direzionali, dalla gestione dei parcheggi sotto lo stadio o in superficie (oltre 4.000 posti complessivi), e così via.

Il project financing prevede regole che devono rispettare le indicazioni dell’Unione Europea e che il soggetto privato che presenta una proposta — i Della Valle cioè, forse attraverso una società creata ad hoc, con soci anche stranieri — abbia il diritto di «prelazione». Se al bando partecipano altri privati, nella seconda fase della gara (che è obbligatoria) lui può infatti presentare un nuovo progetto secondo le caratteristiche di altri progetti eventualmente più vantaggiosi per il Comune. Alla fine il project è assegnato dall’amministrazione e a quel punto il soggetto prescelto può far partire le progettazioni tecniche preliminari ai cantieri e poi costruire stadio e tutto quanto previsto nel progetto vincitore. Se Palazzo Vecchio varerà il bando in primavera, anche con procudere rapide, le ruspe alla Mercafir non arriveranno prima di un anno, a metà del 2015, e per realizzare l’impianto potrebbero bastare 12 mesi, periodo che potrebbe servire per realizzare parcheggi e viabilità (lo stadio ha il vantaggio di essere vicino alla autostrada ed è previsto che in viale Guidoni passi la linea 2 del tram proveniente dall’aeroporto) mentre per avere completa la cittadella occorrerà più tempo. (…)

Mauro Bonciani – Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/18/14, 00:01
Corriere: Stadio-Mercafir, il giorno del sì. Limati i dettagli

Il Corriere Fiorentino dedica l’apertura al nuovo stadio alla Mercafir che sarà “il botto” con cui Matteo Renzi chiuderà la sua avventura come sindaco di Firenze prima di presentarsi a Palazzo Chigi. Ieri mattina sono stati limati gli ultimi dettagli dell’«operazione stadio» in un incontro con Diego Della Valle in un hotel vicino al Ponte Vecchio. Secondo la società viola, nell’estate 2015 i cantieri per la nuova struttura potrebbero già essere a buon punto. La società viola investirà circa 200 milioni di euro nell’operazione, che sarà gestita da Mario Cognigni, presidente esecutivo viola. Si parla anche di una partnership con un gruppo di imprenditori cinesi, a sostegno di un piano che, almeno secondo Renzi, creerebbe duemila nuovi posti di lavoro nell’area Mercafir. Il premier in pectore e il patron della Fiorentina hanno fatto pure una passeggiata lungo Borgo San Jacopo: i due vanno d’accordo come non mai, complice anche un obiettivo comune: rottamare quegli ambienti economico-finanziari che hanno una visione opposta alla loro. Ieri mattina, come sabato sera allo stadio dopo la sconfitta contro l’Inter, Renzi e Della Valle si sono confrontati anche sulla composizione della squadra di governo: il premier sta infatti cercando un colpo a sorpresa (non un politico) per lo Sviluppo economico dopo avere incassato il «no» di Andrea Guerra, amministratore delegato di Luxottica.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/18/14, 00:07
Bieber sullo stadio: “Interesse inequivocabile di DDV”

Il presidente della commissione sport del Comune di Firenze Leonardo Bieber è intervenuto ai microfoni di Radio Blu per parlare del tema del nuovo stadio alla Mercafir: “Una piccola precisazione, il piano strutturale è già stato approvato nei mesi scorsi ed è perfettamente in vigore. Quindi il privato è nelle condizioni di realizzare l’intervento previsto nell’area Mercafir. In queste ultime 48 ore sono arrivati segnali chiari e molto importanti, con l’apertura da parte di Diego Della Valle sulla volontà di realizzare questo importante progetto. Sarà un intervento molto complesso e l’obiettivo è quello di riorganizzare tutta l’area del mercato e poi realizzare tutta una serie di strutture e infrastrutture, come parcheggi, viabilità, uffici, alberghi, negozi… Un progetto più limitato rispetto ai programmi originari da 80 ettari ma basato sulla stessa idea. Il fatto politico più importante è la dimostrazione da parte della Fiorentina di un interesse concreto. I tempi? Quando ne abbiamo parlato in modo informale con i tecnici, ci è stato prospettato un iter di 2-3 anni, quindi non tempi lunghi. Ma prima bisognerà capire come avverrà tutta l’organizzazione, bisogna aspettare il bando di gara e tutto il processo. Però, ripeto, le licenze sono già state approvate e questo può abbreviare il percorso. Il progetto è quello di costruire intorno allo stadio di proprietà un indotto che possa creare posti di lavoro, aumentare considerevolmente gli introiti per la Fiorentina e far sognare i tifosi di poter fare il salto di qualità”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/18/14, 00:11
Renzi: “Stiamo seguendo l’iter per il nuovo stadio”

Nel suo ultimo consiglio comunale da sindaco di Firenze il nuovo Premier Matteo Renzi ha aperto ancora alla costruzione del nuovo stadio nella zona Mercafir: “Ho parlato con Diego Della Valle e posso confermare che dopo tutte le procedure del caso ci sarà una sua proposta per la costruzione del nuovo stadio. Poi l’amministrazione comunale valuterà il da farsi e si aprirà un confronto”.

P.F.M.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/18/14, 22:50
Un mega trasloco per il nuovo stadio

Tra il dire e il fare ci sono di mezzo 34 ettari di edifici da spostare. Sarà una bella impresa costruire il nuovo stadio nell’area del mercato ortofrutticolo. I più ottimisti — tra questi il sindaco (ormai ex) Matteo Renzi — parlano di 2, al massimo 3 anni. Ma basta farsi un giro dentro l’area Mercafir per rendersi conto che se davvero fosse costruito in quei tempi sarebbe un autentico miracolo. Lo pensano in tanti da queste parti. E neppure il presidente di Mercafir, Angelo Falchetti, si sbilancia in previsioni. Tanto più che i lavori, dopo che Palazzo Vecchio avrà approvato il piano di recupero, non partiranno prima di un anno. (…)
 
E poi dovrà trovare nuova collocazione l’area in prossimità del mercato. Complessivamente, dovranno essere abbattuti (e poi ricostruiti) 9 padiglioni e 42 magazzini ortofrutticoli, una decina di uffici comunali (tra cui la sede legale del Calcio Storico), un paio di banche, l’agenzia del lavoro, un bar e forse alcune case in via della Villa.
Alla Mercafir traslocheranno 42 ditte, 600 lavoratori e 27 celle frigorifere. E ancora, potrebbero essere riadattati il centro sportivo Le Cupole e la biblioteca comunale Villa Pozzolini. Un progetto grandioso, che sarà realizzato a lotti e che ridimensionerà notevolmente la superficie del mercato, senza però togliere spazio a nessuna azienda. E quando tutto sarà finalmente pronto, al posto di quei pancali pieni di banane del Costa Rica, ci sarà la nuova curva Fiesole, o magari la «Curva Olmatello» visto che siamo in prossimità del viale XI agosto. (…)

Strade, magazzini, uffici: c’è una città intera da smantellare. Dentro il pianeta Mercafir si continua a lavorare senza pensare al futuro, di giorno e soprattutto di notte, quando sciami di camion caricano e scaricano frutta e verdura. Arrivano i tir della grande distribuzione e i furgoni degli ortolani. Arance, ananas, pere, limoni: effluvi di frutta risvegliano i sensi. E poi impianti di refrigeramento, vasche di pulitura, macchine confezionatrici. E ancora il padiglione dei fiori e quello del pesce, quello delle carni e quello che lavora le verdure da spedire nelle scuole. Ma questi maestosi capannoni, crocevia di sapori e fruttivendoli da cinquant’anni, potrebbero presto lasciare spazio a quelle gradinate avveniristiche dove batteranno i cuori di circa 40 mila tifosi viola.

Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/19/14, 21:45
Nuovo stadio: tra entusiasmo e nostalgia

Nuovo stadio, da Campo di Marte arriva la benedizione con riserva. Quarantamila posti coperti, un parcheggio da 3mila posti auto immerso in 32 ettari di cittadella viola. Il nuovo impianto gioiello da 200 milioni di euro che entro il 2018 potrebbe sorgere nell’area Mercafir di Novoli, ha i numeri per far gola anche ai membri più scettici del popolo viola.
Ma le quotazioni di fiducia dei fiorentini che abitano all’ombra del Franchi, dopo 5 anni di dietrofront e smentite su destinazione e finanziamenti per uno stadio di respiro “europeo”, sono calate a picco.
A risollevarle non è bastata la passeggiata in via Tornabuoni di Matteo Renzi a fianco di Diego Della Valle che ha messo in cassaforte l’intesa fra Palazzo Vecchio e il patron viola sul nuovo stadio hi-tech. E alla vigilia del passaggio di “carte” dalle mani della cordata dietro al project financing a quelle dei tecnici del Comune, che avverrà entro 30 giorni, Campo di Marte si spacca fra apocalittici e integrati. Fra i primi c’è Roberto Peragnoli, i’ Pera per gli amici, volto storico del Bar Marisa, che non ha dubbi: «Lo stadio si può fare solo allo stadio. E per stadio intendo l’unico che abbiamo». Tra quanti vedono nel Franchi l’unica casa dei viola c’è chi rispolvera il disegno di Pier Luigi Nervi che nel 1929 progettò lo stadio costato 6 milioni e mezzo di lire. «Col progetto di un secondo anello da 10mila posti – spiega Luciano Bulletti, da 20 anni residente ai piedi del Comunale – si sarebbe potuto ampliare lo stadio senza toccare la struttura vincolata». Nel mirino anche i tempi di realizzazione, nonostante infatti la proprietà dell’area Mercafir di Palazzo Vecchio possa accorciare l’iter burocratico, si temono intoppi nel dopo Renzi. «Il nuovo stadio è una benedizione per i posti di lavori che creerà – dice Sergio Sergi, 79enne – spero solo di poterlo vedere ultimato». Anche Giulio Pianoforte, 31 anni, accoglie con entusiasmo l’arrivo del nuovo stadio e dei posti di lavoro che porterà la sua realizzazione. Gli oltre 30 ettari di volumetrie dell’operazione Mercafir che i tecnici immaginano sede di un tempio viola fanno battere il cuore. Ma il quartiere è vaccinato contro gli amori a prima vista, specie se visti solo in foto.
“E del Franchi che ne facciamo? – si chiede Stefano Sollazzo –, il nuovo progetto è perfetto ma non ci dimentichiamo del nostro stadio, non può stare aperto solo per concerti estivi “. Un tasto su cui lo strappo tra “stadio-scettici” e favorevoli si ricuce: Campo di Marte ha ancora bisogno di calcio viola.
“Potrebbe diventare la casa di sport minori – suggerisce Romolo Martinelli, 61 anni – come il rugby o sede della primavera oppure della Rondinella”. Nessuna obiezione sul fronte traffico. Troppo invece sarebbe lasciare nel cassetto dei ricordi i nomi delle curve. “Vogliamo ancora una Fiesole” dice Giulia Panichi. E la Ferrovia? Dal bar Marisa arriva la proposta. “Potremmo tornare a chiamarla Marione, ricordandone due in uno: Cecchi Gori e il più grande supertifoso viola esistito: Mario Ciuffi”.

LA NAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/21/14, 01:58
Vertice lampo Nardella-Cognigni per lo stadio

Il Corriere Fiorentino e La Nazione parlano del blitz di Dario Nardella a Milano. Tenuto riservato, addirittura smentito, fino a ieri mattina. Una visita per affrontare non solo il futuro del nuovo stadio alla Mercafir ma anche tutte le partite che coinvolgono l’amministrazione comunale di Firenze e la Fiorentina. Ieri Nardella, in compagnia del megadirigente del Comune ingegner Giacomo Parenti, cioè il «tecnico» che ha in mano le chiavi (numeri, procedure, urbanistica) del nuovo stadio,  ha incontrato Mario Cognigni e i tecnici della Fiorentina. Sulla Mercafir non ci sono date ma è certo che, entro la fine di questo mandato amministrativo, cioè entro il 25 maggio, Nardella dovrà riuscire a incassare la presentazione del progetto e il via alla lunga procedura per il project financing. 

Il vicesindaco ha ascoltato la puntualizzazione, fatta da Parenti, di cosa ha previsto il Comune in quell’area, i metri quadri destinati a spazi commerciali (18.300, la cifra contenuta nella variante già approvata dal Comune), per attività turistiche (come alberghi, 4.200 metri quadri) e uffici (8.000). Ancora, le richieste di previsioni di parcheggi (nell’area verso l’autostrada e non solo), le prescrizioni ambientali. Un quadro conosciuto ormai a menadito dai tecnici di Della Valle, presenti anche loro all’incontro: ed è arrivata la conferma che stanno lavorando per presentare, in tempi brevi ma ancora non conosciuti, l’idea di base della (mini)cittadella.

Un’idea che si dovrà confrontare poi con un progetto comunque importante per la città, il trasferimento di tutto il mercato ortofrutticolo verso la zona nord, per liberare quella sud, appunto per lo stadio. Sarà un project, certo, un bando di gara aperto a potenziali concorrenti: ma che dovrà mettere al centro la società viola. Questo grazie anche ad un emendamento, voluto dallo stesso Nardella, approvato in un decreto presentato dal ministro Graziano Del Rio che lega indissolubilmente la presentazione di questi progetti alla «società sportiva della città». Insomma, si può presentare solo se la squadra di calcio cittadina è coinvolta. Una norma antispeculazione: gli stadi si fanno solo se servono alle squadre, non sarà possibile aggirare lo stop al cemento con le norme sugli impianti sportivi.

Ma la discussione ha toccato anche il vecchio stadio Franchi, in cui la Fiorentina dovrà comunque giocare (e a livello internazionale, si spera) per almeno altri 4-5 anni. Vanno avanti i lavori di ristrutturazione, l’abbattimento delle barriere, c’è da discutere anche sulla possibilità o meno di porre nuovi impianti pubblicitari o di sostituirli. E poi, il vero nodo: cosa fare del Franchi quando sarà costruita la nuova cittadella? Perché la convenzione firmata nel 2010 tra Comune e Fiorentina arriva fino al 2030. Si punterà al rugby, si proverà a farne un impianto multifunzionale? L’obiettivo è far vivere (e respirare) il quartiere di Campo di Marte senza però lasciare una cattedrale del deserto.

REDAZIONE
Twitter: @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/24/14, 21:45
Stadio nuovo: se ne parla oggi in Consiglio Comunale

Consiglio comunale particolarmente interessante quello di questo pomeriggio a Palazzo Vecchio, a partire dalle ore 15. Infatti la prima riunione dei consiglieri comunali fiorentini, dopo la dipartita per Roma del sindaco Matteo Renzi, presidente del Consiglio incaricato, vedrà al centro dei temi trattati le novità per la possibile costruzione di un nuovo stadio a Firenze. Molte le novità che il vicesindaco di Firenze Dario Nardella ha preannunciato e che andranno comunicate nella principale riunione politica cittadina, dopo aver ricevuto l’incaricato da quello che è anche il segretario del Pd di seguire il dossier per la possibile costruzione di un nuovo impianto calcistico in zona Mercafir a Firenze, con tanto di incontro mercoledì mattina a Milano fra lo stesso parlamentare del Partito Democratico ed il presidente esecutivo viola Mario Cognigni. Nel frattempo lo stesso vicesindaco Dario Nardella ha fatto un suo appello in vista della finale di coppa Italia fra Fiorentina e Napoli del prossimo inizio maggio. “Dobbiamo andare a Roma tutti convinti e numerosi per vincere questa finale, con il grande seguito di tifosi viola che è esempio di civiltà e rispetto non solo in Italia ma in tutta Europa”, ha detto Nardella che è anche membro uditore dei c.d.a. della Fiorentina. “Un nuovo stadio a Firenze? E’un’esigenza sia dei grandi che dei piu’piccoli, come mio figlio”.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/24/14, 21:51
Nardella: “Iter nuovo stadio realizzabile in 10 mesi”

Primo consiglio comunale questo pomeriggio a Palazzo Vecchio post elezione di Matteo Renzi a Palazzo Chigi. Tra i temi trattati, si è parlato anche del nuovo stadio alla Mercafir. Queste le parole del vicesindaco Dario Nardella: “Il primo step importante per la realizzazione del nuovo stadio si è concluso nel 2012 con la variante urbanistica e con l’individuazione di un area di oltre 30 ettari alla Mercafir. Grazie alle leggi nazionali dei mesi scorsi, la previsione dei tempi per l’iter burocratico, da quando riceveremo la proposta è di circa 250-280 giorni. Della Valle ha fatto riferimento esplicito al modello-Bayern Monaco, e il nostro compito è quello di farsi trovare pronti al momento di una proposta fatta da un privato. Per quanto riguarda lo stadio Franchi e l’area di Campo di Marte, immaginiamo di usare la zona per manifestazioni di spettacoli pubblici, internazionali, o per eventi del basket o di altre discipline praticate da racchiudere tutte insieme. Senza dimenticare il Centro Sportivo su cui la Fiorentina ha investito. L’idea che abbiamo è quella di rendere pedonale la zona dandole la fisionomia di un parco sportivo dove la gente può correre, le famiglie possono sostare durante tutta la giornata. L’opportunità dunque è duplice: riqualificazione urbanistica della città con costruzioni di nuove strutture a Novoli e ammodernamento di quelle già esistenti a Campo di Marte”.

STE. RO.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/24/14, 21:58
Mercafir, l’opposizione “pronta a collaborare”

Questo l’intervento dei consiglieri di centrodestra di Forza italia, Fratelli d’Italia-AN e Nuovo Centro Destra:

“Apprendiamo dalla comunicazione del Vice Sindaco Nardella di oggi che vi sarebbe una svolta per la realizzazione della cittadella viola e del nuovo stadio di Firenze nell’area Mercafir. Noi siamo pronti, come centrodestra, a collaborare in maniera propositiva, al fianco della città e della Fiorentina. Sperando che l’Amministrazione garantisca tempi celeri e massima trasparenza. Crediamo che la costruzione di un nuovo stadio all’interno della cittadella viola, possa essere una vera occasione per la nostra città e per la Fiorentina. Una grande occasione per sviluppare un progetto innovativo, utile per il lato sportivo e anche per l’indotto che aiuterà il club viola a crescere dal punto di vista economico. Siamo sempre stati e restiamo a favore di infrastrutture che possano dare respiro a Firenze, ai tifosi viola e alla società dei fratelli Della Valle. La nostra è una linea di perfetta coerenza: ci siamo comportati così anche per la realizzazione del centro sportivo dei Campini e ci ha fatto molto piacere che il presidente Andrea Della Valle abbia colto questo passaggio, ringraziandoci durante la presentazione della nuova struttura, per il senso di responsabilità e di condivisione espressi dall’opposizione fiorentina. Per questo chiediamo che il nuovo insediamento tenga conto del tessuto urbano in cui dovrebbe inserirsi: non dimentichiamo che Novoli è già al limite della sopportazione, e che si considerino inoltre le esigenze del mercato ortofrutticolo. Noi siamo e saremo sempre favorevoli alla realizzazione del nuovo stadio e della cittadella viola. Sosterremo con convinzione l’amministrazione comunale nella direzione della costruzione di un nuovo impianto sportivo adeguato alle ambizioni di Firenze e dei tifosi della Fiorentina, ma occorre che la costruzione del nuovo stadio vada di pari passo con valorizzazione del mercato e tutela dei posti di lavoro”.

gonews.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/25/14, 22:17
A Campo di Marte nascerà la cittadella dello sport

La Nazione fa il punto della situazione sul fronte Mercafir e Campo di Marte dopo le parole di ieri di Dario Nardella in Consiglio Comunale. Dopo la trasferta a Milano dei giorni scorsi il vicesindaco ha stretto un patto formale con la Fiorentina e ora è pronto ad alzare la posta in palio. Non solo una cittadella viola dedicata allo sport, a nord-ovest della città, nei trentamila metri quadrati dell’area Mercafir, nella sua idea di Firenze c’è anche un parco dedicato a tutte le discipline sportive da realizzare al Campo di Marte pedonalizzando viale Paoli in modo da creare una grande area verde per le famiglie e, insieme, restituire un respiro diverso al quartiere che, da decenni ormai, sopporta gli inevitabili disagi legati ai grandi eventi sportivi e ha più che mai bisogno di cambiare passo.

Ecco quindi la proposta lanciata alla prossima amministrazione comunale, prima vera bandierina d’avvio della campagna elettorale ormai imminente: «Avviare tutti insieme, Comune e residenti, società sportive e la stessa Fiorentina concessionaria dello stadio e del centro sportivo dei campini fino al 2022, un lavoro comune di riqualificazione dell’area con l’individuazione di una nuova vocazione del Franchi che potrebbe diventare il secondo polo nazionale di rugby, ospitare eventi di spettacolo e offrire, attraverso soluzioni urbanistiche appropriate, spazi attrezzati per altre discipline sportive». Insomma un grande parco sportivo pedonale a disposizione delle società sportive e delle famiglie, dove fare sport o assistere a eventi sportivi e culturali. Anche perchè sono parecchi i milioni di euro già investiti su Campo di Marte: 3,5 dall’Amministrazione Comunale negli ultimi 4 anni, un milione dei quali grazie ai mondiali di ciclismo. A questi va aggiunto oltre un milione e mezzo di euro di investimenti già finanziati con i lavori da iniziare e un milione di euro di interventi inseriti nel piano triennale investimenti 2014 – 2016. E poi ci sono gli investimenti della Fiorentina: oltre 8.5 milioni, di cui 6 per la realizzazione e l’ampliamento del centro sportivo, i famosi ‘campini’. Per ora, però, occhi puntati sull’area Mercafir in attesa, naturalmente, di una proposta concreta. «Dobbiamo farci trovare pronti — ha insistito il vicesindaco — non appena la riceveremo, a seguito di avviso di evidenza pubblica, per la realizzazione del nuovo stadio e opere connesse, si potrà approfittare dei tempi abbreviati che la nuova normativa offre: 250-280 giorni a fronte dei 450 giorni che le norme precedenti comportavano».
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/14, 00:22
Dal Comune: “Niente stadio nuovo senza tramvia”

Il dibattito sul nuovo stadio della Fiorentina infiamma ormai la politica cittadina nel capoluogo toscano. “Positiva la comunicazione del vicesindaco Nardella sull’argomento, bene la procedura semplificata permessa dalla nuova normativa, ma vogliamo ribadire alcuni obiettivi e punti fermi già stabiliti dal Consiglio comunale, che continuo a ritenere fondamentali come il rilancio dell’area mercatale e la realizzazione di fondamentali infrastrutture per la mobilità – ha precisato ieri in consiglio il presidente della commissione urbanistica Mirko Dormentoni -. Non si potrà mettere in funzione il nuovo impianto sportivo senza la funzionalità di tre infrastrutture per la mobilità (linea 2 della tramvia, fermata Peretola Olmatello del servizio ferroviario metropolitano, svincolo stradale di Peretola). Per quanto riguarda Campo di Marte è assolutamente apprezzabile l’idea di realizzare un parco sportivo attrezzato, che comprenda tutta l’area, dove realizzare eventi sportivi nazionali e internazionali, spettacoli e sport per tutti (ne aveva parlato due giorni fa lo stesso Nardella, ndr). A questo scopo appare molto suggestiva l’idea di pedonalizzazione di viale Paoli”.

calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/02/14, 19:12
Nardella: “Nuovo stadio priorità per Firenze”

In una lunga intervista a Lanazione.it ha parlato il vicesindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha preso il posto di Matteo Renzi alla guida della città. Tante questioni dibattute, tra cui quella relativa al nuovo stadio alla Mercafir. Parole incoraggianti quelle dell’ex assessore allo sport, secondo cui da qui alla scadenza del mandato tra novanta giorni la questione stadio sarà centrale nei discorsi di Palazzo Vecchio: “Lo stadio è una delle priorità da qui alla scadenza del mandato. Stiamo lavorando, visto che è un’opportunità di lavoro e sviluppo economico per tutta la città”. Poi prosegue: “Diego Della Valle ha confermato il lavoro in questa direzione e noi siamo da tempo pronti a fare la nostra parte. Quando arriverà la proposta ci impegneremo anche per discutere il rilancio dell’area di Campo di Marte, con la pedonalizzazione di viale Paoli e la creazione di un’altra cittadella sportiva“.

PIER FRANCESCO MONTALBANO
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/26/14, 21:14
Sogno non proibito

Dario Nardella è il nuovo Sindaco di Firenze. Dal punto di vista calcistico – lungi da noi occuparci di altro in questa sede – per la città del giglio si tratta di una scelta che dà continuità al percorso intrapreso per il progetto del nuovo stadio. Fino ad oggi sono stati presentati plastici, bozze di copertura per le curve e la Maratona ma ancora non siamo vicini a mettere la prima pietra. Nardella è stato membro uditore del CdA viola – sì, proprio come quello che dovrebbe esserci a breve – e quando Renzi era Sindaco della città ha ricoperto il ruolo di Assessore allo Sport: fattori che hanno portato Dario a conoscere bene le dinamiche che potrebbero condurre all’attuazione del progetto stadio.

Il “semestre bianco” di cui parlò Cognigni si è concluso e il tema stadio è tornsato centrale. La Fiorentina ha bisogno di una casa di proprietà per effettuare il salto di qualità e non rimanere una bella incompiuta. Una struttura creata ad hoc per soddisfare le esigenze dei tifosi permetterebbe alla città di godere di maggiore sicurezza e fruibilità, senza contare il fattore incassi che andrebbe inevitabilmente ad aumentare. Insomma, il tormentone “stadio nuovo” è ricominciato. Del resto mica vi accontentavate solo del calciomercato, no?

E tu cosa pensi sulla possibilità di vedere uno stadio nuovo? Commenta

STEFANO ROSSI
Twitter @StefanoRossi_
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/28/14, 13:20
Nardella e lo stadio: “Aspettiamo la Fiorentina”

Dario Nardella parla da sindaco di Firenze intervistato da Radio 24. Queste le parole del primo cittadino sul tema del nuovo stadio (fonte ilsitodifirenze.it): “Siamo pronti a partire non appena arriverà una proposta da parte del privato che vorrà realizzarlo. Abbiamo già predisposto l’area alla Mercafir. Mi auguro davvero che la Fiorentina compia questo passo decisivo” ha detto Nardella.

Ricordiamo quali furono le parole del presidente esecutivo Mario Cognigni solo pochi giorni fa: “Riprenderemo il discorso da dove lo avevamo interrotto, ed eravamo a buon punto…”.

SI. BARG.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/29/14, 20:03
Stella, Consigliere FI: “Stadio, si decida in breve”

“Per il bene di Firenze e della Fiorentina è arrivato il momento di fare chiarezza sulla vicenda del nuovo Stadio. La precedente amministrazione comunale aveva individuato nella zona della Mercafir il luogo per costruire il nuovo impianto sportivo. Da mesi, però, non si registrano passi in avanti. Le recenti dichiarazioni rilasciate dal neo sindaco Dario Nardella sembrano voler chiedere un’accelerazione alla Fiorentina per prendere una decisione finale. Evidentemente se fino a oggi questa non è arrivata e perché esistono ancora delle difficoltà. La sua costruzione deve partire dalle esigenze della Fiorentina. Smettiamo di fare le cose a metà. Se va bene l’area Mercafir, si proceda in tal senso. Altrimenti siamo pronti a rivedere la convenzione e aprire un confronto con i nuovi proprietari dell’area di Castello, area identificata in un primo momento dai Della Valle come quella più congeniale al progetto del nuovo Stadio e della Cittadella Viola”. Così Marco Stella, consigliere comunale di Forza Italia sulla questione Stadio. A riportare le sue parole è ilsitodifirenze.it.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 00:05
La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio al Comune di Firenze

L’house organ di casa viola, Violachannel.tv, rende noto che ACF Fiorentina ha presentato in data di oggi, 14 luglio 2014, alla Città di Firenze lo Studio di Fattibilità relativo al nuovo stadio e alle attività connesse necessarie a permettere all’iniziativa di raggiungere un equilibrio economico-finanziario, ai sensi di quanto previsto dalla nuova legge sugli stadi – art. 1 comma 304 L. 147/2013. Per l’impianto, di nuova generazione, senza pista d’atletica e in linea con le dotazioni dei grandi club europei, è prevista una capienza di circa 40 mila spettatori, con standard tecnologici e funzionali conformi a quelli attesi dalla UEFA per le competizioni internazionali. Per le attività connesse si tratta di interventi funzionali al raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’iniziativa (strutture da destinare ad attività commerciali e turistico-ricettive), con l’inserimento di spazi conferenze e museali connessi all’attività sportiva, che concorrono, tra l’altro, alla valorizzazione del territorio in termini sociali, occupazionali ed economici.

Lo studio di fattibilità si sviluppa sull’area indicata dall’Amministrazione Comunale nei suoi strumenti di pianificazione del territorio, come necessariamente estesa per renderla compatibile con lo stadio, gli interventi strettamente funzionali alla fruibilità dell’impianto e al raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’iniziativa, oltre alle connesse opere di urbanizzazione necessarie all’insediamento, ivi comprese quelle a servizio della Città. ACF Fiorentina manifesta comunque fin d’ora la propria disponibilità a presentare un nuovo studio di fattibilità qualora il Comune dovesse individuare un’area diversa da quella attualmente ipotizzata, purché idonea al raggiungimento degli obiettivi del progetto. A giudizio di A.C.F. Fiorentina, con la realizzazione del progetto descritto nello studio di fattibilità, la squadra della Città avrebbe a disposizione – in concessione – uno stadio moderno e funzionale, così come ne dispongono nell’ambito dell’Unione Europea le principali squadre che partecipano alle competizioni internazionali e la Città di Firenze, oltre alla dotazione di uno stadio che verrebbe realizzato senza alcun contributo pubblico, verrebbe a disporre di ulteriori risorse commerciali e turistico ricettive che potrebbero favorire l’allungamento della permanenza media in Città di coloro vengono a visitarne il patrimonio artistico e culturale.

(Immagine di repertorio tratta da precedenti progetti)
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 00:07
TWITTER, Nardella sulla proposta ACF: “Bella notizia per tutta Firenze. Fiducioso”

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella accoglie con felicità la proposta presentata della Fiorentina presentata in data odierna e riguardante il progetto del nuovo stadio. Questo il tweet pubblicato dal primo cittadino:

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F07%2FTweet-Nardella.jpg%3F6f9504&hash=29ba146f83040cc41722a3638e80300d)

ALE.CRO.
Twitter: @AlessioCrociani
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 00:08
TWITTER, Assessore allo sport comune di Firenze: “Pronti a fare la nostra parte”

Dopo le parole del sindaco Nardella, arrivano altre reazioni positive alla proposta di ACF sul nuovo stadio presentata oggi in comune. L’assessore allo sport Andrea Vannucci è pronto a fare la sua parte:

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F07%2FTweet-assessore-sport.jpg%3F6f9504&hash=8d23966bef435634ebc6ace03bbd9d7f)

STE.RO.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 00:09
Guerini: “Nuovo stadio? Parliamo con i fatti”

Intervenuto nel corso della trasmissione Salotto Viola (in onda su Platinum Calcio), il club manager viola Vincenzo Guerini ha parlato del nuovo stadio, del mercato e del mondo Fiorentina a 360°: “La proposta per il nuovo stadio? Poche parole, in società facciamo parliamo con i fatti concreti. Se i Della Valle presentano una proposta come questa significa che l’interesse per il progetto è reale e forte. Ora sta al comune fare la prossima mossa per dare uno stadio degno di questa città ai tifosi viola".
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 19:05
Nardella: “Siamo già al lavoro per studiare il piano della Fiorentina”

“Da oggi gli uffici del comune sono già al lavoro per studiare nel dettaglio la proposta presentata dalla Fiorentina”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella sullo studio di fattibilità del nuovo stadio di Firenze, alla periferia nord della città, presentato dal club viola. “Dovremo fare presto e bene. Un’opera come lo stadio – ha aggiunto – rappresenta un’occasione di crescita di tutta la città e anche di sviluppo economico e di occupazione”.

Ansa
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 19:48
Stadio nuovo, ecco le alternative possibili su dove realizzarlo

Il Corriere Fiorentino parla delle alternative possibili per la costruzione del nuovo stadio:
Per la prima volta nero su bianco. Più importante anche della conferenza stampa del 2008, quando i Della Valle presentarono solo il rendering della Nuvola, rimasta poi soltanto tale. Fu allora che Firenze e i tifosi della Fiorentina iniziarono a sognare un nuovo stadio, moderno, funzionale, in grado di aumentare la forza economica (e non solo) della società. E ieri, intorno alle 21, ecco il comunicato ufficiale del club, un lungo scritto (imbottito di tecnicismi) che apre ufficialmente il secondo tempo di questa lunga partita, con la speranza di arrivare il prima possibile al traguardo. Tecnicismi dietro cui si nasconde una partita ben più ampia, visto che la società viola «manifesta fin d’ora la propria disponibilità a presentare un nuovo studio di fattibilità qualora il Comune dovesse individuare un’area diversa» dalla Mercafir (area pubblica) ipotizzata negli scorsi mesi e già individuata da Palazzo Vecchio fin dai tempi di Renzi.
In sostanza, i Della Valle confermano la possibilità di incentrare il progetto su un’area pubblica come quella dell’ex mercato ortofrutticolo, confermando però la volontà di ampliare «l’area commerciale e turistico-ricettiva». Dove? Due sono le alternative possibili al momento: l’area di Castello e i terreni dell’ex Oleificio Nucci. Entrambe però sono di proprietà privata e quindi necessiterebbero di un ulteriore forte impegno economico da parte della Fiorentina. Per quanto riguarda Castello, di proprietà della Unipol e che già nel 2008 era stata individuata dai Della Valle e dall’allora sindaco Domenici per la realizzazione della Cittadella dello Sport, da mesi sono in corso trattative tra i Della Valle e il colosso assicurativo. Altrettanto, nelle ultime settimane, sta avvenendo per i terreni adiacenti al mercato ortofrutticolo di proprietà della famiglia Nucci, anche se la cifra richiesta sarebbe lontana dall’offerta dei patron viola. Su entrambe le aree «aggiuntive», i Della Valle vorrebbero realizzare un outlet di grandi marchi (come previsto anche nel progetto originale del 2008), che potrebbe contare anche sul raddoppio dei passeggeri in arrivo dall’aeroporto che passerà, secondo le previsioni, da due a quattro milioni di passeggeri l’anno (…).

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/15/14, 19:58
Il sindaco Nardella: “Lo stadio sorgerà alla Mercafir”

Ai microfoni di Radio Blu è intervenuto Dario Nardella, sindaco di Firenze: “Il comunicato della Fiorentina è un fatto molto importante, lo è ancora di più la lettera che ho ricevuto dalla Fiorentina assieme al progetto. E’ il primo passo concreto verso un progetto straordinario che i tifosi aspettavano da molto tempo. L’area individuata è quella di Mercafir. Con la formalizzazione della proposta, la Fiorentina intende realizzare con finanziamenti propri il nuovo stadio. E’ un atto di fiducia anche verso la città che penso debba apprezzare. Da oggi ho detto agli uffici del comune di mettersi al lavoro per analizzare il progetto. Andranno valutati tutti gli aspetti della proposta e capire quali siano le fattibilità (tecnica e finanziaria) anche in base alla nuova norma sugli stadi che velocizza le procedure burocratiche.

La proposta della Fiorentina è chiara ma aperta anche a soluzioni alternative. C’è la disponibilità ad utilizzare l’area Mercafir, si parte da lì. La Fiorentina ha comunque dato una disponibilità ampia. Eventuali ostacoli andranno valutati. Tutte le alternative sono comunque subordinate alla realizzazione del progetto nell’area Mercafir.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/16/14, 23:11
Nuovo stadio, i 32 ettari della Mercafir sono già stretti

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F07%2FNardella-700x393.jpg%3F6f9504&hash=f49c06a172e68f62e3be57b63168a01e)

Rebus cittadella. Assieme allo studio di fattibilità la Fiorentina consegna anche il piano economico-finanziario che, oltre allo stadio, sviluppa sui 32 ettari della Mercafir anche la cittadella. Cioè la ‘macchina’ produci-reddito su cui i Della Valle contano per rientrare dell’investimento totale. Stimato da qualche osservatore in quasi 200 milioni di euro. Cosa prevede la macchina da reddito? Grazie alla riorganizzazione e alla vendita all’ingrosso circoscritta nella parte nord, già la giunta Renzi aveva ricavato 32 ettari.

Di questi però solo 7,5 ettari, cioè 75mila metri quadrati, saranno occupati dallo stadio. Il resto è stabilito dal Piano strutturale già in vigore: 18mila metri saranno destinati a spazi commerciali, a negozi. Aggiuntivi, probabilmente, ai bar ai ristoranti e agli sky box che verranno realizzati all’interno dello stadio. Per la ricezione turistica, cioè per l’albergo, sono stati previsti invece 4mila metri quadrati. Il resto riservato ad uffici. Non solo. Nonostante la vicinanza con l’aeroporto e la futura linea 2 (attraverserà viale Guidoni), le coordinate del Piano strutturale prevedono una nuova piazza e anche un parcheggio da 3.700 posti auto all’angolo tra il tracciato
ferroviario per l’Osmannoro e via dell’Olmatello. Ma è proprio il ‘puzzle’ il problema.

La Mercafir va comunque stretta per una Fiorentina proiettata verso i grandi investimenti: «Nell’area Mercafir tutto quello che volevamo fare noi non c’entra», ebbe a dire già alla fine dello scorso anno il presidente operativo Mario Cognigni. E proprio la convinzione che la Mercafir sia insufficiente spinge i Della Valle a non considerare chiusa la partita: «Acf Fiorentina manifesta comunque fin d’ora la propria disponibilità a presentare un nuovo studio di fattibilità qualora il Comune dovesse individuare un’area diversa da quella attualmente ipotizzata». Un modo per porre il problema. E per avvertire Palazzo Vecchio che la ricerca di aree extra non è finita. Puntare su Castello?
 
Potrebbe essere in teoria una soluzione per ‘allargare’ la Mercafir: ma la proprietà dell’area è ancora oggi nelle mani di Unipol-Sai e non è chiaro cosa ne sarà del progetto Castello e della stessa proprietà dei terreni ormai edificabili. E se anche i Della Valle finissero per acquistare qualche appezzamento da Unipol, si dovrebbe comunque ridisegnare daccapo il progetto Castello. Ci sono però ancora terreni ‘liberi’ nelle immediate della Mercafir. Quelli per esempio a nord, lungo il viale Guidoni, davanti in pratica al Palazzo di giustizia. Terreni sui quali i patron viola, a quanto si dice, avrebbero già messo gli occhi, anche se alla fine è mancata l’intesa economica tra privati. O quelle invece a sud, lungo il viale XI Agosto. Ma si tratta comunque di ipotesi per il momento. L’unico punto fermo è adesso il documento consegnato dalla Fiorentina al Comune. Cosa ci ha messo entro la società viola?
 
Il documento depositato non è un documento pubblico. E come tale non è consultabile. Lo diventerà entro il 14 ottobre, quando (e se) Palazzo Vecchio lo dichiarerà di «pubblico interesse». Solo in quel momento studio di fattibilità e piano economico-finanziario diventeranno pubblici. E in quello stesso momento scatterà l’obbligo per il privato di presentare non uno studio ma un progetto definitivo. Che sarà poi esaminato e messo a gara entro i 120 giorni successivi al momento
della presentazione. In base alle indicazioni del Piano strutturale, le future edificazioni dentro alla Mercafir (per un massimo di 30mila metri quadrati) non potranno svilupparsi in altezza a piacere. Anche perché l’area della Mercafir e il futuro stadio si trovano in linea con la futura pista parallela all’autostrada, prevista dal Pit oggi in votazione in Regione. Una pista ‘monodirezionale’, si assicura. Ma che non può porre comunque ostacoli troppo alti, per ragioni di sicurezza, sul possibile cono di decollo e atterraggio degli aerei.

la Repubblica
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/17/14, 00:11
Ass. Sport: “Parte nord di Firenze importante per posti di lavoro e investimenti”

Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze, ha parlato a Radio Blu: “Vedere che la Fiorentina investe sul territorio è un motivo di soddisfazione. C’è un legame viscerale tra la Fiorentina, Firenze e i suoi tifosi. Una delle sfide che la città dovrà portare avanti sarà l’area di Novoli. E lì che si decide una fetta importante per Firenze, in termini di posti di lavoro e investimenti. Il Comune conosce l’importanza della partita del nuovo stadio. I rinnovi di Gonzalo e Borja? Viene confermato il rapporto viscerale tra la squadra e la città. E’ un altro elemento d’orgoglio che testimonia l’importanza di Firenze”.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/17/14, 00:17
Nuovo stadio, via alla prima pietra nel settembre 2015

Nuovo stadio, già entro un anno potrebbe essere posata la prima pietra alla Mercafir. Entro il settembre 2015, grazie alle procedure accelerate della legge sugli stadi che porta la firma di due fiorentini, quella di Filippo Fossati e dello stesso sindaco Dario Nardella. Il giorno dopo il deposito dello studio di fattibilità del resto, Palazzo Vecchio avvia già la procedura di ‘project-financing’. Perché le carte consegnate dalla Fiorentina sono la molla che mette in movimento tutto.

«Da oggi gli uffici sono già al lavoro per studiare nel dettaglio la proposta della Fiorentina», annuncia il sindaco Dario Nardella. Ovvero, procedura scattata. E a partire da ieri, 14 luglio, il Comune ha 90 giorni di tempo per dichiarare formalmente se lo studio di fattibilità presentato dai Della Valle è o no di «pubblico interesse». Spiegando perché non si considera una priorità il recupero dello stadio già esistente, come invece le norme suggeriscono. E se a metà ottobre la risposta sarà positiva, ci penserà la legge sugli stadi Fossati-Nardella, approvata con la legge di stabilità dello scorso dicembre, a dettare il calendario grazie alle ‘conferenze dei servizi’. E’ la stessa legge che impone procedure sprint di soli 210 giorni, anziché 400-450, per arrivare alla gara del ‘project’.

Ed è realistico pensare che, salvo imprevisti sempre in agguato, entro l’estate 2015 il progetto del nuovo stadio potrà essere aggiudicato. Mentre nel settembre successivo potrebbero aprirsi i primi cantieri dello stadio e della cittadella all’interno dell’area che un tempo ospitava il mercato ortofrutticolo. Perché la strana procedura del ‘project’ è fatta così: c’è un privato promotore che fa la prima mossa e presenta il progetto. Ma poi , se il progetto piace al Comune, va fatta comunque una gara pubblica.
Alla quale possono in teoria partecipare altri privati (il promotore conserva comunque il diritto di prelazione sulla migliore offerta). Anche se in questo caso, con la Fiorentina nei panni di promotrice e con la concessione d’uso dello stadio Franchi che già possiede, è difficile pensare che altri privati si facciano avanti. «Dovremo fare presto e bene, la proposta della Fiorentina è una gran bella notizia, un’opera come lo stadio rappresenta un’occasione di crescita di tutta la città e anche di sviluppo economico e di occupazione», sostiene il sindaco Nardella.

Senza spingersi comunque ai 1.200 posti di lavoro che il suo predecessore aveva indicato nell’intera area Mercafir, tra la parte sud dedicata allo stadio e alla cittadella e la parte nord destinata ancora alle attività mercatali. «E sono felice del fatto che la norma sugli stadi approvata alla Camera alla quale ho lavorato da parlamentare sia utilizzata nella proposta della Fiorentina. Una norma che accorcia i tempi complessivi di circa un terzo. Fare bene e presto: questo è il compito che affido agli uffici comunali.
Lo stadio è una opportunità per la città», ripete il sindaco anche il giorno dopo la consegna della proposta.

la Repubblica
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/17/14, 23:53
Nardella sul nuovo stadio: “Da tifoso non posso che essere contento”

A margine della presentazione del nuovo libro di Oliviero Beha “Un cuore in fuga” dedicato a Gino Bartali il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato così ai microfoni di Repubblica.it sulla situazione relativa alla realizzazione del nuovo stadio alla Mercafir: “La valutazione sullo studio di fattibilità non compete al sindaco ma agli uffici che, grazie alle nuove norme, dovranno fare più veloce, e questa è una bella risposta alla necessità di semplificare la burocrazia. Da tifoso non posso che essere contento che Firenze avrà uno stadio, da sindaco sono entusiasta perché lo stadio significa sviluppo, significa lavoro, non è soltanto una risposta ai tifosi. La parte tecnica compete agli uffici alla quale ho già detto di mettersi al lavoro per valutare il progetto di fattibilità e il piano economico-finanziario. Incontri con i Della Valle? Per ora non ci sono date”.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/14, 19:34
Nardella: “Lo stadio nuovo vale sei Borja Valero”

Queste le parole del Sindaco di Firenze Dario Nardella sul progetto del nuovo stadio, presente a Moena per assistere all’amichevole di Fiorentina-Kalloni. Qui le parole del Sindaco durante l’intervallo della gara:

“I tempi? Piacerebbe anche a me realizzarlo in 2 mesi e non 14 mesi. Per la nuova norma della legge che abbiamo proposto ci vorranno 90 giorni, per regolare l’approvazione del progetto preliminare e altri 120 giorni per il progetto definitivo. Lo stadio nuovo è un’opportunità e mi giocherò tutta la credibilità che ho. Ci teniamo noi tutti e Firenze. Siamo i primi a sapere che le leggi devono esser applicate con gran rigore. Non dobbiamo stare troppo dietro alla data. Vogliamo esser tranquilli che quando il cantiere aprirà, ci sarà una data sicura. Adesso abbiamo il progetto definitivo. Lo stadio nuovo vale sei Borja Valero. Ad oggi quello che sta su tavolo è l’area Mercafir e cosi come c’è scritto su progetto urbanistico è l’area predefinita. Non si faranno case intorno, gli stadi non si fanno per fare altre cose intorno. Questo è il modello Firenze, il modello Fiorentina. Il conto alla rovescia è già iniziato, gli uffici stanno già studiando soluzioni sul piano economico. Adesso è il momento di lavorare. esamineremo la proposta e approfondiremo lo studio. Oggi mi sono sentito con Andrea Della Valle e aveva lo stesso entusiasmo che ho io. Sicuramente ci sentiremo nel futuro prossimo. Lo stadio nuovo è un progetto che porta 4000 posti di lavoro. La Fiorentina come sempre ha fatto, fa le cose per bene, e lo dimostra il fatto di voler costruire un nuovo stadio e ri-ammodernare quello vecchio. Lo stadio vecchio rimarrà un luogo idoneo per lo sport ed eventi pubblici come il concerto di Ligabue che è avvenuto nei giorni scorsi.
Title: Re: La Fiorentina presenta la sua proposta per il nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/21/14, 23:35
Nuovo stadio, Nardella: “Investimento da 250 milioni”

“L’opportunità del nuovo stadio della Fiorentina è opportunità di sviluppo economico e di lavoro: un investimento da 250 milioni di euro che garantirà 3.000 nuovi posti di lavoro”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, illustrando le Linee Programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare in corso di mandato “Il percorso per arrivare al sì definitivo non lo posso dare: noi non prendiamo in giro nessuno. Bene ha fatto Andrea Della Valle a non dare date, le uniche che posso dare sono i 210 giorni che servono per chiudere la procedura burocratica se non ci saranno intoppi. Il nuovo stadio – ha concluso – consentirà di dare una risposta conclusiva allo sviluppo di tutta quell’area (Mercafir-Novoli, ndr)”. A riportare la notizia è ilsitodifirenze.it.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/18/14, 21:19
Ass. Sport: “Il RUP è stato nominato, l’iter per il nuovo stadio va avanti”

Intervenuto ieri ai microfoni di Radio Blu, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci si è espresso così: “Avevo già avuto modo di vedere i miglioramenti fatti al Franchi, gli investimenti stanno dando i suoi frutti e lo stadio è più bello. Le novità nel parterre di maratona sono importanti, in particolare i posti per i disabili. Continua poi l’abbattimento delle barriere e l’ospitalità della struttura.

Per quanto riguarda il nuovo stadio invece l’iter sta andando avanti, martedì è stato nominato il RUP (Responsabile Unico del Procedimento), l’ingegner Parenti. Il Comune sta facendo tutti i passi necessari per dare una risposta alla Fiorentina nei tempi stabiliti dalla legge Nardella.”
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/18/14, 23:41
Bieber: “La Fiorentina vuol fare qualcosa di importante alla Mercafir”

Il Presidende della Commissione Urbanistica del Comune di Firenze, Leonardo Bieber, ha parlato ai microfoni di Calciomercato.com sulle ultime notizie relative alla costruzione del nuovo stadio nell’area Mercafir: “C’è una volonta’ del comune ma anche della Fiorentina di lavorare concretamente sul progetto per la realizzazione di un nuovo stadio. La cosa importante è che la Fiorentina dal 2008 abbia portato materialmente un progetto e fatto delle osservazioni a quello che è il regolamento urbanistico. Ne parleremo nei prossimi mesi per conoscere l’incartamento. Al di là degli aspetti burocratici, è fondamentale la volontà del club gigliato di realizzare qualcosa di importante nell’area Mercafir”.

Sugli ettari che la Fiorentina chiede per la realizzazione del nuovo stadio e le attività connesse, Bibier non si sbilancia: “Non posso che confermare le parole di Dario Nardella, ovvero che si lavora sullo spazio già da tempo deciso dal Comune di Firenze – 35 ettari n.d.r. – anche perché io non ho ancora visto i documenti in merito al progetto presentato dal club viola, per cui darei informazioni sbagliate se dicessi una cosa diversa da quanto già annunciato dal sindaco. Ricordo che è già avvenuto un percorso, attraverso un passaggio nel consiglio comunale della città, di designazione di solo parte dell’area Mercafir utilizzabile per la costruzione del nuovo stadio, ed un’altra volta alla riorganizzazione dell’area mercatale. Se ci saranno poi osservazioni o novità in merito, avremmo occasione per riparlarne”.

REDAZIONE
Twitter: @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/20/14, 19:09
Nuovo Stadio: a breve verrà valutata la proposta di ACF Fiorentina

Avanti con la valutazione della proposta di ACF Fiorentina per il nuovo stadio. È stata indetta oggi dal Comune di Firenze la Conferenza dei servizi preliminare per la valutazione del pubblico interesse della proposta. È stato inoltre costituito un gruppo tecnico di lavoro per la verifica degli aspetti giuridici ed economico-finanziari.

La proposta di ACF Fiorentina, con il relativo studio di fattibilità, è stata presentata al Comune il 14 luglio scorso. Lo studio di fattibilità, come precisato da ACF Fiorentina nella proposta stessa, vale come progetto preliminare ed è costituito da Relazione illustrativa, relazione tecnica e Piano economico e finanziario.
Tale studio di fattibilità interessa oltre al Comparto Sud, in cui il Regolamento urbanistico e il Piano regolatore generale prevedono la realizzazione di impianti sportivi e strutture annesse da destinare ad uso commerciale, terziario, turistico ricettivo, anche il Comparto Nord, in cui è prevista la realizzazione del nuovo Centro alimentare polivalente.
ACF Fiorentina ha dato comunque la propria disponibilità a modificare lo studio di fattibilità, valutando anche differenti soluzioni.
Il Comune di Firenze, già dal mese di luglio, ha avviato un confronto con i proprietari e i concessionari dei terreni interessati dall’intervento e delle aree limitrofe per individuare le problematiche legate alla proposta presentata, e le previsioni o sviluppi dei progetti in corso degli altri soggetti.
Lo studio di fattibilità, presentato da ACF Fiorentina sulla base della legge 147 del 27 dicembre 2013, non può prevedere altri tipi di intervento se non quelli strettamente funzionali alla fruibilità dell’impianto e al raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’iniziativa, in modo da concorrere alla valorizzazione del territorio in termini sociali, occupazionali ed economici e comunque escludendo la possibilità di realizzare nuovi complessi di edilizia residenziale.
La variante al Prg approvata dal Comune di Firenze a novembre 2012 per l’Area di trasformazione Centro alimentare polivalente individua due comparti: Comparto Sud e Comparto Nord. Il comparto Sud è destinato a zona pubblica sportiva e servizi ad essa connessi: tali servizi, nel rispetto delle nome allora in vigore, sono stati dimensionati sulla base della massima superficie allora utilizzabile, non potendo tra l’altro la variante occuparsi di analisi economica.
Per il raggiungimento dell’equilibrio economico finanziario, la proposta presentata da ACF prevede l’utilizzo sia del Comparto Sud che del Comparto Nord, ipotizzando una superficie di vendita per attività commerciali di 50mila mq e una superficie utile lorda per il turistico-ricettivo pari a 10mila mq. La proposta prevede anche la realizzazione di aree parcheggi per 136mila metri quadrati.

http://press.comune.fi.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/21/14, 17:38
Giani: “Il progetto della Fiorentina per il nuovo stadio va accettato”

Eugenio Giani, consigliere regionale e delegato CONI provinciale, ha postato su Facebook un messaggio sul progetto del nuovo stadio presentato dalla Fiorentina per l’area Mercafir: “Il progetto della Fiorentina per l’area Mercafir a Novoli e’ stato presentato e motivato nell’impostazione. Emerge una proposta più ampia nella superficie che si pensava, ma ben equilibrata fra spazi sportivi, servizi, turismo e commercio. A mio giudizio va accettata, calibrando gli aspetti tecnici, ma cogliendo una opportunità importante per Firenze. Spero non inizi la stagione della polemica, delle battute, degli integralismi contrari a ogni infrastruttura che trasforma e innova. E’ un passo importante per la Firenze che innova si trasforma che può avere lo stadio in una zona urbanisticamente più adatta, vicino all’aereoporto, alla ferrovia, all’autostrada. Andiamo avanti!!!”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/21/14, 18:20
Nuovo stadio, ritorno alla Cittadella

La Fiorentina presenta il progetto per il nuovo stadio e la Cittadella viola alla Mercafir e rilancia. Non vuole intervenire più solo sui 32 ettari previsti ma anche in tutti gli altri 18 ettari dove dovevano trasferirsi le 60 attività presenti nel mercato ortofrutticolo. Una controproposta che, secondo la Fiorentina, è l’unica che rende economicamente sostenibile l’investimento di oltre 250 milioni di euro per lo stadio da 40 mila posti e tutte le attività collegate. La società vuole 50 mila metri quadri di esercizi commerciali, due e volte e mezzo quanto previsto nel piano approvato nel 2012 dall’allora amministrazione Renzi, che annunciò la prima pietra entro il 31 dicembre dello stesso anno. Quasi due anni dopo, però, la comunicazione ufficiale che arriva da Palazzo Vecchio — dopo l’ultimo incontro venerdì tra Fiorentina e il Comune — è la conferma che ora si gioca con le carte sul tavolo. La società dei Della Valle ha presentato un progetto preliminare sul quale si apre un confronto: complesso, ma possibile.


La Fiorentina propone di usare tutta l’area Mercafir (50 ettari), non solo i 32 previsti, spostando lo stadio dalla zona Sud (quella prevista nel piano approvato in Comune) a Nord (dove doveva trasferirsi il mercato); chiede di passare da 18 mila circa metri quadri di superficie commerciale (sempre previsti nel piano) a 50 mila e di scendere da 12 mila a 10 mila di ricettivo-direzionale. Nessuna residenza, perché per l’operazione la società viola si avvarrà delle facilitazioni previste dalla «legge stadi», la 147 del 2013, meglio conosciuto come «emendamento Nardella».
È tecnicamente possibile anche intervenire sugli attuali limiti. Che lo sia giuridicamente e economicamente, lo sapremo tra un mese: entro fine ottobre si concluderà la Conferenza dei servizi dove tutti i soggetti interessati affronteranno il progetto. Se il 22 settembre l’Enac approverà il Masterplan per la nuova pista, ci sarà da tenere conto anche dei nuovi vincoli aeroportuali, capire se i «conti», la struttura di finanza di progetto, fatta dalla Fiorentina sono corretti e infine, affrontare il problema Mercafir. O meglio le 60 aziende che danno lavoro a oltre mille dipendenti e che dovrebbero spostarsi.


Certo, in una operazione da 250 milioni di euro, ci sono oneri di urbanizzazione, possibilità di erogazioni al Comune, soluzioni alternative. Una è sicuramente a Castello, dove Unipol ancora non ha deciso se e quando ripartire con il vecchio piano Fondiaria. Al Comune, che ha nei mesi scorsi parlato con tutti i soggetti coinvolti o interessati ad una trasformazione dell’aria, spetta ora la verifica dei documenti presentati. E poi, partirà il confronto: «La Fiorentina ha dato comunque la propria disponibilità a modificare lo studio di fattibilità, valutando anche differenti soluzioni» fanno sapere da Palazzo Vecchio. La partita è aperta ma occorre allargare il gioco (e gli spazi).

Marzio Fatucchi – Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/22/14, 22:43
Nardella pronto a spostare la Mercafir per far posto al progetto viola

Stadio alla Mercafir, Palazzo Vecchio non si mette di traverso. Sull’idea di trasferire l’intero mercato ortofrutticolo e di consegnare tutta l’area mercatale alla Fiorentina il no a priori del governo comunale non c’è: “Non si esclude niente, ma è ancora presto per dirlo, per dare una risposta definitiva. Prima va fatta un’analisi economica e poi anche una urbanistica”, dice il sindaco Dario Nardella. Se dunque la Fiorentina chiede di utilizzare l’intera area Mercafir, la parte sud che guarda viale Guidoni dove già il Piano strutturale aveva previsto il nuovo stadio e una piccola cittadella commerciale e anche la parte nord dove lo stesso Piano prevedeva di restringere, Nardella rivela che Palazzo Vecchio ci pensa. Una buona parte dell’attuale mercato ortofrutticolo, si trattasse pure di un piccolo spostamento nei 14 ettari della parte nord, deve essere comunque trasferita: tanto vale spostare tutto in una location completamente nuova, è il ragionamento.

Ma dove? Forse a Castello, dove le carte e le licenze edilizie sono state ereditate dal Gruppo Unipol che ha rilevato Fonsai? O forse nei terreni privati dietro la casa in legno davanti al palazzo di giustizia, dove i privati a quanto pare avanzano richieste economiche esose? “Non lo so e non voglio parlarne adesso”, sbotta il sindaco Nardella durante il sopralluogo di ieri mattina alla scuola Don Milani. “Dobbiamo una risposta alla Fiorentina entro 60 giorni e la prima cosa da fare adesso è capire se il piano che ci hanno presentato ha un equilibrio economico”, aggiunge. Capire cioè se i 50 mila metri quadrati di attività commerciali e 10 mila di turistico-ricettivo (alberghi) siano o no, dal punto di vista finanziario, un adeguato contrappeso all’investimento sostenuto per lo stadio: “Non deve essere sul profitto e non deve essere sbilanciato sulla perdita, ma dobbiamo capirlo. Solo dopo affronteremo il capitolo della fattibilità del progetto”, dice Nardella.

Ma con il ‘filotto’ di centri commerciali che potrebbe nascere tra Mercafir, Castello e i Gigli che già esistono, cioè in un paio di chilometri in linea d’aria, come la mettiamo? Perché se alla Mercafir andranno 60 mila metri quadrati sui terreni di Castello ne sono già previsti 44 mila: “Sono tutti aspetti che dovremo approfondire in queste settimane”, dice solo il sindaco. Convinto fermamente di un punto: “L’operazione stadio è un obiettivo strategico per questa città, perché alla fine potrà garantire tra i 2 e i 3 mila posti di lavoro. Non uno scherzo”, sostiene Nardella. E per questo, in vista della scadenza dei 60 giorni, quando Palazzo Vecchio dovrà dire sì o no (oppure anche ‘sì ma…’) alla Fiorentina, il sindaco annuncia già di voler incontrare tutti i soggetti interessati all’operazione nel corso delle prossime settimane.

“Voglio incontrare tutti i privati, i Della Valle e i vertici della Mercafir, ovviamente anche la Unipol, che ha la proprietà dei terreni di Castello. E pure l’aeroporto che insiste sulla stessa area”, annuncia. Pensando già che l’operazione stadio non si possa portare in fondo se non componendo, una volta per tutte, l’intero tassello nordovest della città. Perché è chiaro che due centri commerciali a così poca distanza, alla Mercafir e a Castello, oltretutto di dimensioni equivalenti, finirebbero per guerreggiare tra loro. Mettendo a rischio anche i rispettivi piani finanziari. E’ per questo che Nardella vuole incontrare tutti. Ormai convinto che lo stadio alla Mercafir sarà realizzabile solo a condizione di poter ridisegnare, almeno in parte, il progetto urbanistico di Castello. Che però si potrà fare solo in via consensuale, trovando cioè un accordo con la Compagnia d’assicurazioni, perché quel progetto è ormai maturo al punto che i privati potrebbero già ritirare i permessi a costruire dagli uffici dell’edilizia.

Il sindaco Nardella è pronto a comporre l’intero quadro. E anche forse a spostare il mercato ortofrutticolo. Solo un punto deve restare fermo, afferma con determinazione: “Non deve esserci alcun problema sotto il profilo occupazionale, qualunque sia la soluzione che possa essere trovata per la Mercafir”, ha detto ieri mattina, al termine del sopralluogo dei danni causati dalla tromba d’aria di venerdì.

(La Repubblica)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/22/14, 23:45
TWITTER Giani: “Progetto Mercafir è occasioni per Firenze, andiamo avanti”

Così Eugenio Giani, Consigliere regionale della Toscana e delegato CONI Firenze, si è espresso su twitter a proposito della questione nuovo stadio alla Mercafir:

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2FGiani-tweet.jpg%3Fe37fc6&hash=37befab3120e40cc3cf28185e93a57e1)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/22/14, 23:47
Mercafir, Nardella: “In tempi brevi daremo una risposta alla Fiorentina”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lady Radio per parlare del progetto nuovo stadio alla Mercafir: “Di questo progetto parleremo anche oggi in consiglio comunale e in tempi brevi daremo una risposta alla Fiorentina. Dobbiamo verificare l’equilibrio economico-finanziario della loro proposta che prevede anche la realizzazione di spazi adibiti a scopo commerciale. La società viola vorrebbe tutta l’area Mercafir, sia quella nord che quella sud, ma ancora è presto per capire se questa cosa complicherà i piani per la realizzazione del nuovo impianto. Sia nel primo progetto che in quest’ultimo dovrebbe comunque avvenire la completa demolizione della Mercafir. Il comune deve valutare se c’è equilibrio nello studio di fattibilità del nuovo stadio. Dovremo poi valutare se il mercato potrà essere ricostruito nell’area a prescindere dal fatto che la Fiorentina voglia l’intero spazio Mercafir. I tempi? Lo stadio è tra le priorità del mio programma anche perchè il progetto porterebbe circa 3000 nuovi posti di lavoro. La novità rispetto al passato è che in questo momento abbiamo un progetto nero su bianco oltre ad una nuova legge che soltanto 2 anni fa non esisteva e siamo i primi in Italia ad utilizzarla. Abbiamo già fatto tre passi importanti in questi mesi: il primo è stato la variante urbanistica, il secondo la norma passata in parlamento e il terzo è lo studio di fattibilità. Speriamo che il piano economico finanziario della Fiorentina rispetti tutti i parametri, a quel punto i tempi potrebbero essere più brevi di quello che si potrebbe pensare”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 00:03
FOTO: La bozza di progetto per la Mercafir

Attraverso il proprio profilo facebook, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha pubblicato la foto della bozza del progetto per l’area Mercafir accompagnato da queste parole: “Siamo a un punto concreto sul nuovo stadio. Il 27 ottobre si insedierà la Conferenza dei servizi che dovrà valutare la proposta presentata da ACF Fiorentina. Saremo scrupolosi e attenti nel considerare tutti gli aspetti. Siamo consapevoli della complessità di questo lavoro e di questo progetto, ma siamo pronti a cominciare una strada che ha un orizzonte chiaro. Il nuovo stadio non è solo una risposta ai tifosi, è prima di tutto un’opera per la città che consentirà di creare più di 3mila posti di lavoro. Non tutte le città hanno un’opportunità del genere.”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2FMercafir-progetto-e1411405938975.jpg%3Fe37fc6&hash=0a49066b1c6c07b4336c5fd1a774b7be)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 00:38
Nardella: “Fiorentina disposta ad investire 305 milioni di euro”

Oggi, in Palazzo Vecchio, il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, è intervenuto in Consiglio Comunale riguardo lo studio di fattibilità presentato dalla ACF Fiorentina per la costruzione del nuovo stadio e le relative opere connesse per la sostenibilità economico-finanziaria del progetto. Di seguito le dichiarazioni più interessanti del Sindaco tratte da ilsitodifirenze.it:

“Mi pare doveroso illustrare in Consiglio Comunale in forma sintetica la proposta che la Fiorentina ci ha presentato lo scorso 14/7 in merito al nuovo stadio di Firenze. In queste ore è partita la lettera di indizione della conferenza dei servizi che avrà la prima riunione il 27 ottobre, nel rispetto dei tempi previsti dalla legge. Per la prima vola siamo davanti ad un passaggio formale per il nuovo stadio. La proposta rappresenta il primo caso in Italia in riferimento al comma 304 della legge finanziaria (legge Nardella, ndr). Lo studio di fattibilità, secondo la stessa legge, può prevedere la realizzazione di complessi di edilizia a compensazione della sostenibilità economico-finanziaria del progetto, ad esclusione dell’edilizia residenziale con un procedimento più snello e veloce. Il piano di fattibilità vale come progetto preliminare, dunque si tratta di una norma precisa che ci consegna un quadro chiaro sul quale lavorare. La costruzione di un nuovo stadio interseca la vita pubblica di una città. Sappiamo che ad oggi l’unica fonte di introito per una società di calcio è rappresentata dai diritti televisivi. Penso che l’Italia di debba adeguare alle altre città d’Europa, con impianti moderni e che siano risorsa diretta per i grandi club di calcio che così non vincolano gli introiti ai soli diritti TV. Tornando alla procedura amministrativa che si avvia. La Fiorentina ha richiesto il comparto sud e nord dell’intera area Mercafir, lo studio di fattibilità è stato redatto sulla base dei limiti di legge, non proponendo opere di edilizia residenziale, ma solo opere che lo studio ritene strettamente funzionali alla fruibilità dell’impianto per una superficie commerciale di 50.000 mq e turistico ricettivo di 10.000 ed un parcheggio di 136.000 mq. Lo stadio previsto è di 40.000 spettatori e tutto coperto.

Per quanto riguarda i tempi, in queste settimane gli uffici tecnici del Comune hanno svolto un lavoro preliminare per consentire l’avvio della conferenza dei servizi, dove saranno invitati i soggetti coinvolti: Regione, Provincia, ARPAT. Questo quadro introduce elementi di novità che induce alla variante del Piano Regolatore che prevedeva una variante per l’area Mercafir di 30.500 mq. Il volume di mq della proposta avanzata della Fiorentina è assai più elevato, ma nel 2012 non esisteva alcun progetto per il nuovo stadio. Oggi c’è la Legge sugli Stadi con relativo studio di fattibilità. Il primo compito della conferenza dei servizi è valutare se ci sia squilibrio nel piano economico-finanziario a garanzia dell’interesse pubblico: non deve essere un investimento col quale fare speculazione. La stretta funzionalità rispetto allo stadio. Basta vedere il caso dello Juventus Stadium di Torino. ACF Fiorentina nello studio ha dichiarato un investimento di 305.800.000 € che può garantire migliaia di posti di lavoro.

La nuova Mercafir (mercato ortofrutticolo) sarebbe prevista nel comparto nord dalla variante, e per realizzarla si prevede la demolizione di tutto il vecchio mercato e la ricostruzione. La metà del nuovo mercato prevede che la metà sia destinata ad area produttiva privata. Qualora, e lo sottolineo, la conferenza dei servizi desse una valutazione positiva, si porrà il problema sul dove realizzare la nuova Mercafir. Ma prima va fatta la valutazione sul progetto preliminare della Fiorentina e sarebbe prematuro indicare adesso un’area alternativa dove fare il nuovo mercato. L’ultima riflessione è che abbiamo davanti un’opportunità che non possiamo perdere: Firenze potrebbe dare un messaggio all’Italia. È un’opportunità di lavoro ed economia: le grandi opere pubbliche sono una risposta all’emergenza lavorativa.Non lasciamocela scappare questa opportunità, sono il primo a chiedere il massimo rigore ai miei uffici, ma non trasformiamo la questione in una bieca polemica politica. Spero che alla fine potremo dare inizio ad un’opera della quale Firenze ha bisogno da anni”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 21:43
Stadio Mercafir, studio di fattibilità firmato dall’architetto dello Juventus Stadium

Come riporta La Repubblica, lo schizzo del nuovo stadio uscito ieri (che vede in foto) non è ancora un progetto, ma uno studio di fattibilità. Firmato, ironia della sorte per i tifosi viola, da uno dei progettisti del nuovo Juventus Stadium, l’architetto torinese Alberto Rolla.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2Ffotostadionardella-700x472.jpg%3Fe37fc6&hash=b71468e94870ca4f93bd58cb2f468894)

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 22:12
Pres. Commissione Urbanistica: “Stadio Mercafir, opportunità per tutta Firenze”

“La proposta per il nuovo stadio nell’area Mercafir rappresenta un’opportunità di sviluppo per tutta la città – ha dichiarato il presidente della commissione urbanistica Leonardo Bieber – e costituisce il primo atto formale per dare una “nuova casa” alla società viola. La conferenza di servizi, che partirà alla fine del mese di ottobre, dovrà stabilire la sostenibilità economico-finanziaria complessiva della proposta, avvalendosi anche delle nuove disposizioni nella “legge stadi” (la n. 147/2013), che prevede tutta una serie di semplificazioni a patto che non vengano fatte speculazioni immobiliari ma solo interventi legati alla struttura. Si parla di 305 milioni d’investimento, oltre 3000 posti di lavoro, un nuovo stadio da 40 mila posti ed un progetto complessivo che dovrà garantire un equilibrio urbanistico ed uno sviluppo sostenibile di tutta quanta la zona a partire dal mercato ortofrutticolo che verrà tutelato, anche dal punto di vista occupazionale. Fondamentale – ha concluso il Presidente della Commissione urbanistica Bieber – è che tutto il progetto dell’area Mercafir sia necessariamente legato ad una riflessione sul futuro dell’Artemio Franchi a cui dovrà comunque essere garantito una vocazione culturale, sportiva e ricreativa”. (press.comune.fi.it)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 22:25
Stadio Mercafir: In curva Tramvia, addio alla Fiesole

La faccenda rischia di dividere assai. E potrebbe perfino essere argomento di un referendum cittadino perché, si sa, certe cose possono condizionare il futuro delle generazioni a venire. In gioco c’è l’identità di un intero popolo pallonaro pronto a intraprendere (più o meno carico di nostalgia) un trasloco a dir poco storico. Non più la pianta a «D» (che non fu profeticamente costruita così per i Della Valle, sia chiaro) del Franchi, non più gli inzuppati «gialloni» dei giorni di pioggia a far da contorno ai viola in campo, ma finalmente un tetto per tutti sulla testa, comode sedute, posti assegnati, e un impianto audio da far invidia ai concerti di Bruce Springsteen per «sparare» a tutto volume il fino a qualche anno fa, gracchiante «labaro viola» del buon vecchio Narciso Parigi.
Tutto bello, tutto pulito, tutto 2.0. In una parola tutto nuovo. Compresi i nomi, però. A partire da quello dello stadio (più che un referendum in questo caso decideranno molto prosaicamente gli sponsor) fino ai quattro settori in cui verrà presumibilmente divisa l’arena. Ma come? Ancora non è stata posata la fantomatica prima pietra e già siamo a pensare ai nomi delle curve? Meglio partire in anticipo, viene da rispondere, perché la storica capacità dei fiorentini di mettersi d’accordo potrebbe richiedere di gran lunga più tempo della costruzione dell’intera Cittadella.
Le soluzioni al dilemma potrebbero essere almeno tre: la scelta cardinale, quella delle bandiere, e infine quella geografica. La prima è naturalmente la più semplice e non necessita di particolare fantasia; considerando la presunta disposizione dello stadio la curva dei tifosi viola diventerebbe la Nord, la tribuna d’onore sarebbe la Ovest, quella d’altra parte la Est e infine la curva da dividere con il settore ospiti, la Sud.

Decisamente poco allettante. Meglio allora valutare la seconda opzione: le bandiere. Dall’eterno candidato Antognoni a Batistuta (a cui però dovremmo già intitolare le bandierine), dalla tribuna Robertobaggio, rigorosamente tutto attaccato (ma potrebbe non entrare nella stampa dei biglietti), fino alla curva Socrates, dove i boccali di birra sarebbero d’ordinanza. Le opzioni davvero non mancano, anzi sono talmente tante (perché no ad esempio la lenta, ma precisa, curva Kubik?) da rischiare, più che un referendum, una sfida ad eliminazione. Fisica.
Allora consideriamo la terza via, la riproposizione simmetrico-geografica del modello Franchi. Per esempio la curva Fiesole potrebbe diventare la curva Morellina (per il monte, non per il vino), la Maratona finirebbe per essere la Careggi (in fondo dopo quasi 50 chilometri l’opzione ospedale non è da scartare) e per la curva Ferrovia il passaggio a curva Tramvia (quella di viale Guidoni) sembrerebbe quasi scontato. Sempre che non si voglia a tutti costi salvaguardare la tradizione ed evitare crisi d’identità tra padri e figli. In questo caso non resterebbe che una soluzione: spostare Fiesole nella Piana. Un po’ complicato, ma non impossibile. Basterebbe un po’ di pazienza, come per i Mondiali di ciclismo.

Ernesto Poesio – Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/23/14, 23:05
Nuovo stadio: campo ribassato, 4 metri sotto il livello strada

Come riporta La Nazione il nuovo stadio che hanno in mente i Della Valle avrà come modello quello dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera. Per non salire troppo in altezza e per garantire una migliore accessibilità a tutti i settori, verrà realizzato un catino ribassato, ossia il campo sarà realizzato quattro metri sotto il livello strada. Praticamente chi entra vede il campo giù in basso e si trova già oltre il primo anello.

Nel progetto le due curve avranno 9.300 e 8.500 posti; agli ospiti sarà riservato un settore da 4.000 posti e le due tribune potranno ospitare 9.700 e 8.000 posti, mentre 500 verranno riservati alla tribuna vip e stampa. Ci saranno almeno 56 varchi con 14 tornelli per ogni settore, saranno invece 80 le uscite.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/24/14, 22:00
Progetto Mercafir, ecco i tempi previsti: nuovo stadio pronto nel 2019

Si continua a parlare del progetto «Nuovo stadio e Cittadella viola» sui quotidiani di oggi e spuntano anche le prime ipotesi relative ai tempi di realizzazione. Secondo quanto riporta il Corriere Fiorentino, il taglio del nastro – nei programmi – è previsto per novembre 2018, secondo una tabella che prevede la posa della prima pietra a dicembre 2016 dopo due anni legati alla presentazione del progetto definitivo e delle procedure burocratiche. Bisogna poi considerare che la realizzazione del piano partirà solo con la disponibilità della linea 2 della tramvia (con Cittadella viola prima fermata dopo quella del futuro nuovo aeroporto), oltre alla realizzazione del nuovo svincolo autostradale di Peretola e al potenziamento della viabilità lungo viale XI Agosto e Guidoni e alla fermata «Barco» della linea 4 della ferrovia-tramvia che dalla Leopolda porta verso Empoli e Pisa. Tutte opere di trasporto pubblico fondamentali per non far collassare Novoli, area già satura di traffico.

Tempi simili, con un “ritardo” di circa sei mesi, secondo la ricostruzione de La Nazione. Eccola:
Un anno per la presentazione del progetto definitivo e per la ricerca di investitori stranieri. E siamo già a novembre 2015. Poi il progetto definitivo dovrà essere approvato, e la procedura durerà almeno 6 mesi e da lì partirà la gara d’appalto per l’aggiudicazione, e siamo a dicembre 2016. Per la costruzione serviranno due anni tondi, ma considerando i sette mesi di ritardo per la prima fase che partirà il 27 ottobre, si slitta a metà 2019.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/24/14, 23:14
Arch. Zavanella: “Due anni sono sufficienti per la costruzione di uno stadio”

Radio Blu ha interpellato sull’argomento “nuovo stadio a Firenze” l’architetto Gino Zavanella, già capo progetto dello Juventus Stadium: “Condivido la scelta dell’area Mercafir per la costruzione dello stadio. E’ interessante e urbanisticamente corretta. Lo stadio ha la necessita di avere attorno altre strutture che però non possono stare aperte solo una volta ogni 15 giorni. Queste strutture commerciali devono andare incontro alle esigenze della città e ripondere anche a delle logiche sociali. Uno stadio sicuramente in due anni si può costruire, sono stati anche i tempi per la costruzione dello Juventus Stadium. La legge sugli stadi può dare un’aiuto ma non è quello il motorino per l’inizio dell’iter, lo semplifica e basta. Sarei disponibile nel caso in cui i Della Valle mi contattassero per i lavori”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/24/14, 23:22
Viaggio nel progetto Mercafir: stadio modello Amazzonia

Ecco alcuni stralci degli articoli odierni dei quotidiani sul progetto Mercafir (NB: nella foto lo stadio Manaus in Amazzonia, indicato come modello di costruzione).

La Repubblica:
Prima pietra a dicembre 2016. Stadio e cittadella pronti a fine 2018, in tempo per il brindisi di Natale. Eccola la tabella di marcia viola. I Della Valle puntano a completare l’operazione Mercafir in 51 mesi a partire da oggi, iter burocratico compreso. Quel brindisi, stando alle date prospettate dalla Fiorentina, potrebbe in effetti essere già rischio. O quantomeno essere già di rincorsa: nella tabella consegnata dalla Fiorentina a luglio scorso si prevede che già entro ottobre venga dichiarato l’interesse pubblico del progetto. Circostanza niente affatto semplice visto che solo ieri il faldone è stato spedito a tutti gli enti che siedono alla Conferenza dei servizi che il sindaco Nardella ha convocato il prossimo 27 ottobre. Difficile che in tre giorni arrivi un sì convinto da un tavolo che riunisce una trentina di uffici e enti diversi. (…)

Ci vorranno due anni di cantieri per realizzare un impianto stile Allianz Arena, da 40 mila posti su due anelli, tutto coperto, senza pista di atletica. Costruzione tutt’altro che semplice per cui si prevedono almeno 400 lavoratori al giorno: nelle carte viola si cita il modello costruttivo dello stadio di Manaus in Brasile (il “catino” con copertura), occorrerà scavare parecchio sottoterra, il futuro campo da gioco sarà tra i 6 e gli 8 metri sotto il livello della strada. Anche per i boulevard alberati, gli alberghi e le aree commerciali il progetto firmato dall’architetto patron dello Juventus Stadium Alberto Rolla prevede tecniche costruttive avanzate: materiali sostenibili, riutilizzo delle acque piovane per l’irrigazione, panelli solari.
Missione impossibile o ambizione a portata di mano? Sta di fatto che la Fiorentina ci crede, tanto da arrivare a fare anche i primi, sommari conti di dettaglio: 107 milioni per lo stadio, 124 per l’area commerciale, 18 per gli alberghi. Segno che l’operazione economica si regge se e solo se esistono funzioni in grado di ripagare e sostenere l’investimento da oltre 300 milioni di euro. Ci sono anche altri conti: quelli minimi di concessione dell’area comunale, ovvero i 50 ettari Mercafir, che sono del Comune. La Fiorentina ipotizza di avere una concessione di 90 anni: non a titolo gratuito, si dice. Quel che però la società dei Della Valle non scrive mai è se intende pagare o no per il trasferimento del mercato (salvo solo il terreno Maestrelli, incollato alla Mukki): nodo non banale, visto che nemmeno il Comune vuole pagare.

Il Corriere Fiorentino:
Un aspetto interessante, nella tempistica, riguarda il 2015, anno che la Fiorentina impiegherà per fondare una «New Co», una nuova società che farà da cassaforte per gli incassi del nuovo stadio e dei 50 mila metri quadrati di superficie netta tra outlet di lusso, negozi, ristoranti; oltre agli introiti che saranno garantiti da un hotel di 10 mila metri quadrati. La famiglia Della Valle, inoltre, prevede che, sempre nell’ambito della «New Co», il prossimo anno servirà a cercare investitori (i cinesi si sono già fatti avanti con decisione) che affiancheranno i patron viola in un investimento assai importanti: 305 i milioni di euro previsti.
Interessanti anche i dettagli architettonici del nuovo stadio, che costerà 107 milioni. Sarà un impianto «a catino», che ospiterà 40 mila spettatori suddivisi in due anelli, tutti coperti da una struttura mista acciaio-plexiglass, con tanto di pannelli solari per il risparmio energetico. Il modello preso ad esempio dallo studio Rolla è molto simile allo stadio di Manaus, l’«Arena da Amazonia», dove l’Italia ha battuto l’Inghilterra agli ultimi sfortunati Mondiali. L’impianto sarà costruito in prevalenza con elementi prefabbricati in calcestruzzo e sorgerà in cima ad una collinetta, soluzione che consentirà un accesso e un deflusso più rapidi degli spettatori e che avrà un terreno di gioco a 6-8 metri sotto al piano strada. Nelle 270 pagine inviate dalla Fiorentina al Comune si prevede addirittura il numero di toilette (80 servizi e 160 orinatoi) che gli spettatori potranno raggiungere a una distanza massima di 50 metri.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/25/14, 22:03
Stadio alla Mercafir, Giani: “No agli errori commessi ad Incisa”

“Ci troviamo ad avere una concreta proposta di investire da parte della Fiorentina e quindi della famiglia Della Valle. Hanno fatto uno studio economico-finanziario serio, sicuramente hanno bisogno di una superficie maggiore rispetto a quello che era stato ipotizzato nel regolamento urbanistico. Se questa superficie maggiore sono i capannoni della Mercafir, che furono costruiti negli anni ’60, quando tutti i commercianti al dettaglio andavano lì per comprare all’ingrosso, allora ritengo che sia una cosa fattibile, perché sono capannoni sotto utilizzati”.

Lo ha detto il membro udente del consiglio d’amministrazione viola Eugenio Giani al termine della sfida fra Fiorentina e Sassuolo di ieri sera. “Trasformare l’area della Mercafir da industriale come oggi si propone, ad un’area ricca di servizi commerciale, alberghiero, culturale, con lo stadio, è un investimento commerciale che porterebbe a grandi risorse – ha aggiunto Giani – Poi dal punto di vista urbanistico toglie l’attrazione di traffico in centro città, come accade a Campo di Marte, portando lo stadio dove c’è autostrada, aereoporto e ferrovia. Non vorrei che si ripetesse quanto è accaduto con la Cittadella viola ad Incisa: discussioni,assemblee, l’amministrazione che dice: ‘Si, però io voglio questo…’. La cosa fece innervosire la famiglia Della Valle che dopo due-tre anni non ne parlò più. Se fossi un manager pubblico, in questo caso il sindaco della città, cogliere al volo l’occasione”.

calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/25/14, 22:13
Nardella e la Mercafir: “Metterei la firma per avere lo stadio nel 2018″

Dario Nardella, sindaco di Firenze, è intervenuto stamattina ai microfoni di Radio Toscana per parlare del progetto Mercafir illustrato pochi giorni fa in Consiglio Comunale: “E’ un progetto importante e complesso che finalmente parte. La nuova legge sugli stadi che abbiamo approvato quando ero in Parlamento permette a privati che vogliono realizzare degli stadi di proprietà di adoperare un modello che snellisca la burocrazia e con dei tempi certi. La Fiorentina ha preso in esame l’area Mercafir, che il Comune aveva già individuato per ospitare lo stadio, e prevede un investimento di 305 milioni di euro e la creazione di oltre tremila posti di lavoro. Metterei la firma perché questo avvenisse entro il 2018“.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/25/14, 23:20
Un top architect per realizzare lo stadio alla Mercafir

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2Frolla.jpg%3Fe37fc6&hash=873ab6de4970f7d81d65dbd85bd970f3)
Alberto Rolla, architetto torinese classe 1949, è l’incaricato della Fiorentina per seguire la progettazione del nuovo stadio di Firenze nell’area Mercafir. Ad oggi è stato presentato lo studio di fattibilità – ero lo scorso 14 luglio – ma per il progetto vero e proprio occorre ancora aspettare di capire la metratura che la società viola avrà a disposizione. Per capire meglio chi è colui che dovrebbe realizzare accompagnare la Fiorentina in questo percorso di svolta epocale per la città, Violanews.com vi propone uno speciale in cui traccia il profilo dell’architetto Rolla che già si è occupato di strutture sportive. La formazione di Alberto Rolla avviene a Torino, dapprima al Politecnico ed inseguito presso la facoltà di Architettura. Dopo aver lavorato in facoltà prima e a svariati progetti dediti all’architettura d’interni poi, decide di aprire uno studio che prende il suo nome. La crescita professionale è stata continua ed esponenziale ed anche i progetti curati sono di valore assoluto: per questioni di interesse andiamo a vedere quelli in ambito sportivo.

Rolla può annoverare la realizzazione del “Parco pubblico Continassa”, un’ area sita in prossimità dello Juventus Stadium dove è in progetto la costruzione della nuova sede e di un centro sportivo del club bianconero. La zona è vasta ben 260.000 metri quadrati e al suo interno si prevede anche l’innalzamento di un albergo e di una scuola europea: il tutto sarà reso funzionale all’arrivo di mezzi pubblici per i fruitori della zona.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2Fcontinassa%2Bstadium.jpg%3Fe37fc6&hash=999b1369a80da9388f4e36e644f1d701)

L’architetto ha partecipato insieme ad altri colleghi alla realizzazione dello Juventus Stadium, nella fattispecie ha lavorato alle facciate est ed ovest e al parco commerciale della zona. Inoltre ha pianificato l’Area 12, un centro commerciale esteso su quasi 20.000 metri quadrati.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2Farea-12-torino.jpg%3Fe37fc6&hash=dd7dc0c1bc403ef624554847932c7395)

Sembra quasi uno scherzo del destino che lo studio di fattibilità per il progetto viola sia stato curato da chi ha lavorato alacremente per la realizzazione dello Juventus Stadium. Per una sorta di legge del contrappasso però, Rolla ed i suoi collaboratori hanno lavorato anche ai numerosi progetti, ritoccati più volte, della rivalutazione dello Stadio Filadelfia, antica sede delle partite del Grande Torino. Rolla, per inciso, è di fede granata e da diversi anni sta lavorando a questo romantico sogno di far tornare in vita il Filadelfia.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F09%2Ffiladelfia.jpg%3Fe37fc6&hash=38eba77cc94f0d19f5509f43d1298a3d)

Parlando a La Stampa del progetto di ristrutturazione del Filadelfia nel 2011 Rolla disse: “L’importante è che si tenga conto di tre aspetti fondamentali: il bilancio societario, cioè la possibilità di spendere notevoli risorse finanziarie in uno stadio; la gestione futura degli impianti, visto che un impianto se non ha attrattive resta aperto 20 giorni all’anno; e il progetto a lungo termine, con uno spettro temporale di 10-15 anni almeno. Altrimenti è come ricevere un castello in eredità ma non sapere cosa farne e così restare schiacciati dai costi”. Parole ancora attuali e che si possono considerare di interesse generale per tutte quelle società che si vogliono dotare di una casa di proprietà. Il pool di Rolla, che lavora ai suoi progetti, è formato da oltre 20 architetti e da oltre una decina di collaboratori per i vari aspetti. La base principale dello Studio Rolla è a Torino in Corso Galileo Ferraris, proprio dove la Juventus ha la sua attuale sede e non è un caso che a Firenze ci sia una succursale. Nel mese di ottobre sono attesi nuovi sviluppi sulla vicenda stadio: il percorso sarà lungo e tortuoso ma i primi passi sono stati mossi e la società si è affidata a delle ottime mani. Se la Fiorentina vuole davvero ridurre il distacco dalle prime delle classe non può fare a meno di avere uno stadio di proprietà.

STEFANO ROSSI
Twitter @StefanoRossi_
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/27/14, 02:39
Calabrese: “In caso di ok del Comune, stadio nuovo in 3-4 anni”

Giuseppe Calabrese de La Repubblica a Radio Blu: “Palazzo Vecchio ha 60 giorni per dire se lo stadio nuovo si farà o no. In caso di risposta positiva, lo stadio dovrebbe vedere la luce in 3-4 anni. I Della Valle, ai tempi di Renzi sindaco, hanno richiesto 32 ettari, ma poi si sono resi conto che erano troppo pochi, per questo hanno provato a comprare dei terreni alla Mercafir. Anche i 60 ettari di Castello non erano sufficienti, ce ne vogliono 87″.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/27/14, 02:40
Montanaro: “Nuovo stadio? Penso che la volontà del Comune ci sia”

Antonio Montanaro del Corriere Fiorentino a Radio Blu: “La Fiorentina ha presentato la propria proposta di stadio che è abbastanza sostenibile. Ora sta al Comune di Firenze. Penso che la volontà di costruire il nuovo impianto ci sia. Bisogna vedere se la priorità andrà allo stadio o ai lavoratori della zona Mercafir. Per ora siamo fermi alle parole che disse Cognigni due anni fa. I Della Valle hanno cercato di acquistare un’area alla Mercafir ai tempi di Renzi sindaco di Firenze”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/28/14, 16:27
Lo strappo Ddv-Renzi. Nardella “Lo stadio si fa” (e Rossi ironizza)

Lo strappo Ddv-Renzi: Nardella “Lo stadio si fa” (e Rossi ironizza) C’eravamo tanto amati, verrebbe da dire parafrasando il titolo di un film, e i tifosi viola sono preoccupati dopo l’attaco di Diego Della Valle, patron della Fiorentina, al premier Matteo Renzi (ieri a Firenze per far da testimone al matrimonio di Marco Carrai). «Per me è imbarazzante discutere di lui che conosco da tanti anni. Pensavo potesse essere una risorsa per il Paese, invece Renzi è andato in tilt. Non ha mai lavorato quindi non può parlare di lavoro come noi», ha detto venerdì sera Ddv ad Otto e Mezzo su La7 e subito sui social media è scattato il pessimismo all’insegna di «ora lo stadio non si fa più», «ci risiamo, anche questa vota non se ne fa nulla…», «speriamo non si disimpegni anche dalla Fiorentina». Il timore, anche se Renzi non è più sindaco, è che la rottura tra i due possa avere ripercussioni su Firenze, frenare l’accelerazione sulla Mercafir e sulla Cittadella viola. Preoccupazione che ieri il sindaco Dario Nardella, a margine dell’inaugurazione di un cantiere sull’Arno a Figline, ha voluto allontanare: «Non parlo da tifoso viola — ha detto — ma da sindaco: e non condivido le parole di Della Valle su Renzi. Il presidente del Consiglio sta facendo un grande sforzo per cambiare il Paese: più che le parole contano i fatti. E ha con lui la parte giovane, innovativa e coraggiosa dell’Italia e lo invito ad andare avanti. Lo stadio? Non c’entra nulla con questa storia, non cambia nulla». Anche Enrico Rossi, presidente della Toscana, era a Figline e anche lui ha risposto su Della Valle: «Ci vorrebbe più rispetto per le istituzioni. Di Della Valle non condivido le parole, né il modo. Se in Europa sapessero che dopo sei mesi parliamo di cambiare il primo ministro ci prenderebbero per pazzi. Qui c’è un sindaco — ha concluso con una battuta Rossi — e forse a volte ci vorrebbe un Tso (trattamento sanitario obbligatorio, la cui firma spetta proprio ai sindaci, ndr )».

Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/09/14, 00:37
Nardella: “Allianz Arena uno dei modelli di riferimento per il nuovo stadio”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ieri a Monaco in missione istituzionale, ha visitato l’Allianz Arena, lo stadio del Bayern: “Abbiamo incontrato- ha spiegato lo stesso sindaco Nardella- i manager responsabili di quello stadio bellissimo e abbiamo acquisito un po’ di dati e informazioni sul quel modello vincente, che ha scommesso sulle famiglie e la capacità attrattiva e la qualità dell’offerta dello stadio”. Un impianto ‘lontano’ per numeri e introiti (70.000 spettatori, oltre a 60 milioni di euro l’anno) a quello che potrebbe essere il nuovo stadio di Firenze, nell’area Mercafir, dove la Fiorentina ha presentato il progetto la ‘Cittadella Viola’, ma non per la “destinazione: il nuovo stadio di Firenze sarà pensato per le famiglie”. Contiamo, prosegue Nardella, “su un bacino piu’ ristretto rispetto alla grande squadra tedesca. Però è bene guardarsi in giro, osservando le esperienze migliori, per avere poi più elementi possibili per poter valutare il progetto di realizzazione dello stadio nella nostra città. Come ha detto anche la Fiorentina, inoltre, il Bayern Monaco- ha proseguito il sindaco- e’ uno dei modelli di riferimento per il nuovo stadio di Firenze. Non ci siamo sentiti con i Della Valle, sono al lavoro i tecnici ed è bene che siano loro a portare avanti il percorso. Il 24 di ottobre ci sarà la prima seduta sulla conferenza di servizi ed entreremo nel vivo del lavoro e dell’esame del progetto”.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/13/14, 21:22
Pres. Mercafir a VN: “Non ostacoleremo i progetti della Fiorentina”

Sono giorni importanti per la Fiorentina. Sul piano sportivo e su quello dello stadio. Lo scorso 14 luglio, il club viola ha presentato lo studio di fattibilità del nuovo impianto che sorgerebbe nell’area del mercato Mercafir, alla periferia Nord di Firenze. Si tratterebbe di un investimento di oltre trecento milioni, con cinque ettari di area commerciale, un ettaro di strutture turistiche-ricettive (alberghi) e 13, 6 ettari di parcheggio. Non sono previste, invece, opere di edilizia residenziale (case). Il prossimo 27 ottobre si terrà la conferenza dei servizi che analizzerà a fondo lo studio di fattibilità della Fiorentina. Se il progetto sarà accolto, il mercato dovrà trovare una nuova sede. Violanews.com ha intervistato in esclusiva il presidente della Mercafir, Angelo Falchetti.

Quali sono le attività svolte dalla Marcafir?
“Attualmente ci sono una sessantina di aziende in Mercafir, dal 1988 società consortile che gestisce il Centro Alimentare Polivalente di Firenze. Principalmente operano i mercati all’ingrosso dei prodotti ortofrutticoli, ittici, fiori e carni. Inoltre ci sono strutture di lavorazione e commercializzazione della filiera alimentare. La struttura è abbastanza vecchia e dispersiva, per quello nacque il progetto di compattarla in una metà e di liberarne l’altra”.

Quanta superficie occupa la Mercafir?
“Ad oggi la Mercafir è distribuita su 28 ettari. Il progetto che avevamo fatto tre anni fa prevedeva di usarne metà. Le attività presenti attualmente sono distribuite sul cinquanta per cento dell’area. Adesso ci sono molti piazzali e capannoni anche molto vecchi che andrebbero ricostruiti. Perché l’utilizzo di metà della zona? I piazzali ora presenti andavano bene negli Sessanta, quando è stata pensata la Mercafir. All’epoca c’era molto commercio a terra. Oggi, invece, viene fatto tutto negli edifici, in banchina. Quindi il modello di cinquant’anni fa è molto dispersivo. Il commercio è cambiato: ci sono i camion che arrivano direttamente a ridosso degli edifici e la merce viene movimentata al chiuso”.

Attualmente quanti sono i dipendenti?
“Ci sono tante aziende, è difficile dirlo, non ci sono dati. Un migliaio di persone è la cifra più probabile”.

Avete dei progetti per il futuro?
“Faccio riferimento al progetto della Variante Urbanistica approvato dal Comune di Firenze nel 2012 che prevedeva un’espansione delle superfici attuali dell’undici per cento”.

Il 27 ottobre si terrà la conferenza dei servizi che analizzerà lo studio di fattibilità della Fiorentina. Che cosa si aspetta?
“Non penso verrà deciso un ridimensionamento della zona Mercafir, è stato escluso anche dal sindaco Dario Nardella. Ma nemmeno la Fiorentina vuole che ci sia un ridimensionamento. Riedificare la Mercafir è fondamentale, così come realizzare il nuovo stadio. Il punto è trovare l’equilibrio tra le due esigenze. Non si possono avere due progetti che rischiano di andare in concorrenza. Non a caso anche la Fiorentina, nel suo studio di fattibilità, ha scritto che sarebbe disposta a cambiare il luogo del nuovo stadio. Se la Mercafir dovesse cambiare sede, non ci dovranno essere conseguenze sui servizi erogati ai cittadini e sull’occupazione. Lo spostamento è un’eventualità, ma bisogna aspettare la conferenza dei servizi, siamo ancora in una fase di studio. Non è intenzione della Mercafir e della Fiorentina ostacolarsi a vicenda. Se ci dovesse essere il trasferimento del mercato, non abbiamo ancora individuato la nuova sede, anche perché non compete a Mercafir. Noi non possiamo prendere iniziative. Svolgiamo un’attività pubblica e la parte di regolazione non spetta alla nostra società. E’ prematuro anche parlare dei tempi necessari per effettuare l’eventuale spostamento. L’intenzione è di portare a termine entrambi i progetti. Su questo non c’è nessuna contrapposizione di interessi e di volontà. L’aspetto positivo è che siamo ad un tavolo in cui si possono trovare delle soluzioni”.

Il sindaco Nardella ha detto che l’eventuale spostamento della Mercafir avverrà nel territorio del Comune di Firenze. La considera una soluzione adeguata?
“Sì, spostarsi in un’area che non sia all’interno del Comune di Firenze potrebbe creare delle difficoltà non solo ai clienti della Mercafir, ma anche ai commercianti. Non dimentichiamoci che la filiera alimentare cittadina è strettamente legata a questa realtà. Una Mercafir al di fuori di questo territorio sarebbe difficile da sostenere”.

Alla fine, cosa si augura per il bene della Mercafir, della città e della Fiorentina?
“La cosa da augurarsi è che si riesca a realizzare un bel progetto, quello della Fiorentina, che vedrebbe la luce nel cuore della Città Metropolitana, una delle ultime novità istituzionali di questo periodo. Il progetto del club viola e quello della Mercafir possono portare crescita e sviluppo, due ingredienti di cui abbiamo bisogno. Uno stadio di proprietà può determinare un aumento dei posti di lavoro. Per Firenze, Nardella ha parlato di più di tremila posti, non è il mio settore di competenza, ma penso sia verosimile”.

STEFANO NICCOLI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/22/14, 15:41
“Mercafir, migliaia di famiglie a rischio”. Lettera aperta dei grossisti a Nardella

“Se e quando spostare la Mercafir non è un problema marginale: migliaia di famiglie vivono di questo lavoro. Noi temiamo che gli amministratori pubblici non abbiano ben compreso cosa voglia dire spostare un centro alimentare all’ingrosso senza destabilizzare la sua attività. Tutti si devono rendere conto che non è come spostare i banchi in San Lorenzo (che comunque non è stata un’operazione indolore per il mondo del lavoro fiorentino): in questo caso è in ballo il sostentamento di migliaia di famiglie”. Così l’Agofi, l’Associazione grossisti ortofrutticoli di Firenze, ha risposto al sindaco Dario Nardella sul possibile spostamento della Mercafir per fare posto al nuovo stadio della Fiorentina. Spostamento che, per Nardella, si sostanzierebbe così: «Nel caso il nuovo progetto risponda ai requisiti economici finanziari aveva detto il sindaco a settembre ci porremmo il problema del se e dove spostare la Mercafir”.

I grossisti, però, sono sul piede di guerra, chiedendo formalmente di acquisire il progetto dei Della Valle e, soprattutto, di partecipare alla prossima Conferenza dei servizi convocata su questo argomento “alla quale, anche se incomprensibilmente, non siamo stati invitati”. In una lettera aperta a Nardella, l’associazione dei grossisti della Mercafir spiegano chiaramente la loro posizione: “Siamo un popolo silenzioso di lavoratori che vive di notte e che da 54 anni si tramanda in questa area il sacrificio di accogliere, separare, riassemblare e distribuire migliaia di tonnellate di prodotti provenienti dalla nostra regione in particolare, ma anche da tutta Italia, entro le prime ore della mattina. Ci definiamo popolo silenzioso’ anche perché in questi anni abbiamo collaborato, senza clamori ne pubblicità, investendo su un’area che, ad oggi, ci viene richiesta indietro. Oltre agli sforzi necessari per combattere la crisi economica (mantenendo inalterati i posti di lavoro!) ci siamo fatti carico di sostenere l’intera spesa della gestione dell’area, senza gravare sulla collettività, pagando affitti fino al triplo del corrispondente prezzo di mercato. Stiamo parlando in termini occupazionali della più grande azienda della Toscana”.

E aggiungono: “Nonostante ciò abbiamo visto il degrado prendere il sopravvento ma non ci siamo arresi, puntando all’idea di un mercato moderno, un nuovo mercato che l’amministrazione comunale ci ha promesso. Così abbiamo diligentemente avallato la riduzione della nostra area e accettato di buon grado la riqualificazione programmata dalla nuova variante urbanistica e dalla sua relativa adozione da parte del Comune. Ad oggi, dopo la proposta dei Della Valle, ascoltiamo pertanto con preoccupata attenzione il nuovo cambio di programma”. La conclusione della lettera è tuttavia un’apertura di credito verso Nardella: «Il mercato può anche essere spostato per far posto allo stadio ma prima deve essere ricostruito e reso operativo, senza gravare ulteriormente sulle imprese che ancora stanno pagando la ristrutturazione del 2003 e senza creare stravolgimenti operativi e finanziari che farebbero crollare tutto il sistema in un attimo con la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro.

(La Nazione)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/25/14, 01:55
Nuovo stadio, il Comune sta per prendere in esame l’idea dei Della Valle

Tante difficoltà per la realizzazione del nuovo stadio, ma anche una determinazione fortissima nel voler perseguire l’obiettivo. La Fiorentina non molla: la battaglia della realizzazione dell’area sportivo-ricettiva alla Mercafir è forse quella più importante al di là dell’aspetto sportivo. Tra lunedì e martedì l’amministrazione comunale prenderà in esame la proposta avanzata dalla società dei fratelli Della Valle: la richiesta fatta è quella di una metratura più grande, rispetto a quella destinata dal progetto nato sotto la gestione Renzi, ma c’è da capire come dirimere la questione con i grossisti che, qualora venisse accettata, la richiesta dei viola si troverebbero senza un’area (di proprietà comunale) in cui essere dislocati (fonte Corriere dello Sport-Stadio).
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/25/14, 02:18
Comunicato ACF: l’ubicazione dello stadio rispetterà i diritti dei lavoratori Mercafir

Leggiamo sulla stampa che lo studio di fattibilità presentato da ACF Fiorentina per la realizzazione dello Stadio e del connesso complesso immobiliare suscita preoccupazione in alcuni fiorentini e in particolare di coloro che lavorano alla Mercafir.

ACF Fiorentina ribadisce quanto già comunicato in data 14 luglio 2014 e cioè che il proprio intendimento è quello di dotare la città di uno stadio di nuova generazione, da realizzarsi senza alcun contributo pubblico, con caratteristiche in linea con gli impianti dei grandi Club europei.

ACF Fiorentina ribadisce anche la ferma intenzione, chiarita fin dal momento della presentazione del progetto, di rispettare i diritti di tutti. Le valutazioni in merito all’ubicazione del progetto spettano alle Autorità competenti e non alla nostra società.

Violachannel.tv
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/27/14, 22:44
Corriere Fiorentino: Domani la conferenza dei servizi, scontato il primo sì per la Mercafir

Siamo alla vigilia di un appuntamento importante nel lungo iter relativo alla Mercafir. Domani è infatti il giorno della conferenza dei servizi riunita in Palazzo Vecchio per valutare se il progetto viola è di pubblico interesse. Secondo il Corriere Fiorentino è scontato il sì, anche se per il via libero definitivo bisognerà aspettare 210 giorni di tempo (come stabilisce la legge Fossati-Nardella) e arrivare finalmente alla gara del project, probabilmente intorno alla fine del campionato. La risposta che sta per arrivare da Palazzo Vecchio appare come il vero spartiacque intorno al quale ruota il futuro della città e della stessa Fiorentina che, anche ultimamente, ha ribadito come uno stadio (e le strutture annesse) di proprietà sia indispensabile per raggiungere la quota 200 milioni di ricavi. Se dunque il Comune accetterà di allargare il terreno a disposizione del club viola fino a 50 ettari, le prossime settimane saranno quelle del confronto serrato su un’opera che secondo le stime del club potrebbe portare fino a 3 mila posti di lavoro per la costruzione e circa 600 una volta a regime.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/27/14, 23:31
Conferenza dei servizi: prima riunione già avvenuta stamattina

Vi riportiamo una nota pubblicata dal Comune di Firenze sul proprio sito sulla Conferenza dei servizi preliminare utile per valutare lo studio di fattibilità circa la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. D’altra parte vi comunichiamo che, come ci fa sapere la società viola, un altro incontro si terrà domani mattina senza che saranno presenti rappresentanti di ACF Fiorentina.
Si è riunita questa mattina presso gli uffici dell’Urbanistica del Comune di Firenze la Conferenza dei servizi preliminare convocata per valutare lo studio di fattibilità presentato da ACF Fiorentina per la costruzione del nuovo stadio.
All’incontro erano presenti i rappresentati di Acf Fiorentina, Comune di Firenze, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Scandicci, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Sesto fiorentino, Mercafir, Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Toscana, Soprintendenza per i Beni Architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici, Soprintendenza archeologica Toscana, Arpat, Asl 10, Enel, Publiacqua, Quadrifoglio, Telecom, Toscana Energia, Autorità di bacino del fiume Arno, Consorzio di bonifica 3 medio Valdarno, Autorità idrica Toscana 3 del medio Valdarno, Ato Toscana centro.
La Conferenza dei servizi preliminare svolge un ruolo di esame istruttorio degli aspetti tecnico-progettuali previsti nella proposta presentata. Nell’ambito della Conferenza sono stati individuati alcuni specifici gruppi di lavoro relativi ai diversi aspetti legati al progetto, dal tema infrastrutturale a quello urbanistico-edilizio, a quello commerciale.
La Conferenza dei servizi si riunirà per la seconda volta lunedì 10 novembre
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/28/14, 22:45
Via alla procedura per il nuovo stadio, ma c’è il rebus Mercafir

Come riporta La Nazione la macchina amministrativa che porterà alla realizzazione del nuovo stadio a Novoli ha finalmente acceso i motori. Ieri c’è stato il primo incontro della conferenza di servizi con tutti i soggetti coinvolti nell’operazione, un incontro assolutamente preliminare e legato ad aspetti prettamente tecnici: erano presenti rappresentanti di Fiorentina, Comune di Firenze, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Scandicci, di Campi, di Sesto Fiorentino, Mercafir, sovritendenze, Arpat, Asl 10, Enel, Publiacqua, Quadrifoglio, Telecom, Toscana Energia, Autorità di bacino del fiume Arno, Consorzio di bonifica 3 medio Valdarno, Autorità idrica Toscana 3 del medio Valdarno, Ato Toscana centro. Per la Fiorentina c’era Daniela Maffioletti, consigliere d’amministrazione e manager presso la Immobiliare DE.IM. Srl, immobiliare che fa capo alla famiglia Della Valle. Dal confronto non sono emersi dettagli tecnici rilevanti, si va dalla battuta del dirigente Giacomo Parenti (“praticamente è già fatto il nuovo stadio”, in realtà la strada è ancora lunga) al tema Mercafir. Sì perché – nelle idee della Fiorentina – non resterà alcun spazio per ospitare il mercato ortofrutticolo. Il 20 novembre gli assessori all’urbanistica Elisabetta Meucci e quello alle attività produttive Giovanni Bettarini incontreranno gli operatori e i rappresentanti della Mercafir. Senza però avere, è la stessa Meucci a confessarlo “risposte in tasca. Parlare di spostamenti della Mercafir, per ora è prematuro. Il 20 ascolteremo le proposte degli operatori. E non sarebbe male se in questo pezzo della partita fosse coinvolta anche la Fiorentina”.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/28/14, 23:34
Ass. urbanistica: “I DV dovranno trovare la nuova collocazione della Mercafir”

L’assessore all’urbanistica del comune di Firenze, Elisabetta Meucci, ha parlato del nuovo stadio sulle frequenze di Lady Radio: “Nella proposta la Fiorentina scrive di poter recedere l’accordo con il Comune se entro un anno non dovesse trovare nuovi investitori. Si discute soprattutto di questo aspetto perché fa parte della proposta e sarà giudicato dall’amministrazione in sede di votazione. Sarà uno degli elementi che faranno propendere o meno per il pubblico interesse. Se la Fiorentina presenta una proposta in cui occupa tutta l’area Mercafir bisognerà discutere con la società dei Della Valle anche il futuro del mercato. E’ un aspetto che non riguarda solo il Comune ma anche la Fiorentina. La nuova area Mercafir non dovrà essere a carico del Comune che contava di farla rientrare nella zona attuale insieme allo stadio, dunque toccherebbe al privato trovare la nuova collocazione”.

 
REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/14, 13:18
TWITTER Nardella: “Il primo round sul nuovo stadio è andato bene”

    Il primo round in @comunefi sul nuovo stadio #fiorentina è andato bene. I tecnici continuano a lavorare con serietà. #avanticosì

    — Dario Nardella (@DarioNardella) 29 Ottobre 2014
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/01/14, 17:32
Mercafir-Aeroporto, pres. Enac: “Vincoli rigidi”. Si rischia il nulla di fatto

Sull’edizione odierna di Repubblica si parla del possibile conflitto che si potrebbe venire a creare tra la nuova pista dell’aeroporto di Firenze ed il progetto della Cittadella viola alla Mercafir. ecco alcuni passaggi dell’articolo:

Attenzione al chilometro. Sono solo mille metri. Ma tali da poter mettere in discussione l’intera operazione stadio della Fiorentina nell’area Mercafir. Il regolamento anti rischio nazionale, formulato nel 2011 da Enac, stabilisce che non ci possano essere né stadi né centri commerciali a meno di un chilometro di distanza dalla testata di pista. Lunedì o martedì l’Ente per l’aviazione civile del ministero approverà il master plan di Adf (la società di Peretola) che contiene, tra l’altro, la nuova pista parallela convergente sull’autostrada di 2.400 metri. E avvertirà il Comune dell’esistenza di nuovi vincoli. [...] A quel punto, se la richiesta della Fiorentina di costruire alla Mercafir stadio e cittadella commerciale su tutti i 50 ettari dell’area portasse il complesso a meno di un chilometro dalla testata della nuova pista dalla parte di Firenze (più o meno all’altezza del a metà della pista esistente), non se ne potrebbe fare di niente. Perché “avanti a tutto vengono i vincoli Enac”, ricorda il presidente Riggio, che aggiunge: “C’è un problema di compatibilità tra la pista e lo stadio con cittadella commerciale. Ci abbiamo pensato, ma siccome per lo stadio ci sono solo ipotesi e non un progetto concreto, non possiamo calcolare le distanze. Così approveremo il master plan e poi notificheremo al Comune che a quel punto scatteranno dei vincoli”. [...]. Senza contare che per ora l’unico vincolo urbanistico concretamente esistente è il Pit regionale che è approvato con tanto di pista al suo interno e che andrebbe tenuto in considerazione se, fatto il progetto per la Fiorentina e calcolata la distanza, lo stadio confliggesse con la pista. Adesso entro i 500 metri il divieto è anche per le abitazioni, oltre è solo per le strutture che attirano masse di visitatori.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/02/14, 11:17
“Incompatibilità tra pista e stadio nuovo”, Comune spiazzato

Nuovo stadio, i vincoli Enac scuotono Palazzo Vecchio. La norma che vieta insediamenti attrattivi di pubblico entro 1 km dalla testa della futura pista dell’aeroporto, quella che correrà a fianco dell’autostrada è un colpo inatteso: «Procederemo passo dopo passo», è la prudente reazione del Comune di fronte alle parole del presidente Enac Vito Riggio. Parole minacciose: «C’è un problema di compatibilità tra la pista e lo stadio con la cittadella». E il bello è che l’incompatibilità potrebbe non finire allo stadio. Perché anche i terreni di Castello, di proprietà Unipol, non potranno ospitare attività attrattive come un grande centro commerciale. O lo stesso mercato ortofrutticolo. Nessuno del resto ha pensato a quel fatidico chilometro fissato da Enac come distanza di sicurezza.
Nessuno ha preso le misure. Tanto che al tavolo della Conferenza dei servizi chiamata a discutere la proposta della Fiorentina e riunita per la prima volta una settimana fa, Adf non è stata neppure invitata. C’erano in tutto una trentina di sigle, da Arpat a Telecom, da Quadrifoglio a Toscana Energia. Ma non la società dell’aeroporto, che ha in mano il master plan della nuova pista. Una dimenticanza? Una svista? «Non ce n’era bisogno, la pista attuale non ha effetti di sorta sulla Mercafir», si spiega da Palazzo Vecchio. Ce li ha eccome però la pista futura. Possibile che nessuno l’avesse previsto? Adf sarà aggiunto adesso alla Conferenza, visto che Enac notificherà la regola del chilometro entro il 10 novembre, data della seconda convocazione? Nel frattempo, la domanda se la testa della futura pista aeroportuale dista più o meno di 1km dal centro della Mercafir, dove la Fiorentina ipotizza il nuovo stadio da 40mila posti, resta senza risposta: «Non possiamo saperlo, non abbiamo studiato la versione ufficiale del Master plan», prende tempo Palazzo Vecchio (…).
Anche così, anche se la distanza di sicurezza ci fosse, la regola del chilometro potrebbe comunque abbattersi sul progetto Mercafir. Perché rende impossibile trasferire il mercato ortofrutticolo, come pure si è ipotizzato, sui terreni antistanti di Castello, di proprietà del gruppo Unipol. Solo un eventuale trasferimento nella parte nord, al confine con Sesto, cioè alla fine dell’attuale pista, potrebbe consentire di aggirare il cono dei vincoli della nuova pista, che si sviluppano come una prolunga in linea retta. Un ‘puzzle’ che sembra rimettere in gioco l’area privata Nucci, quella che ospita la casa popolare in legno davanti al Palagiustizia. Un’area ben al di là del chilometro, dove le norme urbanistiche consentirebbero già di realizzare 40mila metri quadrati. I Della Valle, a quanto pare, ci avevano rinunciato per via della richieste troppo esose di Nucci. Mai dire mai però.

La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/04/14, 21:21
Vicinanza pista aeroporto e Mercafir, pres. Enac: “Troveremo una soluzione”

E’ stato ufficializzato ieri il via libera al masterplan per lo sviluppo dell’aeroporto di Firenze Adf che prevende la pista di 2400 metri parallela all’autostrada. La questione si intreccia anche con il progetto Mercafir della Fiorentina: partendo da 60 metri di distanza dall’inizio della nuova pista parallela all’autostrada, nell’arco di un chilometro e mezzo sarà possibile realizzare solo parcheggi. Vietata invece la costruzione di edifici ad alta concentrazione di pubblico, come centri commerciali, poli congressuali o impianti sportivi. E nel perimetro del chilometro e mezzo rientrerebbero circa 100 metri dell’area Mercafir individuata dal Comune per la nuova struttura.

Il nuovo vincolo dettato dalle norme sulla sicurezza, come si legge su toscanamedianews.it, sarà notificato da Enac alla giunta Nardella nei prossimi giorni. “Sono certo che il Comune troverà una soluzione – ha dichiarato il presidente di Enac Vito Riggio – Non credo che sia un problema progettare il nuovo stadio un po’ più distante dall’aeroporto. E’ una questione di sicurezza”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/04/14, 22:29
Comitato Salute della Piana: “Lo stadio non può essere costruito”

Con questa mail del 24 ottobre, i comitati per la Salute della Piana di Prato e Pistoia, oltre che chiedere di poter partecipare alla conferenza dei servizi prevista per la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina, informano il sindaco Nardella e i fratelli Della Valle che, in base al regolamento per la costruzione degli aeroporti, il nuovo stadio non può essere edificato in quanto rientra nella zona di tutela C.

Vi riportiamo il pdf che abbiamo ricevuto in redazione
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F11%2Flettera1.jpg%3F334edb&hash=f4bce2085ba67c4002287515734e0518)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/05/14, 12:02
Ass. Meucci a VN: “Stadio alla Mercafir? La Fiorentina non può far finta di niente”

Firenze, con un po’ di delusione per la squadra, prova a sognare nuovi orizzonti. Un futuro migliore, che comprenda un nuovo stadio e la possibilità di stare al passo – economicamente – con le big.

Lo scorso 27 ottobre c’è stata la prima riunione della Conferenza dei servizi, alla presenza di: Comune di Firenze, Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Scandicci, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Sesto fiorentino, Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Toscana, Soprintendenza per i Beni Architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici, Soprintendenza archeologica Toscana. Seduto al Tavolo anche i rappresentanti di Arpat, Asl 10, Enel, Publiacqua, Quadrifoglio, Telecom, Toscana Energia, Autorità di bacino del fiume Arno, Consorzio di bonifica 3 medio Valdarno, Autorità idrica Toscana 3 del medio Valdarno, Ato Toscana centro. Ed Angelo Falchetti, presidente di Mercafir.

Per sapere a che punto siamo, Violanews.com ha contattato l’Assessore all’Urbanistica e Politiche del territorio Elisabetta Meucci, che ha rilasciato queste dichiarazioni: “La Fiorentina deve trovare una soluzione per spostare il mercato in zona Mercafir, non possono fare finta di niente. Ci sono due aspetti critici, aspetti che danno problemi e che dovranno essere valutati: prima di tutto la questione relativa alla Mercafir, il comune non può spostare tutto a proprie spese. Il mercato oggi è previsto in quell’area, l’amministrazione ha stabilito che l’operatività delle attività della Mercafir debba precedere la costruzione dell’opera sportiva. Questo dato non può essere ignorato dalla Fiorentina. Il secondo tema è legato alla posizione della Fiorentina che, nella proposta per lo stadio, ha accompagnato una lettera in cui si riserva – entro un anno dalla dichiarazione del pubblico interesse – di trovare un partner e se non lo trova la proposta può decadere. Questo è un argomento molto complesso. Siamo ai primi passi, tutti i soggetti che hanno partecipato alla Conferenza preliminare stanno lavorando, ognuno dirà la propria opinione. La Conferenza preliminare sarà rimessa alla giunta, la quale dichiarerà il pubblico interesse. Naturalmente la dichiarazione di pubblico interesse può essere soggetta a prescrizioni e condizioni. La Conferenza preliminare sta facendo un’analisi fondamentale dal punto di vista urbanistico, ad oggi il quadro urbanistico è completamente diverso da quello che propone la Fiorentina. La Conferenza ha poteri derogatori, l’amministrazione però dovrà valutare la nuova collocazione della Mercafir: tutti questi aspetti vanno a formare il parere della giunta. Si andrà per le lunghe? Sì, perché è una valutazione molto complessa. L’incontro del 20 novembre con gli operatori Mercafir? Faremo questo colloquio. Perché la Fiorentina non partecipa? Gli operatori si sono rivolti a noi ed è giusto così, per quale motivo dovrebbero parlare con la Fiorentina? La società viola è un privato, che ha fatto una proposta, loro possono parlare privatamente con gli operatori ma non è ciò che è stato richiesto”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/06/14, 12:45
Nuovo Stadio, tutti i dettagli dello studio di fattibilità

Il 14 luglio scorso la ACF Fiorentina ha presentato al Comune di Firenze lo studio di fattibilità per realizzare il nuovo stadio e le opere connesse per la sostenibilità finanziaria dello stesso. Carte alla mano, andiamo ad illustrare i dettagli dello stesso.
Il carteggio si divide in una relazione tecnica di 69 pagine ed una illustrativa di 198.

Nella relazione tecnica viene illustrata la situazione urbanistica attuale e quella che si conformerebbe in futuro con la realizzazione dello stadio (e le opere connesse), e le opere infrastrutturali approvate che sono in fase costruzione, di prossima e necessaria realizzazione (nuove linee della tramvia, TAV, strade, piste ciclabili, parcheggi, verde ecc). Un lungo capitolo è riservato alla conformazione geologica del terreno oggetto dello studio, ai rischi idraulici e sismici ed ai servizi presenti (reti elettriche, gas, acquedotto…); vincoli architettonici, archeologici, paesaggistici ed aeroportuali esistenti secondo l’attuale PRG, che sono dedotti dalla VAS del 2012 (che analizzava la riqualificazione dell’area riservando il comparto nord al nuovo mercato ortofrutticolo e il comparto sud allo stadio e le opere connesse).

Il Progetto di intervento prevede di operare su una superficie di 480.000 mq (48 ettari). Rispetto alla proposta e dal RUC approvato nel maggio 2012 (divisione della zona tra mercato e stadio), lo studio di fattibilità di ACF prevede un diritto di superficie su aree destinate ad attività sportive per 16 ettari, su aree verdi, parcheggi e piscine di 8,3 ettari e un diritto di proprietà su aree di attività economiche di 12 ettari.
Sulle superfici di cui sopra si stima un fabbisogno di parcheggi (a raso, multipiano ed interrati) così suddiviso: 40.000 mq di parcheggi per lo stadio, più 136.000 mq di parcheggi destinati alle attività economiche e turistico ricettive pari a 5.700 PA distribuiti su 176.000 mq, sui quali saranno presenti aree verdi secondo gli standard imposti.
L’edilizia commerciale prevede una SUL di 77.000 mq (con 50.000 mq di superficie di vendita suddivisa in 10.000 mq di grandi strutture, 20.000 mq di medie strutture, 20.000 mq di vicinato). Il turistico ricettivo prevede la costruzione di un albergo di 150 stanze su una SUL di 10.000 mq. La costruzione delle opere suddette prevede l’adeguamento e la costruzione ex novo della rete stradale.

Il progetto architettonico prevede che all’interno dello stadio da 40.000 posti (che sarà interrato per 8 metri e si innalzerà per 24 dalla quota strada – con le tribune su due anelli) siano realizzate superfici di servizio comprendenti spogliatoi, ristorazione interna, sale convegni e spazi espositivi. Le opere edilizie saranno costruite con strutture portanti prefabbricate, ma anche riciclando (ove possibile) i materiali di risulta delle demolizioni delle strutture esistenti. È prevista la raccolta delle acque piovane da destinarsi all’irrigazione e un sistema costruttivo che favorisca il rispetto ambientale ed il risparmio energetico “Particolare attenzione – si legge – verrà posta nella progettazione del verde urbano”, che avrà funzione sia paesaggistica, sia di mitigazione in relazione all’impatto acustico.

Per realizzare tutto la stima dei costi, per un totale di 305.800.000 €, è così suddivisa:
valore dell’area 10 milioni di euro
demolizioni e bonifiche 5 milioni
opere di urbanizzazione (sistemazioni esterne e viabilità su 200.000 mq) 18 milioni
oneri costo di costruzione 5 milioni
oneri tecnici 18,5 milioni
“gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, pari a circa 11,2 milioni – si legge – sono scomputati nelle Opere di Urbanizzazione”.
Il totale dei costi comuni è quindi pari a 56,5 milioni di euro.

Per lo stadio la spesa prevista è di 107 milioni di euro (suddivisa in 100 milioni per l’anfiteatro; 4,5 milioni per le strutture esterne; 2,5 milioni per le sistemazioni esterne – recinto fiscale).
Per il commercio i costi previsti sono di 124,5 milioni (suddivisi in 115,5 per i 77.000 mq di commerciale e 9 milioni per parcheggi privati multipiano).

Per il ricettivo 17,8 milioni (suddivisi in 15 milioni per i 10.000 mq di ricettivo e 2,8 per i parcheggi interrati ad esso destinati).

Nello studio di fattibilità si legge che togliendo gli 87.000 mq di cui usufruirebbe la ACF dalla SUL esistente stimata di 112.500 mq, restano a disposizione della nuova Mercafir 25.500 mq e che “rimangono da trasferire in altro ambito 30.000 mq per attività mercatali”.

 

Al termine della relazione tecnica viene illustrato anche un cronoprogramma che parte dalla presentazione dello studio di fattibilità ed arriva all’ultimazione di tutti i lavori. Secondo il cronoprogramma l’ultimazione dello stadio dovrebbe avvenire a novembre 2018, rispettando le seguenti tappe in 4 anni e cinque mesi:

-da agosto 2014 a ottobre 2014 approvazione studio di fattibilità
-da novembre 2014 a ottobre 2015 progetto definitivo e ricerca investitori (New Co)
-da novembre 2015 ad aprile 2016 approvazione progetto definitivo e dichiarazione di pubblica utilità
-da maggio 2016 ad agosto 2016 procedura ad evidenza pubblica
-a settembre 2016 aggiudicazione gara
-da ottobre 2016 a novembre 2016 progetto esecutivo, affidamento lavori
-da dicembre 2016 a novembre 2018 costruzione stadio

 

Nella relazione illustrativa, oltre alle premesse, all’inquadramento urbanistico dell’area e gli aspetti normativi, sono affrontati i contesti produttivi ed economici, i confronti progettuali (tra il RUC approvato e la proposta ACF) e gli aspetti tecnici dello studio di fattibilità da realizzarsi nell’area. Si sostiene che la costruzione di uno stadio in quella zona di Firenze “risulta una scelta strategica estremamente efficace”, “capace di aggregare molte altre attività connesse, contribuendo così, in modo decisivo, alla creazione del sistema virtuoso che garantisce la trasformazione urbana”. “La previsione nel complesso sportivo dei requisiti necessari alla partecipazione di competizioni di livello europeo e non solo, renderà infatti questo super luogo una meta per eventi di natura globale. La sinergia fra attività sportive, ricettive, commerciali e di vario tipo, così come risultano proposte nel presente studio di fattibilità, completa infine lo scenario di nuova porzione urbana previsto per quest’area che, con la sua vocazione contemporanea, rappresenterà una importante risorsa per la città”. In particolare si manifesta la necessità di “prevedere per l’intervento una SUL pari a 87.000 mq, necessaria per il raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’iniziativa, così come risultante dal Piano Economico e Finanziario” che di fatto rende “necessario destinare l’intero ambito (e quindi sia il Comparto Nord che il Comparto Sud) alla realizzazione dello Stadio e delle strutture connesse”.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/10/14, 23:42
VIDEO VN Conferenza dei Servizi, il direttore dell’urbanistica: “Ora palla alla giunta”

E’ andata in scena questa mattina la seconda conferenza dei servizi preliminare relativa al progetto Mercafir della Fiorentina, che è durata più di tre ore. Come due settimane fa erano presenti tutti gli enti, assente invece l’assessore all’urbanistica e politiche del territorio del Comune di Firenze Elisabetta Meucci. Secondo quanto emerge si registra grande ottimismo per la soluzione delle dinamiche tecniche per poter proseguire nel discorso. Ci sarebbero stati passi avanti ad esempio sulla possibilità di collocare altrove il mercato ortofrutticolo. Non è stato toccato, invece, l’argomento aeroporto. Presente la Fiorentina, nella figura di Daniela Maffioletti, consigliera delegata a seguire la vicenda stadio. Sono intervenuti anche due architetti dello studio Rolla, incaricato di portare avanti il progetto stadio da parte della Fiorentina, lui che tre anni fa lavorò alla costruzione dello Juventus Stadium.

Questo il parere che abbiamo raccolto con il direttore dell’urbanistica Domenico Palladino:

STEFANO NICCOLI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/11/14, 19:31
Stadio alla Mercafir, l’area di Castello può diventare cruciale

Tre settimane per studiare ancora le carte e poi Palazzo Vecchio sarà in grado di prendere una decisione sulla possibilità di costruire o no lo stadio alla Mercafir. Facce tranquille e dichiarazioni distese alla fine della seconda (e conclusiva) puntata della conferenza dei servizi. Diplomazia e prudenza amministrativa a parte, quelli che covano sotto la cenere sono tizzoni ardenti. Ieri si è conclusa la prima parte della fase istruttoria, le due puntate della conferenza dei servizi sono servite a Palazzo Vecchio per raccogliere tutti i pareri tecnici (e la Regione ha già promesso battaglia) sulla costruzione del nuovo stadio nell’area indicata, compreso il rilancio a 87mila metri quadri di espansione (dai 37mila proposti) avanzato dalla Fiorentina nel famoso piano presentato a luglio scorso. Nei prossimi giorni i gruppi tecnici di lavoro si riuniranno ancora per esaminare l’intero piano sotto il profilo giuridico, economico-finanziario e gestionale.

Poi toccherà al direttore generale l’ingegner Giacomo Parenti redigere, nelle tre settimane indicate, la relazione tecnica finale che consentirà alla giunta di acquisire tutti gli elementi necessari ad esaminare la delibera che dichiara la pubblica utilità della realizzazione dello stadio alla Mercafir. E tutto lascia prevedere che, se la risposta sarà affermativa, la delibera porrà come prescrizione lo spostamento del mercato all’ingrosso in altra area. Un costo, quest’ultimo, che non potrà che essere sostenuto dalla New.Co la società che, dal quarto al dodicesimo mese del cronoprogramma presentato dalla Fiorentina nel suo piano, prevede la ricerca dei finanziatori per sostenere i 300 milioni di euro necessari al project. La Fiorentina va avanti tranquilla: la questione sarà «spigolosa» come l’ha definita Andrea Della Valle, ma il piano è completo: la contropartita per il trasloco del mercato all’ingrosso c’è. Quello che intanto va in onda, per la smania dei tifosi, è un balletto di posizioni fra tecnici e politici. I primi spaventati dalla Corte dei Conti (che per pubblica utilità intende denaro sonante come extra oneri di urbanizzazione e bonifici urbanistici, non promesse) i secondi impegnati a evitare il rischio di deludere la città viola.

Certo la notizia che il muro’ dell’area di Castello sta per essere abbattuto da un esproprio dell’Enac, per ragioni di pubblica utilità, a favore dell’aeroporto ha riacceso qualche speranza. Se anche nel project di Fiorentina e futuri soci fosse previsto il corrispettivo per l’acquisto del terreno necessario al mercato all’ingrosso nell’area oggi di proprietà Unipol la partita potrebbe dirsi decisamente aperta. Lo spostamento del mercato all’ingrosso in un’altra area è uno dei nodi più importanti ancora in attesa di risposta: va trovata una localizzazione Per poter reggere sul piano economico all’operazione Mercafir occorre più spazio. A luglio la Fiorentina ha proposto il rilancio a 87 mila metri quadrati. Un’ipotesi è che nel project della Fiorentina possa essere incluso il costo per il trasloco del mercato. E Castello, oggi di Unipol, sembra essere l’area più adatta.


Paolo Fichera – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/11/14, 20:21
Nardella: “Da verificare prima di tutto l’interesse pubblico del nuovo stadio”

Il sindaco Dario Nardella ha parlato anche del nuovo stadio nel corso della conferenza dei servizi. Questo quanto riportato da GoNews.it: “Si tratta di analizzare le carte, i contributi che ogni soggetto ha portato, e verificare prima di tutto l’interesse pubblico dell’opera dello stadio: poi verrà tutto il resto. Intanto trovo positivo il fatto che in sole due sedute si sia conclusa la conferenza”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/15/14, 15:40
Piana Sana a VN: “Ecco perché lo stadio alla Mercafir non si può fare”

Sono giorni importanti per la Fiorentina. Non solo dentro il campo, ma anche fuori, dove sta tenendo banco la questione del nuovo stadio alla zona Mercafir. Lunedì 10 novembre, presso gli uffici dell’urbanistica del Comune di Firenze, si è svolta la seconda conferenza dei servizi preliminare, utile a capire il parere tecnico di tutti gli enti in causa. Il discorso sembra ben avviato. Tuttavia, recentemente, è venuto fuori il problema dell’incompatibilità tra l’eventuale nuovo impianto della Fiorentina e il nuovo aeroporto di Peretola. Il sito Piana Sana sta portando avanti, da tempo, una “battaglia” per far capire ai cittadini l’impatto negativo del nuovo aeroporto. Per avere un quadro più chiaro della situazione, Violanews.com ha intervistato in esclusiva l’ingegnere e membro di Piana Sana, Lorenzo Bigagli.
 

“La questione dell’incompatibilità tra stadio e aeroporto deriva dalle normative dell’ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile), che sono poi recepite dalle varie normative nazionali: in Italia dal Codice della Navigazione. Alcuni articoli stabiliscono le regole per le aree circostanti una pista aeroportuale, dove c’è un rischio effettivo di avere più incidenti, dato che decollo e atterraggio sono le fasi più critiche per un volo. In particolare, l’articolo 707 obbliga i Comuni ad adottare un piano di rischio, ovvero uno strumento di carattere urbanistico che demarca alcune zone di tutela in cui è impossibile costruire determinati edifici. La geometria delle zone di tutela è definita da ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile) nel regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti. Nel capitolo 9, paragrafo 6 del regolamento, c’è scritto che ‘lo scopo dei piani di rischio è quello di rafforzare i livelli di tutela nelle aree limitrofe agli aeroporti’.

La questione del chilometro? Il chilometro vale, ma si riferisce a una zona di tutela che si estende lateralmente alla pista. Se la nuova pista sarà parallela all’autostrada, come sarebbe previsto, quelle fasce laterali di tutela andranno a coprire il polo scientifico di Sesto Fiorentino e la zona dell’inceneritore. Ciò che dà fastidio all’area Mercafir sono invece le zone di tutela in asse alla pista. Si tratta di tre chilometri, non di uno! Le zone di tutela che creano problemi alla Mercafir sono la B, la C e la D che sono, appunto, in asse alla pista e non laterali”. (GUARDA LA MAPPA INTERATTIVA DEL PIANO DI RISCHIO http://pianasana.it/mappe-interattive/mappa-del-piano-di-rischio/ (http://pianasana.it/mappe-interattive/mappa-del-piano-di-rischio/)).

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F11%2Fzone-di-rischio.png%3F334edb&hash=278c9dd30d30a3f2567821842887b8a1)

Nell’immagine sopra, le zone di tutela riprese dal regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti. I numeri si riferiscono in metri. La pista dell’aeroporto è quella con la scritta STRIP.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2014%2F11%2Fmappa-di-rischio.png%3F334edb&hash=cc4edb4d70b20cd1d3267ff0492116fb)

La zona Mercafir è quella verde all’altezza di viale Alessandro Guidoni (vedere, comunque, la mappa interattiva)

“Il problema è che in quelle zone ci sono dei vincoli urbanistici. In particolare, uno che vale per tutte le zone e cioè che non ci devono essere strutture di grandi assembramenti di persone (il regolamento per la costruzione degli aeroporti prescrive che nelle zone di tutela A, B, C e D vanno evitati: insediamenti ad elevato affollamento come centri commerciali, congressuali e sportivi, costruzioni di scuole, ospedali e, in generale, di obiettivi sensibili, attività che possono creare pericolo d’incendio, esplosione e danno ambientale, ndr).

Anche se non ci fosse questa regola, lo stadio sarebbe messo male per via dei sorvoli, perché gli aerei in atterraggio e in decollo dalla parte di Firenze lo sorvolerebbero a quota bassissima, circa settanta metri da terra. Nonostante il catino ribassato dello stadio, il rischio resterebbe e non solo per gli spettatori, ma anche per i passeggeri e per gli aerei, che rischierebbero magari di prendersi una pallonata! Lo stadio, quindi, impatterebbe con le traiettorie di volo. E, a proposito, se lo stadio dà noia alla pista, vuol dire che gli aerei volano anche dalla parte di Firenze. La Regione e AdF (Aeroporto di Firenze, ndr) ci stanno dicendo che la nuova pista sarebbe monodirezionale, cioè funzionerebbe solo dalla parte di Prato. Evidentemente non è così perché sennò lo stadio non avrebbe questa incompatibilità”.

STEFANO NICCOLI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/17/14, 22:46
Nardella: “Lo spostamento del mercato compete alla Fiorentina”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare della questione Mercafir questa mattina ribadendo il concetto già espresso dall’assessore Meucci ai nostri microfoni: “Stiamo lavorando in modo molto concreto e in sole due riunioni, abbiamo raccolto dati e pareri della conferenza dei servizi. Adesso toccherà alla Giunta comunale dare il proprio parere sull’interesse pubblico dell’opera stessa – ha detto Nardella a Lady Radio -. Successivamente saranno date alla Fiorentina le indicazioni che riguarderanno lo sviluppo dell’area Mercafir e se il parere sarà favorevole dovremo valutare lo spostamento del mercato. Il costo di questo spostamento dovrà però gravare sui privati e non sul Comune o sulla Mercafir”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/18/14, 14:06
La Repubblica: questione Mercafir, ecco cosa il comune chiede di pagare alla Fiorentina

Nella giornata di ieri il sindaco di Firenze Nardella ha ribadito il concetto che lo spostamento della Mercafir “Compete alla Fiorentina”. Ma di cosa si parla in concreto? La Repubblica scrive oggi che la demolizione e ricostruzione della area è già stata pianificata («nel 2012 abbiamo approvato la variante urbanistica») e queste spese non riguarderebbero la società viola, che però dovrebbe accollarsi l’onere dell’eventuale «spostamento e ricostruzione in un’altra area».

In sostanza si chiede alla Fiorentina di acquistare il terreno su cui realizzare la nuova Mercafir, circa venti ettari, per una spesa che potrebbe oscillare intorno ai dieci milioni. Una novità che per il momento non sposta la posizione dei Della Valle, che si sono sempre detti disponibili a valutare un eventuale intervento economico per dare una mano all’amministrazione comunale a risolvere la vicenda. La società viola, come ha già spiegato qualche settimana fa il presidente esecutivo Mario Cognigni, aspetta che Palazzo Vecchio abbia concluso il suo iter burocratico, e solo se ci sarà parere favorevole sull’interesse pubblico dell’opera si metterà a sedere per discutere ulteriori dettagli.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/20/14, 23:42
Giani: “Nuovo stadio? Il Comune non può lasciarsi scappare la proposta dei DV”

“Sulla vicenda che vede coinvolta la Fiorentina per il possibile nuovo stadio da costruire alla Mercafir ritengo che molto passi dal ruolo che giocherà il comune di Firenze, ma anche le istituzioni pubbliche. Devono cogliere al volo questa opportunità”. Queste le parole del consigliere uditore dei cda della Fiorentina e membro della Giunta nazionale del Coni, Eugenio Giani, ai microfoni di calciomercato.com.

Intervenuto a margine del convegno svoltosi questa mattina a Confindustria Firenze intitolato ‘Il partenariato pubblico-privato per gli impianti sportivi’ Giani ha trattato ampiamente il tema legato alla costruzione di uno stadio di proprietà da parte della Fiorentina: “Non si trova tutti i giorni un privato (la famiglia Della Valle ndr.) che spende duecento milioni di euro col suo rischio di impresa per trasformare, riqualificandola, un’area pubblica periferica, facendoci non solo lo stadio ma una serie di strutture, certo remunerative, commerciali, alberghiere, ma che consentono comunque di decentrare da Firenze un polo attrattore di traffico come è oggi lo stadio nell’area centrale di Campo di Marte. Inoltre si creano occasioni di lavoro nella direttrice di sviluppo del nord ovest dove si calano le infrastrutture della città come l’aeroporto, l’autostrada, il passaggio del treno che sarà sempre di più metropolitano, in modo armonico ed efficiente. Spero che il comune si renda conto che vanno mediate ed avvicinate le posizioni delle parti, per poter passare dai progetti alla posa della prima pietra”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/21/14, 23:20
Nardella: “Noi tutti, come i tifosi, ci auguriamo di avere presto un nuovo stadio”

Di seguito vi riportiamo la breve battuta rilasciata dal sindaco di Firenze, Dario Nardella, ai microfoni di Radio Blu: “Gianluca Baiesi è qui in rappresentanza della Fiorentina. Festeggiamo cinque anni di convenzione. L’impegno della società è sempre volto a valorizzare lo stadio con vari eventi. Noi tutti, come i tifosi, ci auguriamo di averne presto uno nuovo”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/07/14, 17:56
Nuovo Stadio, Nardella verso il sì al piano economico

Operazione stadio, Palazzo Vecchio verso il sì al piano economico. Considerata fin dal primo momento la ‘prova del fuoco’ della proposta presentata dalla Fiorentina, l’esame della «sostenibilità finanziaria» del progetto stadio alla Mercafir è ormai alle battute conclusive. E a quanto trapela l’esito sarebbe positivo. Se il sindaco Dario Nardella voleva assicurarsi che la Fiorentina «non ci guadagni troppo o al contrario non ci guadagni affatto», gli uffici tecnici comunali stanno per arrivare alla conclusione che «il piano economico e finanziario» è «corretto». Ma questo non significa che la risposta alla Fiorentina sarà un ‘sì’ a tutto tondo. Anzi, al contrario: quello che si va profilando a Palazzo Vecchio è che sarà un «Sì, ma…», in pratica un sì condizionato.

Non c’è ancora niente di ufficiale. Il sindaco Nardella si è preso l’impegno di fornire una risposta ufficiale alla proposta viola entro il Natale. E in vista della scadenza annunciata l’idea che si sta formando è che il via libera all’operazione stadio non potrà che arrivare a condizione che si assicuri una soluzione per il mercato ortofrutticolo.(…)

L’ipotesi attorno alla quale si sta al momento maggiormente lavorando è quella di considerare la ricerca dei terreni come parte integrante di un ‘project financing’. Ovvero, il privato propone di realizzare lo stadio su un terreno comunale e s’impegna a trovare una ‘location’ diversa per il trasloco del mercato Secondo questa ipotesi, in sostanza, sarebbe la Fiorentina a trovare i terreni. Ovviamente anche a pagarli. (…)

La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/11/14, 00:24
Mercato ortofrutticolo, braccio di ferro tra Della Valle e Unipol

Stadio alla Mercafir, dove eravamo rimasti? Al fatto che, tra le altre cose, la Fiorentina dovesse trovare il modo di spostare il mercato ortofrutticolo altrove, liberando maggiori spazi per i suoi progetti. E da questo punto di vista arrivano novità, raccontate dall’Espresso. Secondo cui i Della Valle avrebbero individuato una porzione di terreni a Castello dove trapiantare il mercato e aspetterebbe il via libera del Comune entro Natale. Il problema è che quei terreni sono della UnipolSai, che li ha ereditati dalla Fondiaria dei Ligresti e che come ben sappiamo sono finiti al centro di un’inchiesta giudiziaria avviata nel 2008, conclusa in primo grado a marzo dell’anno scorso con un’assoluzione e il Tribunale ha disposto la restituzione dell’area (circa 170 ettari, valore stimato 30 milioni), sottoposta a sequestro. Il Comune ha deliberato l’esproprio dei 25-30 ettari che servono ad AdF, la società che gestisce lo scalo di Peretola (Unipol ha fatto ricorso al Tar) e sta discutendo appunto con i proprietari della Fiorentina dell’opzione relativa al mercato ortofrutticolo. Che succederà?
 
REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/13/14, 16:30
Ass. Meucci: “L’intenzione del Comune è realizzare il nuovo stadio”

Elisabetta Meucci, assessore all’Urbanistica e alle politiche del territorio del Comune di Firenze, ha parlato del nuovo stadio della Fiorentina a Lady Radio: “La Commissione sta elaborando il documento di analisi e di approfondimento della proposta presentata dalla Fiorentina: è un documento importante per gli aspetti economico-finanziari. La proposta verrà inoltrata alla giunta che poi la valuterà in una-due sedute massimo. La giunta dovrà, poi, deliberare riguardo l’utilità pubblica. Le prescrizioni riguarderanno aspetti urbanistici perché ricordo che l’area Mercafir è già pianificata nel regolamento urbanistico dei mesi di marzo. In primo luogo vi sono gli aspetti urbanistici, poi quelli economico-finanziari. L’amministrazione si pronuncerà in merito a quei requisiti che sono imprescindibili. La proposta verrà modificata dall’amministrazione con l’elaborazione del regolamento urbanistico che avverrà entro la fine di marzo perché è evidente che la proposta della Fiorentina è legata all’osservazione stessa della Fiorentina: quindi il consiglio comunale si troverà sul tavolo anche quest’aspetto perché sarà il consiglio comunale che dovrà approvare queste richieste. L’intenzione dell’amministrazione è quella di poter realizzare un’opera così importante che già si trova nel regolamento adottato”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/16/14, 00:14
Nardella è convinto: “Il nuovo stadio? Siamo in dirittura d’arrivo”

L’ok definitivo per il nuovo stadio entro Natale? Questo dipenderà dai tecnici che stanno lavorando sulla procedura burocratica. Appena ci daranno le risposte potrebbe esserci l’ok definitivo. Siamo in dirittura d’arrivo e siamo nei tempi previsti”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella parlando a margine del consiglio comunale in corso di svolgimento a Firenze rispondendo ad una domanda dei giornalisti sulla possibilità che entro le prossime festività natalizie si possa concludere l’iter burocratico per dare poi il via ai lavori per un nuovo stadio in città ad opera della Fiorentina. “Lo stadio nuovo, se e quando sorgerà, sarà di proprietà come infrastruttura di chi lo realizzerà – ha aggiunto Dario Nardella – Certamente penso che il vecchio stadio Franchi se dovrà avere una nuova missione non sarà piu’ lo stadio della Fiorentina ma potrà essere utilizzato per altre discipline. Vorrei ricordare che prima di Italia ‘90 il Franchi aveva la pista d’atletica, è uno stadio ben dimensionato, ben proporzionato, e, che ha ospitato anche partite di rugby importanti”.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/17/14, 13:19
Nardella: “Stadio nuovo? Siamo a buon punto, la legge aiuta”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva della candidatura dell’Italia alle Olimpiadi del 2024 e del nuovo stadio: “Siamo a buon punto per il nuovo stadio. Contano poche le chiacchiere ma il lavoro concreto, posso affermare che non ci siamo mai fermati su questo progetto che ha fatto passi avanti in ogni fase e adesso siamo vicini a nuove tappe. Confido nella qualità del progetto del lavoro e nelle capacità dei tecnici del Comune. I nuovi impianti? La legge accorcia i tempi per la realizzazione degli stadi, a Roma e Firenze ci sono già stati movimenti. Dobbiamo recuperare il terreno perso dai paesi stranieri, da noi solo la Juventus ha una casa di sua proprietà. Dobbiamo trovare le risorse per sostenere questi investimenti, l’Italia deve dotarsi di stadi di proprietà”.

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/14, 21:31
Nardella: “Il 7 gennaio la nostra risposta sulla Mercafir”

Intervistato dal Corriere Fiorentino, il sindaco di Firenze Dario Nardella parla delle sue sfide per il 2015 e tra queste affronta anche la questione Mercafir.

Lo stadio nuovo, un tormento…
«Siamo in dirittura d’arrivo sulla proposta della Fiorentina. Il 7 gennaio, dopo l’Epifania, daremo la nostra risposta».
È ottimista?
«Prudenzialmente ottimista».

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/15, 00:41
Renzi: “Lo stadio? Nostro l’assist, la Fiorentina deve segnare”

Pochi minuti fa alla trasmissione “Salotto Viola” su Italia 7 è intervenuto il direttore de La Nazione Marcello Mancini, che ha svelato una battuta del Premier Matteo Renzi tratta dall’intervista che uscirà domani in edicola su La Nazione, in riferimento al nuovo stadio di Firenze:

“Possibilità di un nuovo stadio a Firenze? la nostra amministrazione comunale ha fatto tutto quello che doveva fare come uno dei migliori dribbling di Cuadrado. Ora la palla è sul dischetto dell’area di rigore e spetta alla Fiorentina metterla dentro.”
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/15, 01:03
Stadio alla Mercafir: il Comune ingaggia un super consulente

Sulle pagine de’ La Repubblica si parla della super consulenza sul nuovo stadio. Impantanato da quasi sei mesi nell’esame della proposta della Fiorentina che prevede lo spostamento del mercato ortofrutticolo di Novoli, Palazzo Vecchio cambia marcia. Affida ora un incarico di assistenza legale sulla costruzione dell’impianto alla Mercafir all’avvocato Alberto Maria Bruni, dello studio che fa capo a Giuseppe Morbidelli e che vede fra gli associati anche Duccio Maria Traina. Esperto di project financing, tra i “padri” della cosiddetta “legge Nardella” 2013 sugli stadi, per Bruni il ruolo è uno strano incrocio del destino: per lui il Comune stacca oggi un assegno da 15 mila euro (19 mila lordi) per il «supporto tecnico-legale al R.u.p.», cioè al responsabile unico del procedimento (che è poi il direttore generale del Comune Giacomo Parenti) da mesi al lavoro per dirimere i complicati aspetti giuridici dell’operazione viola, ma Bruni è anche l’avvocato che nel 2006 ha difeso proprio la Fiorentina di fronte alla giustizia sportiva nel processo Calciopoli.

Se fin qui l’immagine è stata quella di una partita che si allungava a dismisura, con il «sì» al piano da 300 milioni di euro proposto dalla Fiorentina che non ha fatto che slittare da luglio scorso, ora Palazzo Vecchio sembra voler far durare il meno possibile almeno “l’extra-time”: l’incarico è stato firmato solo il 31 dicembre ma già entro il 15 gennaio Bruni si impegna a consegnare la prima relazione legale. E ancora prima, già mercoledì 7, il sindaco Dario Nardella potrebbe annunciare la sua risposta al progetto Della Valle. E’ un cambio di passo. Il segno che Palazzo Vecchio ha deciso di prendere una decisione finale: è dal 14 luglio scorso che la proposta della Fiorentina è del resto arrivata formalmente sul tavolo del Comune. E dopo sei mesi è ormai il tempo delle scelte, come del resto testimonia il termine «urgenza» che ricorre più volte nell’atto del 31 dicembre con cui si affida la “consulenza” a Bruni.

(…)

REDAZIONE
Twiter: @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/15, 16:14
Renzi e la Mercafir: “Il Comune ha fatto Cuadrado. Molti litigi con DDV…”

Intervistato da La Nazione, il premier Matteo Renzi ha parlato anche di Firenze e della questione Mercafir. Queste le sue parole: “Sullo stadio la nostra amministrazione ha Cuadrado: dribling e assist. Ora tocca alla Fiorentina e al Comune mettere la palla in gol. Lo faranno! Il futuro del calcio è nei nuovi impianti. Se vinciamo la partita delle Olimpiadi all’Italia – a settembre formalizzeremo la candidatura, nel 2017 ci sarà la decisione – da qui al 2024 avremo anche da investire su una serie di strutture che non si fermeranno allo stadio di calcio”.

Perché tanta durezza di Diego Della Valle nei suoi confronti, eppure eravate amici? “Con Diego c’è stata più di una discussione. La prima volta litigammo sullo stadio, era il gennaio 2010, ma noi abbiamo l’abitudine di parlarci con franchezza. Si può stimare anche chi ti critica, si può rimanere amici pensandola diversamente”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/15, 18:00
Nardella: “Domani la giunta comunale si esprimerà sul progetto del nuovo stadio”

Sulla possibilità che venga presto costruito un nuovo stadio a Firenze “l’amministrazione della città ha fatto un dribbling ed un assist degni del miglior Cuadrado. Ora spetta alla Fiorentina fare gol”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso di un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano La Nazione. E per domani il sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato novità in merito. “Domani noi facciamo il nostro lavoro: la giunta comunale si riunirà e, si esprimerà sul progetto presentato dalla Fiorentina e sulla dichiarazione di interesse pubblico dell’opera fatta dal club gigliato– ha detto lo stesso Dario Nardella a margine dell’evento ‘Befana alla Canottieri comunali’ in corso di svolgimento a Firenze – Incontri con il presidente viola Andrea Della Valle? Per adesso non sono previsti”.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/07/15, 21:26
Mercafir, prima pietra tra 24 mesi. Ma servono 10mln per spostare il mercato

Il Corriere Fiorentino di oggi ricorda alcuni dettagli del progetto Mercafir che dovrebbe decollare definitivamente dopo il via libera di oggi da parte della giunta comunale:

Il piano della Fiorentina prevede che la nuova Cittadella sia completata nel novembre 2018, quando dovrebbe essere già pronta da mesi anche la nuova pista dell’aeroporto. I tecnici prevedonao che la posa della prima pietra per lo stadio avvenga a dicembre 2016. Un aspetto interessante, nella tempistica, riguarda il 2015, anno che la Fiorentina impiegherà per fondare una «New Co», una nuova società che farà da cassaforte per gli incassi del nuovo stadio e dei 50 mila metri quadrati di superficie netta tra outlet di lusso, negozi, ristornti e hotel. I Della Valle, inoltre, prevedono che il prossimo anno servirà a cercare investitori (i cinesi si sono già fatti avanti con decisione) che affiancheranno i patron viola in un investimento assai importanti: 305 i milioni di euro previsti.

Nuovo stadio a Novoli, ma chi paga il trasferimento della Mercafir, dove peraltro sono in ballo quasi 2 mila posti di lavoro? Dovrà pagare la Fiorentina. L’area del mercato ortofrutticolo occupa oltre 15 ettari dei 50 complessivi sui quali si svilupperà lo stadio. Incassato il sì dal Comune, i Della Valle dovranno prevedere un’altra decina di milioni di spesa in più per comprare i terreni su cui sarà costruita la futura Mercafir. L’area sarebbe già stata individuata: 12-13 ettari nell’area Nord di Castello (poco sopra alla Scuola Marescialli), che Unipol ha ereditato da Fondiaria e che adesso vorrebbe monetizzare.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/07/15, 22:54
Nuovo stadio, via libera da Palazzo Vecchio

Dopo la sconfitta di Parma la notizia positiva per i tifosi viola giunge da Palazzo Vecchio. Dalla giunta comunale. Che stamattina darà l’ok alla proposta, al progetto per la realizzazione del nuovo stadio presentato dalla Fiorentina il 14 luglio scorso e poi inviato il 20 settembre ai soggetti che prendono parte alla conferenza dei servizi. Il via libera – scrive La Nazione – c’è. Pur condizionato a una serie di prescrizioni. La prima: che la Fiorentina assicuri una soluzione per il mercato ortofrutticolo. In buona sostanza la società viola si dovrà impegnare a cercare un terreno e a pagarlo per permettere il trasloco del mercato ortofrutticolo.

Le altre sono di carattere squisitamente tecnico (e anche ecnomico). Ma tutte saranno riepilogate nell’allegato alla delibera che oggi la giunta varerà. La Fiorentina avrà 60 giorni di tempo per valutare e dare una risposta al sindaco. Per realizzare la cittadella viola, secondo lo studio preliminare presentato dalla Fiorentina, la società viola investirà 305 milioni e 800mila euro. Lo stadio sarà una struttura completamente coperta che potrà accogliere 40mila persone: con caratteristiche identiche agli stadi più moderni europei, risponderà a standard di altissimo livello qualitativo. Il modello da cui maggiormente trae ispirazione ricalca quello dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/08/15, 15:10
La svolta Mercafir vista dai lavoratori: tra speranza e preoccupazione

Mercafir: l’ultima svolta fra scetticismo e speranza. «Gli annunci, più o meno eclatante, si susseguono dal 2011. La mia sensazione è che si sia in una fase ancora embrionale del progetto». Alessandro Del Lungo è delegato componente Cisl, nelle rsu di Mercafir. E’ sindacalista da decenni, segue le sorti della società da vicino. «Tutto può succedere -commenta- ma prendersi l’onere di trovare un’area e pagarla per permettere il trasloco del mercato non è un affare di poco conto per la Fiorentina. La vedo dura, ecco… Faccio un esempio: ci sono quattro o cinque grossisti di rilievo che hanno contratti a lunga scadenza e che con questa prospettiva hanno fatto anche investimenti importanti: convincerli a trasferirsi può risultare complicato. Anche per questo, di primo acchito più che una novità sembra un escamotage politico per rilanciare la palla, tanto per usare termini calcistici, dall’altra parte del campo: il Comune ha fatto la sua proposta, ora tocca alla società viola rispondere».

(…)

L’ok della giunta al nuovo stadio viene seguita con attenzione anche dal fronte dei costruttori. Da un’altra prospettiva. «La speranza di chi lavora nell’edilizia è che il progetto venga realizzato e che dia lavoro anche alle imprese fiorentine, magari frazionandolo -sottolinea Stefano Fani, portavoce per Firenze dell’Associazione nazionale dei costruttori edili- E’ vero che c’è una sola impresa di grosse dimensioni sul nostro territorio, ma è un’opera che può essere suddivisa e affidata a più ditte. Sarebbe un volano importante, è un progetto da trecento milioni, in un momento come questo figuriamoci. Come associazione costruttori, porremo grande attenzione perché le imprese del territorio abbiano un ruolo. Vogliamo mettere la cura di chi lavora in casa e per un proprio simbolo come la Fiorentina?».

Laura Gianni – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/08/15, 15:57
Nuovo stadio, i Della Valle hanno già un partner

Il modello è quello dello Stadium juventino. Un impianto ultra tecnologico da quarantamila posti a sedere. Ma se il progetto definitivo è ancora da fare il costruttore ci sarebbe già: i Della Valle avrebbero già idee piuttosto avanzate circa il partner da coinvolgere nell’operazione stadio. Anche per questo però la Fiorentina sarebbe orientata a scegliere la strada del progetto definitivo da presentare tra 1 anno, lo stesso tempo che ha chiesto per costruire l’accordo con un partner costruttore o finanziario. Ma c’è ancora qualche incertezza sui vincoli aeroportuali dettati dalla futura pista parallela all’autostrada. (…)

Il primo punto del nuovo stadio sarà il rapporto investimenti- ricavi. Il secondo, il rapporto cemento-verde. Basta con impianti circondati da parcheggi, l’impianto di Firenze avrà un’area per la sosta sul lato aeroporto, mentre in tutto il resto del perimetro dello stadio sono previsti alberi e aiuole. Minor impatto possibile sulla città è l’obiettivo. Proprio per questo è previsto che lo stadio sia interrato per 6-8 metri (è da fare lo studio delle falde), in modo da avere un’altezza di 25-27 metri al massimo. Non solo, si tratterà di un impianto ad altissima tecnologia (ci sarà anche una regia televisiva con telecamere sul campo), capace di garantire un’ottima visuale da ogni settore. L’idea è di un impianto eco-sostenibile, alimentato da energie rinnovabili. E potrà sfruttare anche la fitta rete di trasporti (dall’aeroporto all’autostrada alla tramvia). Su precisa richiesta dei Della Valle, il nuovo stadio dovrà essere però anche architettonicamente bello, un’attrazione di per sé.

Per quanto riguarda le dotazioni interne della struttura, avrà skybox e palchi privati, aree per gli sponsor, ristoranti in ogni settore, probabilmente un museo, e ovviamente un megastore con i prodotti griffati della Fiorentina. Proprio come allo Stadium. I Della Valle, a fronte di 300 milioni d’investimento, contano di ricavare dal nuovo impianto almeno 10 milioni netti a stagione: soldi che serviranno per implementare il budget per il calcio mercato e che consentiranno di abbassare il gap con le altre squadre.

La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/08/15, 16:06
Sì alla Mercafir, ACF soddisfatta: “Il trasloco del mercato era previsto”

Il Corriere Fiorentino riporta le reazioni da casa viola dopo l’approvazione da parte della Giunta Comunale della delibera per il nuovo stadio. Il primo commento della società dei Della Valle è diretto: «Siamo soddisfatti, adesso ci mettiamo subito al lavoro per studiare le carte». Le carte della Fiorentina, il progetto economico-finanziario, sono 270 pagine. Il Comune ha detto di sì alla Fiorentina per l’utilizzo integrale dell’area, ma chiedendo che «monetizzi» il costo di questo trasferimento, altrove: tradotto, deve pagare la nuova area dove deve essere ricostruito, ex novo, la Mercafir, con «stesse caratteristiche per localizzazione, dimensioni, viabilità e accessibilità», scrive in una nota il Comune di Firenze, che lancerà una sorta di «asta», o meglio una ricerca (tramite procedura di evidenza pubblica) di questa area. Ma quanto costerà alla Fiorentina questa «monetizzazione»? C’è già una valutazione, fatta negli uffici di Palazzo Vecchio, solo citata nella delibera ieri approvata in «bozza» ma non resa pubblica. C’è chi parla di 10-15 milioni, chi di 16-20. Ovviamente, la costruzione della «nuova» Mercafir è legata al progetto di finanziamento delle aziende che operano nel mercato, e che andrà rivisto: era stato costruito sulla base della variante approvata durante l’amministrazione Renzi per l’area nord della Mercafir. La Fiorentina non è rimasta sorpresa da questa richiesta del Comune, anzi, «rientra nei nostri piani e nelle nostre intenzioni» rimbalza dalla società viola.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/08/15, 21:09
Regione, Saccardi: “Pronti ad accogliere il grande progetto della Fiorentina”

“Quanto fatto ieri dal comune di Firenze, in cui c’ha messo del suo anche la Regione Toscana sul fronte urbanistico, è la dimostrazione di quanto questo territorio ci tenga ad accogliere il grande progetto della famiglia Della Valle e della Fiorentina”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi, a margine di una conferenza stampa, rispondendo ai giornalisti sulla delibera con cui ieri la giunta comunale di Firenze ha dato il via libera al piano presentato dalla Fiorentina per la costruzione di un nuovo stadio. “Sappiamo quanto la Fiorentina sia importante per Firenze ma non bisogna dimenticare che il progetto del nuovo stadio e – ha aggiunto Saccardi – di tutto quello che lo circonda può essere anche un grande volano di sviluppo della città e di tutto il territorio: molta occupazione, crescita, opportunità di lavoro, all’interno di alcuni paletti che correttamente la giunta ed il sindaco hanno posto per la salvaguardia di attività produttive che ci sono nell’area dove verrà costruito il nuovo impianto calcistico a Firenze”.

gonews.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/09/15, 23:11
Comunicato ACF sulla Mercafir: “aspettiamo di esaminare il documento”

La Fiorentina prende atto della decisione con cui la Giunta Comunale ha dichiarato l’interesse pubblico per la realizzazione del nuovo stadio esprimendo parere positivo rispetto al piano di fattibilità e al piano economico finanziario presentato il 14 luglio.

Per massima chiarezza e per non confondere le idee a cittadini e tifosi, contrariamente a quanto affermato da qualche organo di stampa la Fiorentina non può allo stato esprimere alcuna valutazione sui termini della delibera poiché non ne conosce il contenuto. Le nostre osservazioni saranno rese pubbliche non appena avremo avuto occasione di esaminare il documento. Chiariamo peraltro fin d’ora che il progetto non intende ledere i diritti, o gli interessi, di nessuno e che quindi la sua realizzazione è subordinata all’individuazione di soluzioni che consentano da un lato di salvaguardare tutti gli interessi coinvolti e, dall’altro, di rispettare l’equilibrio economico – finanziario dell’iniziativa, come richiesto dalla normativa vigente.

violachannel.tv
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/09/15, 23:12
Mercafir, ecco il perchè del comunicato ACF

Pochi minuti fa la ACF Fiorentina ha diffuso un comunicato dove dichiara di non potersi esprimere in merito alla situazione del nuovo stadio, per il quale il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha annunciato la pubblica utilità, poiché non è ancora venuta in possesso della delibera della Giunta del Comune. Attraverso la ricostruzione de ilsitodifirenze.it proviamo a spiegarne il perchè. La questione è semplicissima. Mercoledì scorso la Giunta del Comune di Firenze ha deliberato la pubblica utilità sullo studio di fattibilità presentato dalla Fiorentina per il nuovo stadio e le opere connesse, con le opportune prescrizioni. Il Sindaco Nardella, però, è dovuto scappare a Roma per impegni istituzionali e non ha potuto firmare la delibera. Finché il Sindaco non siglerà la delibera, il Comune non può certo inviarla alla ACF, poiché senza la firma del Sindaco sarebbe semplice carta straccia. Alla luce di questo, non ci sarebbe nessun caso e il comunicato andrebbe letto solo come una precisazione relativa a qualche articolo dei quotidiani contenente alcuni dettagli inesatti.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/10/15, 19:56
Nardella: “Comunicato Fiorentina serio e corretto. Stiamo tutti con i piedi per terra”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato questa mattina in riferimento al comunicato pubblicato dalla Fiorentina nella serata di ieri sul nuovo stadio di Firenze. Questo il commento del Sindaco Nardella:

““Mi sembrano delle parole giuste e corrette, dobbiamo tenere tutti i piedi per terra. Dobbiamo valutare tutti gli elementi come da sempre la Fiorentina in questo procedimento ha fatto. Ritengo il comunicato una dimostrazione di serietà e concretezza”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/13/15, 00:35
Nardella: “Stadio Mercafir, Firenze diventi un modello per l’Italia”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato del nuovo stadio in Palazzo Vecchio prima del consiglio comunale. Ecco quanto evidenziato anche nella Pillola di Pentasport delle 15.45: “Mi auguro che Fiorentina e Comune condividano il percorso, ci sarà collaborazione tra pubblico e privato. Il Comune mette a disposizione l’area, la Fiorentina dovrà fare gli investimenti. La norma è chiara: il piano economico finanziaro è in equilibrio, non ci sono speculazioni e svantaggi. La collaborazione è il presupposto di base, spero che Firenze sia l’apripista a livello nazionale per la rivalutazione degli stadi. Il nodo Mercafir? Il Comune ritiene lo stadio un’opera pubblica, la riqualificazione della Mercafir è altrettanto importante. Stando al progetto Fiorentina non c’è spazio per il mercato quindi occorre trovare un nuovo spazio.

Ieri allo stadio non ho parlato di questo con ADV, abbiamo tifato. Ci siamo scambiati delle impressioni che sono positive, quando la Fiorentina sceglierà definitivamente come procedere ci incontreremo. Gli uffici tecnici delle parti sono in contatto costante, noi seguiamo puntalmente la norma sapendo che in gioco c’è un’opera di interesse pubblico. La Mercafir a Castello? Non sta a me dirlo, bisogna trovare una soluzione che possa soddisfare le esigenze: sia il mercato che lo stadio sono due iniziative importanti per la città di Firenze”.

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/13/15, 21:47
Stadio alla Mercafir, il sì trasversale

Alla Mercafir, qualora si riuscisse davvero a posare la prima pietra, nascerà uno stadio «bipartisan». Pd e Forza Italia, i due partiti più votati in Palazzo Vecchio, sono in pieno accordo per sostenere il progetto sui 50 ettari di Novoli, dove la Fiorentina vuole investire oltre 300 milioni. Se il sindaco Nardella ribadisce che si sta procedendo il più velocemente possibile «a patto di rispettare ogni minimo cavillo di legge», i forzisti sottolineano di «essere al fianco dell’amministrazione per costruirlo».
Maggioranza e opposizione di centrodestra sono d’accordo anche sull’altra priorità: tutelare i circa 2 mila posti di lavoro del Mercato ortofrutticolo, per il quale si dovrà trovare una nuova sede. «Il Comune di Firenze, così come ritiene lo stadio un’opera di interesse pubblico, allo stesso modo ritiene il progetto di riqualificazione della Mercafir un’opera di interesse pubblico. Pertanto i due progetti devono essere compatibili», sottolinea Nardella. «Se stando al progetto di Fiorentina non vi è spazio nell’attuale area designata per il nuovo stadio per i mercati generali, si dovrà individuare un nuovo spazio in considerazione del fatto che la monetizzazione di questo scambio deve rientrare nell’investimento economico messo a disposizione dalla Fiorentina», aggiunge il sindaco.
Critiche arrivano invece da sinistra, con il capogruppo di Sel, Tomma Grassi, che mette in guardia dal rischio di possibili speculazioni.

Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/31/15, 16:08
Nardella sulla Mercafir: “Rallentamenti? Non ne so niente, noi andiamo avanti”

Ai microfoni dell’agenzia Italpress, arrivano le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in risposta a quanto rivelato questa mattina dal quotidiano La Repubblica sulla vicenda del nuovo stadio: “Rallentamenti nel progetto Mercafir? Forse i giornali sanno qualcosa che non so nemmeno io. Noi abbiamo un contatto con la società viola e andiamo avanti con le tempistiche che conosciamo noi”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/31/15, 16:42
Paletti, richieste e milioni: in salita il cammino dello stadio alla Mercafir

È la partita su cui il sindaco Nardella si gioca buona parte del mandato che ora entra nel vivo e si fa difficile più del solito. La Fiorentina entro una decina di giorni potrebbe comunicare al Comune l’intenzione di prendersi i prossimi 12 mesi per ricalibrare il progetto presentato a luglio scorso adattandolo a tutte le prescrizioni tecniche e economiche contenute nella delibera di Palazzo Vecchio del 7 gennaio scorso, quella con cui la giunta ha detto il primo «sì» al progetto Della Valle riconoscendone l’interesse pubblico. C’è quindi tempo per risolvere i problemi, vero. Ma lo è anche che i nodi emersi nella riunione di martedì scorso sono tutt’altro che banali. L’architetto Alberto Rolla – il progettista dello Juventus Stadium a cui i Della Valle si sono affidati per piano da 300 milioni per nuovo stadio, albergo e centro commerciale – si è fiondato apposta a Firenze per approfondirli. E saranno pure «vincoli tecnici non insormontabili», tengono a dire da Palazzo Vecchio. (…)
 
Quali sono gli obblighi imposti dal Comune ai viola? Prima di tutto la grana del mercato. (…) Quindici ettari o poco più che Palazzo Vecchio chiede alla Fiorentina di comprarsi per acquistare, col ricavato, un terreno dove trasferire i nuovi mercati generali. A quanto? Qui viene il bello. La Fiorentina sperava in 10 milioni, martedì il Comune ha confermato che la sua quotazione non si allontana dai 20. Altra grana, gli oneri di costruzione. Quelli che la Fiorentina sarà tenuta a pagare al momento dei cantieri che potrebbero partire nel 2017. Quanti sono? Per i viola 5-6 milioni, ma il pallottoliere comunale ipotizza 7-8 milioni, se non 10. Poi il capitolo bonifiche, che la Fiorentina ha calcolato in 5 milioni: al resto, dicono i viola, ci pensi il Comune. Che però non ci sta: «Il concessionario dovrà farsi carico di tutti i costi per le demolizioni delle strutture esistenti e per la bonifica, ancorchè superino i 5 milioni preventivamente indicati, senza oneri a carico dell’amministrazione », scrive il team Parenti.

In più, impone il Comune, la Fiorentina dovrà rispettare tutte le prescrizioni emerse nella conferenza dei servizi che si è conclusa a novembre. Quella dell’ufficio tramvia che boccia la proposta viola imponendo uno spostamento della viabilità a servizio del nuovo stadio pena sbattere contro i binari della linea 2 a Peretola, quelle della Mercafir che chiede di sapere entro marzo tempi e modi dell’eventuale trasloco del mercato. (…).

La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/04/15, 21:21
Nuovo stadio Fiorentina, Unipol si mette di traverso?

Arrivano nuovi aggiornamenti sul progetto nuovo stadio della Fiorentina, che si interseca con molte questioni dell’urbanistica di Firenze. Come ormai è emerso chiaramente, prima di poter partire con l’iter dell’impianto viola alla Mercafir, c’è da spostare altrove il Mercato di Novoli. E l’area individuata dal Comune sarebbe all’interno dei terreni di Unipol a Castello. Ma la società proprietaria dell’area sembra mettersi di traverso. Ecco cosa scrive questa mattina La Repubblica in merito:

“Nuove iniziative toscane srl” e “Consorzio per l’attuazione del Pue Castello”, le due società un tempo in mano a Fondiaria, oggi controllate da Unipol, a dicembre avanzano al Comune la richiesta di conoscere il progetto viola. Vogliono consultare i verbali delle riunioni della cosiddetta conferenza dei servizi ed entrare in possesso del piano economico finanziario (Pef) dei Della Valle che per fare stadio e cittadella (300 milioni di investimenti) prevede l’utilizzo di tutta l’area del mercato ortofrutticolo e il suo trasloco, a differenza di quanto pianificato nel 2012. Il Comune si oppone alla richiesta di accesso agli atti perchè sarebbe inopportuno svelare dettagli sensibili. Il 7 gennaio scorso però la giunta comunale approva lo studio di fattibilità del nuovo stadio e l’elenco delle prescrizioni emerse nella conferenza dei servizi e da quel momento il Comune è pronto a dare ad Unipol quantomeno i verbali della conferenza. Non il Pef dei Della Valle: l’avvocatura comunale sostiene che rendere noti quei fogli potrebbe arrecare un danno alla Fiorentina che potrebbe perciò rivalersi su Palazzo Vecchio. Ma Unipol non ci sta e il 13 gennaio viene notificato a Palazzo Vecchio il ricorso al Tar delle due società che hanno ereditato i 168 ettari aldilà del viale XI Agosto. L’avvocatura comunale valuta l’atto. Ritiene che si possa opporsi. L’uomo “stadio” del Comune, Parenti, dice sì. E la spy story va ora alle carte bollate.

Il sindaco Nardella nei prossimi giorni potrebbe incontrare il presidente viola Mario Cognigni per un confronto sul nuovo stadio: perché Unipol si mette di traverso? Cosa vuole? E’ in fondo sui terreni ex Ligresti che Palazzo Vecchio potrebbe trasferire – dopo un bando pubblico e dopo aver incassato i soldi della Fiorentina per il terreno Mercafir – il mercato di Novoli “sfrattato” dallo stadio. Una prospettiva che a quanto pare non piace a Unipol, che stima in 100 milioni il valore dei suoi ettari di Castello: vendendone 15 al Comune per farci la nuova Mercafir, non incasserebbe che pochi milioni. Forse Unipol ambisce ad ospitare una parte dell’area commerciale che i Della Valle sognano a Novoli e per questo ora mostra i muscoli andando al Tar. Uno sgambetto per arrivare a un accordo?
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/09/15, 15:04
Mercafir, le parole di ADV rimettono tutto in discussione

Le parole pronunciate nel post gara di ieri da Andrea Della Valle a proposito dello stadio (VIDEO) hanno riaperto la questione e i quotidiani di oggi si soffermano sull’argomento.

Il Corriere Fiorentino descrive lo stato dell’arte: il 7 gennaio scorso è partito il percorso per il project financing come previsto dalla legge. Entro un mese, cioè entro oggi, la Fiorentina avrebbe dovuto decidere se procedere direttamente alla presentazione di un progetto entro novanta giorni, seguendo così le prescrizioni fornite dal Comune, oppure prendere più tempo e arrivare al progetto definitivo entro il prossimo gennaio. Tempi quindi già scaduti? Sembrerebbe di no, perché la Fiorentina avrebbe ottenuto qualche giorno di deroga anche se la società viola sembrerebbe comunque intenzionata a prendersi l’anno a disposizione (d’altra parte anche il Comune è risultato in ritardo per i tempi della conferenza dei servizi). Il vero problema però, resta la ricollocazione della Mercafir che aveva già presentato il proprio progetto per ristrutturare la parte nord dell’area che ora verrebbe concessa alla Fiorentina. Il più compatibile è stato da tempo identificato negli ottanta ettari dell’ex Fondiaria, ora di proprietà di Unipol dove, tra l’altro, è presente una concessione già firmata per realizzare un milione di metri cubi fra case, uffici e aree commerciali.

Unipol nel frattempo ha fatto ricorso contro il piano strutturale del Comune di Firenze, contro Adf e Enac per l’allungamento della pista e quando il Comune non gli ha concesso di avere accesso agli atti della conferenza dei servizi sull’area Mercafir ha fatto ricorso anche contro questo divieto. Rapporti tesi dunque, con il Comune che a questo punto proporrà un bando nei prossimi giorni, per sondare se esistono altre aree che possano essere messe a disposizione dai privati per la costruzione del nuovo mercato ortofrutticolo dove lavorano 2 mila persone. Una novità a cui anche la Fiorentina ora guarda con attenzione visto che i milioni necessari per l’acquisto dovrebbero arrivare proprio dal club viola (che al momento valuta l’area Mercafir circa 10 milioni contro i 20 di Palazzo Vecchio). Tempi ancora incerti dunque, e una situazione in continuo movimento.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/10/15, 00:05
Stadio, Giani: “La Fiorentina non ritiene giusto doversi accollare la Mercafir”

Per fare il punto sullo stato dell’arte riguardante il nuovo stadio, nel corso del Pentasport sono intervenuti Leonardo Bieber ed Eugenio Giani, rispettivamente presidente della commissione urbanistica del Comune di Firenze e presidente del consiglio comunale di Firenze/componente della commissione mobilità e infrastrutture della Regione Toscana/presidente del CONI provinciale di Firenze:

Leonardo Bieber: “Le difficoltà di cui ha parlato Andrea Della Valle? Non c’è niente di nuovo, le difficoltà di oggi le conoscevamo anche ieri. Se la Fiorentina accetterà di costruire lo stadio, e dovrà farlo sapere entro la fine di febbraio, partirà l’avviso pubblico per ricollocare il mercato nelle vicinanze. La nuova area andrebbe trovata a spese della Fiorentina, penso che il principale ostacolo sia questo. Un ostacolo che però c’è da settimane. Restiamo comunque fiduciosi a riguardo”.

Eugenio Giani: “Lo stadio non è una normale opera pubblica appaltata da un ente pubblico, si è percorso la strada del project financing che impone al privato di mettere tutti i soldi. In questo la Fiorentina dovrebbe mettere circa 200 milioni di euro. Con molta eleganza la Fiorentina non ritiene giusto il fatto che debba rifare la Mercafir in altra zona. Le posizioni, tra quello che è stato detto ieri da Andrea Della Valle e Nardella, sono distanti. A forza di far richieste il privato può anche rifiutarsi e continuare a giocare nello stadio dove ha giocato fino ad ora. Il nuovo stadio ritornerebbe comunque nelle mani del comune nel giro di un tot. di anni e non in quelle della Fiorentina. Ci dev’essere un avvicinamento da parte sia del Comune che da parte della Fiorentina. C’è ancora da lavorare perché ciò avvenga”.

Nella home page di violanews.com il nuovo sondaggio relativo agli oneri del nuovo stadio. Potete votare anche da qui: a chi date ragione?

Nuovo stadio, chi dovrebbe pagare lo spostamento di Mercafir?

    Il Comune
    La Fiorentina
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/10/15, 10:57
Repubblica: Stadio alla Mercafir, tutti i timori del Comune

Stadio alla Mercafir, la grande paura di Palazzo Vecchio. Il giorno dopo le dichiarazioni di Andrea Della Valle («Bisogna avere pazienza. Prima dell’estate avremo una risposta. Il sindaco ce la sta mettendo tutta, ci sono delle difficoltà») quello che si respira intorno a Dario Nardella non è il clima dell’attesa fiduciosa, piuttosto quello del timore gonfio di dubbi. A chiunque ci parli il sindaco si mostra motivato, persino rassicurato sulle intenzioni della società viola dopo le parole di domenica. Eppure la trattativa sui 50 ettari dell’area Mercafir dove i Della Valle teorizzano l’investimento da 300 milioni per stadio e cittadella appare sempre più complicata. E i tempi rischiano di dilatarsi. Le prescrizioni che la conferenza dei servizi e lo staff tecnico del Comune guidato dal super manager Giacomo Parenti hanno imposto alla società viola sono del resto parecchie: dai parcheggi alla compatibilità con la tramvia allo spostamento del mercato al conto dei volumi sbagliato, come ha osservato la Mercafir.

Ma questo è ben chiaro a Nardella, che a tutti nei giorni scorsi ha detto: «Signori, bisogna fare le cose per bene».
Difficilissima anche la partita economica: se i Viola speravano di spendere per il terreno Mercafir una cifra vicina ai 10 milioni, per Palazzo Vecchio sono circa 20. E anche su bonifiche e oneri di costruzione i conti viola non tornano con le mire del Comune. Adv che ora parla dell’estate per «una risposta» lascia pensare però che la risposta che la società darà al Comune entro fine febbraio non sarà così netta, sì o no. (…)

la Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/10/15, 11:43
Mercafir: inevitabile l’allungamento dei tempi

Poche parole, tanti dubbi e molti problemi. Anche abbastanza rilevanti, a cui cercare una soluzione. Altrimenti, addio stadio nuovo. Il nodo resta il paletto posto dal Comune che accolla alla Fiorentina la realizzazione della nuova Mercafir. La delibera di giunta del 7 gennaio scorso ha dato il via ufficiale al percorso di project financing per la realizzazione della nuova cittadella viola nell’area Mercafir, un sì vincolato ad alcune condizioni non derogabili: la prima e fondamentale, che la Fiorentina paghi al Comune tra i 18 e i 20 milioni (cosa che sembra non stare bene alla Fiorentina) per la nuova casa dei mercati generali che Palazzo Vecchio s’impegna a mantenere sul terreno comunale fiorentino, un terreno di circa 15 ettari da cercare con una gara pubblica. (…)

Entro i primi di marzo la Fiorentina dovrà far sapere se accoglie le nuove condizioni adeguando e modificando il progetto preliminare entro 90 giorni oppure presentando il progetto definitivo entro un anno. La dichiarazione di Andrea Della Valle che colloca temporalmente lo scioglimento dei dubbi prima dell’estate può avere due significati: contrariamente a quanto ci si aspettava, cioè che la Fiorentina volesse procedere con il progetto definitivo, in realtà potrebbe ripresentare la proposta preliminare modificata, a questo punto entro fine maggio, oppure potrebbe esserci l’intenzione di richiedere un approfondimento tecnico sugli adempimenti aggiuntivi, per cui servirebbero alcuni mesi di tempo. In pratica, temporeggiamenti in attesa di trovare una soluzione per la Mercafir. Il nodo centrale della questione. Palazzo Vecchio per ora non ha ricevuto alcuna notifica. Anche se nei prossimi giorni dovrebbe essere in programma un incontro tra il sindaco Dario Nardella e la società viola.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/11/15, 20:59
Nardella: “Nuovo stadio? C’è da spostare la Mercafir”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella è stato intervistato da RTV38 per quanto riguarda Firenze e la Fiorentina, ed anche del tema principale che lega la squadra viola al Comune di Firenze: la costruzione di un nuovo stadio. Queste le sue parole:

“Firenze è la prima città che applica la legge del 2014 sugli stadi italiani. E’ una norma per accelerare le funzioni burocratiche per la costruzione di tali opere. Dopo la variante decisa alla Mercafir, due mesi fa in Giunta Comunale abbiamo dato il via libera al progetto Fiorentina. La società viola ha presentato un piano serio con piano di fattibilità e studio economico. E’ un progetto complesso che si basa su un’area particolare, quella dei mercati generali. Il Comune di Firenze ha dato il consenso a tale progetto poichè il piano di fattibilità funziona e il terreno c’è. C’è però da spostare la Mercafir. Noi abbiamo trovato una soluzione per risolvere questo problema. La Fiorentina ha offerto 10 milioni per iniziare i lavori di rimozione nella zona Mercafir, il Comune ha fatto una stima sotto i 20 milioni, ma si troverà un punto di caduta. E siamo pronti a fare un bando per individuare una nuova area per il mercato. Ci vogliono i tempi necessari per fare tale opera ma i casi sono due: iniziare i lavori del nuovo stadio in concomitanza della presenza Mercafir o trovare una nuova locazione per i mercati generali. La Fiorentina ha tempo fino ai primi di marzo per dire se segue la strada dei tre mesi o dei dodici mesi per accogliere le nostre prescrizioni.

Con il provvedimento Sblocca-Italia Firenze dispone di un miliardo e mezzo di euro per opere pubbliche, tra cui la Tramvia, il termovalorizzatore e anche lo stadio nuovo per Firenze. E’ un’occasione unica per Firenze e tutta la popolazione. Per quanto riguarda il nuovo stadio ripeto che il progetto si basa su una compartecipazione del Comune ad un finanziamento privato (la famiglia Della Valle).”
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/12/15, 16:18
Nuovo stadio, se entro marzo non c’è area, Mercafir riparte col suo progetto

Oltre alla città in attesa di capire se il nuovo stadio si farà davvero, c’è un mondo produttivo in stand-by, aspettando la risposta della Fiorentina che non potrà arrivare oltre i primi di marzo. E’ il mondo Mercafir fermo al palo: un polo d’eccellenza tra i mercati generali d’Italia, che ospita 68 aziende per un totale di 80 concessioni e oltre duemila addetti che ogni giorni varcano le soglie della cittadella di Novoli (senza calcolare l’indotto), con un giro d’affari aggregato stimabile tra i 600 e i 700 milioni di euro.

Questa realtà produttiva non sa ancora dove sarà la sua nuova casa, dopo lo sfratto ricevuto a sopresa nel luglio scorso con il nuovo progetto presentato al Comune dalla Fiorentina che, diversamente dalle premesse, si è presa tutta l’area di Novoli, senza lasciare alla Mercafir il comparto Sud che secondo il piano precedente le sarebbe spettato. Se si fosse andati avanti con l’idea di realizzare un nuovo stadio, senza alberghi e galleria commerciale, probabilmente a Novoli ci sarebbero già le ruspe. Ma quanto possono aspettare i grossisti? C’erano tre prescrizioni della Mercafir allegate al sì pronunciato in conferenza dei servizi, relativamente all’interesse pubblico della nuova opera: entro dicembre si sarebbe dovuta individuare un’area per poter trasferire i mercati generali, entro marzo Mercafir avrebbe dovuto valutare quest’area ed entro maggio avrebbe dovuto validarla. Siamo lontani. E’ plausibile che a maggio non sia ancora stata trovata l’area: se così fosse, Mercafir è possibile che decida di andare avanti secondo il suo piano di recupero, rimasto congelato alla primavera del 2014: in cassa ci sono già 2 milioni di euro accantonati per il rifacimento delle strutture.

E maggio, dopotutto è dietro l’angolo. Perché anche se il sindaco Nardella ha annunciato un imminente bando pubblico per la ricerca di un terreno di circa 15 ettari suol territorio comunale che possa ospitare la nuova Mercafir, in realtà non si può cominciare a lavorare al bando prima che arrivi la risposta della Fiorentina. Senza tanti giri di parole, non si può cercare un terreno senza la certezza che la Fiorentina voglia andare avanti con il progetto. La società dei Della Valle non sarebbe intenzionata a finanziare da sola la realizzazione della nuova casa dei mercati generali, a tirare fuori i 18-20 milioni necessari, una condizione necessaria per mantenere fede alle prescrizioni della conferenza dei servizi riguardo, con il rischio di perdere il requisito di pubblica utilità indispensabile per portare avanti il progetto. In verità, il sindaco continua a ripetere che 10 milioni per la Mercafir erano già previsti nel progetto preliminare presentato dalla famiglia Della Valle. Dunque la distanza da colmare sarebbe da individuare nei soli 8-10 milioni che graverebbero interamente sulla Fiorentina? Difficile pensare che si rinunci a un’operazione di questa portata, una partita da oltre 300 milioni di euro, solo per questo. Probabilmente ci sono altre preoccupazioni. Legate anche ad altri paletti o ad altri accordi: questioni tecniche non banali, come la riorganizzazione della viabilità, lo studio della falda, l’arrivo della tramvia.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/15, 00:24
Nuovo stadio, incontro segreto Della Valle-Cimbri

Si sono visti. E hanno parlato. Sì, anche del progetto del nuovo stadio nell’area Mercafir e del futuro dell’area di Castello. In barba a chi pensava non si vedessero e non si parlassero. L’amministratore delegato di UnipolSai Carlo Cimbri e Diego Della Valle hanno ottimi rapporti, si frequentano spesso. Mica per le questioni fiorentine, per tanti affari, anche comuni: non bastassero le altre tante faccende in ballo, sono entrambi azionisti di Rcs Mediagroup. CIÒ

Che si sono detti nell’ultimo incontro è rimasto fra loro. Ma finalmente la prossima settimana Cimbri o per lui, per UnipolSai, Gian Luca Santi, direttore generale dell’area immobiliare, sarà a Firenze e renderà note le strategie della grande compagnia assicurativa: «Abbiamo un diritto a costruire che intendiamo far valere», ripetono a Bologna in merito all’area di Castello. Questo si sapeva: licenza a costruire un milione di metri cubi nell’area edificabile di circa 45 ettari all’interno del terreno da 168 ettari. Di cui una quindicina la società dovrà fare a meno per un esproprio, a pagamento, per il nuovo progetto dell’aeroporto fiorentino. Le risposte arriveranno a raffica, dunque: e non c’è molto da aspettare.

La prossima settimana si scioglierà il giallo, saranno chiariti i motivi per cui anziché chiedere al Comune il piano economico e finanziario per realizzare il nuovo stadio UnipolSai non l’abbia avuto direttamente dalla Fiorentina. Proprio sul mancato accesso agli atti, come era già successo poco tempo prima per i faldoni relativi all’aeroporto, UnipolSai ha presentato ricorso al Tar. Niente sgambetti, niente mosse false per guadagnare l’attenzione della famiglia Della Valle.

UnipolSai aveva ereditato un terreno con un valore diverso, prima che saltasse fuori l’esproprio per il Vespucci e prima che la famiglia Della Valle decidesse di realizzare stadio e cittadella alla Mercafir. Ma non è detto che tra le due società non si stia profilando un accordo segretissimo che permetta di utilizzare l’area di Castello diversamente rispetto a costruire case e uffici che sarebbe impresa improba: chi vorrebbe abitare a un passo dalla pista di Peretola? Cambiano i progetti e mutano le strategie. Forse anche per questo la Fiorentina si sta prendendo tutto il tempo per decidere sul nuovo stadio. Questioni di business. Difficile capire per chi è fuori dai giochi.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/15, 15:44
Da Renzi a Nardella: le scelte del sindaco per il nuovo stadio

Era cominciato tutto con un progetto futuristico – scrive Stadio -. Avrebbe dovuto diventare lo strumento attraverso il quale ridurre il gap economico con le grandi del calcio italiano. La cittadella dello sport, così come fu ribattezzata, avrebbe dovuto nascere su una superficie particolarmente estesa, di almeno 70-90 ettari. Nel progetto iniziale avrebbe trovato spazio anche il museo d’arte contemporanea, la zona alberghiera, così come un grande centro commerciale per sostenere il made in Italy e l’artigianato fiorentino. La gestione del complesso avrebbe dovuto essere affidata alla Fondazione Fiorentina, mentre parte dei ricavi avrebbe finanziato progetti per il sociale. L’ex sindaco Matteo Renzi la priorità dello stadio l’aveva inserita nel suo manifesto elettorale. E’ così che, invece di Castello, era stata individuata l’area Mercafir. Lo scorso gennaio è arrivato il via libera della giunta comunale al progetto per la realizzazione del nuovo impianto.

REDAZIONE
Twitter: @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/15, 16:23
Stadio, Barducci lancia l’idea Osmannoro

L’ex presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci, «da persona che è stata nelle istituzioni e che conosce il territorio», indica l’area dell’Osmannoro quale possibile destinazione del trasloco della Mercafir per far posto al nuovo stadio della Fiorentina. La proposta di Barducci, che di Sesto è stato pure il sindaco, arriva dopo l’annuncio di Dario Nardella dell’apertura di Palazzo Vecchio alla ricerca di soluzioni per il futuro del mercato ortofrutticolo.

«Ha già la destinazione di ingrosso, è un’area privata ma c’è ‘stoffa’ a disposizione in abbondanza spiega l’ultimo presidente della Provincia, rimasto in carica fino alla fine dell’anno scorso . Certamente ci sarebbero dei costi, ma ha una posizione strategica, vicino all’autostrada, c’è un’infrastrutturazione intorno, alberghi, strutture, l’aeroporto è molto vicino e si prevede pure un prolungamento della tramvia in direzione di Campi Bisenzio».

Ma il problema potrebbe essere proprio la sua ubicazione: l’Ingromarket sorge infatti nel Comune di Sesto, mentre l’attuale amministrazione sembrerebbe intenzionata a preferire una soluzione entro i confini fiorentini. «Ma siamo nel cuore della città metropolitana obietta Barducci l’attuale impostazione ci obbliga a rompere i confini della municipalità. Non voglio dire che senz’altro funzionerà, ma di sicuro merita un approfondimento». Il dibattito è aperto. L’Ingromarket si estende su 215mila metri quadri, ed appartiene ad un consorzio. La discussione è ovviamente collegata alla costruzione del nuovo stadio: la situazione, a sentire i protagonisti, non è poi così fluida. Giusto domenica scorsa, il presidente onorario viola Andrea Della Valle ha parlato di «difficoltà» nel percorso intrapreso per arrivare al futuristico impianto di Novoli.

Ma lo stesso Nardella, due giorni dopo, è tornato sulla questione stadio annunciando proprio il bando per la ricerca di terreni su cui destinare la Mercafir. «La Fiorentina ha tempo fino ai primi di marzo per dire se segue la strada dei tre mesi o dei dodici mesi per accogliere le nostre prescrizioni – ha dichiarato Nardella ricordando le regole del project financing Sullo spostamento della Mercafir, noi abbiamo individuato la possibilità per scigliere il nodo. La Fiorentina ha offerto una cifra importante, dieci milioni, il Comune ha fatto una stima, sotto i venti milioni, ma si troverà un punto di caduta. E noi siamo pronti a un bando per trovare un nuovo terreno per il mercato». Parteciperà anche l’area dell’Ingromarket?

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/15, 16:58
Problemi con la Mercafir? Coprire il Franchi può essere l’idea

Stadio nuovo alla Mercafir? In alternativa ritorno all’area di Castello? Oppure copertura del Franchi con un risparmio di oltre 50-60 milioni di euro? Sotto traccia qualcosa si muove, al di là delle parole di Andrea Della Valle («ci sono delle difficoltà»), o dell’ottimismo misurato del sindaco Nardella. Siamo onesti: la soluzione dell’area Mercafir ai Della Valle è sempre piaciuta pochino. Meno ancora piacerebbe ai proprietari della Fiorentina doversi sobbarcare l’onere del trasferimento del mercato. Si mormora da tempo di un avvicinamento fra lo stesso Diego Della Valle e i responsabili di UnipolSai, Carlo Cimbri e Gian Luca Santi, il tutto pensando a Castello e alle possibilità di utilizzazione di quell’area. Era stato il sogno per la realizzazione della Cittadella dello sport tanto cara ai Della Valle. Un ritorno di fiamma? Nuove possibilità? Qualcosa, ripetiamo, si muove. Sarà solo una suggestione, ma ogni giorno che passa, secondo Stadio, si consolida l’ipotesi di veder coprire il «vecchio» Franchi.

Presto ci sarà una sorta di rivoluzione nel mondo delle Soprintendenze e i limiti invalicabili di un tempo potrebbero diventare più percorribili. D’altra parte, quando si parlava di Europeo da giocarsi in Italia, l’allora assessore allo sport Eugenio Giani con la collaborazione dell’architetto Francalanci aveva presentato (era il 2006) uno studio di fattibilità per la copertura dello stadio per una spesa presunta e riparametrata ad oggi pari a 30 milioni. Con altri 10 milioni sarebbe poi possibile tutta una serie di interventi sotto tribuna in sintonia con il vecchio progetto di Nervi. Inoltre con altre operazioni collegate all’attuale stadio del baseball l’intera area avrebbe potuto, con l’attuale centro sportivo, diventare la vera casa viola. E mai come adesso questa ipotesi, in sintonia con i problemi che sta attraversando il Paese, potrebbe diventare vincente anche perché non ci sarebbe da definire la nuova e problematica destinazione del Franchi.

Cosa ne pensi di coprire il Franchi?

    Favorevole
    Contrario

Risultati

REDAZIONE
Twitter: @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/20/15, 15:22
“Non ci danno gli atti sullo stadio”, esposto in Procura dei Cinque Stelle

Il nuovo stadio fa infuriare i 5 Stelle. «Da oltre 60 giorni Palazzo Vecchio ci nasconde le carte», salta su la capogruppo Ariana Xekalos. E assieme alle senatrici toscane Laura Bottici e Sara Paglini annuncia pure un esposto alla procura della Repubblica. Nel frattempo le due senatrici, la prima di Massa la seconda di Carrara, rivolgeranno anche un’interrogazione al ministro degli interni Alfano. Decise comunque ad andare fino in fondo: «Avevamo chiesto di vedere le carte che la Fiorentina ha presentato al Comune lo scorso luglio, ma a distanza di quasi tre mesi dalla richiesta di accesso agli atti non abbiamo ancora ricevuto nessuna risposta».
«Negare ai cittadini il diritto alla conoscenza è inaccettabile, oltreché illegale», insistono Xekalos, Bottici e Paglini. Ma Palazzo Vecchio replica loro per le rime: «Il Movimento 5 Stelle chieda consiglio su come si presentano le richieste di accesso agli atti al consigliere Tommaso Grassi (di Sel, ndr), al quale è già stata fornita tutta la documentazione relativa al piano di fattibilità, comprensivo di Piano economico e finanziario», ribatte il direttore generale e responsabile del procedimento Giacomo Parenti. Che asserisce di non aver mai ricevuto nessuna richiesta targata 5 Stelle»: «È sufficiente presentare la domanda in modo corretto al responsabile del procedimento», aggiunge Parenti.
Xekalos sventola però la lettera intestata del «Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle» del 18 novembre scorso: «Si richiedono le seguenti informazioni in merito al nuovo stadio — c’è scritto — lo studio di fattibilità presentato dalla Fiorentina, l’atto di indizione della Conferenza dei servizi, gli esiti del gruppo di lavoro sulla Mercafir, il progetto preliminare, il piano economico e finanziario, la bozza di convenzione ». Solo che la richiesta di accesso agli atti i 5 Stelle non l’hanno inoltrata a Parenti. L’indirizzo della lettera del 18 novembre rivela che la richiesta è stata inoltrata alla direttrice della cultura, al tempo Lucia Bartoli. Ma i 5 Stelle sostengono di non avere ricevuto risposta. Neppure una breve nota per dire «avete sbagliato ufficio». La direzione cultura non avrebbe dovuto comunque rispondere in qualche modo?
«Qualora i consiglieri 5 Stelle avessero presentato corretta e formale richiesta, sarebbe stato garantito l’accesso anche a loro, come già avvenuto con Grassi», assicura Parenti. «È stato garantito a tutti i soggetti che ne hanno fatto richiesta — insiste il direttore generale — ai privati l’accesso è stato differito alla seduta di giunta del 7 gennaio, con esclusione del Piano economico e finanziario, in quanto si è ritenuto che avrebbe potuto avvantaggiare un soggetto privato nella procedura di evidenza pubblica».

Massimo Vanni – La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/28/15, 15:40
Nuovo stadio, dodici mesi per un sì

Nuovo stadio, dodici mesi per un sì. Come riporta il Corriere Fiorentino è questo il tempo che la Fiorenitna ha deciso di prendersi prima di presentare il progetto esecutivo, insieme alla proposta economica e al piano finanziario in modo da permettere al Comune di indire la gara pubblica, “il project financing”, per la realizzazione del nuovo stadio. Lo scoglio principale resta il futuro della Mercafir. Il club viola su questo punto chiede la massima chiarezza (ci sono in ballo almeno duemila posti di lavoro) al Comune, che dal canto suo si è sempre detto disposto a trovare una soluzione a patto che quello spazio aggiuntivo che la Fiorentina richiede venga monetizzato. L’area di Castello (chiarezza arriverà il 4 marzo, sarà organizzata una conferenza stampa) potrebbe essere sottoposta a nuovi vincoli visto il progetto del nuovo aeroporto di Peretola.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/28/15, 16:18
Mercafir, ok della Fiorentina: ecco i 18 milioni

UN ALTRO ostacolo scavalcato. La Fiorentina dà l’ok alle prescrizioni imposte da Palazzo Vecchio per realizzare la cittadella viola nell’area Mercafir. E, tra le due opzioni possibili, sceglie di presentare entro un anno il progetto definitivo, tendendo conto degli obblighi previsti (l’ipotesi scartata prevedeva invece la presentazione di un progetto preliminare aggiornato nel termine di 90 giorni). Una soluzione solo apparentemente più lunga: in realtà, passando direttamente al progetto definitivo, si saltano alcuni passaggi burocratici che ruberebbero all’iter altro tempo prezioso. Il primo, più oneroso, tra i paletti imposti, farsi carico dei costi per trovare una nuova casa ai mercati generali: circa 18 milioni di euro. Che fanno lievitare l’investimento complessivo per la realizzazione del nuovo stadio, della galleria commerciale e delle strutture ricettive a oltre 320 milioni di euro.

L’ACCORDO C’È. La notizia del via libera in arrivo da parte della Fiorentina ha cominciato a diffondersi ieri mattina ed è rimbalzata per l’intera giornata, mescolandosi ai silenzi di Palazzo Vecchio, in attesa di un comunicato ufficiale da parte della società viola che a sera inoltrata non è ancora arrivato. L’accordo c’è ed è giunto sull’onda dell’entusiasmo per il passaggio agli ottavi di finale in eurocoppa, accompagnato da una sottile delusione per il sorteggio maligno che anche il tifoso viola di casa a Palazzo Chigi, commenta così: «Ma di tutte… proprio la Roma!», è il tweet del premier Matteo Renzi.

UN OSTACOLO superato, dunque. Ma di là ci sono montagne. Magari pure verdi. Ma sempre problemi da sormontare sono. Per la realizzazione del nuovo stadio il percorso è in salita, nonostante la volontà di Palazzo Vecchio e della famiglia Della Valle di arrivare in fondo, serviranno tempo, pazienza e soldi. «Per la posa della prima pietra», se tutto andrà bene, «bisognerà aspettare tre anni», ha puntualizzato l’assessore all’Urbanistica Elisabetta Meucci rispondendo alla domanda diretta del consigliere comunale di Forza Italia Jacopo Cellai in commissione Bilancio.

SALTA dunque il cronoprogramma indicato dalla Fiorentina nel progetto presentato il 14 luglio scorso a Palazzo Vecchio dov’era prevista la conclusione dei lavori entro il 2018. Probabilmente, invece, quello sarà l’anno in cui i lavori potranno iniziare. Poi ne serviranno due tondi per la realizzazione delle strutture. C’è il nodo della Mercafir da sciogliere. Già lunedì il Comune pubblicherà il bando per la ricerca del terreno su cui far sorgere la nuova sede dei mercati generali. La Mercafir scalpita, a quest’ora le ruspe sarebbero già al lavoro se la Fiorentina non avesse modificato il suo progetto chiedendo al Comune di occupare l’intera area, anche la parte destinata al mercato: la società ha due milioni fermi in cassa per il piano di recupero. E ha fretta di svilupparsi.

LA PROSSIMA settimana ci saranno altri momenti importanti per il destino del nuovo stadio. Unipol, proprietaria dell’area di Castello, finalmente renderà pubblica la sua strategia. Dopo i colloqui con la famiglia Della Valle, con il sindaco Nardella, con il direttore generale di Palazzo Vecchio e responsabile del procedimento stadio Giacomo Parenti, dopo i ricorsi al Tar, Unipol si farà viva con la città. Potrebbe saltare fuori un accordo per far realizzare la Mercafir sul terreno di Castello. E magari cercare di realizzare, con la licenza a costruire 100mila metri cubi, almeno un centro commerciale con strutture ricettive satellite per la nuova cittadella viola.

Ilaria Ulivelli – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/01/15, 21:44
Presidente Mercafir: “Maggio, data limite per noi”

Dopo il sì della Fiorentina che, con una lettera, annuncia al Comune la volontà di accogliere le prescrizioni imposte da Palazzo Vecchio per la realizzazione del nuovo stadio nell’area di Novoli, dove sorgono i mercati generali, presentando il progetto definitivo per l’opera da qui a un anno, arriva l’ultimatum del presidente Mercafir Angelo Falchetti, ieri a colloquio con il sindaco Dario Nardella per avere rassicurazioni: entro maggio dev’essere individuato il terreno dove far sorgere la nuova casa.

NELLE ULTIME settimane il mondo Mercafir è entrato in agitazione per l’incertezza dettata dai continui ribaltamenti di prospettiva, legati agli annunci di segno opposto da parte della Fiorentina: prima di Natale il presidente onorario Andrea Della Valle aveva detto: «Siamo in dirittura d’arrivo», dopo la delibera del Comune con le nuove imposizioni: «Il nodo sarà sciolto prima dell’estate». Ora è arrivato l’ok ai paletti imposti da Palazzo Vecchio. Ieri è stato il presidente Mercafir Angelo Falchetti a pretendere un chiarimento da parte del sindaco Nardella che ha dato tutte le rassicurazioni del caso: la Mercafir prima di tutto. Si cercherà una nuova casa ai mercati generali e il costo dell’operazione sarà a carico della Fiorentina: circa 18 milioni di euro, per un progetto che complessivamente ne costerà 320. Gli uffici comunali sono già al lavoro per preparare il bando che sarà pubblicato nel giro, al massimo, di dieci giorni per individuare un terreno sul territorio comunale di Firenze dove poter costruire da zero la nuova Mercafir. Poi serviranno 30 giorni, con la speranza che arrivino proposte adeguate. Compresa quella di Unipol: l’area di Castello, infatti, sarebbe la più desiderata.

L’ULTIMATUM di Marcafir scade a maggio: se prima dell’estate non sarà stata individuata l’area dove far sorgere il nuovo quartier generale del mercato, l’operazione salta. Anche perché, rispetto al piano previsto, è stato già accumulato un grande ritardo. C’erano tre prescrizioni della Mercafir allegate al sì pronunciato in conferenza dei servizi, relativamente all’interesse pubblico della nuova opera: entro dicembre si sarebbe dovuta individuare un’area per poter trasferire i mercati generali, entro marzo Mercafir avrebbe dovuto valutare quest’area ed entro maggio avrebbe dovuto validarla. Maggio resta l’ultima occasione per non far saltare il banco.

Ilaria Ulivelli – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/02/15, 23:05
Mercafir, la situazione spiegata dall’assessore Meucci

“La delibera che ha dichiarato il pubblico interesse per il progetto del nuovo stadio presentato dalla Fiorentina è stata approvata dalla giunta il 7 gennaio 2015 ed è stata notificata il successivo 28 gennaio. I 30 giorni concessi per la risposta di ACF Fiorentina riguardo alla procedura per la realizzazione dello stadio e delle strutture connesse sono scaduti lo scorso 27 febbraio. Lo stesso giorno è arrivata la risposta della società tramite posta certificata, con l’indicazione della scelta per l’opzione 2 ovvero la presentazione del progetto definitivo dell’opera entro 12 mesi. Per quanto riguarda il dimensionamento delle strutture, l’Amministrazione comunale ha utilizzato il cosiddetto decreto ‘Salva Italia’ nell’approvare la variante al Prg nel 2012 e ha inserito le superfici e le destinazioni consentite dalla legge regionale numero 8 del 2012, approvata proprio durante la procedura di variante. Il bando per l’individuazione dell’area per il trasferimento della funzione mercatale sarà pubblicato indicativamente nell’arco del mese di marzo. Non esiste alcun contenzioso con l’operatore Fruttital, la cui area in diritto di superficie non è interessata dal progetto presentato dalla Fiorentina”. Così l’assessore alle Politiche del territorio e patrimonio Elisabetta Meucci in Consiglio comunale in merito alla risposta di ACF Fiorentina sulla prosecuzione dell’iter per la realizzazione dello stadio e delle strutture connesse.

Italpress
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/03/15, 21:41
La Mercafir cerca casa, il sindaco Biffoni candida Prato

Il sindaco di Prato Matteo Biffoni candida la città laniera per ospitare la nuova sede della Mercafir. Come riportato da La Nazione, nei giorni scorsi la Fiorentina ha accettato la proposta del Comune di Firenze di pagare i 18 milioni che servono per la nuova sede del mercato all’ingrosso di Novoli. A questo punto il Comune di Firenze farà un bando per la ricerca delle aree che ospiteranno i mercati generali e proprio qui cerca di inserirsi Prato. “Siamo disponibili a valutare ogni investimento che possa portare lavoro e se c’è l’interesse verso Prato da parte di Mercafir siamo pronti ad intavolare un discorso”, ha detto Biffoni ai microfoni del quotidiano, che poi ha aggiunto: “Le superfici coperte al Macrolotto due ci sono, così come i terreni. Di sicuro non è lo spazio che ci manca. Siamo pronti a discutere, ogni progetto che può creare lavoro è ben accetto”. La candidatura è suggestiva, ma la strada non è in discesa, perché finora non ci sono stati contatti tra Mercafir e Comune di Prato.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/03/15, 21:52
Vannucci (ass. sport) risponde a Biffoni: “La Mercafir resta nel comune di Firenze”

Ai microfoni di Lady Radio, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci ha risposto al Sindaco di Prato Matteo Biffoni in merito alla proposta di spostamento nel comune pratese della Mercafir: “Quella di Biffoni è una proposta, ma il sindaco Nardella è stato chiaro: l’area va cercata all’interno dei confini del comune di Firenze”.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/04/15, 20:06
Nuovo stadio, Unipol ricorre al Tar contro Enac e Comune di Firenze

L’idea di costruire il nuovo stadio di Firenze nell’area Mercafir di Novoli è parte di un puzzle che deve essere composto per intero, con una pianificazione completa del quadrante nord-ovest che delinei anche il destino dell’area di Castello: 168 ettari di proprietà di UnipolSai, oggetto di una convenzione firmata col Comune di Firenze nel 2005 che prevede la costruzione di 181mila mq di funzioni pubbliche e di 259mila metri quadrati di funzioni private per un investimento di centinaia di milioni.

«Siamo disponibili a ridiscutere la convenzione col Comune per adeguarla alle esigenze attuali della città – spiega il direttore generale dell’area Immobili e società diversificate di UnipolSai, Gian Luca Santi – ma aspettiamo una proposta che finora non è arrivata, nonostante il tavolo che era stato aperto. Sono già passati due anni. Non possiamo aspettare all’infinito, e non possiamo stare a guardare la lesione dei nostri diritti acquisiti».

«Sull’area di Castello la proprietà ha già investito 200 milioni di euro. Quello che ora viene annunciato ci crea un danno rilevante», aggiunge Santi. Al punto che Unipol ha già fatto ricorso al Tar sia per avere accesso agli atti del progetto dello stadio, che il Comune gli aveva negato, sia contro il masterplan di Enac che prevede una nuova pista aeroportuale lunga 2.400 metri.

Il gruppo assicurativo rilancia dunque la palla al Comune di Firenze, colpevole – a suo dire – di non averlo coinvolto. L’area di Castello dovrebbe in parte essere espropriata per realizzare la fascia di rispetto della nuova pista aeroportuale, mentre è circolata l’ipotesi che possa accogliere anche la Mercafir “sfrattata” da Novoli. «Nessuno ce l’ha chiesto», replica Santi.
UnipolSai conferma anche la volontà di uscire dal business oncologico, con la dismissione del centro oncologico Villa Ragionieri (170 addetti, 12 milioni di perdita nel 2014) per il quale è in corso da lungo tempo una trattativa con la Regione. «O arriviamo a un preaccordo entro questo mese di marzo, oppure percorreremo altre strade, come la vendita a terzi o la chiusura», annuncia Santi. Scontato anche il ridimensionamento della casa di cura fiorentina Villa Donatello, che vedrà dimezzati i dipendenti da 120 a 60 per il venir meno delle prestazioni intramoenia interrotte dalla Regione. (toscana24.ilsole24ore.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/07/15, 02:59
Ass. Meucci: “La Fiorentina si accollerà le spese per lo spostamento della Mercafir”

“Il progetto Mercafir va avanti perché la Fiorentina ha scelto l’ipotesi di presentare un progetto esecutivo da qui ad un anno, un progetto redatto inglobando le prescrizioni che l’amministrazione comunale ha dato, fra cui quella di monetizzare della parte dell’area della Mercafir che non era stata assegnata nella pianificazione attuale all’opera sportiva dove insiste ed è collocato il mercato. Se la Fiorentina, come ha fatto, proponendo un’osservazione al piano urbanistico, ed avanzando una proposta progettuale su cui l’amministrazione ha dichiarato la pubblica utilità, tutta l’area non può essere concessa alle stesse condizioni, la Fiorentina stessa si accollerà le spese che il Comune effettuerà per trovare una nuova area in cui collocare il mercato che attualmente svolge la propria funzione all’interno della Mercafir”. Lo ha detto l’assessore all’urbanistica Elisabetta Meucci nel corso di un’intervista concessa in esclusiva ai microfoni di Tommaso Tafi di ToscanaMedia parlando del progetto per il nuovo stadio a Firenze.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/13/15, 16:32
Questione stadio, grossisti Mercafir e Unipol ricorrono ai giudici del Tar

Nuovo stadio, assalto legale a Palazzo Vecchio. Entro pochi giorni gli avvocati Sandro Guerra e Ciro Benelli depositeranno il ricorso al Tar per conto dei grossisti della Mercafir, chiedendo l’annullamento della delibera del 7 gennaio, con la quale la giunta Nardella dichiara l’interesse pubblico della proposta della Fiorentina.

Mentre già da alcuni giorni invece il gruppo Unipol, dopo aver già messo mano alle carte bollate per chiedere l’accesso alla documentazione viola che Palazzo Vecchio non vuol rendere pubblica, ha presentato un secondo ricorso al Tar chiedendo la stessa cosa: l’annullamento della delibera di gennaio. Per Palazzo Vecchio è quasi un accerchiamento. E la strada verso il nuovo stadio dei Della Valle, che hanno scelto di presentare entro un anno il progetto definitivo, diventa d’un colpo un percorso ad ostacoli. «Da qui non ci muoviamo», ripete il presidente dei grossisti Mercafir Guido Fanti. Che attraverso i legali contestano le procedure della delibera della giunta Nardella – dal mancato voto in consiglio comunale alla mancato percorso partecipativo con gli operatori del mercato – e soprattutto la violazione del principio del ‘legittimo affidamento’: solo due anni prima lo stesso Comune aveva destinato la parte nord della Mercafir agli operatori mentre la delibera dello scorso gennaio, spiegano Guerra e Benelli, rimuove la posizione del mercato precedentemente stabilita senza neppure prevedere un indennizzo.

Anche Unipol però, che ha presentato ricorso attraverso la controllata Nit (‘Nuove iniziative toscane’), cioè la società titolare dei permessi a costruire sui terreni di Castello, chiede l’annullamento della delibera in ragione di un danno presunto. Quale? Quello di aver previsto la cittadella viola alla Mercafir, cioè un centro commerciale di 77mila metri quadrati, paragonabile per dimensioni ai Gigli, appena al di là della strada, di viale XI Agosto, quando lo stesso Palazzo Vecchio aveva sottoscritto assieme a Fonsai (oggi passata nelle mani del gruppo bolognese) il Piano di recupero esecutivo (Pue) che prevedeva a Castello 42mila metri quadrati di commerciale. Quasi una ‘concorrenza sleale’.

la Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/13/15, 16:59
Ass. Meucci: “Martedì 17 marzo uscirà il bando per spostare la Mercafir”

L’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Elisabetta Meucci, nel tardo pomeriggio di ieri, ha annunciato su Twitter che il prossimo 17 marzo sarà pubblicato il bando per acquisire dai privati un terreno dove spostare il mercato ortofrutticolo di Firenze. La ACF Fiorentina, infatti, nello studio di fattibilità presentato lo scorso 14 luglio per il nuovo stadio e le opere connesse, ha richiesto la disponibilità dell’intera area Mercafir, dove nella parte nord della stessa, secondo il RUC approvato nel 2012, sarebbe stata prevista la realizzazione della riqualificazione del CAP (Centro Alimentare Polivalente). “Martedì 17 marzo – ha scritto in serata l’assessore Meucci – uscirà il bando per individuare l’area in cui spostare la Mercafir”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/14/15, 15:36
Repubblica: Mercafir, Nardella convoca i grossisti

14 marzo 2015 09:21“Oggi ho convocato con il presidente di Mercafir Angelo Falchetti i rappresentanti dei soci privati», annuncia il sindaco Nardella a fine mattinata. Spiegando che Palazzo Vecchio non si è dimenticato del futuro di Mercafir: «Per noi la riqualificazione del mercato è una priorità, un progetto di interesse pubblico che prescinde dal futuro dello stadio», aggiunge il sindaco. Che già dopodomani, all’inizio della settimana, potrebbe incontrare gli operatori.
 
Il sindaco chiederà forse ai grossisti di rinunciare alle vie legali? «Per adesso non entro nel merito di cose specifiche», si limita a dire Nardella. A scanso di equivoci gli operatori del mercato mettono già le mani avanti: «Noi non ritiriamo proprio nulla ». E se questo è il tono, il faccia a faccia potrebbe non essere una passeggiata: si vuole capire cosa vuol dire ‘trasferimento’, i tempi e i modi. E si vuole anche capire dove: per gli operatori sono i terreni di Castello l’unica alternativa possibile. I terreni adesso proprietà del gruppo bolognese Unipol che, proprio come i grossisti, chiede che il Tar annulli la delibera approvata dalla giunta Nardella a gennaio.
 
Quella deliberazione «non ha irrazionalmente tenuto conto né dell’effettiva realtà del mercato né tanto meno della situazione di affidamento riposta dagli operatori economici – che si vedono costretti a trasferire la propria attività economica in un luogo indeterminato e senza preventivamente conoscere le tempistiche del forzoso trasloco – sulla perdurante vigenza della disciplina normativa approntata dalla stessa amministrazione », scrivono del resto gli avvocati Guerra e Benelli nel ricorso al Tar contro il Comune di Firenze. Come dire, niente trasferimento.
 
L’ex presidente della Provincia Andrea Barducci, adesso in corsa per le regionali a Firenze, insiste nel suggerire a Palazzo Vecchio un’idea: quella dell’area privata dell’Ingromarket all’Osmannoro, territorio di Sesto fiorentino. «Si tratterebbe di un’operazione di recupero urbanistico, senza consumo di nuovo suolo. E l’Osmannoro non sarebbe poi così lontano», dice Barducci.

La Repubblica
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/17/15, 22:26
Nardella: “Stadio? Ci vuole il rispetto delle regole e delle procedure”

“Abbiamo già fatto una serie di incontri da quando la Fiorentina ha manifestato pubblicamente, sulla base della legge vigente, l’intenzione di realizzare uno stadio. Noi sappiamo che abbiamo in città opere pubbliche rilevanti e che la realizzazione di queste opere pubbliche deve avvenire con il rigoroso rispetto delle leggi e delle procedure”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella rispondendo al patron gigliato Andrea Della Valle che ieri sera aveva annunciato nel post partita di Fiorentina-Milan la volontà di fare un incontro proprio con il primo cittadino di Firenze dopo i due ricorsi fatti al Tar sull’area della Mercafir, quest’ultima da tempo designata da Palazzo Vecchio per la realizzazione del nuovo stadio.

(calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/17/15, 22:52
Nuovo stadio: pubblicato il bando per reperire il terreno in cui trasferire la Mercafir

“Come avevo anticipato, oggi avremo pubblicato l’avviso per reperire l’area atta a ricollocare la Mercafir. Questo avviso dà 60 giorni agli interessati per poter proporre un’area, edificata o no, di almeno 15 ettari. L’area dove ricollocare il mercato dovrà essere necessariamente nella parte settentrionale del Comune di Firenze”.
Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze, Elisabetta Meucci, illustrando ai microfoni di RTV38 il bando pubblico di Palazzo Vecchio per l’acquisizione di un terreno dove trasferire il nuovo mercato ortofrutticolo di Firenze.

Secondo la variante approvata nel maggio del 2012 la riqualificazione dell’attuale Mercafir prevedeva di ricostruire le strutture mercatali nel comparto nord dell’area attualmente occupata dai capannoni ed uffici Mercafir, mentre nella zona sud sarebbe dovuto sorgere il nuovo stadio e le opere connesse (commerciali, turistico-ricettive e direzionali). La ACF Fiorentina lo scorso 14 luglio ha presentato uno studio di fattibilità, per realizzare stadio ed opere connesse, che prevede l’utilizzo di tutti i 48 ettari dell’area. L’Amministrazione lo scorso 7 gennaio, attraverso una delibera di Giunta ha dichiarato la “pubblica utilità”, sollevando, però, una serie di prescrizioni, tra le quali la monetizzazzione, da parte di ACF, dell’area nord. Sostanzialmente la Società viola dovrà versare al Comune una somma attraverso la quale possa acquisire dai privati un terreno con caratteristiche analoghe a quello dove doveva sorgere il nuovo CAP (Centro Alimentare Polivalente).
Una volta ricevute le offerte, spiega l’avviso, “qualora l’area ove ha attualmente sede (la cosiddetta area Mercafir di Novoli, ubicata nell’UTOE 10, ndr), venga destinata ad altri progetti di interesse pubblico” l’Amministrazione Comunale le valuterà attraverso un’apposita commissione che le giudicherà in base al prezzo ed alle caratteristiche. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 13 del giorno 20 maggio 2015 e dovranno contenere, tra l’altro, il prezzo richiesto, planimetrie, foto ed ogni altro elaborato utile alla valutazione.
Nell’avviso, infine, si sottolinea che “l’Amministrazione Comunale si riserva la più ampia facoltà di non accogliere alcuna delle offerte pervenute”.
Ovviamente tutto potrà avvenire se l’iter per il nuovo stadio dovesse giungere al sì definitivo: impensabile che l’ACF Fiorentina versi al Comune di Firenze la cifra equivalente al valore del comparto nord della Mercafir stabilita, senza avere la certezza assoluta di poter iniziare i lavori per la costruzione di stadio ed opere connesse (50.000 mq di superfici commerciali, 27.000 di direzionale e 10.000 di turistico-ricettivo.

(ilsitodifirenze.it)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/27/15, 16:54
Meucci (ass. urbanistica): “C’è convergenza di interessi, obiettivo stadio sempre più vicino”

“Siamo sicuri di aver imboccato la strada giusta. Diciamo che l’obiettivo stadio è sempre più vicino. Vediamo una convergenza di interessi e di obiettivi con la Fiorentina e quindi ci auguriamo che questo percorso possa essere portato a buon fine nell’interesse di tutti”. Queste le parole di Elisabetta Meucci, assessore all’urbanistica del comune di Firenze, rilasciate a Calciomercato.com nel corso della festa sociale del Viola Club Fantechi.

REDAZIONE
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/07/15, 15:36
Nardella: “Stadio nuovo? Intrapreso percorso giusto. Ho fiducia per stasera”

“Sulla partita di stasera da tifosi incrociamo le dita, non faccio pronostici perché un po’ di scaramanzia ci vuole sempre. C’è un po’ di apprensione, di tensione nella giornata di attesa però stasera sono sicuro che sarà una grande partita. La Fiorentina nei grandi momenti dà sempre il meglio di sé e si galvanizza”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella ospite ai microfoni di Radio Toscana ha parlato della sfida in programma questa sera a Siviglia fra i biancorossi spagnoli guidati da Unai Emery e la Fiorentina, valida come gara di andata della semifinale di Europa League. Dario Nardella si è anche pronunciato sulla possibile costruzione di un nuovo stadio in città dopo che nei giorni scorsi il gruppo bancario Unipol aveva presentato dei ricorsi sull’area da tempo designata dal comune Firenze per l’edificazione di un neo impianto calcistico in città. “Sullo stadio continuiamo sul percorso che da tempo abbiamo individuato. – ha aggiunto il primo cittadino di Firenze – Se ci sono dei soggetti privati che vogliono fare dei ricorsi è nel loro diritto farlo. Noi pensiamo di avere imboccato la strada giusta. Capisco che Unipol abbia le sue legittime aspettative. Non è il primo ricorso che fanno ma il quarto, uno già l’hanno perso. Uno dei tre obiettivi – sottolinea calciomercato.com – che abbiamo su quell’area della città riguarda il nuovo stadio, un investimento superiore ai trecento milioni di euro e che porterà più di mille posti di lavoro”.

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/24/15, 15:23
Pronti tre terreni per la Mercafir. Non c’è Castello

Mercafir, non c’è Unipol. Palazzo Vecchio apre solo domani le tre buste arrivate, le tre proposte private di terreni dove spostare il mercato ortofrutticolo per far posto allo stadio, così come richiesto con un avviso pubblico a marzo scorso. Ma quel che si sa già è che il papabile numero uno non è nell’elenco. Si fanno avanti i fratelli Taddei – che risulterebbero essere proprietari di 6-7 ettari di terreni nella zona dell’Indiano, la Legnotan spa con sede a Ponte a Egola, Pisa e l’Immobiliare CentroNord sas e la Montepoggio snc proprietari terrieri di Campi Bisenzio.
Unipol invece no. Il colosso delle assicurazioni che ha ereditato da Fondiaria i 180 ettari di Castello, il posto da sempre ritenuto ideale per spostare i mercati generali lasciando libero alla Fiorentina il viale Guidoni, non muove un passo. E per Palazzo Vecchio la caccia potrebbe non finire qui. La seduta pubblica per l’apertura dei tre plichi è convocata per domani alle 15. Ma quel che già si teme negli uffici comunali è che nessuna delle tre offerte possa fare centro.

LA REPUBBLICA
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/25/15, 21:54
Stadio, il vicepresidente di Mercafir: “Offerte per il terreno? Grandi bluff…”

Nuovo intoppo nel lungo e periglioso cammino che potrebbe portare alla realizzazione del nuovo stadio di Firenze. Oggi, presso la Sede degli uffici del Patrimonio del Comune di Firenze, si è tenuta l’apertura delle buste con le offerte presentate da proprietari privati, contenenti le aree dove eventualmente trasferire il mercato ortofrutticolo di Firenze – Mercafir. Il bando, pubblicato lo scorso 17 marzo, si è reso necessario per proseguire l’iter derivato dalla proposta dello studio di fattibilità per il nuovo stadio della Fiorentina presentato al Comune di Firenze dai Della Valle, proprietari di ACF Fiorentina. Tre le offerte arrivate, ma manca quella di Unipol, unica proprietaria di un terreno all’interno del comune fiorentino con caratteristiche adeguate. Le offerte pervenute in busta chiusa sono di: Legnotan SPA; fratelli Taddei; Immobiliare Centronord (di fratelli Casini)-Montepoggio. Tutte e tre le offerte sono risultate contenenti la documentazione indicata nel bando, ma spetterà alla commissione stabilire se siano consone e rispondano alle caratteristiche necessarie. “Abbiamo verificato in seduta pubblica la completezza della documentazione, in seduta riservata faremo una valutazione della documentazione che è stata rimessa all’Amministrazione– ha dichiarato l’Ing. Parenti a margine dell’apertura delle offerte – poi redigeremo un verbale delle nostre valutazioni da rimettere all’Amministrazione Comunale. Le offerte non sono pubbliche – ha spiegato Parenti – c’è un procedimento in corso”.

Deluso il vicepresidente di Mercafir Carlo Dianzani: “Sono deluso – spiega a IlSitodiFirenze.it Carlo Dianzani – pensavo che in sede di apertura delle buste potesse essere verificata anche l’esistenza dei requisiti di fondo, ovvero che i terreni offerti siano nel territorio del Comune di Firenze e che abbiano la dimensione di 15 ettari. Questo perché, conoscendo il territorio di Firenze, non credo proprio che esistano tre possibilità, più quella di Unipol non presentata, di aree di 15 ettari disponibili. Credo che tra queste domande ci siano, in tutte e tre o almeno in un paio, dei grandi bluff. Non ho dubbi che i dirigenti comunali che fanno parte della commissione in pochi giorni saranno in grado di verificare questo aspetto. È evidente che se si trattasse di terreni che non hanno quella superficie richiesta o che addirittura fossero fuori dal Comune (di Firenze, ndr), ogni altro esame delle tre offerte sarà interrotto, perché – ha concluso – non esisterebbero le condizioni minime”.

Dato l’impatto che ha un mercato all’ingrosso, il terreno deve essere in un’area urbana adatta: “dovrà essere ubicato nella parte settentrionale del territorio comunale – spiegava una nota – avere una dimensione dell’area pari a circa 15 ettari, con la possibilità di realizzare circa 65.500 metri quadrati di superficie utile lorda. […] Il nuovo spazio dovrà anche essere caratterizzato da facili accessi con le infrastrutture di trasporto, in particolar modo con l’autostrada.

Risulta oltretutto evidente che, da parte di ACF Fiorentina, l’eventuale monetizzazione del comparto nord della Mercafir avverrebbe soltanto qualora si giungesse al sì definitivo. L’iter per arrivare alla posa della prima pietra prevede ancora un lungo cammino e ad oggi sembra che manchi il terreno dove traferire il CAP. Qualora il terreno fosse individuato e Mercafir accettasse il trasferimento, l’attività dell’attuale Mercafir, imprescindibile per Firenze e la Toscana, non potrà subire interruzioni. Se alla fine si trovasse un accordo con i grossisti per il trasferimento, i lavori per la costruzione dello stadio dovranno consentire la regolare attività di ingrosso, pertanto i tempi previsti sarebbero comunque destinati ad allungarsi.

(Il sito di Firenze)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/26/15, 15:59
Pres. Mercafir: “Perplesso dalla mancata offerta di Unipol”

Sembra essere ancora tutto fermo per quanto riguarda il progetto stadio+cittadella e il presidente della Mercafir Angelo Falchetti ne ha parlato oggi a Lady Radio. Queste le sue parole: “Tra qualche giorno verranno esaminati i requisiti del progetto presentato dalla Fiorentina e ne capiremo di più. Tecnicamente il vecchio progetto andava bene sia per lo stadio che per il mercato, il problema era la cittadella. Il problema resta l’area in cui spostare il mercato. Mi lascia delle perplessità la mancanza di offerta di Unipol, è un’area qui vicino e non presenterebbe problemi. Adesso abbiamo due progetti, ma se dopo tanti mesi non abbiamo un’alternativa è un problema sia della Mercafir che della Fiorentina. Il tempo stringe e bisognerà affrontare questi problemi”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/26/15, 20:55
Nardella: “Nessuna trattativa con Unipol per l’area di Castello”

“Sull’area di Castello al momento non c’e’ una trattativa con Unipol”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a proposito del trasferimento della Mercafir, il Centro alimentare polivalente in cerca di un nuovo indirizzo, visto che sull’area oggi occupata dai capannoni dei grossisti e’ prevista la costruzione del nuovo stadio di calcio. Un progetto presentato dalla Fiorentina, su cui Palazzo Vecchio tramite delibera, ha dichiarato l’interesse pubblico. “Per ora- ha continuato Nardella- ci sono le tre offerte di privati che hanno risposto all’avviso pubblico lanciato dal Comune. Vedremo comunque se Unipol o altri soggetti hanno formalmente manifestato in altro modo l’intenzione di essere coinvolti”.

calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/15, 11:24
Nuovo stadio, il modello è Bordeaux

La tanto attesa svolta potrebbe davvero arrivare a breve. E l’estate della ricostruzione, sul campo, potrebbe diventare anche quella della prima pietra (almeno sulla carta) del nuovo stadio.
Va avanti, la Fiorentina, con il proprio progetto in attesa che la situazione relativa all’area Mercafir diventi più chiara. Magari, negli ultimi tempi, il club si è mosso più fari spenti, ma una parte delle proprie risorse, anche economiche, nei prossimi mesi saranno impegnate non solo sulla squadra e sul campo ma anche sulla progettazione del nuovo stadio. Le scorse settimane poi, il club ha individuato nel nuovo stadio del Bordeaux costruito in previsione dei prossimi Europei e inaugurato due settimane fa, un modello da tenere in grande considerazione. Disegno avveniristico, massima attenzione all’ambiente (la struttura esterna ricorda le foreste che si trovano nei dintorni) l’impianto progettato dagli architetti svizzeri Herzog & de Meuron — già «padri» dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera e del «Nido di Uccello» di Pechino — è solo l’ultimo degli stadi di ultima generazione che la serie A e i tifosi italiani saranno costretti a guardare con una buona dose di invidia.

A Firenze però, almeno questo è ciò che spera la Fiorentina, un impianto simile potrebbe diventare realtà, anche se con una capienza leggermente inferiore ai 42 mila posti di Bordeaux. Non di molto però, perché a differenza di quanto emerso in passato, la società sta pensando a uno stadio che si avvicini alla soglia dei 40 mila e che consenta così di poter entrare, in futuro, nel lotto delle città che possono aspirare a un’eventuale finale di europea. Idee e modelli, insomma, gli spunti in casa viola non mancano in attesa che la situazione all’area Mercafir si sblocchi. Il club aspetta solo questo per poter accelerare su una questione che continua a ritenere di primaria importanza.
Nell’attesa la Fiorentina è comunque intenzionata a portare avanti i lavori di ammodernamento dello stadio Franchi che nelle ultime stagioni hanno comunque cambiato il volto all’impianto di viale Fanti. Dopo l’esperimento (riuscito) dell’abbattimento delle barriere sia in Maratona che, soprattutto, in Tribuna dove la distanza dagli spalti al campo è veramente minima, adesso potrebbe essere il turno delle due curve che, fino ad oggi, sono i settori rimasti più esclusi dai lavori voluti dalla società (lo scorso anno comunque furono tolte le reti di contenimento).
Ma non solo. Anche gli Sky Box che sono stati inaugurati in questa stagione hanno riscosso successo tanto che il club ha ottenuto il benestare alla costruzione di altri quattro che cambieranno ancora il volto del Franchi. Un’altra estate di lavori dunque, la Fiorentina ha intenzione di continuare a sfruttare al massimo l’impianto in attesa di poterne costruire uno di proprietà. La vera arma in più per quel salto in avanti necessario per competere con le grandi d’Europa.

Ernesto Poesio – Corriere Fiorentino
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/15, 14:25
Lo stadio all’inglese del Bordeaux, nuovo modello della Fiorentina

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2015%2F06%2FStadio-Bourdeaux-700x466.jpg%3F641f1e&hash=0e766d0c2ccc7ee9f87381f17c495a1d)
Dopo mesi all’insegna del silenzio, si torna a parlare del nuovo stadio della Fiorentina. Secondo il Corriere Fiorentino, il modello da seguire adesso sarebbe il “Nouveau Stade de Bordeaux”. L’impianto – che ha sostituito, dopo 77 anni, il “Jacques Chaban-Delmas” – è stato realizzato in tempi record, dato che l’accordo per la costruzione è datato 28 settembre 2011. Ha ospitato la prima partita, quella contro il Montpellier, sabato 23 maggio, ma l’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 18. Accoglierà cinque gare degli Europei del 2016, tra cui un quarto di finale.

Costato 183 milioni di euro, è stato progettato dagli architetti Herzog & de Meuron, già autori dell’Allianz Arena di Monaco e dello stadio Olimpico di Pechino. Per la realizzazione della nuova casa dei Girondini, hanno collaborato anche il paesaggista parigino Michel Desvigne, il consorzio Vinci-Fayat e lo studio Groupe 6. Lo stadio sarà utilizzato, inoltre, per gli incontri di rugby della Union Bordeaux-Begles, la squadra locale, e per eventi culturali, concerti e meeting aziendali. La struttura è senza barriere e offre un’ottima visuale da tutte le posizioni, grazie alla vicinanza con il campo da gioco. Le prime file di posti a sedere si trovano, infatti, a soli dieci metri dal prato verde, un po’ come in Inghilterra. L’architettura miscela tre elementi integrati: il contenitore a forma di ciotola che accoglie calciatori e tifosi, l’elemento di transizione definito dal corridoio posizionato fra il terreno e lo spazio esterno e la facciata.

L’aspetto esterno è caratterizzato da una “pioggia “ di circa novecento colonne, un vero e proprio bosco ispirato alla foresta di pini delle Landes, a sud di Bordeaux. Sopra queste colonne, c’è un’elegante copertura rettangolare (lunga 233 metri, larga 210 e alta 37) che, con un’inclinazione di sette gradi, protegge gli spettatori dalle intemperie, lasciando filtrare la luce del sole.

I posti a sedere sono 42.115 e la tribuna è stata realizzata sovrapponendo due livelli suddivisi in quattro settori. 3.400 sono i posti riservati ai vip, 1.000 posti sono previsti in 60 box privati, 200 posti sono per la stampa, 125 per i disabili e gli accompagnatori. Presente anche un ristorante capace di accogliere fino a duecento persone.

Lo stadio, situato nel quartiere verde della città, si apre nelle vicinanze del Velodromo e del lago De Lac e si estende su una superficie di 18,7 ettari, di cui 4,6 rappresentano l’area dedicata all’impianto sportivo.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2015%2F06%2FStadio-Bourdeaux-interno.jpg%3F641f1e&hash=a512770c01153491480bf8dee281041b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fimages%2F2015%2F06%2FStadio-Bourdeaux-interno-2.jpg%3F641f1e&hash=c1398fb48e5f727918933a590093f6ef)
 
Qui sotto un video con lo stadio visto da un drone:

STEFANO NICCOLI
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/07/15, 14:06
Nuovo stadio: novità nella prossima settimana

Per lo spostamento della Mercafir, ovvero i mercati generali di Firenze, che attualmente sono nell’area su cui dovrebbe sorgere un nuovo stadio in città, con piano economico e di fattibilità presentato dalla Fiorentina, e variante sulla zona già approvata dalla giunta di Palazzo Vecchio ad inizio gennaio scorso, “aspetto le conclusioni della commissione che esamina le proposte. Conclusioni previste per lunedì o martedì prossimo”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella a margine della giunta programmatica svoltasi oggi a Forte Belvedere. “Avremo varie strade, dobbiamo decidere quale percorrere, e la comunicherò all’assemblea della Mercafir che si terrà la prossima settimana” ha concluso Dario Nardella.

Calciomercato.com
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/07/15, 15:09
La Nazione: stadio, rispunta l’ipotesi Castello. Il progetto che stravolge i piani

E’ rispuntata l’idea stadio a Castello. Più che un’idea, l’articolato e documentato progetto, con planimetria allegata, che l’architetto fiorentino Delfo Del Bino ha fatto avere al sindaco Nardella e all’amministratore delegato e presidente Unipol Cimbri. In concreto, l’architetto che ha progettato l’area di Castello per conto di Agip e poi di Fondiaria-Agip, insieme al collega italo-argentino Thomas Maldonado, dal 1984 agli anni più recenti dopo il 2000, illustra come sarebbe possibile, evitando lo spostamento della Mercafir, un’operazione che Del Bino definisce “inutilmente dispendiosa”, realizzare lo stadio nella porzione al confine Nord della proprietà Unipol, “in un’ubicazione ottimale”, senza necessità di studi del sottosuolo (che nell’area Mercafir dovrebbero partire a giorni, a spese della Fiorentina), visto che il “terreno è pronto perché si possa costruire, si trova a circa 200 metri dalla stazione di Castello, è a diretto contatto con il parco di 80 ettari, lontano dall’area aeroportuale, quindi non in conflitto”.
Insomma, in base al progetto dell’anziano architetto Del Bino, per decenni professore universitario, titolare della cattedra di Igiene ambientale della facoltà di Architettura, fra gli uomini più potenti di Firenze (un socialista e massone, a lungo direttore della rivista Hiram, voce ufficiale del Grande Oriente), lo stadio al confine Nord dell’area di Castello risolverebbe tutti i problemi e i conflitti in corso tra Comune e Unipol. A chi gli contesta che non c’è spazio Del Bino oppone un’attenta valutazione e uno studio approfondito con planimetrie alla mano. “Sottraendo dall’area di Castello le volumetrie pubbliche già realizzate con la scuola dei marescialli, restano disponibili oltre 430mila metri cubi di volumetrie a destinazione pubblica, oltre agli 800 metri cubi delle volumetrie private, parte delle quali potrebbero essere cedute per realizzare strutture aeroportuali di supporto: alberghi e ristoranti”. Lo stadio a Castello metterebbe la parola fine alla complessa fase di ricerca del terreno per trovare una sede che possa accogliere la Mercafir ‘sfrattata’ da Novoli dal progetto della Fiorentina per la realizzazione della cittadella viola che si estende, tra stadio e centro commerciale, sull’intera area, anziché sui 35 ettari previsti dalla variante urbanistica che lasciava si mercati generali 15 ettari per rinnovarsi e ampliarsi.
Per lo spostamento della Mercafir “aspetto le conclusioni della commissione che esamina le proposte; conclusioni previste per lunedì o martedì prossimo”, ha detto ieri Dario Nardella nella pausa della seduta straordinaria di giunta programmatica a Forte Belvedere. Vero è che già si sa che le tre proposte arrivate al Comune, che la commissione ha esaminato, per motivi di spazio e di luogo, sono inadeguate ad accogliere la nuova sede dei mercati generali. “Avremo varie strade – ha aggiunto il sindaco – dobbiamo decidere quale percorrere. Lo comunicherò all’assemblea della Mercafir del 16 giugno”.

Ilaria Ulivelli – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/08/15, 22:59
Nardella: “Stadio alla Mercafir? Non siamo più alle chiacchiere”

“Sullo stadio alla Mercafir stiamo facendo sul serio; la Fiorentina sta investendo risorse per la progettazione, non siamo più alle chiacchiere”. Così il sindaco Dario Nardella a margine della giunta comunale svoltasi nelle ultime ore a Forte Belvedere a Firenze. “Entro pochi giorni la nostra commissione dirà la sua sulle tre proposte di terreni per spostare il mercato – ha aggiunto Nardella . Noi ci siamo. Attendo un segnale da Unipol”. (Calciomercato.com)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/09/15, 23:44
Nuovo stadio: analizzate tre proposte per spostamento Mercafir

“È stato completato oggi dalla commissione tecnica l’esame del contenuto delle proposte presentate per lo spostamento della Mercafir. La commissione, riunita in seduta riservata, ha esaminato le tre proposte pervenute verificando le caratteristiche richieste per l’area, ovvero quella di essere ubicata nella parte settentrionale della città, di avere una dimensione di 15 ettari e di presentare facili interconnessioni con le infrastrutture di trasporto. Nei prossimi giorni la commissione trasmetterà all’Amministrazione comunale i risultati della valutazione”.

Così il Comune di Firenze ha diramato sul proprio sito questo comunicato, con la vicenda che sembra ancora lontana dalla sua conclusione: finché non verrà trovata una soluzione per lo spostamento della Mercafir, il nuovo stadio non si farà

press.comune.fi.it
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/10/15, 21:25
Mercafir senza casa, lo stadio si allontana

IL RISULTATO era scontato, ma come scrive La Nazione ora è ufficiale. Anche se il risultato verrà comunicato nei prossimi giorni, dall’avviso pubblico lanciato dal Comune per la ricerca di un terreno con specifiche caratteristiche per poter ospitare la nuova casa della Mercafir è uscito un nulla di fatto. Se non si sposta Mercafir, non si fa lo stadio. E’ lampante. Ma il sindaco Nardella non si scompone, «abbiamo altre strade da percorrere e le illustreremo all’assemblea dei soci Mercafir, in programma martedì». Auguri.
LE altre strade sono: 1) riaprire il tavolo con Unipol, che ha ereditato da Fonsai i terreni di Castello.  2) esaminare se l’area di Brozzi, vicina al cimitero, formata da una ventina di appezzamenti di terreno, tutti di proprietari diversi, abbia le carte in regola per poter essere una reale alternativa a Castello.
(…) I tecnici della società viola stanno per cominciare a fare i carotaggi nell’area dei mercati generali per sondare il terreno, in vista della bonifica ma i soci Mercafir a questo giro non hanno intenzione di lasciar passare altro tempo. O c’è la soluzione o si chiude baracca e burattini. D’altronde la variante urbanistica tuttora valida, quella approvata nel 2012, prevede che nell’area di Novoli 35 ettari siano destinati allo stadio e 15 alla nuova sede dei mercati generali. Per cui il piano di recupero è già pronto, i soldi già in cassa, le ruspe col motore acceso.
La Fiorentina solo per presentare il progetto esecutivo dovrà spendere mezzo milione di euro: i professionisti, che hanno già fatto più sopralluoghi nell’area Mercafir, cominciano a menifestare un certo scetticismo.

Ilaria Ulivelli – La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/16/15, 21:31
Pres. Mercafir: “Spostamento mercato entro ottobre. O niente”

Nel primo pomeriggio di oggi si è tenuto l’incontro tra il Comune di Firenze ed i vertici della Mercafir per fare il punto della situazione sul futuro del CAP (centro alimentare polivalente) in relazione al progetto per il nuovo stadio della Fiorentina (e le opere connesse). Presenti il Sindaco Dario Nardella e l’Assessore al Bilancio Lorenzo Perra. Come noto, il progetto presentato al Comune dalla Fiorentina prevede il trasloco altrove dei capannoni dell’ingrosso alimentare e per questo l’Amministrazione di Palazzo Vecchio ha pubblicato un bando per individuare un terreno atto ad ospitare i nuovi mercati generali.

Ma le tre offerte presentate dai privati non rispecchiano le indicazioni richieste (essere ubicato all’interno del territorio comunale, avere una superficie di almeno 15 ettari e una consona viabilità). “Il Sindaco – ha dichiarato il presidente di Mercafir Angelo Falchetti – ha presentato il suo programma di lavoro, riportando l’esito del primo bando e chiarendo che l’Amministrazione continuerà a cercare anche altre possibili soluzioni, ma soprattutto ha dato un termine ultimo in cui prendere una decisione definitiva. A ottobre verrà sciolto il nodo. Il nostro compito – ha aggiunto Falchetti – sarà quello di valutare le opzioni ed entrare nel merito, poi a ottobre si decide”.

Altri quattro mesi, dunque e poi nel caso in cui non venga trovata una soluzione che venga accolta dai grossisti, si procederà alla riqualificazione del mercato ortofrutticolo nel comparto nord dell’area Mercafir. Lo riporta ilsitodifirenze.it.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/16/15, 21:38
Stadio, Nardella convoca Unipol: “Entro febbraio il progetto definitivo”

“Dalle tre proposte ricevute da Palazzo Vecchio sulla scia dell’avviso pubblico per l’individuazione delle aree su cui trasferire la Mercafir “una e’ parzialmente adeguata”, quella della Legnotan di Ponte a Egola. E’ l’unica che vale la pena approfondire e sara’ approfondita”. Lo dice il sindaco Dario Nardella, si legge su Firenzetoday.it, che quest’oggi ha preso parte all’assemblea della societa’ che gestisce il mercato poli-alimentare di Firenze. Un’area parzialmente compatibile “perché ha un’estensione di qualche ettaro in meno ed è di difficile accessibilita’, pertanto sarebbe necessario fare degli interventi sulla viabilita'”. Stando al bando, infatti, Palazzo Vecchio aveva posto 15 ettari come uno dei requisiti precipui del bando stesso: quella della Legnotan, nell’area di Peretola-Quaracchi, oltrepassa di poco i 12 ettari. Non solo Legnotan, tuttavia, visto che Nardella ha dato mandato alla commissione dei tecnici del Comune di continuare la ricerca dell’area, quindi “procedere a contatti diretti per l’individuazione di altre aree”.

UNIPOL – Sul trasferimento della Mercafir, il mercato polialimentare di Firenze, per far posto al nuovo stadio della Fiorentina, il sindaco Dario Nardella convoca Unipol a Palazzo Vecchio. Unipol, sottolinea il primo cittadino al termine dell’assemblea in Mercafir, “ha presentato una memoria aggiuntiva ai ricorsi al Tar, nella quale di fatto sostiene di essere l’interlocutore principale per l’individuazione di un’area che dovrebbe ospitare un nuovo mercato. Di fronte a questa presa di posizione, ho dato mandato agli uffici di convocare Unipol”. Un vertice, precisa il sindaco di Firenze, “per chiarire qual e’ la proposta della societa’ in merito all’area nella quale ritengono si possa trasferire il mercato”.

SCADENZA – “Si va avanti sia sul nuovo stadio che sulla Mercafir”. Cosi’ il sindaco Dario Nardella che oggi ha preso parte all’assemblea della societa’ che gestisce il mercato alimentare di Firenze. “Davanti al consiglio di amministrazione, i fornitori e alcuni soci, ho formalmente comunicato le due date che abbiamo davanti a noi: ottobre 2015 entro il quale porteremo una soluzione definitiva sui nuovi mercati; febbraio 2016, termine ultimo per avare il progetto definitivo su cui Fiorentina sta gia’ lavorando”. Il sindaco, sottolinea, di aver preso “sulla tempistica un impegno molto chiaro con i fornitori e i soci della Mercafir. Pero’- prosegue- ho chiesto a loro collaborazione nell’approfondire tutte le ipotesi che emergeranno, di aiutarci su questo lavoro con indicazioni e suggerimenti”.

Da parte di fornitori e grossisti “di fronte ad una iniziale preoccupazione, ho trovato poi una unanime disponibilità  a collaborare concretamente. Io capisco- conclude- che gli operatori della Mercafir da venti anni si aspettano certezze: ora siamo arrivati ad un punto di svolta che dipende dal lavoro che faremo fino ad ottobre, mese in cui abbiamo gia’ deciso di riconvocare l’assemblea di Mercafir e portare la soluzione definitiva”. (Agenzia Dire)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/17/15, 22:14
Falchetti (Mercafir): “Ottobre scadenza definitiva per trovare una soluzione”

Il presidente di Mercafir Angelo Falchetti, intervenuto stamattina ad Anteprima Pentasport, ha ribadito il punto della situazione sull’area che interessa alla Fiorentina per il tema stadio e annessi e connessi. La novità emersa nelle ultime ore, dopo l’intervento di ieri del sindaco Dario Nardella, riguarda la possibilità di collocare il mercato al di fuori dell’area fiorentina, ad esempio all’Osmannoro.

Così Falchetti a Radio Blu: “Dal 2012 si è parlato di costruire il nuovo stadio alla Mercafir, mantenendo però il mercato nell’area nord. Da luglio dell’anno scorso è partito l’iter del progetto stadio che riguardi l’intera area Mercafir ed è quindi iniziata la ricerca di una nuova area per il mercato ortofrutticolo. La data importante è ad ottobre perchè tireremo le somme del bando e delle possibili soluzioni. Sarà importante a quel punto avere delle certezze sia per noi che per la stessa Fiorentina. Da qui ad ottobre valuteremo tutte le soluzioni, ad esempio se parliamo di trasferire il mercato al di fuori dell’area cittadina si dovrà tener conto dei costi industriali maggiori e di come questo potrebbe incidere nel prezzo del prodotto e nella vita dei cittadini. Ottimismo? Io ce l’ho di natura, ma sono procedure molto complicate. Quello che è un valore aggiunto è che c’è una scadenza e la massima trasparenza”.

REDAZIONE
twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/24/15, 17:33
Nardella: “Stadio? Mai stati così vicino. ACF lavora sul progetto definitivo”

“Stadio? Mai stati così vicino come adesso. Fiorentina ha già iniziato a lavorare sul progetto definitivo”. Questa una breve battuta rilasciata dal sindaco di Firenze Dario Nardella nel corso di una lunga intervista concessa a La Nazione.

REDAZIONE
Twitter @Violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/24/15, 20:57
Nardella: “Nuovo stadio? Dobbiamo aspettare. Attendo Sousa a Palazzo Vecchio”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a Radio Blu durante la finale del calcio storico tra Bianchi, alla fine vittoriosi, e i Verdi: “La Fiorentina sta spendendo per arrivare al progetto definitivo del nuovo stadio. Abbiamo deciso di mettere a disposizione un’area per lo stadio e le strutture annesse. Si tratta solo di aspettare. Ho una buona impressione di Paulo Sousa, è un grande sportivo, sono fiducioso. Lo aspetto a Palazzo Vecchuo visto che è un amante della cultura e a Firenze, di cultura, ce n’è tanta”.

REDAZIONE
Twitter @violanews
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/28/15, 23:14
Nardella: “Nuovo stadio? Se andrà tutto bene, nel 2016 inizieranno i lavori”

Il sindaco Dario Nardella, nel commentare il successo della Fiorentina a Milano contro l’Inter, si dice certo che nel 2016 sarà posata la prima pietra del nuovo stadio.

“Abbiamo fatto passi in avanti concreti e, dopo la nuova legge sugli stadi, è stata avviata la procedura. Il Comune ha dichiarato di interesse pubblico la realizzazione dello stadio, la domanda della Fiorentina è stata accolta con alcune prescrizioni e si è passati alla realizzazione del progetto definitivo. Siamo già al 30 per cento”.

Per Nardella già ad ottobre sarà risolto il problema dell’area, con lo spostamento dei mercati generali. “Entro febbraio-marzo la Fiorentina presenterà il progetto definitivo e, nel 2016, se tutto va bene, si potrà cominciare a fare i primi lavori sul terreno”.

Un progetto che porta la firma dei Della Valle: “Hanno costruito anno dopo un anno un clima di fiducia e hanno saputo superare momenti delicati e difficili, in cui i risultati attesi non arrivavano. Bisogna lavorare guardando sul lungo periodo e non sul breve: questo è l’atteggiamento dei Della Valle e io l’ho sempre apprezzato”. (lanazione.it)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/30/15, 20:52
Nuovo stadio, avanti senza Unipol

Gli occhi sul terreno di Quaracchi. Incontri? Il colosso bancario ha fatto sapere di non avere nulla da dire

Area Mercafir e nuovo stadio, avanti anche senza Unipol. Il sindaco è stato netto. D’altronde il colosso bancario bolognese aveva risposto picche, qualcosa dal suono sinistro di un non abbiamo nulla da dire, alla lettera con cui Palazzo Vecchio invitava chiaramente la società a fare un passo, a far conoscere al Comune la sua volontà di procedere con i progetti sui terreni di Castello, stravolti dalla variante al Pit della Regione che prevede la realizzazione della nuova pista parallela al Vespucci. Dopo lo scambio di missive, nessuna proposta. Suona il silenzio.

E una guerra di carte bollate, dal giorno in cui la Regione ha dato il via libera al documento. E’ stata una battaglia continua a colpi di ricorsi. Ricorsi al Tar contro qualsiasi atto comunale e regionale riguardi direttamente o indirettamente il futuro dello sviluppo a Castello. Unipol ha perso – ed è stata costretta anche al pagamento delle spese processuali – il ricorso contro Palazzo Vecchio per il mancato accesso agli atti: il Comune non aveva concesso alla società bolognese il piano finanziario allegato al progetto del nuovo stadio presentato dalla Fiorentina. Per il Tar ha fatto bene.

Il trasloco da Novoli dei mercati generali è un passo necessario e indispensabile per realizzare il progetto presentato dalla famiglia Della Valle che prevede lo stadio e la cittadella, ora che il Comune ha riaperto per 15 giorni il bando per la ricerca del terreno dove collocare la nuova Mercafir, si è capito definitivamente che Unipol è lontana. «Se Unipol non si fa avanti neppure questa volta, si va avanti lo stesso», è la risposta definitiva dal sindaco Dario Nardella che guarda al futuro. Difficile immaginare che la società bolgnese partecipi al bando, ma vedremo. «Se individueremo l’area entro ottobre, se la Fiorentina presenterà il progetto esecutivo a gennaio, all’inizio dell’anno prossimo potrebbero cominciare i primi interventi a Novoli per il nuovo stadio», spiega il sindaco che si è impegnato, entro ottobre, a presentarsi all’assemblea dei soci Mercafir con in mano la soluzione per il trasloco dei mercati generali.

Il bando «è una seconda chance che noi mettiamo in campo. Vedremo quali saranno le risposte che arriveranno e poi trarremo le conclusioni. E’ la dimostrazione del fatto che noi non siamo fermi su questo fronte e su questa attività di ricognizione dell’area dove sposteremo i mercati generali che rappresentano una priorità, così come il nuovo stadio», conclude Nardella. Di fatto ci sono alcune società che hanno manifestato interesse per la replica del bando, tra queste anche la cordata di proprietari che si era presentata alla prima edizione con il terreno all’Osmannoro, che in realtà è un patchwork di proprietà in via di San Piero a Quaracchi. Su quell’area il Comune sta già studiando i possibili interventi alla viabilità.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/30/15, 21:53
Giani: “Stadio nuovo? La soluzione è lontana. Invece coprire il Franchi…”

A Radio Bruno interviene Eugenio Giani. Come prevedibile l’argomento principale dell’intervista è, oltre alla squadra viola, la questione del nuovo stadio: “Ovunque vada in giro per Firenze non si parla che della Fiorentina. Le grandi città italiane sono dominate dalla doppia squadra, tre ne hanno una sola: Napoli, che per il calcio è stato più discontinuo, Bologna, che ha molti sport, e Firenze. Oggi la città si è ritrovata intorno alla squadra e non deve essere lasciata.

La dimensione della Mercafir? Il Nord-Ovest è la piana di sviluppo di Firenze. Avevamo pensato alla cittadella viola con oltre 50 ettari, poi le vicende note bloccarono il tutto. Fu Renzi a cercare di capire se fosse possibile farlo nella zona Mercafir. L’obiettivo era ridurre lo spazio del mercato. La Fiorentina ha accettato la sfida, ha preparato il progetto e ha fatto un piano economico finanziario. Dopo questa analisi il risultato è stato che solo potendo usare tutta la zona si potevano ottenere dei vantaggi. Io vedo la soluzione della situazione piuttosto lontana. Nardella era ottimista perché sperava che Unipol potesse trovare la soluzione per lo spostamento del mercato, ma se Unipol non apre all’opzione Castello non vedo molte altre zone in città. La strada per il nuovo stadio è ancora lunga, ma Dario Nardella ci sta lavorando. Pensate come si sta evolvendo la tecnologia, con l’Empoli capace di coprire l’intero stadio con soli 12 milioni di euro. Pensare a nuovi materiali che consentissero questa soluzioni non è sarebbe sbagliato.

Penso che in questa stagione possano arrivare più risultati rispetto all’anno passato. Noi abbiamo bisogno dell’allenatore che si alza e si sbraccia al contrario della flemma di Montella. Assestandosi questo allenatore aspettiamo i risultati che potrebbero farci ben sperare”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/30/15, 23:11
Nardella: “Il nuovo stadio? Sono ottimista”

Le parole del sindaco di Firenze

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervistato da Rtv 38, ha parlato brevemente anche del nuovo stadio della Fiorentina:

“Sono ottimista. Il progetto non dipende solo dal Comune di Firenze, ma anche dalla famiglia Della Valle. Ad ottobre dovremo decidere dove spostare la Mercafir. Dall’inizio del nuovo anno avremo qualcosa di più concreto in mano”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/08/15, 17:37
Nuovo stadio, nessuno stop. Nardella insiste: “E’ l’obiettivo”

Malgrado la proposta di Tavecchio sul rilancio dei vecchi impianti Firenze conferma il progetto

Di per sé l’idea del presidente della Figc Tavecchio non è sbagliata – scrive Giuseppe Calabrese su La Repubblica -. «Basta cementificazioni, invece di fare stadi nuovi sistemiamo quelli vecchi». Il punto, però, è che non sempre è possibile. Anzi, in alcuni casi altamente sconsigliato. Come nel caso del Franchi. Il vecchio stadio è lontano anni luce dagli standard moderni e per metterlo a posto ci vorrebbero comunque un sacco di soldi.

Senza considerare che mancano le infrastrutture, e che l’impianto è in un quartiere ad alta densità di popolazione. Sì, ok, c’è la ferrovia e con un sistema integrato di navette sarebbe semplice portare lì i tifosi, ma è tutto il resto che manca. E poi il progetto della Fiorentina è in fase avanzata e il sindaco Nardella non ha nessuna intenzione di buttare all’aria mesi e mesi di lavoro.

«In tutto il mondo stanno costruendo stadi nuovi, è questo il modello vincente. Oltretutto in Italia c’è anche una legge che ne semplifica la realizzazione. Se si possono ammodernare stadi vecchi come è successo a Udine, va bene – dice ancora il sindaco – ma a Firenze lavoriamo per uno stadio nuovo. Era un obiettivo della giunta Renzi, rimane un obiettivo della giunta Nardella».

Nessun passo indietro, insomma. Anche perché il progetto del nuovo stadio è in fase piuttosto avanzata. Entro la fine del mese Nardella si è impegnato a presentare una proposta per la nuova area Mercafir, e una volta chiusa la trattativa per il mercato Palazzo Vecchio e la Fiorentina potranno passare alla fase operativa per lo stadio.
Il progetto di massima è già stato presentato e la società viola ha già avviato alcune verifiche tecniche sui terreni. Ci sono ancora da sistemare un paio di cose con l’aeroporto, ma sono solo dettagli.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/08/15, 23:21
Ass. Sport: “Mai stati così vicini alla realizzazione dello stadio”

Nel corso del Pentasport di Radio Bruno è intervenuto l’assessore allo sport del comune di Firenze, Andrea Vannucci: “Nel luglio dell’anno scorso c’è stata la presentazione del progetto della Fiorentina sullo stadio. Progetto di interesse pubblico, che ha coinvolto vari enti, di impatto positivo. C’erano due strade, la Fiorentina poteva ripresentare un preliminare con tempi stretti o uno definitivo in tempi lunghi per l’inizio del 2016, per questo Nardella ha detto che ci saranno i primi lavori nel 2016.

Adesso ci sono dei bandi per il terreno Mercafir, alla chiusura ci saranno novità per il nuovo terreno dei mercati. Ottobre è decisivo perchè c’è la scadenza, e si capirà qual è il tipo di terreno per fare i nuovi mercati. Sono convinto che non siamo mai stati così vicini per la realizzazione del progetto. Da parte di Fiorentina ci sono persone che stanno lavorando su questo progetto. E’ un processo che è partito 4 anni fa con Renzi, ma non c’era un progetto, per questo adesso dico che ho delle sensazioni positive”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/15/15, 15:46
Mercafir, ecco le offerte per il trasloco Castello fuori dalla partita: Unipol non c’è

E’ una giornata cruciale per il nuovo stadio viola

La busta di Unipol non c’è. Oggi saranno aperte le tre arrivate. La commissione giudicante di Palazzo Vecchio ha un tempo ristretto per decidere, per valutare se le offerte arrivate rispondono ai requisiti necessari per ospitare la nuova Mercafir e dare così avvio al progetto nuovo stadio viola. Entro fine mese, come promesso, il sindaco Nardella sottoporrà l’area selezionata all’assemblea dei soci Mercafir. La prima partita si gioca subito, oggi. Se le tre proposte arrivate fossero le stesse tre giunte a conclusione dello scorso avviso pubblico, di fatto nessuna risponderebbe alle esigenze specifiche.

Anche se una, quella con accesso di via San Pierò a Quaracchi, un appezzamento di terreni di proprietà diverse potrebbe in qualche modo essere adeguato alla bisogna. La superficie non è esattamente quella richiesta. Ai quindici ettari necessari ne mancherebbero almeno quattro. E poi c’è il problema della viabilità. Le strade del luogo non sono appropriate a un traffico di camion, furgoni e tir, dunque sarebbe necessario rivedere e pianificare una modifica sostanziale. Finisce qui? Dario Nardella è sempre stato ottimista e molto sereno. Ha detto e ripetuto che ci sono vari privati che si sono fatti avanti. E che un’area idonea sarebbe stata trovata entro fine mese. E’ tempo di svelare le carte. Ormai, questione di giorni, ma addirittura di ore, e sapremo cosa ne sarà della nuova casa dei mercati generali e se il progetto esecutivo per il nuovo stadio potrà andare avanti ad accelerazione costante. Una cosa è sicura, Unipol farà la guerra. Una battaglia di carte bollate già iniziata da tempo. Destinata a non finire qui. Per far valere i suoi diritti maturati. Probabilmente per alzare il prezzo è salvaguardare il valore che l’area di Castello ha perso da quando è stato deciso – con l’approvazione della variante al Pit della Regione – che l’aeroporto avrà la pista parallela all’autostrada. Alla commissione intanto l’ardua sentenza delle buste.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/20/15, 15:30
Nuovo stadio Fiorentina: due offerte per la Mercafir, nessuna consona

Le ultime sulla vicenda del nuovo stadio di Firenze
Di Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Oggi, presso la Direzione Patrimonio Immobiliare del Comune di Firenze, si è tenuta l’apertura delle buste contenenti le offerte (da parte dei privati) a seguito del bando che Palazzo Vecchio ha emesso per individuare un’area atta ad accogliere il trasferimento del CAP (Centro alimentare Polivalente – Mercafir).
Si tratta del secondo bando pubblico, il primo, infatti, vide lo scorso 25 maggio tre offerte, ma tutte non consone. Il procedimento si è reso necessario affinché possa andare avanti l’iter per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina. La famiglia Della Valle nel luglio 2014 presentò un progetto preliminare che prevede di poter disporre di tutti i 48 ettari della cosiddetta area Mercafir, mentre una variante urbanistica del maggio 2012 indica che solo nel comparto sud si possa realizzare lo stadio e le opere connesse (commerciale, direzionale e turistico-ricettivo) e che nel comparto nord si costruisca il nuovo Centro Alimentale (65.500 mq di SUL – superficie utile lorda).
Il terreno per accogliere il CAP (e poter “liberare” i 48 ettari della Mercafir per il progetto viola) deve avere un’estensione di almeno 15 ettari, essere ubicato nella zona settentrionale del territorio comunale ed avere una viabilità che sopporti l’ingente traffico merci.
Sono due le offerte giunte all’Amministrazione fiorentina. Quella del Consorzio Agrario di Firenze, (con sede in via dell’Osmannoro 238 a Sesto Fiorentino) e quella di un gruppo di 35 proprietari di un’area in zona via di Peretola. L’area del Consorzio Agrario è nel comune di Sesto Fiorentino ed ha una superficie di circa 12 ettari. L’area del gruppo di 35 proprietari è di 9 ettari, “integrabile per raggiungere i 13 ettari complessivi” – si spiega nella lettera di presentazione dell’offerta – la cui richiesta è pari a sedici milioni di euro.

Adesso una commissione si occuperà di valutare le proposte pervenute, giudicandone le caratteristiche. Anche in questo caso, come il bando emesso la scorsa primavera, nessuna delle due aree risponde a tutte le caratteristiche richieste. Entro il mese di ottobre, come annunciò il Sindaco Nardella, la situazione sarà illustrata all’assemblea dei soci di Mercafir. Grande assente Unipol, proprietaria a Castello delle aree considerate ideali per accogliere lo spostamento del CAP. Nel caso che nessuna delle proposte sia percorribile il processo di approvazione del progetto per il nuovo stadio (quello definitivo sarà presentato entro febbraio-marzo 2016 da ACF Fiorentina) potrebbe arenarsi definitivamente.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/21/15, 13:14
Mercafir, le possibili alternative con la “ricognizione diretta”

La situazione sullo spostamento del mercato e, conseguentemente, sul nuovo stadio viola

Il sindaco Nardella, dopo la riunione della commissione tecnica che ieri ha aperto le buste del bando per lo spostamento della Mercafir (strettamente collegato al nuovo stadio della Fiorentina) ha dichiarato: “La commissione deve esaminare a fondo le offerte, dopodiché noi porteremo comunque una proposta, come ho sempre detto. Questi avvisi pubblici esperiti da giugno ad oggi, servono per fare una ricognizione ma non sono esaustivi di tutte le ricognizioni. Se le proposte non saranno del tutto soddisfacenti, la commissione tecnica comunale è pronta a fare una ricognizione diretta”

Ecco l’interpretazione che ne dà questa mattina La Repubblica in un articolo a firma Benedetto Ferrara:

“Cosa vuol dire ricognizione diretta? Che siccome a Palazzo Vecchio serve un’area dove trasferire la Mercafir i cui ettari sono stati opzionati dalla Fiorentina per il nuovo stadio, visto che dalle procedure pubbliche non salta fuori nulla alla fine la “caccia” potrebbe farsi più spietata. E più diretta. Della serie: non un appello a chi abbia terreni da proporre, ma direttamente l’individuazione di un’area adatta e la “chiamata” dei proprietari. O l’esproprio, come extrema ratio. Dove potrebbe andare a pesca il Comune? Pare che altri terreni che non siano quelli famosi di Fondiaria a Castello esistano: ad esempio ci sarebbe un’area dietro la ex Sun chemical che forse potrebbe essere adatta ad ospitare i nuovi capannoni dei grossisti dell’ortofrutta e dell’alimentare. Ma non è detto che alla fine la ricetta non sia convocare davvero Unipol, con cui la guerra delle carte bollate va avanti da un anno”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/21/15, 14:16
Nuova Mercafir, le carte segrete. Trasloco sì e porte aperte allo stadio

Gli aggiornamenti raccontati da La Nazione. Unipol non c’è ma…

Il futuro dello stadio comincia da qui. Ed è finalmente qualcosa di molto concreto. Non c’è Unipol con le terre di Castello, ma quello già si sapeva: evidentementente il colosso bancario-assicurativo bolognese ha scelto di giocare una partita in solitaria. All’apertura delle buste con le offerte di terreni (di privati) che potranno ospitare la nuova Mercafir, stavolta, salta fuori la possibilità. Il terreno della svolta. La commissione del Comune, guidata dal responsabile del procedimento stadio e direttore generale di Palazzo Vecchio, Giacomo Parenti, dovrà valutarne la compatibilità. Ma probabilmente ci siamo davvero. Anche se nessuna delle due offerte risponde esattamente ai requisiti richiesti: 15 ettari a Nord della città, entro i confini comunali, con una viabilità di facile accesso all’autostrada.

Il consorzio di Firenze propone un terreno di 12 ettari (prezzo 6,5 milioni di euro), ma è nel Comune di Sesto Fiorentino: esattamente in via dell’Osmannoro, a Est del raccordo autostradale, verso il polo scientifico di Sesto Fiorentino. Se si vuol restare a Firenze, questo sarà cassato.
Seconda busta: ha presentato un progetto perfettibile il gruppo di 35 proprietari di appezzamenti, più o meno grandi, di un terreno di 9 ettari, di cui 6 della Legnotan della famiglia Matteucci che si era già presentata da sola al bando precedente. Siamo a Quaracchi, nell’area compresa tra via Pratese e via Pistoiese: la cordata di proprietari ha dato procura a vendere all’avvocato Marco Milani e all’ingegnere Marco Hanaman.
Questo terreno nel giro di un mese potrebbe diventare il migliore, e comunque l’unico – in questo momento – che risponda ai requisiti necessari a ospitare la nuova casa dei mercati generali.
Perché fra un mese? Sveliamo le carte e andiamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche dell’offerta: si tratta di 9 ettari di terreno, al momento, che i 35 proprietari vendono complessivamente per 16 milioni di euro. Sul chi paga ci sarà da vedere, ma si tratta di un capitolo successivo. Perché per arrivare a 15 ettari, da 9 ne mancano 6. Ci sono? L’area verde, alberata, è delimitata dal torrente Fosso Macinante, da via di San Piero a Quaracchi, da via della Treccia (parallela a via Pratese) e via Pistoiese: ci sono alcuni fabbricati non vincolati, molte serre e diverse baracche per cui i proprietri hanno già firmato la liberatoria a demolire. Non ci sono altri 6 ettari disponibili che farebbero andare a dama il progetto, ma ce ne sono 4 di cui 2 sono di proprietà del Comune, un altro ettaro e mezzo circa è di proprietà di due società in fallimento e il restante mezzo ettaro è di due proprietari che, verbalmente, hanno già dato disponibilità a vendere, ma subodorando l’affare non hanno firmato la procura, probabilmente per cercare di alzare il prezzo.

Per andare al sodo, praticamente servono i soldi subito per convincere i due proprietari a mollare la firma. Inoltre serve un po’ di tempo, quello che non c’è stato per la rapidità del bando, un mesetto circa, per chiudere l’affare delle procedure fallimentari. Bisogna che il comitato dei creditori del fallimento autorizzi alla vendita il giudice delegato: difficile pensare che i creditori non abbiano interesse a vendere un terreno che potrebbe far tornare in tasca loro qualche soldo dovuto dalla ditta fallita.

Il nodo viabilità: da un primo studio che il Comune aveva già effettuato quando Legnotan aveva presentato l’offerta nel maggio scorso, l’area avrebbe già una viabilità di facile accesso alle principali arterie del traffico. L’ingresso si trova infatti in via di San Piero a Quaracchi, venendo da via Pratese, a sinistra subito prima del sottopasso a senso unico alternato. Praticamente siamo a una distanza dalla rotatoria dell’Ikea (vicina allo svincolo autostradale di Sesto Fiorentino) di circa 200 metri su una strada che è larga circa 8 metri. La realizzazione del progetto, inoltre, renderebbe praticabile, come viabilità secondaria, via della Treccia e via Ferrarin, dove c’è la fabbrica Culligan: lo sfondo chiuso entrerebbe direttamente nell’area del mercato. Non resta che aspettare il 29 ottobre.

La Nazione
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/15, 16:02
VIDEO VN: Pres. Mercafir: “Il Comune ci ha proposto il ricollocamento, stiamo valutando”

Falchetti, presidente della Mercafir, parla della vicenda stadio nuovo a Firenze e del ricollocamento del mercato

Nel video le dichiarazioni di Falchetti, Presidente della Mercafir.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3

http://www.violanews.com/video/video-vn-pres-mercafir-il-comune-ci-ha-proposto-il-ricollocamento-stiamo-valutando/ (http://www.violanews.com/video/video-vn-pres-mercafir-il-comune-ci-ha-proposto-il-ricollocamento-stiamo-valutando/)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/15, 16:08
Nardella: “Nuova Mercafir? Due soluzioni. Nel 2017 partono le operazioni per il nuovo stadio”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato ai giornalisti al termine della conferenza della Mercafir decisoria sulla costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. Queste le sue parole:

“Questo processo decisorio è cominciato a maggio con cinque ipotesi, quattro provenienti dai due avvisi pubblici emanati dal Comune di Firenze a maggio e a ottobre 2015.

Prima ipotesi per la nuova Mercafir: Mantignano-Ugnano. Questa area risponde ai requisiti del bando pubblico. Ha sedici ettari di spazio e ha una discreta connessione con l’autostrada, ma ha un punto critico, cioè è un’area a forte esondazione, quindi è impraticabile.

La seconda proposta è quella di via Allende. L’area ha una buona connessone viaria, ma si trova nel Comune di Campi Bisenzio. Il Comune di Firenze non può decidere per altri Comuni. Anche quest’area, quindi, non è praticabile.

La proposta del Consorzio Agrario, pervenuta a ottobre, si trova nel Parco della Piana, ma anche quest’area non è praticabile perché nella piana sorgerà la pista dell’aeroporto da 2.400 metri. Inoltre l’area è ubicata nel Comune di Sesto, quindi la dobbiamo scartare.
La quarta ipotesi è quella di Quaracchi che è la migliore. Prima di tutto perché si trova nel Comune di Firenze, in secondo luogo perché ha una buona interconnessione con la viabilità primaria, anche perché è la più vicina alla Mercafir. Il problema è che solo una parte dei proprietari dell’area hanno aderito all’avviso pubblico.

Siamo arrivati a due soluzioni. La prima è una variazione sul tema Quaracchi. Per arrivare a tredici ettari che corrispondono al progetto Mercafir comparto Nord bisogna aprire una trattativa con quei proprietari che non hanno inizialmente aderito al bando. La trattativa può comportare anche una procedura di esproprio.

La seconda soluzione è quella dell’Osmannoro, al confine con Campi Bisenzio, ma sempre nel Comune di Firenze (in via Curzio Malaparte, ndr). L’area risponde a tutti i criteri stabiliti. Ha una dimensione di 14 ettari e si collega alla rotonda di via Lucchese. Quest’area risponde, come Quaracchi, ai criteri del bando, ma non è stata presentata dai proprietari che sono circa dieci-quindici. Anche in questo caso dobbiamo portare avanti una trattativa diretta che può comportare anche l’esproprio.

Entro un mese la Mercafir dirà la sua preferenza su Quaracchi od Osmannoro. Nella primavera del 2017 acquisiremo l’area per i mercati generali e sarà approvata la concessione per l’area stadio. In quell’anno cominceranno le operazioni propedeutiche per lo stadio. Copriremo i costi di acquisizione dei nuovi terreni con la monetizzazione da parte della Fiorentina del comparto nord della Mercafir”.

Durante la conferenza stampa ha parlato anche Lorenzo Perra, assessore al bilancio con delega all’urbanistica: “Una volta scelta l’area, a dicembre 2015 avvieremo una procedura di variante urbanistica, in un percorso di dodici mesi. Al termine della variante, ci sarà l’aggiudicazione del project financing per la costruzione dello stadio. Entro fine febbraio-inizio marzo la Fiorentina dovrà presentare il progetto definitivo.

Queste, invece, le dichiarazioni di Angelo Falchetti, presidente della Mercafir: “”Il Comune di Firenze ha presentato le proposte. Adesso bisogna valutare l’aspetto industriale che determinerà il trasferimento dei mercati. Una nuova area non deve costare neanche un centesimo in più rispetto ai costi per la riqualificazione nel comparto nord. Il Comune di Firenze ha garantito questa cosa all’assemblea Mercafir di oggi”.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F10%2Fnews-viola%2FQuaracchi.jpg%3Fv%3D20151029140000&hash=2b41ddc1d82c2bb95aa6a40026aec5fa)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F10%2Fnews-viola%2FOsmannoro.jpg%3Fv%3D20151029140000&hash=3981ec798163de8b0b55989fb00d884f)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/15, 16:13
VIDEO VN il sindaco Nardella sul nuovo stadio

Il sindaco Nardella ha parlato per quanto riguarda il progetto del nuovo stadio

Presente alla riunione dei soci Mercafir, il sindaco di Firenze Dario Nardellaha preso la parola la termine della riunione: “Quaracchi è l’ipotesi migliore per il ricollocamento della Mercafir. Il suo punto debole è che attualmente possiamo contare solo 9 ettari a disposizione, mentre la Mercafir ne ha bisogno di 15. Il resto del terreno andrà eventualmente acquistato da privati”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3

http://www.violanews.com/video/video-vn-il-sindaco-nardella-sul-nuovo-stadio/ (http://www.violanews.com/video/video-vn-il-sindaco-nardella-sul-nuovo-stadio/)
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/15, 20:03
Ancora Nardella: “La Mercafir verrà spostata. Firenze, città più avanti per lo stadio”

Il Sindaco di Firenze parla della giornata di oggi, decisiva per il progetto del nuovo stadio

Dario Nardella, sindaco di Firenze, è tornato a parlare ai microfoni di Radio Bruno sulla vicenda stadio nuovo e Mercafir: “Abbiamo fatto un bel passo avanti e rimaniamo coi piedi per terra. Col passaggio di oggi abbiamo sancito che l’area Mercafir sarà liberata, non ci saranno altri ostacoli. Abbiamo dato due soluzioni agli operatori dei mercati, entrambi rispondono alle necessità richieste. Da Natale cominceremo a lavorare sulla variante urbanistica per la zona dove verranno spostati i mercati. La Fiorentina sta già lavorando al progetto definitivo, spero che entra la primavera questo aspetto possa essere concluso: entro allora vorremmo avere le carte necessarie per fare un lavoro degno della nostra città. Ad oggi Firenze, tra le città che hanno annunciato uno stadio nuovo, è quella che ha la procedura più avanti. Nel 2017 potranno iniziare i lavori per i mercati generali e contestualmente i progetti per il nuovo stadio”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/30/15, 13:07
Ricollocamento della Mercafir, ecco quali soluzioni sono state scartate

Le soluzioni che sono state scartate

Oggi Repubblica dedica molto spazio alla vicenda stadio alla Mercafir. A seguire un estratto di un articolo del collega Massimo Vanni.

(…) La soluzione perfetta sarebbero stati i terreni di Castello, al di là della strada, del viale XI Agosto: «Ma da Unipol non è stata avanzata alcuna proposta, nè con il bando di maggio nè con quello di ottobre », spiega il sindaco. Senza contare che la sentenza di condanna per corruzione sul caso Castello ha complicato tutto.
Dai bandi erano saltate fuori quattro soluzioni, due a maggio due a ottobre, ripercorre le tappe Nardella a fianco dell’assessore all’urbanistica Lorenzo Perra. L’ipotesi di Mantignano- Ugnano, gravata da «forti criticità idrauliche e pertanto impraticabile». Quella di via Allende a Campi Bisenzio, scartata perché fuori Comune. Quindi quella del parco agricolo della Piana, tutta però sul Comune di Sesto. E quella di Quaracchi, prima ipotesi bocciata perché comprensiva di soli 9 ettari. Contro i 14 richiesti invece dal bando: «Ecco perché alla fine abbiamo fatto di testa nostra».

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/31/15, 15:17
Nuova Mercafir: ai grossisti piace l’Osmannoro

In concordato la società titolare della fetta più grande dell’area

All’indomani della presentazione del sindaco all’assemblea dei soci Mercafir delle due aree da selezionare per poter trasferire i mercati generali, i tempi per l’acquisto o per l’esproprio delle aree già si allungano. Il consiglio d’amministrazione del centro alimentare polivalente – scrive Ilaria Ulivelli su La Nazione – farà la sua scelta, entro un mese, al termine della valutazione tecnica (al via lunedì) che prenderà in esame pro e contro dei terreni di Quaracchi, ad oggi 9 ettari disolcati a uncino fra via della Treccia, il torrente Fosso Macinante e via di San Piero a Quaracchi, che potranno crescere fino a 13 e, addirittura a 16, e di quelli di Osmannoro, 14 ettari tra via di Brozzi, via Pistoiese e via Curzio Malaparte.

«Se dovessi scegliere così con la palla di vetro, prima delle verifiche, direi Osmannoro». La soluzione di Brozzi che si estende su un’area più lineare rispetto a quella di Quaracchi è quella preferita dai grossisti; e la voce del vicepresidente Mercafir (rappresentante dei soci privati della partecipata del Comune) fa da eco al tam tam che si è diffuso fra le settanta aziende che lavorano al mercato.

Ma nei tempi tecnici propedeutici all’inizio dei lavori per la realizzazione della nuova Mercafir, nel 2017, non è stato tenuto di conto che alcuni terreni sono di aziende in fallimento o in concordato preventivo. Sicuramente acquistabili o espropriabili dal Comune ma con tempi più lunghi rispetto a quelli ipotizzati. E’ il caso della porzione più grande del terreno dell’Osmannoro, di proprietà della Costruzioni 1934, ex Grazzini, passata nelle mani di Letizia, nipote del fondatore, cavalier Fortunato. Uno dei due rami dell’azienda di famiglia, quello dedicato allo smaltimento dei rifiuti inerti è in fase di concordato preventivo. La richiesta è stata presentata dalla ditta il 30 settembre scorso e il tribunale valuterà la concessione nelle prossime settimane. Il legale che segue la procedura fallimentare Giovanni Sensi spiega che non ci sono ostacoli alla vendita al Comune, ma che il terreno non «sarà disponibile prima dell’estate», sempre che «la proprietà sia d’accordo a vendere» e che dall’alienazione del terreno «si possa ottenere una cifra robusta per accontentare i creditori». Sensi non si sbilancia su cosa voglia significare in termini di euro una cifra robusta, ma il Comune aveva fatto sapere di aver valuatato, a cazzotto, di poter acquistare i terreni di Brozzi – di cinque proprietari diversi – a una cifra che si aggira sui cinque milioni di euro. «Si tratta di terreni agricoli che non hanno un grande valore», avevano spiegato i tecnici di Palazzo Vecchio giovedì. In realtà Sensi precisa che non si tratta di meri terreni agricoli, ma di terreni che hanno un valore commerciale più elevato in quanto si può anche edificare se si demolisce da un’altra parte: in buona sostanza si tratta di un terreno di atterraggio, secodno quanto previsto dal nuovo regolamento urbanistico. «Se voglio vendere? Io ho saputo dai giornali che al Comune interessa il terreno della società Costruzioni 1934, nessuno mi ha contattata», dice Letizia Grazzini. E il problema delle aziende in fallimento è un ritornello anche sui terreni di Quaracchi. Dove due piccoli appezzamenti per completare il puzzle ora formato da 35 proprietà provengono da fallimenti: lì sembra che la procedura sia in stato più avanzato.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/02/15, 21:25
Pres. Mercafir: “Entro novembre termineremo valutazione delle due ipotesi”

Le parole di Falchetti sul trasloco della Mercafir

E’ già iniziata la ricognizione della Mercafir, la società di gestione del più importante spazio poli-alimentare di Firenze, sui due terreni intercettati da Palazzo Vecchio per il trasferimento del mercato. Lo conferma a Dire Angelo Falchetti, il presidente di Mercafir. Due le aree individuate dall’amministrazione per il trasloco, necessario per far spazio al nuovo stadio della Fiorentina: Quaracchi e l’Osmannoro.

In questa fase, spiega Falchetti, “le esperienze dentro Mercafir si stanno confrontando con i progettisti incaricati di lavorare sul piano di recupero: in pratica, sia a livello progettuale che architettonico, stiamo prendendo il vecchio progetto”, perimetrato sull’attuale area Nord del mercato, “e lo caliamo nelle due realtà per vedere come gira”.

C’è poi, prosegue, “l’analisi industriale, perché è fondamentale capire l’incidenza sul trasporto delle merci. Questa fase si completerà “entro due settimane, poi cominceranno gli incontri. Entro novembre, come stabilito, termineremo la valutazione sulle due ipotesi”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/18/15, 13:09
Stadio: il rebus delle aree per la Mercafir

L’assessore Perra risponde a Grassi

In attesa della convocazione del consiglio d’amministrazione Mercafir entro la fine del mese, ormai questione di ore, i tecnici del mercato continuano a lavorare alla simulazione del trasferimento del mercato nell’area di Osmannoro. Già accantonata l’ipotesi Quaracchi, perché troppo piccola, il posizionamento dei capannoni previsti dal progetto nell’area Nord di Novoli, va avanti sui terreni dell’Osmannoro. Sarà proprio il cda entro fine mese a doversi esprimere sulla bontà delle due aree proposte dal Comune: su una di queste dove dovrebbe essere realizzato il nuovo centro alimentare polivalente, in modo da lasciare tutto lo spazio di Novoli per la costruzione dello stadio della Fiorentina e della cittadella viola. In realtà, i 14 ettari dell’Osmannoro, però, al netto dei vincoli per la messa in sicurezza idrica e di altre servitù, scendono a poco più di 11. Dopo aver spulciato i documenti catastali, abbiamo pubblicato un elenco di problemi che affligge entrambe le aree. Elenco ripreso dal capogruppo a Palazzo Vecchio di Firenze riparte a sinistra, Tommaso Grassi, che ha presentato un’interrogazione all’assessore alle partecipate e all’urbanistica Lorenzo Perra che, con poche frasi, risponde che i vincoli sono stati illustrati all’assemblea dei soci Mercafir. Peccato che il vicepresidente della società partecipata Carlo Dianzani non ne sappia niente: «Se i vincoli riducono lo spazio a meno di 14 ettari è un bel problema».

Tommaso Grassi punta il dito sulla risposta evasiva dell’assessore Perra. «Quali dovrebbero essere i dettagli e i parametri in base a cui Mercafir e il Comune sceglieranno tra l’area dell’Osmannoro e quella di Quaracchi? Non ci sono dettagli e siamo preoccupati di questa situazione». Il consigliere incalza: «L’unica cosa chiara è che l’operazione sarà fatta in ogni caso. Anche a costo di mandare verso la distruzione il tessuto economico e agroalimentare fiorentino e toscano. Non sarà che la politica si è sostituita ai tecnici nel decidere che quelle aree, le uniche disponibili, non possono essere dichiarate inadatte? Nardella dovrebbe gettare la maschera e ammettere che per mesi il Comune ha gettato fumo negli occhi a grossisti e cittadinanza».

La Nazione

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/20/15, 20:16
Nuovo stadio: la corte costituzionale ‘sblocca’ la C.P.T

Buone notizie riguardo un possibile intoppo che avrebbe potuto rallentare l’iter di approvazione della proposta avanzata dalla ACF Fiorentina al Comune di Firenze per la costruzione del nuovo stadio e le opere connesse. Il 24 dicembre 2015 – scrive IlSitodiFirenze.it – il Governo impugnò la legge della Regione Toscana sull’Urbanistica (appena approvata), contestando la violazione dell’art. 117 della Costituzione, che disciplina le competenze tra Stato ed Enti Locali.

La legge, secondo lo Stato, non avrebbe applicato le regole sulle liberalizzazioni per la media e grande distribuzione (degli esercizi commerciali). La Corte Costituzionale si è espressa in merito, andando di fatto a sbloccare la Conferenza di Pianificazione della Regione Toscana per le grandi strutture di vendita. Ricordiamo che nello studio di fattibilità presentato dalla famiglia Della Valle, oltre allo stadio, è prevista la realizzazione di 10.000 mq di superfici turistico-ricettive, 27.000 mq di direzionale e 50.000 mq di commerciale suddiviso in 10.000 mq di grande distribuzione, 20.000 mq di media distribuzione e 20.000 mq di esercizi di vicinato.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/30/15, 19:33
VIDEO VN – Pres. Mercafir: “Spostamento mercato come una maratona”

Le parole di Falchetti


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/30/15, 19:40
Nardella: “Lo stadio progetto di interesse pubblico prioritario”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella commenta la notizia della decisione della società Mercafir

Ai microfoni di Radio Blu interviene il sindaco di Firenze Dario Nardella, che commenta così la decisione della Mercafir di optare per l’area di Osmannoro per spostare il mercato: “Mercafir all’Osmannoro? Mi pare che sia un passo in avanti concreto. Ringrazio la società Mercafir per aver preso la decisione, ora la Fiorentina può presentare il progetto definitivo. Stiamo dimostrando di essere un’amministrazione seria che porta avanti i progetti con trasparenza. Riteniamo lo stadio un’opera di interesse pubblico prioritario. Sappiamo anche che i passaggi da superare sono difficili e vanno messi in fila uno a uno. Abbiamo fatto capire che a Firenze facciamo poche chiacchiere e preferiamo i fatti, nei modi trasparenti che sono messi a nostra disposizione”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/30/15, 20:15
VIDEO VN – Ass. urbanistica: “Nuovo stadio? Aspettiamo il progetto della Fiorentina”

Le parole di Lorenzo Perra


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/30/15, 20:31
VIDEO VN – Svolta Mercafir: sì allo spostamento del mercato. Nuovo stadio più vicino

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fsenza-categoria%2FMercafir-Falchetti.jpg%3Fv%3D20151130133725&hash=598db8b6382c1d9c382a5c33e65860e7)

Osmannoro o Quaracchi. Erano queste le aree individuate alla fine di ottobre dal consiglio d’amministrazione della Mercafir per lo spostamento dei mercati generali, operazione necessaria per la costruzione a Novoli del nuovo stadio della Fiorentina. Un mese dopo è arrivata, come da programma, la risposta: il CAP (Centro Alimentare Polivalente) sorgerà nella zona dell’Osmannoro, al confine con Campi Bisenzio, ma sempre all’interno del Comune di Firenze, in via Curzio Malaparte. Necessaria sarà anche l’acquisizione dell’area in cui si trova l’ex sede della concessionaria La Rotonda.

L’amministrazione comunale, come confermato dall’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Lorenzo Perra, avvierà presto le procedure per la variante urbanistica. “L’area individuata dalla Mercafir è quella dell’Osmannoro – ha detto Perra -. Questa indicazione verrà trasmessa al Comune. Nei prossimi giorni inizieremo le procedure per la variante urbanistica. Una buona notizia non solo per il ricollocamento dei mercati generali, ma anche per la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina.

Le principali criticità sono dettate dal tempo perché a breve vogliamo avere gli strumenti urbanistici che consentono lo spostamento dei mercati. C’è necessità di fare gli investimenti per gli operatori. La variante urbanistica occuperà gran parte del 2016, quindi al termine dell’anno prossimo tutti gli elementi urbanistici e progettuali saranno completati.

I proprietari dell’area? Attiveremo i contatti che per il momento non ci sono stati. Il percorso è quello tracciato un anno e mezzo fa. Se non dovessimo arrivare ad un accordo, potremmo esserci anche l’esproprio. I mugugni dei grossisti? Li leggo sui giornali, li affronteremo con loro passo dopo passo. Spero che si possano convincere della bontà del progetto.

Le scadenze per la Fiorentina? Il proponente ha dodici mesi di tempo per sottoporci il progetto definitivo, siamo in attesa di riceverlo. Mi auguro che non solo il mercato abbia una destinazione certa, ma anche lo stadio. Ci sono grandi aspettative da parte dei tifosi della Fiorentina. Reazioni da parte della Fiorentina? No, stiamo comunicando queste cose a voi giornalisti per la prima volta”.

“Perché l’area dell’Osmannoro? Per via della forma regolare del lotto, ma anche per la relativa vicinanza, circa tre chilometri, dall’attuale Mercafir – ha aggiunto il presidente Mercafir Angelo Falchetti -. E’ un percorso complesso, ma l’importante è partire. Le criticità? Le criticità ci sono sempre, dagli aspetti tecnici a quelli relativi ai conti. E’ come una maratona, si deve fare un passo alla volta. Come risolvere il trasporto verso il centro? C’è un allungamento del tragitto rispetto al centro di tre chilometri. Traffico ulteriore? Non penso, negli orari di punta l’unico trasporto coinvolto è quello verso il centro. Dobbiamo affrontare il trasporto delle merci come in autostrada, cioè trovare orari e modalità specifiche”.

Qui sotto vi mostriamo le foto di alcune slides presentate durante la conferenza stampa:
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FTabella-comparativa.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=381d15f3dd6e6870440422ce872b2635)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FQuaracchi.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=5f0b3c3be147f4a48fffabb18e0a2c91)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FOsmannoro-2.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=a308193ec6ce0927dc00b652fdb58e63)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FOsmannoro-commerciale.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=48ae8a9209206e284e611c3b61711a9d)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FOsmannoro-trasporto.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=61078e5fa7765983aeeb0b88997851cf)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FOsmannoro-potenziale-industriale.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=47780795559ac9457dde9d8b170512b5)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2Fconclusioni.jpg%3Fv%3D20151130190000&hash=a9724de8840ccff91ece5cdcc02af32a)



Stefano Niccoli
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/01/15, 15:27
Stadio alla Mercafir: a inizio 2017 il cantiere, a fine 2018 l’inaugurazione

Dopo la decisione sulla sede nuova della Mercafir, Nardella ha parlato così del percorso con la Fiorentina

Adesso, sui due binari nuova Mercafir-nuovo stadio, bisogna correre. Perra promette: «Una volta in Comune la decisione del cda di Mercafir, la giunta avvierà la variante, il cui iter potrà completarsi entro il 2016». Già dalla primavera il via libera al project, poi la gara. Nel frattempo si lavorerà agli accordi coi privati per la vendita dell’area, senza escludere eventuali espropri, e ai dettagli progettuali. A inizio 2017 il cantiere, a fine 2018 l’inaugurazione.
«Un un passo avanti concreto e inequivocabile» è stato ieri il commento del sindaco Dario Nardella, che ha ringraziato «fornitori e gruppo dirigente di Mercafir» per una decisione che «consente al Comune di proseguire sulle procedure e alla Fiorentina di presentare il progetto definitivo per il nuovo stadio. Stiamo dimostrando di essere un’amministrazione seria che va avanti in modo trasparente sui progetti che si pone».

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/01/15, 16:11
Nuovo stadio, operazione da 320 milioni: i tempi del progetto

Su La Nazione si parla del progetto per il nuovo stadio

Su La Nazione si parla del progetto per il nuovo stadio. I grossisti della Mercafir hanno deciso di spostarsi nella zone dell’Osmannoro. Entro dicembre la variante urbanistica sarà in giunta, poi inizierà l’iter delle commissioni per poi approdare in consiglio comunale. Qualora fallisse la compravendita, allora si procederà con gli espropri. Per approvare gli atti servirà almeno un anno, ma nel 2017 potranno iniziare i lavori per il nuovo mercato, con conclusione nel 2018. Lo spostamento del mercato e la costruzione dello stadio procederanno in parallelo. Entro la prossima primavera i Della Valle dovranno presentare il progetto esecutivo per il nuovo stadio, per cui dovranno trovare un partner per la realizzazione della cittadella. Costo dell’operazione oltre 320 milioni di euro.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/02/15, 18:43
Grossisti della Mercafir contro il trasloco all’Osmannoro: “Scelta imbarazzante”

La replica dei grossisti alla scelta di spostare il mercato ortofrutticolo

La scelta comunicata dal CDA di Mercafir di porre all’Osmannoro la nuova sede del mercato ortofrutticolo, per fare spazio al progetto per il nuovo stadio della Fiorentina e le opere connesse, “mette gli operatori in grande imbarazzo rispetto all’amministrazione comunale e rispetto ai vertici della società, gettando il nostro lavoro in pasto a un futuro nebuloso e privo di certezze”. È quanto sostengono, in una nota, l’associazione che raccoglie i grossisti del mercato alimentare fiorentino. “Gli operatori sono sempre stati informati ma mai coinvolti e considerati sulle decisioni da prendere su un progetto che riguarda il futuro delle loro aziende – spiega la nota – Non che fosse dovuto, ma ascoltare le nostre opinioni rispetto a necessità e volumetrie sarebbe stato quantomeno auspicabile per procedere serenamente in un progetto complesso che non troverà una soluzione rapida e indolore. A questo punto è necessario che ciascuno si assuma le proprie responsabilità, nella piena consapevolezza degli effetti che tali decisioni produrranno”. “Vogliamo sottolineare – proseguono – che l’area messa a disposizione nella precedente variante urbanistica – seppure anche in quel caso senza aver ricevuto la nostra approvazione – era tuttavia sufficiente alle esigenze del nuovo stadio con annessa cittadella viola: quello stesso spazio è bastato per la realizzazione dello Juventus Stadium a Torino. Quindi perché a Della Valle non basta?”. (ilsitodifirenze.it)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/02/15, 22:35
Pres. Mercafir risponde ai grossisti: “Comunicato disarmante”

Il comunicato con cui il presidente della Mercafir risponde ai grossisti del mercato ortofrutticolo

Il testo integrale del comunicato diramato dalla Mercafir in merito alla nota diffusa dai grossisti:

La nota a mezzo stampa di alcuni grossisti del mercato ortofrutticolo ci lascia sinceramente disarmati.
Nel merito, si lamentano di non essere stati ascoltati. Negli ultimi mesi, come tutti gli altri operatori del CAP, hanno partecipato a quattro incontri col Sindaco, oltre ad almeno due riunioni progettuali generali e una specifica sul trasporto locale. Purtroppo dobbiamo prendere atto della poco utilità di tanta partecipazione, almeno per qualcuno.
Lo studio progettuale si è concluso con la richiesta di espandere l’area alla così detta Osmannoro.bis proprio per garantire tutti gli spazi necessari. Rimpiangere l’area nord dimostra che semplicemente non si sono nemmeno lette le carte, quando sono state condivise in più riprese e ancor prima che le vedesse il Consiglio di Amministrazione. Carte, che dal giorno dell’approvazione formale, sono accessibili a chiunque sul sito mercafir.it.
Ora, è compressibile il timore del cambiamento e la necessità di verificare bene tutti i dettagli, ma se la volontà è quella di parlare tanto per poi non fare niente, Mercafir non è disponibile a questo gioco di rimpalli, che porterebbe inevitabilmente alla morte del mercato. Anche in questo caso, basterebbe prendersi la briga di leggere le conclusioni dei bilanci degli ultimi anni, anche questi accessibili sul sito, per capire l’urgenza di ammodernare il CAP.
Se, invece, si vuole buttare in politica e polemizzare con la Cittadella commerciale dei Della Valle a noi non interessa.
Mercafir ha a cuore tutte le aziende ospitate, i loro dipendenti e si occupa di rifornire al meglio le tavole di tutti i cittadini.

Davvero imbarazzante è leggere affermazioni contraddittorie se non false, che mortificano il lavoro di chi cerca di guardare al futuro e trovare soluzioni. Per di più, affermazioni da parte di chi nelle riunioni, invece di entrare nel merito delle questioni andava a salutare il Sindaco inneggiando “Forza Viola”.

Angelo Falchetti
Presidente Mercafir ScpA

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/09/15, 18:47
Ass. urbanistica: “Nuovo stadio? Entro marzo 2016 il progetto definitivo della Fiorentina”

Le parole di Lorenzo Perra

“La fine di febbraio-i primi di marzo coincide col termine in cui il proponente (ACF Fiorentina, ndr) dovrà sottoporre il progetto, quindi non c’è bisogno di ribadirlo. Io, peraltro, nelle interviste che ho fatto nei giorni scorsi proprio in relazione all’area Mercafir ho ricordato la scadenza dei 12 mesi, punto. Se questo può valere ci sono le mie parole, ma non ci sono atti amministrativi che in qualche maniera devono ribadire qualcosa che già è negli atti stessi”.

Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze, Lorenzo Perra, rispondendo – scrive Il Sito di Firenze – ad una interrogazione del Consigliere Giacomo Tombi di Firenze Riparte a Sinistra. Trombi chiedeva a Perra come mai il Comune non sta ribadendo pubblicamente i tempi accordati dalla delibera del 7 gennaio 2015, quella che fa riferimento al riconoscimento di pubblica utilità sul progetto stadio della Fiorentina, che indicava due possibilità: sottoporre entro 3 mesi il progetto preliminare, oppure entro 12 mesi il progetto definitivo.

ACF Fiorentina, tramite PEC del 27 febbraio 2015, comunicò di scegliere di presentare il progetto definitivo entro 12 mesi, pertanto, come abbiamo sottolineato su queste pagine ieri, e come ha ribadito oggi l’Assessore Perra, il termine entro il quale ACF Fiorentina deve presentare il progetto definitivo per il nuovo stadio e le opere connesse è fine febbraio inizio marzo 2016.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/15/15, 18:48
Nuovo stadio Fiorentina e trasferimento Mercafir: stamani Falchetti in Comune

Stamani in Palazzo Vecchio la Commissione Controllo Enti Partecipati del Comune di Firenze ha convocato il Presidente di Mercafir Angelo Falchetti

Stamani in Palazzo Vecchio la Commissione Controllo Enti Partecipati del Comune di Firenze ha convocato il Presidente di Mercafir Angelo Falchetti, affinché illustrasse alla stessa l’ipotesi di trasferimento del Centro Alimentare Polivalente nell’area dell’Osmannoro (individuata dalla Pubblica Amministrazione cittadina lungo via Curzio Malaparte).
L’ipotesi di trasferimento si rende necessaria per far spazio al progetto per il nuovo stadio della Fiorentina il 14 luglio 2014 e per il quale è in corso l’iter approvativo. Entro marzo 2016, come ha ricordato l’Assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra, il Comune di Firenze attende che ACF Fiorentina presenti il progetto definitivo per stadio ed opere connesse (commerciale, turistico-ricettivo e direzionale).

Durante l’audizione Falchetti ha illustrato i contenuti dello studio comparativo dello scorso novembre che illustra i vantaggi, le criticità e le possibili soluzioni che implicherebbero il trasferimento all’Osmannoro del CAP. Per Mercafir è fondamentale accelerare i tempi, affinché entro il 2016 sia tutto deciso. Lo spostamento garantirebbe una fruibilità migliore per coloro che si riforniscono da fuori Firenze, ma senza i dovuti provvedimenti andrebbe ad aumentare i costi di trasporto cittadino. Per questo si dovrà provvedere a rivedere le regole del trasporto alimentare deperibile, favorendo anche quello eco-sostenibile (con l’ausilio, ad esempio, di mezzi elettrici). Ogni giorno transitano alla Mercafir circa 2.000 veicoli (il 40% sono mezzi pesanti) e per questo la viabilità prossima a via Curzio Malaparte dovrà essere adeguata. Il valore immobiliare dei terreni in oggetto è inferiore agli attuali situati a Novoli, ma la monetizzazione (prescritta a carico di ACF Fiorentina) del comparto nord garantirebbe la differenza.
 
Infine, per garantire l’integrità del CAP (ovvero comprendere anche area Fruttital, attualmente esclusa dai progetti, poiché già riedificata), Mercafir ha proposto al Comune l’acquisizione della limitrofa area dell’ex concessionaria La Rotonda; in questo modo con i circa 10.000 mq già edificati della concessionaria si riuscirebbe a realizzare il nuovo mercato col giusto mix di funzioni e favorire il potenziale industriale complessivo raggiungibile guadagnando efficienze logistiche e di spazi.

Il percorso se procederà regolarmente, necessiterà di tutto il 2016 (e parte del 2017) per la variante urbanistica e l’acquisizione dei terreni (come extrema ratio il Comune può ricorrere anche all’esproprio – dato che si tratta di opere di pubblica utilità). Un anno e mezzo-due per la costruzione del nuovo CAP.
Stamani, è bene ribadirlo, Angelo Falchetti ha illustrato le questioni strettamente pertinenti al Centro Alimentare e l’eventuale trasferimento all’Osmannoro. Ciò che riguarda ACF Fiorentina, Comune di Firenze e nuovo stadio sono aspetti da affrontare tra Pubblica Amministrazione e Società viola. A riportarlo è ilsitodifirenze.it.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/16/15, 14:23
I grossisti Mercafir pronti alle barricate. Il progetto del nuovo stadio slitta ancora

Non si muoveranno di lì. Fino all’arrivo delle ruspe. È netta e definitiva la presa di posizione dei grossisti Mercafir riuniti ieri mattina in una partecipatissima assemblea. Nel frattempo, anche sul fronte stadio, la Fiorentina è in ritardo rispetto ai tempi previsti per la presentazione del progetto esecutivo. Secondo il cromoprogramma concordato con Palazzo Vecchio, la presentazione del progetto definitivo sarebbe dovuta avvenire a marzo 2016. Ma – scrive Ilaria Ulivelli su La Nazione – a causa delle attese per far partire i lavori preliminari sui terreni Mercafir, i tempi sono già slittati da marzo all’estate, con ogni probabilità non prima di settembre.

I problemi però sono tutt’altro che risolti. I grossisti sono in guerra totale. Tutti d’accordo, all’unanimità, gli operatori riuniti entro la sigla Agofi hanno deciso che sarà battaglia, con ogni mezzo lecito. «Il Comune non ci ha fornito una vera alternativa, per noi resta valida la variante vigente che prevede la realizzazione del nuovo mercato nell’area Nord di Novoli», spiegano all’unisono gli affiliati all’associazione pilotata da Guido Fanti.

Dunque? Che cosa succederà? Parlando con i commercianti si capisce che non hanno la minima intenzione di fare neppure un passo indietro. L’area dell’Osmannoro è «ridicola», dicono, aspettando la convocazione in commissione regionale del presidente Mercafir Angelo Falchetti, richiesta dal vicepresidente di Palazzo Bastogi, Marco Stella. Quel che è detto è fatto per i commercianti, gente concreta. E loro non si trasferiranno. A costo di andare a una guerra di ricorsi al Tar chiedendo il rispetto della variante urbanistica deliberata nel 2012 dopo che Renzi sindaco aveva previsto per la Fiorentina una porzione d 35 ettari per costruire lo stadio, mentre il restante spazio di circa 15 ettari sarebbe stato destinato alla ricostruzione di un mercato che ora vive in una condizione di precarietà in capannoni obsoleti. Dove solo per la manutenzione delle celle frigorifere si spende quasi quanto acquistarne nuove. Gli operatori in quest’area stanno perdendo soldi, il mercato non rende ciò che potrebbe. Ma dal luglio dello scorso anno tutto è cambiato. Perché la Fiorentina ha presentato un nuovo progetto nel quale, oltre allo stadio, è prevista la realizzazione di una cittadella commerciale grande più o meno come due volte I Gigli, ovvero 77mila metri quadri, oltre alle strutture ricettive e ai parcheggi. In questo nuovo progetto Mercafir non è compresa nell’area di Novoli. Per questo da gennaio scorso, il Comune ha previsto la ricerca di una nuova area dove realizzare la nuova casa del del centro alimentare polivalente.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/18/15, 18:42
Nardella ribadisce: “Stadio nuovo? Io sono ottimista”

Il sindaco Nardella parla di stadio nuovo

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato del progetto Mercafir a I’Grillo Fiorentino:

Sindaco, siamo quasi alla fine del 2015. Che anno è stato, questo, per Firenze?
“Un anno importante, in cui la città ha avviato cantieri fermi da troppo tempo e che porteranno a una trasformazione radicale: penso alla tramvia, ma anche al nuovo aeroporto, al rilancio della Fortezza, allo spostamento della Mercafir e al progetto del nuovo stadio, per il quale io sono ottimista”.
 
REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/15, 22:46
Stella sullo stadio: “I tifosi non vanno presi in giro”

Parla il vice-presidente del Consiglio Regionale

Marco Stella, vice-presidente del Consiglio Regionale, è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “Nuovo stadio? Ci sono più esigenze da tenere insieme. La Fiorentina ha chiesto di fare un nuovo stadio. Tutti noi siamo tifosi e costruire un nuovo stadio permetterebbe ai Della Valle di avere un introito non indifferente oltre che a garantire comfort ai tifosi. Non dobbiamo però giocare sulla pelle dei tifosi, che non vanno presi in giro. Bisogna essere chiari sui tempi di costruzione. Un mercato del genere va spostato in un posto facilmente raggiungibile dai fornitori, per questo terrei calde anche altre ipotesi. Perché non parlare anche della zona di Castello?”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/20/15, 13:03
Mercafir, i grossisti all’attacco: “Rischio fallimento all’Osmannoro”

“La maggior parte dei grossisti è favorevole allo spostamento della Mercafir all’Osmannoro, poi ovviamente c’è chi ‘buba’. Ci sono delle problematiche, è vero, ma sono superabili”. Così parlava, non più tardi di qualche giorno fa, il numero uno del mercato ortofrutticolo di Novoli Angelo Falchetti in merito al progetto di trasferimento del centro alimentare – che ha ottenuto l’ok della società – utile a far spazio al nuovo stadio della Fiorentina.Ma lo spostamento del mercato – scrive Emanuele Baldi su La Nazione – sembra questione di punti vista. Il leader storico dei grossisti, Marco Fanti, per esempio è di tutt’altra opinione: “Il discorso è breve, noi all’Osmannoro non ci vogliamo andare: sarebbe un danno enorme. La viabilità è complicata, siamo lontani dal centro e non ci sono gli spazi adatti per lavorare”.

Poi la metafora: “Facciamola breve: se hai un negozio in centro e decidono di spostartelo in periferia dicendoti anche che ti conviene c’è qualcosa che non torna”. Secondo Fanti “la stragrande maggioranza dei grossisti, fatta eccezioni per cinque e o sei, è contraria ad andarsene da Novoli”. “C’è già crisi – riflette – e comunque almeno lavoriamo a 4-5 chilometri dal centro, spostandoci il rischio di un fallimento è altissimo”. Per molti grossisti, poi, non c’è chiarezza sugli eventuali nuovi spazi, sulla dislocazione delle singole attività e sui destini del comparto aziendale.

Insomma la questione, perlomeno a livello di convergenza di vedute, è tutt’altro che risolta. Il capogruppo di Forza Italia in Palazzo Vecchio, Jacopo Cellai cerca di riordinare le idee. “Partiamo da una premessa: il nuovo stadio è una grandissima opportunità per la città e siamo dell’idea che vada realizzato assolutamente. Se poi il Comune vuol portare all’Osmannoro la Mercafir prima metta nero su bianco le soluzioni a problemi concreti che comporta l’operazione. Soluzioni che devono arrivare prima di marzo, mese in cui è atteso il progetto della società viola. Se così non sarà Palazzo Vecchio avrà grosse responsabilità”. Prima grana: la viabilità. Come evidenziato anche dalla società la vicinanza dell’autostrada all’Osmannoro è indubbiamente un vantaggio, ma viene vanificato “dall’aumento dei costi di trasporto” rispetto a Novoli e al conseguente “aumento dei prezzi agli utenti finali”. “La Mercafir stima un 50% in più – dice Cellai che insieme al suo gruppo consiliare ha scelto di incalzare il Comune e chiedere certezze – e sarebbe una cosa molto pesante per tutti. Se quello che ai commercianti costa un euro, domani costa un euro e mezzo il problema diventa enorme”. Soluzioni? “La sistemazione immediata dello svincolo Peretola-Indiano e la creazione di un percorso esclusivo per i mezzi del mercato come l’attuale via dell’Olmatello”. Cellai chiede inoltre “un plastico definitivo del futuro mercato dove i grossisti possano capire dove andranno a finire”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/23/15, 16:10
Marco Stella sulla Mercafir: “L’esigenza dei lavoratori non deve venire meno”

L’agenzia Impress riporta alcune dichiarazioni di Marco Stella, vice presidente del Consiglio regionale e coordinatore metropolitano di Forza Italia, a proposito della Mercafir e del nuovo stadio. “La Mercafir è uno dei mercati più importanti che abbiamo nel centro Italia e non possiamo pensare di spostare un pezzo così importante, produttivo della città, senza ascoltare le esigenze legittime degli operatori della Mercafir. A noi non bastano le parole di rassicurazione di Angelo Falchetti che è il presidente della Mercafir. Lì ci sono i produttori, coloro che lavorano lì dentro, ci sono le attività e noi vogliamo sapere cosa pensano rispetto allo spostamento. Ci sono esigenze diverse da tenere insieme: il primo elemento è che in quella zona della città c’è un mercato fondamentale – ha aggiunto Marco Stella– Il secondo elemento è che la Fiorentina ha chiesto di fare un nuovo stadio. È naturale, tutti noi siamo tifosi che sognare una casa nuova è una speranza. È un investimento importante in termini economici per la Fiorentina, io mi auguro che lo faranno veramente il nuovo stadio, quello che mi preme è che queste due esigenze stiano insieme. La disponibilità dell’area esiste. Non scordiamoci che la società viola ha chiesto un incremento degli ettari. A me quello che preme è che in questa città si smetta di prendere in giro le persone a partire dai tifosi che hanno tutto il diritto di chiedere uno stadio nuovo, moderno, coperto, a misura di famiglie. Quella scadenza di presentazione del progetto (marzo 2016, ndr) se non verrà rispettata mi chiedo cosa comporterà. Chi lo dirà ai tifosi? Da quattro anni noi diciamo che è importante fare un nuovo stadio e dare maggiori introiti alla famiglia Della Valle perché l’elemento del merchandising in ambito europeo è sempre più fondamentale. Tutto questo però deve concretizzarsi e deve attuarsi a breve”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/31/15, 15:22
Nardella sul nuovo stadio: “Entro l’estate il progetto definitivo”

Così Dario Nardella a La Nazione sulla questione nuovo stadio: “A gennaio inizia la procedura per il trasferimento Mercafir all’Osmannoro. Entro l’estate dovrebbe arrivare il progetto definitivo della Fiorentina per il nuovo stadio”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/16, 13:39
Il nuovo stadio può attendere: l’ultima data è il 2020

La Fiorentina si appresta a chiedere nei prossimi giorni la proroga per la presentazione del progetto definitivo

Stadio, se va bene il primo fischio d’inizio sarà per la metà del 2020. Se va bene. A 12 anni di distanza dalla presentazione della ‘Nuvola’ di Massimiliano Fuksas. Ma solo se l’area Mercafir sarà liberata in tempo, a partire almeno dall’inizio del 2018. La proroga per la presentazione del progetto definitivo che la Fiorentina si appresta a chiedere nei prossimi giorni a Palazzo Vecchio – e Palazzo Vecchio a concedere senza difficoltà – fa carta straccia di calendari e agende fin qui costruite.

Lo stadio che i Della Valle avevano sognato per il 2018 allunga il passo fin quasi a perdersi nell’orizzonte. Anche perché il progetto a cui sta lavorando lo studio Rolla di Torino è incappato in un rebus imprevisto che ha richiesto un supplemento d’indagine. Quello della falda, perché se nel terreno di Firenze si trova in genere a 7-8 metri di profondità, alla Mercafir più alta, intorno a 6. E il progetto del futuro impianto deve tenerne conto.

Gli stadi di nuova generazione prevedono in genere il campo da gioco ad un livello inferiore di 6-7 metri, in qualche caso anche di 10, rispetto al piano di campagna. E nel caso la Fiorentina volesse fare qualcosa di simile alla Mercafir dovrebbe seguire il modello Teatro dell’Opera della Leopolda: ovvero, un ‘catino’ di cemento piantato nel bel mezzo della falda. Con la conseguenza però di far lievitare di molto i costi.

Dipende dalla scelta progettuale. Ed è probabile che la scelta, dopo lunghe indagini e ripetuti sondaggi sul terreno, sia quella di un campo di soli 2-3 metri sotto il piano di campagna. Per il resto, i tecnici dei Della Valle non hanno riscontrato intoppi: nè per la bonifica del terreno Mercafir, nè per la viabilità, nè per i vincoli aeroportuali. Solo il rebus falda ha richiesto più tempo. E il progetto definitivo, quello che darà forma allo stadio e anche alla cittadeella commerciale che gli starà attorno, non verrà presentato prima di giugno prossimo.

L’articolo completo di Massimo Vanni sul nuovo stadio in edicola con La Repubblica

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/06/16, 14:45
Nardella: “Slittamento stadio nuovo? ACF si prenda il tempo di cui necessita”

Nardella parla del possibile slittamento dei lavori per il nuovo stadio

Potrebbero allungarsi i tempi per la realizzazione di un nuovo stadio a Firenze da parte della Fiorentina. Indiscrezioni di stampa pubblicate quest’oggi parlano infatti di uno slittamento richiesto da parte del club gigliato per la presentazione del progetto per un nuovo impianto calcistico nell’area nord ovest della città, non entro il prossimo mese di marzo, come da una delibera di giunta comunale approvata esattamente un anno fa, ma a giugno 2016. “Non parlerei di slittamento nei tempi, la Fiorentina è bene che si prenda il tempo che le serve per fare il progetto definitivo per il nuovo stadio –ha spiegato il sindaco di Firenze Dario Nardella sulla vicenda- A me interessa che si faccia un bel progetto, importante, sostenibile dal punto di vista ambientale ed urbanistico, e che possa essere all’altezza della tradizione della storia e della bellezza di Firenze. Se si tratta di aspettare qualche tempo in piu’, non mi sembra che sia questo il problema visto che è 30 anni che si parla di costruire un nuovo stadio. Questa volta però ci stiamo provando davvero”. Il sindaco di Firenze ha parlato ai microfoni dell’agenzia di stampa Italpress.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/07/16, 19:54
Nardella: “Nuovo stadio? Confido nella determinazione della Fiorentina”

Sulla presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina per la costruzione del nuovo stadio “non parlerei di proroghe”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella a margine dell’inaugurazione per la stampa del teatro ‘Niccolini’. Nardella ha spiegato che: “Se Fiorentina ha bisogno di più tempo non sarò certo io ad aprire le polemiche, perché confido nella determinazione della società nel realizzare il nuovo stadio”. Per questo, ha continuato Nardella, “il Comune ha creato tutte le condizioni per arrivare a questo obiettivo”. Un progetto che coinvolge anche il futuro della Mercafir, il mercato polialimentare cittadino, destinato al trasferimento dall’area di Novoli a quella dell’Osmannoro per far posto al nuovo ‘catino’ viola. Decisione contestata da una parte dei grossisti, che il primo cittadino, però, non è intenzionato a mettere in discussione: “Ci sono delle decisioni della Mercafir e dell’amministrazione comunale: andiamo avanti su questa strada”. (da Agenzia Dire)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/11/16, 23:40
Ass. Perra sul nuovo stadio: “Al momento ACF non ha chiesto di far slittare la presentazione del progetto”

L’assessore Perra sul nuovo stadio della Fiorentina

Esiste una richiesta della Fiorentina di far slittare di alcuni mesi, rispetto al termine del prossimo fine febbraio, per la presentazione da parte del club gigliato del progetto per la costruzione del nuovo stadio in area Mercafir? “Non so se con colloqui informali con il sindaco o affermazioni, non posso né confermarlo, né smentirlo ma in questo momento, da quello che mi è noto, non esiste una richiesta formale tale per cui esista un’attività istruttoria o amministrativa che stia prendendo in considerazione una richiesta in tal senso.- ha spiegato al sito Agenziaimpress.it l’assessore all’urbanistica del comune di Firenze, Lorenzo Perra- Siamo ancora a gennaio e manca ancora un mese e mezzo. Il sindaco ha parlato recentemente in un’intervista del mese di giugno come termine ultimo per la Fiorentina per la presentazione del progetto ma al momento atti informali di tale slittamento dei tempi non risulta”. Il presidente esecutivo Mario Cognigni un mese fa ha detto che fino a quando il club viola non avrà la disponibilità dell’area non potrà presentare un progetto per la costruzione del nuovo stadio in area Mercafir. Come commenta tali affermazioni? “Noi abbiamo dato avvio al procedimento di variante urbanistica quindi per noi l’iter è coerente coi termini attuali del procedimento a cui la Fiorentina si è impegnata a dare rispetto, per cui noi immaginiamo di adottare la variante urbanistica intorno al mese di aprile, come piu’ volte detto, e di approvarla entro il mese di novembre, il che significherebbe che poi il tutto si allineerebbe con la procedura successiva, ha aggiunto l’assessore Perra. Una volta infatti presentata la proposta del proponente del project poi va messa a gara e va aggiudicata. Il che significa che chi presenterà il project avrà la certezza di avere un’area, non di non averla quindi da questo punto di vista noi siamo impegnati formalmente e sostanzialmente nel rispetto di questa eventualità. La Mercafir si dovrà spostare, dovrà essere ricostruita in altra area, e questo non è una cosa ‘dell’oggi’ ma era nota anche mesi fa. Credo che con tali affermazioni il presidente Cognigni volesse anche interpretare le parole di alcuni dei futuri concessionari delle aree in locazione di Mercafir. Da questo punto di vista io sono tranquillo, nel senso che il 60% di chi occupa gli spazi ha dato la propria disponibilità a spostarsi, ha valutato positivamente il progetto che abbiamo proposto, contiamo di convincere anche gli altri nell’interesse della Mercafir stessa”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/13/16, 13:05
Spostamento Mercafir, Grassi avverte: “Serio rischio per famiglie e territorio”

Questione stadio nuovo, si parla dello spostamento della Mercafir

“Tutto l’accordo, sventolato più e più volte dall’Amministrazione comunale, di chi nel mercato di Novoli lavora e ha la propria attività, sulla proposta del Comune per la nuova area del mercato, non l’abbiamo percepito stamani nel corso della commissione controllo che ha incontrato presso la Mercafir i grossisti. Tutt’altro clima quello respirato stamani (ieri, ndr), come testimonia anche una lettera dell’associazione Agofi del mese di novembre in cui si ribadisce la loro posizione contraria al metodo utilizzato da Nardella e si ribadisce il mancato accordo e interrogativi su diversi punti cruciali, primo fra tutti quello rispetto alla reale fruibilità dell’area in termini di quantità di spazio e di accessibilità all’area di Osmannoro”. Lo afferma Tommaso Grassi, capogruppo in Consiglio Comunale di Firenze Riparte a Sinistra.
Vediamo un serio rischio che si arrivi ben presto a danni indicibili per migliaia di famiglie e per il territorio – prosegue Grassi – qualora la continua incertezza dovesse perdurare ancora, se per altro tempo non vi fossero risposte ai tanti quesiti e si continuasse a non esser chiari sul futuro della Mercafir, costringendo aziende e attività a dover stare in una struttura, quella di Novoli, che ha sicuramente necessità di grossi interventi di manutenzione ma senza poter aver la certezza del loro futuro.
La sensazione è che il Comune non abbia la benché minima idea di come fare a comporre il disegno tra le diverse incognite che legano il futuro di Mercafir allo stadio: certezze e accordi chiari è quello che manca. Nessuno vuol essere contrario pregiudizialmente allo stadio, ma cosa accadrebbe se una volta che i grossisti avessero deciso per il trasferimento all’Osmannoro, la Fiorentina decidesse di non fare lo stadio a Novoli? Chi pagherebbe i costi e il terreno? E soprattutto per quale interesse mettiamo a rischio la sopravvivenza della più grande realtà economica fiorentina agroalimentare? Per il vezzo di qualche politico di vantarsi con i tifosi ospiti di quanto è bravo? Stamani (ieri, ndr) è stato detto dai presenti che la soluzione migliore per il mercato sarebbe quella di potersi riorganizzare e ristrutturare dentro l’area attuale facendo eventualmente convivere anche la struttura sportiva.
Non è accettabile che si chieda oggi di dare un assenso a scatola chiusa con lo spauracchio del rischio della chiusura. E’ un ricatto che non è accettabile. Non è che un’amministrazione può provare a incastrare i pezzi del puzzle a forza e poi lasciarli sul tavolo sperando che per caso, qualcuno, aggiusti le cose. Mancano trasparenza e idee chiare. Ma soprattutto – conclude Grassi – volontà di pensare ai fiorentini”. (ilsitodifirenze.it)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/09/16, 15:11
Nuovo stadio, Xekalos (M5S): “Ci sono ancora troppe domande senza risposta”

Le parole della capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Comunale a Firenze

“L’Assessore Perra si è detto informato sulle criticità dei grossisti. Peccato che dopo averle elencate, ci ha detto che hanno delle soluzioni solo per i problemi relativi alla logistica ed alla viabilità. Noi siamo convinti che i grossisti abbiano diritto di ricevere il più velocemente possibile delle risposte e delle soluzioni, a prescindere dalla costruzione dello stadio, che non è detto venga realizzato”. Così la capogruppo del Movimento 5 Stelle, Arianna Xekalos, in Consiglio Comunale a Firenze.
“Tra le preoccupazioni che condividiamo – ha sottolineato – ci sono l’inceneritore, la cui costruzione comporterà la perdita della genuinità dei prodotti. Chi andrebbe mai a comprare frutta e verdura inquinata? E la fatiscenza delle strutture che continuano a non ricevere manutenzione vista l’incognita relativa al loro spostamento. Continueremo a stare col fiato sul collo all’amministrazione per dare almeno delle risposte ai grossisti, in attesa della risposta di ACF Fiorentina, che – ha concluso – secondo noi alla fine dei conti non deciderà mai di costruire lo stadio”. Lo riporta Il Sito di Firenze.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/16/16, 15:45
Mercafir: i grossisti bocciano ancora l’idea Osmannoro

Altri ostacoli prima di realizzare lo stadio alla Mercafir

Si fa presto a dire stadio e cittadella commerciale alla Mercafir. Provate a dirlo agli operatori del mercato: con una lettera inviata al sindaco Dario Nardella il primo febbraio scorso ribadiscono che all’Osmannoro proprio non vogliono andarci.
«La localizzazione del nuovo mercato dovrà avere caratteristiche tali da garantire alle imprese di operare in un sistema moderno ed efficiente, fortemente attrattivo e con potenzialità di sviluppo», scrive l’Associazione dei grossisti ortofrutticoli, che rappresenta 23 imprese, 261 dipendenti e 235 milioni di fatturato. «E queste caratteristiche non le ha l’ipotesi dell’Osmannoro per dimensionamento, precarietà della viabilità, poca distanza dall’inceneritore e rischio divisione», aggiungono. Facendo rilevare che l’investimento del Gruppo Maestrelli, 15 milioni d’investimento per 50 anni di diritto di superficie, resterebbe – come evidenzia Repubblica – comunque alla Mercafir creando così due mercati separati. E dunque?
Dunque gli operatori insistono per l’iniziale opzione dell’allora sindaco Matteo Renzi: stadio e mercato insieme alla Mercafir. Ma non è solo per questo che gli operatori s’infuriano con Palazzo Vecchio.
«Sono stufo delle polemiche con i grossisti, stiamo parlando di una grande opera della città», ha detto giorni fa l’assessore Lorenzo Perra a Teleiride. Anche se quel che più fa arrabbiare i grossisti è quello che non è stato fatto, perché per ben due volte il 16 ottobre e poi anche il 5 novembre dello scorso anno – Palazzo Vecchio non si è presentato alla procedura di mediazione davanti all’Organismo di conciliazione presso l’Ordine degli avvocati che ha sede nel Palazzo di giustizia. Una procedura richiesta per la controversia sulla natura contrattuale del rapporto operatori-Mercafir. «Possibile che neppure un assessore comunale si prenda il disturbo di venire a parlare con noi?», chiedono i grossisti. Che già si sono rivolti al Tar contro la scelta di destinare allo stadio l’intera area Mercafir

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/16/16, 16:13
Stadio alla Mercafir: rinvio a fine anno. ACF chiede tempo, si cerca un partner e non solo…

Slitta a dicembre la consegna del progetto della stadio alla Mercafir

Stadio alla Mercafir, rinvio a fine anno. La Fiorentina invierà a Palazzo Vecchio la richiesta di proroga per la presentazione del progetto entro questa settimana. E, con la stessa lettera, chiederà che i termini per la consegna del progetto definitivo dello stadio e della cittadella commerciale siano spostati dalla fine di questo mese al 31 dicembre. Alla fine dell’anno.
In pratica, solo a gennaio prossimo, per conto della Fiorentina lo studio Rolla di Torino depositerà gli elaborati e i rendering negli uffici dell’urbanistica. Perché nei fatti Palazzo Vecchio ha già anticipato che la proroga sarà concessa: «Se Fiorentina ha bisogno di più tempo non sarò certo io ad iniziare polemiche», ha detto giorni fa il sindaco. I viola possono insomma stare tranquilli. E dedicarsi alla ricerca del partner finanziario e commerciale che affiancherà i Della Valle nell’operazione stadio. Perché per i viola sembra essere questo adesso il rebus più urgente da sciogliere.
Non sarebbe la fase dell’investimento iniziale, stimato in circa 300 milioni di euro, a preoccupare. Piuttosto sarebbe la fase dell’entrata in esercizio. Cioè la gestione quotidiana di un impianto che, come insegnano le altre città, comporta milioni e milioni di costi di conduzione. Chi sarà dunque il futuro partner?
A quanto trapela ci sarebbero già alcune trattative intavolate. Ma il riserbo dei Della Valle in questo momento è totale. (…) L’unico punto certo è che la Fiorentina intende sciogliere al più presto il nodo del partner, cui affidare la gestione degli 87mila metri quadrati di superficie destinata al ricettivo (alberghi e centro congressi), dei 77mila metri quadrati di commerciale (supermercati e negozi) e dei 136mila metri quadrati di parcheggi. E i Della Valle intendono sciogliere il rebus almeno entro l’estate. (…) Gli accertamenti accurati che sono stati fatti hanno chiarito una volta per tutte che il livello della falda sotto la Mercafir oscilla tra i 4 e i 6 metri di profondità. Molto meno della media della città.
Ragion per cui anche il progetto dello stadio deve essere ritarato sui risultati delle indagini. (…) Al piano di campagna oggi esistente. con la conseguenza di spingere fino a 37-40 metri l’altezza totale dello stadio. Che, stante anche il rinvio, difficilmente potrà ospitare il primo match prima del 2022.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/16/16, 16:46
“Proroga ai Della Valle per il progetto nuovo stadio? Dimostrino la voglia di investire”

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale Torselli analizza la questione nuovo stadio

Queste le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale a Firenze, Francesco Torselli, sulla vicenda legata al nuovo stadio: “Se la ACF Fiorentina dovesse chiedere veramente una proroga sui tempi utili alla presentazione del progetto per il nuovo stadio, dal 27 febbraio al 31 dicembre, il Sindaco di Firenze dovrebbe concederla unicamente a patto che la famiglia Della Valle dimostri fin da subito la volontà di investire realmente sulla città di Firenze, avviando immediatamente le procedure per finanziare il trasferimento del Centro Alimentare Polivalente. Se è legittimo infatti che la ACF Fiorentina chieda ulteriori dieci mesi di tempo per ricercare finanziamenti e partner economici prima di procedere con un investimento importante come quello per il nuovo stadio, è altrettanto sacrosanto che l’amministrazione comunale pensi a difendere non gli interessi dei Della Valle, ma quelli della città di Firenze e questi interessi sono rappresentati, certamente dal nuovo stadio, ma anche dalla salvaguardia del mercato ortofrutticolo con annessi e connessi posti di lavoro, professionalità ed eccellenze”.

“La scorsa settimana – spiega il consigliere comunale – abbiamo svelato come non esistesse alcuna richiesta di proroga sui tempi previsti per la presentazione del progetto per il nuovo stadio, che ricordiamo a tutti scadere il prossimo 27 febbraio, mentre oggi leggiamo sulla stampa che potrebbe addirittura arrivare una richiesta da parte della Fiorentina di ulteriori 10 mesi di tempo per presentare gli eventuali progetti. Ma la cosa grave è la risposta che, sempre stando ai giornali locali, avrebbe fornito l’assessore Perra, ovvero che “qualche mese in più non cambia nulla”. L’assessore, avendo incontrato, come tutti noi consiglieri, le varie realtà economiche e lavorative operanti all’interno del Centro Alimentare Polivalente, sa benissimo che “qualche mese” (anche se in questo caso i mesi sarebbero ben dieci!) le cose le cambia eccome: tutti gli operatori mercatali ed extra-mercatali hanno infatti sempre concordato nel dire che se entro l’anno 2016 non sarà chiaro il futuro del mercato, la sopravvivenza dello stesso sarà fortemente compromessa”.

Torselli ha presentato una domanda a risposta diretta (Question Time) per la seduta del consiglio comunale del prossimo lunedì, per sapere dall’assessore Perra se la richiesta di proroga sui tempi per la presentazione del progetto del nuovo stadio, da parte di ACF Fiorentina, è arrivata all’amministrazione o meno, per sapere quali siano le intenzioni del Sindaco in merito alla eventuale richiesta di proroga e, soprattutto, per sapere quali sarebbero le garanzie di sopravvivenza per il mercato ortofrutticolo qualora tale proroga venisse chiesta e concessa.

(Il sito di Firenze)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/17/16, 15:52
Nuovo stadio, Nardella: “I rapporti con i Della Valle e la Fiorentina sono eccellenti”

Le parole del sindaco di Firenze

“I rapporti e la collaborazione con la famiglia Della Valle e la società sono eccellenti. Il progetto stadio va avanti”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, parlando della possibile presentazione del progetto per un nuovo stadio in città da parte della Fiorentina, con scadenza dei termini in questo senso, derivante da una delibera di giunta approvata da Palazzo Vecchio nel gennaio 2015, che avverrà nei primi giorni di marzo. Nelle ultime ore indiscrezioni di stampa hanno ipotizzato che la famiglia Della Valle, proprietaria del club gigliato, starebbe pensando di chiedere al Comune di Firenze, di prolungare a fine 2016 i termini per la presentazione del progetto per il nuovo stadio sull’area a nord-ovest della città, da tempo decisa da Palazzo Vecchio.

(agi.it)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/17/16, 16:11
La Nazione: la cittadella viola rischia di saltare. Frenata per la falda a Novoli

Gli studi preliminari sotto la Mercafir cambiano il progetto

Si allontana il nuovo stadio alla Mercafir. Si allontana, perlomeno nel tempo. Se va bene. Perché? Le indagini preliminari sui terreni della Mercafir – scrive La Nazione – hanno messo in evidenza qualcosa che, seppur mai palesato, si era sempre saputo. In quella zona il livello della falda sotterranea oscilla tra i 4 e i 6 metri di profondità. In buona sostanza, c’è l’acqua sotto. E a un livello anche abbastanza superficiale rispetto a tutte le altre zone della città. Questo, oltre a buttare a carte quarantotto il progetto definitivo in via di realizzazione, potrebbe farlo saltare del tutto.

Perché secondo lo studio di fattibilità presentato nel 2014, il piatto su cui posizionare il campo di calcio avrebbe dovuto essere a una profondità di almeno sei metri, di modo che l’altezza complessiva dell’impianto non superasse i 30 metri. Ci sono vincoli della soprintendenza che salvaguardano la prospettiva, il cono visivo della città. Per cui, se davvero non si potesse scendere nel sottosuolo di almeno sei-sette metri, l’intero progetto potrebbe andare alle ortiche. Originariamente era stato detto che al piano di campagna esistente non si sarebbe potuto costruire: perché l’altezza monstre di 40 metri avrebbe ostacolato la visione prospettica della città e anche per problemi di fase di rispetto con la vicinissima area aeroportuale.

(il resto dell’articolo nel quotidiano in edicola)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/22/16, 19:43
Gianassi sul nuovo stadio: “Ad oggi non c’è alcuna richiesta di proroga”

La risposta dell’assessore del Comune di Firenze durante il question time del Consiglio Comunale odierno

Nel corso del question time del Consiglio Comunale odierno, l’Assessore del Comune di Firenze Federico Gianassi ha risposto così sulla possibile richiesta di proroga per la presentazione del progetto definitivo del nuovo stadio da parte della Fiorentina. Le sue parole, riportate da ilsitodifirenze.it: “Ad oggi non è arrivata alcuna istanza motivata di proroga, qualora arrivasse sarà esaminata dagli uffici competenti e quindi dalla Giunta. Cosi a parimenti se arriverà una proposta progettuale definitiva essa sarà esaminata dagli uffici competenti”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/22/16, 19:56
Nardella: “Ottimi rapporti con i Della Valle. Nuovo stadio? Progetto va avanti”

Così il Sindaco di Firenze Dario Nardella, ospite di Italia 7, commentando le parole del dg Rogg sulla richiesta di proroga per la presentazione del progetto del nuovo stadio:

“Non sono pochi mesi in più che fanno la differenza, per cui per noi non cambia nulla. I rapporti con i Della Valle sono ottimi, anzi mi auguro di rivedere presto Andrea Della Valle allo stadio. Non sono preoccupato dalla sua assenza. Capisco il sentimento però so che il suo attaccamento alla squadra è molto più forte dei motivi di risentimento che può avere”. Nardella poi ha aggiunto: “Andiamo avanti sul progetto di questa nuova infrastruttura che, voglio anche ricordare, porterebbe molti posti di lavoro quindi non interessa solo i tifosi ma tutta la città e lo sviluppo di quell’area.-ha aggiunto il sindaco Dario Nardella sulla prospettiva nuovo stadio a Firenze Abbiamo aspettato trent’anni, non penso che un mese in piu’ o un mese in meno facciano la differenza. Cio’ che conta è la strada imboccata”. (da Italpress)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/16, 14:23
Nuovo stadio, scaduti i termini per presentare il progetto definitivo

Dovrebbe essere arrivata dalla Fiorentina l’istanza di proroga. La società viola cerca anche investitori

Sono scaduti i termini entro i quali ACF Fiorentina avrebbe dovuto presentare al Comune di Firenze il progetto definitivo per il nuovo stadio e le opere connesse. La Società viola, infatti, tramite PEC inviata lo scorso 26 febbraio 2015 al Sindaco Nardella e al Direttore Generale di Palazzo Vecchio, Ing. Giacomo Parenti, comunicò che entro 12 mesi avrebbe consegnato gli elaborati per la nuova casa della Fiorentina. Da mesi, però, malgrado ufficialmente non sia arrivata alcuna comunicazione in merito, si parla da entrambe le parti (Comune e ACF) di un allungamento dei tempi e conseguente proroga. Difficile, dunque, ipotizzare un colpo di scena e che spunti un progetto definitivo entro i termini prefissati.

In queste ore dovrebbe essere arrivata l’istanza motivata di proroga. A quel punto, come ha ricordato l’Assessore Federico Gianassi nell’ultima seduta consiliare, l’eventuale istanza dovrà essere valutata dagli uffici competenti e poi si procederà ad accoglierla o a respingerla. “Ormai abbiamo aspettato trent’anni – ha dichiarato Nardella questa settimana – pochi mesi in più o in meno non faranno la differenza. I rapporti coi Della Valle sono ottimi”. “Entro l’anno (2016, ndr) – dichiarò Rogg il 19 febbraio – verrà presentato il progetto definitivo”.

L’area di intervento sulla quale ACF Fiorentina vorrebbe costruire lo stadio ed altri 87.000 di SUL (comprendenti 50.000 mq di commerciale e 10.000 mq di turistico-ricettivo) è l’attuale sede della Mercafir, il mercato alimentare polivalente di Novoli. Il Comune ha individuato un’area all’Osmannoro dove eventualmente trasferire il mercato alimentare e sta avviando la variante urbanistica, ma non sono poche le reticenze alla “migrazione” da una larga parte di grossisti. Dall’altra parte la Società Viola è alla ricerca di investitori per sostenere i costi di costruzione che, ad oggi, superano abbondantemente i 300 milioni di euro.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/16, 19:03
Pres. Mercafir: “La nostra società non c’entra con i tempi per il nuovo stadio”

Angelo Falchetti, presidente Mercafir, ha commentato gli ultimi sviluppi in chiave nuovo stadio ai microfoni di Radio Bruno: “La Mercafir, come società, non c’entra con i tempi di realizzazione del nuovo stadio. Lo spostamento della Mercafir all’Osmannoro? Il progetto è quello. Il Comune sta procedendo alla variante urbanistica, non ci sono ulteriori novità. Gli attriti con i grossisti? C’è spazio per appianarli”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/16, 19:05
Ass. Perra risponde a Cognigni: “Comune al lavoro sugli atti per il nuovo stadio”

“Il Comune di Firenze sta lavorando alla predisposizione di tutti gli atti necessari per procedere alla realizzazione del nuovo stadio e del nuovo mercato ortofrutticolo. Lo stesso sta facendo ACF Fiorentina, da cui arriva un chiaro ribadito interesse a procedere alla realizzazione dello stadio, opera complessa di cui si parla da un paio di decenni”. Così l’assessore all’Urbanistica, Lorenzo Perra, sul sito del comune di Firenze, in merito alla realizzazione del nuovo stadio e dei nuovi mercati.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/28/16, 19:46
Nardella: “Stadio nuovo? Nessuna interruzione, avanti tutta. La Fiorentina non molla questo progetto”

Le dichiarazioni del Sindaco di Firenze: “Nell’iter procedurale-burocratico che è stato messo in piedi ci sono dei tempi burocratici da rispettare ma che non dipendono dalla Fiorentina ma dal proprietario del fondo”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella questa mattina ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Agenzia Italpress:

”C’è grande condivisione con la Fiorentina, ci sono questioni tecniche da seguire, l’importante è che si continua ad andare avanti e non ci si ferma, affrontando tutti i problemi tecnici e giuridici. Nessuna interruzione, nessuno stop, avanti tutta”. Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, replicando a distanza alle parole del presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, che nelle ultime ore era tornato a parlare dell’ipotesi di costruzione di un nuovo stadio in città proprio ad opera del club gigliato. “Nell’iter procedurale-burocratico che è stato messo in piedi ci sono dei tempi burocratici da rispettare ma che non dipendono dalla Fiorentina ma dal proprietario del fondo dove costruire il nuovo stadio-ha raccontato il presidente esecutivo viola – Noi oggi non siamo proprietari di nulla. Nel momento in cui il comune di Firenze ha deciso che il mercato centrale che attualmente occupa l’area dove può essere costruito il nuovo impianto, il comune stesso ha bisogno di oltre un anno per fare il nuovo piano urbanistico e noi all’interno di questo periodo sicuramente presenteremo il nostro progetto. La Fiorentina non molla questo progetto, anzi continuera’ ancora di piu’ a farsi che tutti i tifosi viola abbiano finalmente una nuova casa”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/29/16, 18:24
Mercafir, ass. Perra: “Fiorentina ha chiesto proroga. Obiettivo, uno stadio da Champions”

Gli ultimi aggiornamenti sulla Mercafir: “Domani la risposta del Comune. Non c’è alcuna polemica con la Fiorentina”

Ilaria Ulivelli de La Nazione, ha intervistato l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Lorenzo Perra. Tema il progetto Mercafir. Queste le sue parole più rilevanti:
 
“La Fiorentina mercoledì scorso ha inviato al Comune una lettera con cui ribadisce “la volontà di dar corso all’elaborazione del progetto e del relativo piano economico finanziario” dello stadio. La società chiede di poter disporre del tempo necessario per sottoporre il progetto definitivo al Comune, motivando la richiesta con alcuni elementi oggettivi che derivano dalle analisi effettuate sull’area di Novoli e sui terreni. Nella giunta di domani esamineremo la richiesta e forniremo la risposta. L’obiettivo per il Comune è chiudere l’operazione stadio entro l’anno”.

I problemi della falda già si conoscevano. Alle condizioni attuali la Fiorentina non era in grado di presentare il progetto definitivo nei tempi?
“È normale che per un progetto importante e complesso di cui si parla da vent’anni ci possa volere un po’ di tempo in più. Concedere qualche mese non è né una sconfitta né una vittoria. L’importante ora è arrivare in fondo. Non c’è alcuna polemica con la Fiorentina. Al contrario, grande fiducia nel lavoro della società nella complessa progettazione dello stadio che, ricordo, comprende strutture commerciali, modifiche alla viabilità e ai parcheggi. Le parole del presidente Cognigni mostrano pragmatismo e voglia di essere operativi: si progetta nel dettaglio un intervento da 300 milioni di euro. Fiorentina sta facendo una cosa che ha fatto soltanto un’altra squadra in Italia. L’obiettivo è fare uno stadio da far invidia, dall’hospitality ai sistemi tecnologici. Uno stadio da Champions League e da capolista”.

Per fare il progetto nuova Mercafir servono almeno due milioni. Liberare e acquistare l’area di Osmannoro ne costa più di 10. Avete chiarito con Fiorentina a carico di chi sono le spese?
“Il progetto non costa due milioni e l’area Osmannoro non vale certamente quanto detto. È invece chiaro che il costo dell’area nord dell’attuale mercato è a carico di chi realizzerà lo stadio. Queste risorse verranno utilizzate per l’acquisto dei terreni all’Osmannoro e per la realizzazione del mercato”.

Realisticamente a quando la prima pietra per lo stadio e per il mercato?
“A fine 2017 avremo individuato il concessionario della costruzione e gestione dello stadio e delle attività commerciali. Da quel momento iniziano le opere di costruzione del nuovo mercato e del nuovo stadio di Firenze”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/01/16, 18:53
Stadio alla Mercafir, ufficiale la proroga. La Fiorentina ha tempo fino al 31 dicembre

Il comunicato del Comune di Firenze

Era nell’aria e adesso arriva anche l’ufficialità. Slitta a fine anno la data limite per la Fiorentina per presentare il progetto definitivo per la Mercafir. Questo il comunicato del Comune:

È fissato al 31 dicembre 2016 il nuovo termine per la presentazione del progetto definitivo dello stadio. Lo ha deciso oggi la giunta dando il via libera alla delibera di proroga, a seguito della lettera inviata il 23 febbraio scorso al Comune da Acf Fiorentina.
“Confermiamo l’intenzione del Comune di chiudere l’operazione stadio entro l’anno, siamo impegnati al massimo su questo obiettivo e sulla realizzazione del nuovo mercato”, ha detto l’assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra.
La giunta conferma il pubblico interesse della proposta presentata da Fiorentina. Tale dichiarazione di pubblico interesse resta risolutivamente condizionata a che l’Acf Fiorentina presenti il progetto definitivo dell’opera entro il termine del 31 dicembre 2016.
Il 23 febbraio scorso Acf Fiorentina ha presentato al Comune di Firenze una nota nella quale ha comunicato che le indagini tecniche preliminari “hanno confermato la fattibilità di massima dell’intervento, seppure con alcune modifiche di carattere tecnico da apportare al progetto” e ha ribadito “la volontà di dar corso all’elaborazione del progetto e del relativo piano economico finanziario”. Con la stessa nota, la società ha chiesto una proroga per la presentazione del progetto definitivo a partire dalla data di approvazione della delibera che conferma il pubblico interesse.

Simone Bargellini
@SimBarg
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/04/16, 16:08
Nardella: “Forte interesse da parte di investitori stranieri verso il progetto nuovo stadio”

“Ci sono tante domande e tanto interesse intorno al progetto per il nuovo stadio a Firenze da parte di investitori stranieri che ho incontrato nel mio viaggio di lavoro a Londra. Poi le proposte non le faranno al comune ma devo dire che lo stadio e la Cittadella viola è stato uno dei progetti che in assoluto ha suscitato più interesse e curiosità da parte degli investitori internazionali che ho incontrato”.

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella – riporta l’agenzia Italpress – parlando del nuovo stadio a Firenze, con presentazione del progetto per quest’ultimo che recentemente Palazzo Vecchio ha deciso che la Fiorentina può presentare entro il prossimo 31 dicembre 2016.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/16, 15:11
Nazione: Firenze sogna la cittadella con stadio hi-tech. La prima pietra…

Uno stadio modello Bordeaux, un gioiello di architettura, comfort e tecnologia. Il progetto della cittadella viola non è più utopia e ha ripreso nuovo vigore

Uno stadio modello Bordeaux, un gioiello di architettura, comfort e tecnologia. Ne parla Ilaria Ulivelli su La Nazione. La Fiorentina sta avendo i primi contatti con un archistar per progettare una stadio dalla capienza di circa 40mila posti al piano strada, poiché la falda superficiale di Novoli non consente di scendere nel sottosuolo. Altezza tra i 38 e i 42 metri, restando nei limiti della sovrintendenza. Il progetto della cittadella viola non è più utopia. La Fiorentina aveva tirato il freno, temendo pericolosi inciampi, ma, con la certezza che l’area di Novoli si sarebbe liberata, il progetto ha ripreso vigore, con il club viola che ha chiesto la proroga di un anno e ha ottenuto dieci mesi.

E, punto centrale, sta cercando il partner con cui condividere l’operazione da circa 320 milioni di euro. Il solo progetto definitivo costerà alle casse della Fiorentina circa 9 milioni di euro, tanto quanto è stato pagato Ilicic. Intanto il tempo non è trascorso inutilmente. Perché in questo anno sono state fatte tutte le verifiche tecniche. Progettisti, tecnici e geologi hanno studiato nei dettagli il procedimento di Via (la valutazione di impatto ambientale) dell’aeroporto e verificato la fattibilità dello stadio anche con la nuova pista parallela; è stato analizzato il terreno Mercafir; è stata messa a punto la nuova viabilità, concertata con i parcheggi scambiatori, con la fermata di Castello della linea ferroviaria e con la linea 2 della tramvia. Prima pietra? A fine 2017 l’area Novoli sarà a disposizione del project financing per la realizzazione dello stadio. Da quel momento serviranno due anni per la costruzione.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2016%2F03%2Fsenza-categoria%2Factu_ciel_feb_7-630x415.jpg%3Fv%3D20130925021811&hash=fd423aceec84d415d576ba5ef0b849d4)

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/16, 19:28
SPECIALE VN: Lo stadio all’inglese del Bordeaux, nuovo modello della Fiorentina

Senza barriere, può contenere poco più di 42mila posti. E’ caratterizzato da una pioggia di circa 900 colonne: ecco come potrebbe essere il nuovo stadio della Fiorentina

Questa mattina La Nazione parlava dello stadio del Bordeaux come modello per la nuova casa della Fiorentina. Violanews.com vi ripropone un approfondimento di alcuni mesi fa sulla struttura:

Il modello da seguire, per la nuova casa della Fiorentina, adesso sarebbe il “Nouveau Stade de Bordeaux”. L’impianto – che ha sostituito, dopo 77 anni, il “Jacques Chaban-Delmas” – è stato realizzato in tempi record, dato che l’accordo per la costruzione è datato 28 settembre 2011. Ha ospitato la prima partita, quella contro il Montpellier, sabato 23 maggio 2015, ma l’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 18. Accoglierà cinque gare degli Europei del 2016, tra cui un quarto di finale. Costato 183 milioni di euro, è stato progettato dagli architetti Herzog & de Meuron, già autori dell’Allianz Arena di Monaco e dello stadio Olimpico di Pechino. Per la realizzazione della nuova casa dei Girondini, hanno collaborato anche il paesaggista parigino Michel Desvigne, il consorzio Vinci-Fayat e lo studio Groupe 6. Lo stadio sarà utilizzato, inoltre, per gli incontri di rugby della Union Bordeaux-Begles, la squadra locale, e per eventi culturali, concerti e meeting aziendali. La struttura è senza barriere e offre un’ottima visuale da tutte le posizioni, grazie alla vicinanza con il campo da gioco. Le prime file di posti a sedere si trovano, infatti, a soli dieci metri dal prato verde, un po’ come in Inghilterra. L’architettura miscela tre elementi integrati: il contenitore a forma di ciotola che accoglie calciatori e tifosi, l’elemento di transizione definito dal corridoio posizionato fra il terreno e lo spazio esterno e la facciata. L’aspetto esterno è caratterizzato da una “pioggia “ di circa novecento colonne, un vero e proprio bosco ispirato alla foresta di pini delle Landes, a sud di Bordeaux. Sopra queste colonne, c’è un’elegante copertura rettangolare (lunga 233 metri, larga 210 e alta 37) che, con un’inclinazione di sette gradi, protegge gli spettatori dalle intemperie, lasciando filtrare la luce del sole. I posti a sedere sono 42.115 e la tribuna è stata realizzata sovrapponendo due livelli suddivisi in quattro settori. 3.400 sono i posti riservati ai vip, 1.000 posti sono previsti in 60 box privati, 200 posti sono per la stampa, 125 per i disabili e gli accompagnatori. Presente anche un ristorante capace di accogliere fino a duecento persone. Lo stadio, situato nel quartiere verde della città, si apre nelle vicinanze del Velodromo e del lago De Lac e si estende su una superficie di 18,7 ettari, di cui 4,6 rappresentano l’area dedicata all’impianto sportivo.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F08%2FStadio-Bourdeaux-630x415.jpg%3Fv%3D20130925021811&hash=2f47f6767712d138dbe97f3532498bcb)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2016%2F03%2Fnews-viola%2Fbordeaux-GettyImages-509158976.jpg%3Fv%3D20160310180000&hash=521cd21576d70abc62f99cd6cd0ef216)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/16, 14:07
Nardella: “Gli altri paesi europei sono avanti anni luce sugli stadi. A Firenze…”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, a margine di un evento ha parlato anche dello stadio nuovo della Fiorentina, progetto ambizioso che però deve ancora essere iniziato

Dario Nardella, sindaco di Firenze, a margine inaugurazione nuova mediateca istituto francese a Firenze. Ecco quanto riportato dall’agenzia Italpress: “La Fiorentina pensa ad uno stadio sul modello di quello del Bordeaux? La cosa che più mi colpisce è che i paesi europei sono avanti anni luce rispetto all’Italia sul fronte stadi. Se si va anche nei paesi dell’Est si trovano stadi moderni, lontani dai centri cittadini, coperti, pieni di servizi e tecnologicamente ed ambientalmente molto avanzati. Spero che l’Italia e quindi anche Firenze, comincia a fare sul serio da questo punto di vista”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/12/16, 15:04
Pasticcio Mercafir, aspettando l’addio si spende ancora

Si spende ancora sul mercato ortofrutticolo: 2/300 mila euro per demolire un capannone, ma non solo. Il punto di Repubblica

Stadio nuovo, gioco vecchio, così si legge sulle pagine dell’edizione fiorentina di Repubblica in edicola stamani. Mentre gli uffici dell’urbanistica di Palazzo Vecchio predispongono la variante urbanistica per il futuro mercato generale dell’Osmannoro, alla Mercafir si continua a spendere sul vecchio e fatiscente mercato esistente. Il Cda della Spa dei mercati generali, controllata al 60% dal Comune, delibera del resto la demolizione di un capannone vuoto da dieci anni, che si trova nel bel mezzo del recinto del mercato.
Si tratta del «padiglione dismesso posto tra lo Scalo dei Bottiglieri e lo Scalo degli Erbaioli», si legge sulle carte ufficiali di Mercafir. Un’operazione il cui costo si stima tra i 200 e i 300mila euro. E gli operatori s’interrogano se non si tratti di un favore alla Fiorentina, visto che l’impalcatura del ‘project stadio’ affida al soggetto privato il compito di demolire tutti capannoni esistenti prima di posare la prima pietra dello stadio e della cittadella commerciale.

«Cosa c’entra buttare giù quel capannone? Spetta agli interessati buttarlo giù, non alla Mercafir. Ma la politica non riflette? Perché si vogliono spendere soldi così, meglio tenerli per il futuro mercato allora», tuona Guido Fanti, a capo di un’azienda di ortofrutta all’ingrosso che è ai primi posti nel mercato locale. (…) «Nessun favore però, il Comune può sempre richiedere indietro il costo alla Fiorentina», ipotizza il presidente Falchetti. Ma non è finita qui.

Dalla stessa Mercafir arriva la conferma che stanno per arrivare nuovi investimenti sul mercato esistente, vecchio e fatiscente: «Siamo costretti a rifare adesso di sana pianta l’impianto del freddo, quello che alimenta tutte le celle frigo del mercato». Costretti perché l’attuale sistema del freddo va a freon. E per i regolamenti Ue la vendita del freon è vietata dal primo gennaio 2015. Quanto costa rifare tutto? «Circa 400mila euro, forse un po’ meno».

Pier F. Montalbano
@____MONTY____
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/12/16, 15:23
Repubblica: per Nardella lo stadio non è una priorità

Come riporta Repubblica in edicola stamani il progetto viola del nuovo stadio arriva a fine anno. La Fiorentina già pensa al partner finanziario per la cittadella commerciale, lo stadio con un campo da gioco non più interrato, a meno 8 metri, ma al piano di campagna. Ma c’è un particolare solitamente in ombra in tanto ottimismo della fede calcistica: il trasloco del mercato. Palazzo Vecchio invece ha capito benissimo: dire Mercafir è dire 23 imprese, 261 dipendenti diretti, 235 milioni di fatturato. Qualcuno pensa che si possa spostare logistica e celle frigo in pochi mesi? O in un paio d’anni? Neppure il sindaco lo pensa: “Le priorità di Firenze sono l’aeroporto e la tramvia” ripete, pensando che il nuovo stadio sia pronto per il 2020. E quando il percorso è così lungo pure il risultato non può dirsi garantito. Nè per il Comune nè per i Della Valle, i cui comportamenti, tra rinvii progettuali e silenzi, sono stati improntati allo ‘stop and go’. D’altro canto l’assenza dello stadio dalle priorità sembra specchiarsi in un fondo di scetticismo […]. Poi il rebus cittadella, che nei piani viola assorbirebbe 200 dei 320 milioni d’investimento: perché non affrontarlo, se davvero si crede nel progetto? È sostenibile un Gigli-2 in città fatto di 87mila metri quadrati di ricettivo e 77mila di commerciale? Sono le domande che anche tra le fila del Pd, nonostante le schermaglie sulla chat, di cui si è parlato di nuovo ieri nell’incontro tra sindaco e gruppo, cominciano a serpeggiare

Pier F. Montalbano
@____MONTY___
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/26/16, 16:29
Nardella: “Non esiste l’ipotesi di copertura del Franchi”

Il sindaco di Firenze è tornato sulla vicenda-Stadio e poi ha parlato della prima di Bernardeschi in Nazionale

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, presente oggi a Coverciano torna sulla vicenda dello stadio: “Ci siamo sentiti con Andrea e confermo che con i Della Valle c’e’ una grande sintonia. La priorita’ e’ dare un nuovo stadio alla citta’ perche’ questo penso che sia anche la priorita’ per tutta l’Italia, avere stadi moderni, come in tutta Europa, che siano di proprieta’ delle societa’ sportive, rispettando tutte le regole”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ospite questa mattina nel ritiro della Nazionale a Coverciano. “Noi applicheremmo il modello del project financing con gara pubblica, abbiamo gia’ messo a disposizione il fondo, vanno attuati una serie di passaggi amministrativi ma la direzione l’abbiamo intrapresa e la cosa piu’ importante e’ che siamo uniti nel marciare in quella direzione – continua – Coprire il ‘Franchi’? E’una ipotesi che non esiste. Unita’ di intenti per la Fiorentina? Vedo che c’e’ un entusiasmo recuperato. Non bisogna mai lasciarsi andare, capisco l’amarezza di fronte alle critiche dei tifosi ma alla fine Firenze nei momenti difficili ha sempre saputo dare il meglio di se’”.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/27/16, 23:11
SPECIALE VN, Nuovo stadio: dove collocarlo? Le quattro aree idonee sul suolo fiorentino e non

Un’analisi sulla logistica e non solo per le uniche locazioni del nuovo impianto per la Fiorentina. In attesa del progetto definitivo i Della Valle e il Comune di Firenze continuano a collaborare a stretto contatto

IL NUOVO STADIO: GENESI E ATTUALITA'

“Il nuovo stadio? Tra qualche settimana ci ritroveremo con Nardella, ma sono ottimista perchè stavolta mi sembra che ci siamo davvero. Si vede la luce in fondo al tunnel”.

Lo stadio nuovo a Firenze si farà, presto o tardi ma alla fine si farà. Parola di Andrea Della Valle, con le recenti dichiarazioni nella conferenza stampa “straordinaria” indetta nella scorsa settimana.

Serve una sinergia totale da parte della società Fiorentina ed il Comune di Firenze. Iniziò tutto nel 2008, in piena epoca Prandelli, con il famoso progetto di stadio e annessa Cittadella Viola. Da lì sono passati un pò di anni e vari progetti fino ad arrivare ad oggi, con le ultime indiscrezioni che vorrebbero uno stadio autonomo e funzionale come quello presente a Bordeaux.

C’è da capire però le intenzioni del Comune di Firenze che deve gestire opere principali per la città stessa come la costruzione della Tramvia e la seconda pista all’aeroporto di Peretola. Questioni importanti a livello istituzionale e burocratico che potrebbero far passare in secondo piano il progetto nuovo stadio. Il Sindaco Dario Nardella nelle ultime uscite ha ribadito l’importanza della realizzazione di tali opere ma che, allo stesso tempo, prosegue la collaborazione con A.C.F Fiorentina senza alcun rallentamento di percorso, ammettendo inoltre che il progetto stadio

– Cittadella sta suscitando molto interesse tra gli imprenditori esteri da lui stesso incontrati.

Se da una parte però c’è grande entusiasmo, ciò che più ha frenato tale progetto negli ultimi mesi è l’individuazione di un’area idonea a livello logistico per la collocazione del nuovo stadio. Sia la Fiorentina che il Comune di Firenze hanno sempre espresso la preferenza di collocare il nuovo impianto sul suolo fiorentino.

Ma quali sono le aree su cui davvero si potrebbe investire? Violanews.com ha analizzato a fondo quattro zone che potrebbero esser idonee per la realizzazione di tale progetto: la zona dei mercati generali della Mercafir a Novoli, i terreni (ex Ligresti) adiacenti all’aeroporto di Peretola, la zona di Case Passerini e la zona di Bagno a Ripoli. Ovviamente l’idea dei Della Valle e del Comune di Firenze è quella di realizzare un impianto innovativo anche dal punto di vista logistico, quindi da collocare non più nel centro della città ma in una zona limitrofa (facente parte del suolo fiorentino), in modo da poter esser raggiunta nel miglior modo possibile dai tifosi.

Leonardo Vignozzi
@VignozziLeonard Email
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/27/16, 23:13
SPECIALE VN, Nuovo stadio: dove collocarlo? Le quattro aree idonee sul suolo fiorentino e non

Un’analisi sulla logistica e non solo per le uniche locazioni del nuovo impianto per la Fiorentina. In attesa del progetto definitivo i Della Valle e il Comune di Firenze continuano a collaborare a stretto contatto

IL NUOVO STADIO: DOVE COSTRUIRLO

Ma andiamo per gradi e vediamo di analizzare meglio queste quattro possibilità che nel tempo sono state prese in considerazione e vagliate per questo progetto:

- ZONA MERCAFIR NOVOLI

L’area da sempre indicata dal Comune di Firenze per estensione territoriale. Negli ultimi mesi però alcuni “intoppi” importanti come la situazione dei lavoratori dei mercati generali (che non sono intenzionati a spostarsi in un’altra area) e la costruzione della linea della Tramvia proprio nella zona circostante, hanno comportato sicuramente maggiori dubbi. I collegamenti sarebbero sicuramente il punto forte di questa opzione: l’accesso all’autostrada e l’aeroporto di Peretola adiacenti alla zona di Novoli favorirebbero il raggiungimento al nuovo impianto. Certo, anche l’attuale costruzione della linea della Tramvia sarebbe un ulteriore aiuto per i tifosi che la domenica si riverserebbero allo stadio  ma, allo stesso tempo, potrebbe comportare dei cambiamenti importanti sulla viabilità di tutta la zona di Novoli. La Fiorentina ha tempo fino al 31 Dicembre 2016 (secondo l’ultima proroga ufficiale) per presentare un progetto valido per quest’area.

- ZONA CASTELLO/PERETOLA

Fu la prima area indicata per il primo progetto stadio – Cittadella Viola in quanto poteva esser l’area più idonea per la collocazione del nuovo impianto. Negli anni però questa zona ha comportato alcuni imprevisti come il sequestro imposto da parte della Magistratura proprio a tali terreni di proprietà Ligresti. Inoltre la Società Aeroportuali di Firenze, di cui il Comune fa parte, ha presentato negli ultimi anni un piano per la realizzazione della seconda pista di volo. Quali i pregi e i difetti di quest’area? Da un punto di vista logistico sarebbe una zona idonea, con l’accesso all’autostrada a due passi e l’aeroporto di Peretola. Il problema centrale per quest’area è che il progetto sarebbe fortemente limitato dalle norme di sicurezza dell’aeroporto stesso per estensione ed altezza. Altro motivo che desta alcuni dubbi su quest’area è la natura del terreno su cui si andrebbe a edificare che comporterebbe costi altissimi per la realizzazione. Un terreno totalmente inadatto alla realizzazione di una tale opera, poichè inadatto a costruzioni ed edificazioni se non ad alto costo (in passato è stato anche terreno paludoso in quanto naturale sfogo dell’Arno).

- ZONA CASE PASSERINI e BAGNO A RIPOLI

Due aree totalmente differenti anche da un punto di vista geografico ma che entrambe comportano della grosse limitazioni. L’ipotesi di Case Passerini potrebbe prender corpo ma andrebbe a scontrarsi con la realizzazione del termovalorizzatore che si è deciso di edificare proprio in quella zona. Della serie l’uno esclude l’altro. Altro fattore negativo è che la Fiorentina dovrebbe a quel punto mettersi a sedere e trattare con l’amministrazione di Campi Bisenzio. Difficile in questo caso che il Comune possa partecipare economicamente ma l’eventuale realizzazione del nuovo stadio comporterebbe sicuramente importanti migliorie dal punto di vista urbano e non solo: ne beneficerebbe la viabilità con nuovi collegamenti stradali; strutture adiacenti come alberghi, ristoranti e centri commerciali che comporterebbero lavoro (in un primo momento) ed un maggior flusso economico.

Stesso discorso varrebbe per la zona di Bagno a Ripoli (Firenze Sud), dove anche qui la Fiorentina dovrebbe intavolare una nuova compartecipazione con il Sindaco e la giunta comunale per realizzare l’impianto su tale territorio. Anche qui, come per l’area di Case Passerini, ci vien da dire che la zona di Bagno a Ripoli non potrebbe che beneficiarne dalla costruzione del nuovo impianto con nuove strutture, lavoro e ampliamento della viabilità con collegamenti stradali.

Insomma quattro aree diverse con pregi e difetti indicate per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina. I Della Valle e il Comune di Firenze nei prossimi mesi continueranno a collaborare per cercare la giusta soluzione da un punto di vista logistico e non solo. Attendiamo dunque la scelta definitiva con la speranza magari di vedere posare la “prima pietra” già nel 2017.

Leonardo Vignozzi
@VignozziLeonard
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/07/16, 15:58
Nardella: “Area Mercafir da riqualificare a prescindere dal nuovo stadio”

Le parole del Sindaco di Firenze: “Il progetto del nuovo impianto dovrà essere presentato entro la fine dell’anno”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha affrontato le questioni connesse alla realizzazione di opere pubbliche ai microfoni di Controradio: “Entro San Valentino 2018 i fiorentini potranno salire su entrambe le linee della nuova tramvia. Per l’aeroporto questo è l’anno decisivo, mentre l’area della Mercafir dovrà essere riqualificata a prescindere dalla costruzione del nuovo stadio della Fiorentina, il cui progetto dovrà essere presentato entro la fine dell’anno”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/29/16, 18:38
Nardella e la Mercafir: “Mai stati così vicini allo stadio nuovo”

Torna a parlare il sindaco di Firenze: “Ci sono già stati 20 incontri della Fiorentina con i nostri tecnici, entro la fine del 2016 ci presenteranno il progetto definitivo”

Intervistato da Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche della questione Mercafir: “Non siamo mai arrivati così vicini allo stadio nuovo. La Fiorentina sta lavorando per realizzare il progetto definitivo, ha chiesto più tempo, ma ho notato serietà e voglia di fare questa opera. Ci saranno stati almeno venti incontri tecnici con i nostri dipendenti e se uno non ha voglia non perde tutto questo tempo. Purtroppo in Italia le regole sono farraginose, ma la Fiorentina ha un termine scritto nero su bianco: la fine del 2016. Sono fiducioso. La Fiorentina presenterà il progetto definitivo sulla Mercafir, poi faremo una gara pubblica, perché è un project financing e dovremo verificare se vi sono altri soggetti interessati”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/30/16, 16:12
Ass. Perra: “Nuovo stadio? Entro la fine dell’anno ci aspettiamo il progetto definitivo”

Le parole dell’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze

“Il nuovo stadio? Quello che abbiamo ripetuto nelle settimane scorse e nei mesi scorsi, lo avvertiamo nei comportamenti dei proponenti dell’iniziativa privata, cioè della Fiorentina. Ci sono incontri tecnici e quindi da questi noi rileviamo in qualche maniera più che una disponibilità ma una attività, un lavoro di progettazione che dovrebbe arrivare, noi ci auguriamo entro la fine dell’anno con la sottomissione del progetto definitivo”. Lo ha detto l’assessore all’urbanistica, Lorenzo Perra, a margine di un’iniziativa svoltasi questa mattina a Villa Vogel, rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento alla dichiarazione resa ieri dal sindaco, Dario Nardella, che ha dichiarato come sul nuovo stadio a Firenze non si sia mai stati così vicini.“L’interesse per la realizzazione del progetto per il nuovo stadio per il Comune è formale, l’interesse della Fiorentina è altrettanto formale-ha aggiunto l’assessore Perra-. Aggiungiamo nelle parole del sindaco e nelle mie che è anche sostanziale dalle attività di progettazione che stanno effettivamente realizzando”. Lo riporta Italpress.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/03/16, 17:38
Nuovo stadio, tra questione Mercafir e copertura del Franchi

Un’ipotesi saldamenti in piedi, così come non va accantonata l’idea di coprire il “Franchi”. L’idea esiste, affascina e al tempo stesso spaventa, di sicuro non troverebbe riscontri favorevoli in chi vuole il nuovo stadio

Sul Corriere dello Sport si fa il punto della situazione sullo stadio nuovo. Un’ipotesi saldamenti in piedi, così come non va accantonata l’idea di coprire il “Franchi”. L’idea esiste, affascina e al tempo stesso spaventa, di sicuro non troverebbe riscontri favorevoli in chi vuole il nuovo stadio. Finora ciò che ha rallentato l’iter è la necessità di spostare la Mercafir. La zona dell’Osmannoro ha incontrato forti resistenze da parte degli operatori economici, ma Nardella è sicuro che si troverà una soluzione e quindi un accordo.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/07/16, 01:47
VIDEO Nardella: “Nuovo stadio? Se tutto va bene l’anno prossimo affidiamo i lavori. Il Franchi…”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha concesso un’intervista a Il Reporter. Ecco il passaggio sullo stadio Franchi: “Aspettiamo che la società Fiorentina, che ha avanzato la proposta, presenti entro la fine dell’anno il progetto definitivo. Dopodiché faremo la gara pubblica per individuare il soggetto che realizzerà e gestirà l’opera, se tutto va bene l’anno prossimo possiamo già affidare i lavori. Il Franchi? Non sarà abbandonato, è un monumento nazionale. Penso a una destinazione sportiva da un lato, come atletica e rugby, e culturale e di eventi dall’altro. Un luogo per i cittadini che non abbia quell’impatto così pesante che ha oggi. Le partite causano non pochi disagi ai residenti. E’ importante riprendere in mano l’idea della pedonalizzazione di viale Paoli, così da riunire quell’area verde di Campo di Marte. E’ un intervento da approfondire”.


Lorenzo Benedetti
@LbBene
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/08/16, 15:29
Vicenda Castello: e se la Cittadella viola tornasse lì?

Il progetto è bloccato dal 2008, adesso la giunta fiorentina studia gli scenari possibili e ci potrebbe essere anche l’opzione Cittadella

Il giorno dopo l’assoluzione completa di tutti o quasi gli indagati nell’inchiesta Castello è legittimo domandarsi quale sarà il futuro di Castello. I centosessanta ettari di cui 80 di parco, al centro dell’inchiesta, sono rimasti «congelati» per tutto il periodo dell’inchiesta, fino all’assoluzione di primo grado. Lì, la partita pareva riaprirsi. Invece, la sentenza di condanna in appello pareva inguaiare il futuro del progetto voluto da Ligresti e dall’amministrazione fiorentina, perché sollevava dubbi anche sulla parte amministrativa. Ora con l’assoluzione in Cassazione con formula piena, che succederà?

Marzio Fatucchi sul Corriere Fiorentino scrive che in quell’aerea a nord ovest la cosa più naturale sarebbe ripartire da capo: verificare vincoli, obiettivi, spazi, allocazione migliore delle risorse e degli interessi pubblici e privati. Non è un caso che anche Matteo Renzi ripropose, nel 2009, Castello come area di destinazione dello stadio e delle Cittadella viola: quella resta tecnicamente la soluzione migliore. Certo, è giuridicamente e politicamente complesso (l’impressione è che Castello porti una sfortuna tremenda). Ma magari si potrebbero concedere uno spazio di riflessione per trovare le migliori soluzioni. Anche per lo stadio.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/16, 18:15
Mercafir a Castello, la mossa del comune di Firenze. E lo stadio…

La situazione della Mercafir, con l’ipotesi del suo spostamento nell’area Castello. Se ne occuperà l’assessore all’urbanistica Perra.

Nell’edizione odierna de La Nazione si parla di un tema che interessa anche il nuovo stadio della Fiorentina. Infatti viene rilanciata la concreta prospettiva che la Mercafir possa andare a Castello. Lo sdoganamento dell’area Unipol che si è liberata del peso processuale, svincolandosi completamente dall’essere stata oggetto di corruzione, cambia completamente le prospettive dello sviluppo a Nord Ovest. Ma la Mercafir potrebbe essere soltanto il primo tassello di una grande trasformazione.

La giunta ha assegnato all’assessore all’urbanistica Lorenzo Perra il jolly o la patata bollente, a seconda del risvolto finale che avrà, di risolvere il rebus dell’area passata nelle mani di Unipol. E’ poi lo stesso Perra che, interpellato sulla questione stadio, ha quasi un sussulto dichiarando: “Non è di questa partita, il nuovo stadio si farà nell’area di Novoli”.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/16, 20:30
Repubblica: 6-7 anni per il nuovo stadio. Obiettivo Olimpiadi 2024

Corsa contro il tempo per la costruzione del nuovo impianto. Prima, però, il trasferimento del mercato nella zona dell’Osmannoro

Stadio, corsa contro il tempo per le olimpiadi del 2024 – scrive Massimo Vanni su La Repubblica -. Palazzo Vecchio conferma la scelta dell’Osmannoro per il trasferimento del mercato all’ingrosso. E punta ad adottare la variante urbanistica con il cambio di destinazione da terreni agricoli ad area mercatale entro quest’estate. Ma il tempo stringe comunque: tra iter burocratico, progetto e costruzione del nuovo mercato, realizzazione dello stadio e della cittadella si calcolano almeno 6-7 anni.

Ovviamente l’assegnazione della sede della 33esima edizione dei giochi olimpici non c’è ancora stata. Ma non è un mistero che si ipotizza un testa a testa Roma-Parigi. E se davvero dovesse toccare all’Italia Firenze sarebbe certamente nella rosa delle città. A patto però di avere il nuovo stadio alla Mercafir.

Il progetto dello stadio è praticamente pronto: lo studio Rolla di Torino ha ormai pronti gli elaborati principali. Per la Fiorentina si tratta di definire i dettagli e, quel che più conta per i viola, mettere in campo il partner finanziario che poi gestirà la cittadella commerciale. La stessa Fiorentina stima però in 4-5 anni i tempi di costruzione dello stadio e di tutto il resto: 4-5 anni però a partire dal mercato già trasferito, quindi 6-7 da oggi se tutto va bene.

REDAZIONE VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/13/16, 21:53
Repubblica: la proroga per il nuovo stadio finisce al Tar

Un ricorso contro la localizzazione dell’Osmannoro, scelta dalla giunta Nardella per trasferirsi i mercati fiorentini. Nel mirino la proroga concessa al club viola, vissuta come un colpo basso dai grossisti

Come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica, i grossisti della Mercafir hanno impugnato la delibera del Comune che dava più tempo alla Fiorentina per presentare il progetto del nuovo stadio. Un ricorso contro la localizzazione dell’Osmannoro, scelta dalla giunta Nardella per trasferirsi i mercati fiorentini. Nel mirino la proroga concessa al club viola, vissuta come un colpo basso dai grossisti. La nuova zona, inoltre, resta una scelta sbagliata per gli operatori e di cui hanno avuto conoscenza a scelta avvenuta. C’è il rischio che il ricorso generi una spaccatura tra vecchia e nuova Mercafir. Questo non è il primo ricorso presentato dai grossisti, ma certamente il più insidioso perché mette in discussione l’intera strategia dello stadio varata dalla giunta comunale.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/14/16, 15:17
Mercafir, Nardella contro i grossisti: “Sì al dialogo altrimenti ci vediamo in tribunale”

“Se vogliono il dialogo noi ci siamo. Siamo pronti a discutere e confrontarci. Se però scelgono la strada dei ricorsi, ci vediamo in tribunale. Decidano loro». Parole da ultimatum, quelle del sindaco Dario Nardella ai grossisti della Mercafir. Parole che segnano un “Grande freddo” tra Palazzo Vecchio e gli operatori del mercato che Nardella ha già deciso di voler trasferire in blocco all’Osmannoro per far posto a stadio e cittadella. E se il dialogo è stato fin qui difficile, lo sarà ancora di più in futuro. (…) La scelta dell’Osmannoro non è in discussione, conferma il sindaco Nardella: “Per noi non cambia nulla, abbiamo tanti ricorsi al Tar su tanti fronti, abbiamo l’avvocatura che porterà le ragioni della nostra correttezza. E per quanto ci riguarda il lavoro che è già in campo procederà”.

Stefano Rossi
@StefanoRossi_
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/15/16, 20:44
Fanti (Grossisti Mercafir): “No alla variante, non ci spostiamo”

il presidente dell’AGOFI annuncia battaglia contro la volontà della Fiorentina di prendere tutto lo spazio destinato ai grossisti

Ieri sera, all’interno della trasmissione Città Viola in onda su Lady Radio, è intervenuto il presidente dell’AGOFI (Associazione Grossisti Ortofrutticoli Firenze) Guido Fanti.
L’Associazione riunisce la maggioranza dei grossisti che operano alla Mercafir, tornata agli onori delle cronache cittadine per il ricorso presentato dai grossisti contro la delibera di Giunta del Comune di Firenze (dello scorso 1 marzo) che concede ulteriori 10 mesi alla ACF Fiorentina per presentare il progetto definitivo di nuovo stadio ed opere connesse.

“Siamo ricorsi al TAR perché abbiamo ragione – ha attaccato subito Fanti – è necessario fare un mercato nuovo, ma non all’Osmannoro perché non è il posto giusto per realizzarcelo, là non c’è niente di adatto. Noi vogliamo farlo dove era previsto (ovvero nel comparto Nord come previsto da variante 2012, ndr). Vogliamo salvaguardare il nostro lavoro, abbiamo 3.000 persone a lavorare alla Mercafir e quello è il suo posto. Vogliamo lo stadio, siamo tifosi della Fiorentina, vogliamo che il progetto sia come era in origine, ma poi è venuto fuori che il Presidente della Fiorentina vuole tutto. Questo è un po’ troppo, noi non ci possiamo spostare. L’obbiettivo non è lo stadio, ma ben altro . Il Sindaco (Nardella, ndr) ci ha promesso che il mercato aveva la priorità”

Quali sono le differenze tra la variante urbanistica del maggio 2012 e il progetto preliminare presentato da ACF Fiorentina il 14 luglio 2014?

La variante 2012 prevede di dividere i 48 ettari dell’area Mercafir realizzando nella parte Nord il nuovo Centro Alimentare Polivalente con una SUL di progetto complessiva pari a 65.500 mq; nella parte Sud il nuovo stadio e 18.300 mq di superfici commerciali, 8.000 mq di direzionale e 4.200 mq di turistico-ricettivo (SUL complessiva di 30.500 mq). Inoltre, la variante prevede la realizzazione di parcheggi e giardini.

Il progetto preliminare presentato da ACF Fiorentina il 14 luglio 2014 prevede di realizzare sull’intera area (ovvero sia il comparto Sud, sia il comparto Nord), oltre allo stadio e parcheggi, 50.000 mq di superfici commerciali (con una SUL suddivisa in 10.000 mq di grande distribuzione, 20.000 mq di media distribuzione e 20.000 mq di esercizi di vicinato); 10.000 mq di turistico-ricettivo e 27.000 mq di direzionale (per un totale complessivo di 87.000 mq di SUL).

Donato Mongatti – ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/17/16, 20:24
I grossisti al sindaco Nardella: “Stadio e mercato insieme, si può”

Il sindaco Nardella invita al dialogo? Accogliamo con favore le sue parole. Se siamo ricorsi al Tar non è perché vogliamo lo scontro ma per un mancato dialogo preventivo tra amministrazione e imprese». Così l’Agofi, l’associazione che riunisce 23 grossisti della Mercafir risponde al sindaco Dario Nardella. Non con una chiusura dunque ma con un «appello accorato». Quale?
«Sia rivalutata l’ipotesi dell’ex sindaco Renzi, quella di un nuovo mercato moderno nell’area nord e il nuovo stadio nell’area sud». L’ipotesi che Nardella ha abbandonato per puntare su una Mercafir tutta viola.
 
«Le nostre imprese chiedono solo di poter operare in un mercato che sia moderno ed efficiente. E che abbia potenzialità di sviluppo e di attrazione per nuove imprese che intendano fare logistica a Firenze», scrive l’Agofi. Tutte cose, insistono gli operatori, che «non vediamo nell’ipotesi dell’Osmannoro, «non adatta per motivi di precarietà della viabilità, dimensionamento, localizzazione e perché anziché rafforzare le potenzialità del polo alimentare, causa invece una sua divisione».

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/19/16, 16:39
Stadio alla Mercafir: il Comune convoca i grossisti ma la soluzione è l’Osmannoro

Stadio alla Mercafir, il sindaco Dario Nardella apre al dialogo con i grossisti – scrive stamattina Massimo Vanni sull’edizione fiorentina de’ La Repubblica -. Dopo gli scambi a distanza dei giorni scorsi, seguiti al ricorso al Tar presentato dall’Agofi, Nardella si dice pronto a raccogliere l’appello degli operatori e a convocare un incontro di chiarimento: “Li chiamerò entro un paio di settimane, voglio capire quali sono i problemi. Ma niente pregiudiziali”, avverte Nardella.

“Credo sia interesse della città trovare una soluzione che tenga conto delle esigenze di tutti, dello stadio e del mercato”, spiega il sindaco. “Mettiamoci al lavoro, apriamo il confronto. Siamo pronti ad affrontare i problemi, uno ad uno, che pongono i grossisti. Senza però gettare alle ortiche due anni di lavoro”, aggiunge. Come dire, non si può tornare indietro dalla scelta dell’Osmannoro. Soprattutto, non si può tornare al progetto di una Mercafir divisa in due, metà per lo stadio e metà per il mercato. Come invece chiedono gli operatori riuniti nell’associazione Agofi, pertinente convinti della location dell’Osmannoro.

“Vediamo quali sono i problemi, se sono quelli della viabilità e del sottodimensionamento dell’area, come dicono i grossisti”, insiste Nardella. Ma le soluzioni, par di capire, vanno comunque trovate all’Osmannoro. I costi della sistemazione e la bonifica dei terreni dell’Osmannoro non spettano ai grossisti. Verranno coperti con i soldi che la Fiorentina verserà in cambio della concessione della superficie Mercafir: 15-20 milioni di euro, secondo le stime. Ai grossisti però, come ipotizzato, spetterebbe l’investimento dei nuovi capannoni del mercato.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/22/16, 11:09
Enrico Rossi sullo stadio: “La scelta non mi convince, ma decidono altri”

Il Governatore della Toscana si esprime sul posizionamento del nuovo possibile stadio di Firenze

Il Governatore della Toscana Enrico Rossi è sempre rimasto ai margini della questione nuovo stadio a Firenze. Oggi dalle pagine de La Repubblica Firenze leggiamo: “Sullo stadio ho sempre detto di non essere convinto ma la scelta spetta al Comune di Firenze. Non metto bocca sulle cose che non competono alla Regione, ne discuteranno altri”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/23/16, 17:21
Mercafir, il Comune chiama Unipol: può essere la svolta

La Nazione racconta un’importante novità che potrebbe segnare una svolta per risolvere il nodo Mercafir (e di conseguenza il progetto del nuovo stadio della Fiorentina)

Siamo alla svolta per la soluzione del nodo Mercafir, o almeno così scrive Ilaria Ulivelli su La Nazione. La novità riguarda Castello: Unipol è stata convocata dal Comune per ridiscutere il Piano urbanistico esecutivo (Pue) secondo il quale si comincerà a costruire nell’unica area della Firenze a cemento zero, dove è previsto che ci siano nuove costruzioni. La decisione di ricontrattare i termini del Pue di Castello è stata presa dalla giunta pochi giorni dopo la chiusura con sentenza della Cassazione dell’inchiesta giudiziaria che aveva coinvolto politici, architetti e vertici di Fondiaria. Dunque, via libera.

Ma cosa sarà costruito a Castello? Sui 168 ettari, il progetto attuale è di realizzare circa 500mila metri quadri di costruzioni (…). Unipol potrebbe essere favorevole anche alla cessione di 15 ettari di terreno per la realizzazione della nuova Mercafir nell’area di Castello. Oppure se l’acquisto non dovesse essere la formula più gradita, si potrebbero trovare altri accordi. Ma la soluzione Mercafir a Castello sarebbe davvero un jolly che piace molto anche ai grossisti dei mercati generali, che hanno dichiarato guerra a Palazzo Vecchio quando è stato prospettato il trasferimento all’Osmannoro, per il quale è già partito l’iter di variante urbanistica.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/25/16, 01:49
Nardella: “Il Comune ha contatti continui con Unipol, ma l’area Castello…”

Le parole del sindaco di Firenze a pochi minuti dall’inizio della finale del Calcio Storico

Ai microfoni di Radio Bruno arrivano le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella prima dell’inizio della finale del Calcio Storico tra Bianchi e Azzurri. Ecco le sue parole sulla vicenda stadio: “Unipol nell’area Castello? Che ci sia un rapporto tra loro e il Comune non è certamente una novità. Non è così da adesso. Abbiamo sempre avuto contatti da quando Unipol ha acquisito Patrimoni sul terreno del nostro comune. Al momento non ci sono novità sull’area di Castello, i rapporti però continuano a esserci. Variante a Osmannoro? Gli uffici continuano a lavorare secondo i dettami della giunta”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/26/16, 03:49
Nardella: “Firenze è la realtà più avanti nella realizzazione del nuovo stadio”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella  intervenuto ai microfoni di TMW Radio:

“Stadio e mercato non vanno messi in contrapposizione. Chi deve fare il prossimo passo? Deve essere fatto sia dal Comune, completando il percorso per spostare il mercato con la variante urbanistica, e la Fiorentina, presentando il progetto. I tempi? Cinque anni credo che siano un tempo abbordabile ma va detto che siamo nella fase non più teorica ma di procedure già avviate. Firenze è la realtà più avanti nella realizzazione del nuovo stadio rispetto a tutte le altre anche se deve essere l’Europa, dove ci sono impianti all’avanguardia, il punto di riferimento”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/04/16, 22:27
Ass. Perra sulla Mercafir: “Mercafir all’Osmannoro? A breve incontriamo i grossisti”

L’Assessore Perra ha parlato in consiglio comunale del nodo relativo allo stadio alla Mercafir e il conseguente spostamento della Mercafir. Ecco quanto evidenziato da ilsitodifirenze.it: “Ci sono stati vari incontri nel corso del tempo con AGOFI (Associazione Grossisti Ortofrutticoli Firenze, ndr), che è una componente di rappresentanza di alcuni degli operatori del mercato, ne è in programma uno un po’ più ampio nei prossimi giorni dove abbiamo intenzione di parlare di ciò che è formalmente in atto, cioè un’ipotesi di spostamento verso l’Osmannoro, con un procedimento di avvio della variante che è già in corso: si parlerà della viabilità, mobilità, orari di accesso e logistica, così come è stato fatto nei mesi scorsi. La procedura di acquisto di terreno è sempre la stessa, a prescindere da quale sia il terreno, ovvero il proponente del project dello stadio (ACF Fiorentina, ndr) è chiamato al pagamento del valore dell’area Nord (dell’attuale area Mercafir, ndr) che sarebbe la novità rispetto alla variante esistente (quella del maggio 2012, che prevede mercato riqualificato nell’area Nord e stadio con opere connesse nella Sud, ndr). Quindi, a prescindere da dove si vada, quanto vale l’area Nord, che è un valore stimato tra i 15 e i 18 milioni, saranno le somme disponibili. Saranno somme adeguate per l’acquisto di terreni, ovunque essi siano, sicuramente insufficienti per la costruzione di un mercato che ha un valore molto più elevato, intorno ai 40-50 milioni. Il percorso su Castello è un mandato che io come Assessore all’Urbanistica ho ricevuto insieme agli uffici per verificare il permanere dell’interesse pubblico del PUE (Piano Urbanistico Esecutivo, ndr) di Castello, che ha un’origine lontana, una riformulazione altrettanto lontana e il subentro di una serie di eventi e norme peraltro non riconducibili al Comune, ma prevalentemente alla Regione”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/15/16, 15:11
Nardella: “Ho incontrato Cognigni, abbiamo parlato del nuovo stadio”

“Abbiamo fatto un incontro con il presidente esecutivo viola Mario Cognigni come spesso capita, dove abbiamo parlato un po’ in generale di tutto. È stata una visita piacevole, dove abbiamo affrontato i temi che di solito ci riguardano: dalla gestione dello stadio attuale alle prospettive future, ma sul progetto del nuovo stadio non cambia nulla. La Fiorentina continua a lavorare al progetto esecutivo e noi continuiamo a lavorare agli strumenti urbanistici”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella parlando dell’incontro avuto esattamente una settimana fa con il presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni. (da Italpress)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/16/16, 16:14
Nardella convoca gli operatori della Mercafir: spiragli per il nuovo stadio

Non è un caso che la convocazione sia scattata poche ore dopo l’incontro avuto con il presidente della Fiorentina Mario Cognigni, il quale ha confermato di voler presentare il progetto definitivo di stadio e cittadella entro fine anno

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha convocato gli operatori Mercafir per il 25 luglio prossimo a Palazzo Vecchio: si apre uno spiraglio di dialogo. Se ne parla su La Repubblica. Non è un caso che la convocazione sia scattata poche ore dopo l’incontro avuto con il presidente della Fiorentina Mario Cognigni, il quale ha confermato di voler presentare il progetto definitivo di stadio e cittadella entro fine anno. “Voglio parlare direttamente con gli operatori del mercato ortofrutticolo per trovare la migliore soluzione possibile insieme a loro”, le parole di Nardella. I grossisti difficilmente cambieranno idea circa la scelta dell’Osmannoro, ma anche all’idea stessa di un trasferimento, insistendo per la soluzione originaria: metà Mercafir allo stadio e metà al mercato generale.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/21/16, 21:59
Ottimismo per il nuovo stadio: ecco i tempi previsti per poterlo realizzare

La società a lavoro su più tavoli. Non ultimo è quello che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina, con il continuo lavoro sinergico tra Comune e viola

Un altro caso particolarmente importante all’interno della società viola è sicuramente quella che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina. L’ambizione è quella di poter definire il progetto entro la fine del 2016 in maniera definitiva. Tutto ciò ovviamente deve arrivare in un’area che sia disponibile, nonostante la volontà ribadita dalla società di non voler far spostare nessuno (leggasi area Mercafir). Il messaggio che passa è quello della totale unione di intenti sia da parte della società che da parte delll’aministrazione Nardella. La voglia è quella di riuscire ad avere una casa in linea con quelle che sono le esigenze di una società ambiziosa.

Sicuramente all’interno della società si respira ottimismo per l’evoluzione del progetto. Con lo stadio la Fiorentina punta a creare un “cash pro” da circa 13-15 milioni di euro in ogni stagione sportiva. Ovviamente, essendo un investimento di grande portata, sarà necessario prima riuscire a ripianare il primo esborso economico. Ma questo darebbe un lustro enorme alla società. La volontà è quella di riuscire a completare l’opera nel giro di quattro anni da quando verrà definita.
 
Lorenzo Benedetti
@LbBene
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/22/16, 18:22
Nardella sullo stadio: “Apprezzo le parole di Cognigni, stiamo facendo tutto il possibile”

Il sindaco Dario Nardella commenta le dichiarazioni di Cognigni sul tema nuovo stadio

“Le parole di ieri del presidente viola Cognigni sul nuovo stadio mi hanno fatto ovviamente molto piacere”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella parlando dell’ipotesi per la costruzione di un nuovo stadio in città e tornando sulle parole espresse ieri in merito dal presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, dal ritiro gigliato di Moena. “Faccio il sindaco da due anni e sono stato vicesindaco per quattro anni: tutti i progetti della città incontrano sempre discussioni, critiche, soggetti che non sono d’accordo ma questo non è sufficiente a bloccare tutto-ha aggiunto il sindaco Dario Nardella-. Io sono perchè si vada avanti, incontrandosi. L’ ho fatto questa mattina con gli operatori del mercato centrale che attualmente occupano la zona dove sarà costruito il nuovo stadio, la riunione è ancora in corso e tutti gli assessori sono impegnati su questa vicenda. Siamo pronti a venire incontro a tutte le loro richieste dal punto di vista logistico, dei trasporti ed anche del supporto economico perchè ritengo possibile in quella zona sia i nuovi mercati generali che il nuovo stadio per la nostra città”. (italpress)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/22/16, 18:30
Stadio Mercafir: ADV oggi a Moena, Nardella impegnato a Firenze

Nardella oggi sarà impegnato a Firenze tutto il giorno e non raggiungerà la Val di Fassa. Da valutare il programma di domani…

Nella giornata di oggi il patròn viola Andrea Della Valle raggiungerà la sua Fiorentina nel ritiro di Moena. Ieri il Presidente Esecutivo Mario Cognigni ha parlato anche della vicenda Mercafir ma a brevissimo non sono previsti nuovi incontri tra Fiorentina e Comune. Secondo quanto raccolto da Violanews.com, Nardella oggi sarà impegnato a Firenze tutto il giorno e non raggiungerà la Val di Fassa. Da valutare ancora se il primo cittadino ci sarà domani a Moena.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/24/16, 18:41
Nuovo stadio: a settembre il progetto definitivo ACF. Si cerca un archistar

Per questo la società si è affidata da tempo a una ditta inglese, Arup Sport, per la realizzazione di uno stadio moderno e funzionale

Novità anche per quanto riguarda il nuovo stadio stamattina su La Repubblica. L’intenzione della Fiorentina è chiara: procedere in maniera spedita per presentare a fine settembre il progetto definitivo e rispettare i tempi previsti. Per questo la società si è affidata da tempo a una ditta inglese, Arup Sport, per la realizzazione di uno stadio moderno e funzionale.

Una società di caratura mondiale, che opera in Europa, Asia e America e che ha progettato tra le altre anche l’Allianz Arena di Monaco di Baviera e il Nou Mestalla di Valencia, dove i lavori dovrebbero terminare nel 2019. Inoltre la Fiorentina sarebbe alla ricerca anche di un archistar che possa mettere a punto esteticamente un’opera adeguata al tessuto urbano di Firenze. La partita si gioca anche su queste dinamiche: i viola che viaggiano a pieno ritmo e il Comune alle prese con una lunga e difficile contrattazione per l’area Mercafir.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/25/16, 22:13
Ass. Perra: “Mercafir? Non ci saranno altre proroghe”

L’assessore all’urbanistica del comune di Firenze Lorenzo Perra parla a proposito della situazione riguardante l’edificazione del nuovo stadio della Fiorentina. Di seguito le sue parole quanto riportate da Ilsitodifirenze.it:

‘Incontro tra Palazzo Vecchio e Mercafir? L’incontro è avvenuto il 22 di luglio, non soltanto con AGOFI, ma con tutti gli operatori. Abbiamo stabilito la necessità di discutere nel merito, di non parlarsi tramite i giornali ed altre forme indirette. Le posizioni sono chiare. Quella dell’Amministrazione è che in questo momento esiste un percorso avviato che è quello dell’Osmannoro, dove c’è un iter avviato di variante (urbanistica, ndr), che ora è in fase tecnica. Non sono stati presi contatti (con i proprietari dei terreni dell’Osmannoro, ndr), questo poiché la variante è ancora in fase tecnica e finché non è approvata la variante non è possibile apporre alcun vincolo e procedere in alcun modo. Abbiamo chiesto ai rappresentanti di Mercafir di verificare se le perplessità e i dubbi in materia di logistica, di viabilità e anche di dislocazione nell’area siano o meno confermate. Noi riteniamo di no e ci siamo dati appuntamento per una serie di riunioni tecniche (da settembre in poi, ndr). Siamo consapevoli delle reciproche posizioni, ma siamo disponibili ad affrontarle e a discuterne. Questo non significa che c’è un mutamento delle posizioni, ma ci potrebbe essere laddove questi punti dovessero essere sciolti. Sulla proroga mi è stata fatta un’espressa domanda. Io ho risposto no: non c’è motivo di doverla concedere e di doverlo fare. Sulla parte del PUE (Piano Urbanistico Esecutivo, ndr) c’è un percorso che ha una delibera che dà mandato a me a agli uffici della Direzione Urbanistica di verificare il permanere dell’interesse pubblico del PUE di Castello. Questo è un percorso che non necessariamente preluda a qualcosa. Noi possiamo programmare nei limiti di ciò che sono i diritti altrui, ma non dove non è possibile farlo’.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/29/16, 18:03
Perra (ass. urbanistica): “Risposte sul nuovo stadio entro la fine dell’anno”

Le parole dell’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze

Lorenzo Perra, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, ha parlato così a Lady Radio del nuovo stadio: “Una volta presentato il progetto si ha un’accelerazione delle procedure e dell’iter burocratico. In Italia siamo più lenti per i controlli. Alla fine dell’anno avremo tutte le risposte”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/23/16, 17:50
Unipol, area di Castello in vendita. Il Comune tratta per la Mercafir

Il punto sull’area nord ovest della città interessata alla costruzione del nuovo stadio della Fiorentina

Unipol è pronta a vendere il terreno di Castello. Se arriveranno una o più offerte che rendano alla società almeno tanto quanto è valutata l’area di 168 ettari a bilancio, ossia 80 milioni di euro complessivi, l’affare si potrà portare a termine.
Palazzo Vecchio non fa mistero di essere intenzionato a trattare per l’acquisto di una porzione di 15 ettari da destinare alla nuova Mercafir, dando finalmente il via alla concreata possibilità che nell’area di Novoli, liberata dai mercati generali, possa arrivare la cittadella viola con il nuovo stadio. E la cifra famosa per l’acquisto, che sarà – obtorto collo – a carico della Fiorentina non potrà superare i 18 milioni. Fosse meno sarebbe anche meglio.
Ma per sapere se ci saranno altri acquirenti, scrive Ilaria Ulivelli su La Nazione, bisognerà aspettare l’esito della valutazione di impatto ambientale della nuova posta parallela-convergente dell’aeroporto, attesa ormai da una vita dal ministero dell’Ambiente. Il futuro del nuovo aeroporto è tutto lì. Le trattative vanno avanti, i colloqui con il Comune pure. La Mercafir presto potrebbe avere davvero una nuova casa, in un luogo che piace anche ai grossisti.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F10%2Fsenza-categoria%2Fcastello-593x415.jpg%3Fv%3D20151027193829&hash=db5db525975c2939c828bd088df9c815)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/05/16, 17:44
Nuovo stadio: la Fiorentina anticipa i tempi sulla presentazione del progetto

E ora avanti tutta sullo stadio. Se l’estate è stata avara di soddisfazioni sul mercato, l’autunno – scrive il Corriere Fiorentino – potrebbe rivelarsi finalmente la stagione giusta per dare il via al grande progetto della Cittadella Viola. Lanciato al Four Season (era il 2008) da Diego Della Valle in persone e adesso vicino alle firme: “Sento spesso i Della Valle – ha ammesso il sindaco Dario Nardella – e da parte di Andrea c’è una grande passione e concentrazione per gli obiettivi della società. Questo vale anche per lo stadio. C’è un confronto con i nostri tecnici per andare avanti con questo progetto. Sarebbe un valore aggiunto importantissimo perché nessuna società di Serie A può dipendere così tanto dai diritti tv. Firenze potrebbe diventare un ottimo esempio per tutti”.

Come noto, la Fiorentina entro il prossimo 31 dicembre dovrà presentare a Palazzo Vecchio il progetto definitivo per l’area Mercafir, ma dalle stanze viola filtra l’intenzione di anticipare i tempi. Oltre ai fratelli Della Valle, il presidente Cognigni e la consigliera Daniela Maffioletti hanno imposto un’accelerazione ai lavori per arrivare a portare i documenti sul tavolo di Nardella il prima possibile.

Nel frattempo il Comune andrà avanti con la variante urbanistica, lo spostamento del mercato (ma qui il problema più grosso è il ricorso al Tar dei grossisti che si oppongono all’ipotesi Osmannoro) e l’organizzazione della conferenza dei servizi, l’ultimo tavolo tecnico che dovrà dire sì alla partenza dei lavori.

(l’articolo integrale nel quotidiano in edicola)
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/05/16, 19:27
Vannucci: “Progetto stadio va avanti, sintonia tra Comune e Fiorentina”

Le parole dell’assessore allo sport sulla questione stadio

L’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci ha fatto a Radio Blu il punto sulle ultime voci relative al nuovo stadio: “Ieri il sindaco ha ribadito la sua posizione: “C’è un confronto serrato tra i tecnici della Fiorentina e quelli del Comune per portare avanti un progetto importante per tutta la città di Firenze, non solo per la Fiorentina ed i tifosi. Il Comune sta facendo le cose per bene in linea con le esigenze viola, tra poco vedremo i frutti del nostro lavoro”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/15/16, 21:14
VIDEO VN – Cognigni sul nuovo stadio: “Lavoriamo in maniera continua con il Comune”

Le parole del presidente esecutivo viola sul nuovo stadio

A margine dell’incontro con la stampa a Salonicco, il presidente esecutivo Mario Cognigni ha parlato anche del nuovo stadio: “Posso dire che stiamo lavorando in maniera continua e d’accordo con i tecnici del Comune, affinché per fine anno si possa completare questo primo iter procedurale”.


Alessandro Guetta
@AleGuetta93
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/16/16, 20:55
SPECIALE VN – Lo stadio all’inglese del Bordeaux, il modello della Fiorentina

Senza barriere, può contenere poco più di 42mila posti. E’ caratterizzato da una “pioggia” di circa 900 colonne. La Fiorentina si ispira a questo impianto per il suo nuovo stadio

E’ il “Noveau Stade de Bourdeaux” il modello della proprietà gigliata per la nuova casa della Fiorentina. Ieri mattina, in occasione dell’incontro informale con la stampa andato in scena a Salonicco, il presidente Mario Cognigni è stato chiaro su questo argomento.

Lo stadio – che ha sostituito, dopo 77 anni, il “Jacques Chaban-Delmas” – è stato realizzato in tempi record, dato che l’accordo per la costruzione è datato 28 settembre 2011. Ha ospitato la prima partita, quella contro il Montpellier, sabato 23 maggio 2015, ma l’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 18. Costato 183 milioni di euro, è stato progettato dagli architetti Herzog & de Meuron, già autori dell’Allianz Arena di Monaco e dello stadio Olimpico di Pechino. Per la realizzazione della nuova casa dei Girondini hanno collaborato anche il paesaggista parigino Michel Desvigne, il consorzio Vinci-Fayat e lo studio Groupe 6. Lo stadio è utilizzato, inoltre, per gli incontri di rugby della Union Bordeaux-Begles, la squadra locale, e per eventi culturali, concerti e meeting aziendali.

La struttura è senza barriere e offre un’ottima visuale da tutte le posizioni, grazie alla vicinanza con il campo da gioco. Le prime file di posti a sedere si trovano, infatti, a soli dieci metri dal prato verde, un po’ come in Inghilterra. L’architettura miscela tre elementi integrati: il contenitore a forma di ciotola che accoglie calciatori e tifosi, l’elemento di transizione definito dal corridoio posizionato fra il terreno e lo spazio esterno e la facciata. L’aspetto esterno è caratterizzato da una “pioggia “ di circa novecento colonne, un vero e proprio bosco ispirato alla foresta di pini delle Landes, a sud di Bordeaux. Sopra queste colonne c’è un’elegante copertura rettangolare (lunga 233 metri, larga 210 e alta 37) che, con un’inclinazione di sette gradi, protegge gli spettatori dalle intemperie, lasciando filtrare la luce del sole. I posti a sedere sono 42.115 e la tribuna è stata realizzata sovrapponendo due livelli suddivisi in quattro settori. 3.400 sono i posti riservati ai vip, 1.000 posti sono previsti in 60 box privati, 200 posti sono per la stampa, 125 per i disabili e gli accompagnatori. E’ presente anche un ristorante capace di accogliere fino a duecento persone. Lo stadio, situato nel quartiere verde della città, si apre nelle vicinanze del Velodromo e del lago De Lac e si estende su una superficie di 18,7 ettari, di cui 4,6 rappresentano l’area dedicata all’impianto sportivo.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F08%2FStadio-Bourdeaux-630x415.jpg%3Fv%3D20150804014027&hash=a87cfb9ddf7713fba1638234e5cee575)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/17/16, 13:50
Ass. Urbanistica: “Nuovo stadio? Parole di Cognigni sono segnali positivi”

Su La Nazione troviamo un’intervista all’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Lorenzo Perra sul nuovo stadio della Fiorentina. Alcuni passaggi: “Se davvero la società viola è in grado di presentare il progetto definitivo prima del 31 dicembre, che è il termine ultimo stabilito, credo sia un buon segno. Ci sono due procedure diverse da portare avanti. La prima riguarda la variante urbanistica, dopodiché ci sarà da fare la gara pubblica per l’assegnazione dell’opera e, in qualità di promotore, la Fiorentina avrà il diritto di prelazione.

Struttura in superficie? Gran parte della città ha il problema della falda poco profonda e quindi le soluzioni sono quelle: o casse di espansioni o struttura in superficie. Tempi certi? Nel 2017 faremo quello che abbiamo promesso, portando avanti le procedure fissate”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/01/16, 17:24
Nuovo stadio: ancora nessun incontro tra il Comune e la Mercafir

Il ricorso accolto dal Tar contro il nuovo aeroporto ha complicato i piani

Calma piatta per quanto riguarda la questione nuovo stadio della Fiorentina. In estate – scrive il Sito di Firenze – da parte della Società viola è stata più volte ribadita la volontà di accelerare i tempi per la presentazione del progetto (la cui scadenza – dopo la concessione della proroga – è fissata al 31 dicembre 2016), dall’altra parte c’è il Comune di Firenze alle prese con la Mercafir e il suo eventuale spostamento per fare spazio a stadio ed opere connesse, che andrebbero ad insistere su 48 ettari occupati attualmente dai mercati generali di Firenze. In estate Palazzo Vecchio aveva incontrato i rappresentanti di Mercafir per discutere dell’eventuale trasferimento all’Osmannoro e il Sindaco Nardella affermò che l’Amministrazione doveva “lavorare per risolvere i nodi che giustamente gli operatori del mercato ci pongono: la viabilità, la logistica ed il supporto economico”. L’ipotesi Osmannoro non è affatto gradita dai grossisti e durante l’incontro del 22 di luglio fu stabilito che da settembre, per i successivi tre mesi, ci sarebbero stati una serie d’incontri per discutere le criticità e le eventuali soluzioni che comporterebbe il trasferimento nei terreni lungo via Curzio Malaparte. Oggi siamo ad ottobre e di incontri tra Palazzo Vecchio e i rappresentanti del mercato polivalente ancora non ne sono stati fatti. Il ricorso accolto dal TAR contro il nuovo aeroporto di Firenze e l’annullamento del piano di indirizzo territoriale regionale nella parte in cui fissa l’ampliamento dello scalo secondo lo schema della pista parallela, malgrado le rassicurazioni delle Istituzioni fiorentine e di Toscana Aeroporti, hanno complicato i piani. Chi è contrario alla pista parallela e al nuovo aeroporto sostiene che sull’ipotesi si può mettere una pietra, chi è favorevole o direttamente interessato ostenta ottimismo: i fatti dicono che è tutto fermo e che per ora si va avanti con le carte bollate.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/07/16, 19:10
La Fiorentina trasloca? E il Comune propone la copertura del Franchi

Tra gli impegni dell’amministrazione c’è quello – rivela il Sito di Firenze – di coprire lo stadio Franchi dopo che la Fiorentina si sarà trasferita. Torselli: “Va fatto subito”

Si torna a parlare della copertura dello stadio Artemio Franchi, nelle settimane in cui si saprà se il progetto del nuovo impianto alla Mercafir potrà essere messo in pratica. Anzi, stando a quanto è riportato nel DUP (Documento Unico di Programmazione – il “libro” degli impegni dell’Amministrazione) riguardante il Quartiere 2, le due cose potrebbero essere stranamente collegate. Ovvero la copertura del Franchi potrebbe essere realizzata dopo l’eventuale trasloco della Fiorentina. «…la realizzazione del nuovo stadio, riflettendo previamente sul futuro dello stadio Franchi e dell’area sportiva di Campo di Marte, avente le potenzialità di una vera e propria “Cittadella dello Sport”; a tal proposito si sottolinea la necessità di non gravare ulteriormente l’area con manifestazioni aventi natura diversa rispetto alla natura del Quartiere 2, quartiere prevalentemente sportivo, che ospita la maggior parte degli impianti del territorio comunale; inoltre si supporta la riqualificazione dello stadio Franchi (proponendo anche la copertura totale di esso) per ospitare attività sportive polivalenti…» è il testo contenuto nel DUP, come riporta ilsitodifirenze.it.

Tuona in merito il Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia-AN Francesco Torselli: “In Consiglio Comunale ho presentato due volte una mozione che chiede la stessa cosa, ovvero la copertura del Franchi, ma mi è stata bocciata sistematicamente. In Palazzo Vecchio votano contro le mozioni e poi scrivono quello che chiedo nel DUP”. “Il progetto per il nuovo stadio della Fiorentina – spiega Torselli – presenta importanti criticità. Lo spostamento della Mercafir all’Osmannoro non è una soluzione percorribile e quella gradita dai grossisti a Castello, ad oggi, non è discutibile a causa dei ricorsi accolti al TAR contro la nuova pista dell’aeroporto e la VIA della stessa che, malgrado gli annunci, ancora non si è vista. I fatti raccontano che se mai si dovesse arrivare alla costruzione del nuovo stadio, accadrà solo tra diversi anni. Sicuramente i tifosi smetterebbero prima di prendere l’acqua se si procedesse alla copertura del Franchi”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/08/16, 14:03
L’esposto: “O nuova pista o Cittadella viola”

L’esposto dell’ex ispettore per la sicurezza del volo Generale Battisti e di Alternativa libera

«SOSPENDERE l’esecutività dei procedimenti, ritiro del procedimento di Valutazione d’impatto ambientale e nuove verifiche» sul progetto di ampliamento dell’aeroporto di Peretola. Questo il contenuto dell’esposto firmato ieri dai deputati di Alternativa Libera Samuele Segoni e Massimo Artini con la consigliera comunale Miriam Amato. Il documento – integrato da una relazione del generale Luciano Battisti, ex ispettore dell’Agenzia nazionale sicurezza volo – denuncia, in particolare, i rischi a cui sarebbero esposti i terzi sorvolati e trasportati. «Troppe questioni dell’affaire Peretola non tornano», dichiarano i deputati di Alternativa Libera puntando il dito sul «mancato rispetto delle normative Ue e internazionali sulla sicurezza» e sulla relativa «approvazione di un masteplan che fa riferimento a un regolamento Enac sottoposto a modifiche».
SUI RISCHI connessi alla sicurezza, in particolare, la relazione di Battisti evidenzia la mancanza di una pista di rullaggio, l’esposizione ai venti di forte intensità, l’alto rischio d’impatto con volatili e la mancanza di uno studio approfondito sulla presenza di luci fuorvianti, elementi che – secondo l’ex generale – «rendono l’orientamento della pista il più sbagliato possibile». Quanto al rischio d’impatto con le strutture esistenti, evidenzia la consigliera Amato, «sarebbe necessario spostare parte del Polo scientifico, del Cnr, della Scuola Marescialli e del casello della A/11, per non parlare dell’ipotesi Cittadella viola». L’esposto stima i costi del nuovo aeroporto – viste le integrazioni richieste dalla Commissione tecnica di Via a luglio – a circa il doppio dei 365 milioni previsti dal masteplan, sottolinea come i 50 milioni stanziati dal decreto Sblocca Italia non possano essere usati se non per opere accessorie. (La Nazione)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/15/16, 17:25
Nuovo stadio: dopo le parole di Nardella il comune molla l’Osmannoro?

Se sul piatto dei grossisti sarà presentata la soluzione Osmannoro inizieranno le barricate degli stessi, mentre appare assai difficile che per l’inizio del 2017 sia pronta una proposta alternativa. Intanto la Mercafir cade a pezzi…

“Se si apriranno soluzioni migliori, le prenderemo in considerazione”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, rispondendo in merito all’eventuale trasferimento della Mercafir all’Osmannoro per fare spazio al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e relative opere connesse (commerciale, direzionale, turistico-ricettivo). In occasione della cerimonia di intitolazione del piazzale “Campioni del ’56” (in ricordo del primo scudetto della Fiorentina) avvenuta oggi pomeriggio davanti alla Torre di Maratona dello stadio Franchi, erano presenti, tra gli altri, sia Nardella, sia Andrea Della Valle: inevitabile che si sia parlato anche di nuovo stadio, per il quale la Società Viola deve presentare il progetto definitivo entro e non oltre il 31 dicembre 2016. “Siamo pronti, in queste settimane ci confronteremo ancora con la Giunta e col Sindaco e credo che prima di Natale la Fiorentina sia pronta con un project – ha detto Andrea Della Valle – l’ottimismo è sempre di più: una soluzione verrà”.
“Sono mesi decisivi e c’è piena unità d’intenti ad affrontare tutti i problemi amministrativi e organizzativi che abbiamo difronte per il progetto del nuovo stadio e tutto il polo che sorgerà nell’area della Mercafir – ha fatto eco Nardella –. Per ora andiamo avanti con l’Osmannoro – ha spiegato Nardella – ci sono atti che confermano questo, dalle delibere della Giunta Renzi fino a quelle della mia Giunta e del Consiglio Comunale, se dovessero aprirsi soluzioni migliori saremo pronti a valutarle in tutto e per tutti”.

Malgrado l’ottimismo di facciata, la questione del trasferimento dei mercati generali di Firenze all’Osmannoro appare, ogni giorno che passa, sempre più difficilmente percorribile. Secondo quanto pubblicato da Ilsitodifirenze.it, i problemi logistici e l’ubicazione non sono per niente apprezzate dai grossisti e lo hanno detto a chiare lettere. Sono due le vie gradite: o la riqualificazione del Centro Alimentare Polivalente nel comparto Nord (come da variante urbanistica approvata nel maggio 2012), oppure il trasferimento nei limitrofi terreni di Castello (ora di proprietà Unipol – ex Ligresti). Su quest’ultimi, però, grava la questione nuova pista dell’aeroporto e una ridiscussione del PUE (Piano Urbanistico Esecutivo) che finché non arriverà il via libera definitivo per l’aeroporto non potrà essere affrontata col colosso di Bologna.

Se entro il 31 dicembre arriverà in Palazzo Vecchio il progetto, rispondente a quanto prescritto dalla Giunta comunale, l’Amministrazione fiorentina rischia di trovarsi in mano una bella gatta da pelare. Se sul piatto dei grossisti sarà presentata la soluzione Osmannoro inizieranno le barricate degli stessi, mentre appare assai difficile che per l’inizio del 2017 sia pronta una proposta alternativa. Intanto l’attuale Mercafir cade a pezzi e in attesa di un futuro certo si continua a spendere per “rattoppare” strutture obsolete.
Per questi motivi risulta evidente la necessità che si aprano “soluzioni migliori”. È altrettanto evidente che la famosa “prima pietra della stadio”, per forza di cose, è destinata ad allontanarsi ancora. È una questione sempre più intricata e nelle prossime settimane non mancheranno i colpi di scena…

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F11%2Fnews-viola%2FOsmannoro-trasporto-630x415.jpg%3Fv%3D20151130142037&hash=5f11c9a933df65f54c9f6fb98c17c95f)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/16/16, 13:03
Nuovo stadio: Mercafir spostata a Castello? Per la prima volta Nardella non lo esclude

Il sindaco apre alla soluzione Castello per lo spostamento della Mercafir

Se la Fiorentina sarà pronta a Natale, Palazzo Vecchio proprio no. Dove e quando verrà spostato il mercato generale per poter consegnare ai viola l’intera area Mercafir? Come intende convincere gli operatori del mercato che dell’Osmannoro non vogliono sentir parlare? «Per ora andiamo avanti su quella strada, gli atti confermano questa ipotesi. Se dovessero aprirsi soluzioni migliori saremo pronti a valutarle in tutto e per tutto», annuncia per la prima volta il sindaco Nardella. Ed è una piccola grande svolta perché mai, fino ad oggi, aveva aperto a soluzioni diverse. Che poi è solo una, Castello. Così l’edizione fiorentina di Repubblica tratta il tema relativo al nuovo stadio dopo le parole di ieri del sindaco e di ADV.

Progetto passato nelle mani del gruppo Unipol è ormai un mucchio di carte senza storia. E non a caso l’assessore all’urbanistica Lorenzo Perra ha avviato un confronto per ridefinire tutto. Per i grossisti del mercato è l’unica via, data la contiguità con la Mercafir attuale: perché allora non fare una Mercafir 2 sui terreni di Castello, i cui progetti edilizi sono ormai sospesi nel vuoto? È la prima volta che Nardella non lo esclude. Ma siamo ancora alle illazioni e l’unica cosa certa è che, dopo Natale, Palazzo Vecchio, che ha fin qui evitato di affrontare il problema con i grossisti, dovrà chiedere alla Fiorentina di attendere. Non che questo abbia per il momento guastato i rapporti reciproci. Anzi, tra sindaco e patron viola c’è sintonia.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/18/16, 21:10
La Nazione: grossisti a Castello, serve una nuova variante. Progetto nuovo stadio rimandato di sei mesi

Il Comune di Firenze sta trattando l’acquisto dell’area Unipol (o ci sarà l’esproprio oneroso)

Su La Nazione si torna a parlare del nuovo stadio della Fiorentina.

“Togliamoci dalla testa di vedere anche solo uno straccio di progetto della nuova cittadella viola alla scadenza di fine anno. Perché se è vero che le ultime parole del presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni sono state queste: «La Fiorentina rispetterà i propri impegni, come ha sempre fatto», è altrettanto vero che recentemente, sempre Cognigni, aveva annunciato che il progetto definitivo sarebbe stato presentato solo al momento in cui la società viola avesse avuto in mano tutte le certezze amministrative sull’area in cui è stato deciso che si costruirà il nuovo stadio e il resto di alberghi e attività commerciali, ovvero nell’area Mercafir.

Attualmente, la variante urbanistica vigente è sempre quella varata dal consiglio comunale nel novembre 2012 che consentirebbe alla Fiorentina di utilizzare solamente i due terzi dell’area, perché in un ampio spicchio di 15 ettari è prevista la nuova Mercafir. Ricordiamo che la Fiorentina, secondo il nuovo progetto presentato a luglio 2014, l’area la vuole intera.

Era già partito l’iter della nuova variante che prevede lo spostamento della mercafir all’Osmannoro. Ma anche quello è da buttare nel cestino. Perché, anche dopo le forti opposizioni dei grossisti, totalmente contrari al trasferimento all’Osmannoro, Palazzo Vecchio sta trattando con Unipol l’acquisto (o l’esproprio oneroso) di una fetta di terreno (15 ettari) su cui poter costruire la casa dei nuovi mercati generali. Una soluzione che sarebbe accolta favorevolmente da tutti. Ma che ancora non è in tasca. Sperando che l’accordo con Unipol possa realizzarsi in tempi brevi, ci sarà comunque da riformulare la variante e prevedere la nuova Mercafir a Castello anziché all’Osmannoro. Impossibile che l’iter, bene che vada, sia completato in meno di sei-otto mesi. Quindi la prima scadenza vera, in cui si potrà parlare di qualcosa di concreto su cui la Fiorentina potrà basare certezze, non arriverà prima di giugno 2017. E prima di quella data inutile pensare che si potrà vedere un progetto della società viola. Dunque non aspettiamoci regali di Natale. Forse l’unico che potrebbe arrivare sarebbe il sì di Unipol. Ma che si lega alla ridiscussione del futuro dell’intera area e di tutte le licenze a costruire, di cui la prima è in scadenza a novembre”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/18/16, 22:59
Perra (ass. urbanistica): “Nuovo stadio? I lavori potrebbero iniziare a fine 2018”

Lorenzo Perra: “Entro il 31 dicembre la Fiorentina presenterà il progetto definitivo del nuovo stadio, la società l’ha detto anche pubblicamente. Il progetto è il documento con cui il Comune dovrà bandire il project financing”

L’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Lorenzo Perra, ha parlato così a Radio Bruno Toscana del nuovo stadio della Fiorentina dopo la notizia circa un rinvio di sei mesi sulla presentazione del progetto: “Entro il 31 dicembre la Fiorentina presenterà il progetto definitivo del nuovo stadio, la società l’ha detto anche pubblicamente. Il progetto è il documento con cui il Comune dovrà bandire il project financing. Il 2017 dovrebbe essere l’anno in cui dovrebbe esser fatta la gara per la gestione dello stadio e delle opere connesse. Il 2017 sarà anche l’anno della variante relativa alla Mercafir.

Sono due le varianti che dovranno esser fatte: una riguarda lo spostamento dei mercati generali, la seconda la collocazione dello stadio. Sulla prima, oggetto di discussione degli ultimi mesi, c’è una variante già avviata per quanto riguarda la zona dell’Osmannoro ed ha un iter che si concluderà nel primo trimestre dell’anno prossimo. Se ci dovessero essere soluzioni migliorative, il Comune le prenderà in considerazione, è stato lo sindaco a dirlo.

Stiamo seguendo un procedimento di proposta di un’opera pubblica da parte di un privato. Nella proposta originaria della Fiorentina c’era la richiesta di poter gestire tutta l’area Mercafir, circa 15 ettari.

I rapporti tra il Comune e la Fiorentina sono stati sempre buoni. Abbiamo segnali incoraggianti da parte della Fiorentina. E’ un’opera complicata, è da quando andavo a scuola che sento parlare del nuovo stadio.

Una data? I lavori potrebbero iniziare a fine 2018. Nel 2020 o 2021 potrebbe esserci il primo calcio nel nuovo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/19/16, 19:58
Nardella: “Nuovo stadio, progressi concreti. Rapporti con Della Valle molto buoni”

“Non è mai avvenuto la società della Fiorentina in passato presentasse un progetto per il nuovo stadio. Non è mai avvenuto in passato che il comune non soltanto trovasse l’area, la desse gratuitamente per la realizzazione dell’impianto, quindi ormai siamo in dirittura d’arrivo. Certo, sono progetti lunghi, complesso, c’è un project financing da fare quindi l’importante è non rimanere fermi e fare passo dopo passo dei progressi concreti e li stiamo facendo. I rapporti con i Della Valle sono molto buoni”.

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite ai microfoni di ‘Radio Fiesole’, parlando della possibilità che la Fiorentina posso costruire un nuovo stadio a Firenze. “A me questa comunicazione non è stata fatta – ha aggiunto Dario Nardella sul possibile slittamento di un mese della presentazione del progetto per un nuovo stadio da parte della Fiorentina -. Aspetto che sia confermata e ufficializzata. Devo dire che dopo aver aspettato 15 anni, magari il problema fosse aspettare un mese…Non sono spaventato da quel mese, o da cinque mesi in più. A me interessa che la questione vada avanti, e che quindi la Fiorentina dimostri e presenti un progetto che sia sostanziale”.

(Agenzia Italpress)
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/28/16, 21:41
Stadio, il club prova l’accelerazione: pronta la presentazione del rendering

Il progetto è ormai completato ed entro poche settimane sarà spedito al Comune di Firenze. Dagli ambienti viola si fa capire che la società è pronta a iniziare ufficialmente l’iter per la costruzione del nuovo impianto

Sul Corriere Fiorentino si parla del nuovo stadio della Fiorentina. Il progetto è ormai completato ed entro poche settimane sarà spedito al Comune di Firenze. Dagli ambienti viola si fa capire che la società è pronta a iniziare ufficialmente l’iter per la costruzione del nuovo impianto. Il rendering di quella che dovrebbe essere la nuova area Mercafir sta per essere svelato. Andrea Della Valle ha avuto rassicurazioni dal sindaco Nardella riguardo al contenzioso comune-grossisti sulla ricollocazione del mercato ortofrutticolo. La Fiorentina aspetta risposte forti: da tempo Cognigni sta cercando partner esteri con cui condividere il progetto e parte dei 300 milioni di costi stimati. Il club teme che a forza di dilatare i tempi gli investitori possano defilarsi dal progetto, che prevede 60 ettari di terreno con uno stadio da 40mila posti, parcheggi per i tifosi e la famosa Cittadella Viola intorno.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/16, 14:40
Nazione: stadio nuovo, prossima settimana primo meeting per vedere i bozzetti

Sarà un gioiello di architettura, un anello di comfort e tecnologia, che ricalca il modello Bordeaux, pur non somigliandogli nel rivestimento esterno

Sulle colonne de La Nazione Ilaria Ulivelli tratta l’argomento del nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir.

Risolvere il nodo Mercafir probabilmente farà ritardare ancora l’operazione cittadella viola a Novoli, anche se è intenzione della Fiorentina spingere sull’acceleratore per la presentazione del progetto definitivo: a tal proposito, la prossima settimana, il vertice della società viola incontrerà l’architetto Alberto Rolla per vedere i bozzetti. I primi in assoluto. E chissà che, nel giro di qualche settimana, non venga organizzato un incontro pubblico per presentare gli schizzi della nuova struttura ai tifosi. L’architetto che con il suo studio di progettazione a Torino, ha pensato e disegnato lo Juventus Stadium, sta collaborando con la famiglia Della Valle per mettere nero su bianco quello che sarà il catino del calcio a Firenze e la cittadella viola (…).

Gli investitori, sembra ovvio, vogliono vedere le carte, esigono certezze prima di mettere mano alla cassa. Intanto si vedono le prime immagini del nuovo stadio, un gioiello di architettura, un anello di comfort e tecnologia, che ricalca il modello Bordeaux, pur non somigliandogli nel rivestimento esterno. Sarà tirato su nella parte settentrionale, spostato verso Castello, mentre la galleria commerciale occuperà il corpo centrale dell’area e le strutture ricettive saranno rivolte verso la città. In mezzo giardini, vialetti e alberi.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/29/16, 15:02
Grossisti, ultimatum a Nardella: “Siamo condannati a morte. Svincolate il mercato dallo stadio”

Le imprese lanciano un sos all’amministrazione

«Non vogliamo aspettare più, chiediamo al sindaco Nardella e all’assessore Perra di svincolare la realizzazione della nuova Mercafir dal procedimento stadio. Altrimenti noi muoriamo e sono tanti soldi, un patrimonio che va disperso, e 1500 posti di lavoro volatilizzati». I grossisti Mercafir  – scrive La Nazione – danno l’ultimatum a Palazzo Vecchio. Tramite il portavoce di Agofi, Stefano Guerri, vicedirettore Confcommercio Firenze, lanciano l’ennesimo grido di dolore: «Purtroppo senza ricevere soccorsi, i nostri appelli sono rimasti inascoltati – dice – E dall’ultimo incontro con il sindaco, il 25 luglio scorso, non si è mossa una foglia».

I grossisti hanno guerreggiato. Hanno contestato e poi aspettato che la situazione evolvesse: ma della nuova Mercafir si sa soltanto che il destino è legato a doppio filo con la realizzazione della cittadella viola. E nulla si muove nell’immediato. Sebbene sulla carta sia prevista la realizzazione della nuova sede nell’area dell’Osmannoro, pur con la totale contrarietà delle imprese mercatali associate alla sigla Agofi, circa la metà delle cinquanta presenti in Mercafir, produttive per i due terzi del fatturato (235 milioni su 265 complessivi), Palazzo Vecchio sta concretamente trattando per l’acqusito o l’esproprio oneroso di una fetta della grande propeortà di Unipol, a Castello.

«Il problema è che non c’è più tempo: dell’ipotesi Castello ci hanno accennato il 25 luglio e ad oggi è ancora un’ipotesi. Noi putroppo a suon di ipotesi non possiamo lavorare, serve molta concretezza – torna a bomba Guerri – Anzi, il rischio concreto è che a fronte di altre incertezze o scelte non condivisibili le imprese decidano di andarsene da Firenze, come sembra alcune stiano già valutando, magari progettando il loro trasferimento nei comuni limitrofi». Alcune aziende della Mercafir stanno valutando l’ipotesi di affittare o addirittura acquistare capannoni in vendita, in fondo 23 aziende versano un canone annuo di un milione 700mila euro alla Mercafir, l’affitto dello spazio non è così a buon mercato, ma per stare tutti assieme lo sforzo viene fatto. «Sempre che ne valga la pena e non vengano fatte scelte scellerate – incalza Guerri – Se qualcuno pemsa che il no all’Osmannoro sia stato dettato da una bizza, non conosce il nostro mondo imprenditoriale dove contano gli affari e dove un no è sempre motivato e legato a un’attenta valutazione tecnica».

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/06/16, 17:01
Nuovo stadio, il 10/12 la presentazione del progetto. Cognigni conferma: “Siamo pronti”

Lo stadio nuovo si farà, insieme alle strutture commerciali, agli alberghi, ai parcheggi. Trovato anche il partner interessato a condividere l’investimento

La Nazione oggi in edicola propone novità importanti per quanto riguarda il nuovo stadio: il 10 dicembre la Fiorentina e Palazzo Vecchio presenteranno il progetto del nuovo impianto nel corso di un grande evento pubblico (il modello di riferimento è quello di Bordeaux progettato da Herzog & De Meuron). Dove? Stadio o Novoli al momento sono le due opzioni più gettonate, ma non si è ancora deciso. Sarà il regalo di Natale per Firenze e per i tifosi viola, quindi dovrà essere un luogo familiare, accogliente e grande. Insomma, lo stadio nuovo si farà, insieme alle strutture commerciali, agli alberghi, ai parcheggi. Pacchetto completo, come messo nero su bianco nella relazione tecnica del progetto preliminare consegnato in Comune il 14 luglio 2014. E si farà a Novoli nell’area Mercafir, come previsto.

Il partner interessato a condividere con la Fiorentina l’investimento da oltre 320 milioni c’è. Il 2017 infatti sarà l’anno dei passaggi burocratici, degli iter amministrativi. Trattandosi di un project financing, il primo semestre dell’anno prossimo se ne andrà rapidamente anche per bandire la gara e assegnare l’appalto per la costruzione e per la gestione della cittadella viola. A riguardo, arrivano anche le parole del presidente esecutivo viola Mario Cognigni: “Non esiste stadio senza cittadella. Se avessimo voluto realizzare solamente lo stadio, lo avremmo fatto nella zona di Campo di Marte Non sarebbe stato necessario cercare un’area di almeno 50 ettari. E’ chiaro che prima di prendere un impegno così importante gli investitori chiedano dettagli e certezze”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/08/16, 20:19
Cellai (Forza Italia): “Il 10/12 si avvicina, ma la giunta è immobile. Nardella ci ha ripensato?”

La Fiorentina ha annunciato una presentazione importante il 10 dicembre, ma alcuni tasselli devono ancora andare al loro posto

“Il prossimo 10 dicembre la Fiorentina presenterà il progetto per il nuovo stadio nell’area Mercafir, ma nel frattempo l’amministrazione comunale è ferma all’elaborazione della variante urbanistica per spostare il mercato all’Osmannoro, e gli operatori, così come il presidente di Mercafir Angelo Falchetti ascoltato questa mattina in commissione controllo, non sanno nulla del proprio futuro. Sorge spontanea la domanda: cosa aspetta la giunta Nardella? Qual è il perché di questo stallo amministrativo?”. Queste le dichiarazioni del capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai.

“Il sospetto che l’Osmannoro più che un progetto sia un diversivo per prendere tempo aspettando di conoscere il finale di partita per l’area di Castello prende corpo. Non si spiega altrimenti perché, se davvero il Comune vuole spostare Mercafir all’Osmannoro, non sia stato ancora possibile definire i dettagli dell’operazione. Se Nardella ci ha ripensato, allora lo dica chiaramente: è in piedi un’ipotesi di spostare Marcafir a Castello? Ci aspettiamo di conoscere presto la verità. Lo chiediamo noi, lo pretendono gli operatori che in ballo hanno la propria attività e il futuro di imprese e lavoratori” conclude Cellai.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/09/16, 16:09
Mercafir, countdown per Castello. Ma la situazione resta in stallo

Gli aggiornamenti sul trasloco del mercato ortofrutticolo Mercafir, fondamentale per poter realizzare il progetto del nuovo stadio della Fiorentina

La Nazione di oggi fa il punto sull’operazione per il trasferimento del mercato ortofrutticolo della Mercafir, strettamente collegato al progetto del nuovo stadio (più cittadella) della Fiorentina. Avanti tutta con l’opzione Castello. Per la gioia di tutti i grossisti, l’amministrazione comunale si è presa tutto novembre per cercare di portare a casa il trasferimento sui terreni di proprietà Unipol. Ma la trattativa è complicata e nonostante vada avanti da mesi, resta in stallo. Il problema è che ora Palazzo Vecchio ha proprio fretta.

Il 10 dicembre la Fiorentina presenterà il progetto del nuovo stadio e nell’area di Novoli si dovrà cominciare a parlare di trasloco. Ma al momento l’unica proposta ufficiale presentata ai soci di Mercafir resta quella del trasferimento all’Osmannoro. Sgradita, come si sa, ad almeno la metà dei grossisti. Nel frattempo gli uffici comunali sono alle prese con la variante urbanistica indispensabile per il cambio di destinazione da far votare al consiglio comunale. Anche il presidente di Mercafir Angelo Falchetti, sentito ieri dalla commissione consiliare di controllo, ha dovuto riconoscere che sulle prospettive è tutto fermo. «Il progetto dello stadio prossimo alla presentazione? Bene, almeno c’è un punto fermo rispetto al quale ci dovremo rapportare», ha detto. Ma per le opposizioni di Palazzo Vecchio, l’immobilismo della giunta è sospetto.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2016%2F11%2Fsenza-categoria%2Fmercato-ortofrutticolo-Mercafir-593x415.jpg%3Fv%3D20161109084010&hash=e67427f04c7aafe0566f14856bce74c9)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/11/16, 14:13
Inceneritore, pista e stadio. Il PD: “Sblocchiamo tutto”

Ieri sera l’incontro del Pd nell’ufficio del governatore Enrico Rossi dopo lo stop alla realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini decisa dal Tar

«Sblocchiamo tutto». Il Pd – scrive la Repubblica Firenze – convoca un vertice d’urgenza sulle opere che non decollano. E alle 20 della sera tutti nell’ufficio del governatore Enrico Rossi in piazza Duomo: segretario toscano Dario Parrini, vice Antonio Mazzeo, il dirigente Stefano Bruzzesi e il sindaco di Firenze Dario Nardella. Ora che il Tar, dopo l’aeroporto e la gara del trasporto pubblico ha ‘bacchettato’ anche l’inceneritore, in poco più mezz’ora si decide la linea: «Avanti tutta su tutto».

E dire che tutto a volte appare come un lungo intreccio. Si comincia dalla Via dell’aeroporto, si finisce con lo stadio alla Mercafir. È come una reazione a catena, un effetto domino: nel Grande Immobile fiorentino le singole tessere compongono un blocco dove tutto si tiene. Perché se arriva la Via, si azzera il progetto Castello, il gruppo Unipol dovrà chiedere di rivedere tutto, Palazzo Vecchio potrà ottenere il via libera per il trasferimento del mercato ortofrutticolo e, come anello finale della reazione a catena lineare, la Fiorentina potrà avere la disponibilità dell’area Mercafir.

Quando arriverà la Valutazione d’impatto ambientale per l’aeroporto, assumendo che sia positiva, il gruppo Unipol avrà la certezza che il progetto Castello a quel punto sarà un mucchio di carta straccia o quasi: gli espropri e i vincoli aeroportuali renderanno di fatto inefficace il Pue, cioè il Piano urbanistico esecutivo con tutti i permessi a costruire già pronti (anche se non finora ritirati). E Palazzo Vecchio potrà avere a quel punto la risposta che sta attendendo da mesi: l’ok su 15 ettari di terreni dove poter trasferire i grossisti della Mercafir, che hanno già fatto sapere con le buone e con le cattive — con le carte bollate — di non voler trasferirsi all’Osmannoro. Cioè nell’area selezionata per loro dal Comune, che non a caso ha capito che l’ipotesi Osmannoro è un vicolo cieco e di conseguenza ha rallentato e ormai parcheggiato la variante urbanistica. Solo allora il sindaco Dario Nardella potrà incontrare i grossisti del mercato per annunciare la buona novella. E subito dopo comunicare alla Fiorentina, pronta a presentare il progetto dello stadio il prossimo 10 dicembre, che la strada della Mercafir è finalmente libera. Almeno in teoria, perché realizzare un nuovo mercato e trasferirci le attività all’ingrosso non potrà essere questione di mesi.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/13/16, 16:05
La Nazione: investimento da 450 milioni per la cittadella viola. E il nuovo stadio si sposta

Il progetto preliminare sarà presentato fra un mese alla città

Tra un mese – scrive La Nazione – la Fiorentina presenterà il progetto preliminare della cittadella viola. Potrebbe slittare di qualche giorno la data del grande evento di presentazione ai tifosi, se il 10 dicembre il sindaco Nardella non riuscirà a rimandare un impegno a Roma. Parliamo del progetto preliminare, che è costato alla società viola circa 2 milioni di euro, e non del progetto definitivo, che complessivamente ne costerà più o meno 9. Quello arriverà solamente quando Palazzo Vecchio comunicherà ufficialmente che l’area di Novoli è libera e che lì si può costruire il nuovo stadio, ovvero quando si saprà il nuovo indirizzo della Mercafir. Lo stadio, a parte l’involucro esterno, ancora da decidere, ricalcherà quello di Bordeaux. Il progetto è del tutto simile a quello presentato a Palazzo Vecchio nel luglio 2014, con una sola variazione: lo stadio sarà spostato a est di 70 metri per non entrare in conflitto con le norme di sicurezza aeroportuali.

Gli investitori chiedono certezze e non potrebbe essere diversamente, dato che dai 320 milioni di euro previsti inizialmente, l’investimento per la cittadella viola è schizzato a quota 450 milioni. I motivi? La falda a Novoli è superficiale, a cinque metri di profondità si trova l’acqua, e per costruire in falda servono più soldi. E’ possibile che la cifra sia destinata a crescere ulteriormente, non per questo manca chi ci crede. Sono già molti i partner che si sono fatti avanti con la Fiorentina per la realizzazione del progetto. Non solo cinesi e arabi, nella lista ci sono anche grandi società italiane: nessuna di Firenze. Tempi? Il progetto preliminare arriverà tra un mese. Poi entro fine novembre, quando scadono le prime licenze a costruire a Castello, concesse nell’ambito della convenzione ricontrattata nel 2005, Unipol dovrebbe dare una risposta che potrebbe essere risolutiva per il futuro della Mercafir e dunque anche della cittadella. Se i mercati generali potranno spostarsi a Castello, in questo caso anche con il favore della totalità dei grossisti, il più sarebbe fatto. Anche se l’iter amministrativo – con ben due varianti urbanistiche necessarie – rischia di portarsi via un anno intero: il 2017.

Ma la cittadella viola non è più un sogno nel cassetto, il progetto è molto concreto, e si basa sulla volontà della Fiorentina di avere uno stadio di proprietà. Secondo studi economici, neppure troppo complessi, avere un impianto di proprietà rende soldi, fa fare punti e dunque instaura un circolo virtuoso che si chiama business.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/14/16, 15:06
Stadio e cittadella, un mese decisivo. E Campo di Marte? Sarà la casa dei giovani viola

La Fiorentina è pronta a presentare il suo progetto per l’area Mercafir (ma serve che il Comune sposti il mercato). Ecco il punto della situazione

Tra un mese la Fiorentina presenterà il progetto della cittadella viola. Si tratta del preliminare, che è costato alla società viola circa 2 milioni di euro. Lo stadio, a parte l’involucro esterno, ancora da decidere, ricalcherà quello di Bordeaux. Il progetto è simile a quello presentato a Palazzo Vecchio nel luglio 2014, con una sola variazione: lo stadio sarà spostato a est di 70 metri per non entrare in conflitto con le norne di sicurezza aeroportuali. E’ anche per questo motivo che dai 320 milioni di euro previsti inizialmente, l’investimento per la cittadella viola è schizzato a quota 450 milioni.

Al Campo di Marte, invece, sarà creata una grande «cantera» viola per far crescere i talenti e per poterli osservare tutti insieme. A tal proposito non c’è ancora uno studio di fattibilità, ma il distretto viola dovrebbe poter contare su uno spazio molto ampio che va dallo stadio di rugby Padovani allo stadio del baseball, dal «Cerreti» a tutta la porzione del centro sportivo ex campini. In quest’area sarebbe concentrato tutto il settore giovanile, dal pulcini agli allievi, per avere sott’occhio la crescita dei calciatori dagli 8 ai 16 anni quando possono essere tesserati dalle società con contratti professionistici. Oltre ai campi di calcio, agli spogliatoi, sarebbe necessario realizzare un grande centro sportivo e una foresteria (ora il ‘convitto’ per giovani calciatori che abitano lontano da Firenze è in via Carnesecchi). Il Franchi abbandonato rischierebbe però il collasso. Necessita di essere riempito di attività. Fra queste potrebbero esserci quelle del rugby, dal baseball, delle società che uscirebbero dagli attuali contenitori.

(La Nazione)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/14/16, 15:46
Nuovo stadio, ass. Perra: “Progetto riguarda tutta l’area Mercafir, sui tempi…”

L’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Lorenzo Perra ha parlato così del nuovo stadio della Fiorentina durante il question time del Consiglio comunale: “Non abbiamo ancora il progetto. Gli elaborati di cui disponiamo sono quelli della proposta iniziale e sono stati esaminati dalla conferenza dei servizi e dalla giunta. Il progetto del nuovo stadio riguarda tutta l’area della Mercafir.

Di varianti urbanistiche ne dovranno essere fatte due: una per l’area mercatale, l’altra per la rimodulazione dell’attuale area mercati. Abbiamo effettuato un processo di localizzazione a cui sta facendo seguito una variante che prevede l’identificazione di un’area che è quella dell’Osmannoro. Laddove ci fossero aree migliori e più desiderabili, saremmo più che disponibili a prenderle in considerazione. Non possiamo attendere troppo, leggo che i giornali riportano novembre, diciamo che il termine è la fine dell’anno, cioè quando riceveremo il progetto del proponente del project”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/14/16, 17:33
VIDEO VN – Ass. Perra: “Nuovo stadio? Non ci sono novità, l’iter è noto”

Ulteriori dichiarazioni da parte dell’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Lorenzo Perra in merito al nuovo stadio della Fiorentina.


Andrea Consales
@ConsalesAndrea
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/16/16, 20:05
Giani: “Nuovo stadio? La Fiorentina ha tenuto fede alla parola data”

Ai microfoni di Radio Blu ha parlato Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale della Toscana: “Nuovo stadio? La Fiorentina sta vivendo un momento importante per le prospettive del nuovo impianto. Il club ha tenuto fede alla parola data, offrendo il proprio progetto al Comune che dovrà autorizzarlo. L’impianto sorgerà nell’area Mercafir, insieme a spazi di ospitalità e ristorazione”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/24/16, 20:26
Nuovo stadio, botto a sorpresa: Nardella cambia la variante per risolvere la questione Mercafir

Quella dell’area di Castello era la soluzione caldeggiata dai grossisti della sigla Agofi

Come scrive questa mattina La Nazione, siamo al punto di svolta. Nel giorno del consiglio comunale straordinario dedicato al futuro della Mercafir, arriva il botto a sorpresa. E per la cittadella viola a Novoli, il futuro si spiana. Il fattore Castello è il dado che fa aggrappare il progetto a una solida realtà. E questa mattina il sindaco sarà alla Mercafir proprio per proporre agli operatori, sin dal principio contrari al trasloco all’Osmannoro, la soluzione Castello. Loro non diranno no: tra le ipotesi in campo quella di Castello è stata l’unica che i grossisti della sigla Agofi hanno caldeggiato da subito, ancora prima di riformulare la richiesta di poter restare nell’area di Novoli come prevede la variante urbanistica vigente, approvata nel 2012. Una variante da rottamare che prevede per Novoli la compresenza dello stadio e della nuova sede dei mercati generali. Due nuove varianti urbanistiche detteranno i tempi della realizzazione del nuovo stadio. Una contempla il trasloco della Mercafir a Castello, l’altra lo sviluppo del progetto della Fiorentina che, nell’area di Novoli, prevede oltre allo stadio, la realizzazione del centro commerciale, delle attività turistico-ricettive, dei parcheggi.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/24/16, 22:22
Ass. Perra: “Nuovo stadio? Piena disponibilità da parte degli operatori”

Lorenzo Perra, assessore all’urbanistica della Città Metropolitana di Firenze, ha parlato dall’area Mercafir, degli spostamenti previsti, delle tempistiche e del nuovo stadio ai microfoni di Lady Radio: “Sul nuovo stadio c’è piena disponibilità da parte degli operatori. Quando la nuova Mercafir? Nella seconda metà del 2017 potrebbero esserci i titoli edilizi, e di lì l’avvio dei cantieri. La necessità non è solo di fare la Mercafir, ma di portare qui gli operatori nazionali. Alla fine del 2019 avremo un mercato attivo e operativo”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/24/16, 23:35
Perra: “Ok allo spostamento della Mercafir a Castello, sui tempi…”

Le parole dell’Assessore all’urbanistica dopo il consiglio comunale straordinario sulla questione nuovo stadio

http://www.violanews.com/altre-news/perra-ok-allo-spostamento-della-mercafir-a-castello-sui-tempi/ (http://www.violanews.com/altre-news/perra-ok-allo-spostamento-della-mercafir-a-castello-sui-tempi/)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/25/16, 23:02
Nuovo stadio, FI: “Speriamo che il sindaco non ci stia prendendo in giro”

Il gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale avanza qualche dubbio sulle ultime novità proposte da Nardella per Mercafir e nuovo stadio

Grazie a ilsitodifirenze.it vi riportiamo la posizione del gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale a seguito della seduta straordinaria di ieri del Consiglio, con la comunicazione su aeroporto e nuovo stadio. “Oggi apprendiamo che Mercafir è destinata a spostarsi a Castello e non più all’Osmannoro come sempre sostenuto dalla giunta. Un anno di lavoro degli uffici su una variante urbanistica che si getta nel cestino in un secondo; di botto il sindaco cambia le carte in tavola e assicura che Castello è la nuova opzione per Mercafir e mercato ortofrutticolo. Una scelta che fino a poche settimane fa sembrava impossibile. Desideriamo come la stragrande maggioranza dei fiorentini il nuovo stadio della Fiorentina ma ci chiediamo: Nardella ha già in tasca il ‘placet’ di Unipol, che possiede le licenze per costruire a Castello? Perché se così non fosse, si passerebbe da una presa in giro – quella di Mercafir all’Osmannoro sostenuta per mesi in tutte le sedi – ad un’altra. Forza Italia oggi come ieri dice sì al nuovo aeroporto e sì al nuovo stadio, ma chiede certezze, non nuovi annunci a vuoto”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/25/16, 23:39
Nardella ribadisce: “Stadio alla Mercafir? Lavori dal 2019, situazione sbloccata”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella questa mattina è stato ospite negli studi di Controradio per affrontare i temi caldi della città. Vi riportiamo le sue dichiarazioni su Castello, stadio e la nuova Mercafir: “Area Castello? Vi sono tre importanti opere pubbliche su cui si discute da troppo tempo: stadio, aeroporto e nuova Mercafir. La delibera che abbiamo portato in consiglio comunale riguarda appunto Mercafir e stadio. Con l’accordo degli operatori del settore abbiamo trovato la soluzione migliore per l’area dei nuovi mercati, a nord dell’area di castello, in questo modo non vi saranno altri ostacoli per l’area della cittadella viola. Dimezziamo la cementificazione di Castello salvaguardando il famoso parco di 80 ettari, individuiamo la zona verso Sesto F.no dove spostare e realizzare tutte le strutture del mercato dando così il via alla creazione di un polo agroalimentare dell’Italia centrale e infine una volta per tutte sgomberiamo il tavolo da qualunque criticità e incertezza per la creazione del nuovo stadio e strutture annesse. Su questo il percorso è tracciato. Stadio? La società Fiorentina entro fine anno deve presentare progetto, il Comune deve bandire il project financing, lo svolgimento della gara richiederà poi 6-8 mesi, dopo di ché si procede all’affidamento dei lavori verosimilmente con inizio dei lavori nel 2019”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/26/16, 16:05
Nuovo stadio, ci siamo. Nardella ora aspetta la Fiorentina

La situazione del nuovo stadio della Fiorentina sembra essersi realmente sbloccata

La Nazione torna sulle vicende legate alla Mercafir e al nuovo stadio della Fiorentina dopo quanto raccontato ieri dal sindaco di Firenze Dario Nardella. Il cammino è ancora lungo, si legge sul quotidiano, dal momento che sono centinaia e centinaia le tavole che l’amministrazione comunale dovrà esaminare per valutare, anche solo per il progetto di dicembre, aspetti architettonici, impiantistici e ambientali su un’area di oltre 40 ettari. Per questo è già costituito un gruppo di lavoro composto da dieci dirigenti del Comune, guidati dal direttore generale Giacomo Parenti.

Ci sarà quindi lo scoglio della conferenza dei servizi e c’è da incrociare le dita per quanto riguarda il prolungamento della pista di Peretola, sperando che la Via (valutazione di impatto ambientale) non imponga misure particolari. La fase di costruzione vera e proprio dello stadio dovrebbe essere veloce. Forse un anno e mezzo, massimo due. Uno stadio da 40mila posti, come quello che i Della Valle stanno per realizzare, parte da un costo base di 100 milioni di euro.  Oltre all’impianto sportivo saranno realizzati infatti 70mila metri quadrati di commerciale e 15mila di ricettivo, viabilità e parcheggi, per un investimento già stimato intorno ai 450 milioni di euro. Insomma, un pezzo di nuova città.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/01/16, 14:37
Nardella: “Stadio nuovo? Progetto a dicembre, arriverà con Babbo Natale”

Il progetto per il nuovo stadio come un regalo sotto l’albero di Natale “per i fiorentini”: a dirlo oggi, è stato il sindaco Dario Nardella. Rispondendo ai cronisti che gli chiedevano se ci fosse già una data per la presentazione fissata con la Fiorentina, Nardella ha risposto che “sarà sicuramente a dicembre: quindi Babbo Natale arriverà con lo stadio per i fiorentini”, ha sorriso il sindaco. Lo riporta l’Ansa.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/02/16, 14:34
Nuovo stadio, la presentazione slitta di 10 giorni. Ecco quando dovrebbe essere

L’appuntamento previsto per il 10 dicembre dovrebbe slittare di dieci giorni. Il punto de La Nazione su Mercafir e stadio

Siamo al conto alla rovescia. Sotto l’albero di Natale, insieme ai regali, Firenze conoscerà anche il progetto della Fiorentina per la cittadella viola come ha detto ieri il sindaco. La Nazione ipotizza la data della presentazione del progetto nel 20 dicembre anche perchè il 10 (che era la data già fissata) Dario Nardella sarà in udienza da Papa Francesco. Si svolgerà tutto in Palazzo Vecchio, molto probabilmente in Sala d’Arme.

La delibera di indirizzo di Palazzo Vecchio, varata la settimana scorsa dalla giunta, mette un punto fermo su Castello. Con la procedura di revisione del piano urbanistico esecutivo (il Pue) di Castello si sbloccano tre progetti fondamentali per lo sviluppo a nordovest di Firenze: la riqualificazione della Mercafir che a questo punto si sgancia dal progetto dello stadio; la cittadella viola; la riprogettazione dell’area di Castello. Unipol adesso diventa l’interlocutore principale: per la prima volta il colosso bolognese ha fatto sapere di essere disponibile a ridiscutere la convenzione che, a maggior ragione con il progetto del nuovo aeroporto, non risponde più ai criteri pensati oltre dieci anni fa.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/09/16, 20:22
Nazione: progetto Cittadella presentato il 20 dicembre a Palazzo Vecchio

Il regalo di Natale ai tifosi sta per arrivare: il 20 o il 21 dicembre in Sala D’Arme la Fiorentina presenterà il progetto

Su La Nazione di oggi, si può leggere una notizia di cronaca riguardante la presentazione del progetto della Cittadella viola a Palazzo Vecchio. Stavolta ci siamo davvero. La Fiorentina consegnerà il progetto preliminare della nuova cittadella viola in Comune il 20 o il 21 dicembre. Contestualmente, lo stesso giorno, ci sarà la presentazione in Sala d’Arme, a Palazzo Vecchio. Con le immagini in anteprima del nuovo stadio sul modello del Matmut-Atlantique di Bordeaux.
Sullo slittamento a gennaio non deve lasciare spazio a cattivi pensieri, rassicurano, perché il progetto è ultimato. L’incertezza del patron, infatti, è legata unicamente ai suoi impegni che nei prossimi giorni lo porteranno all’estero. Ma martedì 20 o mercoledì 21 sono le due date in cui probabilmente riuscirà ad essere a Firenze per mettere il timbro dell’ok sul progetto.
Firenze aspetta. E il regalo di Natale non si può negare.
Non più tardi di una settimana fa era stato lo stesso sindaco a mettere il sigillo sulla nuova presentazione. «Si farà sicuramente a dicembre – aveva detto Nardella – Babbo Natale arriverà con lo stadio per i fiorentini». Poi c’erano state le parole di Andrea Della Valle. Ma la Fiorentina non ha intenzione di differire la consegna del progetto a Palazzo Vecchio rispetto alla presentazione alla città. Si era pensato di poter consegnare i documenti e poi di convocare la stampa a gennaio. In verità, a meno che un imprevisto tenga lontano il presidente onorario viola da Firenze, il 20 o il 21 dicembre vedremo finalmente il progetto nei dettagli.

Chiara Baglioni
@Chiba87
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/14/16, 20:43
Stadio alla Mercafir: la presentazione slitta alla fine di gennaio, va deciso il partner industriale

Ci vorranno mesi per ridisegnare il progetto Castello e per progettare la Mercafir 2. E ci vorranno anni per arrivare all’appalto dei lavori

Stadio alla Mercafir, arrivederci al nuovo anno. La presentazione del progetto slitta almeno a fine gennaio. Motivo? Di sicuro la Fiorentina ha pronto il progetto del nuovo impianto ma non ancora quello della cittadella. Ovvero, della parte commerciale che nei piani finanziari viola dovrebbe sostenere economicamente gli investimenti sul nuovo stadio: «La presentazione ci sarà credo a fine gennaio», dice il presidente onorario Andrea Della Valle. La Fiorentina, del resto, non ha ancora selezionato il partner industriale con cui condividere gli oneri di realizzazione: a quanto pare sarebbero tre i gruppi interessati ad investire nel capoluogo toscano. Ma la Fiorentina non ha ancora scelto. E fino a che non sarà stato selezionato il partner, è chiaro che la cittadella commerciale non potrà assumere una conformazione precisa.

La strada per il trasferimento dei mercati generali è ancora lunga. Ci vorranno mesi per ridisegnare il progetto Castello e per progettare la Mercafir 2. E ci vorranno anni per arrivare all’appalto dei lavori e alla loro conclusione. Motivo per cui un rinvio di uno o due mesi per la presentazione del progetto non sposta la tabella di marcia. Solo a mercato trasferito l’area Mercafir diventerà del resto disponibile. Una volta presentato il progetto, è vero, c’è da fare il progetto esecutivo e c’è anche da lanciare la gara del ‘project-financing’ per aggiudicare lavori e gestione del nuovo stadio. Per avere il nuovo mercato però non c’è solo da fare un appalto, si deve pure attendere la realizzazione (…).

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/15/16, 18:59
Stadio alla Mercafir, tre anni prima di poter iniziare i lavori: la situazione

Finché non sarà trasferita la Mercafir i lavori per stadio ed opere connesse non potranno iniziare…

Arriva il progetto dello stadio? Sì, no, forse… Nelle ultime settimane si sono rincorse dichiarazioni e notizie di stampa riguardo la data della presentazione della Cittadella Viola, fino a quando, martedì scorso, il Presidente onorario della Fiorentina Andrea Della Valle ha spiazzato tutti: “La presentazione sarà, credo, alla fine di gennaio – ha spiegato ADV – forse ci sarà una cosa tecnica (prima, ndr), perché si tratta di cose burocratiche. Nei dettagli, nella parte visiva (da mostrare alla stampa, ndr) lo faremo ad anno nuovo”. Insomma: la ACF Fiorentina dovrebbe rispettare il termine del 31 dicembre per presentare le carte a Palazzo Vecchio (come ribadito nella delibera di Giunta del 1 marzo 2016) e solo ad anno nuovo illustrarne i dettagli in un incontro congiunto col Comune. Ieri ha fatto eco alle parole di ADV, il Sindaco di Firenze Dario Nardella: “sarà presentato a gennaio – ha detto il Primo cittadino rispondendo in merito – . Mi è stato comunicato da Andrea Della Valle”. Uno slittamento, ha spiegato Nardella, legato a “una serie di esigenze prevalentemente comunicative”. Per questo “non sono preoccupato e francamente non c’è nulla di cui preoccuparsi”. Anche perché, ha concluso Nardella, “tra il Comune e la Fiorentina c’è sintonia totale. Se dopo 20 anni di attese finalmente possiamo parlare concretamente del nuovo stadio non è il mese, i due, o i tre mesi in più che ci spaventano”.

La data, comunque, non è ancora svelata, come non è chiaro quali carte avrà in mano il Comune. L’edizione de La Repubblica di ieri, in un interessante e circostanziato articolo, ipotizza che le progettazioni della parte commerciale e turistico-ricettiva siano ancora in fase di definizione, poiché la Società dei Della Valle deve ancora individuare i partner finanziari.
Eppure sembrava che entro il 2016 tutto dovesse andare secondo quanto prevedono le norme. Una lunga serie di dichiarazioni pubbliche che, addirittura, annunciavano un anticipo sui tempi.
“Alla fine del 2016 dovremmo vedere il primo iter burocratico per lo stadio definito – dichiarava il presidente operativo ACF Cognigni il 21 luglio scorso da Moena – stiamo lavorando per far sì che quello che era solo in uno schizzo si possa tramutare in qualcosa di più concreto”. Il giorno seguente toccò ad Andrea Della Valle: “Comincio a respirare ottimismo” – affermò, pur lamentandosi dei tempi della burocrazia (dimenticandosi che la Società viola chiese ed ottenne istanza di proroga per la presentazione del progetto definitivo di stadio ed opere connesse). A fine estate parte della stampa lancia reiteratamente l’ipotesi che il progetto definitivo arrivi prima del 31 dicembre e il 1 ottobre Cognigni rilancia: “Per quanto ci riguarda stiamo definendo gli ultimi dettagli per quello che secondo me entro fine anno dovrebbe essere presentato come progetto definitivo per il futuro stadio della Fiorentina”. Ancora Cognigni il 17 novembre: “Stadio? Nel futuro immediato c’è la presentazione del progetto per il nuovo impianto, con molti più comfort. Speriamo che i tempi burocratici ci diano una mano”.
Quando siamo alle porte coi sassi, ad inizio dicembre, inizia l’incertezza. Viene smentita la data ipotizzata per il 10 dicembre a causa dell’impegno di Nardella che deve essere ricevuto dal Papa, ADV il 4 dicembre parla di “Natale o anno nuovo” e poche ore fa la certezza: si va al 2017.

Quando? Non si sa.

Visto che la realizzazione della Cittadella Viola è prevista nell’attuale sede della Mercafir, è evidente che finché la stessa non sarà ricollocata non potranno iniziare i lavori per il nuovo stadio con annessi e connessi. Il Comune ha individuato nella parte Nord dei terreni di Castello la futura sede dei mercati generali di Firenze (dove sarà ricostruita a prescindere dalla questione stadio), ma la trattativa con Unipol (proprietaria dei terreni) potrà subire un’accelerata solo quando sarà definita la questione nuovo aeroporto. Il tempo, pertanto, non manca, ma è altresì vero che la burocrazia impone il rispetto di quanto indica. Ecco perché entro il 31 dicembre ACF Fiorentina dovrà produrre qualche documento. La normativa in materia richiederebbe la presentazione di un progetto definitivo (comprendente l’intero progetto), ma potrebbe essere presentata un’ulteriore istanza motivata di proroga. L’ultima ipotesi è che entro la scadenza la Società viola consegni solo parte di quanto impongono le norme e che a quel punto, visto che i tempi non sono stretti, il Comune (una volta esaminato quanto presentato) ricordi ad ACF che per i successivi atti di assenso e l’indizione della Conferenza dei Servizi decisoria (come stabilisce la L.147/2013 art. 1 comma 304 lettera b) sia necessario integrare con ulteriore documentazione quanto consegnato, affinché siano soddisfatte tutte le imprescindibili prescrizioni.

Attendiamo fiduciosi, viste le premesse, il tempo al Comune per valutare ciò che proporrà ACF Fiorentina non mancherà. Finché non sarà trasferita la Mercafir i lavori per stadio ed opere connesse non potranno iniziare. Per ultimare la ricollocazione dei mercati generali di Firenze, tra accordi con Unipol, variante urbanistica, progettazioni, gare di appalto e costruzione, saranno necessari almeno tre anni.

Donato Mongatti – ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/23/16, 21:12
Nuovo stadio, a gennaio la presentazione del progetto. ADV: “Sarà una cosa molto bella”

Sul tema stadio ieri è arrivata anche la conferma di Andrea Della Valle sul fatto che la presentazione del progetto avverrà a gennaio. Queste le parole nel post gara del Patron viola: “Nei prossimi giorni consegneremo al comune di Firenze il progetto per il nuovo stadio perché c’è una scadenza tecnica, poi la presentazione la faremo a fine gennaio.

Stiamo preparando una cosa molto bella perché la città e tutti i nostri tifosi, dopo tanti anni, devono vedere bene questo progetto cosa sarà, spiegheremo nei minimi dettagli di cosa si tratta. Mi sono preso un mese, un mese e mezzo in più per la presentazione del progetto perché voglio che tutta la città sappia in cosa consiste questo stadio – ha aggiunto Andrea Della Valle -. Sarà una bella cosa per tutti”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/28/16, 22:55
Cittadella Viola – La Fiorentina ha consegnato le carte, tutti gli sviluppi

La situazione riguardo le carte per il nuovo stadio di Firenze

La Fiorentina, come Il Sito di Firenze.it, oggi ha consegnato al Comune di Firenze le carte riguardo il progetto del nuovo stadio e la cittadella viola, rispettando, quindi, il termine del 31 dicembre 2016 stabilito dalla delibera di giunta dello scorso primo marzo 2015. A fine gennaio, secondo quanto dichiarato dal presidente Andrea Della Valle, ci dovrebbe essere la presentazione alla stampa.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/16, 19:55
Ass. Perra: “La Fiorentina ha consegnato il progetto. Lavori dal 2019, la prima partita…”

Lorenzo Perra, Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze ha parlato a Lady Radio delle ultime sul nuovo stadio: “Ieri sera l’Acf Fiorentina ha depositato il progetto per il nuovo stadio. Adesso inizia il processo per l’analisi della documentazione che avverrà nei primi quindici giorni del 2017, poi verrà convocata una conferenza dei servizi per discutere il progetto presentato. La conferenza avrà a disposizione 120 giorni ulteriori e verrà decisa una variante urbanistica dopodiché ci sarà un bando pubblico. Diciamo che il 2017 può essere l’anno per il completamento dell’iter burocratico, il 2018 l’anno del bando, mentre nel 2019 possiamo avere l’inizio della costruzione dei lavori, congiuntamente allo spostamento della Mercafir. Sbilanciandoci la prima partita nel 2021”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/16, 20:19
Ass. Vannucci a VN: “Stadio alla Mercafir gioverà a Firenze. I tempi? Nel 2021…”

Non più soltanto parole, parole e parole. Il 28 dicembre 2016 la Fiorentina ha consegnato al Comune di Firenze il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo stadio nell’attuale area Mercafir. Violanews.com ha intervistato in esclusiva Andrea Vannucci, Assessore allo Sport del Comune di Firenze:
 
Assessore, è stato fatto un bel passo avanti per il nuovo stadio.
“Sì, è vero. In Comune eravamo sicuri che la Fiorentina presentasse il progetto nei tempi stabiliti. I contatti sono sempre stati costanti e proficui e anche le rassicurazioni da parte dai massimi vertici societari non sono mai mancate. Personalmente ho sempre avuto fiducia e prima di me anche il Sindaco Nardella”.

Il nuovo stadio con le strutture annesse farebbe bene anche alla città di Firenze…
“Si tratta di una grande opera, sia noi che la Fiorentina abbiamo sempre avuto l’obiettivo di volerla mettere in pratica”.

Come sarà la nuova casa della Fiorentina? Si parla di 40.000 posti a sedere…
“Il progetto è in mano agli uffici tecnici del Comune ed entro gennaio verranno fatte le prime valutazioni e analisi. L’iter prevede la conferenza dei servizi, la variante urbanistica e poi il bando per il project financing. Sono tappe burocratiche necessarie”.

L’opera che nascerà a Firenze permetterà al club di ridurre il gap con i club più grandi?
“Sì, diciamo che così si pongono le giuste condizioni per ottenere questo risultato. In Italia ma soprattutto in Europa ci sono esempi virtuosi di stadi di proprietà e dei benefici che hanno generato. Nel frattempo ci auguriamo che la squadra della nostra città continui a stare insieme alle grandi del calcio italiano”.

I tifosi viola quando possono aspettarsi il primo calcio di inizio?
“Inizialmente, come ho detto, ci sono dei tempi tecnici e burocratici da rispettare. In seguito cominceranno i lavori e l’opera da realizzare richiederà un certo impegno. Ad oggi, senza intoppi, si può ipotizzare che il 2021 potrà essere l’annata giusta per vedere il primo calcio di inizio”.

Stefano Rossi
@StefanoRossi_
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/16, 15:45
Nuovo stadio: ecco l’iter burocratico. Resta da sciogliere il nodo mercato ortofrutticolo

Lo spostamento del mercato a Castello sarebbe la mossa che metterebbe d’accordo grossisti, club viola e Palazzo Vecchio

Focus sulla questione stadio stamattina sul Corriere Fiorentino. Dopo la presentazione del progetto, ecco quale sarà l’iter burocratico. Il responsabile del procedimento per il Comune (Giacomo Parenti), assieme alla commissione dell’amministrazione, dalla prossima settimana attiverà l’istruttoria della documentazione presentata (fino ad allora i plichi, di colore rigorosamente viola, resteranno chiusi).

La procedura utilizza le norme introdotte con la Finanziaria 2014 che accorcia i tempi permettendo che il progetto definitivo approvato in conferenza dei servizi valga anche come variante urbanistica. Il primo passo dopo la verifica formale del materiale viola sarà la verifica nel merito dei progetti e del piano finanziario, con eventuali richieste di integrazione da parte dell’amministrazione. Poi ci sarà la conferenza di servizi (con al tavolo anche la Regione e i comuni limitrofi a Firenze), quindi l’indizione della gara di costruzione e gestione della cittadella viola prevista dalla procedura di project financing e infine la sua aggiudicazione.

Costi a parte, è lo spostamento del mercato ortofrutticolo che preoccupa la Fiorentina, che ovviamente vorrebbe avere tempistiche certe (i Della Valle spererebbero di giocare nel nuovo stadio nel 2020) per poter presentare il progetto definitivo ai partner finanziari già contattati dal presidente Cognigni. Palazzo Vecchio comunque ha già iniziato la procedura per modificare il piano di Castello – oggi l’are è di proprietà Unipol – con una delibera che dice che quel piano non ha più l’interesse pubblico e che potrà portare, con il consenso di Unipol, a trasferire la Mercafir proprio nell’area di Castello. Sarebbe la mossa che metterebbe d’accordo grossisti, club viola e Palazzo Vecchio. E che darebbe il via libera ai lavori alla Mercafir.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/16, 16:13
CorFio: col nuovo stadio, un top player all’anno

In Europa lo stadio di proprietà è ormai diventato consuetudine e anche in Italia ha già dimostrato di essere un valore aggiunto

“Lo stadio nuovo ci porterebbe un valore aggiunto da 15 milioni l’anno”. Seduto al sole di Slonicco, fu il presidente viola Mario Cognigni a spiegare l’importanza del progetto Mercafir – scrive stamattina Il Corriere Fiorentino -. In pratica un potenziale grande acquisto per ogni stagione. Quarantamila posti tutti a sedere, più un’area commerciale che possa restare attrattiva per l’intera settimana, tra museo viola, negozi, cibo e molto altro ancora. Il nocciolo della questione però sarà far presto. In Europa lo stadio di proprietà è ormai diventato consuetudine e anche in Italia ha già dimostrato di essere un valore aggiunto.

Anticipare società come Roma, Napoli, Inter, Milan e Lazio, sarebbe fondamentale per guadagnarsi un vantaggio sulla concorrenza. Nei conti economici e sul campo. La Juventus, in questo senso, insegna con l’aumento dei ricavi di quali il 30% dall’apertura dello Stadium. Diverso il discorso della Dacia Arena, quasi sempre vuota anche perché i Pozzo da tempo hanno smesso di investire sulla loro squadra. A Firenze però sarebbe diverso. Da una vita infatti i tifosi viola aspettano di godersi un impianto comodo, facilmente raggiungibile e soprattutto coperto. I Della Valle puntano in alto, cercano investitori esteri e giurano di voler restare a lungo: il ritorno del posto Champions sarà un ulteriore stimolo a investire. Anche perché l’attuale posizione in classifica e un Franchi sempre più vuoto, non piacciono a nessuno.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/16, 16:28
Nardella: “Nuovo stadio? Compiaciuto per la presentazione del progetto. Ora via alla valutazione”

“Mi compiaccio del fatto che la Fiorentina sia riuscita a presentare il progetto per il nuovo stadio a Firenze entro i termini stabiliti, a questo punto gli uffici provvederanno alla valutazione e sono altrettanto felice che con Della Valle saremo pronti alla sua presentazione alla città”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, commentando la presentazione avvenuta poco più di 24 ore fa da parte della Fiorentina del progetto per la costruzione del nuovo.

E a chi gli ha chiesto se nella documentazione presentata dal club gigliato vi sia prevista oltre alla edificazione di un nuovo impianto calcistico, anche una cittadella, con strutture commerciali ed urbanistiche, il sindaco di Firenze ha aggiunto: “Ad oggi non sono in grado di fare valutazioni, perché il progetto è arrivato appena 24 ore fa e quindi qualunque tipo di commento lo faremo viste tutte le tavole, tutte le schede”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/31/16, 01:16
L’esperto: “Bene il nuovo stadio, ma non garantisce i ricavi”

Il giornalista di Affari & Finanza: “Il nuovo stadio può dare tanto. La Fiorentina fattura meno di cento milioni di euro. Con uno stadio di proprietà e attività connesse si può arrivare anche a 120-125 milioni”

Luigi Dell’Olio, giornalista di Affari & Finanza, ha parlato così a Radio Blu del nuovo stadio della Fiorentina: “Il nuovo stadio può dare tanto. La Fiorentina fattura meno di cento milioni di euro. Con uno stadio di proprietà e attività connesse si può arrivare anche a 120-125 milioni. Le entrate del Bordeaux, al cui stadio si ispira la Fiorentina, sono tra i 15 e i 20 milioni di euro. Pensiamo alla Juve: dal vecchio Delle Alpi incassava 11 milioni, ora è arrivata a 50.

Realizzare una struttura del genere richiede circa tre anni, non si tratta di un impianto particolarmente complesso. Attenzione a non dare tutto per scontato perché tutti dicono che in Italia il primo stadio di proprietà è stato quello della Juve. Non è così, il primo è stato quello della Reggiana, lo stadio Giglio. Con quest’ultimo c’è stato un investimento sullo stadio, ma non sul centro commerciale. La squadra ha iniziato ad andare male, lo stadio si è svuotato e senza un museo della squadra e un centro commerciale il proprietario si è trovato con un debito che ha faticato a ripianare. Questo per dire che lo stadio va programmato con altre fonti di ricavo. A Torino, per esempio, c’è un centro commerciale molto grande. Non è lo stadio in sé che garantisce i ricavi”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/01/17, 18:04
Nardella: “Stadio? In pochi ci credevano e invece fatto il primo passo”

Il sindaco ha parlato oggi al TGR

Da anni i Della Valle cercano la strada buona per realizzare il nuovo stadio della Fiorentina ed il contorno commerciale e pochi giorni fa è stato presentato in Comune un nuovo progetto, relativo all’area nord della città di Firenze. Il Sindaco Dario Nardella ha commentato così questa iniziativa al Tgr: “E’ un passo in avanti, un punto positivo del bilancio 2016, in pochi ci credevano e invece è stato fatto. La Fiorentina ha presentato il progetto, ora valuteremo il livello di questa progettazione dopodiché andremo avanti con la variante urbanistica che libererà a Castello quell’area necessaria per la realizzazione dei mercati generali. I due percorsi vanno insieme, la progettazione dello stadio e dall’altro lato l’individuazione del terreno e la creazione dei nuovi mercati. Sono due opere necessarie che danno un volto nuovo a tutto il quadrante nord-ovest della città di Firenze”. (calciomercato.com)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/03/17, 16:41
Spazi per bambini, esterno stile Allianz, curva Fiesole e Ferrovia: tutto sul nuovo stadio

In attesa della presentazione del progetto attesa per la fine di gennaio, ecco alcuni dettagli su come sarà il nuovo stadio della Fiorentina

Su La Nazione si parla del nuovo stadio della Fiorentina e di come sarà, in attesa di vedere la presentazione entra la fine di gennaio. L’interno – leggiamo – sarà confortevole e più bello del nuovo Matmut-Atlantique di Bordeaux, l’esterno invece sarà molto simile all’Allianz Arena di Monaco: un ciambellone di design hi-tech. Ma attenzione, perché sulla coperta esterna potrebbero arrivare sorprese, anche all’ultimo minuto. Per un archistar di fama internazionale, qualcuno come Norman Foster la cui vela dei Macelli è sempre più piegata all’addio, servirebbero forse troppi soldi. Ma chissà.

Poltrone comodissime e viola, ovviamente. Quarantamila posti sistemati su due anelli che, giurano, permetteranno una visuale da brivido. Scongiurato l’effetto San Siro, con gli anelli superiori che si accavallano a oscurare lo sguardo verso l’alto. Le curve manterranno i nomi di Fiesole e Ferrovia, anche se a Novoli si guarda Monte Morello, non si tradisce. Anche una delle due tribune resterà Maratona, pur senza torre.

Il nuovo stadio di Firenze sarà un family stadium: perché in ogni settore, dalle curve alle tribune, ci sarà un kindergarten dedicato ai bambini più piccoli che non possono essere interessati alla partita e ai bambini un po’ più grandicelli che invece la potranno seguire in sicurezza e divertimento. La formula family varrà anche per il centro commerciale e per gli altri eventi organizzati alla cittadella.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/18/17, 16:09
Nardella e il nuovo stadio: “Presentazione del progetto? C’è già stato il sopralluogo”

Ospite di Lady Radio per parlare con i cittadini, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche della questione nuovo stadio: “La data di presentazione del progetto? La deve dare la Fiorentina, ma siamo vicini, hanno già fatto anche il sopralluogo a Palazzo Vecchio. Sul tema dello stadio nuovo, o falliamo tutti o vinciamo tutti. Con la famiglia Della Valle e con Cognigni, c’è una grande intesa, le esigenze della Fiorentina verranno rispettate”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/19/17, 19:14
VIDEO – Nardella a Rtv38: “A breve presenteremo il progetto dello stadio”

L’intervista con il Sindaco di Firenze andato in onda oggi su Rtv38

“Mai come ora siamo stati vicini ad un nuovo stadio. La presentazione ufficiale del progetto avverrà fra la fine di gennaio e i primi di febbraio”. Così il Sindaco Dario Nardella nel corso di un’intervista andata in onda oggi su Rtv38 che vi proponiamo in questo video.


Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/27/17, 18:44
Presentazione progetto stadio Fiorentina, fissata e disdetta 3 volte la data: la situazione

La Società viola aveva già fissato tre volte la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio ma tutto è stato rimandato. La presentazione non prima dell’8 febbraio

Dicembre, regalo di natale, gennaio, fine gennaio… Dallo scorso novembre le dichiarazioni sulla presentazione alla stampa del progetto per il nuovo stadio della Fiorentina si sono rincorse, oramai siamo a fine mese ma una data certa ancora non c’è.
Quel che è sicuro, invece, è che non sono sorti problemi tecnici, ma semplicemente organizzativi. La Società viola aveva già fissato tre volte la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio per l’evento, ma gli impegni di coloro che devono partecipare all’illustrazione della nuova casa della squadra gigliata hanno causato i rinvii. Sindaco, Proprietà viola e progettisti hanno impegni improcrastinabili e quindi “accordare i suoni” non è semplice. Quel che è certo, ad oggi, è che si andrà a dopo l’8 febbraio, non prima, ma con dietro l’angolo le sfilate di Milano Moda Donna che inizieranno pochi giorni dopo.
La curiosità di vedere come potrebbe essere il nuovo stadio è tanta nei tifosi, ma da parte della Società gigliata c’è la consapevolezza che finché non sarà trasferita la Mercafir (nei terreni di Castello) si potrà fare ben poco. Il tempo non manca e qualora la documentazione prodotta non rispecchiasse le prescrizioni per ottenere i successivi atti di assenso del percorso per arrivare al sì definitivo, si potrà integrarla senza posticipare la posa della famosa “prima pietra”.
Intanto tra pochi giorni arriverà in Giunta la relazione dell’analisi della documentazione che ACF ha consegnato agli uffici di Palazzo Vecchio rispettando la scadenza del 31 dicembre 2016 (fu recapitata il 28 dicembre).

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/30/17, 20:12
Nuovo stadio, ass. Perra: “Verifica del progetto in corso. Avviata variante per trasferire Mercafir”

L’analisi della documentazione relativa al progetto del nuovo stadio della Fiorentina da parte dei tecnici del Comune di Firenze è ancora in corso. Contestualmente, mentre il Ministero e la Regione Toscana hanno avviato l’analisi della valutazione d’impatto ambientale per il nuovo aeroporto di Firenze, è avviata dal Comune la procedura di variante urbanistica per trasferire la Mercafir nei terreni di Castello, affinché si liberi l’attuale sede dei mercati generali fiorentini e si possa fare spazio al progetto presentato dalla Società Viola. È quanto emerge dalla risposta dell’Assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra a una domanda del Capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra Tommaso Grassi nel Consiglio Comunale odierno.

“ACF Fiorentina – ha detto Perra rispondendo a Grassi – ha consegnato in data 28/12/2016 al Comune di Firenze la documentazione relativa al progetto del nuovo stadio. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto destinato in modo prioritario agli eventi sportivo-calcistici con capienza di circa 40.000 posti a sedere, garantendo nel contempo una flessibilità in modo da consentire l’utilizzo anche per eventi non sportivi. Il Responsabile Unico del Procedimento ha attivato l’istruttoria della documentazione presentata al fine di definire la prosecuzione della procedura attivata da ACF Fiorentina che è in corso. Non appena avrà finito anche la commissione (l’analisi della documentazione presentata, ndr), daranno al proponente le dovute eventuali risposte oppure procederanno alla messa in gara della proposta ricevuta”.

“Il Comune – ha detto Perra rispondendo in merito al secondo punto del QT di Grassi riguardo la nuova pista dell’aeroporto – non partecipa al procedimento relativo all’autorizzazione di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale, ndr). Abbiamo preso coscienza del fatto che la commissione tecnica ha approvato la VIA che in questo momento è alla firma dei due ministeri, MIBACT e Ministero dell’Ambiente. È la competenza del Ministero dell’Ambiente che ha effettuato un’istruttoria con la Regione Toscana, non è il Comune di Firenze che siede nelle riunioni”.

“Il Comune – ha concluso Perra – non ha ricevuto comunicazioni in merito all’acquisto dell’area di Castello. Cosa diversa è l’avvio della variante di Castello (per accogliere il trasferimento della Mercafir, ndr) che è in corso e in questo momento il Comune sta redigendo anche attraverso dei confronti tecnici con la controparte oggi proprietaria, ovvero NIT, dell’area in questione”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/31/17, 18:52
Grassi (Firenze riparte a sinistra): “Stadio, Mercafir, Castello e aeroporto: tutto tace”

Il commento del capogruppo di Firenze riparte a sinistra

“Stadio, Mercafir, Castello e aeroporto: tutto tace. Nessuna nuova, buona nuova? Così dice un vecchio proverbio, peccato che sia solo un modo di dire”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta le parole dell’assessore Perra. E aggiunge: “Abbiamo chiesto a che punto è l’amministrazione. E al massimo abbiamo appreso che stiamo aspettando la VIA dal ministero per l’aeroporto, e lo sapevamo già, che per lo stadio si procede, ma come non è dato sapere, e che per la Mercafir tutto il discorso è legato al suo spostamento in virtù della realizzazione del nuovo complesso della Fiorentina. Quindi? Nessuna novità”. “Non ci stancheremo di interrogare e chiedere. Troveremo sempre le porte sbarrate o il sindaco Nardella prima o poi sarà costretto a rendere conto a Firenze? Chiediamo – conclude Grassi – serietà e rispetto verso la cittadinanza. Così non è possibile andare avanti”.

Comune di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/03/17, 14:03
Presentazione progetto Mercafir, a metà febbraio sarà la volta buona?

L’appuntamento per presentare il progetto del nuovo stadio alla città potrebbe essere tra poche settimane

La data continua a slittare e il motivo, a quanto fanno sapere gli interessati, sarebbe di natura logistica. Cioè la difficoltà di coniugare gli impegni dei tanti soggetti coinvolti. Fatto sta che la presentazione del progetto del nuovo stadio con annessa Cittadella non è ancora stato organizzato dopo che ADV lo aveva annunciato per il mese di gennaio (e dopo che in precedenza se n’era parlato già per dicembre). Secondo quanto scrive stamattina La Gazzetta dello Sport, il nuovo appuntamento potrebbe essere a metà febbraio con una presentazione dei fratelli Della Valle insieme al sindaco Dario Nardella. Un progetto che nei piani della Fiorentina darà un’ulteriore spinta a tutto il pianeta viola.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/03/17, 19:17
Vannucci: “Noi lavoriamo con la Fiorentina per lo stadio. A Roma invece…”

La frecciatina dell’assessore allo sport di Firenze Andrea Vannucci

“L’amministrazione comunale di Firenze ha fatto e sta facendo un lavoro molto serio fianco a fianco con la Fiorentina per arrivare in fondo a questo progetto di trasformazione della città in cui lo stadio è il fulcro. A Roma invece da quanto risulta dalla nota diffusa dalla regione Lazio mi sembra che i presupposti siano ben diversi e mi dispiace per i cittadini romani perché la costruzione di uno stadio è una grandissima occasione per la città prima di tutto per la città, in termini di lavoro, di opportunità che si possono creare e di indotto, ed anche per la squadra”. Lo ha detto l’assessore allo sport Andrea Vannucci, a margine della presentazione della manifestazione sportiva ‘Piaggelliadi’, commentando la bocciatura avvenuta a Roma del progetto per il nuovo stadio presentato dal club giallorosso guidato da James Pallotta. “A Firenze stiamo svolgendo un lavoro per la costruzione di un nuovo stadio di serietà, di concretezza e facendo le cose per bene, anche se in tempi che magari non sono quelli auspicati da me per primo-ha aggiunto Andrea Vannucci. L’importante è arrivare in fondo con un risultato che faccia tanto bene a Firenze e alla Fiorentina. Mi auguro che il risultato fra Firenze e Roma sul fronte della costruzione di un nuovo stadio, si ripeta anche sul campo martedì prossimo nella gara di campionato e si vada avanti noi e non i giallorossi”. A riportarlo è l’agenzia Italpress.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/10/17, 18:27
Repubblica, Il mistero dello stadio: il progetto è depositato, la presentazione slitta

Solo questione di agende, di trovare l’incastro giusto tra il sindaco Nardella e il presidente Andrea Della Valle che è impegnato con la Tod’s per le settimane della moda», spiegano dal club. «Tra fine febbraio e inizi di marzo», aggiungono. In pratica annunciando un altro slittamento. L’ennesimo, come fosse ormai quasi una maledizione, in questa singolare vicenda che si trascina ormai da 3 mila giorni e ora si tinge pure di misteri, freddezze, dubbi. (…) Secondo gli analisti sportivi la Fiorentina non ha ancora trovato gli investitori pronti a sviluppare la cittadella commerciale e alberghiera che dovrebbe nascere intorno allo stadio Mercafir, e certo questo potrebbe influire. Esponenti di rilievo della politica cittadina segnalano invece un imbarazzo di fondo a rallentare la macchina. Ancora una volta riguarda Castello, i famosi terreni aldilà del viale XI Agosto dove ai tempi di Domenici i Della Valle ipotizzarono di costruire la nuvola di Fuksas: chi compra quei terreni per farci il mercato ortofrutticolo destinato a spostarsi da Novoli? Ancora lontana un’intesa formale con Unipol sul prezzo. E ancora non è stata raggiunta nessuna intesa con la società viola su questo fronte. I grossisti della Mercafir – raccontano – continuano a lavorare considerando molto lontana l’ipotesi di un trasloco. Di rinvio in rinvio, in effetti, come dargli torto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/11/17, 00:26
Stadio alla Mercafir: questi tremila giorni di metafisica

La squadra perde? Tranquilli: un giorno avremo lo stadio nuovo e con quello colmeremo il gap con le grandi…

Quello presentato in una mattina di settembre del 2008. C’era Diego. E c’era Andrea. E il sindaco Domenici e tutti i suoi possibili successori, cioè i candidati alle primarie del Pd che applaudivano entusiasti. Facce lontane, sfocate. A parte quella di Renzi, che con Diego va a pranzo otto anni dopo, forse per parlare proprio di quella creatura mitologica capace di trasformarsi come Gig Robot d’acciaio per salvare i sogni dell’avvilito popolo viola. La squadra perde? Tranquilli: un giorno avremo lo stadio nuovo e con quello colmeremo il gap con le grandi. Dal mercato non arriva nessuno o quasi? E dai sorridi, che per il nuovo stadio ci siamo quasi. Lo dicono tutti: «Mai stati così vicini», «Siamo sempre in stretto contatto». Da una parte il sindaco Nardella, dall’altra la Fiorentina. Il problema è che nel frattempo è cambiata la location (da Castello a Mercafir) e si sono ristretti gli ettari. Addio parco tematico, addio a un sacco di ideone. Da 80 a 40, mica poco. Ma questa è l’unica possibilità, sempre che qualcuno metta i soldi per spostare la Mercafir a Castello. Già. Lo scrive Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/17, 16:43
Stadio, Perra conferma: “Il 10 marzo finisce la prima fase”. L’inizio del cantiere…

Le ultime sul nuovo stadio con l’assessore all’urbanistica Perra

Su La Nazione si parla del nuovo stadio della Fiorentina e della data del 10 marzo, quella giusta per la presentazione del progetto: “Per il 10 marzo la prima fase dovrebbe essere terminata – spiega l’assessore all’urbanistica Lorenzo Perra (almeno fino ad oggi)”. Il progetto che sarà illustrato il 10 marzo prevede un impianto destinato prima di tutto agli eventi sportivi calcistici con capienza di circa 40.000 posti a sedere, garantendo però una certa flessibilità, in modo che la struttura possa essere utilizzata anche per eventi non sportivi. Ma prima di cominciare davvero i lavori ci vorranno almeno un paio di anni.

«TUTTO il 2017 servirà probabilmente per completare l’analisi della documentazione e l’iter burocratico – prosegue Perra – . Dopodiché, trattandosi di un project, il Comune dovrà procedere alla pubblicazione del bando di concorso che, in ogni caso, consente all’Acf Fiorentina il diritto di prelazione su ogni offerta». L’avvio del cantiere è programmato per il 2019 e comprende lo spostamento della Mercafir. Se la tabella di marcia sarà rispettata, si può sperare di vedere la Fiorentina giocare la prima partita nel nuoco campo per il campionato del 2021-22. Questo almeno se l’iter non troverà grossi ostacoli. Intanto, in attesa dei rendering, si sa che il nuovo stadio dovrebbe assomigliare all’impianto sportivo di Bordeaux, e che complessivamente sarà un investimento da circa 450 milioni di euro su un’area di 30 ettari.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/15/17, 19:38
Nuovo stadio: Unipol ricorre contro lo spostamento di Mercafir a Castello

Arriva un Intoppo sulla questione nuovo stadio della Fiorentina

Intoppo sulla questione nuovo stadio della Fiorentina. Come è noto la Società viola ha presentato un progetto per realizzare stadio e cittadella nell’attuale area occupata dalla Mercafir.

Dal 7 gennaio 2015, data nella quale Palazzo Vecchio dichiarò la pubblica utilità del progetto dei Della Valle, il Comune è alla ricerca di un terreno per spostare i mercati generali di Firenze che, di fatto, vengono “sfrattati” dal progetto stadio. L’ultima soluzione, dopo numerosi tentativi andati a vuoto per questioni di oggettiva incompatibilità, è quella di trasferire la Mercafir nei limitrofi terreni di Castello. La soluzione ha raccolto il gradimento dei grossisti e Palazzo Vecchio, nei mesi scorsi, ha approvato una variante di indirizzo che di fatto va ad azzerare il piano urbanistico esecutivo (PUE) dei terreni di Castello di proprietà Unipol, poiché compromessi, nella possibilità di edificare quanto stabilito in passato, dal masterplan del nuovo aeroporto.

Palazzo Vecchio ha iniziato l’avvio della variante urbanistica per dare una nuova casa al Centro Alimentare Polivalente (CAP), ma da poche ore è ufficialmente arrivato il primo intoppo: il Consorzio per l’attuazione del Piano urbanistico esecutivo di Castello (Società controllata dal gruppo Unipol) ha presentato ricorso al TAR sulla revisione del PUE di Castello. Il ricorso è arrivato sulle scrivanie di Palazzo Vecchio, nonché della Regione, ENAC, ACF Fiorentina e dei soggetti interessati. Nello specifico il ricorso è per l’annullamento “della deliberazione della Giunta Comunale di Firenze…avente ad oggetto Piano Urbanistico Esecutivo Castello – atto di indirizzo per l’elaborazione di variante al PUE… e di tutti gli altri atti presupposti, connessi e/o consequenziali, ancorché non richiamati o conosciuti dai ricorrenti”.

Il Consorzio sostiene di avere in mano le concessioni con la validità ancora in essere, mentre sulla questione aeroporto non c’è ancora nulla di definitivo. Per questi motivi non ci sarebbero le condizioni affinché il Comune di Firenze possa rivedere il PUE, visto che, dal punto di vista giuridico, urbanisticamente la situazione è rimasta la stessa. Per questi ed altri motivi si sostiene “l’illogicità, la carenza di motivazione e la carenza del presupposto stesso per l’adozione di una variante al PUE vigente”.

Donato Mongatti – ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/16/17, 16:00
Nuovo stadio, Perra (ass. urbanistica): “La procedura di Unipol è dovuta”

Il 10 marzo si terrà la presentazione del progetto del nuovo stadio

Ieri vi abbiamo riportato la notizia sull’intoppo sulla questione del nuovo stadio. Su La Nazione troviamo un virgolettato di Lorenzo Perra, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze: “Il Consorzio ci ha sempre detto che avrebbe impugnato le delibere davanti al Tar. L’avevo già fatto presente anch’io in Consiglio comunale, così come lo avevo preannunciato all’assemblea della Mercafir, che è assai interessata a questo passaggio. Ma è una procedura dovuta quella di Unipol. Come mi è stato ribadito più volte, essendo una società quotata in borsa, fin tanto non sarà avvenuto davvero la modifica del Pue, per loro c’è la necessità di tutelarsi con il ricorso al Tar. La linea dei ricorsi di Unipol non significa che non siano disponibili ad intavolare una riflessione tecnica e operativa sul da farsi – prosegue Perra – che è poi quella che stiamo portando avanti da mesi. Con il nuovo ricorso, in sostanza, non si entrerebbe in una nuova fase “dove è cambiato o dove si è rotto qualcosa. Il punto è che nel diritto amministrativo esiste il principio dell’acquiescenza, per cui se a un certo momento smetti di tutelare i tuoi interessi, è come se tu facessi decadere le obiezioni fatte precedentemente”.

Il gesto di Unipol, quindi, non sarebbe da leggere come un segnale di preclusione. “Anzi, ci hanno sempre confermato questa linea nonostante si siano messi a discutere con noi nel merito delle eventuali modifiche al Pue – conclude – . C’è una riflessione molto avanzata, perché siamo entrati nel merito delle questioni. La volontà resta sempre quella di raggiungere un punto di arrivo”.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/17/17, 14:15
Perra: “Ricorso Unipol? La cittadella viola non si tocca”

L’assessore all’urbanistica di Firenze torna a parlare della vicenda relativa al nuovo stadio e al ricorso di Unipol per l’area Castello

L’assessore all’urbanistica di Firenze Lorenzo Perra torna a parlare della vicenda Castello e del ricorso al Tar di Unipol. Viene confermato come questo non sia un “elemento di novità. E’ solamente un atto dovuto – leggiamo su La Nazione – da parte di una società quotata in borsa che ha necessità di tutelarsi anche rispetto agli azionisti. Che sia così lo dimostra il fatto che non è stata chiesta la sospensiva”.

E quindi, quanto manca alla modifica del Pue (Piano Urbanistico Esecutivo ndr)?

“Abbiamo aperto un tavolo di valutazione, sul quale la disponibilità di Unipol è ampia. Non siamo lontani da un accordo, c’è già una condivisione abbastanza dettagliata. Certo, appena arriveremo alla definizione della Via per l’aeroporto la situazione si sbloccherà, perché sapremo dove si può costruire cosa. E a quel punto molti pezzi del domino andranno al loro posto”.

Tutto questo non impantanerà l’iter della cittadella viola?

“Assolutamente no. La Fiorentina ha presentato un progetto e nessuno mette in discussione l’area”.

Ci può indicare i tempi di tutte queste procedure?

“Il 2017 sarà l’anno per tutte le varianti: Pue, Mercafir e presumibilmente anche per il masterplan dell’aeroporto”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/17/17, 19:27
Ricorso Unipol: “Mercafir a Castello solo col nuovo aeroporto”

Per Palazzo Vecchio, al contrario, la soluzione è percorribile anche con l’attuale pista

Nuovi dettagli sul ricorso al TAR presentato da Unipol per l’annullamento della delibera di Giunta del Comune di Firenze, riguardo l’atto di indirizzo per la revisione del PUE dei terreni di Castello.
Ridisegnare il PUE, tra l’altro, servirebbe all’Amministrazione per trovare casa alla Mercafir e così liberare l’area attualmente occupata per fare spazio al progetto per il nuovo stadio della Fiorentina ed opere connesse.
Riguardo agli errati presupposti di fatto sostenuti nel ricorso, tra le motivazioni che hanno causato l’impugnazione della delibera da parte del Consorzio per l’attuazione del Piano Urbanistico Esecutivo di Castello (controllato da Unipol) il ricorrente evidenzia che “la localizzazione della ‘destinazione produttiva’ nella variante ipotizzata dal Comune (ovvero quell’area finalizzata, anche se non esplicitamente, al trasferimento del CAP gestito dalla Mercafir) è compatibile soltanto con la futura pista aeroportuale 12/30, ma non con l’attuale pista aeroportuale (visto che il ‘produttivo’ ricadrebbe nella zona di tutela A di cui al regolamento ENAC per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti…)”.
In pratica si sostiene che, vista l’attuale pista dell’aeroporto Amerigo Vespucci, non si potrebbe andare ad edificare il nuovo Centro Alimentare Polivalente concentrandolo a nord dell’area interessata dal PUE in oggetto, poiché il CAP andrebbe a ricadere nelle zone di tutela, ovvero di sicurezza, limitrofe alle piste aeroportuali, dove la normativa indica di limitare al massimo il carico antropico e, perciò, in tali zone non vanno previste nuove edificazioni residenziali o che comportino una non limitata presenza di persone sia nel numero che nel tempo.

Bisognerebbe, dunque, attendere la realizzazione della nuova pista parallela per rendere operativo il nuovo CAP, ma come è noto il procedimento di ampliamento dell’aeroporto di Firenze è ancora ben lontano dall’essere concluso. Oltretutto, si ricorda nel ricorso, che la pista attuale “non nerrà dismessa sino al 2023, stando a quanto risulta dalla relazione generale del Master Plan depositato da ENAC nel procedimento di VIA statale”.

Il procedimento del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola, come è noto, non può prescindere dal trasferimento della Mercafir. Se la localizzazione della nuova Mercafir fosse compatibile soltanto una volta realizzata la nuova pista 12/30 e dismessa l’attuale, è facile capire che il progetto stadio, anziché decollare, resterebbe ricoverato nell’hangar.

La ricollocazione del CAP, pur essendo prevista (nella variante al PUE) a nord dell’area interessata, non è localizzata con precisione e secondo fonti di Palazzo Vecchio, malgrado la situazione in essere, è possibile realizzare un complesso produttivo avente superfici che rispecchiano le ipotesi di riqualificazione della Mercafir.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/24/17, 15:12
Nuova Mercafir: i tempi rischiano di allungarsi

Preoccupa i grossisti l’attesa per la Valutazione d’impatto ambientale

I tempi di realizzazione della nuova Mercafir – scrive La Nazione – tornano a preoccupare i grossisti. Tornano i nuvoloni neri sul futuro dei mercati generali dopo il sospiro di sollievo arrivato con la rinuncia di Palazzo Vecchio a trasferire la sede all’Osmannoro e l’annuncio che invece la nuova casa avrebbe trovato fondamenta a Castello, 500 metri più in là in linea d’aria rispetto alla storica location di Novoli.

Non è tanto il ricorso al Tar di Unipol, proprietaria dei terreni di Castello, che ha impugnato la delibera di Palazzo Vecchio con cui si dà il via alla revisione del piano urbanistico esecutivo (Pue) per l’intera area di 168 ettari, a suscitare i cattivi pensieri degli operatori. O, almeno, non è solo quello. Ma l’attesa ormai senza data di scadenza dell’arrivo della valutazione d’impatto ambientale, la famosa Via ferma al ministero dell’Ambiente, che dopo dovrebbe far tappa anche ai ministeri delle Infrastrutture e allo Sviluppo economico.

Perché? Lo spiega il vicepresidente Mercafir, Carlo Dianzani. Al momento in cui la Via sarà licenziata, partirà la conferenza dei servizi. Giacché il Tar ha annullato il piano di indirizzo territoriale, si dovrà compiere di nuovo l’iter.

“Tutto questo allunga molto i tempi – spiega Dianzani – La partita dell’aeroporto tiene sospeso l’intero sviluppo della città a nord ovest. Perché senza l’avvio della procedura di ampliamento e sviluppo dello scalo di Peretola non può partire il riassetto dei terreni Unipol”.

In buona sostanza, se non c’è la certezza sull’orientamento della pista, è impossibile pensare di cominciare a costruire a Castello, visto che in base alla sua posizione cambiano le zone di sicurezza aeroportuale e le fasce di rispetto e compensazione. Se non si può cominciare a costruire a Castello, non si può mettere la prima pietra della Mercafir e a cascata aumenta il tempo d’attesa anche per la realizzazione della cittadella viola il cui progetto, per ora provvisorio, sarà presentato dalla Fiorentina insieme al sindaco Dario Nardella – se non ci saranno ulteriori rinvii – il 10 marzo in Sala d’Arme a Palazzo Vecchio.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/25/17, 16:53
Nardella: “Lo stadio? A Roma si discute. A Firenze invece abbiamo fatto molto”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha rilasciato nuove dichiarazioni d’incoraggiamento per la realizzazione del nuovo stadio a Firenze. Il progetto per la nuova casa della Fiorentina, come ormai è ben noto, è portato avanti dalla collaborazione Della Valle e Comune di Firenze. Ecco le parole del sindaco Dario Nardella rilasciate a La Nazione:

“A differenza di Roma, sul nuovo stadio noi parliamo poco e facciamo molto. Io vedo che a Roma discutono ancora, noi abbiamo già la data, il 10 marzo, nella quale con il presidente Della Valle, presenteremo il progetto definitivo del nuovo stadio. Non abbiamo fatto grandi annunci, non abbiamo fatto polemiche, qui non si litiga, si lavora, penso che sia un modello buono. Non mi interessa fare ovviamente paragoni, ogni città vive e governa secondo il proprio modello”.

Leonardo Vignozzi
@VignozziLeonard
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/01/17, 17:56
PRESENTAZIONE PROGETTO NUOVO STADIO DELLA FIORENTINA

ACF Fiorentina comunica che la presentazione alla stampa del progetto nuovo Stadio si terrà il giorno venerdì 10 marzo alle ore 10:30 in Palazzo Vecchio, Sala d’Arme. Per accedere alla presentazione sarà necessario inviare richiesta di accredito all’indirizzo ufficiostampa@acffiorentina.it entro e non oltre le ore 12 del giorno 5 marzo pv. Si informano i media che sarà consentito un accredito per testata.
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/04/17, 01:21
Nardella: “Possibilità del nuovo stadio? 7 su 10. A Roma solo polemiche, noi lavoriamo”

Intervenuto questa mattina a Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha fatto il punto sul progetto nuovo stadio: “Quante possibilità ci sono da uno a dieci, che venga realizzato? Direi sette. Il 10 di marzo con Andrea Della Valle e Mario Cognigni la Fiorentina presenterà a Palazzo Vecchio il progetto definitivo. A differenza di Roma, noi non siamo alle polemiche qui a Firenze. Noi stiamo lavorando e c’è una bella differenza. A Roma c’è un terreno privato di proprietà di un soggetto che vuole farci sopra uno stadio. A Firenze il terreno è del comune ed è stato concesso a titolo gratuito per la realizzazione dello stadio con una delibera di interesse pubblico a gennaio del 2015, ed abbiamo fatto anche una delibera che avvia la procedura per cambiare il piano urbanistico della zona di Castello riducendo i volumi. Abbiamo fatto tutti passaggi concreti. Mi auguro che tutto vada avanti speditamente in modo da poter ottenere entro la fine dell’anno, una volta per tutte, la dislocazione del nuovo polo del mercato generale, auspicabilmente nell’area di Castello. E poi chiudere la progettazione definitiva e partire con la gara del project financing. E’ chiaro che un po’ di tempo ci vuole”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/05/17, 12:56
FOTOGALLERY – I due modelli del nuovo stadio di Firenze

L’esterno dell’Allianz Arena di Monaco e l’interno del Matmut-Atlantique di Bordeaux

Vi mostriamo 3 immagini dell’esterno dell’Allianz Arena di Monaco e altre tre dell’interno del Matmut-Atlantique di Bordeaux che secondo le anticipazioni dovrebbero fungere da modello per il nuovo stadio di Firenze che sarà presentato venerdì 10 in Palazzo Vecchio

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fallianz3GettyImages-52679188-718x478.jpg%3Fv%3D20170305113549&hash=10ecd0fd27c30b13cb204df4e08e2ef9)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FalianzGettyImages-52497490-716x478.jpg%3Fv%3D20170305113543&hash=964d2b71ca8f8a0048b4ff67fcc6a9d0)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fallianz2GettyImages-52497484-755x478.jpg%3Fv%3D20170305113546&hash=070fd11e2328125597fa67c616b7c068)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FbordeauxGettyImages-540137742-717x478.jpg%3Fv%3D20170305113604&hash=e671312fcb9f38a190c8580c49ed14cc)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fbordeaux1GettyImages-509158966-717x478.jpg%3Fv%3D20170305113555&hash=98a6e21980db93a5511c63ef9ed5f23a)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fbordeaux2GettyImages-509158976-711x478.jpg%3Fv%3D20170305113559&hash=e77c81fd2640f8eebb2c8780870e5fe2)

Alessandro Nepi
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/05/17, 13:01
Nuovo stadio, ecco come sarà: un’astronave costruita su una piattaforma. Le novità

Su La Nazione si parla del nuovo stadio della Fiorentina, il cui progetto sarà presentato il prossimo 10 marzo. Come scrive il quotidiano, un’astronave circolare costruita su una piattaforma. La principale novità è proprio l’elevazione, per non disturbare la falda acquifera e per rispettare le misura di sicurezza rispetto al rischio di alluvioni. Un perimetro a pentagono: la base lunga segnata da viale Guidoni, sul lato corto segnano il confine le aziende Mukki e Fruttital, le diagonali viale XI Agosto e via Allende.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2Fplanimetria.jpg%3Fv%3D20170305115700&hash=1270ade03cff8a13a69e16733f353d8f)

Uno spazio di 52 ettari, la cui realizzazione economica è lievitata complessivamente a 450 milioni di euro (130 solo per lo stadio). 77mila metri di spazi commerciali, 10mila di strutture turistico ricettive, 176mila da destinare a parcheggi. Nel progetto ci sono oltre quaranta pagine dedicate alla viabilità e alle opere stradali da realizzare.

Ma come sarà lo stadio? All’interno confortevole e più bello del Matmut-Atlantique di Bordeaux, l’esterno quasi identico all’Allianz Arena di Monaco, ma illuminato di viola. Una struttura che svetta nel cielo di Novoli fino a 50 metri di altezza, nel rispetto dei vincoli aeroportuali. Emozioni, sicurezza e comfort le parole d’ordine. Quarantamila posti al coperto sistemati su due anelli. Rispettate le due curve, la nuova Maratona non avrà la torre.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/07/17, 21:03
Trasferimento Mercafir e stadio Fiorentina, il Comune: “8-10 mesi per la variante di Castello”

La risposta dell’Assessore Bettarini ad una interrogazione di Leonardo Bieber (PD)

Dagli 8 ai 10 mesi per approvare la variante urbanistica al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello e, così, trovare casa alla nuova Mercafir: per liberare l’area attualmente occupata dai mercati generali e fare spazio al progetto del nuovo stadio della Fiorentina più cittadella viola. È quanto si legge, tra l’altro, nella risposta dell’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini a un’interrogazione del Consigliere Leonardo Bieber (PD), che ha come oggetto “Nuova Mercafir”. La variante, inevitabilmente, dovrà tenere conto della nuova pista dell’aeroporto di Peretola sulla quale ENAC e Toscana Aeroporti sono in attesa della Valutazione d’impatto Ambientale.

“La variante al PUE di Castello – spiega Bettarini nella risposta – dovrà tener conto dell’intervento di qualificazione dell’aeroporto che risulterà definito nel dettaglio una volta concluso il procedimento di VIA. Si evidenzia che la commissione di VIA ha già concluso i lavori e ENAC/Toscana Aeroporti sono in attesa del provvedimento ministeriale. Per quanto attiene al PUE di Castello, il Comune sta comunque predisponendo la documentazione per la procedura di valutazione ambientale strategica e per l’adozione della variante al PUE. Dopo la pubblicazione della variante e del rapporto ambientale VAS e l’elaborazione delle controdeduzioni alle osservazioni eventualmente pervenute, la variante e il rapporto ambientale potranno essere approvati. I tempi tecnici stimati – conclude – sono di 8/10 mesi”.

Venerdì mattina, come è noto, sarà presentato alla stampa il progetto per il nuovo stadio (che dovrà essere valutato dalla Conferenza dei Servizi, qualora la documentazione consegnata lo scorso 28 dicembre da ACF al Comune sia completa), ma finché i mercati generali non saranno trasferiti non si potrà dare inizio ai lavori. Il tempo per valutare e approvare il progetto dei Della Valle, vista la questione Mercafir, non manca. Ricordiamo, però, che l’acquisizione dei terreni di Castello (di proprietà Unipol), qualora si completi la variante urbanistica, avverrà grazie alla monetizzazione del comparto Nord dell’attuale area Mercafir da parte di ACF Fiorentina che, ovviamente, per versare nelle casse di Palazzo Vecchio una cifra stimata attorno ai 19 milioni di euro, vorrà avere in mano il sì definitivo. Il Comune, per bocca dell’ex Assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra, spiegò che la somma per l’acquisizione “È sicuramente coperta, ma potremmo prevedere di anticiparla, perché questo ci permetterebbe di anticipare l’attività da quella parte (il trasferimento di Mercafir a Castello, ndr) nel caso la questione stadio dovesse andare più lunga”.

Donato Mongatti – IlSitodiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/07/17, 21:07
Un po’ Allianz, un po’ Matmut-Atlantique: ecco gli impianti “modello” per il nuovo stadio viola

Monaco di Baviera e Bordeaux i modelli che segue la Fiorentina per il nuovo stadio. Ma il nuovo San Mamés di Bilbao è il preferito dei tifosi

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2015%2F08%2FNuovo-stadio-ACF-630x415.jpg%3Fv%3D20150803165729&hash=13e31d9d23951e08543fa73f4580a2f6)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fsenza-categoria%2Fallianz-arena-768x432.jpg%3Fv%3D20170307200300&hash=635d314dff968deeea5b2f2a5160018e)

Sarà un incrocio tra l’Allianz Arena di Monaco e il Matmut-Atlantique di Bordeaux la nuova casa della Fiorentina. Sono infatti queste le due piste da seguire per l’identikit a poche ore dalla presentazione ufficiale. Due progetti molto diversi tra loro, che in comune hanno però la stessa firma: quella di Jacques Herzog e Pierre de Meuron (un indizio non da poco) dello studio Herzog & de Meuron di Basilea, che porta il loro nome. Due stadi quello di Monaco di Baviera e di Bordeaux che in comune sembrano avere ben poco, anche per un occhio poco attento. Il primo ha un andamento stondato e da fuori appare come un nido ricoperto da pannelli di Politetrafluoroetilene (Teflon) che lo hanno reso inconfondibile, aprendo la strada alla realizzazione di altri stadi sulla stessa falsariga. Il secondo ha base rettangolare ed è costellato da 900 piccole colonne che lo fanno apparire come un tempio.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fsenza-categoria%2FMatmut-Atlantique-a-Bordeaux-768x384.jpg%3Fv%3D20170307200300&hash=61d963dd9ed45eae33cec5eda3042ec2)

Un’altra sostanziale differenza è la capienza dei due impianti: la casa del Bayern ospita infatti 75.000 spettatori suddivisi su tre anelli. Decisamente troppi per la “dimensione” della Fiorentina, molto più vicina ai 42.000 del nuovissimo Matmut-Atlantique di Bordeaux, dove il 2 luglio scorso l’Italia di Antonio Conte è stata eliminata dagli Europei ai calci di rigore contro la Germania. Una via di mezzo dunque: dall’esterno una mini-Allianz Arena, ma con i comfort e il design dello stadio che si staglia in una vasta piana a poche centinaia di metri dalla Garonna.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fsenza-categoria%2Fsan-mames-barria.jpg%3Fv%3D20170307200300&hash=e5b10c7015aebbfffe9e4a6098c95818)

Ormai oltre due anni fa ci occupammo insieme a voi di questo tema che in questi giorni torna prepotentemente di attualità, e tra i dieci stadi proposti nel nostro sondaggio tra i lettori fu scelto il nuovo San Mamés di Bilbao. Funzionale, moderno, esteticamente molto bello ma leggermente sovradimensionato (circa 53.000 posti a sedere) rispetto alla volontà della società viola. Quattro stelle UEFA (il massimo), il catino dell’Athletic Bilbao è stato costruito in quattro anni (2009-2013), è costato 173 milioni ed è dotato di tutti i comfort a misura di tifosi particolarmente esigenti come quelli Baschi. Dall’esterno appare leggermente diverso dall’Allianz, poiché ricoperto di vele triangolari di Texlon che si illuminano al calare del sole e offrono un colpo d’occhio mozzafiato. A livello logistico è posizionato ai margini del centro di Bilbao ed è facilmente raggiungibile con tram, metro e autostrada, e ospiterà alcune gare degli Europei itineranti del 2020.

Ancora poche ore e scopriremo il plastico del nuovo stadio della Fiorentina. Nel frattempo non resta che provare a fantasticare e attendere le 10.30 di venerdì 10 marzo.

Pier F. Montalbano
@____MONTY____
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/08/17, 21:19
Presentazione progetto nuovo stadio, slitta l’orario di inizio

La conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio di venerdì 10 marzo 2017 prevista inizialmente alle ore 10:30 e’ stata posticipata alle ore 11:30

ACF Fiorentina informa che la conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio di venerdì 10 marzo 2017 prevista inizialmente alle ore 10:30 e’ stata posticipata alle ore 11:30 dello stesso giorno per un sopraggiunto impegno improrogabile dell’Amministrazione Comunale.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/09/17, 21:07
Nardella: “Stadio nuovo? Nessuna città avanti come Firenze. Comune e ACF una squadra”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a Radio Fiesole parla del nuovo stadio alla vigilia della presentazione del progetto della Fiorentina in programma per domani: “Ricorso al Tar di Unipol? Noi andiamo avanti a lavorare, senza problemi, siamo sicuri dei diritti di ciascuno. Domani con Cognigni e Della Valle dimostreremo di essere una squadra, nel rispetto delle leggi, ma stiamo andando avanti. Non avere uno stadio di proprietà oggi in Italia e in Europa è un handicap fortissimo. Firenze oggi è la città più avanti tra quelle che stanno progettando e parlando di un nuovo stadio, tutti vogliamo lo stadio, anche io e non solo da tifoso ma anche da Sindaco. Il vecchio ‘Franchi’ costa almeno 400 mila euro di manutenzione straordinaria. Stiamo lavorando anche su come utilizzare proprio il Comunale dopo che sarà costruito il nuovo stadio della Fiorentina. Certamente rimarrà un centro di grande sport, ci abbiamo portato il rugby, ed è stato un successo, e in futuro porteremo anche altre discipline. Il nuovo stadio servirà anche per abbattere i costi nella zona di Campo di Marte, senza contare che garantirà 1500 posti di lavoro in più”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/09/17, 21:42
Nuovo stadio, le dieci domande di Grassi e Sinistra Italiana al sindaco Nardella

Dalla pianificazione urbanistica dell’area di Castello al rischio aeroportuale, fino al destino del Franchi e alle volumetrie. Tante questioni aperte sul progetto del nuovo stadio viola

Tommaso Grassi, consigliere comunale di Sinistra Italiana, ha presentato dieci domande al sindaco di Firenze Dario Nardella sul nuovo stadio, a nome suo e del partito. Eccole

1) Il rischio aeroportuale – La collocazione dello stadio nell’area Mercafir risulta compatibile con le zone di rischio aeroportuali prescritte da ENAC che pongono vincoli alla realizzazione di nuovi insediamenti ad elevato affollamento, quali centri commerciali, congressuali e sportivi?

2) Le volumetrie – Il progetto dello stadio prevede anche la realizzazione di un centro commerciale e di un albergo per complessivi 87 mila metri quadrati. Il Comune intende autorizzare queste volumetrie oppure intende far rispettare la legge nazionale sugli stadi (legge Nardella) che valuta in 30 mila metri quadri le strutture commerciali sufficienti a garantire l’equilibrio economico del progetto?

3) Chi paga il terreno per la nuova Mercafir – ACF Fiorentina pagherà solo 19 milioni di Euro il terreno dove sorgerà lo stadio. Il Comune intende imporre che ACF Fiorentina gli rimborsi il costo previsto per l’acquisto della nuova area di Castello individuata per la riallocazione delle strutture mercatali della Mercafir estromesse da stadio e cittadella?

4) Investimenti per la mobilità pubblica – Contestualmente alla realizzazione dello stadio, il Comune intende chiedere fondi per opere pubbliche legate alla mobilità, come ad esempio il prolungamento della linea 2 della tramvia, la realizzazione dall’area di sosta in corrispondenza alla fermata Guidoni sulla linea Firenze-Pisa e un sistema metropolitano ferroviario?

5) Un piano per le strutture ricettive – Nella zona a nord ovest è prevista la realizzazione di numerose strutture turistico-ricettive: alberghi sono inseriti nel masterplan dell’aeroporto, nel progetto dello stadio, nell’area ex Ligresti a Castello e persino nelle aree ex Nucci di Viale Guidoni; inoltre alcune grandi strutture potrebbero cambiare destinazione come la caserma de ‘Il Magnifico’. Il Comune intende realizzare un piano coerente delle strutture ricettive infra-comunali?

6) Un limite al numero delle strutture commerciale – Nella zona a nord ovest è prevista la realizzazione di numerose strutture a destinazione commerciale: dalle aree commerciali nel masterplan dell’aeroporto, ai 77mila metri quadrati (due volte l’outlet di Barberino) nel progetto dello stadio; ed anche nell’area ex Ligresti a Castello si prevedono superfici consistenti a destinazione commerciale. Il Comune intende coordinare e mettere un tetto alle superfici commerciali nell’area, valutando preliminarmente le ricadute sul tessuto commerciale territoriale dentro e fuori i confini comunali di Firenze?

7) Le ricadute sulla mobilità veicolare – Sono state valutate le ricadute sulla mobilità dell’intera area per l’aumento dei flussi veicolari dovuti alla presenza di grossi insediamenti (stadio con 5700 posti auto e aeroporto con 3600 posti auto), limitrofi ad un’area che già oggi vede circolare 60.000 veicoli solo in uscita da Firenze (Viale XI Agosto – Via Luder)?

8.) Il destino dell’Artemio Franchi – A seguito della realizzazione del nuovo stadio a Novoli, quale sarà il destino dell’Artemio Franchi a Campo di Marte, che non può certo essere demolito né abbandonato ? Il Comune intende mettere in atto soluzioni idonee per l’utilizzo del Franchi, che non siano limitate a concerti settimanali, e per salvaguardare il tessuto delle attività nella zona di Campo Marte?

9) La nuova Mercafir e le dismissione dell’aeroporto Vespucci – La zona prevista per la riallocazione del Polo mercatale, all’interno dell’area di Castello, è inconciliabile con la presenza dell’attuale pista aeroportuale. Tuttavia il masterplan dell’aeroporto prevede la dismissione dell’attuale pista non prima del 2023. Quali garanzie il Comune intende richiedere affinché la pista venga dismessa senza ritardi? Come è possibile valutare in maniera coerente e non conflittuale le diverse opere e i progetti, che su molti elementi interferiscono e sono difficilmente conciliabili, senza una scala delle priorità pubbliche?

10) La pianificazione urbanistica nell’area di Castello – Prima lo stadio e poi la pianificazione urbanistica? Lo spostamento della Mercafir è legato ad una variante sull’area Unipol, la quale Unipol ha un ricorso pendente contro il Comune. Si intende governare il territorio a colpi di varianti oppure a questo punto è necessario ripensare urbanisticamente la destinazione dell’area di Castello prevista dalla convenzione ancora in essere?

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/09/17, 21:45
Vannucci: “Progetto nuovo stadio importante per la città. Il prossimo passo…”

Parla l’assessore allo sport del Comune di Firenze: “Un investimento di questo tipo incide a vari livelli sulla città, poi se cresce il valore della squadra e della rosa ancora meglio”

L’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci ha parlato ai microfoni di Radio Blu:

“Presentazione punto di svolta? Ormai la curiosità sarà presto soddisfatta, domani vedremo cadere il velo su un progetto di cui si parla da mesi, sarà svelato a tutti, è una grande opportunità sia per la squadra che per la città. Un investimento di questo tipo incide a vari livelli sulla città, poi se cresce il valore della squadra e della rosa ancora meglio.

Presentazione in grande stile? Il luogo è di quelli prestigiosi e significativi per la storia della città, domani sarà un giorno importante per la storia della città. È un progetto che può cambiare il volto di una parte importante della città, riqualificando e valorizzando una parte importante della città, quella a nord ovest nell’area di Novoli. È giusto che il luogo scelto sia uno di grande significato.

Prossimo passo? Passi dettati dalla normativa, verrà fatto un progetto esecutivo, domani sarà presentato quello definitivo. Dovrà essere fatta la variante per il mercato, con tempi da otto a dieci mesi, poi andrà spostato il mercato. Poi ci sarà la gara per project financing, poi verrà il tempo della prima pietra e a seguire della seconda, della terza e così via”.

Giacomo Brunetti
@giacomobrun_24
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/17, 21:23
Fiorentina, il giorno più atteso. Su il sipario sul sogno viola

Oggi è la giornata della presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina: i dettagli

Oggi è il grande giorno della presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. Come scrive La Nazione, ci saranno tre grandi plastici per spiegare nei dettagli tutti i particolari di quello che, è già stato anticipato, sarà il nuovo tempio del calcio fiorentino. Uno stadio costruito su un’alta piattaforma per evitare tutti i problemi legati al rischio idrogeologico dell’area Mercafir. La falda acquifera che in tutta la città è abbastanza superficiale nell’area Mercafir lo è ancora di più: a meno di cinque metri di profondità. Sarà una struttura circolare che occuperà il cielo di Novoli fino a 50 metri di altezza, anche se nel rispetto dei vincoli aeroportuali e comunque al di sotto della torre del Palagiustizia che ne misura 72. Sbaglia chi crede che il progetto presentato dalla Fiorentina non contempli anche un dettagliato studio della viabilità dell’intera area: dall’interramento dello svincolo autostradale alla sopraelevata di viale XI Agosto, dalla terza corsia alle bretelle Rosselli-Pistoiese e Fortezza-Panciatichi. E’ prevista anche l’aggiunta di una corsia sul tratto inziale di viale Guidoni e in via degli Astronauti, con due nuove corsie in viale XI Agosto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:54
FOTOGALLERY – Presentazione stadio: dirigenza al completo, c’è anche il ministro Lotti

La gallery con tutte le foto dei presenti alla conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FAntognoni-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110822&hash=b8ebf68017eb8a1fcdcb22dba8babac9)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FRogg-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110834&hash=3dfb309beedc9aeb87c98025afc4bf4b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FVergine-Corvino-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110840&hash=d71cdd60ff6542701541abadeda8aa62)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FCognigni-Della-Valle-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112306&hash=fff81682766c00df05ceae8ec1deccfe)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FMencucci-Vergine-Freitas-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112638&hash=92aa0db769c3384fb07a97de7a0442df)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2Findex-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112728&hash=cfa7dad230bd5cd1ff87214ae0b6af4b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FLuca-Lotti-397x478.jpeg%3Fv%3D20170310113447&hash=c25066850bdc83cdd8d8bde81faa0341)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:56
VIDEO VN – La Sala d’Arme di Palazzo Vecchio pronta per la presentazione


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:59
Andrea Della Valle: “Momento storico, questo progetto è un Rinascimento viola”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnews-viola%2Fadv-andrea-della-valle-1-630x415.jpg%3Fv%3D20170310115336&hash=8558916971c7ead75819b4092beca299)
Le dichiarazioni del proprietario della Fiorentina durante la presentazione del nuovo stadio

Il proprietario della Fiorentina Andrea Della Valle ha preso la parola durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio:

“È un momento storico. Mi viene da chiedere: dove eravamo rimasti nove anni fa? Sono successe tante cose. Finalmente oggi presentiamo un progetto operativo, già presentato al Comune a Natale. Un progetto di cui siamo convinti, anche se ci sono alcuni piccoli problemi che possiamo superare. Ci vorranno quattro anni.


Ringrazio il sindaco per l’opportunità. È un primo passo per la città, ma anche per l’Italia. Rispetto a Roma siamo più avanti. Spero si possa essere d’esempio, per un Rinascimento viola. Questa città merita un progetto così importante. Questi investimenti saranno accompagnati da partner finanziari, ma ancora non c’è niente di concreto. Nei prossimi mesi vi terremo informati.

Al nome non abbiamo pensato, ma sarà legato a Firenze. Nell’attesa del nuovo impianto si continuerà a fare quello che si è sempre fatto, senza stare a tirare fuori l’almanacco, con i nostri grandissimi sacrifici. Non abbiamo vinto trofei, si sono fatte finali e semifinali, ma in questi anni altre società non hanno mai visto tutto ciò. Terremo sempre altissimo il valore della città”.


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:05
Cognigni: “Il progetto è una realtà concreta. Ecco come sarà il nuovo stadio”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnews-viola%2Fcognigni-630x415.jpg%3Fv%3D20170310120223&hash=112ee1b7b800231a2c6cadd4c7812bb1)
Le dichiarazioni del Presidente della Fiorentina durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio

Il Presidente della Fiorentina Mario Cognigni è intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio:

“Questo è un evento significativo per noi e per la città. Ringrazio il sindaco Nardella, che è sempre stato al nostro fianco per portare avanti questo progetto importante. In particolare ringrazio il team di lavoro, così come la dott.ssa Maffioletti, che in questi tre anni ha tirato le fila e risolto problemi in questo percorso, è grazie a lei che oggi possiamo goderci questo spettacolo emozionante.


In questi anni ho notato dello scetticismo, quasi come se ci fosse dietro un progetto speculativo. Oggi dimostreremo che tutto questo si tramuta in una realtà concreta, che negli anni passati ci ha visto realizzare un centro sportivo funzionale, in cui vorremmo continuare ad investire.

Questi i numeri dello stadio: 40mila spettatori, 700 posti coperti per parcheggio auto, più di 100 punti richiamo, oltre 1000 posti biciclette. Durante la settimana potrà ospitare eventi per oltre mille persone. Poi una riqualificazione di un’area di oltre otto ettari, un centro commerciale da 77mila metri quadri e un parcheggio collegato.

Questa struttura è stata voluta insieme al Comune, che già qualche anno fa aveva individuato l’area. All’interno di questo piano abbiamo correttamente eseguito un piano sostenibile dal punto di vista economico e finanziario. Inizialmente partiremo con le nostre forze, ma siamo convinti che in futuro potrebbero affiancarci dei partner.

Abbiamo deciso di non aumentare le volumetrie imposte dal Comune. Ad oggi stiamo aspettando che ci sia l’approvazione del progetto. Parliamo di un investimento complessivo di 420 milioni di euro. Firenze è la cultura della storia, dell’innovazione e della politica in senso nobile del termine, per cui abbiamo pensato di progettare una struttura che potesse collocarsi in un contesto idoneo.


Il nuovo stadio sarà come un tempio, in un contesto in cui ci sono altre realtà importanti, come la Mercafir, che vogliamo valorizzare e non penalizzare. Siamo della politica del fare, stiamo lavorando per far sì che quanto prima si possa far godere ai nostri tifosi uno spettacolo importante. A cosa ci siamo ispirati? Al pensiero “C’ero anche io”. Stiamo valutando dei partner che dovranno partecipare esclusivamente a questo progetto. Parlare oggi dei proventi mi sembra prematuro.“.


Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:16
Nardella: “Percorso iniziato anni fa. Ringrazio i Della Valle, 9 su 10 possibilità di costruire”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnardella-630x415.jpg%3Fv%3D20170310121848&hash=9e81d5e3f418944455895af0939b4b2a)
Le dichiarazioni del Presidente della Fiorentina durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio della Fiorentina: “Non posso nascondere l’emozione per questo momento, atteso dalla famiglia Della Valle, la Fiorentina, i tifosi e la città e anche da tutta l’Italia che quando si parla di calcio è sempre attenta. Il percorso è iniziato molti anni fa, come ha ricordato Andrea Della Valle, ringrazio tutti per la presenza, questo è un momento importante, lo dimostrano le persone qui presenti.

In questi nove anni non abbiamo mai bloccato questa storia, ha fatto sempre passi in avanti, in silenzio e con tutte le difficoltà, oggi è un punto di svolta, abbiamo imboccato una strada di non ritorno che poterà Firenze ad avere un nuovo stadio. Ringrazio la famiglia Della Valle che ha scelto di tenere questa conferenza stampa in un luogo importante, in questa sede non si possono dire cose che non si possono realizzare.


Le norme 303 e 304 sono un primo passo per città e società sportive per realizzare stadi senza avere più alibi. Ringrazio anche il Ministro Lotti. Nel 2012 Renzi portò una variante al piano regolatore dell’area cosiddetta Mercafir, consentendo la realizzazione dello stadio. Dopo la norma sugli stadi, nel 2014 la Fiorentina ha ufficialmente presentato l’intenzione di voler realizzare l’impianto. Prendemmo in analisi una proposta per un’area più grande. Nel 2015 la mia giunta riconobbe l’interesse pubblico di quell’opera, decidendo di demolire l’attuale Mercafir che sarebbe comunque dovuta essere demolita, poi la Fiorentina iniziò a lavorare al progetto ed il Comune cominciò a trovare altre aree. A novembre 2016 il Comune di Firenze avviò una procedura della variante urbanistica per l’area di Castello. Abbiamo preso un impegno che sappiamo poter portare in fondo.


Lo stadio non sarà una cattedrale nel deserto, riguarderà la parte nord-ovest della città, riguarderà aeroporto, tramvia e vari aspetti comunicativi. Si potrà arrivare allo stadio in treno, in aereo, in macchina, in bicicletta ed a piedi. La famiglia Della Valle si è impegnata in modo determinato e concreto nella realizzazione del nuovo stadio, nessuna famiglia lo aveva fatto prima in questo modo.

Non è un progetto per la squadra ma per la città, investire 300-440 milioni di euro vuol dire creare 4.000 posti di lavoro, oggi diamo risposta anche al calcio italiano. Le cose, se vogliamo, si possono fare, con lo stile fiorentino, fatto più di fatti che di parole. Questa città sa premiare. Ci sentiamo sempre con Cognigni. Ringrazio anche l’architetto Maffioletti ed il nostro staff, anche i tifosi. Quando siamo uniti non abbiamo rivali, è sempre stato il destino di Firenze, anche per un progetto così difficile eppure possibile.


La legge 147 prevede un percorso chiaro e articolato. È una progettazione in stato avanzato, possiamo già di partire con la valutazione ambientale e strategica. Si ritiene che sia necessario completare la documentazione con le norme. Comune di Firenze e Fiorentina continuano a lavorare in assoluta armonia, nel rispetto delle leggi e dei ruoli. Ci siamo dati come obiettivo di portare avanti in parallelo il completamento della progettazione e la variante urbanistica. Al termine di entrambi, ci sarà la conferenza dei servizi.

Possibilità di costruzione, dissi 7 da 1 a 10 una settimana fa, perché così basso? Porterei a 9 oggi”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:25
Maffioletti: “Vi spiego come sarà il nuovo stadio. Vogliamo che lo stadio viva durante la settimana”

La responsabile del progetto ha parlato durante la presentazione del nuovo stadio

La responsabile del progetto Daniela Maffioletti ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio: “Mi faccio portavoce del gruppo di lavoro, i principi ispiratori sono stati i tifosi, la città di Firenze e l’ambiente in generale. Progetto rappresenta la sintesi di alcuni esempi internazionali, sicurezza ed impiego delle nuove tecnologie. Progetto sviluppato mediante strumento di realtà virtuale, verificando visibilità da ogni posto a sedere già in fase progettuale. Posti a soli 7 metri dal campo, catino il più compatto di qualsiasi stadio italiano di capienza analoga, ci sarò wifi ad alta densità. Tecnologia applicata anche a questione di natura ambientale, 3000 metri quadrati di pannelli solari, sistemi di raccolta acque piovane per irrigazione spazi verdi, questo sono alcuni elementi. Funzionalità e confort, ristoranti, kinder garden, sistema connettivo per esperienza allo stadio molto semplice.

Un elemento importante sarà una struttura in matierale moderno, riciclabile che garantisce protezione dei nostri tifosi e grazie alla trasparenza un perfetto irraggiamento del manto erboso. Lo stadio sarà fruibile anche per i tifosi con limitare capacità motorie in tutti i settori, nel 20% superiore rispetto alla normativa, adottando anche le regole dei Paesi più avanzati dove la normativa non lo avrebbe richiesto. Sistema di progettazione improntato anche alla sicurezza sismica ed alle vie di fuga. Vogliamo che lo stadio viva durante le partite ma anche durante la settimana”

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:31
VIDEO VN – Ecco come sarà il nuovo stadio della Fiorentina


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:34
VIDEO VN – Lo stadio e un’intera cittadella intorno: ecco il plastico


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:38
FOTOGALLERY – Il plastico del nuovo impianto della Fiorentina

Le foto del plastico presentato durante la conferenza stampa

Ecco le foto del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. I plastici presentati sono tre.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-3-630x415.jpg%3Fv%3D20170310132326&hash=7b4e407263afefb9c993c801f3670d01)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fplastico1-848x478.jpg%3Fv%3D20170310130812&hash=61e0d3337d2c0360c05957a2fe8c6d19)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fcittadella-848x478.jpg%3Fv%3D20170310131036&hash=d203568ccce9969ac1ce6565c38a7ca3)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fplastic3-848x478.jpg%3Fv%3D20170310132134&hash=e5cb7f5906181e61dc3e66d17e788f33)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-6-848x478.jpg%3Fv%3D20170310132957&hash=a0fc8fe20b614bc0fb346f4d28eb77fc)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-7-848x478.jpg%3Fv%3D20170310133000&hash=6baa45bdcfa8f3b8bd1a8cce1957f42b)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:40
Nuovo stadio, i tempi per la costruzione: prima pietra nel 2019

Nella giornata della presentazione del progetto della nuova casa della Fiorentina, ecco anche alcuni tempi in cui si inizierà la costruzione vera e propria del progetto

Tolto ufficialmente il velo sul nuovo stadio della Fiorentina, iniziano a trapelare anche alcune date relative alla realizzazione materiale del progetto. In particolare, la prima pietra verrà posta nella seconda metà del 2019 – come riferiscono il Sindaco Nardella e Maffioletti – dunque fra due anni, mentre bisognerà attendere altri 24 mesi per il termine ultimo dei lavori. Dettaglio non meno importante sarà il fatto che i Della Valle sosterranno interamente il costo del progetto, senza dunque la presenza di alcun investitore. In questo senso, sono eloquenti in merito le parole di Andrea Della Valle: “La strada è ancora lunga, ma c’è un progetto operativo e si possono iniziare a dare delle date precise. Due anni per progettarli e altrettanti per realizzarlo. Ci vogliono quattro anni”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:47
VIDEO VN – Uva: “Un impianto deve essere al servizio della città e deve essere sostenibile per il club”

Questo il commento di Michele Uva, Dirigente FIGC, in merito alla realizzazione dello stadio viola


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:51
Il futuro è adesso

Presentazione del nuovo stadio della Fiorentina in grande stile in Palazzo Vecchio. Prima pietra nel 2019, nel 2021 termine ultimo dei lavori. Investimento da circa 420 milioni di euro, cifra, almeno inizialmente, assicurata per intero dai Della Valle. L’assenza di DDV unica nota dolente della mattinata

Tre plastici e un video da mettere i brividi. E’ stata una presentazione in grande stile quella del nuovo stadio della Fiorentina, andata in scena questa mattina in Palazzo Vecchio. Normale perché del progetto se ne parla da tempo e soprattutto perché l’impianto che sostituirà la Mercafir, destinata a trasferirsi a Castello, potrebbe davvero far cambiare “dimensione” alla squadra gigliata.

“Rinascimento viola” e “Siamo su una strada di non ritorno”. Dichiarazioni di Andrea Della Valle e Dario Nardella in avvio di conferenza stampa. Parole che testimoniano quanto il patron e il sindaco di Firenze credano in questo nuovo capitolo della storia della Fiorentina. La speranza, ovviamente, è veder presto alla luce lo stadio. A proposito delle tempistiche, come annunciato dal primo cittadino e dalla consigliera Maffioletti, la prima pietra sarà posta nella seconda metà del 2019. Bisognerà, invece, aspettare altri ventiquattro mesi per il termine ultimo dei lavori. Il 2021, quindi, potrebbe essere – ma il condizionale è d’obbligo – l’anno buono per veder giocare la Fiorentina nella sua nuova casa. Sul piano economico l’investimento è di circa 420 milioni di euro. Una cifra che, almeno inizialmente, sarà assicurata per intero dalla famiglia Della Valle. La proprietà viola, tuttavia, cercherà dei partner finanziari per fronteggiare le spese di un progetto comprensivo anche di un centro commerciale, bar, ristoranti e parcheggi. Quel che è certo è che lo stadio non sarà una cattedrale nel deserto per via dei miglioramenti alla viabilità.

E dell’attuale Franchi che ne sarà? Continuerà ad avere una vocazione sportiva, quindi non solo calcio. Un po’ come avvenuto in questi anni viste, ad esempio, le tante partite di rugby ospitate dalla struttura di Campo di Marte.

Per concludere: peccato che alla presentazione in Palazzo Vecchio non abbia partecipato Diego Della Valle. La presenza del patron numero uno avrebbe dato ancor più importanza all’evento di questa mattina. L’unica nota stonata è stata questa. Poteva essere l’occasione per riascoltare, dopo tanto tempo, il maggiore dei fratelli Tod’s.

Fiorentina, il futuro è adesso.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:53
Il ministro Lotti: “Firenze, uno stadio come merita la città”

Il ministro dello Sport Luca Lotti, presente alla presentazione del progetto del nuovo stadio, esprime il suo pensiero con un tweet

(https://pbs.twimg.com/media/C6kBXckWcAAgzT6.jpg)
Luca Lotti

@LottiLuca

Felice che anche #Firenze avrà il nuovo #stadio, bello e funzionale, come merita una delle città più straordinarie al mondo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/12/17, 15:54
Repubblica: nel poker con Unipol solo tre mesi di tempo per stabilire chi vince

Trasloco Mercafir sui terreni del gruppo, Palazzo Vecchio ottimista: “O fanno come diciamo o continuano a opporsi e perdono tutto”

Si continua a parlare del nuovo stadio viola sulle pagine de La Repubblica Firenze oggi in edicola. La partita, oltre che sul possibile ingresso di partner terzi nella spesa per la realizzazione del progetto, si gioca con Unipol e lo spostamento della Mercafir. Da oggi 90 giorni cruciali per capire se quella imboccata è davvero una “strada di non ritorno”, come l’ha definita due giorni fa il sindaco Nardella, oppure se quello viola è destinato a rimanere un avvincente sogno di primavera. Tra aprile e maggio il Comune svelerà il dettaglio del disegno di Castello che ha in mente e nel giro di qualche altra settimana si saprà se Unipol ci sta o se il gioco è destinato a farsi duro.

Sui nodi tecnici il lavoro dei progettisti viola, di sponda col Comune, sembra aver prodotto buoni risultati: nuovo stadio e nuovo mercato non avranno problemi di vincoli con la nuova pista dell’aeroporto, si sostiene da Palazzo Vecchio. E non solo: il trasloco dei mercati generali (costo previsto 70 milioni) per far avviare i lavori del nuovo stadio a ottobre 2019 potrebbe avvenire anche a pezzi, senza necessità che la nuova Mercafir sia tutta pronta quando la Fiorentina metterà la prima pietra. Ma questi sono dettagli. È il match con Unipol ancora gli inizi l’incognita.

Passa tutto da Castello, da quei terreni aldilà del viale XI Agosto dove il Comune vorrebbe trasferire la Mercafir: “Unipol deve decidere: o perde poco, fa come diciamo noi e si rilancia o continua a opporsi e perde tutto”, è pressappoco il ragionamento che si fa oggi in Palazzo Vecchio. Gli eredi dell’impero Fondiaria tengono ancora le carte coperte. Sanno bene che al tavolo non potranno sfoggiare un punto così ghiotto, ma sanno pure di avere il potere se non di fermare almeno di rallentare l’operazione stadio su cui il sindaco e i Della Valle hanno preso un impegno pubblico senza precedenti in Sala d’Arme: 4 anni. (…)

L’articolo completo in edicola con La Repubblica
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/14/17, 17:37
Nuovo stadio: Unipol tratta la cessione dei terreni di Castello con Toscana Aeroporti

La svolta potrebbe avere effetti positivi sulla vicenda stadio

Se ne parlava da alcuni mesi, ma i sussurri adesso arrivano anche dall’interno di Palazzo Vecchio: Unipol sta trattando la cessione dei terreni di Castello con Toscana Aeroporti.
E la questione, tra l’altro, andrebbe a vantaggio della vicenda nuovo stadio della Fiorentina, legata indissolubilmente allo spostamento della Mercafir che il Comune di Firenze vorrebbe trasferire proprio sui lotti di proprietà del colosso bolognese.
Nelle ultime settimane, secondo quanto raccolto da Il Sito di Firenze, gli incontri tra i vertici di Toscana Aeroporti e Unipol si sono intensificati. Da una parte il colosso assicurativo che si vede compromessa la capacità edificatoria a causa del masterplan dell’aeroporto di Firenze e di Palazzo Vecchio, dall’altra la società che con la nuova pista dovrebbe pagargli l’esproprio delle aree che ricadrebbero nei nuovi vincoli di sicurezza ENAC.


Il Comune di Firenze, infatti, nel novembre scorso ha dato via ad un atto di indirizzo per la revisione del piano urbanistico esecutivo (PUE) di Castello che prevede un ridimensionamento dei metri quadrati di superfici del PUE in essere, insieme alla conversione delle quote di destinazione. In caso di cessione dei terreni a Toscana Aeroporti molte tessere del puzzle dello sviluppo urbanistico della zona nordovest di Firenze andrebbero al loro posto. In primo luogo si cancellerebbero una lunga serie di ricorsi al TAR da parte di Unipol e contestualmente lo sviluppo dello scalo fiorentino potrebbe vedere ulteriori investimenti edilizi nelle aree acquisite. In secondo, monetizzando, Toscana Aeroporti potrebbe cedere al Comune di Firenze gli spazi per la riqualificazione della Mercafir. Questo ultimo aspetto consentirebbe di liberare l’area attualmente occupata dai mercati generali di Firenze e fare spazio al progetto di ACF Fiorentina per nuovo stadio ed opere connesse.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/15/17, 22:01
Stadio alla Mercafir: Palazzo Vecchio-Unipol, spunta un possibile acquirente per i 160 ettari a Castello

Palazzo Vecchio è convinto che se Unipol trovasse un compratore con un’idea di business per quei terreni i tempi si accorcerebbero…

E se nel poker con Unipol alla fine arrivasse un altro giocatore? Se la grande grana dei terreni di Castello fosse risolta da un acquirente privato? Un soggetto che rilevi i circa 160 ettari aldilà del viale XI Agosto, dove da un quarto di secolo si consuma l’estenuante partita dello sviluppo di Firenze e da cui ancora oggi dipendono due mega operazioni, il nuovo stadio e il nuovo aeroporto? Non è uno scenario remoto. È anzi la principale delle speranze di Palazzo Vecchio. Ma su questo quadro irrompono, scatenando la febre dei social, le parole della Fiorentina (clicca qui per leggerle). Nel poker di Castello salta fuori una novità. Palazzo Vecchio è convinto che se Unipol trovasse un compratore con un’idea di business per quei terreni, sbarazzandosi a una cifra ragionevole di un asset che figura nei suoi bilanci per una cifra molto molto alta (100 milioni), tutto sarebbe più semplice: probabilmente il trasferimento dei mercati generali da viale Guidoni per liberare i 48 necessari al nuovo stadio viola potrebbe avvenire nell’ambito di una trattativa meno complicata col Comune e in tempi più rapidi. Repubblica lancia l’indiscrezione che a rilevare tutto potrebbero essere Toscana Aeroporti oppure il partner privato dentro la società del Vespucci, il gruppo Corporacion America del magnate argentino Eduardo Eurnekian. Una nuova ipotesi prende così corpo. Alimentando sogni ma anche domande.

L’articolo integrale con altre informazioni all’interno di Repubblica in edicola oggi

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/24/17, 00:33
Pres. Mercafir a VN: “Interesse comune con la Fiorentina. I tempi? Non dipendono da noi”

Sono passate due settimane dalla presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. Plastici meravigliosi, discorsi che fanno sognare ma per i quali servirà pazienza perchè – se tutto va bene – i lavori potranno partire nel 2019 e richiederanno altri 24 mesi per la realizzazione. Tra le questioni da risolvere nel frattempo, uno dei nodi principali riguarda lo spostamento della Mercafir per permettere alla Fiorentina di usufruire dell’area necessaria non solo alla costruzione dello stadio ma anche della “cittadella”.

Per capirne di più ci siamo messi in contatto con Angelo Falchetti, presidente della Mercafir, che ci ha raccontato il suo punto di vista: “La questione del mercato è distinta da quella dello stadio e non dobbiamo mescolare le due cose. Io non posso commentare il progetto della Fiorentina, ma posso dire che da parte nostra non c’è alcun conflitto. Anzi, l’interesse è comune perchè Mercafir non vuole restare in quella zona e vuole trovare una collocazione in fretta” ha detto Falchetti a Violanews.com.

“Inizio dei lavori per lo stadio nel 2019? Ripeto, non mischiamo le due situazioni. E’ un percorso complicato ed evidentemente i tempi non dipendono da noi, ma dall’amministrazione. Nella delibera dello scorso novembre il Comune ha individuato l’area di Castello e ci aspettiamo che entro l’anno venga chiusa la partita. C’è un’esigenza di rifare il mercato e dal canto nostro ci auguriamo che questo possa concretizzarsi il prima possibile. Alternative a Castello? L’area indicata dal Comune per la Mercafir è quella” ha concluso Falchetti a Violanews.com.

Simone Bargellini
@SimBarg
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/12/17, 00:27
Stadio alla Mercafir, nel pomeriggio riunione della Fiorentina al centro sportivo

Radio Bruno riporta di una riunione avvenuta nella giornata di oggi al centro sportivo con diverse componenti della società presenti

Radio Bruno riporta di una riunione avvenuta nella giornata di oggi al centro sportivo con la consigliera Daniela Maffioletti, il Dg Andrea Rogg e il vice presidente Gino Salica. Al centro del meeting, a cui hanno partecipato anche il responsabile del progetto Promesse viola Vincenzo Vergine e il presidente della Fiorentina Women’s Sandro Mencucci, il tema stadio nuovo e strutture connesse. Ad un mese dalla presentazione del progetto la società continua a lavorare per far sì che l’opera possa essere attuata.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/18/17, 19:43
Pres. Mercafir: “Trasferimento a Castello a prescindere dal nuovo stadio della Fiorentina”

La Mercafir trasferita a Castello a prescindere dalla questione nuovo stadio Fiorentina e la questione sarà definita entro la fine del 2017…

La Mercafir trasferita a Castello a prescindere dalla questione nuovo stadio Fiorentina e la questione sarà definita entro la fine del 2017. È quanto comunicato stamani in occasione dell’audizione del presidente di Mercafir Angelo Falchetti presso la Commissione Controllo Enti Partecipati del Comune di Firenze. La notizia non è una novità, l’ex Assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra (ora Assessore al Bilancio, Partecipate), a margine di un incontro con i vertici del Centro Alimentare Polivalente dello scorso 24 novembre, tra l’altro, aveva dichiarato che “l’idea è quella di svincolare la costruzione del mercato dall’avere le provviste economiche che derivano dalla valorizzazione dell’area nord della Mercafir” (ovvero la monetizzazione dell’area da parte di ACF Fiorentina, ndr). Oggi la conferma delle intenzioni di Palazzo Vecchio. Ne dà notizia il consigliere e capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Torselli, membro della Commissione Controllo Enti Partecipati. “Al mercato ortofrutticolo di Firenze – spiega Francesco Torselli – sarà garantito un futuro, a prescindere da quello del nuovo stadio. Entro fine anno saranno infatti dettati i tempi per il trasferimento della Mercafir da Novoli, verso una zona più funzionale, più moderna e più adatta alle esigenze del mercato e dei suoi operatori; senza aspettare le mosse di ACF Fiorentina sulla realizzazione dello stadio”.
“Una buonissima notizia – commenta Torselli – che ci lascia ben sperare quantomeno per il futuro del mercato ortofrutticolo e delle numerose realtà produttive che ruotano attorno ad esso. Del resto, se avessimo dovuto aspettare la Fiorentina e l’inizio dei lavori del nuovo stadio, avremmo rischiato di dover ridimensionare o, peggio ancora, chiudere anche questa importante realtà economica cittadina”. “Da amministratore pubblico, dico che per fortuna – prosegue il capogruppo di Fratelli d’Italia – il futuro di Mercafir non dipende più dalla Fiorentina e dagli ipotetici investimenti dei Della Valle nella nostra città, mentre da tifoso non posso non rilevare come stamattina, con il futuro di Mercafir che si svincola da quello dello stadio, sia venuto meno uno degli alibi più forti a vantaggio della società viola. Dal 1 gennaio 2018, il futuro di Mercafir lontano da viale Guidoni sarà verosimilmente già delineato e scritto nero su bianco, motivo per il quale la Fiorentina avrebbe già, da questa data, carta bianca per entrare nel concreto della costruzione del nuovo impianto sportivo”.
“Sono sempre stato – conclude Torselli – e resto scettico sulla reale volontà dei Della Valle di investire a Firenze e nella Fiorentina, ma da oggi la ‘dead line’ che ci dirà, in maniera oggettiva ed univoca, se il nuovo stadio della Fiorentina è destinato a diventare realtà o a restare un bellissimo plastico esposto nel cortile di Palazzo Vecchio, ha una scadenza ben precisa: 1 gennaio 2018; giorno in cui vedremo se in viale Guidoni arriveranno le ruspe della Fiorentina o no. Per adesso, con tutto il rispetto per i Della Valle, sappiamo che il futuro della Mercafir non dipende più dai portafogli dei fratelli marchigiani: e questo ci fa sta stare più tranquilli”.

Donato Mongatti – IlsitodiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/21/17, 23:17
Nardella: “La questione Stadio ha tempi precisi. Stiamo procedendo”

Il Sindaco di Firenze ai microfoni di Controradio questa mattina

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato della questione stadio questa mattina a Controradio. Ecco le sue parole “Con Mercafir abbiamo avviato la progettazione per il nuovo polo mercatale che presumibilmente sarà a Castello. E’ chiaro che i percorsi saranno di pari passo, la revisione del piano urbanistico di Castello, vogliamo preservare il Parco e allo stesso tempo aspettare che la Fiorentina finisca la progettazione del nuovo stadio. Tutto questo dovrà concludersi entro il 2017, stiamo andando avanti e credo che lo stadio sia una risposta ai tifosi, ai fiorentini e all’economia della città. Oltre allo stadio ci saranno alberghi, un centro commerciale, un grande parcheggio. In sintesi vogliamo riqualificare un’intera area che adesso è in parte degradata e in parte dismessa”

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/03/17, 14:45
Cellai (Forza Italia): “Difficile spostare la Mercafir, la dichiarazione del presidente non basta”

Le parole del consigliere comunale di Firenze riguardo al nuovo stadio

Ai microfoni di Radio Blu arrivano le parole del consigliere comunale di Firenze di Forza Italia Jacopo Cellai: “Nuovo stadio? Il problema su tutti è lo spostamento del mercato. Il presidente della Mercafir Falchetti ha dichiarato che entro il 31 dicembre il mercato sarebbe stato spostato. La verità è che finora non c’è stata conferma dal sindaco, risolvere la questione è un problema. Il mercato finirebbe a Castello e bisogna fare i conti con chi è proprietario dell’aria. Il mercato ha strutture fatiscenti e va ammodernato. Ma per spostare il mercato non basta la dichiarazione del presidente. Se ci fosse stata anche quella del sindaco le cose sarebbero state diverse”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: MartainViola on 05/04/17, 17:56
Vuoi aiutare la tua squadra del cuore a rendere magnifico il nuovo stadio?
Vuoi guadagnare 500 punti sulla tua Inviola Card?
Compila questo questionario!
Siamo un gruppo di studenti che sta aiutando la Fiorentina nella progettazione del nuovo stadio, e abbiamo bisogno delle vostre opinioni! Non solo contribuirete attivamente alla creazione di un grande stadio, ma potrete guadagnare anche 500 punti se siete muniti di Inviola Card
Grazie del vostro aiuto! Tutti i risultati saranno completamente anonimi.
https://unibocconi.qualtrics.com/jfe/form/SV_em8B72CJyQdzGvP
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/04/17, 21:09
Nuovo stadio: altro ricorso al TAR di Unipol contro Comune e Fiorentina

Nuovo ricorso di Unipol al TAR della Toscana contro il Comune di Firenze e nei confronti di ACF Fiorentina, riguardo gli atti relativi al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

Il Consorzio per l’attuazione del Piano urbanistico esecutivo di Castello (Società controllata dal gruppo Unipol) e NIT (Nuove Iniziative Toscane – la società immobiliare controllata da Unipol proprietaria dei terreni) hanno impugnato la delibera di Giunta di Palazzo Vecchio che, lo scorso 10 marzo, ha prorogato l’interesse pubblico al 31 dicembre 2017 sul progetto del nuovo stadio ed opere connesse; e la nota di ACF dello scorso 28 dicembre dove la Società viola ha chiesto all’Amministrazione di confermare il pubblico interesse del progetto fino alla data di approvazione della variante per la ricollocazione della Mercafir.

La fine del 2017, infatti, è il termine entro il quale la Società viola dovrebbe integrare la documentazione, affinché la Conferenza dei Servizi si possa esprimere sul progetto complessivo dell’opera. Il 31 dicembre rappresenta anche il termine entro il quale il Comune dovrebbe ultimare la variante al Piano Urbanistico Esecutivo dei terreni di Castello, questo consentirebbe di trovare casa per la riqualificazione della Mercafir e lasciare spazio alla cittadella viola, ma anche in merito alla variante del PUE di Castello, Unipol ha già presentato ricorso lo scorso febbraio.

I ricorrenti, tra le motivazioni, sostengono che “è illegittima l’ulteriore proroga, concessa dal Comune […] che conferma l’interesse pubblico dell’iniziativa fino alla data del 31 dicembre 2017 […]. È noto, infatti, che il prolungamento dell’efficacia di un termine presuppone necessariamente che il termine da prorogare non sia ancora scaduto. […]. La proroga […] è intervenuta fuori termine e dunque – come ha precisato la giurisprudenza – è stata adottata in carenza di potere: è pertanto affetta da nullità”. Il riferimento è al fatto che malgrado la ACF Fiorentina abbia rispettato il termine del 31 dicembre 2016 per consegnare la documentazione relativa a stadio e opere connesse, non ha soddisfatto quanto prescritto, ovvero ha presentato un documentazione incompleta; e la proroga di Palazzo Vecchio (10 marzo 2017) è arrivata dopo che erano scaduti i termini.

Prosegue dunque la battaglia delle carte bollate, questo è il quinto ricorso. Il colosso bolognese si tutela per evitare l’acquiescenza (il tacito assenso degli atti), Palazzo Vecchio ostenta ottimismo, Firenze e i tifosi viola attendono.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/08/17, 23:54
Ass. Bettarini: “Entro il 2017 il Comune avrà individuato l’area per la Mercafir”

Entro la fine del 2017 sarà individuata dal Comune di Firenze la sede per trasferire la Mercafir e sbloccare in via definitiva la questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.
È quanto ha ribadito oggi in Consiglio comunale l’Assessore all’Urbanistica Giavanni Bettarini, rispondendo ad una domanda di Jacopo Cellai (Forza Italia). “Il 31
dicembre 2017 – ha detto Bettarini rispondendo a Cellai – è una data reale per quanto riguarda l’individuazione dell’area per lo spostamento della Mercafir. Si tratta di una questione molto articolata. E questo è un pezzo di quella combinazione che consentirà la realizzazione del nuovo stadio. La sede che noi stiamo cercando è molto vicina alla attuale. L’amministrazione – ha concluso Bettarini – si era già espressa dicendo che entro il 2017 sarà individuata la sede definitiva per la Mercafir”.
Il progetto di stadio e cittadella viola, infatti, va ad insistere sui 48 ettari attualmente occupati dai mercati generali di Firenze che pertanto vanno ricollocati.
Nello specifico, Cellai ha interrogato l’Amministrazione per sapere se si “conferma quanto dichiarato dal Presidente di Mercafir Angelo Falchetti durante la seduta della commissione Controllo del 18 aprile u.s. in merito allo spostamento della sede mercatale di Novoli; se in caso affermativo, quale sarebbe la sede ideale ove ricollocare il mercato; se ritiene che la suddetta ricollocazione rappresenti anche un concreto impulso per la conclusione degli accordi di realizzazione del nuovo stadio”.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/09/17, 23:18
Ass. Bettarini: “Entro il 2017 sarà individuata l’area per trasferire la Mercafir”

La questione è fondamentale per il nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola

Entro la fine del 2017 sarà individuata dal Comune di Firenze la sede per trasferire la Mercafir e sbloccare in via definitiva la questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola. È quanto ha ribadito oggi in Consiglio comunale l’Assessore all’Urbanistica Giavanni Bettarini, rispondendo ad una domanda di Jacopo Cellai (Forza Italia).

“Il 31 dicembre 2017 – ha detto Bettarini rispondendo a Cellai – è una data reale per quanto riguarda l’individuazione dell’area per lo spostamento della Mercafir. Si tratta di una questione molto articolata. E questo è un pezzo di quella combinazione che consentirà la realizzazione del nuovo stadio. La sede che noi stiamo cercando è molto vicina alla attuale. L’amministrazione – ha concluso Bettarini – si era già espressa dicendo che entro il 2017 sarà individuata la sede definitiva per la Mercafir”.

Il progetto di stadio e cittadella viola, infatti, va ad insistere sui 48 ettari attualmente occupati dai mercati generali di Firenze che pertanto vanno ricollocati. Nello specifico, Cellai ha interrogato l’Amministrazione per sapere se si “conferma quanto dichiarato dal Presidente di Mercafir Angelo Falchetti durante la seduta della commissione Controllo del 18 aprile u.s. in merito allo spostamento della sede mercatale di Novoli; se in caso affermativo, quale sarebbe la sede ideale ove ricollocare il mercato; se ritiene che la suddetta ricollocazione rappresenti anche un concreto impulso per la conclusione degli accordi di realizzazione del nuovo stadio”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:12
Nuovo stadio, il progetto cresce. Maffioletti: “La Fiorentina sta facendo la sua parte”

Ecco le ultime novità: piazze per eventi cittadini, i posti avranno sedili ergonomici e chiunque potrà collegarsi al sistema wi-fi

La Fiorentina va avanti. A dispetto degli ostacoli. I campanelli d’allarme per le trattative in stallo, a causa del ritardo inatteso del decreto di valutazione di impatto ambientale che deve dare l’ok allo sviluppo dell’aeroporto di Peretola e, a cascata, far sì che si possano aprire le trattative per il trasloco della Mercafir, la famiglia Della Valle – scrive La Nazione – non si lascia scoraggiare e procede spedita verso il compimento del progetto definitivo del tempio viola.

“Per quanto riguarda l’avanzamento lavori, la Fiorentina sta facendo la sua parte con gli approfondimenti progettuali, in perfetta coerenza con i tempi concordati con il Comune dal quale ci aspettiamo lo stesso rispetto dei termini stabiliti”, spiega Daniela Maffioletti che, nel cda viola ha la delega al progetto del nuovo stadio. E, proprio Maffioletti, attribuisce alla fedeltà dei tempi pattuiti e al rispetto delle procedure burocratiche, un’importanza «fondamentale», anzi «imprescindibile» per «il buon successo» dell’intera operazione.


A fare il punto sui nuovi passi avanti compiuti è Luca Buzzoni, responsabile del progetto stadio di Firenze per Arup, la società multinazionale che presta servizi professionali di ingegneria e design. “Rispetto alla presentazione di marzo, siamo andati avanti con approfondimenti su più livelli – spiega Buzzoni – Nei prossimi mesi avremo un confronto preliminare con i vigili del fuoco, con la prefettura e con il Coni per verificare la rispondenza del progetto a tutte le esigenze”. Ci sono alcune novità: i grandi spazi attorno allo stadio, nei giorni in cui non sono in calendario partite, saranno messi al servizio della città e delle imprese fiorentine per gli eventi. Stiamo parlando della piazza ad anello di circa 20mila metri quadrati che sta davanti allo stadio, sopraelevata di 5 metri dal piano stradale cui si accede attraverso rampe e scalinate, e la piazza verde di 30mila metri quadri che sta tra lo stadio e la ferrovia, separando il lotto dall’area aeroportuale: uno spazio illuminato, tra vialetti e panchine.
Si sta lavorando al comfort di dotazioni e servizi ai tifosi: tutti i posti avranno sedili ergonomici, anche in curva, e chiunque potrà collegarsi liberamente al sistema wi- fi. I punti cibo e bevande sono stati diffusi capillarmente in tutte le aree: solo nella nuova curva Fiesole ce ne saranno otto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:17
Nardella: “Nuovo stadio compatibile con piano di rischio dell’attuale aeroporto e con quello nuovo”

“Il progetto del nuovo stadio è compatibile sia con il piano di rischio dell’attuale aeroporto, sia con il piano di rischio previsto con la nuova pista”. La spiegazione del sindaco – scrive La Nazione – metterebbe il cuore in pace rispetto alla realizzazione dello stadio, aspettando che l’iter della valutazione di impatto ambientale venga licenziato dai ministeri romani. Resta però un nodo da sciogliere: perché dallo sviluppo dell’aeroporto dipende il futuro dell’area di Castello di proprietà Unipol. Ed è proprio quella la sede individuata per far nascere la nuova Mercafir, liberando lo spazio per la realizzazione della cittadella viola e dello stadio. Se la Via tardasse molto, potrebbero saltare i tempi. E ai tempi sono legati anche gli investimenti. Per costruire nuovo stadio e cittadella viola serviranno complessivamente circa 420 milioni di euro. Soldi che trasformeranno i rendering e i plastici del progetto in realtà.

Per la realizzazione del nuovo stadio il finanziamento sarà appannaggio esclusivo della famiglia Della Valle che si accollerà per intero i costi. Mentre per la cittadella commerciale il piano finanziario è blindato dalla società. La formula sarà quella del project financing. Non entreranno nuovi soci nella Fiorentina. I partner finanziari e industriali per il progetto più grande d’Italia ci sono: gli investitori italiani e stranieri hanno già bussato alla porta della Fiorentina. Chiedono certezze.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:42
Nazione: cittadella viola bloccata senza la Valutazione d’Impatto Ambientale sull’aeroporto

La crescita della città paralizzata dal ritardo del decreto di Via, atteso da due anni dal Ministero dell’Ambiente

Unipol andrà avanti a oltranza con i ricorsi su ogni singolo atto deliberato dagli enti pubblici che riguardi direttamente o indirettamente l’area di Castello, il terreno di 168 ettari ereditato dal colosso bolognese da Fonsai. Tutto questo succede – scrive La Nazione – non per una guerra dichiarata, ma unicamente per tutelare il patrimonio aziendale. Almeno finché non vengano creati i presupposti essenziali per sedersi a un tavolo e cominciare le trattative. Il tempo a disposizione comincia a scivolare via dalla clessidra, anche se il 2023, anno in cui scadrà la convezione tra Palazzo Vecchio e Unipol per l’area, è ancora distante. Ma la società assicurativa non potrà aspettare di arrivare a ridosso dei limiti: ci sono le licenze a costruire già in mano a Unipol che, via via, stanno decadendo.

Ma se ora fra Unipol e Comune e fra Unipol e Fiorentina ci sono solo rapporti di buon vicinato e dichiarazioni di disponibilità, ma nessun rapporto formale, almeno stando a ciò che si ascolta nei corridoi del gruppo assicurativo, quando si potrà davvero cominciare a trattare? La tessera necessaria, anzi indispensabile a far scattare il domino, è il via libera al masterplan che prevede l’ampliamento dell’aeroporto Vespucci. Per ora una storia infinita.

In buona sostanza, a determinare la paralisi dello sviluppo a Nord Ovest della città, c’è, anzi manca, il decreto di valutazione di impatto ambientale che dev’essere licenziato dal ministero per l’Ambiente, atteso da ormai due anni, tra rinvii per richieste di chiarimenti, ricorsi (anche quello dei comitati che, con il pronunciamento del Tar, nell’agosto scorso ha reso nullo il Piano territoriale della Regione) e necessità di approfondimenti tecnici. Nell’ultimo paragrafo del librone, nel marzo scorso, il ministro Galletti ha scritto che il prolungarsi dell’iter della Via, stavolta è dovuto alle attività tecniche di verifica aggiuntive che si sono rese necessarie sulla base di una richiesta pervenuta dall’Ente nazionale per l’aviazione civile.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:46
Il documento che rischia di bloccare la cittadella viola: ecco che cos’è la Valutazione d’Impatto Ambientale

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale del nuovo aeroporto “Amerigo Vespucci”. Senza questo decreto, come scritto da La Nazione, la realizzazione della cittadella viola è bloccata, così come il trasferimento della Mercafir a Castello.

Ma che cos’è la VIA? Ci rendiamo conto che l’argomento non è dei più semplici, anche perché travalichiamo lo sport, ma ci sembra giusto e opportuno fare un po’ di chiarezza.

La Valutazione d’Impatto Ambientale è una proceduta tecnico-amministrativa. Il suo scopo è quello di individuare, descrivere e, appunto, valutare in maniera preventiva alla realizzazione delle opere gli effetti sulla salute e benessere umano, oltre a identificare le misure per eliminare o minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente.

Per impatto ambientale si intende qualsiasi creazione di nuove condizioni ambientali o alterazione di quelle pre esistenti.

I fattori ambientali che determinano la VIA sono:
– essere umano, flora e fauna;
– suolo, acqua, aria, fattori climatici e paesaggio;
– beni materiali e patrimonio culturale.

Nella normativa italiana la Valutazione d’Impatto Ambientale comprende vari fasi:
– verifica preliminare della significatività dell’impatto ambientale di un progetto;
– delimitazione del campo d’indagine volta a valutare la proposta dei contenuti del successivo Studio d’Impatto Ambientale (SIA);
– valutazione dello studio ambientale: lo Studio d’Impatto ambientale fornisce gli elementi tecnici sugli impatti ambientali dell’opera pertinenti a valutare la sua compatibilità con il contesto ambientale;
– decisione: la decisione della Valutazione d’Impatto ambientale si basa sui contenuti del SIA. Se questo risulta inadeguato, si richiedono delle integrazioni. L’eventuale pronuncia favorevole contiene tra l’altro le prescrizioni necessarie per la mitigazione degli impatti sfavorevoli sull’ambiente;
– monitoraggio ambientale: valutazione dell’accuratezza delle stime preliminari e assicurazione che non si verifichino impatti imprevisti.

Per opere a rilevante impatto e/o di interesse nazionale, l’autorità competente è il Ministero dell’Ambiente. Per quanto riguarda il nuovo aeroporto di Firenze con la pista da 2.400 metri, la Valutazione d’Impatto Ambientale è attesa da oltre due anni. Il licenziamento del decreto di VIA da parte del Ministero guidato da Gian Luca Galletti non è ancora arrivato a causa di alcuni approfondimenti tecnici, resi necessari da una richiesta dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC). Per di più il nuovo scalo fiorentino, insieme all’autostrada Tirrenica, è sottoposto a “project review”. Si tratta, cioè, di un’opera da rivedere. Lo ha stabilito il documento sulle infrastrutture prioritarie del Paese allegato al Documento di economia e finanza varato ad aprile dal Consiglio dei ministri. In particolare si legge: “Il progetto definitivo è in istruttoria per ricognizione definitiva sull’intervento”.

Consapevoli delle difficoltà dell’argomento, abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza sul provvedimento di VIA che potrebbe determinare (forse) lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze, anche se ci rendiamo conto che la nostra è una ricostruzione, per forza di cose, limitata.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/17, 16:34
Ancora Nardella: “Castello, aeroporto, Mercafir e stadio sono quattro tasselli dello stesso mosaico”

Il Sindaco di Firenze ha parlato dei progetti riguardanti l’area nord ovest della città

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha risposto alle domande di alcuni cronisti. Queste le dichiarazioni riportate da Lady Radio: “È chiaro che l’aeroporto si inserisce in un piano complessivo di riqualificazione strategica di tutta l’area a nord ovest della città. Qui abbiamo molte partite aperte e collegate tra loro, ovvero: la rivisitazione del piano urbanistico di Castello che vogliamo razionalizzare diminuendo i volumi da costruire per una maggiore sostenibilità ambientale, la nuova pista dell’aeroporto in condizioni di accessibilità migliori rispetto a quelle di oggi poiché non possiamo accettare le continue deviazioni dei voli per cause metereologiche, poi lo spostamento della Mercafir e la realizzazione dello stadio. Castello, aeroporto, mercato e stadio sono quattro tasselli dello stesso mosaico e credo che la visione strategica ed integrata sia positiva, non sono progetti a compartimenti, pensiamo a fare un mix di funzioni. Abbiamo investito molto per la tranvia, da febbraio prossimo avremo terminato la linea 2 destinata a collegare anche lo stadio ed il polo scientifico di Sesto Fiorentino”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/20/17, 16:33
Verso il nuovo stadio: Mercafir a Castello, scelta confermata e tempi immutati

Il decreto di valutazione impatto ambientale, atteso da due anni, secondo Bettarini potrebbe non avere effetti sostanziali sui terreni da destinare alla nuova Mercafir. Unipol però vuole un nuovo accordo

Come scrive La Repubblica, il Comune di Firenze ha confermato la scelta dell’area di Castello per la nuova Mercafir, assicurando agli operatori del mercato generale che i tempi non avranno slittamenti. Questo è quanto emerso dall’incontro tra Giovanni Bettarini, assessore all’Urbanistica, e gli operatori dell’Agofi, che rappresenta due terzi dell’attività di Mercafir.

Il decreto di valutazione impatto ambientale, atteso da due anni, secondo Bettarini potrebbe non avere effetti sostanziali sui terreni da destinare alla nuova Mercafir. Unipol però vuole un nuovo accordo e continuerà ad impugnare ogni atto per autotutela. Agli operatori, però, interessa chi pagherà il trasferimento: la Fiorentina aveva messo sul tavolo 21 milioni di euro, Unipol per quei 15-20 ettari ne chiede almeno 40, mentre gli stessi operatori sono pronti ad assumersi l’onere dei capannoni e della nuova logistica.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/20/17, 17:00
Nardella: “Non ci saranno ritardi nella costruzione dello stadio”

Il Sindaco di Firenze ha parlato a margine dell’evento “Kick Off”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a margine dell’evento “Kick Off”, come riportato da Tuttomercatoweb.com: “Da tre anni stiamo facendo continui progressi sul nuovo stadio. Siamo consapevoli che è un progetto ambizioso e difficile, ma il primo caso in Italia di uno stadio che si realizza in un luogo diverso rispetto a quello dove c’è il vecchio stadio. Lo Juventus Stadium è stato costruito al posto del Della Alpi, l’Udinese ha ricostruito il vecchio stadio. Il caso di Firenze è più difficile ed avvincente, abbiamo fatto passi in avanti nelle procedure amministrative-urbanistiche. La Fiorentina ha fatto altrettanto, dimostrando di essere molto determinata. Ci sono nuove normative proposte dal ministro Lotti, che accelerano le procedure abbreviando fortemente i tempi: abbiamo tutte le carte in regola per arrivare in fondo a questa operazione. Lo stadio sorge in un’area dove ci sono altri progetti collegati, come la nuova pista dell’aeroporto. Questo è un modo intelligente e coerente per realizzare infrastrutture per la città. Non ci saranno ritardi rispetto ai tempi previsti durante la presentazione fatta con la Fiorentina. Le parole dei Della Valle? Quando le cose non vanno secondo i piani, soprattutto per una squadra come la nostra, sono normali queste difficoltà, ma sono difficoltà superabili. Andrea Della Valle è sempre stato determinato, anche nei momenti difficili. Da sindaco spero di poter regalare a Firenze un nuovo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/23/17, 23:01
Stadio Fiorentina: con le nuove norme giudizi più rapidi in caso di ricorsi al TAR

Gli stadi come infrastrutture strategiche

Le nuove disposizioni relative alla costruzione degli impianti sportivi vengono incontro all’iter per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina, permettendo giudizi più rapidi in caso di ricorsi al TAR a seguito dell’approvazione definitiva del progetto. Sabato scorso il Sindaco di Firenze Dario Nardella, interrogato dai cronisti in merito a possibili ritardi sulla questione stadio e cittadella viola, ha infatti affermato di non credere che si allungheranno i tempi, ma “anzi, se saremo bravi – ha sottolineato Nardella – potremo utilizzare le nuove norme promosse dal Ministro Lotti che sono già in vigore per abbreviare la procedura”. Il riferimento del Primo cittadino è all’art. 62 del Decreto Legislativo 50/2017, approvato dal Governo Gentiloni ed entrato in vigore lo scorso 24 aprile.

La normativa firmata dal Ministro per lo Sport Luca Lotti, nel comma 5 del Decreto consente – relativamente alla costruzione di impianti sportivi pubblici di capienza superiore a 20.000 posti e le eventuali controversie legate al sì definitivo all’opera da parte della pubblica amministrazione – di applicare l’articolo 125 del codice del processo amministrativo. Ovviamente detto articolo garantisce il giudizio di quanto esposto dal ricorrente e le conseguenze per gli interessi che possono essere lesi, ma impone tempi più stretti, poiché inquadra i nuovi impianti sportivi e le costruzioni connesse tra le infrastrutture strategiche e per questo, tra l’altro, si deve tenere conto “del preminente interesse nazionale alla sollecita realizzazione dell’opera”.
ADVERTISING

Se la Società dei Della Valle integrerà la documentazione mancante, completando quella consegnata il 28 dicembre 2016, potrà partire la Conferenza dei Servizi Decisoria. Il verbale conclusivo col sì definitivo varrà come variante urbanistica, che il Sindaco sottoporrà all’approvazione del Consiglio Comunale nella prima seduta utile, senza che siano necessari ulteriori procedimenti anche se previsti da altre leggi. Il progetto di ACF Fiorentina, insieme a uno stadio da 40.430 posti, prevede superfici commerciali per 77.000 mq e un albergo di 10.000 mq, oltre a parcheggi ed aree verdi. Scontati ed inevitabili, in caso di sì, saranno i ricorsi al TAR da parte dei concorrenti della piccola, media e grande distribuzione commerciale, ma con la nuova norma i tempi di giudizio saranno più celeri, andando così a scongiurare il rischio di un lungo stallo per i lavori in attesa del pronunciamento.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/24/17, 14:56
Nuovo stadio, il peso di Diego Della Valle. L’iter burocratico prosegue, ma il rischio ricorsi…

Le ultime sulle vicende che riguardano il nuovo stadio della Fiorentina, con Diego Della Valle protagonista

Le parole di Diego Della Valle rilasciate lunedì mattina al “L’Economia” del Corriere della Sera continuano a far parlare e non sono certo rimaste inascoltate a Palazzo Vecchio. Dalle dichiarazioni di circostanza di ieri di Nardella traspare tutta la preoccupazione per un puzzle che – dopo la presentazione, appena due mesi fa, della nuova casa viola – potrebbe ingarbugliarsi ancora. Nonostante alcune difficoltà burocratiche riscontrate dalla Fiorentina e dallo stesso Cognigni, Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica di Firenze, ha assicurato che la variante urbanistica per lo spostamento della Mercafir sarà approvata entro la fine dell’anno, in modo da permettere ad aziende e lavoratori di trasferirsi nell’area Castello e alla Fiorentina di posa finalmente la prima pietra. Tutto liscio dunque? Non proprio, perché permessi e cantieri potrebbero essere stoppati dai ricorsi al Tar presentati da Unipol (proprietaria dei terreni di Castello) e dalle procedure di ampliamento del vicino aeroporto. C’è poi da considerare la ricerca di partner economici da parte della Fiorentina, ritenuta propedeutica allo sviluppo definitivo del progetto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/27/17, 15:04
E Palazzo Vecchio va in fibrillazione: “Subito un incontro sul nuovo stadio”

Il progetto appare in grande difficoltà, sempre meno certo, per questo nei giorni scorsi il sindaco ha chiesto un incontro a DDV, ritenuto fondamentale per capire il percorso che ha in mente la proprietà viola

Come scrive La Repubblica, le parole di Diego Della Valle hanno innalzato il livello dell’allarme a Palazzo Vecchio sul tema del nuovo stadio. Perché se è vero che la tesi principale è quella secondo cui le tensioni in casa Fiorentina sarebbero da ricondurre anche a frizioni in atto tra Diego e Andrea, lo è anche che il Comune ora trema davvero.

Il progetto appare in grande difficoltà, sempre meno certo, per questo nei giorni scorsi il sindaco ha chiesto un incontro a DDV, ritenuto fondamentale per capire il percorso che ha in mente la proprietà viola, soprattutto ora che alcune tessere (spostamento della Mercafir, in primis) sembrano andare nel posto giusto. Per spiegarsi queste tensioni Nardella aspetta di parlare con il patron viola, solo dopo si esprimerà. Nel frattempo ha chiesto ai suoi di lavorare per non mettere mai i bastoni tra le ruote al progetto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/05/17, 21:00
Nuovo stadio Fiorentina, Ass. Bettarini: “Avanti col PUE di Castello”

“Da un punto di vista urbanistico le procedure stanno andando avanti. Stiamo lavorando alle varie parti che costituiscono questo progetto.

Stiamo andando avanti con le modifiche del PUE, stiamo agendo per avere tutti gli strumenti urbanistici e naturalmente anche attendendo quello che sarà l’esito della Valutazione d’Impatto Ambientale, in maniera che tutto sia ampiamente dentro le regole, senza nessun rischio per alcuno”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo a una domanda nel Question Time della consigliera del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi, nel Consiglio comunale odierno.

La consigliera del M5S ha interrogato l’amministrazione per avere lumi sulla questione nuovo stadio della Fiorentina dato che nei giorni scorsi sui quotidiani locali si è scritto di un probabile incontro fra il Sindaco Nardella e gli imprenditori Della Valle per approfondire alcune criticità sorte sul progetto stadio.

In particolare Noferi ha chiesto:

-quali sono le nuove criticità per la prosecuzione del progetto che in conferenza stampa appena qualche mese fa sembrava per fatto;

-se l’incontro con i Della Valle c’è stato e cosa è emerso;

-se sono stati trovati i finanziatori del progetto;

-se sono previsti anche finanziamenti pubblici per la realizzazione del nuovo stadio.

L’Amministrazione sta lavorando alle modifiche al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello per trovare casa alla Mercafir e lasciare spazio al progetto della cittadella viola e nuovo stadio. Questo in attesa della VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) della nuova pista parallela al raccordo autostradale dell’aeroporto fiorentino che, inevitabilmente, avrà delle influenze che andranno a ricadere proprio sui terreni di Castello. Con la VIA saranno definitivamente inquadrati anche i piani di rischio delle aree limitrofe tra le quali c’è anche quella dove è previsto il progetto della ACF Fiorentina. Proprio in previsione della nuova pista, i progettisti incaricati dalla Società viola hanno consegnato lo scorso 28 dicembre 2016 la “Relazione di Analisi dei Vincoli Aeronautici”.

In merito a quest’ultimo punto Silvia Noferi sostiene l’incompatibilità di nuova pista e nuovo stadio. “I chiarimenti richiesti – precisa la capogruppo del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi – sono un tentativo per capire lo stato dell’arte su tutte le grandi opere previste nel quadrante di Firenze Nord-Ovest, perché sono talmente vicine che non possono non avere delle interferenze l’una con l’altra.
Non si può progettare uno stadio da 40.000 posti a sedere senza valutare i pericoli connessi alla vicinanza con il nuovo aeroporto, all’altezza che dovrebbe avere per non impattare sui punti di visibilità protetti da Unesco (le cosiddette zone buffer) e limitarsi a prevedere delle piste ciclabili per raggiungerlo senza impattare sulla mobilità.
Il nuovo stadio non si troverebbe circondato dal deserto ma in una delle zone più densamente popolate e inquinate dell’area metropolitana.
Soprattutto non accettiamo che si limitino tutte le difficoltà alle preoccupazioni del Movimento 5 Stelle quando tutti i tecnici interpellati hanno chiaramente individuato molteplici criticità.
Se così non fosse sarebbe inspiegabile l’ulteriore richiesta di ENAC al Ministro Galletti di rivedere le 142 prescrizioni della Commissione VIA per la realizzazione del nuovo aeroporto.
Come se continuare a puntare i piedi come un bambino stizzito potesse servire a qualcosa.
L’unica cosa certa – conclude la capogruppo del M5S Silvia Noferi – è che tutto in quella zona è impossibile realizzare tutto quanto l’amministrazione prevede e prima o poi dovrà semplicemente prenderne atto”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/10/17, 15:02
Nuovo stadio, presto una serie di appuntamenti con il sindaco Nardella

Nel 2021 il nuovo stadio alla Mercafir dovrebbe diventare la nuova casa della Fiorentina

Come scrive il Corriere dello Sport, da qui alla partenza per Moena, i collaboratori dei Della Valle e il sindaco Dario Nardella si incontreranno per fissare una serie di appuntamenti relativi alla decisione finale e definitiva sulla costruzione del nuovo stadio della Fiorentina nell’area Mercafir che, in base al progetto, nel 2021 dovrebbe diventare la nuova casa della società gigliata.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/17/17, 14:51
Giani: “Stadio? Ne riparleremo quando la Mercafir verrà ricollocata a Castello”

Le parole del Presidente del consiglio Regionale sul nuovo stadio: pessimismo finché non verrà ricollocata la Mercafir a Castello

Capitolo Stadio: “Non ne abbiamo parlato nel CdA, è diventato un argomento tabù. Certe dichiarazioni delle ultime settimane di ottimismo non le condivido. In Comune ci si aspetta che la Mercafir la costruisca la Fiorentina, invece è un compito dell’amministrazione comunale. Finché il Comune non avrà resa operativa la variante urbanistica e l’esproprio dell’area di Castello a Fondiaria non ci saranno possibilità. Siccome non possiamo prendere in giro i tifosi, di stadio ne riparleremo quando verrà costruita la nuova Mercafir a Castello”.

Pier F. Montalbano
@____MONTY____
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/27/17, 23:44
Nuovo stadio, probabile un incontro tra Fiorentina e Comune

Il comunicato di vendita della Fiorentina potrebbe avere ripercussioni anche sul nuovo stadio. Per chiarire questo aspetto nei prossimi giorni potrebbe tenersi un incontro tra il Comune di Firenze e i vertici del club viola, in particolare con Mario Cognigni e Daniela Maffioletti. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/27/17, 23:55
Pres. Confindustria Firenze: “Si può lavorare al nuovo stadio anche senza i Della Valle”

“Siamo a disposizione per lavorare sullo stadio senza i Della Valle, perché lo stadio va fatto e credo che Dario Nardella sia di questa opinione”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Firenze, Luigi Salvadori, commentando a Lady Radio i possibili scenari dopo il comunicato con cui la famiglia Della Valle ha dichiarato la volontà di vendere la Fiorentina. Per Salvadori, a questo punto, si lavorerebbe per uno stadio “non da 400 milioni ma da 90, che comunque è bello, efficiente e moderno”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/28/17, 18:37
Stadio alla Mercafir, difficile trovare un partner col club in vendita

Il problema principale è il piano finanziario che ancora non c’è. Manca il partner finanziario che i Della Valle stanno cercando

Repubblica approfondisce la tematica relativa allo stadio alla Mercafir adesso che la Fiorentina è stata messa in vendita. Il problema principale è il piano finanziario che ancora non c’è. Manca il partner finanziario che i Della Valle stanno cercando da tempo per avviare l’operazione della cittadella commerciale. Resta difficile ipotizzare, secondo il quotidiano, che questo sia stato trovato visto che la società ha emesso un comunicato che avrebbe fatto risentire la parte in causa. Adesso la ricerca si farà ancora più difficile. L’incertezza della gestione Della Valle in questa fase potrebbe essere un grande ostacolo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/28/17, 20:39
Entro il 31 dicembre la Fiorentina dovrà presentare il progetto definitivo per lo stadio e l’area commerciale

Nel frattempo il Comune cercherà di risolvere la questione dello spostamento della Mercafir nell’area Unipol a Castello

Come scrive il Corriere Fiorentino, ieri da Palazzo Vecchio è arrivata una precisazione non secondaria sul tema nuovo stadio: “La Fiorentina entro il 31 dicembre 2017 dovrà presentare il progetto definitivo per lo stadio e l’area commerciale, oltreché il nuovo piano economico finanziario”. Nel frattempo il Comune cercherà di risolvere la questione dello spostamento della Mercafir nell’area Unipol a Castello.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/30/17, 16:37
Cinesi e americani bussano alla porta della Fiorentina. E il progetto stadio va avanti

La Fiorentina porta avanti gli impegni presi col comune e i partner internazionali non mancherebbero

Vi proponiamo un sunto dell’articolo di oggi de La Nazione a firma Ilaria Ulivelli sulla questione nuovo stadio alla luce delle ultime novità di casa Fiorentina.

I possibili partner internazionali che si erano fatti avanti per il progetto della cittadella viola non sono scappati dopo il comunicato dei fratelli Della Valle. Il piano va avanti e la Arup (l’azienda leader nel settore che ha firmato anche l’Allianz Arena) sta continuando a lavorare per la Fiorentina al progetto definitivo che dovrà essere consegnato entro il 31 dicembre in Comune. La Fiorentina ha preso impegni che sta portando avanti. A prescindere dal fatto che la società sia stata messa in vendita sollecitando interesse da tutte le parti del mondo: con i fondi americani e cinesi che sono stati i primi a suonare il campanello di viale Fanti 4. L’operazione di cessione del club gigliato, anche se dovesse andare avanti, richiederebbe comunque un tempo: lunghi mesi utili anche a chiarire questo aspetto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/03/17, 17:49
Ass. Bettarini: “Comunicato dei Della Valle? Per l’iter del nuovo stadio non è rilevante”

L’assessore all’urbanistica del comune di Firenze garantisce che le pratiche stanno procedendo

“La questione centrale è che noi ci rapportiamo con una società che è la ACF Fiorentina, che ha presentato la proposta per la realizzazione del nuovo stadio. Ai fini di quello che è il percorso amministrativo la proprietà della società non è rilevante, queste voci, per quanto ci riguarda, non comportano un rallentamento del percorso”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo ad una domanda nel Question Time odierno del consigliere Mario Tenerani (Forza Italia).

“Noi – ha proseguito Bettarini – stiamo andando avanti con un percorso che è coerente e non ha al momento subito rallentamenti. Lavoriamo per lo spostamento della Mercafir (che dovrebbe trovare casa proprio nei terreni di Castello e così liberare l’area di intervento per il progetto stadio ed opere connesse, ndr). Circa due settimane fa ho incontrato i principali operatori per aggiornarli su quello che sono i lavori amministrativi e il procedimento che stiamo portando avanti. Lavoriamo per ridefinire la variante del PUE di Castello e alla definizione, entro il 31 dicembre, della congruità urbanistica per la nuova cittadella, così come prevedono gli atti che abbiamo assunto”.

www.ilsitodifirenze.it

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/04/17, 13:28
Nuovo stadio, c’è anche il freno dell’aeroporto. Nardella: “Dobbiamo aspettare”

Le ultime sull’area Mercafir e su un iter rallentato

Il Corriere Fiorentino racconta le ultime sulla questione nuovo stadio, ripartendo da quanto emerso ieri in Consiglio Comunale.

A rallentare l’iter per il nuovo stadio con annessa cittadella viola c’è anche la mancata pubblicazione della Valutazione di impatto ambientale per l’aeroporto di Peretola, attesa da ormai sei mesi. Il ritardo per l’aeroporto rischia di far slittare anche lo stadio che deve nascere al posto della attuale Mercafir. E questo a prescindere dal fatto che i Della Valle possano continuare a essere o no i proprietari della Fiorentina. Il sindaco Dario Nardella ha aggiunto:”Non c’è nessun mistero, né ritardo patologico, ma due fatti nuovi, un decreto di maggio che ha recepito la normativa europea in materia e la richiesta di chiarimenti da parte di Enac, che hanno prolungato il parere tecnico. La politica non deve intervenire su un procedimento tecnico. Faremo le nostre valutazioni quando il parere, che auspico positivo, arriverà”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/05/17, 22:18
INDISCR. VN – Nuovo stadio, si fanno avanti due partners. Incontri costanti ACF-tecnici

Ingegneri a lavoro sugli approfondimenti richiesti dal Comune entro la fine dell’anno. Progetto avanti nonostante le ultime vicissitudini societarie viola

Il progetto del nuovo stadio va avanti. Questo il messaggio forte e chiaro che arriva sia dall’amministrazione comunale che dalla Fiorentina. Ma qual è ad oggi lo stato dell’arte dopo la presentazione del 10 marzo scorso? Da una parte il lato burocratico, quello che coinvolge gli aspetti legati allo spostamento della Mercafir a Castello e ancor prima quelli sulla pubblicazione della V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale) per l’aeroporto di Peretola, dall’altra la progettistica e l’aspetto finanziario. E’ proprio su questi ultimi due punti che ci vogliamo concentrare.

Secondo quanto raccolto da Violanews.com, gli ingegneri del gruppo Arup, ditta che insieme a Inpro e lo Studio Rolla è tra le anime che hanno portato alla genesi del progetto architettonico, stanno continuando a lavorare al progetto per produrre gli approfondimenti (su strutture, impianti e dotazioni di servizi) richiesti dal Comune di Firenze nonostante le ultime vicissitudini societarie viola. Si parla in totale di qualche centinaio di disegni che andranno presentati entro la fine dell’anno solare, in linea con le tempistiche previste per un progetto di questo tipo.

Gli incontri tra i tecnici e la Fiorentina per gli aggiornamenti del caso e la pianificazione del lavoro da svolgere avvengono regolarmente circa ogni 2-3 settimane, a meno di necessità straordinarie. E i soldi? Prosegue anche la ricerca dei partners finanziari che dovrebbero andare ad affiancare la società viola: al momento ci sono almeno due realtà importanti che si sono fatte avanti in maniera concreta e seria, ma non sono le uniche ad aver mostrato il loro interesse verso l’opera. Buone notizie quindi sul fronte stadio, in attesa che venga sciolto il nodo-aeroporto.

Alessio Crociani
@AlessioCrociani
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/11/17, 12:32
Nodo aeroporto, tempi certi ma più lunghi: ora sono a rischio Mercafir e nuovo stadio

In attesa del via libera al Masterplan per l’ampliamento dell’aeroporto, altre opere strettamente collegate potrebbero risentirne. A cominciare dal nuovo stadio

Su La Nazione viene approfondita la questione che riguarda l’ampliamento dell’aeroporto, strettamente collegato al nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir. Ecco un estratto dell’articolo:

“La tessera necessaria, anzi, indispensabile a far scattare il domino che è previsto possa ridisegnare Firenze nel triangolone compreso fra Novoli, Castello e l’autostrada Firenze-Mare, è proprio il via libera al Masterplan che prevede l’ampliamento dell’aeroporto Vespucci. Che la valutazione d’impatto ambientale, con il nuovo decreto, si attrezzi finalmente di certezze e non di ipotesi, è sicuramente una buona notizia. Ma l’attesa di un anno, con le scadenze che bussano alla porta, potrebbe causare il naufragio dei progetti, tutti legati fra loro e incatenati a doppia serratura all’ok del ministero sullo sviluppo dell’aeroporto di Peretola. Le partite in campo sono tre con tre diversi attori sulla scena: trasloco dei mercati generali Mercafir, nuovo stadio e cittadella viola della Fiorentina e area di Castello di proprietà Unipol“. (…)

L’articolo prosegue trattando della convenzione tra Palazzo Vecchio e Unipol per l’area che scadrà nel 2023 e delle questioni che non possono essere rimandate. “Se i mercati generali non si spostano a Castello, lasciando lo spazio libero a Novoli per la costruzione di stadio e cittadella viola, quali garanzie potranno essere date alla Fiorentina che sta continuando a lavorare alle integrazioni al progetto presentato lo scorso 10 marzo a Palazzo Vecchio? A fine anno è prevista la consegna degli elaborati in Comune. Per quella data l’amministrazione si è impegnata a far partire la seconda fase del procedimento, preludio agli iter autorizzativi. Quest’anno di attesa potrebbe tradursi in un uragano. Speriamo che ci si possa attrezzare perché non siano spazzati via progetti, ambizioni e posti di lavoro”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/12/17, 17:12
Mercafir, nella Cittadella Viola anche il centro sportivo

A fine anno saranno consegnati gli elaborati aggiuntivi al progetto già presentato a Palazzo Vecchio

Il destino del nuovo stadio e della cittadella viola è legato allo spostamento della Mercafir. Come leggiamo su La Nazione, il progetto della Fiorentina sta andando avanti: a fine anno saranno consegnati gli elaborati aggiuntivi al progetto già presentato a Palazzo Vecchio. Si parla anche del centro sportivo della Fiorentina, che non potrà restare al Campo di Marte con lo stadio a Novoli. Dovrà essere aperto un capitolo per la riconversione dei campi da calcio che erano del Castello e, soprattutto, per le strutture sportive in attività (con il centro Paganelli e il palarotelle). Perché è proprio quella l’area individuata per far nascere il nuovo centro sportivo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/27/17, 12:15
Nardella: “Incontrerò Diego, dobbiamo venirci incontro. Progetto stadio ambizioso e difficile”

Le parole del sindaco Dario Nardella a La Nazione

Ospite de La Nazione, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche della situazione della Fiorentina: “Ho sentito di recente Diego Della Valle e presto ci incontreremo. Ci sono ancora le condizioni per un rapporto rinnovato tra la città e la proprietà, basta che sia chiara e autentica la volontà da parte di tutti a venirsi incontro”. Firenze condivide con la Fiorentina una fetta importante del progetto che ridisegna l’intero quadrante a nord-ovest della città, un progetto che il sindaco definisce «ambizioso e difficile».

“A questo punto è necessario che la proprietà dica con chiarezza che cosa ha intenzione di fare: qualsiasi decisione venga presa, io sono disposto a dare una mano. Credo fermamente che ci sia lo spazio per un vero rinnovamento del rapporto tra la proprietà e i tifosi – dice il sindaco – Ho una profonda stima per i Della Valle, sono grandi imprenditori e non posso credere che a loro piaccia perdere una sfida così importante che si lega al destino di un’intera città, con l’ultimo grande piano di riqualificazione”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 08/05/17, 13:45
Corriere: aeroporto, la pista slitta ancora. Anche il nuovo stadio della Fiorentina a rischio

Cambia la procedura per l’ultimo sì alla nuova pista dell’aeroporto di Firenze: bisognerà aspettare giugno

Sul Corriere Fiorentino si parla della nuova pista dell’aeroporto di Firenze. Il tema è strettamente collegato al nuovo stadio della Fiorentina:

“Aeroporto, cambia la procedura e per il sì definitivo — se alla fine sarà sì — bisognerà aspettare l’estate del prossimo anno. Enac ha ricevuto dal ministero dell’ambiente un parere in cui la si invita ad aderire alla nuova procedura di Valutazione ambientale prevista dalla legge 104/2017. Un modo solo per semplificare i passaggi, sarà una commissione ad hoc a valutare se il progetto definitivo risponde alle richieste della Commissione di valutazione ambientale. Ma lo farà a giugno prossimo. Un anno in più rispetto ad un sì al decreto di Via che, a più riprese, doveva arrivare «a settimane», hanno ripetuto tutti i ministri interessati. Cioè ieri. E questo ritardo potrebbe avere effetti anche sulla partita del nuovo stadio.

Dopo l’arrivo della nuova procedure di Valutazione ambientale, previste dalla legge 104/2017, Enac ha chiesto al ministero dell’ambiente: ma dobbiamo andare avanti con la vecchia procedura o con la nuova? La risposta è arrivata. «Abbiamo ricevuto dal ministero l’indicazione di usare la nuova normativa. La nuova procedura non fa scomparire le prescrizioni: quelle restano. Semplifica solamente — spiega Riggio — E stabilisce anche quello che abbiamo sempre fatto, cioè che il parere si chiede sul Masterplan, non sul progetto definitivo». Non è una banalità: poteva essere uno dei punti di forza di eventuali ricorsi al Tar ed al Consiglio di Stato da parte dei contrari alla nuova pista. Quindi, applicando la nuova normativa, si supera un possibile tema che bloccherebbe il progetto. Per un punto positivo, c’è però un ritardo. Una volta aderito a questa procedura, Enac (per conto di Toscana Aeroporti) dovrà procedere al progetto definitivo che sarà valutato da una Commissione.

(…)

E i tempi? «Si allungano di sei mesi, un anno, rispetto a quanto previsto oggi» conclude Riggio. Il via libera doveva arrivare oggi, arriverà «a giugno prossimo, spero prima». Una tempistica che porrebbe il sì definitivo dopo le elezioni politiche di primavera. Ma arriverebbe anche oltre la proroga concessa da Palazzo Vecchio (a fine dicembre) per la presentazione del progetto da parte dei Della Valle per il nuovo stadio e la Cittadella viola, che dovrà tenere conto dei vincoli originati dalla pista sull’area Mercafir. Ma questi vincoli arriveranno a giugno: ritardi anche per lo stadio, quindi? Risposte definitive e certe non ci sono”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/02/17, 01:46
Nardella: “Stadio alla Mercafir? Aspettiamo che la Fiorentina consegni il progetto esecutivo”

Malgrado lo stallo sulla nuova pista dell’aeroporto di Firenze, il Sindaco Dario Nardella ostenta ottimismo per la questione nuovo stadio della Fiorentina e trasferimento della Mercafir.
Due questioni indissolubilmente legate tra loro e, indirettamente, influenzate dal futuro sviluppo dell’aeroporto Amerigo Vespucci con la pista parallela all’autostrada. Ed è proprio sulla variante urbanistica al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello (area che dovrebbe accogliere i nuovi mercati generali fiorentini e fare spazio alla cittadella viola) che Nardella si mostra sicuro: “Confermo – ha spiegato ieri sera intervenendo alla festa dell’Unità a Firenze – che andiamo avanti: i nuovi mercati generali, che secondo noi dovrebbero sorgere nella parte a nord di Castello, e lo stadio”. “Aspettiamo – ha ricordato – che la Fiorentina, entro il 31 dicembre di quest’anno, consegni il progetto esecutivo che è l’altro pezzo indispensabile per andare avanti”. “Come Comune di Firenze – ha ribadito – manteniamo la variante urbanistica del piano di Castello, con la finalità di ridurre i volumi edificabili, di preservare il parco, quindi l’area verde, e di inserire questa revisione in tutto il quadrante nord-ovest di Firenze”. Il piano, in sostanza, “va verso precisi obiettivi di interesse pubblico: meno cemento, più verde e più sviluppo sostenibile dell’area” e alla variante “si lega il futuro sia della Mercafir che dello stadio”. (Ilsitodifirenze.it)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:05
La Mercafir trasloca a Castello, entro fine anno variante pronta. L’iter per il nuovo stadio

Ecco le prossime mosse per completare l’iter burocratico della realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina

Su La Nazione si parla dell’iter burocratico in merito alla realizzazione del nuovo stadio, visto l’incontro delle ultime ore tra i Della Valle e il sindaco Nardella. Entro dicembre il sindaco assicura che il consiglio comunale adotterà la variante al piano urbanistico di Castello che consentirà lo spostamento della Mercafir nei terreni attualmente di proprietà Unipol. Se tutto procederà, ricorsi permettendo, come da cronoprogramma, i lavori per il nuovo centro alimentare polivalente saranno avviati entro la fine del prossimo anno. Parallelamente, continuerà la progettazione del nuovo impianto viola: la Fiorentina presenterà lo studio definitivo al momento in cui ci sarà la certezza che lo stadio e la cittadella viola potranno essere realizzati. Entro la primavera del 2019 il Comune ha intenzione di completare la procedura di gara per il project financing, la modalità individuata secondo la legge firmata da Nardella parlamentare per la realizzazione dei nuovi stadi, in cui il soggetto proponente, quindi in questo caso la Fiorentina, ha un diritto di prelazione su ogni offerta. Poi sarà firmata la convenzione per la realizzazione del nuovo stadio. Un iter a ritmi forzati per mettere la prima pietra dello stadio tra fine 2019 e inizi 2020. A quel punto serviranno due anni secchi per la costruzione.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:25
Lotti (min. sport): “Ci sono le basi per il nuovo stadio, bisogna passare all’azione”

Le parole del ministro dello sport sul nuovo stadio della Fiorentina durante la Festa dell’Unità alle Cascine

Intervenuto alla Festa dell’Unità alle Cascine, il ministro dello sport Luca Lotti ha parlato anche della possibilità di costruire il nuovo stadio della Fiorentina:

    Le infrastrutture dei club di Serie A sono importanti per lo sviluppo di una determinata squadra e non solo. Si sono create le basi per poter portare un investimento importante come il nuovo stadio a Firenze. Ora è il momento delle azioni. Sono convinto che la Fiorentina e l’amministrazione comunale siano pronti a questo importante passaggio. Come ministro dello sport faccio il tifo affinché anche Firenze abbia il nuovo stadio.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:48
Vannucci (ass. sport): “Della Valle molto attenti alla Fiorentina. Variante urbanistica per Castello entro il 31 dicembre”

Presente ieri all’incontro con i fratelli Della Valle, l’assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, ha parlato così a Radio Bruno Toscana:

Era un passaggio che era giusto fare e che contribuirà a rasserenare, questo è l’augurio, il clima intorno alla squadra. I contatti tra Comune e Fiorentina sono una costante, la Fiorentina è troppo importante per Firenze. La Fiorentina è un patrimonio della città, il rapporto tra l’amministrazione e la società è saldo e mantenuto costantemente. La genesi dell’incontro risale nel pieno dell’estate, poi l’incontro si è concretizzato una volta concluso il mercato, a bocce ferme. I Della Valle? Ho visto una grande attenzione a quello che succede in città e intorno alla squadra. In Andrea ho visto grande voglia di stare vicino alla squadra. Penso che presto potremmo rivedere Diego e Andrea da queste parti. Il comunicato va calato nella realtà di quei giorni e alle difficoltà di quel periodo, rimasi sconcertato dalla sconfitta di Palermo. La notizia relativa all’incontro di ieri è che l’attenzione dei Della Valle non è mai mancata. Il Comune di Firenze entro il 31 dicembre porterà l’adozione della variante urbanistica per Castello per il trasferimento della Mercafir. Potremo così avere tempi più certi per il nuovo stadio. Conferenza stampa dei Della Valle e l’amministrazione? E’ una possibilità. C’è la disponibilità, da parte del Comune, a creare un nuovo rapporto di fiducia.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/12/17, 20:08
Accelerata su aeroporto e nuovo stadio: la “Via” entro fine anno

Già a novembre potrebbe arrivare la firma sulla “valutazione di impatto ambientale” dell’aeroporto: buone notizie per il progetto stadio

La “Via” (valutazione di impatto ambientale) dell’aeroporto Vespucci arriverà entro fine anno. Se tutto andrà secondo le previsioni, il decreto potrebbe essere firmato addirittura prima: entro la fine di novembre, come ha confermato ieri il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. La decisione, in effetti già presa, per la nuova normativa, sarà formalizzata entro il 20 settembre. In parole povere la prossima settimana sarà reso ufficiale il passaggio del procedimento di Via dalla vecchia alla nuova normativa. Si esce dunque dall’impasse che sinora – scrive La Nazione – ha tenuto in stallo il procedimento di Via, bloccando l’intero sviluppo a Nord Ovest della città.

Questa accelerazione burocratica faciliterà anche la partita dello stadio a Novoli perchè – scrive il Corriere Fiorentino – permetterà lo spostamento del mercato della Mercafir, dando più certezze alla presentazione entro il 31 dicembre da parte della Fiorentina del progetto esecutivo della cittadella viola.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/18/17, 12:36
Nardella: “Stadio si farà al 95%”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto durante la cerimonia di chiusura della Festa dell’Unità di Firenze. C’è anche il nuovo stadio tra gli argomenti toccati dal primo cittadino: Stadio? Io metto la faccia su questo progetto. Con gli assessori Perra e Bettarini abbiamo lavorato bene: entro l’anno ci sarà l’adozione del nuovo Piano urbanistico di Castello, con il trasferimento della Mercafir lì, legato al progetto dello stadio. La valutazione di impatto ambientale sull’aeroporto, arriverà entro la fine dell’anno. Quante probabilità di realizzare i progetti stadio e aeroporto? Novantacinque su cento. A cominciare dall’aeroporto. Se arriva la Via, potremmo cominciare i lavori entro la fine del nostro mandato: posti di lavoro e infrastrutture all’avanguardia”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/20/17, 19:58
Pres. Mercafir: “Lo stadio? Mi interessa di più il nuovo mercato”

Le parole di Giacomo Lucibello, presidente Mercafir

Intervenuto ad un evento a Palazzo Vecchio, il presidente della Mercafir, Giacomo Lucibello, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Il mio ruolo mi impone di interessarmi più alla nuova Mercafir che al nuovo stadio. Banalmente se non si sposta la nuova Mercafir, quella vecchia non si sposta e non si costruisce lo stadio. La Mercafir è custode di migliaia di posti di lavoro che sicuramente, con una nuova struttura, potrebbero ancora crescere. Nella Mercafir non ci sono stati praticamente licenziamenti negli ultimi dieci anni. Io tifo per la Fiorentina e parlo con i dirigenti viola. C’è un effetto domino che si scatena. Siamo tutti felici perché ognuno può avere i propri spazi di crescita.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/22/17, 17:40
Saccardi: “Nuovo stadio importante anche per lo sviluppo di Firenze”

Il vice Presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, è stata intervistata da Il Brivido Sportivo dopo la festa promozione della Rari Nantes: [...] Rapporti Comune-Fiorentina? Il Comune ed il sindaco Dario Nardella stanno gestendo la cosa nel migliore dei modi. Auspichiamo, nell’intelligenza delle due parti, l’organizzazione di un incontro serio in modo da affrontare la questione stadio. Situazione che non solo è cara e a vantaggio della Fiorentina, ma che anche molto importante per tutta la città e il suo sviluppo”.[...]

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/28/17, 16:25
VIDEO VN – Vannucci: “Lo stadio? Si sta lavorando nella direzione dettata da Nardella”

L’assessore dello sport parla della situazione attorno al nuovo stadio


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 09/28/17, 18:38
Vannucci: “Della Valle vicini e attenti alla città. Stadio? Iter va avanti”

Presente anche l’assessore allo sport del comune di Firenze, Andrea Vannucci, all’evento Festival del Calcio. Queste le sue parole ai microfoni dei media presenti, tra i quali Violanews.com: “Mi risulta ci siano contatti frequenti tra la proprietà, l’allenatore e la squadra. La vicinanza si è già ristabilita. Manca l’ultimo step, ma sono convinto che arriverà presto. Dopo l’incontro di qualche settimana fa con la famiglia Della Valle, ho avuto l’impressione che sia grande attenzione vero la società e la città. Stadio? L’iter va avanti, le scadenze sono note. Gli uffici sono a lavoro alla variante per il trasferimento della Mercafir a Castello, la direzione indicata dal sindaco Nardella”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/16/17, 19:01
Nardella sul nuovo stadio: “C’è un domino ormai impostato. Tanti investitori interessati, nel 2019…”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato ai microfoni di Radio Bruno:

“Stadio? Questo, i mercati e l’aeroporto sono opere di interesse pubblico che si trovano nella stessa area. Quando avremo la certezza di poter procedere con la realizzazione per la nuova pista, sapremo che non ci sono limitazioni per spostare i mercati generali e quindi fare lo stadio. È un domino, ormai impostato. L’equivoco è che, non sentendo parlare dello stadio, si pensa che la cosa sia ferma. Saremo in grado di iniziare i lavori nel 2019 alla Mercafir, in parallelo possiamo iniziare la gara di project e via dicendo. I tempi dati nella conferenza stampa sono confermati (2021), la società è al lavoro con la progettazione. Non possiamo demolire il ‘Franchi’, avremo tante vie di comunicazione tramite le quali si potrà raggiungere lo stadio. Investimenti intorno allo stadio? La norma prevede che la Fiorentina prenda il terreno gratuitamente in concessione, mentre le opere annesse consentono di rientrare negli anni dell’investimento della società. Lo stadio nuovo non costerà un euro ai fiorentini, la società sta cercando partner. Imprenditori interessati? Tanti investitori si sono fatti avanti, devono trattare con la Fiorentina. Il Franchi? Non sarà abbandonato, stiamo lavorando per dargli una seconda vita. Penso ad altri sport.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/17/17, 16:36
Nuovo stadio 2021, il rilancio di Nardella e i tasselli da far combaciare

Il sindaco ha riacceso la speranza sui tempi del progetto stadio: ripercorriamo le tappe trascorse e i prossimi step

“I tempi per il nuovo stadio saranno rispettati”. Le parole di ieri del sindaco Dario Nardella riaccendono la speranza sul progetto presentato lo scorso 10 marzo con una doppia scadenza esplicita: inizio dei lavori a fine 2019 e realizzazione del nuovo stadio dopo 24 mesi, quindi nel 2021. La riaccendono dopo 7 mesi in cui non sono mancati dubbi e possibili intoppi burocratici.

Come sappiamo il progetto della Fiorentina è strettamente legato allo spostamento della Mercafir e alla questione aeroporto. Situazione su cui sono arrivati segnali incoraggianti nelle scorse settimane . Un passaggio fondamentale – lo ricordiamo – è atteso già nei prossimi 2 mesi visto che c’è la scadenza per il progetto definitivo da parte della società viola. E rimane attuale anche la ricerca di partner che possano co-finanziare i lavori. Ma la fiducia mostrata ieri da Nardella vale molto, anche alla luce dell’incontro andato in scena un mese fa a Casette d’Ete tra il sindaco ed i fratelli Della Valle. Non resta che aspettare gli step graduali per capire se dalle parole si passerà ai fatti. Sia da una parte – il Comune – che dall’altra – la Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/19/17, 18:09
La Nazione: nuovo stadio, tempi più lunghi. Si va verso la proroga

La Fiorentina dovrebbe presentare il progetto definitivo entro il 31 dicembre. Ma le cose potrebbero cambiare

Su La Nazione si parla della vicenda del nuovo stadio della Fiorentina. Nella giornata di ieri ha preso la parola il sindaco Dario Nardella. Lo spostamento della Mercafir a Castello, Unipol permettendo, si farà a prescindere dalla costruzione del nuovo impianto della Fiorentina, che entro il 31 dicembre dovrà consegnare il piano economico e finanziario per la sua realizzazione. Tuttavia è molto probabile che si debba arrivare a una proroga, ipotesi avanzata con qualche perplessità sull’iter burocratico anche dal primo cittadino di Firenze. Nel famoso pranzo dell’8 settembre a Casette d’Ete tra i Della Valle e Nardella, insieme all’assessore allo sport Vannucci, è stata ribadita la ferma volontà di realizzare lo stadio, legando però la scadenza della presentazione del progetto definitivo – che ha un costo di 9 milioni di euro – alla certezza di poterlo costruire e a scadenze stabilite in un cronoprogramma. E ancora quella sicurezza non esiste, per tanti motivi. Anche se, proprio il sindaco, dopo l’incontro con i fratelli Della Valle indicò una percentuale altissima: “Lo stadio si farà al 95%” disse.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/21/17, 16:21
CorFio: nuovo stadio a tempi stretti. Ma i partner finanziari…

Le ultime sulle questioni del nuovo stadio alla luce delle parole del presidente Cognigni

Sul Corriere Fiorentino leggiamo un articolo che riguarda le parole di Mario Cognigni e la costruzione del nuovo stadio viola. La Fiorentina deve presentare il progetto esecutivo entro il 31 dicembre, mentre il sindaco Nardella si è impegnato per risolvere la questione dello spostamento del mercato ortofrutticolo nell’area Castello, attualmente di proprietà Unipol. Palazzo Vecchio ieri ha preferito non commentare le parole di Cognigni, ma allo stesso tempo ha fatto sapere che “i tecnici sono al lavoro per rispettare le scadenze”. Qui sta l’intoppo: la variante urbanistica di Castello sarà adottata solo a fine 2017, dopodiché dovrà essere approvata e resta esecutiva dal consiglio comunale. Un cavillo che rende i tempi per fissare la prima pietra dello stadio più incerti, frena gli investitori e rende complesso il lavoro di Cognigni, da mesi alla ricerca di partner per coprire una parte dei 400 milioni di investimento previsti.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/23/17, 17:44
Ass. Urbanistica: “Progetto nuovo stadio, al momento nessuna richiesta di proroga da ACF”

Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, in consiglio comunale ha risposto così in merito al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e lo spostamento dei mercati generali fiorentini per liberare l’area d’intervento dove dovrebbe sorgere la cittadella viola: “Al momento le scadenze sono quelle che abbiamo dichiarato, da parte della Fiorentina non è stata fatta alcuna richiesta di proroga, perciò noi stiamo lavorando per i tempi prefissati che sono entro la fine del 2017”. Lo riporta IlSitoDiFirenze.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/24/17, 16:34
Stadio e Mercafir: ora spunta la Valutazione ambientale strategica

La Vas allungherebbe i tempi della variante di Castello, dove comunque è già stato previsto un dimezzamento della superficie utile lorda sui terreni ora di proprietà di Unipol

Su la Repubblica Firenze si parla del nuovo stadio della Fiorentina e della Mercafir:

Nuovo Piano di Castello, spunta l’obbligo della Vas, la valutazione ambientale strategica. E visto che si attende l’approvazione della variante urbanistica per dare avvio all’operazione dei nuovi mercati generali e liberare così l’attuale area della Mercafir, per ”effetto domino” le conseguenze dell’ulteriore iter procedurale rischiano di scaricarsi sul progetto del futuro stadio. Di tradursi cioè in un ennesimo allungamento dei tempi.
Come promesso, Palazzo Vecchio conta ancora di presentare la variante al Piano di Castello entro la fine di questo anno. È lo stesso responsabile urbanistica Giovanni Bettarini a dirlo davanti al consiglio comunale: «Stiamo lavorando per rispettare i tempi che ci eravamo dati».
O meglio, più che ridisegnare è più corretto dire dimezzare. Perché lo stesso Bettarini svela che le bozze del Piano, dai 440mila metri quadrati di superficie utile lorda, cioè di superficie costruita, si passa adesso a 220mila. Un dimezzamento netto. Deciso in via unilaterale, senza trattare né ascoltare il Gruppo Unipol che molto probabilmente impugnerà tutto di fronte ad un tribunale visto che si troverebbe davanti ad un Piano che di fatto porta il milione e 200mila metri cubi di cemento previsto a soli 600mila metri cubi.

(l’articolo integrale nel quotidiano in edicola)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 10/31/17, 22:51
Nardella: “Nuovo stadio? Tutto a posto se ognuno fa la sua parte”

“I dati sono chiari. Noi abbiamo entro la fine dell’anno l’obiettivo di fare la variante a Castello: il punto inequivocabile che ti segna la svolta sul fatto che noi rifaremo i nuovi mercati (Mercafir, ndr) nell’area di Castello liberando definitivamente l’area per lo stadio.

Il 31 dicembre è la data fissata per la presentazione del progetto definitivo, so che la Fiorentina sta andando avanti, quindi francamente non vedo il problema”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenendo alla trasmissione La Tara su TeleIride, che interrogato sui possibili intoppi ha aggiunto: “È tutto a posto se ognuno fa la sua parte: noi – ha spiegatoNardella – dobbiamo portare la variante al piano di Castello (PUE, Piano Urbanistico Esecutivo, ndr), la Fiorentina il progetto definitivo”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/01/17, 19:56
Nuovo stadio: slitta il termine per la presentazione del progetto esecutivo

Dal 31/12 si passa quindi al mese di febbraio del prossimo anno. La probabile proroga è dovuta soprattutto alla ormai famosa V.I.A.

Secondo quanto riporta Il Corriere Fiorentino, è ormai praticamente scontato lo slittamento nella presentazione del progetto esecutivo della Fiorentina per il nuovo stadio nell’Area Mercafir: dal 31/12 si passa quindi al mese di febbraio del prossimo anno. La probabile proroga è dovuta  soprattutto alla ormai famosa Valutazione di impatto ambientale per il potenziamento dell’aeroporto Vespucci, che potrebbe impedire lo spostamento della Mercafir a Castello per realizzare le strutture viola.

Sarebbe quindi inutile chiedere alla società dei Della Valle un progetto a dicembre che poi potrebbe dover cambiare a febbraio: fonti di Palazzo Vecchio spiegano che la nuova agenda vedrà il termine per la presentazione del progetto esecutivo della Fiorentina slittare, mentre resta più che valida la volontà dell’amministrazione di approvare la variante urbanistica per la Mercafir a Castello entro il 31 dicembre.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/14/17, 14:39
Pres. Mercafir: “Non possiamo essere penalizzati dall’attesa per lo stadio”

Su La Nazione troviamo alcune dichiarazioni di Giacomo Lucibello, che da pochi mesi è diventato presidente Mercafir subentrando ad Angelo Falchetti. Il destino del mercato ortofrutticolo, lo ricordiamo, è legato strettamente al progetto stadio della Fiorentina. Ecco uno stralcio dell’articolo:

«La Mercafir di Novoli non è solo un’area di sviluppo immobiliare per lo stadio ma un’azienda fiorentina attraverso cui passa buona parte dell’economia del territorio». Il suo obiettivo: combattere quel clima da «spostamento imminente» che rischia di remare contro fatturato, investimenti e sviluppo. Soprattutto ora che la proroga rispetto al termine del 31 dicembre, fissato da Palazzo Vecchio per il progetto esecutivo dello stadio è quasi scontata visto che, la Valutazione di Impatto Ambientale per il potenziamento del Vespucci, potrebbe arrivare a febbraio 2018. Un effetto domino sul trasferimento Mercafir nell’area Unipol di Castello. «Se la Mercafir sarà costruita ex novo e trasferita – dice Lucibello – siamo contenti e pronti a partire. Ma i momenti di attesa per le aziende non sono mai prolifici: quando ti fermi ad aspettare, smetti di andare avanti e crescere. Il mio ruolo non è aspettare che si sposti la Mercafi ma gestirla al meglio».
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/16/17, 15:42
Nuovo stadio, la presentazione del progetto potrebbe slittare a fine febbraio

La Valutazione d’Impatto Ambientale sul potenziamento di Peretola dovrebbe arrivare proprio a fine febbraio. Ecco il perché della proroga da parte della Fiorentina

L’iter per il nuovo stadio – scrive La Nazione – potrebbe allungarsi ulteriormente. Almeno di due mesi, anche se atti ufficiali non sono arrivati sul tavolo degli uffici tecnici del Comune, al momento. Documenti che servirebbero alla Fiorentina per presentare a fine febbraio il progetto esecutivo del nuovo campo di gioco dei viola, presentazione inizialmente prevista entro il 31 dicembre di quest’anno.

Lo spostamento dei mercati generali procede comunque spedito. Gli uffici tecnici di Palazzo Vecchio e quelli della Mercafir negli ultimi quattro mesi hanno lavorato a grande ritmo, dando un’accelerata sensibile per risolvere le questioni ancora sul tappeto. Prima si sposta, infatti, la Mercafir e prima si potranno liberare gli spazi attualmente occupati. Si sta lavorando per sistemare la ‘nuova’ Mercafir nell’area di Castello e con l’attuale pista dell’aeroporto. E’ chiaro che in questo senso resta ancora l’alone disegnato dalla Valutazione di impatto ambientale – la famigerata ‘Via’ –, che il ministero dell’Ambiente deve rendere nota rispetto all’ampliamento dell’aeroporto ‘Vespucci’. I riflessi dell’aeroporto avranno influenze anche sull’intera area di Castello. La ‘Via’ potrebbe anche contenere vincoli che potrebbero impedire lo spostamento della Mercafir, anche se in questo senso non filtrano particolari preoccupazioni dalle parti in causa.

L’ipotesi peggiore sarebbe il dover ripensare a una nuova collocazione dei mercati in una area diversa rispetto a quella auspicata. La Valutazione dovrebbe arrivare proprio a fine febbraio. Ecco perché anche la proroga da parte della Fiorentina si allungherebbe su due mesi rispetto al 31 dicembre 2017.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/16/17, 17:12
La VIA del futuro: stadio appeso a un documento. La spiegazione

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale del nuovo aeroporto “Amerigo Vespucci”. Il decreto dovrebbe arrivare a fine febbraio, quando la Fiorentina potrebbe presentare il progetto esecutivo del nuovo stadio

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale dell’aeroporto “Amerigo Vespucci”. Senza questo decreto, la realizzazione della cittadella viola è bloccata, così come il trasferimento della Mercafir a Castello.

Ma cos’è la VIA? Ci rendiamo conto che l’argomento non è dei più semplici, anche perché travalichiamo lo sport, ma ci sembra giusto e opportuno fare un po’ di chiarezza.

La Valutazione d’Impatto Ambientale è una procedura tecnico-amministrativa. Il suo scopo è quello di individuare, descrivere e, appunto, valutare in maniera preventiva alla realizzazione delle opere gli effetti sulla salute e benessere umano, oltre a identificare le misure per eliminare o minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente.

Per impatto ambientale si intende qualsiasi creazione di nuove condizioni ambientali o alterazione di quelle pre esistenti.

I fattori ambientali che determinano la VIA sono:
– essere umano, flora e fauna;
– suolo, acqua, aria, fattori climatici e paesaggio;
– beni materiali e patrimonio culturale.

Nella normativa italiana la Valutazione d’Impatto Ambientale comprende vari fasi:
– verifica preliminare della significatività dell’impatto ambientale di un progetto;
– delimitazione del campo d’indagine volto a valutare la proposta dei contenuti del successivo Studio d’Impatto Ambientale (SIA);
– valutazione dello studio ambientale: lo Studio d’Impatto Ambientale fornisce gli elementi tecnici sugli impatti ambientali dell’opera pertinenti a valutare la sua compatibilità con il contesto ambientale;
– decisione: la decisione della Valutazione d’Impatto Ambientale si basa sui contenuti del SIA. Se questo risulta inadeguato, si richiedono delle integrazioni. L’eventuale pronuncia favorevole contiene tra l’altro le prescrizioni necessarie per la mitigazione degli impatti sfavorevoli sull’ambiente;
– monitoraggio ambientale: valutazione dell’accuratezza delle stime preliminari e assicurazione che non si verifichino impatti imprevisti.

Per opere a rilevante impatto e/o di interesse nazionale, l’autorità competente è il Ministero dell’Ambiente. Per quanto riguarda il nuovo aeroporto di Firenze con la pista da 2.400 metri, la Valutazione d’Impatto Ambientale è attesa da oltre due anni. Stando alle ultime notizie – confermate lunedì dal viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini durante la manifestazione sì aeroporto indetta da Confidustria – il decreto dovrebbe arrivare nel febbraio 2018. Il ritardo è dovuto alla richiesta, da parte di ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile), di alcuni approfondimenti tecnici. La presentazione del progetto esecutivo del nuovo stadio della Fiorentina dovrebbe così slittare dal 31 dicembre 2017 alla fine di febbraio 2018.

Alcuni vincoli contenuti nella Valutazione d’Impatto Ambientale potrebbero – ma il condizionale è d’obbligo – impedire lo spostamento della Mercafir. Alcuni articoli dell’ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile, ndr) stabiliscono le regole per le aree circostanti una pista aeroportuale. Come vi spiegammo in un nostro approfondimento del 2014, l’articolo 707 obbliga i Comuni ad adottare un piano di rischio, uno strumento urbanistico che demarca alcune zone di tutela in cui è impossibile costruire edifici. A definirle è l’ENAC.
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2014%2F11%2Fzone-di-rischio.png%3Fv%3D20171116225100&hash=5f326b63aeb37b398ee73af6642fb90d)

Nell’immagine sopra, le zone di tutela riprese dal regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti. I numeri si riferiscono in metri. La pista dell’aeroporto è quella con la scritta STRIP

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2014%2F11%2Fmappa-di-rischio.png%3Fv%3D20171116225100&hash=a371e218ffd8e7f8f6ee7ea405f32159)
La zona Mercafir è quella verde all’altezza di viale Alessandro Guidoni

Le zone di tutela che creano problemi alla Mercafir sono la B, la C e la D, in asse alla pista e non laterali. Il regolamento per la costruzione degli aeroporti prescrive di evitare, nelle zone A,B, C e D , la costruzione di insediamenti ad elevato affollamento come centri commerciali, congressuali e sportivi, scuole, ospedali e, in generale, obiettivi sensibili, attività che potrebbero creare pericolo d’incendio, esplosione e danno ambientale.

Consapevoli delle difficoltà dell’argomento, abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza sul provvedimento di VIA che potrebbe determinare (forse) lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze, anche se ci rendiamo conto che la nostra è una ricostruzione, per forza di cose, limitata.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 11/16/17, 18:11
VIDEO – Nardella a Rtv38: “Entro fine anno partirà la procedura per lo stadio”

Il Sindaco Nardella ospite di Rtv38 parla anche del nuovo stadio di Firenze


Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/04/17, 22:54
Ass. Bettarini a VN: “Mercafir a Castello? Entro dicembre la VAS in giunta comunale”

“Andiamo avanti secondo i tempi che ci siamo dati”. Lo ha detto Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica del comune di Firenze, a Violanews.com. “Entro dicembre porteremo in giunta la VAS (valutazione ambientale strategica), ovvero l’atto che racconterà che trasformazione avverrà nell’area di Castello (dove verrà spostata la Mercafir ndr). Il comune di Firenze va avanti nei tempi previsti sul piano di ripianificazione dell’area, non c’è alcun tipo di rallentamento. In futuro ci saranno altri passaggi ma la VAS spiegherà molto ai cittadini”. Parole, dunque, ben più incoraggianti rispetto a quelle del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani che vi abbiamo riportato in mattinata.

Stefano Rossi
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/05/17, 16:25
Ok alla VIA per l’aeroporto. Nardella: “Ora avanti tutta per lo stadio”

Importante e positiva novità nell’ottica dello sviluppo dell’area nord-ovest di Firenze, che interessa anche il progetto nuovo stadio della Fiorentina. Come ha comunicato il ministero dell’ambiente, “La Commissione tecnica VIA ha emanato stamani il parere integrativo per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze. Con questo atto la Commissione ha integralmente confermato il parere 2335 del 2016 già emanato, confermando integralmente l’intero quadro prescrittivo e ritenendo le informazioni fornite successivamente dal Proponente non rilevanti e comunque tali da non variare il giudizio di compatibilità già espresso. Così si conclude positivamente l’iter tecnico del progetto, cui ora seguirà la fase della redazione del decreto di compatibilità ambientale a firma del ministro Galletti, con il concerto del ministero dei Beni Culturali”. Cos’è la VIA? Leggi qui http://www.violanews.com/altre-news/la-via-del-futuro-stadio-appeso-a-un-documento/ (http://www.violanews.com/altre-news/la-via-del-futuro-stadio-appeso-a-un-documento/)

Un passaggio burocratico importante, come ha confermato anche il sindaco Dario Nardella via twitter:
 Dario Nardella

@DarioNardella
La commissione tecnica ha dato l’ok alla valutazione d’impatto ambientale per la nuova pista a #Peretola. Ora avanti tutta su aeroporto, Mercafir e stadio. #firenzecambia

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/05/17, 19:38
Nardella: “Stadio? La Via era l’ostacolo più complicato. C’è ancora molto da lavorare”

Le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione Stadio

Nel corso del Pentasport di Radio Bruno arrivano le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione della Valutazione di Impatto Ambientale: “Quello di oggi è un buon pomeriggio. La notizia del via libera della commissione tecnica della Valutazione di Impatto Ambientale significa che ora si può procedere con la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto. Possiamo agire in modo trasparente e con tempi chiari. La valutazione di impatto ambientale sulla pista sblocca tutto il domino di quell’area di Firenze: la Mercafir e la realizzazione dello stadio. Sta a noi ora metterci a lavorare per sviluppare questa parte della città. Sono fiducioso ma c’è molto da lavorare. Grazie a questo sblocco siamo in grado di rispettare i tempi. Firenze si sta rivoluzionando, e in questa rivoluzione c’è anche il nuovo stadio. Avere dopo 70-80 uno stadio nel cuore della città rappresenta più un handicap che un vantaggio. In tutte le città europee più importanti gli stadi sono ai margini del centro. Ma uno stadio nuovo vuol dire sposare un nuovo modo di vivere la città. La Via era la questione burocratica più difficile da superare. Lo stadio è un progetto che dobbiamo portare avanti insieme, comune e società. Dovremo comunque fare una procedura pubblica, ma questa partita o la vinciamo insieme o non la vinciamo. Contatti con la Fiorentina? Dopo la notizia della Via non ho avuto segnali, ma non c’è stato nemmeno tempo. Vedremo nei prossimi giorni quali saranno gli sviluppi della questione”.

Lorenzo Benedetti
@LbBene
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/06/17, 14:33
VIA, un “sì” atteso trent’anni che sblocca anche il progetto stadio. Ma restano delle insidie

L’analisi di Repubblica sulla questione aeroporto-Mercafir-stadio

Aeroporto, il giorno dello sblocco. Dopo trent’anni di tira e molla, la porta del nuovo scalo si spalanca e per “effetto domino” si sblocca anche tutto il collegato: il progetto Castello, i nuovi mercati generali, il nuovo stadio alla Mercafir. Il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti non ha ancora firmato il decreto di Via: le oltre 200 pagine di prescrizioni, cioè di condizioni tecniche che accompagnano l’okay, sono però già sulla sua scrivania. E’ una firma – scrive La Repubblica – che vale quattro progetti. Perché con la Via si definiscono una volta per tutte posizione della nuova pista e vincoli aeroportuali conseguenti. E una volta fissati questi anche il progetto Castello può essere ridisegnato (e dimezzato nelle volumetrie). I nuovi mercati generali troveranno finalmente il loro posto sui terreni di Castello. E, ultima tessera del domino, l’area Mercafir potrà essere liberata per far posto al nuovo stadio. I tempi sono ipotesi, ma la strada è segnata. In teoria almeno, perché il percorso può ancora nascondere delle insidie. Il sindaco di Sesto Falchi, su cui terreni ricade la nuova pista, potrebbe infatti impugnare davanti al Tar il decreto Via. O anche l’okay finale della Conferenza dei servizi. Non sarà facile certo. Ma è sicuro che ci proverà.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/06/17, 23:04
Pres. Mercafir: “C’è volontà di tutte le parti a procedere. L’effetto domino può essere veloce”

Lucibello commenta l’ok arrivato ieri che interessa la Mercafir e il nuovo stadio della Fiorentina

Il presidente della Mercafir Giacomo Lucibello è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per commentare le ultime novità relative al “domino” che interessa il mercato ortofrutticolo e il progetto del nuovo stadio:

E’ un’ottima notizia anche per la Mercafir, adesso dobbiamo passare dalla variante urbanistica di Castello ma non si parte da zero, la speranza è che i tempi siano abbastanza rapidi. Mi fa piacere che le procedure stiano rispettando le tempistiche che ci eravamo dati da alcuni mesi. Il nostro interlocutore è il Comune, ma siamo in contatto anche con la Fiorentina e ci siamo sentiti con Gino Salica anche negli ultimi giorni. Credo che tutti i protagonisti della vicenda siano pronti a procedere. Non è banale costruire uno stadio ma neppure spostare un mercato con caratteristiche tecniche e tecnologiche come Mercafir, però c’è la volontà delle parti. Se davvero a gennaio arriverà il via libera, l’effetto domino può essere veloce.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/06/17, 23:34
Vanni (Repubblica): “Lo stadio è l’ultima tessera del domino: prima serve sciogliere nodi su pista e Mercafir”

Così il giornalista di Repubblica Massimo Vanni ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno: “Pista aeroporto? Si sta un po’ sbloccando la situazione, certo le condizioni tecniche per realizzare quell’opera sono tante. Chi pensa che si potranno aprire i cantieri in pochi mesi ho la sensazione che si illuda un po’. Ci vorrà un po’ di tempo, però lo sblocco c’è stato: questo è fuori d’ogni dubbio.

Penso servirà almeno un altro anno per iniziare i lavori per la pista. Prima di gettare l’asfalto bisognerà fare una serie di lavori che riguardano gli aspetti idro-geologici. Lo stadio è l’ultima tessera di questo domino, che comprende la pista stessa e l’area Mercafir. Prima serve che il Comune ridisegni l’area di Castello, dopodiché servirà costruire il nuovo mercato; fino a quando i mercati non saranno trasferiti nella nuova area Mercafir i lavori dello stadio non potranno iniziare. Per questo penso si andrà ben oltre il 2020 per lo stadio in sé“.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/07/17, 18:21
Arriva la nuova pista: reazione a catena da Mercafir allo stadio

Ecco gli scenari possibili nella zona nord-ovest di Firenze in seguito al parere favorevole della commissione tecnica di Via sull’ampliamento dell’aeroporto di Peretola

Su La Nazione si parla dello scenario che si creerà nella zona nord-ovest di Firenze in seguito al parere favorevole della Commissione tecnica di Via sull’ampliamento dell’aeroporto “Amerigo Vespucci”.

“La prima questione da affrontare, una volta firmato il decreto della Via, sarà l’acquisizione da parte di Toscana Aeroporti del terreno necessario all’ampliamento della pista. Terreno che però è ancora di Unipol. Si parla di circa 168 ettari – si legge – nell’ampia pianura di Castello che potrebbero quindi essere utilizzati in parte come zona aeroportuale e in parte – una ventina di ettari – per la Mercafir. Per rendere possibile ciò servono modifiche importanti al Pue, il piano urbanistico di Castello, che attualmente prevede molte destinazioni, fra le quali direzionali e residenziali. Ma una volta deciso che la pista si allungherà in quella direzione, è chiaro che anche le destinazioni urbanistiche dovranno essere modificate. Ed è facile che Unipol sia disponibile a vendere il terreno senza arrivare all’esproprio. Una soluzione che velocizzerebbe molto i passaggi. Di certo, visto che su quei campi sfrecceranno aeroplani in decollo e in atterraggio, dovranno essere modificati anche i progetti di qualche decennio fa, che comprendevano anche molte casette. Infine l’ultimo tassello: la citta della viola: “Potremo realizzare lo stadio nell’attuale area Mercafir – dice Nardella – Non ho sentito recentemente rappresentanti della Fiorentina, ma so che i loro tecnici sono in costante contatto con i nostri. Sul progetto del nuovo stadio mi auguro ci sia prontezza da parte di tutti gli attori, prima di tutti da parte della Fiorentina, ma la società non ha mai mostrato di non credere a questo progetto”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/07/17, 22:36
VIDEO – Nardella: “Non ci sono più ostacoli per il nuovo stadio”

Il Sindaco Dario Nardella ufficializza il via libera per il nuovo stadio a Novoli


Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/08/17, 16:12
Corriere: cittadella viola, il progetto esecutivo slitterà al 2018

Cognigni è convinto che la cittadella viola potrà essere pronta prima della fine del 2021

Nell’articolo dedicato alla festa di Natale della Fiorentina andata in scena a Palazzo Vecchio, il Corriere Fiorentino parla anche della cittadella viola. Ecco quanto si legge:

“Il progetto esecutivo slitterà al 2018, ma Mario Cognigni è convinto che, rispetto alle previsioni, la nuova casa viola potrà essere pronta anche prima della fine del 2021 ipotizzata in primavera”.

Nell’articolo a firma Leonardo Bardazzi si legge, inoltre, che nel 2018 la Fiorentina porterà avanti la battaglia in Lega per cambiare le regole ed eleggere un manager super partes e continuerà a cercare un terreno in città per la costruzione del centro sportivo per il settore giovanile.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/11/17, 20:16
Decreto VIA su progetto aeroporto, arriva la firma del min. Galletti. Nardella: “Buona notizia”

Novità in arrivo anche per Mercafir e nuovo stadio della Fiorentina?

“Il ministro Galletti mi ha appena informato di aver firmato il decreto VIA su progetto aeroporto. Ora manca solo la seconda firma di Franceschini. Un’altra buona notizia. Avanti così per lavoro e sviluppo di città e regione. #firenzecambia”. Questo il tweet del Sindaco di Firenze Dario Nardella riguardo le ultime novità sul nuovo aeroporto di Peretola, prima tessera di un domino che a cascata coinvolgerebbe lo spostamento della Mercafir e la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/12/17, 13:54
Nuovo stadio: verso la proroga per il progetto definitivo, ma sarà a tempo

Da settimane la Società viola è in contatto con gli uffici del Comune per capire come muoversi. Palazzo Vecchio sta lavorando speditamente

Si va verso una proroga sui tempi di consegna al Comune di Firenze della documentazione relativa al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola, affinché la conferenza dei servizi decisoria possa avere in mano tutto il materiale da analizzare e pronunciarsi per il via libera al progetto. Il termine fissato da Palazzo Vecchio, a seguito della delibera di giunta dello scorso 10 marzo, è il 31 dicembre 2017, ma ACF Fiorentina, pur proseguendo con la stesura della necessaria documentazione (prevista dall’art. 1 della legge 147/2013 – comma 304), prima di consegnare tutte le carte che compongono il progetto definitivo (mancano, tra l’altro, il progetto dell’area commerciale, lo schema di contratto e il piano economico finanziario) vorrebbe che fosse definitivamente risolta la questione della ricollocazione dei mercati generali Mercafir, che con le proprie strutture operano nell’area di intervento.

È di poche ore fa la notizia che, dopo il sì della commissione, anche il Ministro dell’Ambiente Galletti ha firmato il decreto sulla VIA (valutazione d’impatto ambientale) per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze, manca solo la sigla del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini. Un ultimo passo affinché il Comune e gli enti coinvolti siano in possesso del documento che, oltre all’aeroporto, sbloccherà la ricollocazione della Mercafir ed il progetto del nuovo stadio. Entro fine 2017, come affermato nei giorni scorsi dal Sindaco Dario Nardella, la variante al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello – dove troverà casa la nuova Mercafir – sarà approvata dalla giunta (assieme alla VAS – valutazione ambientale strategica), ma solo ad inizio 2018 sarà accolta in via definitiva dal voto in Consiglio comunale.

Da settimane la Società viola è in contatto con gli uffici del Comune per capire come muoversi. Palazzo Vecchio sta lavorando speditamente e, come detto, nei primi mesi del 2018 avrà posto a compimento la variante per la Mercafir nei terreni di Castello (ad oggi di proprietà Unipol). Solo a seguito di una richiesta formale di proroga da parte della Società dei Della Valle per la consegna di tutta la documentazione Palazzo Vecchio potrà eventualmente concederla. Concessione che, data l’importanza dell’opera sia per il privato (ACF Fiorentina) sia per il pubblico (la Città di Firenze) appare come una scelta di buonsenso, ma certamente questa non sarà sine die, bensì a tempo determinato, ovvero verrà stabilita una nuova data di scadenza.

Donato Mongatti – IlSitoDiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/14/17, 19:02
Nardella: “Con la variante a Castello avanti speditamente per il nuovo stadio”

Nardella parla della Mercafir e del nuovo stadio

“Tra le novità di oggi in Giunta c’è la delibera che dà l’ok alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS, ndr) per il nuovo stadio, un passo in avanti molto concreto ed importante che a questo punto ci consente di portare in Giunta l’adozione della variante urbanistica dell’area di Castello. Cosa significa? Il dimezzamento dei volumi a costruire e il dislocamento dei mercati generali, in modo da liberare l’attuale area Mercafir e quindi proseguire speditamente per la costruzione del nuovo stadio di Firenze”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze Dario Nardella intervenuto per il pranzo di Natale al Teatro della Pergola offerto dall’Enoteca Pinchiorri agli anziani ospiti di Montedomini. Il progetto di ACF Fiorentina, infatti, va ad insistere nell’attuale area dei mercati generali di Firenze (Mercafir) che devono essere ricollocati. Lo riporta Ilsitodifirenze.it.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/15/17, 20:07
Approvata la Vas, via libera al nuovo Castello e passi avanti per lo stadio alla Mercafir

La Fiorentina deve consegnare al Comune il progetto definitivo per il nuovo stadio alla Mercafir entro l’anno

Repubblica fa il punto sulla vicenda relativa alla stadio alla Mercafir partendo dall’approvazione della Vas.

(…) Parte ora un faticoso iter burocratico destinato a durare 3- 4 mesi ( servono pareri di Regione, Asl, Arpat e vari altri soggetti) per arrivare entro 3- 4 mesi alla variante vera e propria. Cioè l’atto finale, quello che ( senza bisogno di un passaggio in Consiglio comunale) sancirà che sui terreni aldilà del viale XI Agosto di proprietà di Unipol si possono trasferire i mercati generali. Già, il trasloco. Fin qui Unipol ha sempre detto di no a tutto e verosimilmente lo farà pure stavolta andando al Tar, visto che quella del Comune è di fatto una decisione unilaterale di modifica delle previsioni urbanistiche sull’area. Unipol è un enorme convitato di pietra da anni: proprietario di decine di palazzi in città e dei terreni di Castello, continua a sfuggire ad accordi e intese. Stavolta Palazzo Vecchio può opporgli la scelta di aver ridotto i volumi di Castello anche sulla base delle prescrizioni di sicurezza della Via per la nuova pista dell’aeroporto. E la Fiorentina cosa farà? Deve consegnare al Comune il progetto definitivo per il nuovo stadio alla Mercafir entro l’anno ma a quanto pare è pronta a chiedere una proroga: di sei mesi? Difficile che il Comune la possa negare, anche se non lo interpreterà come un bel segnale (…).

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/15/17, 20:51
Mercafir a Castello senza voto in Consiglio. Nardella: “Stadio, siamo al punto di non ritorno”

Dato che si riducono le superfici edificabili (SUL) non è necessario il voto dei consiglieri, basta il voto della Giunta. Il Comune accelera, si attende la Fiorentina

Il Comune di Firenze accelera per spianare la strada al nuovo stadio della Fiorentina e allo sviluppo dell’area nord-ovest della Città risparmiando un ‘passaggio’ in Consiglio. La commissione VIA (valutazione d’impatto ambientale) del Ministero ha sbloccato la nuova pista dell’aeroporto e oggi la Giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via alla VAS (valutazione ambientale strategica) che ridisegna il PUE (piano urbanistico esecutivo) dell’area di Castello (zona mediana tra l’aeroporto e dove sorgerà la cittadella viola e il nuovo stadio).

La variante urbanistica al PUE di Castello, dato che va a diminuire le superfici edificabili, non necessita del voto del Consiglio Comunale, ma sarà direttamente approvata dalla Giunta. Si va in diminutio di un piano attuativo già approvato dal Consiglio Comunale, portandolo da 440.000 mq di SUL (superfici utili lorde) a 271.200 mq, andando a riscrivere una importante pagina della storia fiorentina, perché si certifica il fatto che Castello non è più l’area destinata al centro direzionale-amministrativo, ma che con l’aeroporto, la Mercafir, lo stadio e il Parco della Piana serve alla nuova Città.

Nell’area nord dei terreni di Castello (ad oggi di proprietà Unipol) su 15 ettari sorgeranno i nuovi mercati generali di Firenze (65.500 mq di SUL complessiva), andando a liberare i 48 ettari dell’attuale Mercafir dove è previsto il progetto di ACF Fiorentina. Mancano per l’adozione del piano di Castello in via definitiva i contributi degli enti in materia ambientale (ARPAT, ASL..) e poi sarà definitivamente approvato dalla Giunta, pertanto entro febbraio inizio marzo la questione sarà ultimata. Le istituzioni hanno fatto la loro parte e sono in attesa che entro il prossimo 31 dicembre la Società dei Della Valle presenti tutta la documentazione che va a completare il progetto definitivo dello stadio e cittadella.

“Al momento non ho ricevuto richieste di proroga da parte di Fiorentina per completare la progettazione – ha detto questa sera il Sindaco Dario Nardella in collegamento col Salotto Viola in onda su Italia 7 – qualora dovesse arrivare valuteremo le motivazioni per capire se si può dare la proroga e soprattutto di quanto tempo. Perché è chiaro che ora ci sono tutte le condizioni per andare avanti velocemente: siamo arrivati a un punto di non ritorno. Oggi, dopo il via libera all’aeroporto e l’inizio della variante per ricollocare la Mercafir, non possiamo più dire che ci siano ostacoli di tipo normativo ed amministrativo. Non ci sono più incertezze e dobbiamo tutti dare il massimo perché a questo punto il progetto dello stadio è una realtà. Stavolta le istituzioni hanno fatto il massimo e lo hanno dimostrato concretamente. Ora col progetto esecutivo e la gara di project (passaggi successivi all’approvazione del progetto definitivo da parte della conferenza dei servizi decisoria, ndr) – ha concluso Nardella – si può realizzare lo stadio esattamente nei tempi che furono annunciati da Andrea Della Valle e Mario Cognigni in Palazzo Vecchio lo scorso 10 marzo”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/16/17, 15:27
Lotti: “Nuovo stadio della Fiorentina? Spero che si sblocchi la situazione velocemente”

Le parole del ministro per lo Sport Luca Lotti sulle ultime vicende fiorentine, tra la Vas, l’aeroporto e il nuovo stadio

Il decreto di Via firmato dal ministro Galletti per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze, e la Vas per l’area di Castello, sono “due belle notizie”, anche per i riflessi positivi su un progetto di nuovo stadio. Lo ha affermato Luca Lotti, ministro dello Sport, a margine di una iniziativa della Fondazione Tommasino Bacciotti.

“Ci aspettiamo che ora i lavori si facciano presto – ha spiegato – perché Firenze ha bisogno di un aeroporto con queste caratteristiche. Se questo aiuta, libera e sblocca con ancora più velocità lo stadio, da tifoso del calcio, da fiorentino, mi auguro che sia una cosa che possa aiutare velocemente a sbloccare la situazione”. Come governo, ha ricordato il ministro, “abbiamo provato a dare una mano a tutte le infrastrutture sportive, del calcio e non solo, tramite la norma che sblocca questi investimenti sportivi, che dà una mano agli investimenti sportivi privati e non. Io mi auguro che anche la Fiorentina possa sfruttare questa norma che crediamo faccia il bene dello sport in generale, dai palazzetti alle piste di atletica, fino ad arrivare agli impianti di calcio”. (Ansa)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/17/17, 14:59
Nuovo stadio, il progetto slitta: Unipol torna in partita, i viola temono ricorsi al Tar

Sul Corriere Fiorentino si fa il punto della situazione sulla questione stadio

Come scrive il Corriere Fiorentino, il progetto definitivo viola per il nuovo stadio alla Mercafir slitta, forse fino a settembre 2018. L’approvazione della Vas è attesa per giugno, dopo Unipol (proprietaria dei terreni a Castello) avrà 60 giorni per ricorrere al Tar e in casa Fiorentina c’è il timore che i tempi si possano allungare. Il termine formale per presentare il progetto scadrà il 31 dicembre, ma dal Comune c’è disponibilità ad una proroga. A meno che Unipol non rinunci pubblicamente alle carte bollate, per avere la certezza su cosa sorgerà nell’area di Castello servirà attendere l’autunno prossimo.

Nel frattempo, la Fiorentina potrebbe comunque presentare il progetto, anche se è difficile credere che il club s’impegni su un progetto da 400 milioni di euro senza avere certezze sui tempi. Ma anche senza partner finanziari, frenati proprio da tali incertezze. Da Palazzo Vecchio aspettano segnali viola: la Fiorentina resta l’unico interlocutore possibile per il nuovo stadio, ma in caso di silenzio allora l’intero bando di interesse potrebbe tornare in discussione. Il nuovo impianto nel 2021, con relativa prima pietra nel 2019, vacilla.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/18/17, 23:59
Nuovo stadio, volontà di giocarci entro il 2021: Mercafir nodo cruciale

Nel CdA si è parlato anche del nuovo stadio

“Il CdA – recita il comunicato pubblicato dalla Fiorentina – ha manifestato apprezzamento per il recente annuncio del Sindaco Dario Nardella sulla possibilità di non accumulare ulteriori ritardi nella procedura per la realizzazione del nuovo stadio”. Felicità e passi in avanti, in tal senso, alla presenza di Daniela Maffioletti, consigliera e responsabile del progetto legato al nuovo impianto.

Le tempistiche? “Proprio perché sia ancora possibile giocare la prima partita nella nuova struttura entro la fine del 2021, la Società, confermando integralmente il proprio impegno, ha già comunicato al Comune la disponibilità a condividere il cronoprogramma e a comprimere i tempi di ulteriore progettazione in sei mesi a partire dalla definizione della variante di piano per la ricollocazione della Mercafir”. Entro il 2021, quindi, dovremmo vedere il primo calcio d’inizio: questo quello che si auspicano le parti, ma ci sono ancora vari nodi da sciogliere.

“Solo questo atto darà infatti la certezza di avere un luogo per poter costruire nuovo stadio e cittadella viola, sicurezza sui tempi e sui vincoli”. Cavilli burocratici e questioni irrisolte tra Firenze e il nuovo stadio della Fiorentina. Ma la strada, al momento, è stata tracciata, con soddisfazione.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:03
Cda e Nuovo stadio, soddisfazione da Palazzo Vecchio: “Il nuovo cronoprogramma…”

L’analisi del Corriere Fiorentino e il commento dal Comune

Sul Corriere Fiorentino trova spazio la questione che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina. Il club chiederà una proroga ulteriore al Comune, non ancora materialmente presentata, in attesa che la variante di Castello venga ultimata e che Unipol decida su eventuali ricorsi al Tar dopo il “ridimensionamento della capacità edificatoria” sancito da Palazzo Vecchio nell’area (di proprietà della banca) in cui dovrà sorgere la nuova Mercafir. Il progetto definitivo si vedrà dunque alla fine del 2018. La risposta di Palazzo Vecchio, per bocca dell’assessore all’urbanistica Bettarini è chiara: “Prendiamo atto con grande soddisfazione della conferma viola di voler realizzare il nuovo stadio. È auspicabile però che la condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:29
Repubblica: nuovo stadio Fiorentina, rinvio di un anno

La Fiorentina prende la parola e tutto slitta di un altro anno. Doveva presentare il progetto definitivo dello stadio entro il 31 dicembre, tra soli dieci giorni, Natale escluso. E invece, niente da fare: la Fiorentina non chiede proroghe di due o tre mesi. Si prende tutto il 2018. E Palazzo Vecchio, per reazione, chiede a questo punto di vedere a che punto sono i progetti. In pratica, il progetto dello stadio verrà presentato entro 6 mesi da quando il Comune avrà pronto il nuovo Piano di Castello, quello che offrirà la certezza di trasferimento dei mercati generali e dello svuotamento dell’area Mercafir. E visto che Palazzo Vecchio impiegherà almeno 5- 6 mesi per approvare la variante, tutto si sposta a fine 2018. E la partita per il nuovo stadio continua. Lo scrive Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:55
Nuovo stadio: incontro tra Comune e Fiorentina per discutere la proroga

Prima del 31 dicembre Comune di Firenze e Fiorentina si incontreranno per discutere del nuovo stadio

Nei prossimi giorni, e certamente prima del 31 dicembre, Comune di Firenze e ACF Fiorentina si incontreranno per discutere del progetto stadio.

Ieri la Fiorentina ha fatto capire di non essere ancora pronta a completare la documentazione per il progetto definitivo e pertanto la riunione con Palazzo Vecchio servirà per vedere a che punto è il lavoro fatto dai tecnici della Fiorentina e ridefinire i tempi di una eventuale proroga alla scadenza fissata al 31 dicembre 2017.

Fintanto che ACF non avrà integrato in ogni sua parte necessaria la documentazione relativa al progetto definitivo (aree extra-stadio, piano economico finanziario e schema di contratto), non potrà partire la Conferenza dei Servizi decisoria per il sì definitivo all’opera che, oltre al nuovo stadio da 40.000 posti, prevede 87.000 mq di superfici tra Commerciale, direzionale e turistico-ricettivo.

“Prendiamo atto con grande soddisfazione – ha spiegato in serata l’Assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini – della conferma del CDA di Fiorentina di voler realizzare il nuovo Stadio della Città. Quanto all’ipotesi che si profila di un prolungamento dei termini di pubblico interesse per la realizzazione dell’opera, fissati nella delibera di Giunta al 31/12/2017 è opportuno che ogni auspicabile condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione”.

Il messaggio è chiaro. Nei procedimenti di project financing se non viene riconfermato l’interesse nei termini, la procedura decade (ovvero se non fosse formalizzata istanza motivata di proroga da parte di ACF o consegnato quanto dovuto entro il 31/12). Ecco perché il Comune ha la necessità di verificare nei fatti il percorso compiuto ad oggi dalla Fiorentina e decidere in merito.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:58
Nuovo stadio, ass. Bettarini: “Ci vedremo con la Fiorentina. Cercheremo di definire i tempi”

Intervenuto a Lady Radio, l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini, ha parlato così del nuovo stadio della Fiorentina:

Ci incontreremo con la Fiorentina per discutere del cronoprogramma, vogliamo vedere lo stato di avanzamento della programmazione. La Giunta ha presentato un progetto per la riqualificazione di un’area importante come quella di Castello. Abbiamo deciso di mettere nero su bianco con una delibera di giunta, le nuove funzioni, lo spazio di tolleranza per l’aereoporto, il parco per le compensazioni ambientali e la nuova area della Mercafir. Si parla di 16 ettari di terreno con i metri quadri destinati all’attività del mercato centrale. Quello che noi dovevamo fare, l’abbiamo fatto, ci vorranno ancora 4-5 mesi per l’ultima definizione dell’approvazione alla variante. Capiamo che la Fiorentina abbia bisogno di tempo, vedremo a che punto è la progettazione e cercheremo di definire i tempi una volta per tutte. La Fiorentina vuole arrivare in fondo, noi uguale. Quanto all’ipotesi che si profila di un prolungamento dei termini di pubblico interesse per la realizzazione dell’opera, fissati nella delibera di giunta al 31/12/2017, è opportuno che ogni auspicabile condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/19/17, 20:06
Nardella: “Comunicato positivo. Nuovo stadio? Ora parola ai tecnici”

Nardella commentta il comunicato diramato ieri dalla Fiorentina dopo il CdA

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato del nuovo stadio del comunicato diramato dalla Fiorentina dopo il CdA di ieri. Queste le sue parole riportate da Italpress:

La parola ora passa ai tecnici che devono esaminare i documenti e i progetti. Per quanto riguarda la mia amministrazione come i fiorentini sanno e vedono stiamo facendo tutto al meglio per dare alla città lo stadio che merita. Comunicato? Positivo, che conferma una collaborazione ma ora la parola passa i tecnici che devono valutare lo stato di avanzamento del progetto e dipende molto da quello.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/20/17, 22:35
CorFio: Stadio, dopo Natale l’incontro tra Comune e Fiorentina. La proroga…

Le ultime sul progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino si parla della questione Nuovo Stadio. E’ prevedibile che ci sia un incontro tra il Comune e la Fiorentina subito dopo Natale per discutere la proroga per la presentazione del progetto definitivo, come emerso dal cda di lunedì. Stando alle indiscrezioni il progetto definitivo viola (complici le incertezze sui tempi della burocrazia e il possibile ricorso al Tar di Unipol) sarebbe ancora alla fase iniziale. Dopo il faccia a faccia di Palazzo Vecchio, la Fiorentina chiederà (e otterrà, salvo ribaltoni che avrebbero del clamoroso) la proroga, che in pratica rinvierà la presentazione del progetto definitivo all’autunno prossimo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/20/17, 22:50
Repubblica: Scordiamoci lo stadio nel 2021, solo Eurnekian può “salvare” il progetto

Le ultime sul progetto nuovo stadio della Fiorentina, che si intreccia con la questione aeroporto: decisive le procedure per Castello

Ulteriori dettagli sulla questione stadio dalle pagine locali de La Repubblica (firma Massimo Vanni).

Il calendario del nuovo stadio non lo decidono i viola né Palazzo Vecchio: l’operazione Mercafir è appesa al filo di Toscana aeroporti. Del presidente Marco Carrai. E soprattutto dell’argentino Edoardo Eurnekian, deciso ad investire sulla nuova pista da 2.400 metri. In pratica se il magnate dell’aeroporto acquisterà i terreni del Gruppo Unipol, permetterà di saltare molte lungaggini su un’area che interessa il suo progetto ma anche quello della Fiorentina. Altrimenti toccherà a Comune intavolare una trattativa con i proprietari della zona di Castello oppure potrebbe procedere con l’esproprio che richiederebbe però addirittura 2-3 anni.

La richiesta di ulteriore proroga da parte della Fiorentina non è stata gradita da Nardella: “Sei mesi sono troppi, devono darcelo prima», si borbotta il giorno dopo a Palazzo Vecchio. Ma è già nelle cose che Nardella concederà ai viola ancora del tempo. Carte da esibire o meno. Ma la prima partita del 2021 possiamo scordarcela, conclude l’articolo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/20/17, 23:55
Nardella pizzica DDV: “Nuovo stadio? Rispondiamo con i fatti, non con le parole”

Così il sindaco di Firenze rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento alle parole arrivate quest’oggi da DDV

“Noi rispondiamo non con le parole, ma coi fatti. E i fatti che riguardano l’amministrazione comunale li conoscono tutti”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento alle parole arrivate quest’oggi da Arquata del Tronto (Ascoli) da parte del proprietario della Fiorentina, Diego Della Valle, che sulla possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze ha dichiarato come ciò non dipenda dal club viola . (Italpress)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/21/17, 21:38
CorFio: Nuovo stadio, sì alla proroga chiesta dalla Fiorentina. Ma è l’ultima

La situazione legata al progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino, dopo il botta e risposta tra Diego Della Valle e il sindaco di Firenze Dario Nardella, si fa chiarezza sulla questione stadio: “Ieri infatti è arrivata la richiesta di proroga da parte della società viola: la manifestazione di pubblico interesse infatti scade il 31 dicembre. Per proseguire con il project financing, la Fiorentina doveva chiedere altri mesi di proroga (la seconda). Il Comune è pronto a dargliela, ma è l’ultima: vuole anche vedere se la società è andata avanti nella progettazione. Per questo sarà anche l’ultima: sarebbe imbarazzante, soprattutto nei confronti di enti di controllo, proseguire solo con le proroghe. Anche perché l’amministrazione si sente di aver fatto tutto quello che era nelle sue possibilità per portare avanti il progetto del nuovo stadio, della Cittadella viola, arrivando fino a fare una variante al vecchio Piano di Castello, ora nelle mani di Unipol. E la Fiorentina ha infatti chiesto una proroga, che duri 6 mesi dall’approvazione della variante, che potrebbe arrivare già a marzo”.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/21/17, 21:49
Nuovo stadio: tra D. Della Valle e Nardella gelo e fendenti

Come sottolinea La Repubblica, torna il gelo tra la proprietà viola ed il Comune di Firenze dopo il botta e risposta di ieri a distanza tra Diego Della Valle ed il sindaco Dario Nardella. Giusto, con questo clima, credere ancora alla costruzione del nuovo stadio? Se il nuovo stadio dovesse dipendere dai 15 ettari di Castello di proprietà di Unipol, Toscana Aeroporti, che gestisce gli scali di Firenze e Pisa sembrerebbe pronta a risolvere il caso comprando tutto. Fin qui bene. Ma c’è un però. Nessuno a Peretola parla direttamente, ma è chiaro che la società, di cui è socia maggioritaria Corporacion America dell’argentino Edoardo Eurnekian, non muoverà un passo senza un progetto definitivo della Fiorentina che esprima con assoluta chiarezza la volontà di farlo lo stadio, come e quando.

Nell’incertezza resta tutto fermo. Per la prima volta i toni delle discussioni negli uffici non sono affatto concilianti con la versione della Fiorentina, con la posizione espressa da Ddv. Nardella e i suoi tendono a pensare che «gli altri» da cui dipenderebbe il nuovo stadio di cui parla Ddv non sono loro: semmai il partner finanziario di cui la squadra viola ha sempre detto di aver bisogno per un investimento da oltre 300 milioni di euro. Il Comune non si rimprovera ritardi né lacune amministrative. I mercati generali ancora da spostare? «L’iter è avviato. E comunque non è che per fare un progetto definitivo si aspetta il trasloco», si spiega da Palazzo Vecchio. Ddv fa presente che la Fiorentina si assumerebbe un rischio? «E che cos’è allora l’impresa se non anche rischio?» riflette qualcuno in Comune.

Intanto la Fiorentina ha ufficialmente chiesto la proroga rispetto al termine del 31 dicembre per la presentazione del progetto definitivo. Di quanto? Sei mesi a partire dalla variante. Quella che Palazzo Vecchio conta di approvare per maggio (non serve l’ok del Consiglio) e che sarebbe il primo passo per spostare la Mercafir. Concederà il Comune la proroga chiesta dai viola rispetto al termine del 31 dicembre per il definitivo? Lecito supporre di sì: «Ma comunque i nostri tecnici ora prima di concederla e di stabilirne la durata dovranno valutare a che punto è la progettazione da parte della Fiorentina» si avverte dal Comune. E si aggiunge: «Sarà l’ultima proroga». (…)

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/22/17, 22:08
Stadio, Nardella: “Terreno gratis bel vantaggio per i Della Valle. Variante urbanistica entro marzo”

Ospite stamattina negli studi di Italia 7, il Sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare della questione riguardante il nuovo stadio: “Dal 2015 ad oggi abbiamo fatto diversi passi in avanti e confermo il nostro impegno: ci hanno chiesto un’area ampia e noi gliel’abbiamo messa a disposizione, ci hanno chiesto degli atti concreti per spostare il mercato e li abbiamo fatti, ci hanno chiesto di aspettare la V.I.A. per la pista dell’aeroporto ed è arrivata.

Ora credo di potermi prendere un ulteriore impegno entro marzo, con la variante urbanistica che dimezza i volumi di spazi edificabili nell’area di Castello, salvaguardando il famoso parco di 80 ettari. La variante volta ad aumentare la sensibilità e l’impatto ambientale, permettendo lo spostamento della Mercafir e liberando l’area dove costruire lo stadio. A giudicare dal lavoro dei tecnici del comune, sono fiducioso.

I Della Valle hanno sempre detto di volere lo stadio per un nuovo ciclo viola. La Fiorentina ha anche un vantaggio rispetto alle altre società che hanno dovuto comprare il terreno dove vanno ad edificare: a Firenze il terreno è pubblico e noi lo diamo gratuitamente con un titolo di concessione di lungo periodo, usando la norma sugli stadi che io stesso avevo varato quando ero Parlamentare e che lo stesso Ministro Lotti ha migliorato. Non è poco”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/23/17, 14:48
Nardella: “Stadio, nessuna polemica. Rispondere con i fatti? Ecco cosa intendevo”

Le ultime sulla questione che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina

Sulle colonne de La Nazione troviamo alcune dichiarazioni del sindaco di Firenze, Dario Nardella, in merito alle ultime questioni che riguardano il nuovo stadio della Fiorentina. Sembrava che potessero esserci delle frizioni tra le parti, invece Nardella afferma: “Voglio essere molto chiaro, una volta per tutte. Non è con le polemiche che costruiamo il nuovo stadio. Quindi non intendo sollevare alcuna questione, perché quello che conta è raggiungere l’obiettivo, arrivare al traguardo nell’interesse della città. Quando ho detto che rispondiamo con i fatti, mi riferivo esattamente al lavoro che ora tocca agli uffici tecnici per esaminare lo stato di avanzamento della progettazione e per poi continuare affinché tutto sia a posto per tirare su la nuova struttura”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/25/17, 04:09
Nuovo stadio: Mercafir compatibile con vecchia e nuova pista

L’area che accoglierà la nuova Mercafir è compatibile sia con la vecchia, sia con la futura pista parallela dell’aeroporto di Firenze. Lo si apprende scorrendo le 160 pagine che compongono il documento preliminare della valutazione ambientale strategica (VAS)

Nella questione nuovo stadio della Fiorentina – tra botta e risposta tra i Della Valle e Palazzo Vecchio, possibili ricorsi, valutazioni ambientali, progetti e incertezze – spunta una sicurezza: l’area che accoglierà la nuova Mercafir è compatibile sia con la vecchia, sia con la futura pista parallela dell’aeroporto di Firenze.

Lo si apprende scorrendo le 160 pagine che compongono il documento preliminare della valutazione ambientale strategica (VAS) della variante al piano urbanistico esecutivo (PUE) di Castello, l’area ad oggi di proprietà Unipol destinata, tra l’altro, ad accogliere i nuovi mercati generali, andando così a liberare la zona attualmente occupata dagli stessi e dove insiste il progetto del nuovo stadio e cittadella viola.

Il documento disegna gli scenari urbanistici futuri dell’area e, in merito all’ipotesi, l’insediamento nella parte Nord di attività artigianali ed industriali (lotto 1) “sembra poter coesistere – si legge – sia con l’attuale pista che con la nuova con andamento est-ovest. L’area infatti sarebbe in parte interessata dalla zona di tutela A e C qualora fosse mantenuta la pista attuale, e solo in minima parte, interessata dalla zona di tutela D nel caso fosse realizzata la nuova pista”.

Il gruppo di lavoro che ha redatto la VAS di Castello, in merito alle zone di tutela in prossimità degli aeroporti dettate da ENAC, rileva che il carico antropico (la concentrazione di persone) derivante dalla nuova ipotesi (visti i dati sugli accessi relativi alla presenza di addetti/utenti forniti da Mercafir per fascia oraria, compresenza massima di 650 persone) e considerata la superficie di 15 ettari sulla quale si svilupperà il mercato, genera una concentrazione di un addetto/utente ogni 230 mq. “Tale dato – spiega la VAS – parrebbe non configurare le fattispecie inibite nella zona di tutela A (della pista attuale) laddove vengono vietati gli insediamenti ad elevato affollamento”.

Se per il trasferimento della Mercafir la soluzione appare compatibile sia con l’attuale pista, sia con la futura, il lotto destinato ad accogliere uno studentato all’estremo ovest lungo via del Termine collegato al polo tecnologico dell’Università, sarà condizionato alla “realizzazione della nuova pista e alla dismissione di quella attuale, ricadendo interamente in zona di tutela A”.

Il nuovo piano di Castello, ovviamente, guarda al futuro sviluppo della zona nordovest di Firenze. Le capacità edificatorie sono ricalcolate, tra l’altro, in base ai vincoli della nuova pista, per la quale pochi giorni fa la commissione del Ministero ha dato l’ok alla valutazione d’impatto ambientale (VIA). Tutte le tessere del puzzle stanno andando a posto. Manca la Fiorentina col progetto definitivo di stadio e cittadella viola – integrato con la parte commerciale, lo schema di contratto e il piano economico finanziario (PEF) – ma la società viola chiede una proroga finché non sarà definitivamente approvata la variante che a Castello “trova casa” alla Mercafir.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/25/17, 04:14
Rai: Diego Della Valle chiama Nardella, il progetto nuovo stadio va avanti

Contatto telefonico nelle scorse ore tra Dario Nardella e Diego Della Valle. Come riportato dal Tgr Rai Toscana, il sindaco di Firenze ha chiesto al patron della Fiorentina a chi fossero rivolte le sue parole pronunciate in occasione dell’inaugurazione del nuovo stabilimento Tod’s ad Arquata. La frase “incriminata” sarebbe questa: “Questa è un’occasione che dimostra che quando si decide di fare le cose insieme si può riuscire anche in tempi brevi”.

Diego Della Valle, sentitosi col primo cittadino per gli auguri di Natale, ha precisato che non si riferiva all’amministrazione comunale. Il numero uno viola ha, anzi, ribadito la volontà di portare avanti il progetto per il nuovo stadio.

(https://pbs.twimg.com/media/DR1IwuFXcAAyPB-.jpg)
Tgr Rai Toscana

@TgrRaiToscana
Fra poco nel Tg sera:
Ultime ore prima del Natale nelle città d'arte toscane; a tavola piatti tipici in casa come al ristorante; il patron della @acffiorentina chiama il sindaco di Firenze @DarioNardella : "il nuovo Stadio si farà presto!"@TgrRai

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/27/17, 16:01
Nuovo stadio e proroga, ass. Bettarini: “Incontro Comune-Fiorentina per valutare i tempi”

“In questi giorni i nostri uffici tecnici valuteranno l’avanzamento della progettazione ed insieme alla Società (ACF Fiorentina, ndr) definiranno quali sono i tempi opportuni anche alla luce dell’avanzamento delle procedure da parte dell’Amministrazione e quella che può essere una definizione dei tempi sicuramente più precisa rispetto all’idea che avevamo qualche tempo fa”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo nel Consiglio comunale odierno ad una domanda del Question Time di Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra), in merito alla scadenza del 31 dicembre, data in cui la ACF Fiorentina dovrebbe integrare tutta la documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio e cittadella viola, ma la società viola necessiterebbe di una proroga alla scadenza.

Nei giorni scorsi la Giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via alla procedura per la valutazione ambientale strategica (VAS) sulla variante al piano esecutivo di Castello, area che, tra l’altro, una volta ridisegnata, potrà accogliere il trasferimento della Mercafir e liberare la zona di intervento del progetto dei Della Valle. Per approvare la variante è necessario sottoporla al documento preliminare della VAS che deve essere analizzato dai soggetti competenti in materia ambientale. “È già stata convocata la conferenza dei servizi per acquisire i contributi da parte degli organismi aventi competenza di carattere ambientale – ha spiegato Bettarini rispondendo ad un Question Time della consigliera Paolieri (PD) – che si svolgerà a gennaio. Da lì in poi questi contributi rientreranno nella procedura di adozione della variante. Tra adozione ed approvazione ci saranno 60 giorni, quindi è presumibile che in capo a qualche mese andremo all’approvazione definitiva della variante urbanistica del piano urbanistico esecutivo di Castello”.

I soggetti competenti ed interessati per la variante sono: Regione Toscana, ricomprendendo anche il Settore Bonifiche, Autorizzazioni Rifiuti ed Energetiche, Regione Toscana, Settore Genio Civile Valdarno Superiore, Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana, Soprintendenza Archeologia Belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, Autorità di Bacino del Fiume Arno, Azienda Sanitaria di Firenze, Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, Autorità Idrica Toscana, ENAC e Comune di Sesto Fiorentino.

Donato Mongatti – IlSitoDiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/27/17, 16:53
Nuovo stadio, Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra): “Il consiglio comunale non può essere scavalcato”

La presa di posizione di una esponente di Firenze Riparte a Sinistra

Sul progetto del nuovo stadio della Fiorentina, ecco la presa di posizione di Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra): “Il Consiglio comunale non può essere scavalcato e ignorato su una questione così importante. Le decisioni sul ridisegno di quell’area non possono essere prese soltanto dalla Giunta. Abbiamo letto sulla stampa delle schermaglie tra Diego Della Valle e il Sindaco Nardella sulla realizzazione del nuovo stadio e dell’intenzione di Toscana Aeroporti di valutare l’interesse ad acquisire parte dell’area di proprietà Unipol, dove l’Assessore Bettarini risponde di non avere conoscenza formale di questa acquisizione. Acf Fiorentina – ricorda la consigliera di Firenze Riparte a Sinistra Donella Verdi – doveva presentare il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo stadio entro il 31 dicembre 2017 e non risulta pervenuto all’Amministrazione comunale nessun progetto. E, con questa risposta, di fatto ci conferma che una proroga verrà per forza concessa. Ancora una volta la Acf Fiorentina rinvia la presentazione del progetto del nuovo Stadio integrato con le prescrizioni del Comune. C’è allora da chiedersi se la “società viola” sia ancora intenzionata alla sua realizzazione, o piuttosto non abbia ancora trovato gli investitori necessari per sostenere la sua realizzazione. (…) Il nuovo stadio, il Centro Alimentare Polivalente, l’area di Castello e la pista aeroportuale sono realizzazioni strettamente connesse e non può risolversi tutto con una delibera di giunta, per di più ambigua, legata a vincoli, compatibilità, prescrizioni. ricorsi con i soggetti coinvolti. Non può essere sufficiente – conclude Donella Verdi – l’illustrazione della delibera in una commissione consiliare, il Consiglio comunale non può essere scavalcato e ignorato su una questione così importante. E’ per questo che riteniamo necessario che l’assemblea cittadina debba essere investita direttamente delle decisioni sul ridisegno di quest’area”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/28/17, 12:49
Nuovo stadio, proroga concordata: oggi l’incontro per il nuovo termine. La Fiorentina…

La società viola ha già speso 2 milioni di euro in carte. E per arrivare al progetto definitivo deve spenderne altri 5: vuole certezze prima di investire

Nuovo stadio, proroga concordata per il progetto definitivo – scrive La Repubblica oggi in edicola -. Preso atto che la Fiorentina non presenterà il progetto entro il 31, Palazzo Vecchio cambia strada. Con un messaggio dallo spirito natalizio, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini annuncia davanti al consiglio comunale che gli  uffici tecnici valuteranno l’avanzamento della progettazione ed insieme alla Fiorentina definiranno quali sono i tempi opportuni. Un termine che potrebbe essere il prossimo settembre, o magari ottobre. Comunque inferiore, per non dare l’impressione di un “cedimento”, rispetto a quello ipotizzato dai viola, che nel documento di una decina di giorni fa aveva parlato di sei mesi a partire dall’approvazione del nuovo Piano di Castello.

Oggi stesso i tecnici viola s’incontreranno con quelli dello studio Rolla di Torino, incaricati di progettare stadio e cittadella. E insieme sfoglieranno le carte consegnate fin qui al Comune per capire quanto tempo ancora occorre per arrivare alla stesura definitiva del progetto e dare un termine credibile, non passibile di proroghe ulteriori. Palazzo Vecchio conta di avere la nuova Castello a primavera e la Confererenza dei servizi è già stata convocata per gennaio. Ma perché non approfittare dei tempi della variante per finire il progetto?

È quello che pensa Palazzo Vecchio. Non la Fiorentina però, che ha già speso 2 milioni di euro in carte. E per arrivare al progetto definitivo deve spenderne altri 5. Dal momento che solo la variante Castello può offrire certezze sul trasferimento della Mercafir, e dunque sul futuro del nuovo stadio, la Fiorentina non vorrebbe tirare fuori altri 5 milioni senza avere certezze. Convinta com’è che, qualora disponesse dell’attuale area Mercafir nel giugno 2019, potrebbe completare lo stadio, se non la cittadella, nel 2021. Ma sono tutti calcoli fatti ancora senza l’oste. Cioè senza l’Unipol. Che succede se la compagnia assicuratrice proprietaria dei terreni presentasse un ricorso al Tar contro il nuovo Piano urbanistico di Castello?

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/28/17, 12:58
Lady Radio: la Fiorentina ha depositato il progetto definitivo del nuovo stadio

I tecnici del Comune – riporta l’emittente – sarebbero già al lavoro per valutarne il contenuto

Aggiornamenti importanti per quanto riguarda la questione legata al nuovo stadio: secondo quanto riporta stamattina Lady Radio, la Fiorentina avrebbe depositato il progetto definitivo per la realizzazione dell’impianto nell’area Mercafir. I tecnici del Comune, inoltre, sarebbero già al lavoro per valutarne il contenuto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/28/17, 13:07
Nuovo stadio, Nardella chiarisce: “Documenti viola per valutare lo stato di avanzamento del progetto”

Da giorni, infatti, è arcinoto che il Comune aveva manifestato la necessità di visionare i progressi fatti dai tecnici della Fiorentina

Ci pensa il Sindaco di Firenze Dario Nardella a fare chiarezza sulla situazione nuovo stadio, dopo la notizia lanciata in mattinata sulla presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina. “Ieri la società viola ha consegnato una voluminosa documentazione che è in corso di esame dai nostri uffici per valutare lo stato di avanzamento della progettazione”, ha dichiarato il primo cittadino.

“Sullo stato di avanzamento aspettiamo quello che sarà il verdetto degli uffici tecnici e sulla base di questo in Giunta decideremo sulla richiesta di proroga”, le parole di Nardella a margine del Consiglio Comunale odierno, parlando con i giornalisti presenti.

IlSitoDiFirenze.it aggiunge che da giorni, infatti, è arcinoto che il Comune aveva manifestato la necessità di visionare i progressi fatti dai tecnici della Fiorentina riguardo la documentazione del progetto definitivo del nuovo stadio e cittadella viola per il quale la stessa Società, in una nota dello scorso 18 dicembre pubblicata sul sito ufficiale, aveva manifestato la necessità di una proroga alla scadenza fissata per il 31 dicembre prossimo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/17, 00:16
Nuovo stadio: c’è l’ok definitivo alla VIA per l’aeroporto

Arriva la firma del ministro Franceschini. Altro passo importante per il nuovo stadio della Fiorentina

“Corporacion America Italia, in qualità di azionista di controllo di Toscana Aeroporti, prende atto con entusiasmo della firma del decreto di VIA, punto di partenza fondamentale per realizzare gli investimenti al fine di sviluppare, in termini di numero di passeggeri, di posti di lavoro e di risultati economici, l’aeroporto di Firenze all’interno del Sistema Aeroportuale Toscano”.

Così la società che controlla gli aeroporti di Firenze e Pisa, in una nota, in merito all’ultima firma del Ministro Franceschini (MIBACT) che mancava, dopo l’ok della commissione e la firma del Ministro dell’Ambiente Galletti, per lo sblocco definitivo alla questione.

Toscana Aeroporti S.p.A. rende noto che è stato sottoscritto dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze.
La firma segue la conclusione positiva dei lavori della Commissione tecnica VIA che, lo scorso 5 dicembre 2017, ha emanato il parere integrativo per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze che prevede la realizzazione della nuova pista da 2.400 metri e del nuovo terminal.
Preso atto del giudizio favorevole di VIA circa la sostenibilità ambientale dell’opera, Toscana Aeroporti esprime la propria soddisfazione per l’ottenimento del decreto VIA che rappresenta un passaggio fondamentale per la realizzazione di un progetto di rilevanza strategica per la Società e il sistema aeroportuale toscano.
“Apprendiamo con soddisfazione la firma del decreto di VIA che sancisce la compatibilità ambientale del Master Plan dell’aeroporto di Firenze con pista parallela. Questo rappresenta il primo e fondamentale passaggio per la conclusione dell’iter di autorizzazione di un progetto che consentirà di dotare la città di Firenze e l’intera Toscana di un’infrastruttura strategica per rispondere alla domanda inevasa di traffico in regione e risolvere i limiti strutturali dell’attuale pista”, ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/17, 00:18
Nuovo stadio, Maffioletti: “Prima partita nel 2021 obiettivo ancora raggiungibile”

La Fiorentina ha trasmesso ieri al Comune di Firenze una serie di integrazioni progettuali per la realizzazione del nuovo stadio

ACF Fiorentina ha trasmesso ieri al Comune di Firenze una serie di integrazioni progettuali, per la realizzazione del nuovo stadio, complementari a quanto era stato depositato prima della presentazione alla città del 10 marzo scorso.

Si tratta di un approfondimento, coerente con il cronoprogramma della procedura, che consentirà allo stesso Comune di Firenze di confermare il ‘pubblico interesse’ del progetto, propedeutico alla ulteriore progettazione che potrà essere sviluppata entro sei mesi dall’approvazione della variante di piano per la ricollocazione di Mercafir.
La variante darà infatti quella certezza di area, di vincoli e di tempi tecnicamente indispensabile per procedere.
 
Verrà quindi realizzata un’infrastruttura, del livello che Firenze merita, che sarà al contempo un elemento di qualificazione urbana, un fattore di sviluppo economico e sociale, un asset per rafforzare la società e uno strumento importante per rendere più competitiva la squadra.
“Nel percorso per raggiungere questo importante risultato – commenta Daniela Maffioletti, Consigliere di Amministrazione di ACF Fiorentina SpA, con delega per questa iniziativa – Il Comune e la Società proponente hanno due ruoli assolutamente ben distinti e proprio la procedura prevista dalla legge affida loro compiti chiari e diversi il cui rispetto è fondamentale e irrinunciabile. Ciò non toglie che vi sia un’unità d’intenti e d’azione nel voler realizzare l’opera rapidamente e nel migliore dei modi. E giocare la prima partita nel nuovo stadio entro il 2021 è un obbiettivo ancora raggiungibile”. Lo riporta la Fiorentina su violachannel.tv.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/17, 15:39
Nuovo stadio, in autunno la consegna del progetto definitivo? Il costo…

Ieri la Fiorentina ha inviato al Comune di Firenze integrazioni progettuali per il nuovo stadio. C’è l’incognita relativa ad un possibile ricorso Unipol, proprietaria dei terreni di Castello, contro l’esproprio necessario per spostare il mercato

Integrazioni progettuali per il nuovo stadio. Sono quelle che dalla Fiorentina sono arrivate a Palazzo Vecchio. Niente a che vedere – scrive La Nazione – con il progetto definitivo che il Comune sperava di avere entro il prossimo 31 dicembre. Solo – e la definizione è della Fiorentina – “un approfondimento coerente con il cronoprogramma della procedura che consentirà allo stesso Comune di confermare il ‘pubblico interesse’ del progetto, propedeutico alla ulteriore progettazione che potrà essere sviluppata entro sei mesi dall’approvazione della variante di piano per la ricollocazione di Mercafir”. Perchè i nodi sui quali la società non intende cedere sono “la certezza di area, di vincoli e di tempi tecnicamente indispensabili per procedere”.

La variante Mercafir alla quale Palazzo Vecchio lavora da tempo dovrebbe essere pronta a marzo, considerati i sei mesi calcolati dalla Fiorentina i nuovi tempi per la consegna del costoso progetto definitivo (si parla di almeno 9 milioni di euro) potrebbero essere fissati all’inizio dell’autunno. Nove mesi che serviranno a sciogliere anche lo spinoso passaggio del trasferimento della Mercafir sul quale grava l’incognita di un possibile ricorso Unipol, proprietaria dei terreni di Castello, contro l’esproprio necessario per spostare il mercato. Tutti i passaggi che si renderanno necessari potrebbero incidere sul fronte dei costi e dei tempi. Ed è proprio valutando questa incertezza che la Fiorentina pretende chiarezza.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/17, 16:16
Nardella: “Nuovo stadio? Fiorentina e Comune lavorano in parallelo per obiettivo condiviso”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato a margine del consiglio comunale odierno: “Sia Fiorentina che Comune devono fare la propria parte in parallelo, per arrivare all’obiettivo condiviso del 2021. È un obiettivo raggiungibile, lavoriamo per questo e perché non vi siano difformità di vedute con ACF. Mercafir? Ogni dettaglio dopo aver visto la progettazione e quando sarà finita variante urbanistica”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/29/17, 16:35
Nuovo stadio: a gennaio la decisione sulla proroga

Le ultime su ciò che riguarda la questione stadio

Secondo quanto viene riportato da ilsitodifirenze.it, la proroga che il Comune di Firenze concederà alla Fiorentina sarà stabilita in gennaio. Gli uffici tecnici di Palazzo Vecchio sono ancora al lavoro per valutare le voluminose integrazioni consegnate dalla Società Viola nei giorni scorsi. Ad anno nuovo verrà decisa la nuova scadenza entro la quale ACF Fiorentina dovrà completare in ogni sua parte tutta la la documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio e la cittadella viola, ovvero 87.000 mq di superfici extra stadio suddivisi tra commerciale, turistico-ricettivo e direzionale. È quanto emerso stamani in occasione della Giunta del Comune di Firenze riunitasi di prima mattina in Palazzo Vecchio, dopo che nelle scorse ore i tecnici degli uffici comunali hanno esaminato in parte lo stato di avanzamento della progettazione consegnata da ACF Fiorentina l’altro ieri.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/17, 12:28
Così Repubblica sul nuovo stadio: “Comune, Fiorentina: Risparmiateci il gioco del cerino acceso”

Il noto quotidiano ha aperto l’edizione di oggi con un commento in prima pagina relativo alle procedure prolungate che stanno caratterizzando il caso del nuovo stadio

Riportiamo di seguito in forma ridotta il commento pubblicato in prima pagina su La Repubblica di oggi (ed. Firenze). Il testo, a firma di Sandro Bertuccelli, si mostra fortemente critico nei confronti delle procedure prolungate che stanno caratterizzando il caso del nuovo stadio.

Oggi su questo giornale non troverete la consueta rubrica “quando si fa lo stadio nuovo”. Il quotidiano punzecchiarsi tra Nardella e Della Valle sui tempi di realizzazione della cittadella viola temiamo abbia portato a esaurimento la pazienza di tutti. Non passa giorno senza che i due si smentiscano l’un l’altro con garbo cerimonioso. Ora, i fiorentini sono abituati ai tempi biblici con cui qui in zona vengono realizzati i progetti e continueranno a andare sereni al caro e vecchio Franchi. Però risparmiategli la stucchevole gara a chi lascia in mano all’altro il cerino acceso. Nardella e Della Valle si ingarellino riservatamente via sms. E quando saranno pronti per davvero ce lo facciano sapere.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 12/30/17, 12:33
Nuovo stadio, Nardella: “I tecnici del Comune stanno analizzando i documenti della Fiorentina”

Le parole del sindaco Nardella nell’intervista di fine anno rilasciata a La Nazione

Intervistato da La Nazione, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, è tornato a parlare anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Sono stati fatti molti passi in avanti. L’ultimo, importante, lo ha compiuto la Fiorentina consegnando una voluminosa documentazione sul progetto. I tempi? In queste ore i nostri tecnici stanno verificando lo stato di avanzamento. Solo sulla base di questo verdetto stabiliremo il termine definitivo per la consegna di tutto il progetto.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/09/18, 21:44
Il Sole 24 Ore: Firenze, la Fiorentina e il limbo del nuovo stadio

Firenze, la Fiorentina e il progetto per il nuovo stadio che non decolla del tutto: l’analisi

A Firenze le grandi storie d’amore durano al massimo dieci, dodici, quindici anni ma si portano dietro qualcosa d’irrisolto che resta per sempre. Se proprio non vogliamo tirare in ballo Dante e Beatrice e quel legame ideale che li ha uniti oltre la morte, parliamo di calcio: il rapporto tra la città e le famiglie proprietarie della Fiorentina – club che come pochi altri è fattore di identità – fa molta fatica a superare la soglia del 15esimo anno.
Ci si innamora, arriva il momento delle promesse, il grande sogno sembra a un passo, quindi – scrive Il Sole 24 Ore – incombe inesorabile la crisi. Accadde con i conti Pontello, rimasti in sella per tutti gli anni Ottanta tra Antognoni e il giovane Roby Baggio, con Cecchi Gori, a un soffio dal sogno scudetto ai tempi delle mitragliate di Batistuta, oggi sembra accadere di nuovo con i Della Valle, protagonisti di una parabola per certi versi storica: partenza dalla C2 dopo il fallimento della vecchia Fiorentina datato 2001, rapida scalata in A, addirittura due partecipazioni in Champions League nel 2008-2009 e nel 2009-2010 con Prandelli in panchina e Mutu in campo, la vittoria del campionato che sembra di nuovo alla portata (…).

Il feeling tra gli imprenditori di Tod’s e Hogan e la piazza sembra ai minimi storici, come dimostra il fatto che prima di Natale, per la prima volta, abbiano disertato la tradizionale cena di fine anno. La partita con il comune di Firenze per il nuovo stadio va avanti all’insegna del fair play, ma sembra arrivata a una fase in cui i rimpalli prevalgono sul fraseggio. Il progetto, presentato a dicembre 2016, è molto ambizioso: investimento in project financing da 400 milioni per 4mila posti di lavoro che arriverebbero a 8mila con l’indotto. La procedura individuata per l’operazione è quella prevista dai commi 303 e 304 della Finanziaria del 2013, «qualcosa di non troppo diverso – sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella – dal modello che ha portato alla costruzione dello Juventus Stadium a Torino». Seguendola si dovrebbe arrivare a una struttura per 40mila spettatori, con spazi commerciali da 50mila metri quadri e 10mila metri quadri da destinare a servizi turistico-ricettivi. L’operazione, però, prevede incastri tutt’altro che semplici a nordovest della città: il nuovo aeroporto che ha già incassato la Verifica di impatto ambientale condivisa dai ministeri di Ambiente e Beni culturali porterebbe allo spostamento dei mercati ortofrutticoli Mercafir nell’area di Castello, oggi di proprietà di Unipol, con la conseguente liberazione degli spazi su cui dovrebbe sorgere la cittadella viola.

La cosa chiara più o meno a tutti è che con l’impianto direttamente gestito dalla Viola ci sarebbero i presupposti per far crescere un fatturato nel 2016 a quota 135,4 milioni, in virtù di un territorio di riferimento che, mettendo insieme tutta la provincia, supera di poco il milione di abitanti. «Fare calcio oggi», secondo Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze e grande tifoso gigliato, «è molto complicato, tanto più se non puoi contare su un grande bacino d’utenza. Ti scontri con multinazionali e gruppi finanziari parecchio strutturati. Il progetto di stadio, comunque la si metta, renderebbe più sostanziosi i ricavi». Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio fiorentina, «da imprenditore» elogia la gestione Della Valle, per quanto «da tifoso» si augurerebbe «un progetto ben definito. Lo stadio può essere la chiave di volta: sia in un’ipotesi di rilancio da parte dei Della Valle che per una exit strategy», contando sul fatto che «il brand Firenze è potentissimo sui mercati internazionali» e qualche investitore pronto a scommettere sulla Fiorentina potrebbe pure spuntare.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/18/18, 21:25
Nardella: “Nuovo stadio, saranno rispettati i tempi. Termine ultimo il 31 ottobre”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a Italia 7: “Proroga progetto stadio? La Fiorentina ha presentato una documentazione ulteriore prima della fine del 2017, che il nostro gruppo tecnico ha valutato. Sono arrivati a tre conclusioni: la documentazione ha mostrato passi in avanti sulla progettazione, che la valutazione ambientale strategica c’è e che però ancora non c’è la documentazione necessaria per completare il tutto.

Di fronte a questa analisi ho deciso di presentare alla giunta la valutazione e fissate nel 31 ottobre il termine ultimo, ritenuto adeguato dai tecnici. Non vogliamo mettere in difficoltà la Fiorentina. Nel frattempo noi faremo la nostra parte. Il percorso davanti è chiaro, ognuno deve fare il massimo. Questo termine non pregiudicherà l’impegno ad avviare i lavori nei tempi già annunciati quando ci fu la famosa conferenza stampa”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/19/18, 20:23
A ottobre l’ultima scadenza: Fiorentina soddisfatta

La Fiorentina avrà tempo fino al 31 ottobre 2018 per presentare il piano definitivo per Novoli

Sul Corriere Fiorentino si parla del nuovo stadio. Come ha spiegato ieri Nardella, la Fiorentina avrà tempo fino al 31 ottobre 2018 per presentare il progetto definitivo per Novoli.

Dalla società viola, intanto, filtra soddisfazione perché Palazzo Vecchio avrebbe capito la serietà delle intenzioni viola e confida nel 2021 di inaugurare lo stadio. E sempre ieri Palazzo Vecchio ha reso noto he il ministero dell’ambiente ha costituito l’Osservatorio Ambientale dell’aeroporto di Firenze previsto dalla Valutazione d’Impatto Ambientale per monitorare i lavori e l’inquinamento e nel quale non ci saranno né i Comuni della Piana né Prato.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/19/18, 21:09
Mercafir, primo passo fondamentale: c’è il sì al trasloco. Ecco i dettagli

Via alla cancellazione dell’area Fondiaria

Castello, il nuovo piano attuativo ha ottenuto il primo via libera sul fronte ambientale. E’ il primo passo avanti importante – scrive La Nazione – per la Vas (Valutazione ambientale strategica) sul fronte del nuovo Pue, quello che di fatto cancella la vecchia «area Fondiaria», oggi passata nelle mani di Unipol, in cui è previsto anche il trasloco della Mercafir che dovrebbe finalmente dare il via al nuovo Stadio e alla Cittadella viola.

A questo punto si può procedere con l’adozione della variante urbanistica. Il parere favorevole degli enti è stato espresso ieri dalla conferenza dei servizi negli uffici dell’Urbanistica in piazza San Martino. Al tavolo erano presenti Enac, Regione Toscana, Arpat, Città metropolitana, Mibact, Autorità di bacino, Azienda sanitaria, Consorzio di bonifica, Autorità idrica toscana, Comune di Sesto Fiorentino.
La proposta di variante sottoposta a Vas prevede l’eliminazione degli edifici dedicati agli uffici pubblici. L’area sarà convertita in destinazione produttiva (artigianale e industriale), e potrà quindi essere usata per il nuovo mercato ortofrutticolo. Questo con la realizzazione di un insediamento, a nord dell’area interessata dal Pue (in diretta continuità con la zona produttiva esistente), e con la localizzazione anche di una quota parte della destinazione commerciale in origine prevista dal Pue. Sarà anche ridimensionata la capacità edificatoria della destinazione direzionale/servizi privati; e la localizzazione di un’area destinata al residenziale e all’alberghiero di transizione fra la zona produttiva/commerciale a nord e il complesso della scuola Marescialli più vicina al nuovo parco urbano. Prevista infine la riduzione della superificie utile sul fronte del residenziale e ricettivo che sarà ridistribuito tra gli appartamenti privati e alcuni studenti. Una riscrittura quasi totale, quindi sulla quale Unipol dovrà ora decidere se far partire l’ennesimo ricorso legale.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/20/18, 14:43
Castello, trattativa tra Unipol e Toscana Aeroporti. In gioco il futuro della Mercafir

Non solo espropri, Toscana Aeroporti potrebbe acquisire tutto il lotto

Procede in un delicatissimo gioco di equilibri la trattativa fra Toscana Aeroporti e Unipol per l’acquisizione dei terreni di Castello che il colosso bolognese ha ricevuto in eredità da Fondiaria Sai. Verso la fine del mese o, al più tardi, nella prima settimana di febbraio si conoscerà l’esito della negoziazione dalla quale dipende, adesso, soprattutto la possibilità di traslocare la Mercafir liberando l’area di Novoli per la realizzazione del nuovo stadio.

Pur non rientrando nel suo core business, la società assicurativa non ha alcuna intenzione di svendere i 168 ettari dell’area che, nel bilancio, pesa poco meno di 100 milioni di euro. Enac può chiedere l’esproprio per conto di Toscana Aeroporti di circa 30 ettari dal lotto di Castello per le fasce di sicurezza, ma soprattutto per costruire il nuovo terminal del Vespucci.

L’interesse pubblico dichiarato dell’opera non può far venire meno Unipol dall’obbligo, ma la società che con il nuovo piano previsto da Palazzo Vecchio si vedrà mangiare la metà dei volumi di costruzioni – per molte delle quali aveva già in mano le licenze a costruire – non ha intenzione di lasciarsi erodere il patrimonio senza battere ciglio. Perché se da una parte arriveranno il terminal e i parcheggi, dall’altra le fasce di sicurezza impediranno di elevare edifici e dall’altra ancora si insedierà la Mercafir, a Unipol resterebbe in mano un patchwork di terreni che rischierebbero di perdere di valore, anche perché c’è una legge che impone alle amministrazioni di fare i piani di rischio per le costruzioni vicine agli aeroporti.

per questo La trattativa con Toscana Aroporti è tanto delicata. Si stanno cercando gli accordi possibili, sotto varie formule. Uno dei tentativi, ma non l’unico, è acquisire tutto il terreno pagandolo all’equo valore di mercato, tenendo conto delle parti espropriabili, ma anche del resto.

Perché se Unipol dovesse mettersi di traverso, concedendo i terreni per gli espropri, ma impugnando la variante urbanistica che il Comune porterà in adozione in giunta non appena conclusa la fase di valutazione ambientale strategica, sarebbero dolori. A quel punto sì, soprattutto per il rispetto dei tempi di completamento della variante stessa, il passo fondamentale per lo spostamento della sede dei mercati generali a Castello e il dimezzamento dei volumi di cemento, con una ridistribuzione delle destinazioni d’uso rispetto al precedente Pue (Piano urbanistico esecutivo).

A variante impugnata si dovrebbero aspettare i tempi della giustizia amministrativa: in buona sostanza sarebbe il Tar a prendere in pugno il cronoprogramma per la realizzazione del nuovo stadio, già che senza spostare la Mercafir il terreno non sarebbe libero.

Ilaria Ulivelli – La Nazione

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/22/18, 12:41
Renzi sicuro: “Della Valle nella storia di Firenze, vogliono continuare”. Sullo stadio…

Fiorentina, Della Valle e nuovo stadio. Sono tra gli argomenti trattati dal sindaco del PD e candidato premier Matteo Renzi, stamattina intervenuto ai microfoni di Controradio. Queste le sue parole: “Il fatto che la Fiorentina ieri abbia perso, ovviamente, mi dà tanta amarezza, ma tutte le polemiche che partono nei confronti della proprietà ogni volta che la squadra perde una gara credo siano un errore.

Auspico, penso e spero che si possa ripartire con un grande progetto per Firenze, con questa proprietà. I Della Valle in questi 15 anni hanno segnato la storia di Firenze e per quanto mi risulta hanno molta voglia di andare avanti. Non si fa campagna elettorale sulla Fiorentina. Stadio? Secondo me sì, ma va sentito il sindaco. L’idea dello stadio di proprietà è cruciale, conoscendo Nardella sicuramente il progetto andrà avanti anche se fare le cose è sempre difficile. Io allo stadio ci credo”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/22/18, 14:31
Nardella chiarisce: “Grandi opere? Prima aeroporto e tramvia, poi stadio e il resto”

Intervenuto ai microfoni dei media presenti – tra i quali Italpress – a margine del consiglio comunale di oggi, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche del nuovo stadio: “Le grandi opere? L’aeroporto viene prima di tutto, assieme alla tramvia perché tutto ciò riguarda il modo in cui si muovono le persone, l’imprenditoria e il nostro territorio.

Nessuno avrebbe scommesso un euro anni fa che avremmo finito le tramvie e avremmo fatto passi in avanti decisi sull’aeroporto. La pazienza e la tenacia alla fine vinceranno. Priorità di una costruzione sull’altra? Non stiamo facendo una gara sulle opere pubbliche: abbiamo un elenco preciso di opere da realizzare. Sicuramente i fiorentini ci diranno che le strade e i marciapiedi sono importanti esattamente quanto lo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/23/18, 20:26
Nardella: “Stadio? Nessun segnale di cedimento, ma ognuno deve fare la sua parte”

Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Porteremo in fondo rapidamente la variante di Castello che serve anche per il discorso Mercafir e stadio. Questione di settimane. La Fiorentina non ha mai dato segnali di cedimento sull’obiettivo stadio. Non c’è nessuna volontà di scaricare la colpa anche perché i tifosi fiorentini sanno bene come vanno le cose. Sanno bene che questo è un meccanismo a doppia chiave. Ognuno deve fare la sua parte. Noi dobbiamo finire la variante urbanistica, la Fiorentina deve fare il progetto esecutivo.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/24/18, 14:31
Aeroporto, stadio, Mercafir, la tabella di marcia di Nardella: prima pietra a giugno 2019

Il sindaco di Firenze rimane ottimista sui tempi dei progetti nell’area Nord Ovest che interessano anche il nuovo stadio

«Entro giugno dell’anno prossimo vogliamo iniziare i lavori per la nuova pista dell’aeroporto». La Peretola del futuro ha una nuova data di decollo, almeno per quanto riguarda l’avvio del cantiere. La conferma arriva dal sindaco Dario Nardella, che ieri mattina dai microfoni di Lady Radio ha ribadito di voler finire il suo mandato con il primo mattone della pista da 2.400 metri. «E’ molto importante il rispetto delle prescrizioni – ha continuato Nardella –, ma non possono diventare il veto alla realizzazione di un’opera pubblica attesa da anni. Quindi, sull’aeroporto confermo che il nostro obiettivo è quello di cominciare i lavori prima della metà metà del 2019». La modifica urbanistica – spiega La Nazione – serve per arrivare alla costruzione della nuova pista dell’aeroporto, ma è indispensabile a tutto l’assetto del quadrante a Nord Ovest della città, interessato dalla costruzione del nuovo stadio e dallo spostamento della Mercafir a Castello.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 01/24/18, 16:01
Nardella sul Franchi: “Sarà riadattato quando ci sarà il nuovo stadio”

A Firenze “ora finiremo la tramvia, poi cominceremo con l’aeroporto e andremo avanti con la progettazione del nuovo stadio”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un’intervista esclusiva concessa ai microfoni di Canale 50.

“Lo stadio Franchi ha una grande comodità, che è raggiungibile non solo attraverso i mezzi pubblici come gli autobus, ma soprattutto attraverso la ferrovia, il trasporto nazionale e regionale, con la fermata di Campo di Marte – ha proseguito – Non c’è in prospettiva un problema di accessibilità, anzi noi realizziamo il nuovo stadio anche per diminuire l’impatto di traffico e di mobilità rispetto al Franchi”.

E a chi gli ha chiesto cosa fare dell’attuale casa della Fiorentina una volta che sarà costruito il nuovo impianto, Nardella ha aggiunto: “Non dobbiamo dimenticare che si tratta di un vero e proprio monumento culturale, molto amato dai fiorentini e non solo dai tifosi, integrato nel quartiere di Campo di Marte. Quando avremo il nuovo stadio dall’altra parte della città che risponderà a caratteristiche più moderne di funzionalità e accessibilità saremo anche pronti per la nuova vita dello stadio Franchi che sarà riadattato nel rispetto dei vincoli storico-artistici ed architettonici per attività sportive a cui Firenze già da tempo si è aperta: pensiamo al grande rugby nazionale ed internazionale, all’atletica, alla realizzazione di attività di spettacolo, culturali, che per altro lo stadio Franchi’ ha già ospitato soprattutto d’estate. Ma è ancora presto per avere un’idea definitiva sulla gestione dello stadio Franchi, ci faremo trovare pronti ed interpelleremo non solo la Fiorentina ma tutti i soggetti più dinamici e propositivi della città, compresi i cittadini del quartiere di Campo di Marte”.

(Italpress)
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/13/18, 15:16
Stadio alla Mercafir: da aprile i primi “sì” al progetto clou per ricominciare

È la necessità primaria della Fiorentina, il progetto intorno al quale ruota gran parte del futuro della squadra: lo stadio alla Mercafir. (…) L’obiettivo infatti è approvare la Vas entro la primavera: in queste settimane il lavoro è stato affidato a una commissione tecnica (su vincoli paesaggistici, rischi idrogeologici e affinità col piano regolatore) che dovrà dare parere positivo al progetto. A marzo la relazione arriverà sul tavolo della commissione urbanistica, per l’approvazione definitiva in giunta poi servirà un altro mese: entro aprile insomma si avrà il via libera. Il vero ostacolo potrebbe essere Unipol, che dopo la delibera avrà 60 giorni per fare ricorso al Tar dopo il ridimensionamento della capacità edificatoria» sancito proprio dalla variante. Lo scrive Leonardo Bardazzi sul Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/15/18, 19:38
Nuovo stadio, Nardella: “Lavori nel 2019”. Poi fa retromarcia: “Non ci scommetterei una cena…”

Ospite ai microfoni di Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina: “Se tutto va come deve andare, perché i tempi dei ricorsi sono imprevedibili, i lavori possono cominciare entro il 2019, ma in questo caso non sono pronto a scommettere una cena (come accaduto per l’inaugurazione della tramvia, ndr)”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/20/18, 20:42
Nardella: “Svolta Della Valle? Sarei il primo a gioire. Lo stadio alla Mercafir…”

FIRENZE (ITALPRESS) – “Ho sempre lavorato nell’interesse della Fiorentina e di Firenze anche perché da sindaco so bene che queste due realtà, la squadra e la città, a Firenze più che in altri posti d’Italia, sono inscindibili, sono un tutt’uno. Quindi devo fare gli interessi della mia citta’ ed ovviamente non posso che tifare, fra virgolette, perche’ ci sia un progetto vincente sulla Fiorentina. Quindi se arrivera’ una svolta sarò il primo ad essere contento di questo”.

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite negli studi di Italia 7, parlando del possibile rilancio sulla Fiorentina da parte dei suoi proprietari, ovvero la famiglia Della Valle. “Per quanto riguarda lo stadio andiamo avanti sugli impegni presi, ognuno deve fare la sua parte: noi stiamo portando avanti la procedura di variante urbanistica, ormai siamo agli ultimi passi, e da parte sua Fiorentina deve portare a compimento la progettazione esecutiva – ha aggiunto Nardella – E’ un’opera pubblica complessa, passa da un accordo previsto anche dalle leggi nuove cioè il Comune concede il terreno e la società di calcio fa l’investimento con partner che individuerà autonomamente. Non possiamo aspettarci che le cose avvengano nel giro di poche ore e di pochi giorni, sappiamo bene che è un’operazione complessa. Se fosse facile lo avrebbero fatto in tutte le citta’ d’Italia. In questo caso il proverbio da usare è ‘Chi va piano, va sano e va lontano’. L’importante è farlo, lo stadio, non mettere una data”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/18, 17:45
Si sblocca l’area Castello: Toscana Aeroporti acquista da Unipol. E ora tra Mercafir e Stadio…

Con lo sblocco dell’area Castello ripercussioni a catena sulla nuova Mercafir e, soprattutto, sul nuovo stadio della Fiorentina

Notizia importantissima in ottica nuovo stadio della Fiorentina. Come riporta questa mattina la Nazione infatti, pare che Unipol sia pronta a chiudere la trattativa per la cessione dell’area di Castello a Toscana Aeroporti. Alla base della decisione presa nessun tipo di speculazione, ma la volontà di Corporacion America Italia – la società parte del gruppo del magnate argentino Eduardo Eurnekian, recentemente salita al 55,7% del capitale di Toscana Aeroporti – di far finalmente decollare lo sviluppo del quadrante a Nord Ovest di Firenze.

Questa trattativa è decisiva per lo sblocco dei quindici ettari necessari per la costruzione della nuova Mercafir proprio nell’area Castello. Il Comune comprerà da Toscana Aeroporti – al momento in cui avrà acquisito l’area da Unipol – lo spazio necessario alla realizzazione della struttura del centro, in modo da poter sbloccare l’area nella quale andrà a sorgere il nuovo stadio viola. I tempi del trasloco della Mercafir a questo punto dipendono unicamente dall’approvazione della variante del Pue (il piano urbanistico esecutivo) di Castello, con cui il Comune si appresta a ridefinire – secondo quanto già stabilito dalla procedura di revisione iniziata nel 2016 – le destinazioni d’uso degli edifici che potranno essere realizzati: una capacità edificatoria più che dimezzata rispetto ai 450mila metri quadri del piano attuativo attualmente valido.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 02/27/18, 20:42
Nuovi stadi: crowdfunding e tecnologie hi-tech per avviare i progetti

La dirigenza della Fiorentina ha chiesto 6 mesi di tempo per valutare i contenuti della recente variante urbanistica. La consegna del progetto definitivo prevista inizialmente per il 31 dicembre 2017 slitta quindi al 31 ottobre 2018

Prosegue l’iter per la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. Un progetto ambizioso che dovrebbe portare alla realizzazione di un impianto da 40mila posti con intorno spazi commerciali da 50mila metri quadrati e altri 10mila adibiti a servizi accessori. Mentre restano da definire la zona di costruzione e prosegue il dibattito tra progettisti e amministrazione locale, nascono nuove tecnologie hi-tech e forme di crowdfunding innovativo per l’avvio dei progetti per i nuovi stadi. Saranno applicabili al neo-impianto viola?

La dirigenza della Fiorentina ha chiesto 6 mesi di tempo per valutare i contenuti della recente variante urbanistica. La consegna del progetto definitivo prevista inizialmente per il 31 dicembre 2017 slitta quindi al 31 ottobre 2018 con il sogno di dare il primo calcio d’inizio nel nuovo impianto nel 2021.

Obiettivo della nuova struttura quello di far crescere un fatturato che nel 2016 era fermo a 135,4 milioni regalando a un bacino di utenza di 1 milione di persone una struttura all’avanguardia e di livello internazionale.

Un progetto ambizioso fin dalla prima presentazione (anno 2016) con un investimento in project financing di 400 milioni di Euro e con la creazione di 4mila nuovi posti di lavoro che arriverebbero a 8mila con l’indotto.

Ma soprattutto un progetto innovativo che potrebbe trovare una sponda importante nelle nuove forme di finanziamento legate al crowdfunding e alle neo-nate tecnologie blockchain.

Non mancano gli esempi di crowdfunding innovativo legati alla realizzazione di strutture sportive, ultimo in ordine di tempo il mini-bond emesso dal Frosinone sulla piattaforma Tifosy, che lasciano intravedere nuove possibilità di applicazione della tecnologia blockchain per il finanziamento e la costruzione di nuovi impianti.

Facciamo chiarezza su termini come blockchain (o catena di blocchi) e tokenizzazione. La prima è un «registro transnazionale sicuro, condiviso da tutte le parti che operano all’interno di una data rete distribuita di computer. Registra e archivia tutte le transazioni che avvengono all’interno della rete, eliminando in definitiva la necessità di terze parti “fidate”» secondo la definizione di Reply.

Un nuovo metodo di protezione di dati e informazioni in rete che garantisce, tramite una struttura a blocchi separati, standard di sicurezza elevatissimi e transazioni trasparenti come quelle degli smart contract. Basti pensare che la blockchain è già stata adottata in moltissimi settori, da quello del gaming online, a quello delle catene distributive fino ad arrivare al ramo bancario. Un meccanismo che ha permesso la nascita di piattaforme di gaming online come CoinPoker, basata su Ethereum, una delle blockchain più importanti e conosciute. Ma soprattutto una tecnologia in grado di fornire ai propri utenti accordi trasparenti e tutela completa dei dati personali.

Il crowdfunding basato sulla blockchain avverrà tramite tokenizzazione, ossia tramite la conversione di una risorsa in un token digitale. “Tokenizzare” una proprietà significa generare un token e collegarlo a uno smart contract per legare la moneta digitale a un bene reale.

Proviamo a fare un esempio con una situazione simile a quella del nuovo stadio Viola, il nuovo progetto di impianto della Roma. La nuova “casa” dei giallorossi prevede investimenti per una cifra vicina ai 2 miliardi di Euro con la costruzione di un museo, campi di allenamento, spazi verdi e un centro commerciale.

Tramite un’applicazione decentralizzata potrebbe essere creato un token dal valore di 1 Euro (in linea teorica). Con questo procedimento sarebbero 2 miliardi i token messi in vendita per finanziare la costruzione dello stadio.

Token che darebbero diritto a tutto ciò che verrebbe stabilito alla sottoscrizione dello smart contract.

Nuove forme di finanziamento dalle potenzialità ancora inesplorate e che potrebbero portare il mondo dell’impiantistica sportiva italiana a un nuovo livello di competitività internazionale.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/20/18, 21:54
Aeroporto e area Castello, Grassi e Fattori: “Unipol ricorre al TAR”. Lo stadio della Fiorentina…

“Esiste un decreto della Regione Toscana, con cui si dà mandato all’Avvocatura regionale a difendersi, da cui si deduce che UNIPOL, tramite le società Nuove Iniziative Toscane srl e Consorzio per l’attuazione del PUE di Castello, ha fatto ricorso contro il decreto n. 377 del 28/12/2017 del Ministero dell’Ambiente, redatto di concerto con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali. Si tratta ovviamente del decreto sulla compatibilità ambientale del nuovo aeroporto di Firenze. I poteri forti e i politici favorevoli alla nuova pista solo qualche settimana fa sulla stampa davano ancora una volta per assodata la vendita dell’area di Castello alle società di Eurnekian, azionista di maggioranza di Toscana Aeroporti. Dall’atto regionale si evince che la situazione reale è ben diversa” affermano Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra e Tommaso Fattori, capogruppo di Sì – Toscana a Sinistra.

“UNIPOL ha già intrapreso una battaglia legale per annullare gli atti che Comune, Regione o Stato hanno voluto approvare sul nuovo aeroporto e sul PUE di Castello, sovrascrivendo la precedente pianificazione per quell’area, che, a rigor di legge, è ancora oggi in vigore. Le motivazioni portate dall’amministrazione comunale per dimostrare come si sia modificato l’interesse pubblico dopo la firma delle convenzioni su Castello sono deboli. Oltretutto la realizzazione della nuova pista aeroportuale non dà neppure la certezza della dismissione dell’area occupata dalla pista esistente, mentre è certo che il nuovo aeroporto, così come previsto nel masterplan, renderebbe inedificabili gran parte delle aree di Unipol. Difficile sostenere poi che l’interesse pubblico consisterebbe nello spostamento del mercato ortofrutticolo da Novoli a Castello, solo perché questo permetterebbe di realizzare il nuovo stadio della Fiorentina”.

“Siamo curiosi di vedere come andrà a finire la vicenda. Il Pd e il presidente Rossi, di MDP, continueranno a sostenere un progetto come quello del masterplan aeroportuale? E la pianificazione di Castello deve restare immutata? Occorrerebbe piuttosto il coraggio di azzerar tutto, a partire dal nuovo aeroporto. La stessa pianificazione di Castello è stata fatta in anni ormai lontani e anche dal punto di vista economico-finanziario non ha senso costruire tutto ciò che era stato progettato allora. Dopo la fine della validità della convenzione, occorrerà rivedere cosa pianificare in una zona dell’area metropolitana troppo spesso occupata da infrastrutture inquinanti e pesanti”.

“L’acquisto dell’area di Castello da parte degli stessi sostenitori del masterplan aeroportuale è ad oggi l’unica soluzione per chi voglia ostinatamente realizzare un’opera che va contro l’interesse della collettività, che non risolve con certezza i problemi di chi vive a Peretola, Quaracchi, Brozzi e Le Piagge, e che sarà economicamente sostenibile solo grazie ad una valanga di contributi pubblici. Un’opera che ha ottenuto le autorizzazioni ministeriali solo grazie a forzature, modifiche normative e interpretazioni ad hoc operate dai due Governi Renzi e Gentiloni, con l’obiettivo di accontentare gli amici e sodali Eurnekian e Carrai. Autorizzazioni comunque infarcite da un numero record di prescrizioni e su cui gravano numerosi ricorsi dei Comuni coinvolti, dei comitati e della cittadinanza che si oppongono all’aeroporto per difendere l’interesse pubblico che sosteniamo con convinzione. Chissà se quest’accanimento e questo tentativo in extremis di dare il via libera ai cantieri aeroportuali non possa finalmente ricevere uno stop anche politico”, concludono i due capigruppo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/21/18, 22:29
Nardella: “Ricorso Unipol? Non siamo preoccupati. I tempi del Tar…”

Le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione dell’area Castello

Questa mattina su La Nazione troviamo un’intervista al sindaco di Firenze Dario Nardella in merito all’ingrandimento dell’aeroporto di Firenze e al ricorso di Unipol per l’area Castello. Una vicenda che ha ripercussioni anche sul nuovo stadio della Fiorentina. Vi proponiamo un estratto dell’intervista che potete trovare in versione integrale sul quotidiano: “Ricorso? Non siamo preoccupati. Sono tutti atti che avevamo messo in conto. Il progetto dell’aeroporto e della nuova pista è supportato da atti ministeriali trasparenti, articolati, e basati su una normativa altrettanto chiara. Le posizioni di Unipol non sono una novità. I tempi del Tar? Mi aspetto siano veloci, ma non faccio calcoli”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/25/18, 14:41
Area Castello, ricorsi Unipol un pro forma: firma vicina con Toscana Aeroporti

Una delle vicende che rischiano di bloccare il nuovo stadio della Fiorentina potrebbe presto risolversi

Su La Nazione questa mattina si parla delle vicende che riguardano Unipol e Toscana Aeroporti per la cessione dell’area Castello, snodo fondamentale per spostare la Mercafir e sbloccare definitivamente la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. Secondo il quotidiano la trattativa prosegue e siamo alle battute finali. Le due parti hanno la ferma intenzione di chiudere. I ricorsi da parte del colosso assicurativo non sarebbero per ostacolare la cessione, ma un atto dovuto, presentato a tutela degli interessi del gruppo. Al momento in cui le due società chiuderanno la trattativa, i ricorsi ancora pendenti saranno ritirati.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/28/18, 20:28
I tempi si allungano: variante per la Mercafir in ritardo, chi pagherà i terreni?

Variante del Pue di Castello in ritardo, la Fiorentina vuole certezza sull’area per il nuovo stadio, dubbi sui fondi comunali per comprare i terreni per la nuova Mercafir

Nuovo stadio, tempi più lunghi. La variante del Pue (piano urbanistico esecutivo) di Castello è in ritardo. Si tratta del primo passo dell’iter con cui il Comune di Firenze, oltre a prevedere quasi interamente un’area produttiva che sarà quasi interamente occupata dalla nuova Mercafir, ridefinisce le destinazioni d’uso degli edifici che potranno essere realizzati nei 168 ettari di proprietà Unipol. Dopo aver ottenuto l’ok della conferenza dei servizi per la Valutazione Ambientale Strategica, la variante doveva essere adottata entro metà marzo, ma i tecnici stanno ancora lavorando alla delibera, che verosimilmente arriverà al traguardo non prima di settembre.

Parallelamente, il Comune dovrà lavorare all’atto relativo al tempo da concedere alla Fiorentina per la presentazione del progetto definitivo del nuovo stadio. La data del 31 ottobre, comunicata pubblicamente dal sindaco Nardella, non è mai stata messa nero su bianco. La Fiorentina ha sempre chiesto di avere la certezza che l’area su cui si costruirà lo stadio sarà libera dalla Mercafir e s’impegna a comprimere i tempi di progettazione in sei mesi dal momento in cui sarà approvato l’atto: dunque 31 marzo 2019, oppure unilateralmente resterà 31 ottobre? Inoltre, resta da definire come il Comune troverà i soldi per pagare l’area per la nuova Mercafir: utilizzerà i soldi che arriveranno dalla Fiorentina? La cifra, però, non è stata quantificata. Lo scrive La Nazione.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 03/30/18, 21:43
Nardella: “Nuovo stadio? Il percorso è tracciato, ecco quando inizieranno i lavori”

Il sindaco di Firenze Nardella ha parlato al Salotto viola

Dario Nardella è intervenuto all’ interno del Salotto Viola, la trasmissione di Mario Tenerani e Luca Calamai.

“Nuovo stadio? L’atto ora più importante è la variante del piano urbanistico della riqualificazione dell’ area di Castello. Questo ci consente a dare il via libera allo spostamento della Mercafir. Dopo di che aspettiamo dalla Fiorentina il progetto definitivo. Il percorso è tracciato, ora tutti devono fare la propria parte. Inizio dei lavori? Ottimisticamente speriamo settembre o ottobre 2019. La prima pedina da sistemare è l’ aeroporto, sbloccato quello, tutto viene di seguito. Terreno per la Fiorentina ? Vedremo se sarà per 59 o 99 anni, dipende dal piano economico della Fiorentina. Noi daremo gratuitamente l’area Mercafir, Fiorentina pagherà lo spostamento dei Mercati Generali. La città di Firenze sposterà il mercato dalla zona Mercafir alla zona di Castello, i soldi che necessitano per il cambio di zona, sarà a carico della Fiorentina, per una cifra stimata tra i 15 ed i 20 milioni di euro. Centro tecnico alla Mulina? Area abbastanza complessa, per il centro sportivo cercheremo zone più libere, anche nei comuni limitrofi a Firenze. Intitolazione ad Astori dei campini? Per il comune è tutto pronto, si tratta di trovare il giorno e la modalità che convince di più la famiglia e la società. Cercheremo una data magari significativa. Cosa succederà al Franchi? Stiamo cercando di creare un progetto per il Franchi, ci sono tante idee, per molte discipline Firenze è una piazza importante, come il rugby. Naturalmente spettacoli e concerti rimarranno molto importanti per l’impianto.  Cercheremo anche di mantenere particolare attenzione a coloro che vivono nelle zone limitrofe. I campini, quando torneranno al comune diventeranno un centro sportivo del Comune. Legame città e squadra? Firenze e la Fiorentina sono una cosa sola, e con il nuovo impianto, con i nuovi lavori, cercheremo di aumentare anche quelli che saranno i turisti sportivi. Famiglia Della Valle? In questo momento così difficile si sono comportanti in modo esemplare, sono stati vicini a squadra e città. Firenze ha risposto in una maniera unica a questo grande lutto, ed ha emozionato il mondo. Questo shock può essere la scintilla per ricominciare ad unire la squadra ed i Della Valle, ed io come sindaco farò di tutto per tenere più unita possibile la squadra della mia città.  Pioli? Persona di grandissima qualità umana, l’ho incontrato più volte. Ha saputo gestire benissimo, molto umanamente, un momento difficilissimo come la scomparsa di Davide Astori.”

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/05/18, 21:34
Nuovo stadio, fondi italiani e stranieri pronti a sostenere la Fiorentina

I plastici del nuovo stadio potrebbero essere portati a Milano. Quello che preoccupa è la tempistica

Dopo la partita contro l’Udinese, il presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, ha detto che ci sono investitori interessati al nuovo stadio.

Come scrive La Nazione, alcuni fondi di investimento fanno sul serio, almeno due con partecipazione italiana e straniera, attratti dal progetto non solo per motivi strettamente economici, ma anche dal ‘brand’ Firenze e dalla serietà e solidità della proprietà viola. I contatti negli ultimi tempi si sono intensificati, soprattutto nella sede milanese del gruppo guidato dai proprietari della Fiorentina. Anche Diego Della Valle in prima persona si è occupato della questione, che ha avuto un impulso importante di recente e l’incognita legata agli investitori pare ormai svanita. Altri colloqui attendono l’azionista di riferimento, tanto che si sta pensando di portare a Milano i plastici del nuovo stadio.

Quello che preoccupa è la tempistica che potrebbe incidere sull’eventuale impegno futuro di chi adesso ha manifestato interesse. Interesse che potrebbe scemare se i tempi dovessero allungarsi oltre quelli dettati dalla burocrazia. Il sindaco Nardella aveva indicato settembre 2019 come data (ottimistica) per l’inizio dei lavori, considerato che manca la variante del piano urbanistico della riqualificazione dell’area di Castello, non un atto da poco.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/05/18, 22:46
Ass. Vannucci: “Partner dei viola per lo stadio? Ottima notizia che ci siano”

L’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci ha risposto così, tramite Italpress, alla notizia degli investitori pronti a schierarsi al fianco della Fiorentina per la realizzazione del nuovo stadio:

    Investitori per il nuovo stadio? E’ un’ottima notizia che dimostra come la scelta del Comune di lavorare sulla variante di Castello sia una strada giusta che fornirà alla città due strutture importanti come il mercato e lo stadio nuovo. Gli uffici stanno preparando l’istruttoria, sono stati recuperati i pareri necessari.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/16/18, 13:02
Stadio, addio tabella di marcia per Mercafir: la Fiorentina non ha una scadenza davanti

La giunta Nardella procede in compenso con la variante urbanistica del progetto Castello

Sulle pagine di Repubblica in edicola oggi la notizia di punta riguarda un argomento chiave in casa Fiorentina, ossia la tabella di marcia inerente il nuovo stadio. Di seguito un estratto del pezzo a firma di Massimo Vanni: “Stadio, addio tabella di marcia. La Fiorentina non ha una scadenza davanti. Il progetto definitivo dello stadio alla Mercafir che doveva essere presentato a dicembre non ha un’altra scadenza. Palazzo Vecchio non l’ha imposta. La giunta Nardella procede in compenso con la variante urbanistica del progetto Castello. «Approveremo la variante in giunta, non c’è bisogno di passare dal consiglio» , annuncia l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini. […] L’ipotesi è quella di arrivare all’approvazione all’inizio di maggio. Non c’è fretta però: «A questo punto una scadenza non c’è», ammette il responsabile urbanistica. E senza scadenza davanti, la Fiorentina ha tutto il tempo di mettere a punto il progetto e costruire un piano finanziario con un partner industriale.

L’articolo integrale è sulle pagine di Repubblica in edicola oggi.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/16/18, 13:06
Nardella: “Nuovo stadio, vi spiego quali saranno i prossimi passi”. E sui ricorsi al Tar…

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto ieri ai microfoni di Toscana Tv: “Centro sportivo? Da un recente colloquio avuto con Salica è venuto fuori che ci sono più opzioni in ballo per l’ubicazione di questa nuova struttura, la Fiorentina ci sta lavorando. Non è detto che verrà fatto a Firenze, ma l’importante è che sorgerà nell’area metropolitana. Stadio? La realizzazione di un nuovo stadio è un’opera molto complessa. Non dobbiamo avere fretta ma essere comunque fiduciosi, perché le cose stanno andando avanti. Sta andando avanti il lavoro dei progettisti della Fiorentina, così come le procedure e gli atti amministrativi legati alla destinazione urbanistica dell’area di Castello, dove si sposteranno i mercati generali. Sono moderatamente ottimista, dobbiamo stare con i piedi per terra. E’ un’operazione molto complicata, ma tutti i tifosi viola e la città devono sapere che tutti questi nodi sono gestiti e seguiti con molta attenzione a livello progettuale dalla Fiorentina e a livello amministrativo dal comune.

Ricorsi al Tar? Non hanno una significativa incidenza sulla partita dello stadio. E’ vero che opere come la nuova pista dell’aeroporto di Peretola e lo stadio sono collegate tra loro, ma io non sono preoccupato. Mi preoccupano più i tempi delle procedure burocratiche e amministrative. Prossimo passo? La variante urbanistica dell’area di Castello, che di fatto è già completata. Stiamo aspettando gli ultimi passaggi. Serve a consentire lo spostamento del mercato. L’altra cosa che andrà fatta entro l’anno è la presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/16/18, 23:53
Nuovo stadio, in consiglio c’è chi attacca: “Via le scadenze, ecco la novella dello stento”

Perplessità e domande. Alle quali la giunta Nardella dovrà dare una risposta. Forza Italia chiede chiarezza in consiglio comunale sulla realizzazione del nuovo stadio: “La giunta Nardella intende proseguire saltando il passaggio in consiglio della variante per lo spostamento della Mercafir, eludendo così un dibattito cruciale che a quanto pare spaventa il Pd”, dicono i consiglieri di FI Jacopo Cellai e Mario Tenerani, come riportato dall’Ansa. “Ma la vera domanda è: senza più scadenze certe, quali tempi avrà la realizzazione del nuovo stadio? Chiediamo qualche certezza in piu’ in merito, altrimenti  temiamo di assistere a una ‘novella dello stento’, con rischi sia per il nuovo stadio che per il futuro di Mercafir”. Al riguardo, aggiungono i consiglieri, “ricordiamo l’impegno preso dalla giunta Nardella di mettere nero su bianco lo spostamento a Castello entro il 31 dicembre 2017 del mercato, stadio o non stadio; siamo a metà aprile 2018 e ancora non è successo nulla”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 04/20/18, 13:45
Nardella annuncia: “A giorni la deadline per il progetto definitivo nuovo stadio”

A seguire vi proponiamo le parole di Dario Nardella sul progetto nuovo stadio: “Abbiamo sempre detto che avremmo dovuto mettere un termine per la presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina, è previsto dai regolamenti. Non possiamo non farlo visto che si tratta di concedere un’area ad una società di calcio – ha dichiarato il sindaco di Firenze a Italpress -.

I tecnici del comune di Firenze sono al lavoro per esaminare nel dettaglio la documentazione che è stata consegnata a fine anno dalla Fiorentina ed indicheremo presto alla società viola il termine per la presentazione del progetto nuovo stadio. Tutto questo contestualmente all’avvio del procedimento di variante urbanistica dell’area di Castello, perché se da un lato la Fiorentina deve fare il suo lavoro realizzando il progetto per lo stadio, dall’altro il comune deve creare le condizioni tecnico-giuridiche.

Siamo ormai in dirittura d’arrivo perché con la variante urbanistica creeremo la possibilità di spostare i mercati generali della Mercafir dall’area attuale dove poi sorgerà il nuovo stadio. Dunque, ci sono due soggetti in campo, Fiorentina e comune di Firenze, e ci sono due atti da fare: da un lato la delibera per il termine di presentazione del progetto definitivo per il nuovo stadio, dall’altro l’avvio della variante a Castello. Sono obiettivi molto ravvicinati, non stiamo parlando di mesi ma di qualche giorno”.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/08/18, 21:47
VIDEO VN – Nardella: “Salica ottimista sullo stadio? Lo sono anch’io”

Le parole di Nardella, presenta alla presentazione del libro su Davide Astori


Simone Torricini
@TorriciniSimone
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/09/18, 15:10
Mercafir a Castello: ok, il prezzo è giusto. Ecco il futuro dell’area

Fra una decina di giorni il passaggio di proprietà a 75 milioni di euro

Spazio all’argomento nuovo stadio e alle manovre collaterali sulle pagine de La Nazione. Dopo il passaggio di proprietà dei terreni dell’area di Castello da Unipol a Toscana Aeroporti che acquisterà i 168 ettari, secondo gli accordi raggiunti, a 75 milioni di euro, partirà subito il frazionamento. Ancora tecnicamente mancano una decina di giorni, ma l’organizzazione della fase successiva ovviamente è già partita da tempo. Toscana Aeroporti, infatti, terrà per sé solamente gli ettari necessari allo sviluppo dell’aeroporto e metterà in vendita il resto dei terreni al prezzo d’acquisto. Ovviamente per attribuire il valore di ogni singolo appezzamento non si potrà fare la semplice operazione di divisione fra ettari e prezzo finale, in quanto c’è da mettere in conto che ci sono circa 30 ettari che Toscana Aeroporti avrebbe fatto suoi tramite esproprio, ci sono aree maggiormente sottoposte a vincoli aeroportuali e quelle più commercialmente appetibili.

Discorso a parte, dovrà essere fatto per le vendite a soggetti pubblici che seguono un iter differente. E’ il caso dei circa 15 ettari che il Comune di Firenze dovrà acquistare per spostare la Mercafir a Castello e liberare l’area di Novoli per fare spazio al nuovo stadio e alla cittadella viola. Per fare il prezzo dell’area destinata alla Mercafir servirà una perizia del Tribunale. Da parte sua, per dare il via alla fase di sviluppo del quadrante a Nord Ovest di Firenze, il Comune si impegna a portare in giunta per l’adozione la delibera di revisione del piano attuativo di Castello nel giro di pochi giorni: il tempo necessario per gli ultimi aggiustamenti alla variante urbanistica che prevede il dimezzamento dei metri quadri edificabili, l’eliminazione della quota da destinare a uffici pubblici (dovevano sorgere lì la nuova sede di Regione e Provincia, per esempio) con riconversione in destinazione d’uso produttiva (artigianale e industriale), nel comparto Nord, dove sorgerà la Mercafir. Poi sono previste quote di commerciale, turistico-ricettivo, uffici e servizi.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/17/18, 18:44
Nardella sul nuovo stadio: “Entro fine mese la data per il progetto definitivo. Stagione viola da 8”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto stamattina ai microfoni di Lady Radio: “Durante l’ultimo colloquio con Gino Salica ero stato informato del fatto che la Fiorentina era vicina all’individuazione dell’area per il nuovo centro sportivo all’interno dell’area metropolitana, altro non so a riguardo di questo progetto. Nuovo stadio? La data ultima per la presentazione del progetto definitivo verrà fissata con la delibera di giunta che faremo entro la fine del mese. E’ la delibera che fa propria la valutazione dei tecnici sullo stato di progettazione da parte della Fiorentina. I tecnici stanno terminando la valutazione dei documenti supplementari presentati dalla società viola a dicembre scorso, dopodiché, in base a questo, sarà possibile fissare una data limite per il progetto definitivo.

Contestualmente noi porteremo anche la delibera di variante dell’area di Castello, passaggio fondamentale perché serve a due cose: creare le condizioni per spostare la Mercafir a Castello e sbloccare gli interventi riducendo i volumi a costruire. La variante di Castello riduce alla metà i volumi a costruire, quindi segue un principio di forte attenzione all’ambiente e alla sostenibilità. Con queste due delibere noi metteremo la parola fine a tutto il percorso stadio, raggiungeremo un traguardo di non ritorno. La data cadrà comunque entro il 2018, sarà l’anno in cui sapremo se lo stadio si farà o meno”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/18/18, 18:56
Nardella stila la classifica: “Nuovo stadio terza priorità per Firenze”

“Certamente lo stadio è una delle opere sulle quali ci siamo impegnati in questi anni. Non dipende solo da noi ma anche dalla società Fiorentina che deve mettere le risorse per realizzarlo, stiamo lavorando insieme proprio per questo”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ospite negli studi di ‘Italia 7’.

Una delle condizioni per la realizzazione del nuovo stadio a Firenze “è la presentazione da parte della Fiorentina del progetto definitivo. –ha aggiunto Dario Nardella- Sappiamo che questo progetto è complesso, e comporta anche un investimento da parte della società viola. Se dovessi fare una classifica delle priorità” di infrastrutture da realizzare nel territorio di Firenze “metterei le tramvie prima di tutto, il sistema del trasporto, perché i cittadini hanno bisogno di risposte su questo fronte.

Poi metterei in seconda posizione la pista dell’aeroporto, che è una cosa sulla quale entro qualche mese dobbiamo in tutti i modi portare a casa il risultato definitivo e poi metterei al terzo posto lo stadio che per la verità non interessa solo i tifosi perché riguarda poi anche la città in generale, la riqualificazione di un pezzo di città, i posti di lavoro e poi una risposta ai cittadini di Campo di Marte che devono subire una serie di disagi soprattutto dopo le partite infrasettimanali. Lo stadio ‘Franchi’ è uno stadio bellissimo ma non è più all’altezza del terzo millennio. Ormai tutti gli stadi si costruiscono ai margini della città, in luoghi che siano facilmente raggiungibili con tutti i mezzi di trasporto possibili”.

Lo riporta l’agenzia di stampa Italpress.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 05/22/18, 23:39
Pres. Mercafir: “Area di Castello ok, i tempi per lo spostamento…”

Giacomo Lucibello, presidente della Mercafir, ha parlato della tempistica sullo spostamento del mercato dall’area dove dovrebbe sorgere il nuovo stadio Fiorentina a Lady Radio:

Mercafir ha tante attività con tanti operatori e lavoratori, domani ci sarà un’assemblea importante per le strategie di quest’azienda. Castello sede giusta? L’area individuata è corretta dal punto di vista logistico, dobbiamo affrontare un po’ di temi tecnici ma ho trovato entusiasmo e disponibilità e sono sicuro che andremo avanti velocemente. Tempistica per lo spostamento? Tutto parte da quando riusciremo ad acquisire l’area e a garantire la partenza dei lavori, ricordiamo anche che c’è un progetto esecutivo. Ci vuole il tempo necessario per fare le cose per bene nonostante la fretta che tutti abbiamo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/18, 00:38
Castello, qualcosa si muove: Toscana Aeroporti compra terreni Unipol

La società che gestisce le strutture aeroportuali di Firenze e Pisa ne ha comunicato l’acquisizione

Toscana Aeroporti S.p.A. – società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana S.p.A. che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa – comunica di aver perfezionato in data odierna il contratto preliminare relativo all’acquisizione da NIT – Nuove Iniziative Toscane S.r.l. (società immobiliare controllata dal Gruppo Unipol) di un’area sita nella cosiddetta “Piana di Castello”, nella zona nord-ovest del Comune di Firenze, avente un’estensione di circa 123 ettari.

Il corrispettivo della compravendita della suddetta area è pari a 75 milioni di euro, oltre imposte nella misura di legge.

Il contratto preliminare siglato tra le parti è soggetto alle seguenti condizioni sospensive:

a) approvazione finale del Master Plan dell’aeroporto di Firenze a seguito della conclusione della Conferenza dei Servizi per l’ottenimento della Conformità Urbanistica;

b) l’adozione della variante PUE Castello, secondo le linee guida indicate nel dicembre 2017 dal Consiglio Comunale del Comune di Firenze, che indica l’uso previsto delle diverse aree e degli standard urbanistici da rispettare in relazione a ciascuna area.

Il periodo di validità del contratto preliminare è fissato in 18 mesi con possibilità di proroga per ulteriori 6 mesi.

“Se questa operazione andrà definitivamente in porto, come ci auguriamo, significherà che finalmente Toscana Aeroporti avrà dato risposta a due temi dell’area fiorentina degli ultimi 50 anni. La realizzazione di una efficiente infrastruttura aeroportuale e lo sviluppo dell’area di Castello, il tutto compatibile ambientalmente e urbanisticamente realizzando finalmente il parco di Castello” ha commentato il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai.

“L’acquisto dei terreni dell’area Castelllo rappresenta un tassello di straordinaria importanza per favorire sia la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal dell’aeroporto sia per il più ampio sviluppo dell’area a nord-ovest della città di Firenze. E’ un’operazione che consentirà di sbloccare investimenti significativi con benefici concreti in termini di indotto economico e di creazione di nuovi posti di lavoro” ha dichiarato il Vicepresidente Esecutivo di Toscana Aeroporti e Presidente di Corporacion America Italia S.p.A., Roberto Naldi.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/02/18, 16:55
Castello, stadio e aereoporto: firmato preliminare tra Unipol e Toscana Aereoporti

Toscana aeroporti ha bisogno di una trentina di ettari dei 123 acquistati via Unipol. La parte restante sarà utilizzata (anche) per il nuovo mercato ortofrutticolo, che libererà così l’area promessa per il nuovo stadio e la Cittaddella viola

Castello, stadio e aeroporto: siamo ai preliminari. Anzi, al preliminare, cioè il primo contratto che potrebbe sciogliere i nodi tra aree e progetti a nord ovest di Firenze, tra Unipol, società proprietaria dell’area ex Fondiaria, e Toscana Aeroporti. Ma la vicenda è così intricata che le due società si sono prese del tempo, per passare dal preliminare all’atto di acquisto vero e proprio. Ieri Unipol e Toscana Aeroporti hanno firmato il primo atto per passare di mano i 123 ettari restanti di tutta l’area dove doveva nascere un nuovo quartiere di Firenze e dove, invece, per ora c’è solo la Scuola Allievi Marescialli dei Carabinieri.

Toscana aeroporti ha bisogno di una trentina di ettari di quell’area che avrebbe dovuto comunque espropriare, per realizzare il nuovo scalo e la nuova pista (e le aree di sicurezza). Il resto potrà servire ad altri investimenti futuri, ma soprattutto a trovare lo spazio, 15 ettari, per il nuovo mercato ortofrutticolo di Firenze. Lasciando così libera l’area Mercafir dove dovrebbe nascere il nuovo stadio e la Cittadella viola. Toscana Aeroporti passerà al Comune, allo stesso prezzo di acquisto, l’area: il Comune finanzierà l’operazione con la cifra che dovrà sborsare la Fiorentina, prevista nel Piano economico e finanziario del Project financing lanciato dalla società viola. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/03/18, 14:44
Nuovo stadio, si riapre l’ipotesi Castello. Ma Palazzo Vecchio punta ancora su Novoli

La soluzione Castello fu congelata per la maxi inchiesta della procura che portò al sequestro dei terreno, con il coinvolgimento a vario titolo di diversi politici indagati per corruzione e poi assolti dopo otto anni di processo

Per il nuovo stadio della Fiorentina si aprono nuovi scenari, che riportano all’attualità l’ipotesi che il progetto viola veda luce nei 123 ettari a Castello che Toscana Aeroporti ha appena acquistato da Unipol. Uno scenario possibile, che accorcerebbe e renderebbe certi i tempi di realizzazione di stadio e cittadella, a maggior ragione realizzabile quando sarà completato lo sviluppo della nuova pista di Peretola.

La soluzione Castello fu congelata per la maxi inchiesta della procura che portò al sequestro dei terreno, con il coinvolgimento a vario titolo di diversi politici indagati per corruzione e poi assolti dopo otto anni di processo. Da Palazzo Vecchio, comunque, si sente ribadire la volontà di spostare la Mercafir a Castello e di realizzare la cittadella viola a Novoli. Lo scrive La Nazione.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/03/18, 15:53
Stadio e aeroporto, il Comune accelera i tempi. Fiorentina preoccupata dai Cinque Stelle

Sul fronte fiorentino tutto dovrebbe procedere senza intoppi, mentre per la maggiori preoccupazioni, anche per la Fiorentina, riguardano il versante romano

L’acquisto da parte di Toscana Aeroporti dei terreni di Unipol a Castello è fondamentale, perché la società conta entro due anni di acquisire tutta l’area, usare 30 ettari per scalo e centro commerciale, cedere altri 15 ettati al Comune per costruire la nuova Mercafir e liberare l’attuale area del mercato ortofrutticolo per permettere alla Fiorentina di fare stadio e cittadella. Tutti gli incastri potranno concretizzarsi solo se arriverà la variante urbanistica, che sarà adottata al massimo a fine settembre, e il via libera della Conferenza dei Servizi.

Sul fronte fiorentino tutto dovrebbe procedere senza intoppi, mentre per la maggiori preoccupazioni, anche per la Fiorentina, riguardano il versante romano, perché il nuovo governo potrebbe non essere favorevole alle grandi opere, almeno sul versante M5S. La società viola è pronta ad accelerare sulla progettazione già in corso, ma perché tutto vada in porto manca il via libera della Conferenza dei servizi che ricade sotto il nuovo ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Relazioni con l’esecutivo da ricostruire, eventuali rallentamenti non faciliterebbero la ricerca di finanziatori internazionali. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/03/18, 18:36
Nardella preoccupato: “Non ampliamento dell’aeroporto sarebbe un autogol”

Il sindaco Nardella parla a La 7 della possibilità che il nuovo governo blocchi l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze

Intervistato da La 7 nella trasmissione Faccia a Faccia, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato delle ripercussioni del cambio di governo sul progetto di ampliamento dell’aeroporto di Peretola: “Sarebbe un autogol da parte di un governo quello di bloccare le opere pubbliche. Potrebbe diventare un problema, ma noi fiorentini non abbiamo mai paura. Il progetto per l’ampliamento della pista dell’aeroporto è importante, lo attendiamo tutti da anni. Mi auguro che il nuovo governo usi ragionevolezza e ce lo faccia concludere”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/12/18, 23:20
Stadio, l’assessore Bettarini: “Giugno il mese decisivo per questo grande progetto”

Le parole dell’assessore all’Urbanistica di Firenze

Nel corso della trasmissione 30° minuto in onda su Toscana Tv, sono arrivate le parole dell’Assessore all’Urbanistica di Firenze Giovanni Bettarini. Ecco le sue parole: “Il Piano Urbanistico di Castello ha una pianificazione che abbiamo già portato in giunta. L’area di Castello è legata al progetto del nuovo aeroporto. Lì abbiamo già definito che ci sarà la nuova area Mercafir. Adesso la valutazione ambientale strategica andrà prima adottata dalla giunta entro questo mese. Aspetteremo 60 giorni per le osservazioni di tutti coloro che vogliano intervenire sul caso, dopodiché ci sarà l’approvazione finale in giunta e a quel punto si potrà agire secondo le nuove previsioni. In quel momento si potrà passare al secondo step, realizziamo la Mercafir per liberare la zona che dovrà essere dedicata allo stadio e all’importante area commerciale lì vicina”.

“Stiamo lavorando molto per l’obiettivo del nuovo stadio. Il puzzle è complicato, ma ci sono aspetti molto positivi. L’area dell’attuale Mercafir adesso si trova in una zona di pregio della città, nell’area di Novoli stiamo avendo un sacco di nuove strutture che hanno cambiato quel pezzo di città. L’area Mercafir è un’area nuova per servire i cittadini. Il progetto definitivo dello stadio? La Fiorentina ha presentato un bellissimo progetto con soluzioni che a noi piacciono molto. Manca la progettazione esecutiva della parte commerciale adesso. Noi nel momento in cui portiamo in giunta la definizione della variante definiremo anche il termine per la presentazione del progetto. In quel momento potremmo dire che i giochi saranno in gran parte fatti. Lo faremo a breve, sicuramente entro il mese di giugno. L’importante in quel momento è definire quando potrà partire la conferenza dei servizi decisoria finale”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/14/18, 00:14
Bieber risponde a DDV: “Che aspettano a presentare il progetto definitivo?”

Le parole del presidente della commissione urbanistica dopo che Della Valle aveva detto: “Non dipende da noi”

Leonardo Bieber, presidente della commissione urbanistica a Palazzo Vecchio, risponde alle dichiarazioni di Diego Della Valle su stadio (oltre che su Chiesa): “Personalmente non mi appassiona l’esegesi delle dichiarazioni di Della Valle. L’unica cosa che posso dire è che entro la fine di giugno ci sarà l’approvazione dei progetti che coinvolgono anche lo stadio. Va ricordato che dal primo progetto del 2013 si poteva già partire con l’iter per lo stadio: i fatti dicono che ad oggi la Fiorentina non ha ancora presentato il progetto finale; l’amministrazione adesso dovrà dare una scadenza perentoria in questo senso. Vi dico sicuramente che le prossime settimane saranno decisive per l’iter dello stadio” ha detto Bieber a Lady Radio.
 
Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/16/18, 01:18
Variante di Castello, ass. Bettarini: “Sarà adottata entro dieci giorni”

Le parole dell’assessore Giovanni Bettarini in commissione urbanistica

Nel primo pomeriggio di oggi, in Palazzo Vecchio, la commissione urbanistica del Comune di Firenze, presieduta da Leonardo Bieber (PD) ha visto l’audizione dell’Assessore Bettarini in merito alla prossima adozione della variante del PUE di Castello.

Nelle destinazioni d’uso oggetto della variante, tra l’altro, si “trova casa” alla riqualificazione della Mercafir, andando così a liberare la zona dove ricade il progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

L’atto di variante, come ha spiegato l’Assessore Bettarini, “entro 10 giorni sarà adottato dalla Giunta”, ma essendo in ‘diminutio’ rispetto a quanto previsto (i mq edificabili scendono da 440.000 a 272.000), non passerà dal Consiglio comunale. Trascorsi almeno 60 giorni dall’adozione per le osservazioni la variante sarà approvata in via definitiva. La discussione politica, come ha ricordato il Presidente Bieber, avverrà attraverso una serie di incontri in commissione, che ha sottolineato che “si tratta della trasformazione urbanistica di Firenze più importante degli ultimi anni”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/26/18, 13:48
Castello: adottata variante per nuova Mercafir. Stadio Fiorentina: proroga al 31-12-2018

Approvata dal Comune di Firenze l’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello. Il progetto stadio della Fiorentina…

Approvata dal Comune di Firenze l’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello che riduce i volumi edificabili e, tra l’altro, “trova casa” alla nuova Mercafir, andando a liberare l’area di intervento del progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

Contestualmente è stata approvata dalla Giunta la delibera che fissa il termine ultimo al 31 dicembre 2018 affinché ACF Fiorentina integri in ogni sua parte il progetto definitivo di stadio ed opere connesse (87.000 mq che comprendono commerciale, turistico-ricettivo, direzionale).

In attesa della Fiorentina (che dal 7 gennaio 2015 può presentare il progetto definitivo), il Comune compie un altro passo concreto in direzione del nuovo impianto sportivo ed opere connesse che i Della Valle vorrebbero realizzare a Novoli.

La variante (che adesso vedrà il periodo delle osservazioni) è stata illustrata oggi in Palazzo Vecchio dal Sindaco di Firenze Dario Nardella e dall’Assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini in una conferenza stampa.

“Queste delibere danno il via alla rivoluzione alla zona nord-ovest di Firenze – ha detto il Sindaco Nardella – . Sostenibilità ambiente e futuro caratterizzano la variante di Castello che vede il 46% in meno di edificabilità. Il perno centrale della variante son gli 80 ettari di parco che vediamo come un vero e proprio polmone della città e parco urbano da vivere. Si tratta del più grande parco di tutta l’area urbana di Firenze”.

“La Mercafir – ha spiegato l’Assessore Bettarini – deve essere pensato non solo come mercato all’ingrosso, ma anche come luogo di cultura”. “Sarà una vera e propria cittadella dell’alimentazione – ha aggiunto Nardella – e allo stesso tempo un luogo da frequentare”.

“È – ha sottolineato Nardella – la delibera ‘sblocca tutto’ perché è un via libera al masterplan dell’aeroporto e allo stadio. La Mercafir la facciamo a prescindere dalle modalità e dai tempi dello stadio. Sullo stadio, però, stamani abbiamo approvato la delibera al progetto definitivo (della cittadella viola, ndr) e la proroga per la presentazione del progetto definitivo dello stadio e lo sviluppo dell’area circostante ha termine al 31 dicembre 2018. Ora la Fiorentina può fare tutto quello che ritiene per il nuovo stadio della città”.

La variante al PUE di Castello, come detto, prevede una radicale riduzione delle capacità edificatorie rispetto al piano originario. Questa scelta “in diminutio” è determinata principalmente da due aspetti: le zone di tutela derivanti dalla nuova pista dell’aeroporto e le nuove esigenze della città che fanno venire meno alcune destinazioni d’uso previste dal piano (in primis il direzionale pubblico, ma anche del commerciale che bilancia il commerciale previsto per lo stadio) che prevedevano superfici utili lorde (SUL) per 440.000 mq. Le nuove SUL scendono drasticamente a 188.000 mq (delle quali 65.500 mq per la nuova Mercafir – che sarà ubicata nella zona nord -, e la riduzione della Sul residenziale e ricettiva da ridistribuire tra la destinazione residenziale, turistico-ricettiva e direzionale nella forma degli studentati).

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/26/18, 15:26
Nardella sul nuovo stadio: “La Fiorentina può realizzare il progetto definitivo. Fiducia nei Della Valle”

Le parole di Dario Nardella sull’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello

In occasione della conferenza stampa sull’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato così ai media presenti (parole riportate dall’agenzia di stampa Italpress):

    Noi rispondiamo a tutte le richieste della Fiorentina che ci sono pervenute sia nella lettera di novembre che di dicembre dell’anno scorso. In particolare accogliamo la richiesta di un’ulteriore proroga di sei mesi per la presentazione del progetto definitivo per un nuovo stadio a partire dall’adozione della variante urbanistica di Castello, che è proprio quella che abbiamo approvato nella giunta comunale di questa mattina. Oltre a questo abbiamo avuto anche l’ok alla valutazione di impatto ambientale sull’aeroporto che era l’altra condizione che la Fiorentina poneva come requisito per poter completare il proprio progetto definitivo per il nuovo stadio. A questo punto sono felice di comunicare che la Fiorentina ha tutta la possibilità di realizzare il progetto definitivo per il nuovo stadio e confido nella concretizzazione di questo impegno da parte della proprietà perché abbiamo grande fiducia e rispetto nelle capacità imprenditoriali e nella correttezza della famiglia Della Valle.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 06/26/18, 18:49
Nuovo stadio, confermato l’interesse pubblico all’iniziativa fino al 3-12-18: il comunicato

Attraverso il seguente comunicato stampa, il Comune di Firenze conferma l’interesse pubblico per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina:

“Confermato l’interesse pubblico all’iniziativa per la realizzazione del nuovo stadio fino al 31 dicembre 2018. Lo ha deciso oggi la giunta di Palazzo Vecchio ribadendo l’interesse pubblico primario dell’Amministrazione alla riqualificazione della parte settentrionale del territorio comunale, interessato dalla realizzazione di nuove importanti infrastrutture, come il nuovo stadio e il nuovo Centro alimentare polivalente. Sempre nella seduta di oggi, la giunta ha dato il via libera alla variante al Piano urbanistico esecutivo Castello.

Il 28 novembre 2017 Acf Fiorentina ha chiesto, per completare il progetto definitivo del nuovo stadio e del relativo Piano economico finanziario, una proroga di ulteriori sei mesi a partire dalla conclusione della procedura di valutazione dell’impatto ambientale relativa al progetto di ampliamento dell’aeroporto di Firenze e dall’adozione della variante relativa alla nuova collocazione della struttura mercatale. Periodo ritenuto essenziale da Acf Fiorentina per l’elaborazione del progetto del nuovo stadio e del relativo piano economico finanziario. In seguito, il 27 dicembre 2017, Acf Fiorentina ha trasmesso un aggiornamento del progetto, impegnandosi a recepire successivamente le prescrizioni relative al nuovo aeroporto. Il Gruppo interdirezionale di lavoro ha svolto una verifica sugli elaborati presentati da Acf Fiorentina, da cui è emerso che: il progetto è ancora carente di alcuni elaborati, in particolare tra gli elaborati di progetto non figura il Programma economico e finanziario e connessa matrice dei rischi, lo schema di contratto, il piano di gestione dell’opera. Inoltre, l’area interessata dal progetto aggiornato risulta più ampia di quanto compreso all’interno del perimetro dalla scheda relativa al Centro alimentare polivalente, oltre che differente nei contenuti e nei parametri vigenti. Infine, il documento preliminare per la valutazione ambientale strategica necessita di alcune integrazioni per consentire la corretta istruttoria procedimentale.

Nel frattempo, si è conclusa la procedura di Via del progetto di ampliamento dell’aeroporto, con emanazione del relativo decreto. Il Comune di Firenze, pertanto, in attesa del recepimento delle prescrizioni relative al nuovo aeroporto, conferma l’interesse pubblico all’iniziativa fino al 31 dicembre 2018, fatta salva la valutazione finale della proposta definitiva presentata dalla società e la verifica del recepimento integrale delle prescrizioni dell’Amministrazione“.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/13/18, 14:02
Nardella sullo stadio: “Aspettiamo progetto definitivo della Fiorentina, sono fiducioso”

Per arrivare alla costruzione di un nuovo stadio a Firenze “abbiamo fatto finora tutto quello che potevamo fare. Io sono fiducioso che la Fiorentina entro la fine dell’anno presenterà il progetto definitivo e sarà anche psicologicamente una svolta importante”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite negli studi di Italia 7. “Come sapete non è solo il sindaco che può su questo mettere la parola fine. E’ importante che vi sia un grande coinvolgimento e un grande convincimento della società che veda davvero nello stadio qualcosa di concreto sul quale fare passi in avanti – ha aggiunto Nardella – Gli stadi di proprietà sono un elemento di fondo”.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/19/18, 01:05
Nardella replica ad ADV: “Non capisco la richiesta di proroga, i termini scadono a dicembre”

Il sindaco risponde alle frasi di Andrea Della Valle sul nuovo stadio

In merito alle parole di Andrea Della Valle sul progetto nuovo stadio (“presenteremo il progetto a settembre poi ci vorranno almeno 6 mesi, credo che tutto andrà a Primavera”), arriva la reazione del sindaco Dario Nardella:

In tutta franchezza non si capisce il motivo di questo annuncio anche perché il Comune ha dato seguito alla richiesta scritta della stessa Fiorentina per i 6 mesi di prosecuzione del pubblico interesse decorrenti dall’adozione della variante, che dunque scadono il 31/12. Peraltro il Comune al momento non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale e alcuna motivazione per la quale Fiorentina affermi di aver bisogno di più tempo.

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/19/18, 12:52
Il nuovo stadio diventa un giallo e sull’area di Castello il governo si mette di traverso

Il governo giallo verde ha riaperto lo scontro sulla nuova pista di Peretola. In questa maniera potrebbero esserci conseguenze sullo spostamento della Mercafir a Castello

Andrea Della Valle è stato un fiume in piena nell’incontro di ieri a Moena con la stampa. Tanti gli argomenti trattati dal patron. Tra questi la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina come potete sentire nel video sopra.

Il rinvio della presentazione del progetto esecutivo (costo: 9 milioni) a settembre ha scatenato la reazione del sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Sul tema nuovo stadio torna questa mattina La Nazione. Ecco quanto si legge nell’articolo a firma Paola Fichera:

    Il fatto è che sulla tormentata area di Castello si sono messi di traverso anche i gialloverdi di governo che hanno riaperto lo scontro sulla nuova pista di Peretola, pronti a farsi un baffo perfino della già convocata conferenza dei servizi. E se l’operazione nuova pista dovesse essere ridimensionata o subire altri rinvii temere ricadute anche sullo spostamento dell’area Mercafir a Castello, e quindi sul nuovo stadio, sarebbe giustificato. Particolare che non è passato certo inosservato alla razionalità tecnico-economica di imprenditori attenti come i Della Valle. Che – fra l’altro – non devono aver ancora metabolizzato bene il concetto di dover pagare qualcosa come 16 milioni di euro non per diventare proprietari di un terreno da mettere poi a bilancio, ma solo per pagare il trasloco di un mercato e avere in cambio un diritto di superficie di una, pur lunghissima, convenzione su terreni che sono e resteranno di proprietà comunale.

Vi proponiamo anche una parte dell’articolo del Corriere Fiorentino:

    Più tempo significherebbe, se la Fiorentina chiedesse davvero una deroga, arrivare all’approvazione del project financing in piena campagna elettorale per le amministrative: non proprio il momento migliore per un confronto su numeri e finanziamenti, compresi i fondi che la Fiorentina deve pagare per comprare l’area dove spostare la Mercafir. Ma l’operazione passa dall’acquisto da parte di Toscana Aeroporti di tutta l’area (poi venderebbe a prezzi di mercato lo spazio per fare la Mercafir).

Redazione VN
Title: Re: Renzi presenta l’idea Mercafir e lancia un appello
Post by: Chiesa on 07/19/18, 15:29
Nuovo stadio, Nardella: “Accolte le richieste della Fiorentina, mi aspetto un chiarimento con i Della Valle”

In casa Fiorentina è caldo il tema relativo alla realizzazione del nuovo stadio in seguito alle parole di Andrea Della Valle. Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato così di questo argomento:

    La lettera di novembre della Fiorentina chiedeva sei mesi dall’adozione della variante di Castello. Noi abbiamo accolto esattamente le richieste, rigo per rigo, della società e così le abbiamo dato sei mesi di tempo. Sono cose scritte. Non è il tempo delle parole e delle polemiche, non mi