ACFFiorentina.eu - forum of Fiorentina supporters, Fiorentina, Fiorentina forum

TIFOSI VIOLA ITALIANI => ULTIME NOTIZIE SU FIORENTINA => Topic started by: Chiesa on 03/10/17, 23:55

Title: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:55
FOTOGALLERY – Presentazione stadio: dirigenza al completo, c’è anche il ministro Lotti

La gallery con tutte le foto dei presenti alla conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FAntognoni-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110822&hash=b8ebf68017eb8a1fcdcb22dba8babac9)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FRogg-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110834&hash=3dfb309beedc9aeb87c98025afc4bf4b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2FVergine-Corvino-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310110840&hash=d71cdd60ff6542701541abadeda8aa62)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FCognigni-Della-Valle-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112306&hash=fff81682766c00df05ceae8ec1deccfe)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FMencucci-Vergine-Freitas-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112638&hash=92aa0db769c3384fb07a97de7a0442df)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2Findex-848x478.jpeg%3Fv%3D20170310112728&hash=cfa7dad230bd5cd1ff87214ae0b6af4b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FLuca-Lotti-397x478.jpeg%3Fv%3D20170310113447&hash=c25066850bdc83cdd8d8bde81faa0341)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:56
VIDEO VN – La Sala d’Arme di Palazzo Vecchio pronta per la presentazione


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/10/17, 23:59
Andrea Della Valle: “Momento storico, questo progetto è un Rinascimento viola”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnews-viola%2Fadv-andrea-della-valle-1-630x415.jpg%3Fv%3D20170310115336&hash=8558916971c7ead75819b4092beca299)
Le dichiarazioni del proprietario della Fiorentina durante la presentazione del nuovo stadio

Il proprietario della Fiorentina Andrea Della Valle ha preso la parola durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio:

“È un momento storico. Mi viene da chiedere: dove eravamo rimasti nove anni fa? Sono successe tante cose. Finalmente oggi presentiamo un progetto operativo, già presentato al Comune a Natale. Un progetto di cui siamo convinti, anche se ci sono alcuni piccoli problemi che possiamo superare. Ci vorranno quattro anni.


Ringrazio il sindaco per l’opportunità. È un primo passo per la città, ma anche per l’Italia. Rispetto a Roma siamo più avanti. Spero si possa essere d’esempio, per un Rinascimento viola. Questa città merita un progetto così importante. Questi investimenti saranno accompagnati da partner finanziari, ma ancora non c’è niente di concreto. Nei prossimi mesi vi terremo informati.

Al nome non abbiamo pensato, ma sarà legato a Firenze. Nell’attesa del nuovo impianto si continuerà a fare quello che si è sempre fatto, senza stare a tirare fuori l’almanacco, con i nostri grandissimi sacrifici. Non abbiamo vinto trofei, si sono fatte finali e semifinali, ma in questi anni altre società non hanno mai visto tutto ciò. Terremo sempre altissimo il valore della città”.


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:06
Cognigni: “Il progetto è una realtà concreta. Ecco come sarà il nuovo stadio”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnews-viola%2Fcognigni-630x415.jpg%3Fv%3D20170310120223&hash=112ee1b7b800231a2c6cadd4c7812bb1)
Le dichiarazioni del Presidente della Fiorentina durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio

Il Presidente della Fiorentina Mario Cognigni è intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio:

“Questo è un evento significativo per noi e per la città. Ringrazio il sindaco Nardella, che è sempre stato al nostro fianco per portare avanti questo progetto importante. In particolare ringrazio il team di lavoro, così come la dott.ssa Maffioletti, che in questi tre anni ha tirato le fila e risolto problemi in questo percorso, è grazie a lei che oggi possiamo goderci questo spettacolo emozionante.


In questi anni ho notato dello scetticismo, quasi come se ci fosse dietro un progetto speculativo. Oggi dimostreremo che tutto questo si tramuta in una realtà concreta, che negli anni passati ci ha visto realizzare un centro sportivo funzionale, in cui vorremmo continuare ad investire.

Questi i numeri dello stadio: 40mila spettatori, 700 posti coperti per parcheggio auto, più di 100 punti richiamo, oltre 1000 posti biciclette. Durante la settimana potrà ospitare eventi per oltre mille persone. Poi una riqualificazione di un’area di oltre otto ettari, un centro commerciale da 77mila metri quadri e un parcheggio collegato.

Questa struttura è stata voluta insieme al Comune, che già qualche anno fa aveva individuato l’area. All’interno di questo piano abbiamo correttamente eseguito un piano sostenibile dal punto di vista economico e finanziario. Inizialmente partiremo con le nostre forze, ma siamo convinti che in futuro potrebbero affiancarci dei partner.

Abbiamo deciso di non aumentare le volumetrie imposte dal Comune. Ad oggi stiamo aspettando che ci sia l’approvazione del progetto. Parliamo di un investimento complessivo di 420 milioni di euro. Firenze è la cultura della storia, dell’innovazione e della politica in senso nobile del termine, per cui abbiamo pensato di progettare una struttura che potesse collocarsi in un contesto idoneo.


Il nuovo stadio sarà come un tempio, in un contesto in cui ci sono altre realtà importanti, come la Mercafir, che vogliamo valorizzare e non penalizzare. Siamo della politica del fare, stiamo lavorando per far sì che quanto prima si possa far godere ai nostri tifosi uno spettacolo importante. A cosa ci siamo ispirati? Al pensiero “C’ero anche io”. Stiamo valutando dei partner che dovranno partecipare esclusivamente a questo progetto. Parlare oggi dei proventi mi sembra prematuro.“.


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:08
I dati del nuovo impianto della Fiorentina

Il Presidente della Fiorentina Mario Cognigni ha parlato dei dati relativi al nuovo impianto

Questi i numeri dello stadio: 40mila spettatori, 700 posti coperti per parcheggio auto, più di 100 punti richiamo, oltre 1000 posti biciclette. Durante la settimana potrà ospitare eventi per oltre mille persone. Poi una riqualificazione di un’area oltre otto ettari, un centro commerciale da 77mila metri quadri e un parcheggio collegato.


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:16
Nardella: “Percorso iniziato anni fa. Ringrazio i Della Valle, 9 su 10 possibilità di costruire”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnardella-630x415.jpg%3Fv%3D20170310121848&hash=9e81d5e3f418944455895af0939b4b2a)
Le dichiarazioni del Presidente della Fiorentina durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo stadio

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio della Fiorentina: “Non posso nascondere l’emozione per questo momento, atteso dalla famiglia Della Valle, la Fiorentina, i tifosi e la città e anche da tutta l’Italia che quando si parla di calcio è sempre attenta. Il percorso è iniziato molti anni fa, come ha ricordato Andrea Della Valle, ringrazio tutti per la presenza, questo è un momento importante, lo dimostrano le persone qui presenti.

In questi nove anni non abbiamo mai bloccato questa storia, ha fatto sempre passi in avanti, in silenzio e con tutte le difficoltà, oggi è un punto di svolta, abbiamo imboccato una strada di non ritorno che poterà Firenze ad avere un nuovo stadio. Ringrazio la famiglia Della Valle che ha scelto di tenere questa conferenza stampa in un luogo importante, in questa sede non si possono dire cose che non si possono realizzare.


Le norme 303 e 304 sono un primo passo per città e società sportive per realizzare stadi senza avere più alibi. Ringrazio anche il Ministro Lotti. Nel 2012 Renzi portò una variante al piano regolatore dell’area cosiddetta Mercafir, consentendo la realizzazione dello stadio. Dopo la norma sugli stadi, nel 2014 la Fiorentina ha ufficialmente presentato l’intenzione di voler realizzare l’impianto. Prendemmo in analisi una proposta per un’area più grande. Nel 2015 la mia giunta riconobbe l’interesse pubblico di quell’opera, decidendo di demolire l’attuale Mercafir che sarebbe comunque dovuta essere demolita, poi la Fiorentina iniziò a lavorare al progetto ed il Comune cominciò a trovare altre aree. A novembre 2016 il Comune di Firenze avviò una procedura della variante urbanistica per l’area di Castello. Abbiamo preso un impegno che sappiamo poter portare in fondo.


Lo stadio non sarà una cattedrale nel deserto, riguarderà la parte nord-ovest della città, riguarderà aeroporto, tramvia e vari aspetti comunicativi. Si potrà arrivare allo stadio in treno, in aereo, in macchina, in bicicletta ed a piedi. La famiglia Della Valle si è impegnata in modo determinato e concreto nella realizzazione del nuovo stadio, nessuna famiglia lo aveva fatto prima in questo modo.

Non è un progetto per la squadra ma per la città, investire 300-440 milioni di euro vuol dire creare 4.000 posti di lavoro, oggi diamo risposta anche al calcio italiano. Le cose, se vogliamo, si possono fare, con lo stile fiorentino, fatto più di fatti che di parole. Questa città sa premiare. Ci sentiamo sempre con Cognigni. Ringrazio anche l’architetto Maffioletti ed il nostro staff, anche i tifosi. Quando siamo uniti non abbiamo rivali, è sempre stato il destino di Firenze, anche per un progetto così difficile eppure possibile.


La legge 147 prevede un percorso chiaro e articolato. È una progettazione in stato avanzato, possiamo già di partire con la valutazione ambientale e strategica. Si ritiene che sia necessario completare la documentazione con le norme. Comune di Firenze e Fiorentina continuano a lavorare in assoluta armonia, nel rispetto delle leggi e dei ruoli. Ci siamo dati come obiettivo di portare avanti in parallelo il completamento della progettazione e la variante urbanistica. Al termine di entrambi, ci sarà la conferenza dei servizi.

Possibilità di costruzione, dissi 7 da 1 a 10 una settimana fa, perché così basso? Porterei a 9 oggi”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:25
Maffioletti: “Vi spiego come sarà il nuovo stadio. Vogliamo che lo stadio viva durante la settimana”

La responsabile del progetto ha parlato durante la presentazione del nuovo stadio

La responsabile del progetto Daniela Maffioletti ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione del progetto per il nuovo stadio: “Mi faccio portavoce del gruppo di lavoro, i principi ispiratori sono stati i tifosi, la città di Firenze e l’ambiente in generale. Progetto rappresenta la sintesi di alcuni esempi internazionali, sicurezza ed impiego delle nuove tecnologie. Progetto sviluppato mediante strumento di realtà virtuale, verificando visibilità da ogni posto a sedere già in fase progettuale. Posti a soli 7 metri dal campo, catino il più compatto di qualsiasi stadio italiano di capienza analoga, ci sarò wifi ad alta densità. Tecnologia applicata anche a questione di natura ambientale, 3000 metri quadrati di pannelli solari, sistemi di raccolta acque piovane per irrigazione spazi verdi, questo sono alcuni elementi. Funzionalità e confort, ristoranti, kinder garden, sistema connettivo per esperienza allo stadio molto semplice.

Un elemento importante sarà una struttura in matierale moderno, riciclabile che garantisce protezione dei nostri tifosi e grazie alla trasparenza un perfetto irraggiamento del manto erboso. Lo stadio sarà fruibile anche per i tifosi con limitare capacità motorie in tutti i settori, nel 20% superiore rispetto alla normativa, adottando anche le regole dei Paesi più avanzati dove la normativa non lo avrebbe richiesto. Sistema di progettazione improntato anche alla sicurezza sismica ed alle vie di fuga. Vogliamo che lo stadio viva durante le partite ma anche durante la settimana”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:28
VIDEO VN – Cognigni: “Il colore prevalente sarà il viola. Sul lato commerciale…”


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:30
VIDEO VN – Il nome del nuovo stadio? La risposta di Andrea Della Valle

Il proprietario della Fiorentina ha parlato del nome del nuovo impianto


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:32
VIDEO VN – Ecco come sarà il nuovo stadio della Fiorentina


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:34
VIDEO VN – Lo stadio e un’intera cittadella intorno: ecco il plastico


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:38
FOTOGALLERY – Il plastico del nuovo impianto della Fiorentina

Le foto del plastico presentato durante la conferenza stampa

Ecco le foto del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. I plastici presentati sono tre.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-3-630x415.jpg%3Fv%3D20170310132326&hash=7b4e407263afefb9c993c801f3670d01)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fplastico1-848x478.jpg%3Fv%3D20170310130812&hash=61e0d3337d2c0360c05957a2fe8c6d19)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fcittadella-848x478.jpg%3Fv%3D20170310131036&hash=d203568ccce9969ac1ce6565c38a7ca3)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fplastic3-848x478.jpg%3Fv%3D20170310132134&hash=e5cb7f5906181e61dc3e66d17e788f33)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-6-848x478.jpg%3Fv%3D20170310132957&hash=a0fc8fe20b614bc0fb346f4d28eb77fc)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fesclusive-news-viola%2FPLASTIC-7-848x478.jpg%3Fv%3D20170310133000&hash=6baa45bdcfa8f3b8bd1a8cce1957f42b)

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:40
Nuovo stadio, i tempi per la costruzione: prima pietra nel 2019

Nella giornata della presentazione del progetto della nuova casa della Fiorentina, ecco anche alcuni tempi in cui si inizierà la costruzione vera e propria del progetto

Tolto ufficialmente il velo sul nuovo stadio della Fiorentina, iniziano a trapelare anche alcune date relative alla realizzazione materiale del progetto. In particolare, la prima pietra verrà posta nella seconda metà del 2019 – come riferiscono il Sindaco Nardella e Maffioletti – dunque fra due anni, mentre bisognerà attendere altri 24 mesi per il termine ultimo dei lavori. Dettaglio non meno importante sarà il fatto che i Della Valle sosterranno interamente il costo del progetto, senza dunque la presenza di alcun investitore. In questo senso, sono eloquenti in merito le parole di Andrea Della Valle: “La strada è ancora lunga, ma c’è un progetto operativo e si possono iniziare a dare delle date precise. Due anni per progettarli e altrettanti per realizzarlo. Ci vogliono quattro anni”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:45
Non è la “prima volta”: nel 1950 il sindaco di Firenze annunciò lo stadio con 120.000 posti!

L’articolo completo de “La Nazione” del 7 luglio 1950, in cui il sindaco fiorentino Fabiani annunciò i lavori di ristrutturazione del Comunale di Campo di Marte (l’attuale “Franchi”), che avrebbero trasformato l’impianto fiorentino in uno stadio molto simile a quello di Madrid

Di seguito riportiamo il testo de “La Nazione” del 7 luglio 1950, in cui il sindaco di Firenze Mario Fabiani presentò alla città il progetto dell’ampliamento del “Comunale” di Firenze fino a 120.000 posti. In realtà, quell’ambizioso progetto di Nervi, restò solo sulla “carta”.

FIRENZE, 6 (luglio 1950, ndr) – Il sindaco di Firenze, signor Mario Fabiani, ha pubblicamente annunciato che nel prossimo settembre lo Stadio Comunale di Firenze diventerà il più bello d’Europa.
Abbiamo seguito gli sviluppi di quanto è stato studiato per completare la nuova costruzione sportiva al Campo di Marte, e abbiamo appreso che in settimana saranno inviati a Roma, per l’ultima approvazione, i progetti di completamento degli spalti come era previsto nel piano originale, ed il nuovo disegno per l’attuazione dei lavori che porteranno la capienza dello stadio a centoventimila posti.
L’ingegnere Nervi, progettista e costruttore dello stadio fiorentino, dettagliatamente informato dei nuovi progetti, ha approvato il completamento della sua opera, muovendo, però, alcune riserve per quelle modifiche che si ritenevano indispensabili per dare allo stadio la capienza che corrisponda alle nuove esigenze sportive. A seguito di vari colloqui con l’ingegnere Giuntolo, l’ingegnere Nervi ha infine dato il suo consenso al progetto ideato dall’Ufficio tecnico del Comune, che consiste nel ridurre la pista podistica da 500 a 400 metri, consentendo in tal modo la costruzione di un imponente gradinata di parterre divisa dalle attuali gradinate con corridoi d’accesso ben predisposti.

Un’altra innovazione consiste nel costruire ai due lati della torre di Maratona due gradinate «ad ombrello», sul tipo dello stadio di Madrid, usufruendo degli attuali piloni, che offrono la massima garanzia di sostegno del nuovo rilevante peso.

Tutti i lavori dovrebbero essere effettuati senza interrompere l’attività sportiva, nel seguente ordine: completamento delle gradinate; parterre; gradinata sopra a quelle di Maratona.

Il CONI ha già accantonato la cifra necessaria che darà in mutuo al Comune, proprietario della costruzione.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstatistiche%2FStadio-da-120.000-particolare-630x415.jpg%3Fv%3D20170310142403&hash=cf7e5b8802e78a8fcd339b238837db20)

Roberto Vinciguerra
@RobWinwar
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:48
VIDEO VN – Uva: “Un impianto deve essere al servizio della città e deve essere sostenibile per il club”

Questo il commento di Michele Uva, Dirigente FIGC, in merito alla realizzazione dello stadio viola


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:51
Il futuro è adesso

Presentazione del nuovo stadio della Fiorentina in grande stile in Palazzo Vecchio. Prima pietra nel 2019, nel 2021 termine ultimo dei lavori. Investimento da circa 420 milioni di euro, cifra, almeno inizialmente, assicurata per intero dai Della Valle. L’assenza di DDV unica nota dolente della mattinata

Tre plastici e un video da mettere i brividi. E’ stata una presentazione in grande stile quella del nuovo stadio della Fiorentina, andata in scena questa mattina in Palazzo Vecchio. Normale perché del progetto se ne parla da tempo e soprattutto perché l’impianto che sostituirà la Mercafir, destinata a trasferirsi a Castello, potrebbe davvero far cambiare “dimensione” alla squadra gigliata.

“Rinascimento viola” e “Siamo su una strada di non ritorno”. Dichiarazioni di Andrea Della Valle e Dario Nardella in avvio di conferenza stampa. Parole che testimoniano quanto il patron e il sindaco di Firenze credano in questo nuovo capitolo della storia della Fiorentina. La speranza, ovviamente, è veder presto alla luce lo stadio. A proposito delle tempistiche, come annunciato dal primo cittadino e dalla consigliera Maffioletti, la prima pietra sarà posta nella seconda metà del 2019. Bisognerà, invece, aspettare altri ventiquattro mesi per il termine ultimo dei lavori. Il 2021, quindi, potrebbe essere – ma il condizionale è d’obbligo – l’anno buono per veder giocare la Fiorentina nella sua nuova casa. Sul piano economico l’investimento è di circa 420 milioni di euro. Una cifra che, almeno inizialmente, sarà assicurata per intero dalla famiglia Della Valle. La proprietà viola, tuttavia, cercherà dei partner finanziari per fronteggiare le spese di un progetto comprensivo anche di un centro commerciale, bar, ristoranti e parcheggi. Quel che è certo è che lo stadio non sarà una cattedrale nel deserto per via dei miglioramenti alla viabilità.

E dell’attuale Franchi che ne sarà? Continuerà ad avere una vocazione sportiva, quindi non solo calcio. Un po’ come avvenuto in questi anni viste, ad esempio, le tante partite di rugby ospitate dalla struttura di Campo di Marte.

Per concludere: peccato che alla presentazione in Palazzo Vecchio non abbia partecipato Diego Della Valle. La presenza del patron numero uno avrebbe dato ancor più importanza all’evento di questa mattina. L’unica nota stonata è stata questa. Poteva essere l’occasione per riascoltare, dopo tanto tempo, il maggiore dei fratelli Tod’s.

Fiorentina, il futuro è adesso.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:53
Il ministro Lotti: “Firenze, uno stadio come merita la città”

Il ministro dello Sport Luca Lotti, presente alla presentazione del progetto del nuovo stadio, esprime il suo pensiero con un tweet

(https://pbs.twimg.com/media/C6kBXckWcAAgzT6.jpg)
Luca Lotti

@LottiLuca

Felice che anche #Firenze avrà il nuovo #stadio, bello e funzionale, come merita una delle città più straordinarie al mondo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 00:59
VOX POPULI – Nuovo stadio, cosa ne pensate? Ecco le vostre risposte!

Abbiamo chiesto a sei tifosi della Fiorentina un opinione sul modello presentato questa mattina in Comune. Parla anche un architetto: “Progetto da 7,5”


Simone Torricini
@TorriciniSimone
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:09
Nuovo stadio, tutte le immagini e le dichiarazioni della presentazione

È il grande giorno. Nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio sarà svelato il progetto del nuovo stadio della Fiorentina. Qualcosa è già filtrato nei giorni scorsi, ma c’è grande curiosità per conoscere nei dettagli come sarà la nuova casa viola. Attese le presenze del patron Andrea Della Valle, del presidente esecutivo Mario Cognigni, del Sindaco di Firenze Dario Nardella e dell’assessore allo sport Andrea Vannucci, dei quali troverete le dichiarazioni, così come degli altri presenti, sia qui nel nostro live, che su Violanews.com.

12.59 Svelati infine i plastici.

12.54 Prosegue la conferenza stampa all’interno della Sala d’Arme, con le domande dei cronisti che potete trovare nei nostri live singoli (ADV – COGNIGNI – NARDELLA).

12.38 Adesso è il momento delle domande per i giornalisti presenti.

12.33 Viene proiettato un video per mostrare il nuovo stadio nei minimi dettagli.

12.24 Interviene la dott.ssa Daniela Maffioletti, per esporre i principi ispiratori e le caratteristiche tecniche del nuovo impianto

12.10 Prende la parola il sindaco Dario Nardella: “Non posso non nascondere l’emozione. Ringrazio la famiglia Della Valle. Oggi è un punto di svolta, abbiamo imboccato una strada di non ritorno”

12.06 Ancora Cognigni: “Questa struttura è stata voluta insieme al Comune. Partiremo da soli, poi potrebbero affiancarci dei partner. Siamo per la politica del fare. Stiamo lavorando per far sì che quanto prima si possa far godere ai nostri tifosi uno spettacolo importante”.

11.55 È il turno di Mario Cognigni: “Questo è un evento significativo per noi e per la città. Ringrazio il sindaco Nardella e la dott.ssa Maffioletti. È grazie a lei che oggi possiamo goderci questo spettacolo. Notavo scetticisimo, ma il progetto è una realtà concreta”.

11.49 Prende la parola Andrea Della Valle: “Finalmente oggi presentiamo un progetto operativo. Un progetto di cui siamo convinti. Ringrazio il sindaco. Spero si possa essere d’esempio, per un Rinascimento viola”

11.42 Come previsto alla vigilia, non dovrebbe esserci Diego Della Valle.

11.39 Qualche minuto di ritardo sull’orario iniziale. Tra i presenti Daniela Maffioletti, componente del cda viola con compiti specifici proprio sul nuovo stadio, e Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale.

11.29 Presenti anche Michele Uva e Maurizio Francini, entrambi in rappresentanza della FIGC, nonché il ministro dello sport Luca Lotti.

11.28 Ecco come si presenta la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio

11.20 Già arrivati in Palazzo Vecchio i dirigenti della Fiorentina, insieme al patron Andrea Della Valle, così come il Sindaco di Firenze Dario Nardella.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:09
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fnews-viola%2Fphoto5913552020038592608-630x415.jpg%3Fv%3D20170310114755&hash=023ff95861866b3e3b8f81ced72285ed)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:11
VIDEO VN – Il nuovo impianto della Fiorentina: cittadella, stadio ed interni

Il video della presentazione del nuovo impianto della Fiorentina


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:12
Guetta: “Stadio, difficile trovare partner. La strada è ancora molto lunga”

L’opinione del direttore di Radio Bruno sulla giornata della presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina

A Radio Bruno arriva l’opinione del direttore David Guetta su quella che è stata la giornata di presentazione del nuovo stadio: “La situazione non è tanto diversa rispetto a quella di 9 anni fa. Sono dichiarazioni di intenti, il fatto che qualcuno partecipi alla costruzione con i Della Valle la vedo come ostacolo insormontabile, quasi più complicato del trasferimento della Mercafir. Quando la Fiorentina ha chiesto soldi la risposta è stata desolante in città. L’impressione è che se i Della Valle non ci mettono tutti i soldi difficilmente troveranno partner. La strada per arrivare alla costruzione dello stadio è molto molto lunga”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:43
Nuovo Stadio Fiorentina: commenti e interviste

[/facebook]
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:48
Scopri come sarà il nuovo stadio della Fiorentina #nuovostadio

[/facebook]
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 01:50
Presentaziona Nuovo Stadio: gli highlights

Gli highlights della presentazione del Nuovo Stadio.

http://it.violachannel.tv/dettaglio-pagina-video/items/id-10-03-2017_18-26-22_presentaziona-nuovo-stadio-gli-highlights.html (http://it.violachannel.tv/dettaglio-pagina-video/items/id-10-03-2017_18-26-22_presentaziona-nuovo-stadio-gli-highlights.html)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:29
La Nazione: ecologico e spaziale, il nuovo stadio della Fiorentina è sexy

L’analisi de La Nazione sulla presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Su La Nazione l’argomento principale del giorno non può che essere la presentazione del progetto del nuovo stadio: “Ha un’aria molto sexy – si legge sul quotidiano – il nuovo stadio che la Fiorentina ha presentato «a tutto il mondo del calcio» insieme al sindaco Dario Nardella. Unità d’intenti e ringraziamenti vari di fronte al ministro dello sport Luca Lotti, con pluricitati riferimenti al vantaggio che Firenze avrebbe su Roma in termini di procedure: è una fase di non-ritorno, hanno sottolineato Andrea Della Valle (presidente onorario della Fiorentina) e Mario Cognigni, presidente esecutivo, per sottolineare che dopo anni di confronto si sta avvicinando la fase operativa”.

In tutta l’area – 48 ettari da ricavare in una posizione strategica fra aeroporto, autostrada e allacci con la tramvia – troveranno posto anche un centro commerciale da 77mila metri quadrati, un hotel con 200 camere e vari parcheggi. I numeri: 40.000 posti a sedere tutti coperti, 48 ettari 420 milioni di investimenti (comprese le opere di urbanizzazione), un ristorante a vista, 10 spazi di ristoro, 48 palchi, quasi 7.000 metri quadri per eventi da sfruttare nel corso della settimana e aperti a soggetti privati.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:30
Dalle quattro ruote al treno, il nuovo stadio viaggia ad alta velocità

Ecco come cambierà l’area nella quale sorgerà il nuovo stadio della Fiorentina, così da non farlo diventare una cattedrale nel deserto

La Nazione questa mattina dedica ampio spazio al nuovo stadio, evidenziando come sarà possibile raggiungere il futuro impianto viola in treno, in tram, in auto, in bicicletta. Un modo per dire che la nuova arena viola «non sarà una cattedrale nel deserto», isolata a Novoli. Nei 420 milioni di euro complessivi, necessari per la realizzazione del progetto, sono compresi anche gli oneri di urbanizzazione e la valorizzazione dell’area. Ci sarà la linea 2 della tramvia che, con fermata dedicata, consentirà di raggiungere lo stadio dalla stazione di Santa Maria Novella o dallo scalo di Peretola.

Il sindaco Nardella ha inoltre spiegato come ci sia intesa con Autostrade per partire con i lavori per il nuovo svincolo di Peretola e la terza corsia del raccordo autostradale. Ci sarà una rete di piste ciclabili e parcheggi. Viene infine dettagliato quello che sarà il futuro della viabilità per non far collassare il traffico a Novoli e per sostenere l’intera viabilità cittadina: dall’interramento dello svincolo autostradale alla sopraelevata di viale XI Agosto, dalla terza corsia alle bretelle Rosselli-Pistoiese e Fortezza-Panciatichi. Poi l’aggiunta di una corsia sul tratto inziale di viale Guidoni e in via degli Astronauti, di due corsie in viale XI Agosto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:32
Corriere Fiorentino
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-08.29.19-1024x751.png&hash=81bc2b61ed07e4b5ef6a1673aa7666da)

La Repubblica
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-07.24.40.png&hash=41da2698c846759ec05f7a2d65797736)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-07.25.34.png&hash=f27b70fa21f36a265ffb3bdbf736f255)

La Nazione
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-07.58.17-1024x607.png&hash=19a59ec38ae50f78286d8f7462571595)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-07.58.59-1024x334.png&hash=a73490af4f022849e5027d1bea2ac8a7)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-08.00.13.png&hash=3bc8583f15f10f4ee4deda3e7286beb3)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fstampa%2FSchermata-2017-03-11-a-08.03.49-1024x610.png&hash=57a50c7e893cf16a8b5c1b8197d595c4)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:33
Mercafir e aeroporto, iter complesso: ancora troppi i rebus da sciogliere

Ieri la presentazione del progetto del nuovo stadio, ma la strada per poggiare la prima pietra è ancora lunga

La strada per la realizzazione dello stadio in quattro anni non è tutta in discesa. Come sottolinea La Nazione, dall’aeroporto di Peretola e dal suo sviluppo (con o senza la pista paralallela) dipende il futuro dell’area di Castello di proprietà Unipol. Ed è proprio in quella sede che si dovrà trasferire la Mercafir per liberare lo spazio per la realizzazione della cittadella. Inoltre il progetto per la cittadella, pur essendo in una fase avanzata, non è un progetto definitivo. Né esecutivo. Se intanto possono partire i lavori per la Vas (la valutazione ambientale strategica), serviranno molte integrazioni soprattutto per quanto riguarda il centro commerciale e il maxi albergo per proseguire nel percorso che prevede un’altra variante urbanistica con cui Palazzo Vecchio destina l’intera area di Novoli alla cittadella viola, la gara pubblica per la realizzazione dei lavori (che, pur con un diritto di prelazione, la società viola potrebbe anche non aggiudicarsi), la conferenza dei servizi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:38
Repubblica: dai soldi alla Mercafir, i problemi rimangono

I Della Valle dovranno cercare dei partner commerciali e anche spostare la Mercafir a Castello non sarà facile

Su la Repubblica troviamo un’analisi sul nuovo stadio della Fiorentina e le difficoltà nel realizzarlo:

“Bello sì, ma chi paga? E come la mettiamo con i mercati generali, che vanno spostati a Castello senza chiudere nemmeno un giorno? Si fa presto a dire «prima pietra nella seconda metà del 2019», come prevede Cognigni. Visto da questo marzo del 2017, il fatidico via ai lavori appare un obiettivo vicino solo ad occhi poco attenti. Anzi, per usare una metafora calcistica cara all’immaginario degli anni ‘80, è come se l’operazione stadio fosse di fronte a quei lunghissimi campi di pallone di Holly e Benji, dove la corsa dei giocatori verso la porta avversaria sembrava infinita. Il prato sembrava in salita e la metà campo non arrivava mai.

Nodi da risolvere ancora parecchi, nonostante i rendering così sexy. «Ognuno deve fare la sua parte», avverte non a caso Cognigni. «Comune di Firenze e Fiorentina hanno lavorato e continuano a lavorare in armonia ma nel totale e rispetto dei ruoli e delle norme» risponde a distanza Nardella, che vorrebbe i lavori partissero a metà del 2019, in tempo per le elezioni a cui punta a ricandidarsi a sindaco. Primo problema, i soldi. Chi paga per un investimento inizialmente stimato in 305 milioni e oggi lievitato a 420 di cui circa un terzo per lo stadio? «Siamo alla ricerca di un partner finanziario, è una grande occasione per la città», dice Andrea Della Valle. Un partner che potrebbe anche entrare nella società? «Vediamo, per il momento si cerca un soggetto per l’investimento», risponde la proprietà. Contatti ad altissimi livelli, anche a Oriente, la società viola li ha avuti in questi anni. Ma una firma non c’è. Senza un socio sarebbero solo i Della Valle a pagare? «Al momento sì» garantisce il presidente. Ma è chiaro che senza capitali la missione rischierebbe di non andare avanti. È sempre stato uno dei nodi critici del piano economico e finanziario che sorregge il progetto della Fiorentina. Un dossier top secret. Su cui anche Palazzo Vecchio, ammette il sindaco, ha chiesto integrazioni. Altre le ha chieste sulla parte alberghiera e commerciale prevista nel piano: «Andrà dettagliata meglio», ammettono gli uffici. Solo dopo potrà partire la Vas, la valutazione ambientale strategica, quindi Conferenza dei servizi e lavori.
E i mercati generali? Spostare la Mercafir non è certo una passeggiata. Tanto più che l’area individuata è la “maledetta” Castello, i terreni ex Fondiaria aldilà del viale XI Agosto, oggi Unipol. Palazzo Vecchio ha avviato l’iter per cambiare la destinazione d’uso di quell’area, modificando il Pue (piano urbanistico esecutivo), una procedura di 10 mesi: non più direzionale, residenziale e commerciale ma la nuova Mercafir, alberghi e parco da 80 ettari”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:38
La Gazzetta dello Sport: A Firenze uno stadio ecologico e hi-tech

La presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina vista e analizzata su La Gazzetta dello Sport

Un estratto dell’articolo a firma Luca Calamai che troviamo su La Gazzetta dello Sport: “Un arcobaleno viola lo illuminerà di notte. Regalando uno spettacolo affascinante. Andrea Della Valle e il sindaco Dario Nardella hanno presentato ieri mattina nella sala delle Armi in Palazzo Vecchio l’ultima sfida di Firenze: il nuovo stadio. “Visto dove siamo, parlerei di Rinascimento Viola”, osserva orgoglioso il proprietario della Fiorentina. Nove anni dopo, l’idea dei Della Valle prende finalmente corpo. Uno stadio di proprietà con una piccola Cittadella intorno, nell’area Mercafir a Novoli. Rispetto al progetto originario sono spariti il parco a tema calcistico e il museo di arte moderna ma gli obiettivi principali restano ben chiari: regalare qualcosa di prezioso alla città e trovare nuove risorse per costruire una squadra in grado di competere con le grandi”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 13:40
CorFio: con i figli per mano nel luna park del calcio, così cambierà il tifoso

L’analisi del Corriere Fiorentino sul cambio di mentalità che anche i tifosi viola potrebbero dover fare col nuovo stadio

Sul Corriere Fiorentino si analizza il futuro del “tifoso” con il nuovo stadio della Fiorentina: “Uno stadio così – leggiamo – non sarà solo un onore per la città, ma pure un onore per chi sarà chiamato a dargli vita: se da una parte in campo dovranno esserci giocatori di valore e in grado di lottare per i vertici dall’altro, sugli spalti, i tifosi saranno spinti a cambiare per adattarsi a un contesto completamente differente. Basta guardare l’affascinante video proiettato ieri in Sala d’Arme dove abbondano padri che passeggiano tranquillamente con i figli mano per la mano, per immaginare un futuro finalmente al passo con i tempi (e le esigenze) del resto d’Europa. Spalti con sedili ergonomici rigorosamente numerati sia in tribuna che in curva, grandi corridoi di accesso alle gradinate con punti di ristoro a ogni angolo, zone relax dove aspettare l’inizio della partita o commentarla alla fine, spazi dedicati ai bambini con giochi e attività totale, anche per le persone disabili. Insomma, la verità, è che questo grande “Fiore viola” non sembra nemmeno uno stadio, almeno per come siamo abituati ad intenderlo in Italia (e non è certo qualcosa di cui vantarsi viste le condizioni in cui verso il 90% degli impianti di Serie A). Stavolta la prospettiva è completamente ribaltata. Al centro non ci sono il pallone e i calciatori, ma lo spettatore che si ritroverà catapultato in un luna park calcistico della domenica”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 14:35
Nuovo stadio: un fiore da 40mila posti con shopping center e hotel. Costerà 420 milioni

La copertura dai bordi rialzati vuole evocare il giglio. Struttura alta 40 metri Non sarà una cattedrale nel deserto, promettono. Fuori 700 posti auto

Su la Repubblica si parla del nuovo stadio della Fiorentina:

“Non assomiglierà a nessuno dei grandi stadi europei, anche se forse i più vicini per stile potrebbero essere quelli di Monaco, Bilbao, Bordeaux, Nizza. Massiccio per dimensioni, due anelli da 40 mila posti, aggraziato nelle movenze, con la copertura hi tech, in un materiale chiamato “Efte”, trasparente. Il disegno dell’involucro è simile a un fiore, almeno per la linea ondulata, avvincente l’effetto che fa: si solleva a 40 metri da terra, come fosse un sipario sospeso nel vuoto. E poi il wifi in curva, palchi vip ad appena 7 metri dal campo da gioco, un ristorante da 1.300 metri quadrati con vista partita e altri 10 punti ristoro dentro lo stadio, un nuovo museo della Fiorentina da 700 metri quadrati, il Fiorentina store, 7mila metri quadrati di spazi per eventi.

Ma di certo, più dell’impianto in sé, ad affascinare – nel grande progetto sui 48 ettari della Mercafir che lo studio Rolla di Torino affiancato da Arup, In.pro., Co.Progetti e Golder ha depositato nelle scorse settimane in Palazzo Vecchio – è il contorno: una grande piazza da 30 mila metri quadrati all’ingresso, un centro sportivo accanto, il 30% delle superfici totali a verde, 700 posti auto con 100 punti ricarica elettrici, 1.000 spazi custoditi per le bici, 3.000 pannelli fotovoltaici per garantire almeno in parte l’efficienza energetica della struttura, che utilizzerà l’acqua piovana per l’irrigazione. Quel che cambierà, se mai il nuovo stadio sarà realizzato, sarà il volto stesso di Novoli. E con esso l’immagine della città. «Non sarà una cattedrale nel deserto», promette già Nardella. E menomale visto che la spesa prevista supera i 420 milioni (4 mila posti di lavoro attivabili). Una suggestione? Immaginate di transitare in macchina sul viale Guidoni diretti all’autostrada: a destra non vedrete più le porte sbarrate del mercato ortofrutticolo ma ad un centinaio di metri di distanza lo stadio e una grande gradinata pavimentata per arrivarci. Occorrerà salire di qualche metro per arrivare all’impianto: circa 6 metri rispetto al livello strada. È come se lo stadio fosse sospeso su un gigantesco piedistallo sopraelevato rispetto al piano di campagna (la strada), mentre il campo da gioco sarà all’altezza del piano strada, per garantire l’effetto profondità, come fosse un’arena”.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2F17192285_1466129226751602_3546956021579533246_o-630x415.jpg%3Fv%3D20170310190954&hash=fd39c81ac3c95d111e519a6bbc62d066)

(l’articolo completo nel quotidiano in edicola)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 14:41
Ferrara scrive: “Se arriva la family lounge, Novoli sembrerà Tokyo”

Della Valle e Nardella ci mettono la faccia, la rivoluzione può iniziare. Nei giorni più tristi della squadra tanto vale credere al ritorno al futuro

Vi proponiamo una parte dell’articolo di Benedetto Ferrara su la Repubblica:

“Quando il dito indica la luna, lo sciocco ti chiede “Sì, ma il terzino destro”? Su la testa, anime depresse da una stagione di noia siderale. Ora basta, alzate gli occhi e guardate la luna che splende su Mercafir. Là, tra il traffico feroce, i palazzoni anni sessanta, Gotham City e l’università costruita col playmobil, nascerà il nostro futuro. E sarà splendente, statene certi. Perchè tra quattro anni, così promette Nardella, Firenze sarà un’altra cosa: Novoli, quel quartiere a lungo bistrattato da architetti e assessori al traffico, sarà così avveniristica che Tokyo in confronto sembrerà Sorgane.

La rivoluzione sta per cominciare. E sarà tutto fantastico: per gli abitanti di Novoli (che senza lavori in corso sotto casa vanno in paranoia), per i turisti che visiteranno la periferia nord fiorentina con lo stesso sguardo sognante che indossano quando passano su Ponte Vecchio e, soprattutto, per i tifosi viola, quelli che 9 anni fa hanno visto un progetto per il nuovo stadio e nove anni dopo ne vedono un altro mentre loro continuano ad andare al Campo di Marte a prendere l’acqua. Uno scherzo? No, non proprio. Perchè questa volta lo show non va in scena in un lussuoso hotel affittato per l’occasione, come avvenne nove anni fa. Qui siamo nella sala d’armi di Palazzo Vecchio, luogo magnifico e, soprattutto, istituzionale. C’è il sindaco. E c’è un Della Valle. Andrea, naturalmente. Diego, dicono i suoi, si muoverà solo in una fase successiva. Comunque, dopo anni trascorsi a passarsi di mano il cerino, stavolta la famiglia di Casette d’Ete e il sindaco di Firenze sorridono uno accanto all’altro, tra plastici, rendering e, soprattutto, catering”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 14:42
Firenze riparte a sinistra: “Prima pietra nel 2019. Mercafir chiusa per 4 anni o si chiude l’aeroporto?”

I dubbi dei consiglieri Grassi, Trombi e Verdi

“Nonostante siano ancora senza risposta i dieci interrogativi che abbiamo presentato alla stampa, e su cui abbiamo presentata una interrogazione, abbiamo partecipato alla presentazione in Palazzo Vecchio del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. Il progetto architettonico dello stadio è molto bello e realizzarlo sarebbe stato assai più semplice se non ci fossero state le altre, inutili, strutture commerciali e l’albergo, per un totale di 87 mila metri quadrati ulteriori a quelli relativi alle aree sportive.” Lo dichiarano i consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi e Giacomo Trombi e della consigliera Donella Verdi.

“Abbiamo sollevato numerosi interrogativi – proseguono – perché non si prevede di costruire la cittadella viola in un’area abbandonata: al contrario è una zona fortemente urbanizzata, assediata da altri progetti già in forte contrasto tra loro, dall’aeroporto al piano per Castello. Non solo: oltre allo stadio, sono previsti 87 mila metri quadrati fra alberghi e centri commerciali. Troppo facile per il sindaco Nardella solleticare l’elettorato dei tifosi con l’ennesimo annuncio condito da date, rendering e plastici: noi, però, vogliamo capire se si fa sul serio oppure è l’ennesima boutade.”

“Ecco dunque – continuano – che alle nostre 10 domande a Nardella, rimaste per adesso senza risposta, se ne aggiunge un’altra, pesantissima: se, come è stato annunciato stamane, i lavori partono nel secondo semestre del 2019, che si fa della Mercafir? La chiudiamo fino al 2023 quando i nuovi capannoni non saranno più in contrasto con la pista vecchia dell’aeroporto? Oppure completiamo il nuovo aeroporto in un solo anno? O, infine, il Governo pensa già di fare una legge ad hoc? Dispiace rovinare la festa, ma a Firenze non servono né rendering, né parole: chi ambisce a governare la città spieghi come intende coniugare le ambizioni di sviluppo e innovazione del territorio con la concretezza delle azioni possibili e realizzabili. Resta infine – concludono – fortissima la contrarietà ad un progetto che, facendo leva sulla grande influenza che il calcio esercita sulla città, mira a colare altro cemento sulla città di Firenze per realizzare l’ennesimo centro commerciale. Ne facciamo volentieri a meno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 14:51
Nuovo Stadio, Cellai (FI): “Siamo a favore dello sviluppo, ma il problema Mercafir non è risolto”

Il parere del capogruppo di Forza Italia

“Non saremo certo noi a remare contro il progetto per il nuovo stadio dell’ACF Fiorentina. Ancor prima che come tifosi, come amministratori eletti dai cittadini. E non è certo una novità, perché Forza Italia è sempre stata a favore delle nuove infrastrutture che creano lavoro e sviluppo per Firenze. Quindi, ben venga il progetto bello, ambizioso e in grado di riportare la Fiorentina al livello delle grandi squadre europee, in linea con la statura storica e culturale della nostra città. Il punto non è il ‘non essere uniti’ per realizzarlo, che è ciò di cui sembra aver paura il sindaco Nardella, ma piuttosto capire se il progetto sia davvero fattibile”. Questo il commento del capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai a nome del gruppo consiliare.


“Mancano otto-nove mesi per vedere realizzata la variante urbanistica di Castello che permetterà di spostare lì la Mercafir, e sempre otto-nove mesi perché ACF Fiorentina completi la documentazione. Oggi (ieri, ndr), quindi, abbiamo visto le bellissime immagini di qualcosa che, a livello amministrativo, non è neppure sulla carta ancora – aggiunge il capogruppo azzurro –. La questione prioritaria è il destino della Mercafir. Sarà in grado l’amministrazione comunale di realizzare lo spostamento a Castello? Non dimentichiamo che per un anno questa stessa amministrazione ci ha detto di voler spostare il mercato all’Osmannoro (e noi avevamo posto una serie di questioni logistiche e pratiche per dimostrare che non sarebbe stata una soluzione percorribile). Poi improvvisamente si sono resi conto di aver preso una cantonata, hanno cambiato idea, e Castello è diventata la nuova soluzione. Se sarà così, Nardella può stare tranquillo: ci troverà al fianco degli operatori del mercato e dei lavoratori che auspicano questa soluzione. Ma ad oggi a non stare tranquilli siamo noi, perché non vediamo certezze in questo senso. Oggi registriamo le parole che sono state dette: il nuovo stadio sarà consegnato ai fiorentini entro la seconda metà del 2021. Il lavoro da fare è ancora tanto, e quindi da forza di opposizione responsabile non possiamo che esercitare fino in fondo il nostro ruolo di controllo per verificare che il crono programma annunciato venga rispettato, conclude Cellai.

(Il Sito di Firenze)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/11/17, 20:09
Bellinazzo: “Il progetto per il nuovo stadio viola è in linea con i migliori d’Europa”

Il giornalista del Sole 24 Ore ha parlato del nuovo progetto viola

Marco Bellinazzo , giornalista del Sole 24 Ore, ed esperto della situazione dei nuovi impianti sportivi, ha parlato a Radio Blu del progetto del nuovo stadio viola.

“Devo dire che guardando quella che è la filosofia del progetto della Fiorentina, sposa appieno quella dei maggiori club europei, Gli stadi ormai devono funzionare tutti i giorni, con servizi di qualità e per tutti. La nuova struttura viola mi sembra che sia in regola per queste cose. Purtroppo c’è qualche anno di ritardo rispetto a quando si voleva iniziare, ma speriamo di vedere il debutto nel 2021 circa.
In Italia scontiamo una burocrazia molto lenta, all’estero nonostante problemi tra società e istituzioni, una volta avuto l’ok si procede con velocità. Ora per i viola ci sono problemi di finanziamenti, ma è un “falso problema”. Quando si ha un progetto importante con l’ok dell’amministrazione pubblica, diventa molto più semplice andare sul mercato internazionale a raccogliere capitali. Ora ci saranno altri passaggi, ma sommariamente è stato dato il via libera, e ora si cercheranno dei partner, anche se ne ragiona ancora sulle modalità di invasione. Si devono trovare soluzioni per l’ingresso di altre società, ci sono varie modalità possibili, come quelle prese dalla Roma che ha creato una società ad hoc. Al di là che lo stadio può essere un fortino e portare più punti, la cosa importante è che se la Fiorentina ora incassa tra i 10 ed 15 milioni all’ anno, con uno stadio nuovo si possono avere grandi incassi che portano a duplicare o triplicare gli introiti, Nel medio lungo termine si ha uno società con entrate sempre più ricche. Se venisse venduto l’intitolazione dello stadio, solitamente viene ceduto per più anni a 50/100 milioni, che servono a finanziare il progetto. La società diventa autosufficiente perchè ha ricavi, e poi non è più costretta a cedere i pezzi pregiati della rosa, ma con un grande investimento puoi trattenere i migliori giocatori. Roma ha iniziato nel 2012 a parlare di questo progetto, con Firenze c’è una bella gara a chi ha fatto peggio. La voglia di mettersi al pare delle migliori d’Europa dimostra che si capisce che il mondo del calcio è diventando un grande business, ed è importante che si cerchi di trovare l’armonia generale che serve per portare avanti i grandi progetti che servono a proteggere il nostro calcio. Se il nostro calcio non viene salvaguardato, diminuiranno i tifosi del calcio italiano, e ci troveremo con i nostri giovani a tifare Barcellona o Real Madrid. E’ necessario fare cose e farle bene, ed il progetto viola mi sembra in linea ai migliori Europei. In Italia si parla di arbitri, ma senza squadre e stadi adeguati non si può competere in Europa in nessuna competizione.

Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/12/17, 15:16
Ricavi, risultati, prestigio: un nuovo stadio è tutto questo

Sul Corriere Fiorentino l’analisi del progetto del nuovo stadio della Fiorentina e tutti i benefici che questo può portare

Sul Corriere Fiorentino si parla dei possibili effetti positivi che può generare la costruzione del nuovo stadio per la Fiorentina. I nuovi ricavi garantiti non sono sufficienti a rendere l’idea dell’impatto positivo che può avere un impianto così. E’ un asset in grado di rafforzare il brand di una squadra e, magari, di attirare anche investitori dall’estero. Un club che già può fregiarsi della possibilità di rappresentare nel mondo una città come Firenze, domani si potrà presentare con un biglietto da visita in grado di aprire le porte di nuovi mercato, quelli oggi calcisticamente più ricettivi, la Cina, l’Estremo Oriente, i Paesi Arabi, l’America del Nord, aumentando così esponenzialmente le possibilità di ulteriori nuove entrate. Certo, purtroppo si dovranno ancora fare i conti con la debolezza strutturale attuale del sistema calcio italiano. Il paragone con il Tottenham, squadra simile alla Fiorentina per storia e per bacino d’utenza, è impietoso. Il White Hart Lane, stadio della squadra londinese, ha una capienza di 36mila spettatori e dall’impianto il Tottenham ricava 57 milioni l’anno, contro i 14 della Fiorentina dal Franchi. Le entrate commerciali dei diritti tv sono 83 milioni contro i 10 viola. Per questo non bisogna perdere tempo, il Rinascimento viola è tanto scenografico quanto urgente.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/12/17, 15:46
Nuovo stadio, rivoluzione a Novoli: sede della società e centro sportivo

Non solo il nuovo stadio, nella zona di Novoli verranno create diverse altre strutture dalla Fiorentina

Su La Nazione si parla del progetto del nuovo stadio e non solo. Infatti, proprio nell’ambito della riorganizzazione dei settori e dello sviluppo della politica societaria e dell’espansione del centro sportivo, nella nuova cittadella di Novoli sarà realizzata anche la nuova sede della Fiorentina che ora abita dentro lo stadio. Nel progetto della Fiorentina la nuova sede della società viola sarà realizzata a Villa Pozzolini che ora ospita la biblioteca comunale Filippo Buonarroti al primo piano e al piano terra conferenze, mostre, incontri e attività varie organizzate dal Quartiere 5.

Per quanto riguarda il nuovo centro sportivo, dovrà essere aperto un capitolo per la riconversione dei campi da calcio che erano del Castello e, soprattutto, per le strutture sportive in attività (con il centro Paganelli e il palarotelle). Perché è proprio quella l’area che è stata individuata.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/12/17, 15:54
Repubblica: nel poker con Unipol solo tre mesi di tempo per stabilire chi vince

Trasloco Mercafir sui terreni del gruppo, Palazzo Vecchio ottimista: “O fanno come diciamo o continuano a opporsi e perdono tutto”

Si continua a parlare del nuovo stadio viola sulle pagine de La Repubblica Firenze oggi in edicola. La partita, oltre che sul possibile ingresso di partner terzi nella spesa per la realizzazione del progetto, si gioca con Unipol e lo spostamento della Mercafir. Da oggi 90 giorni cruciali per capire se quella imboccata è davvero una “strada di non ritorno”, come l’ha definita due giorni fa il sindaco Nardella, oppure se quello viola è destinato a rimanere un avvincente sogno di primavera. Tra aprile e maggio il Comune svelerà il dettaglio del disegno di Castello che ha in mente e nel giro di qualche altra settimana si saprà se Unipol ci sta o se il gioco è destinato a farsi duro.

Sui nodi tecnici il lavoro dei progettisti viola, di sponda col Comune, sembra aver prodotto buoni risultati: nuovo stadio e nuovo mercato non avranno problemi di vincoli con la nuova pista dell’aeroporto, si sostiene da Palazzo Vecchio. E non solo: il trasloco dei mercati generali (costo previsto 70 milioni) per far avviare i lavori del nuovo stadio a ottobre 2019 potrebbe avvenire anche a pezzi, senza necessità che la nuova Mercafir sia tutta pronta quando la Fiorentina metterà la prima pietra. Ma questi sono dettagli. È il match con Unipol ancora gli inizi l’incognita.

Passa tutto da Castello, da quei terreni aldilà del viale XI Agosto dove il Comune vorrebbe trasferire la Mercafir: “Unipol deve decidere: o perde poco, fa come diciamo noi e si rilancia o continua a opporsi e perde tutto”, è pressappoco il ragionamento che si fa oggi in Palazzo Vecchio. Gli eredi dell’impero Fondiaria tengono ancora le carte coperte. Sanno bene che al tavolo non potranno sfoggiare un punto così ghiotto, ma sanno pure di avere il potere se non di fermare almeno di rallentare l’operazione stadio su cui il sindaco e i Della Valle hanno preso un impegno pubblico senza precedenti in Sala d’Arme: 4 anni. (…)

L’articolo completo in edicola con La Repubblica
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/12/17, 16:13
L’architetto Rolla: “Lo stadio lascerà il segno. Ecco come abbiamo lavorato”

Le parole dell’architetto Alberto Rolla che ha ideato il nuovo stadio e la Cittadella della Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino un’intervista all’architetto Alberto Rolla che ha ideato il nuovo stadio e la Cittadella viola per conto della Fiorentina. La sua firma c’è anche sullo Juventus Stadium, ma mette le mani avanti: “Quella era una ristrutturazione. Questa sarà un’esperienza ex novo di livello nazionale e internazionale. Che lascerà il segno”.

“Questi lavori – prosegue – non nascono dalla firma di un architetto visionario ma da un lavoro di gruppo straordinario che abbiamo messo insieme, coordinato da Daniela Maffioletti, con Arup con Claudio Guido, con gli amici di Cooprogetti che hanno una grandissima esperienza sulla viabilità e sugli impatti ambientali. Il coordinamento di questi elementi ha portato a un rapporto tra stadio e commercio. Anche l’area commerciale avrà un suo valore architettonico. Chi arriverà, non potrà permettersi di spara un prefabbricato a casa: sarà un’altra cosa, un tutt’uno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/12/17, 16:25
Nuovo stadio, Torselli: “Crediamo ai buoni propositi della presentazione, ma saremo vigili”

Così Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Vecchio al termine della presentazione del nuovo stadio della Fiorentina, avvenuta nel corso della mattinata di venerdì.

“Il progetto è stupendo ed uno stadio come quello svelato a Palazzo Vecchio fa sognare chiunque ami il calcio e la Fiorentina. A questo vanno poi aggiunte le parole del sindaco Nardella, quelle di Andrea Della Valle e dei vertici della società viola: parole dolcissime, un vero e proprio fiume di miele che spalanca le porte alla fantasie ed ai sogni più sfrenati dei tifosi. Purtroppo, queste parole e questi progetti arrivano dopo anni in cui abbiamo imparato che tra il dire ed il fare c’è sempre di mezzo il mare, anni in cui alle parole ed agli annunci della società viola non sono sempre seguiti fatti, e questo ci impone oggi di non annullare del tutto il nostro scetticismo. Detto questo, vogliamo credere a tutti i buoni propositi che sono stati esposti a Palazzo Vecchio ma, da domani stesso, saremo i cani da guardia del progetto, vigilando senza sconti sul rispetto dei passi da compiere e delle tempistiche annunciate”.

“Da fiorentini e da tifosi viola, prima ancora che da amministratori pubblici – conclude Torselli – non siamo rimasti insensibili di fronte alle belle parole spese da Andrea Della Valle nei confronti di Firenze, e questo ci fa molto piacere, ma se la famiglia Della Valle vuol davvero costruire un rapporto speciale con questa città e con la sua gente deve mettersi in testa di dover rispettare la passione e la speranza dei tifosi della Fiorentina e non solo da quando sarà in funzione il nuovo stadio. I fiorentini non hanno mai chiesto ai Della Valle di vincere la Champions League, né di portare in maglia viola Cristiano Ronaldo o Leo Messi. Firenze è da sempre abituata a sognare coi suoi ragazzi ed i suoi campioni: sogni che, negli ultimi anni, il regime di autofinanziamento imposto dai Della Valle ha troppe volte calpestato. Provare ad evitare che questo accada di nuovo sarebbe un buon inizio”. Lo riporta il Sito di Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/14/17, 17:38
Nuovo stadio: Unipol tratta la cessione dei terreni di Castello con Toscana Aeroporti

La svolta potrebbe avere effetti positivi sulla vicenda stadio

Se ne parlava da alcuni mesi, ma i sussurri adesso arrivano anche dall’interno di Palazzo Vecchio: Unipol sta trattando la cessione dei terreni di Castello con Toscana Aeroporti.
E la questione, tra l’altro, andrebbe a vantaggio della vicenda nuovo stadio della Fiorentina, legata indissolubilmente allo spostamento della Mercafir che il Comune di Firenze vorrebbe trasferire proprio sui lotti di proprietà del colosso bolognese.
Nelle ultime settimane, secondo quanto raccolto da Il Sito di Firenze, gli incontri tra i vertici di Toscana Aeroporti e Unipol si sono intensificati. Da una parte il colosso assicurativo che si vede compromessa la capacità edificatoria a causa del masterplan dell’aeroporto di Firenze e di Palazzo Vecchio, dall’altra la società che con la nuova pista dovrebbe pagargli l’esproprio delle aree che ricadrebbero nei nuovi vincoli di sicurezza ENAC.


Il Comune di Firenze, infatti, nel novembre scorso ha dato via ad un atto di indirizzo per la revisione del piano urbanistico esecutivo (PUE) di Castello che prevede un ridimensionamento dei metri quadrati di superfici del PUE in essere, insieme alla conversione delle quote di destinazione. In caso di cessione dei terreni a Toscana Aeroporti molte tessere del puzzle dello sviluppo urbanistico della zona nordovest di Firenze andrebbero al loro posto. In primo luogo si cancellerebbero una lunga serie di ricorsi al TAR da parte di Unipol e contestualmente lo sviluppo dello scalo fiorentino potrebbe vedere ulteriori investimenti edilizi nelle aree acquisite. In secondo, monetizzando, Toscana Aeroporti potrebbe cedere al Comune di Firenze gli spazi per la riqualificazione della Mercafir. Questo ultimo aspetto consentirebbe di liberare l’area attualmente occupata dai mercati generali di Firenze e fare spazio al progetto di ACF Fiorentina per nuovo stadio ed opere connesse.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/14/17, 18:28
Nuovo stadio, Bieber (PD): “Il progetto è suggestivo, ma ci sono dei passaggi da chiarire”

Le parole del consigliere democratico all’assessore all’urbanistica Bettarini

Su Il Sito di Firenze troviamo alcune parole del consigliere comunale del Partito Democratico, Leonardo Bieber, riguardo il nuovo stadio della Fiorentina: “Il progetto per il nuovo stadio della Fiorentina presentato venerdì scorso a Palazzo Vecchio è senza dubbio molto suggestivo e rappresenta uno sviluppo importante per la nostra città, tuttavia occorre anche focalizzare l’attenzione su quanto c’è ancora da fare perché diventi una realtà concreta.

Lo sviluppo della zona Mercafir a Novoli significa anche varare un piano di mobilità sostenibile che permetta di integrare la nuova struttura in un’area densamente popolata e che presenta già un complesso di funzioni. In attesa della VIA definitiva per la costruzione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola, servirà capire bene anche come il progetto presentato dall’ACF Fiorentina risponderà alle prescrizioni fatte all’amministrazione per tutta l’area Mercafir nella conferenza dei servizi, visto che quello presentato non è un progetto né definitivo né esecutivo. Ma c’è un punto fondamentale – ha concluso Bieber – ed è rappresentato dallo spostamento della Mercafir a Castello. I terreni sono di proprietà di Unipol, che ha presentato ricorso al TAR contro la variante urbanistica del Comune. È vero che la mancata richiesta della sospensiva lascia intravvedere una soluzione positiva, ma per essere prudenti e realisti occorre aspettare il finale di questa partita prima di poter gioire con il passaggio di proprietà dei terreni dove spostare il mercato. Noi ci auguriamo che tutto andrà come previsto e che i tempi annunciati saranno rispettati, ma ci sembra giusto prendere contemporaneamente atto dei vari passaggi che ci stanno davanti e che approfondiremo quanto prima con la Fiorentina, che spero potremo ascoltare presto in commissione urbanistica”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/14/17, 18:29
Stadio, il gruppo Arup: “Due anni di lavoro con la Fiorentina. Vogliamo il meglio per Firenze”

Le parole dal gruppo che ha collaborato alla realizzazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Tra le varie anime che hanno collaborato alla realizzazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina, è presente il gruppo Arup, ditta che presta servizi in ogni parte del mondo. A cinque giorni dalla presentazione alla stampa e a tutto il mondo viola di quella che dovrà essere la nuova casa della Fiorentina, arriva il commento di James Fineston, Lead Architect di Arup: “Abbiamo abbracciato il privilegio e accolto la grande responsabilità di disegnare questo stadio. Volevamo dare la migliore esperienza possibile ai tifosi della Fiorentina e fare la struttura più bella possibile in onore della città della Firenze”. A queste dichiarazioni, riprese da Global Construction Review, si aggiungono quelle di Luca Buzzoni, Arup Project Leader: “Abbiamo collaborato due anni con la Fiorentina per definire il tutto, soprattutto abbiamo creato in base ai loro desideri e aspettative. Abbiamo disegnato uno stadio che riflette la locale storia e il paesaggio, in maniera moderna. L’obiettivo è offrire una nuova e confortevole casa alla squadra e ai suoi tifosi”.

Lorenzo Benedetti
@LbBene
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/14/17, 19:36
La lettera di ACF: “Senza finanziatori salta il progetto stadio”

È quanto emerge dalla lettera che accompagna la documentazione consegnata in Palazzo Vecchio a fine dicembre

Se la ACF Fiorentina non troverà gli investitori per realizzare il nuovo stadio e cittadella viola, il cui costi sono stimati in 420 milioni di euro, salta tutto.

È quanto emerge, tra l’altro, nella lettera che la Società viola ha allegato assieme alla documentazione consegnata al Comune di Firenze lo scorso 28 dicembre, relativa al progetto del nuovo impianto.

La questione viene affrontata a proposito del Piano Economico Finanziario (PEF) non ancora consegnato a Palazzo Vecchio: “per poter procedere alla definizione del suddetto programma economico finanziario – si legge nella missiva – occorre ricercare sul mercato gli investitori che, in raggruppamento tra loro o tramite un’apposita società di scopo, siano effettivamente disponibili a partecipare all’operazione, rimanendo inteso che, qualora l’esito non fosse positivo, verrà meno l’interesse di ACF Fiorentina”.

Scelta, quella della Società viola, tra l’altro già esposta nella lettera che accompagnava lo studio di fattibilità consegnato al Comune il 14 luglio 2014, ma che stride un po’ con quanto dichiarava Andrea Della Valle, rispondendo a precisa domanda, venerdì scorso, in occasione della presentazione dei plastici. “Ad oggi non avendo partner direi che sono totali – ha risposto ADV in merito agli impegni economici per la costruzione – ma tutte queste grandi operazioni si costruiscono nel mondo con partner finanziari, bancari, c’è un po’ di tutto, poi la proprietà mette la sua parte”.

L’investimento stimato, come detto, è di circa 420 milioni di euro. Una cifra imponente, che per forza di cose deve veder il supporto di altri soggetti. Non mancherà il tempo per individuarli ed integrare la documentazione affinché Palazzo Vecchio si possa esprimere e dare il sì definitivo al progetto: dopo aver trovato casa alla Mercafir ci sarà da trasferirla, ma non prima di aver progettato e approvato la riqualificazione della stessa.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/15/17, 22:01
Stadio alla Mercafir: Palazzo Vecchio-Unipol, spunta un possibile acquirente per i 160 ettari a Castello

Palazzo Vecchio è convinto che se Unipol trovasse un compratore con un’idea di business per quei terreni i tempi si accorcerebbero…

E se nel poker con Unipol alla fine arrivasse un altro giocatore? Se la grande grana dei terreni di Castello fosse risolta da un acquirente privato? Un soggetto che rilevi i circa 160 ettari aldilà del viale XI Agosto, dove da un quarto di secolo si consuma l’estenuante partita dello sviluppo di Firenze e da cui ancora oggi dipendono due mega operazioni, il nuovo stadio e il nuovo aeroporto? Non è uno scenario remoto. È anzi la principale delle speranze di Palazzo Vecchio. Ma su questo quadro irrompono, scatenando la febre dei social, le parole della Fiorentina (clicca qui per leggerle). Nel poker di Castello salta fuori una novità. Palazzo Vecchio è convinto che se Unipol trovasse un compratore con un’idea di business per quei terreni, sbarazzandosi a una cifra ragionevole di un asset che figura nei suoi bilanci per una cifra molto molto alta (100 milioni), tutto sarebbe più semplice: probabilmente il trasferimento dei mercati generali da viale Guidoni per liberare i 48 necessari al nuovo stadio viola potrebbe avvenire nell’ambito di una trattativa meno complicata col Comune e in tempi più rapidi. Repubblica lancia l’indiscrezione che a rilevare tutto potrebbero essere Toscana Aeroporti oppure il partner privato dentro la società del Vespucci, il gruppo Corporacion America del magnate argentino Eduardo Eurnekian. Una nuova ipotesi prende così corpo. Alimentando sogni ma anche domande.

L’articolo integrale con altre informazioni all’interno di Repubblica in edicola oggi

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/15/17, 22:38
“Partner per lo stadio? Già 8-9 interessati e con grandi capitali”

La rivelazione del giornalista Luca Calamai sulla questione nuovo stadio della Fiorentina

Il giornalista de La Gazzetta dello Sport Luca Calamai ha parlato ai microfoni di Radio Blu: “Partner per lo stadio? La Fiorentina ha otto o nove interessamenti di realtà del settore che hanno capitali e un valore economico anche dieci volte superiore a quello della famiglia Della Valle. Sousa? Secondo me non esisterebbe allenatore migliore per far crescere un progetto che mescoli in maniera equilibrata giovani e giocatori di valore, ma quest’anno ne ha combinate di tutte i colori. Contro le squadre importanti la Fiorentina è andata bene, è mancata nel campionato con le piccole. Ci sono responsabilità dell’allenatore, non è riuscito a creare dentro allo spogliatoio quell’emotività positiva che c’è per esempio nell’Atalanta”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/15/17, 23:14
“L’interesse pubblico del progetto stadio Fiorentina scade il 31/12/2017”

31 dicembre 2017. È questo il termine stabilito dal Comune di Firenze finché permarrà l’interesse pubblico sul progetto del nuovo stadio ed opere connesse di ACF Fiorentina.

La data, pertanto, è quella entro la quale ACF Fiorentina deve integrare la documentazione, ad oggi insufficiente, per il progetto nuovo stadio ed opere connesse, affinché si possa indire la Conferenza dei Servizi ed arrivare al sì definitivo. Lo spiega il capogruppo in Consiglio Comunale di Firenze Riparte a Sinistra Tommaso Grassi, che illustra il contenuto di una delibera di Giunta dello scorso 10 marzo. “Dalla delibera si scopre cose molto interessanti – spiega Grassi – il progetto è carente del Piano Economico Finanziari, lo schema di contratto, ovvero l’accordo tra Comune e Fiorentina e in ultimo tutti i documenti che riguardano i 77.000 mq di strutture commerciali e 10.000 di alberghiero”. “Fiorentina afferma – dice Grassi illustrando il contenuto della delibera – che non ha potuto presentare tutti i documenti necessari perché il Comune non ha ancora definito dove spostare la Mercafir. Per non litigare è stato deciso da parte del Comune di Firenze di prorogare l’interesse pubblico dell’opera (progetto stadio ed opere connesse, ndr) fino al 31 dicembre 2017, data entro la quale Fiorentina dovrebbe presentare tutta la documentazione mancante”.
“Si continua a gettare fumo negli occhi – tuona Grassi – dicendo che lo stadio sarà pronto nel 2021. La strada è ancora lunga. Bisognerà valutare tutto il progetto che, secondo noi, è più speculativo rispetto a quell’equilibrio economico finanziario che va riconosciuto alla realizzazione di una struttura sportiva”.

La fine del 2017 coincide col periodo nel quale Palazzo Vecchio avrà ultimato la variante al Piano Urbanistico Esecutivo dei terreni di Castello (ad oggi di proprietà Unipol) che consentirà di trovare casa al trasferimento della Mercafir e lasciare spazio alla cittadella viola.

I due procedimenti (stadio e migrazione dei mercati generali) sono distinti, ma collegati. L’acquisizione dei terreni per riqualificare i mercati generali di Firenze avverrà grazie alla monetizzazione da parte della Società viola del comparto Nord dell’attuale area occupata dal Centro Alimentare, pertanto Palazzo Vecchio dovrà avere in mano il progetto definitivo (assieme al piano economico finanziario) di ACF che “certifica” la necessità di acquisire un’area alternativa per Mercafir in luogo di una riqualificazione della stessa sui lotti che attualmente occupa.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/22/17, 17:50
Il nuovo stadio? Per un mese sarà in mostra a Palazzo Vecchio

A partire dagli inizi di aprile, all’interno del Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio sarà allestito un mini-museo a cielo aperto per permettere a tifosi e curiosi di vedere da vicino il progetto del nuovo stadio viola.

Dalla prossima settimana tutti potranno vedere come sarà la nuova casa della Fiorentina e tutte le strutture vicine, nei tre plastici (masterplan, stadio e sezione stadio) mostrati durante la presentazione ufficiali. I plastici resteranno in mostra fino all’inizio di maggio. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/24/17, 00:34
Pres. Mercafir a VN: “Interesse comune con la Fiorentina. I tempi? Non dipendono da noi”

Sono passate due settimane dalla presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina. Plastici meravigliosi, discorsi che fanno sognare ma per i quali servirà pazienza perchè – se tutto va bene – i lavori potranno partire nel 2019 e richiederanno altri 24 mesi per la realizzazione. Tra le questioni da risolvere nel frattempo, uno dei nodi principali riguarda lo spostamento della Mercafir per permettere alla Fiorentina di usufruire dell’area necessaria non solo alla costruzione dello stadio ma anche della “cittadella”.

Per capirne di più ci siamo messi in contatto con Angelo Falchetti, presidente della Mercafir, che ci ha raccontato il suo punto di vista: “La questione del mercato è distinta da quella dello stadio e non dobbiamo mescolare le due cose. Io non posso commentare il progetto della Fiorentina, ma posso dire che da parte nostra non c’è alcun conflitto. Anzi, l’interesse è comune perchè Mercafir non vuole restare in quella zona e vuole trovare una collocazione in fretta” ha detto Falchetti a Violanews.com.

“Inizio dei lavori per lo stadio nel 2019? Ripeto, non mischiamo le due situazioni. E’ un percorso complicato ed evidentemente i tempi non dipendono da noi, ma dall’amministrazione. Nella delibera dello scorso novembre il Comune ha individuato l’area di Castello e ci aspettiamo che entro l’anno venga chiusa la partita. C’è un’esigenza di rifare il mercato e dal canto nostro ci auguriamo che questo possa concretizzarsi il prima possibile. Alternative a Castello? L’area indicata dal Comune per la Mercafir è quella” ha concluso Falchetti a Violanews.com.

Simone Bargellini
@SimBarg
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/28/17, 23:27
Stadio Fiorentina, il Comune: “Interesse pubblico al 31/12/17, ecco perché”

La risposta dell’assessore Giovanni Bettarini all’interrogazione di Tommaso Grassi, capogruppo in Consiglio Comunale di Firenze Riparte a Sinistra

Il Comune di Firenze ha prorogato l’interesse pubblico sul nuovo stadio della Fiorentina ed opere connesse a causa della complessità della progettazione dell’opera e dei tempi per definire la soluzione per spostare la Mercafir.
È quanto si apprende dalla risposta dell’Assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini a un’interrogazione di Tommaso Grassi, capogruppo in Consiglio Comunale di Firenze Riparte a Sinistra.
Da quanto è emerso nei giorni successivi alla presentazione alla stampa del progetto architettonico dello stadio, affinché l’Amministrazione si possa esprimere sul progetto stadio ed opere connesse, sono ancora necessari molti documenti. Contestualmente, però, deve essere definita (con atti) quale sarà la nuova casa della Mercafir, affinché si possa liberare l’area attualmente occupata e fare spazio alla cittadella dei Della Valle. Per questi motivi Palazzo Vecchio ha prorogato l’interesse pubblico alla fine del 2017.
Nell’interrogazione Grassi ha chiesto chiarimenti su questi aspetti e, tra l’altro, lumi sulle spese relative al trasferimento del Centro Alimentare Polivalente Mercafir, l’acquisizione del terreno, la localizzazione dello stesso; e quale sia, ad oggi, la documentazione relativa al progetto consegnata da ACF Fiorentina al Comune.

“Le aree ove inserire il centro alimentare polivalente – risponde Bettarini all’interrogazione di Grassi – potranno essere individuate esattamente una volta sviluppati i documenti necessari per la V.A.S. (valutazione ambientale strategica, ndr) e per l’adozione del PdR (piano di recupero, ndr)”.
“ACF Fiorentina – spiega Bettarini – ha presentato la documentazione per la procedura della valutazione ambientale strategica, il progetto (architettonico definitivo) dello stadio ed alcune relazione tecniche. E necessario completare la documentazione con gli altri documenti previsti dalle norme, in particolar modo – sottolinea Bettarini – il progetto del centro commerciale e dell’albergo, oltre all’aggiornamento del piano economico e finanziario.
Il Comune di Firenze prendendo atto della complessità della progettazione e dei tempi necessari alla definizione della nuova soluzione per il mercato ortofrutticolo ha prorogato il pubblico interesse fino al dicembre 2017 al fine di consentire il completamento della documentazione ma chiedendo comunque agli uffici dell’Amministrazione di avviare e definire il procedimento della valutazione ambientale strategica”.
“Non è previsto nella proposta che ACF Fiorentina paghi lo spostamento del mercato – ricorda e conclude Bettarirni – ma è prevista una ‘monetizzazione’ delle aree del comparto nord dell’attuale Mercafir”.

Donato Mongatti – Il sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/12/17, 00:27
Stadio alla Mercafir, nel pomeriggio riunione della Fiorentina al centro sportivo

Radio Bruno riporta di una riunione avvenuta nella giornata di oggi al centro sportivo con diverse componenti della società presenti

Radio Bruno riporta di una riunione avvenuta nella giornata di oggi al centro sportivo con la consigliera Daniela Maffioletti, il Dg Andrea Rogg e il vice presidente Gino Salica. Al centro del meeting, a cui hanno partecipato anche il responsabile del progetto Promesse viola Vincenzo Vergine e il presidente della Fiorentina Women’s Sandro Mencucci, il tema stadio nuovo e strutture connesse. Ad un mese dalla presentazione del progetto la società continua a lavorare per far sì che l’opera possa essere attuata.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/12/17, 22:41
FOTO: i plastici del nuovo stadio esposti a Palazzo Vecchio

Per chi volesse osservare da vicino il progetto del nuovo stadio della Fiorentina…

I plastici del nuovo stadio della Fiorentina sono esposti a Palazzo Vecchio, e visibili a tutti nel cortile della Dogana. L’allestimento è completato da pannelli illustrativi e da uno schermo dove sono proiettati i progetti e l’ideazione del nuovo impianto viola. Lo riporta la Fiorentina attraverso il proprio profilo facebook.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F04%2Fplastici-palazzo-vecchio-e1492009542958.jpg%3Fv%3D20170412203900&hash=04381d374554c68447fe55e548247fe3)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/12/17, 23:51
A Palazzo Vecchio visibili i plastici del Nuovo Stadio della Fiorentina

I plastici del Nuovo Stadio della Fiorentina sono esposti a Palazzo Vecchio, e visibili a tutti nel cortile della Dogana. L'allestimento è completato da pannelli illustrativi e da uno schermo dove sono proiettati i progetti e l'ideazione del nuovo impianto viola.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Facffiorentina-view.thron.com%2Fapi%2Fxcontents%2Fresources%2Fdelivery%2FgetThumbnail%2Facffiorentina%2F640x360%2Ffe05a4f8-783f-4855-9437-71acc876e2e0%3Fv%3D3&hash=bb280af9da51f716bcd9a50ce9243f85)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Facffiorentina-view.thron.com%2Fapi%2Fxcontents%2Fresources%2Fdelivery%2FgetThumbnail%2Facffiorentina%2F640x360%2Fd39d3ad0-fc8f-42d0-b8c9-cc45549396fb%3Fv%3D3&hash=91362f382131686139fcb6cfc96d044b)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Facffiorentina-view.thron.com%2Fapi%2Fxcontents%2Fresources%2Fdelivery%2FgetThumbnail%2Facffiorentina%2F640x360%2F2b0241ea-a95a-4845-b738-0a47d2808260%3Fv%3D3&hash=c0f9325b8a748386da5bd338bf81c5f0)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Facffiorentina-view.thron.com%2Fapi%2Fxcontents%2Fresources%2Fdelivery%2FgetThumbnail%2Facffiorentina%2F640x360%2Fccd388a8-1004-4d7a-91d6-a6f1944089c8%3Fv%3D3&hash=bfa69991a965f9b3de556526141a91c9)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/18/17, 19:43
Pres. Mercafir: “Trasferimento a Castello a prescindere dal nuovo stadio della Fiorentina”

La Mercafir trasferita a Castello a prescindere dalla questione nuovo stadio Fiorentina e la questione sarà definita entro la fine del 2017…

La Mercafir trasferita a Castello a prescindere dalla questione nuovo stadio Fiorentina e la questione sarà definita entro la fine del 2017. È quanto comunicato stamani in occasione dell’audizione del presidente di Mercafir Angelo Falchetti presso la Commissione Controllo Enti Partecipati del Comune di Firenze. La notizia non è una novità, l’ex Assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra (ora Assessore al Bilancio, Partecipate), a margine di un incontro con i vertici del Centro Alimentare Polivalente dello scorso 24 novembre, tra l’altro, aveva dichiarato che “l’idea è quella di svincolare la costruzione del mercato dall’avere le provviste economiche che derivano dalla valorizzazione dell’area nord della Mercafir” (ovvero la monetizzazione dell’area da parte di ACF Fiorentina, ndr). Oggi la conferma delle intenzioni di Palazzo Vecchio. Ne dà notizia il consigliere e capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Torselli, membro della Commissione Controllo Enti Partecipati. “Al mercato ortofrutticolo di Firenze – spiega Francesco Torselli – sarà garantito un futuro, a prescindere da quello del nuovo stadio. Entro fine anno saranno infatti dettati i tempi per il trasferimento della Mercafir da Novoli, verso una zona più funzionale, più moderna e più adatta alle esigenze del mercato e dei suoi operatori; senza aspettare le mosse di ACF Fiorentina sulla realizzazione dello stadio”.
“Una buonissima notizia – commenta Torselli – che ci lascia ben sperare quantomeno per il futuro del mercato ortofrutticolo e delle numerose realtà produttive che ruotano attorno ad esso. Del resto, se avessimo dovuto aspettare la Fiorentina e l’inizio dei lavori del nuovo stadio, avremmo rischiato di dover ridimensionare o, peggio ancora, chiudere anche questa importante realtà economica cittadina”. “Da amministratore pubblico, dico che per fortuna – prosegue il capogruppo di Fratelli d’Italia – il futuro di Mercafir non dipende più dalla Fiorentina e dagli ipotetici investimenti dei Della Valle nella nostra città, mentre da tifoso non posso non rilevare come stamattina, con il futuro di Mercafir che si svincola da quello dello stadio, sia venuto meno uno degli alibi più forti a vantaggio della società viola. Dal 1 gennaio 2018, il futuro di Mercafir lontano da viale Guidoni sarà verosimilmente già delineato e scritto nero su bianco, motivo per il quale la Fiorentina avrebbe già, da questa data, carta bianca per entrare nel concreto della costruzione del nuovo impianto sportivo”.
“Sono sempre stato – conclude Torselli – e resto scettico sulla reale volontà dei Della Valle di investire a Firenze e nella Fiorentina, ma da oggi la ‘dead line’ che ci dirà, in maniera oggettiva ed univoca, se il nuovo stadio della Fiorentina è destinato a diventare realtà o a restare un bellissimo plastico esposto nel cortile di Palazzo Vecchio, ha una scadenza ben precisa: 1 gennaio 2018; giorno in cui vedremo se in viale Guidoni arriveranno le ruspe della Fiorentina o no. Per adesso, con tutto il rispetto per i Della Valle, sappiamo che il futuro della Mercafir non dipende più dai portafogli dei fratelli marchigiani: e questo ci fa sta stare più tranquilli”.

Donato Mongatti – IlsitodiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/21/17, 23:17
Nardella: “La questione Stadio ha tempi precisi. Stiamo procedendo”

Il Sindaco di Firenze ai microfoni di Controradio questa mattina

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato della questione stadio questa mattina a Controradio. Ecco le sue parole “Con Mercafir abbiamo avviato la progettazione per il nuovo polo mercatale che presumibilmente sarà a Castello. E’ chiaro che i percorsi saranno di pari passo, la revisione del piano urbanistico di Castello, vogliamo preservare il Parco e allo stesso tempo aspettare che la Fiorentina finisca la progettazione del nuovo stadio. Tutto questo dovrà concludersi entro il 2017, stiamo andando avanti e credo che lo stadio sia una risposta ai tifosi, ai fiorentini e all’economia della città. Oltre allo stadio ci saranno alberghi, un centro commerciale, un grande parcheggio. In sintesi vogliamo riqualificare un’intera area che adesso è in parte degradata e in parte dismessa”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/27/17, 22:29
Nuovo stadio da 40.430 posti. Gli sky box da 35 mq la punta di diamante

48 mini appartamenti per il pubblico VIP. Inevitabile un aumento dei prezzi dei biglietti

40.430 posti a sedere, di cui oltre 4.300 riservati al pubblico vip. Sono questi i numeri del progetto del nuovo stadio della Fiorentina.

Un impianto all’avanguardia che fornirà servizi decisamente migliori e un conseguente aumento dei prezzi per il pubblico che dal 1931 segue la Fiorentina all’Artemio Franchi.

Dopo la presentazione alla stampa dello scorso 10 marzo, in attesa dell’integrazione della documentazione affinché possa andare avanti l’iter di approvazione, emergono ulteriori dettagli.

La punta di diamante dell’impianto saranno i 48 sky-box, dei veri e propri mini appartamenti di 35 metri quadri ciascuno, il cui progetto prevede, tra le possibilità, un salotto interno e una zona pranzo con un tavolo da 10 posti, guardaroba e bagno privato. Ogni sky-box avrà un ingresso indipendente e una grande vetrata affaccerà sul terreno di gioco, oltre la quale saranno collocati 10 posti esclusivi disposti su due file.

Gli sky-box si inseriranno tra il primo e il secondo anello della tribuna ovest dell’impianto, sotto (primo anello) il settore esclusivamente dedicato al pubblico VIP.

Questa la ripartizione dei settori divisa per categorie:
Autorità: 430 posti
VVIP: 550
VIP Centrali 770
VIP Laterali 2.070
Sky-box 520
Pubblico generico 33.495 (tutto il secondo anello ed il primo ad esclusione del lato ovest)
Ospiti 2.065 (settore sud-est)
Disabili 280 (distribuiti in tutte le zone)
Stampa 250 (secondo anello tribuna ovest)

Un totale di 40.430 posti, ma incrementabili grazie alla possibilità di realizzare ulteriori sky-box nella tribuna est.

Il nuovo impianto, qualora si arrivasse all’effettiva costruzione, offrirà servizi per tutte le categorie di pubblico. La visibilità e l’accessibilità sarà ottima per ogni settore. Parcheggi, zone ristoro, servizi igienici funzionali, ascensori. Aree tecniche e di supporto alle riprese televisive con 24 postazioni riservate alle telecamere e una “spider-camera” su cavi che regalerà spettacolari riprese dall’alto.

Integrati nella copertura sono previsti pannelli fotovoltaici, illuminazione a LED, impiego di sonde geotermiche a circuito chiuso per il condizionamento degli spazi interni, recupero delle acque piovane per l’irrigazione del campo di calcio e recupero e trattamento delle acque grigie da usarsi per gli scarichi dei WC. Accorgimenti che consentiranno sia risparmi, sia sostenibilità ambientale.

I costi di manutenzione e gestione per un impianto del genere saranno superiori rispetto a uno stadio obsoleto come l’Artemio Franchi, ma i migliori servizi per il pubblico comporteranno un aumento dei prezzi di biglietti ed abbonamenti, che garantiranno, al netto delle spese, maggiori introiti per le casse della Fiorentina.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/29/17, 14:21
Grassi (FRS): “Nuovo stadio Fiorentina a rischio compatibilità con l’aeroporto” (VIDEO)

Il capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra ha rilasciato un’intervista a Il Sito di Firenze

Dalla documentazione relativa al progetto del nuovo stadio della Fiorentina emerge un problema relativo alla compatibilità dell’impianto sportivo con la futura nuova pista dell’aeroporto di Firenze.La questione è relativa alle aree di rischio e i vincoli di ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) relativi alle costruzioni che comportano la presenza contemporanea di tante persone in prossimità degli aeroporti. Lo spiega a Il Sito di Firenze Tommaso Grassi, capogruppo in Palazzo Vecchio di Firenze Riparte a Sinistra, che ha visionato la relazione di analisi dei vincoli aeronautici, redatta dai tecnici della Società viola e allegata alle carte consegnate al Comune di Firenze lo scorso 28 dicembre.

Il Sito di Firenze – Donato Mongatti

Redazione VN

https://www.youtube.com/watch?v=UFxR9wSJq1Y (https://www.youtube.com/watch?v=UFxR9wSJq1Y)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/03/17, 14:46
Cellai (Forza Italia): “Difficile spostare la Mercafir, la dichiarazione del presidente non basta”

Le parole del consigliere comunale di Firenze riguardo al nuovo stadio

Ai microfoni di Radio Blu arrivano le parole del consigliere comunale di Firenze di Forza Italia Jacopo Cellai: “Nuovo stadio? Il problema su tutti è lo spostamento del mercato. Il presidente della Mercafir Falchetti ha dichiarato che entro il 31 dicembre il mercato sarebbe stato spostato. La verità è che finora non c’è stata conferma dal sindaco, risolvere la questione è un problema. Il mercato finirebbe a Castello e bisogna fare i conti con chi è proprietario dell’aria. Il mercato ha strutture fatiscenti e va ammodernato. Ma per spostare il mercato non basta la dichiarazione del presidente. Se ci fosse stata anche quella del sindaco le cose sarebbero state diverse”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: MartainViola on 05/04/17, 17:53
Vuoi aiutare la tua squadra del cuore a rendere magnifico il nuovo stadio?
Vuoi guadagnare 500 punti sulla tua Inviola Card?
Compila questo questionario!
Siamo un gruppo di studenti che sta aiutando la Fiorentina nella progettazione del nuovo stadio, e abbiamo bisogno delle vostre opinioni! Non solo contribuirete attivamente alla creazione di un grande stadio, ma potrete guadagnare anche 500 punti se siete muniti di Inviola Card
Grazie del vostro aiuto! Tutti i risultati saranno completamente anonimi.
https://unibocconi.qualtrics.com/jfe/form/SV_em8B72CJyQdzGvP
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/04/17, 21:10
Nuovo stadio: altro ricorso al TAR di Unipol contro Comune e Fiorentina

Nuovo ricorso di Unipol al TAR della Toscana contro il Comune di Firenze e nei confronti di ACF Fiorentina, riguardo gli atti relativi al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

Il Consorzio per l’attuazione del Piano urbanistico esecutivo di Castello (Società controllata dal gruppo Unipol) e NIT (Nuove Iniziative Toscane – la società immobiliare controllata da Unipol proprietaria dei terreni) hanno impugnato la delibera di Giunta di Palazzo Vecchio che, lo scorso 10 marzo, ha prorogato l’interesse pubblico al 31 dicembre 2017 sul progetto del nuovo stadio ed opere connesse; e la nota di ACF dello scorso 28 dicembre dove la Società viola ha chiesto all’Amministrazione di confermare il pubblico interesse del progetto fino alla data di approvazione della variante per la ricollocazione della Mercafir.

La fine del 2017, infatti, è il termine entro il quale la Società viola dovrebbe integrare la documentazione, affinché la Conferenza dei Servizi si possa esprimere sul progetto complessivo dell’opera. Il 31 dicembre rappresenta anche il termine entro il quale il Comune dovrebbe ultimare la variante al Piano Urbanistico Esecutivo dei terreni di Castello, questo consentirebbe di trovare casa per la riqualificazione della Mercafir e lasciare spazio alla cittadella viola, ma anche in merito alla variante del PUE di Castello, Unipol ha già presentato ricorso lo scorso febbraio.

I ricorrenti, tra le motivazioni, sostengono che “è illegittima l’ulteriore proroga, concessa dal Comune […] che conferma l’interesse pubblico dell’iniziativa fino alla data del 31 dicembre 2017 […]. È noto, infatti, che il prolungamento dell’efficacia di un termine presuppone necessariamente che il termine da prorogare non sia ancora scaduto. […]. La proroga […] è intervenuta fuori termine e dunque – come ha precisato la giurisprudenza – è stata adottata in carenza di potere: è pertanto affetta da nullità”. Il riferimento è al fatto che malgrado la ACF Fiorentina abbia rispettato il termine del 31 dicembre 2016 per consegnare la documentazione relativa a stadio e opere connesse, non ha soddisfatto quanto prescritto, ovvero ha presentato un documentazione incompleta; e la proroga di Palazzo Vecchio (10 marzo 2017) è arrivata dopo che erano scaduti i termini.

Prosegue dunque la battaglia delle carte bollate, questo è il quinto ricorso. Il colosso bolognese si tutela per evitare l’acquiescenza (il tacito assenso degli atti), Palazzo Vecchio ostenta ottimismo, Firenze e i tifosi viola attendono.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/17, 23:54
Ass. Bettarini: “Entro il 2017 il Comune avrà individuato l’area per la Mercafir”

Entro la fine del 2017 sarà individuata dal Comune di Firenze la sede per trasferire la Mercafir e sbloccare in via definitiva la questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.
È quanto ha ribadito oggi in Consiglio comunale l’Assessore all’Urbanistica Giavanni Bettarini, rispondendo ad una domanda di Jacopo Cellai (Forza Italia). “Il 31
dicembre 2017 – ha detto Bettarini rispondendo a Cellai – è una data reale per quanto riguarda l’individuazione dell’area per lo spostamento della Mercafir. Si tratta di una questione molto articolata. E questo è un pezzo di quella combinazione che consentirà la realizzazione del nuovo stadio. La sede che noi stiamo cercando è molto vicina alla attuale. L’amministrazione – ha concluso Bettarini – si era già espressa dicendo che entro il 2017 sarà individuata la sede definitiva per la Mercafir”.
Il progetto di stadio e cittadella viola, infatti, va ad insistere sui 48 ettari attualmente occupati dai mercati generali di Firenze che pertanto vanno ricollocati.
Nello specifico, Cellai ha interrogato l’Amministrazione per sapere se si “conferma quanto dichiarato dal Presidente di Mercafir Angelo Falchetti durante la seduta della commissione Controllo del 18 aprile u.s. in merito allo spostamento della sede mercatale di Novoli; se in caso affermativo, quale sarebbe la sede ideale ove ricollocare il mercato; se ritiene che la suddetta ricollocazione rappresenti anche un concreto impulso per la conclusione degli accordi di realizzazione del nuovo stadio”.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/09/17, 23:18
Ass. Bettarini: “Entro il 2017 sarà individuata l’area per trasferire la Mercafir”

La questione è fondamentale per il nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola

Entro la fine del 2017 sarà individuata dal Comune di Firenze la sede per trasferire la Mercafir e sbloccare in via definitiva la questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola. È quanto ha ribadito oggi in Consiglio comunale l’Assessore all’Urbanistica Giavanni Bettarini, rispondendo ad una domanda di Jacopo Cellai (Forza Italia).

“Il 31 dicembre 2017 – ha detto Bettarini rispondendo a Cellai – è una data reale per quanto riguarda l’individuazione dell’area per lo spostamento della Mercafir. Si tratta di una questione molto articolata. E questo è un pezzo di quella combinazione che consentirà la realizzazione del nuovo stadio. La sede che noi stiamo cercando è molto vicina alla attuale. L’amministrazione – ha concluso Bettarini – si era già espressa dicendo che entro il 2017 sarà individuata la sede definitiva per la Mercafir”.

Il progetto di stadio e cittadella viola, infatti, va ad insistere sui 48 ettari attualmente occupati dai mercati generali di Firenze che pertanto vanno ricollocati. Nello specifico, Cellai ha interrogato l’Amministrazione per sapere se si “conferma quanto dichiarato dal Presidente di Mercafir Angelo Falchetti durante la seduta della commissione Controllo del 18 aprile u.s. in merito allo spostamento della sede mercatale di Novoli; se in caso affermativo, quale sarebbe la sede ideale ove ricollocare il mercato; se ritiene che la suddetta ricollocazione rappresenti anche un concreto impulso per la conclusione degli accordi di realizzazione del nuovo stadio”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:12
Nuovo stadio, il progetto cresce. Maffioletti: “La Fiorentina sta facendo la sua parte”

Ecco le ultime novità: piazze per eventi cittadini, i posti avranno sedili ergonomici e chiunque potrà collegarsi al sistema wi-fi

La Fiorentina va avanti. A dispetto degli ostacoli. I campanelli d’allarme per le trattative in stallo, a causa del ritardo inatteso del decreto di valutazione di impatto ambientale che deve dare l’ok allo sviluppo dell’aeroporto di Peretola e, a cascata, far sì che si possano aprire le trattative per il trasloco della Mercafir, la famiglia Della Valle – scrive La Nazione – non si lascia scoraggiare e procede spedita verso il compimento del progetto definitivo del tempio viola.

“Per quanto riguarda l’avanzamento lavori, la Fiorentina sta facendo la sua parte con gli approfondimenti progettuali, in perfetta coerenza con i tempi concordati con il Comune dal quale ci aspettiamo lo stesso rispetto dei termini stabiliti”, spiega Daniela Maffioletti che, nel cda viola ha la delega al progetto del nuovo stadio. E, proprio Maffioletti, attribuisce alla fedeltà dei tempi pattuiti e al rispetto delle procedure burocratiche, un’importanza «fondamentale», anzi «imprescindibile» per «il buon successo» dell’intera operazione.


A fare il punto sui nuovi passi avanti compiuti è Luca Buzzoni, responsabile del progetto stadio di Firenze per Arup, la società multinazionale che presta servizi professionali di ingegneria e design. “Rispetto alla presentazione di marzo, siamo andati avanti con approfondimenti su più livelli – spiega Buzzoni – Nei prossimi mesi avremo un confronto preliminare con i vigili del fuoco, con la prefettura e con il Coni per verificare la rispondenza del progetto a tutte le esigenze”. Ci sono alcune novità: i grandi spazi attorno allo stadio, nei giorni in cui non sono in calendario partite, saranno messi al servizio della città e delle imprese fiorentine per gli eventi. Stiamo parlando della piazza ad anello di circa 20mila metri quadrati che sta davanti allo stadio, sopraelevata di 5 metri dal piano stradale cui si accede attraverso rampe e scalinate, e la piazza verde di 30mila metri quadri che sta tra lo stadio e la ferrovia, separando il lotto dall’area aeroportuale: uno spazio illuminato, tra vialetti e panchine.
Si sta lavorando al comfort di dotazioni e servizi ai tifosi: tutti i posti avranno sedili ergonomici, anche in curva, e chiunque potrà collegarsi liberamente al sistema wi- fi. I punti cibo e bevande sono stati diffusi capillarmente in tutte le aree: solo nella nuova curva Fiesole ce ne saranno otto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:18
Nardella: “Nuovo stadio compatibile con piano di rischio dell’attuale aeroporto e con quello nuovo”

“Il progetto del nuovo stadio è compatibile sia con il piano di rischio dell’attuale aeroporto, sia con il piano di rischio previsto con la nuova pista”. La spiegazione del sindaco – scrive La Nazione – metterebbe il cuore in pace rispetto alla realizzazione dello stadio, aspettando che l’iter della valutazione di impatto ambientale venga licenziato dai ministeri romani. Resta però un nodo da sciogliere: perché dallo sviluppo dell’aeroporto dipende il futuro dell’area di Castello di proprietà Unipol. Ed è proprio quella la sede individuata per far nascere la nuova Mercafir, liberando lo spazio per la realizzazione della cittadella viola e dello stadio. Se la Via tardasse molto, potrebbero saltare i tempi. E ai tempi sono legati anche gli investimenti. Per costruire nuovo stadio e cittadella viola serviranno complessivamente circa 420 milioni di euro. Soldi che trasformeranno i rendering e i plastici del progetto in realtà.

Per la realizzazione del nuovo stadio il finanziamento sarà appannaggio esclusivo della famiglia Della Valle che si accollerà per intero i costi. Mentre per la cittadella commerciale il piano finanziario è blindato dalla società. La formula sarà quella del project financing. Non entreranno nuovi soci nella Fiorentina. I partner finanziari e industriali per il progetto più grande d’Italia ci sono: gli investitori italiani e stranieri hanno già bussato alla porta della Fiorentina. Chiedono certezze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:43
Nazione: cittadella viola bloccata senza la Valutazione d’Impatto Ambientale sull’aeroporto

La crescita della città paralizzata dal ritardo del decreto di Via, atteso da due anni dal Ministero dell’Ambiente

Unipol andrà avanti a oltranza con i ricorsi su ogni singolo atto deliberato dagli enti pubblici che riguardi direttamente o indirettamente l’area di Castello, il terreno di 168 ettari ereditato dal colosso bolognese da Fonsai. Tutto questo succede – scrive La Nazione – non per una guerra dichiarata, ma unicamente per tutelare il patrimonio aziendale. Almeno finché non vengano creati i presupposti essenziali per sedersi a un tavolo e cominciare le trattative. Il tempo a disposizione comincia a scivolare via dalla clessidra, anche se il 2023, anno in cui scadrà la convezione tra Palazzo Vecchio e Unipol per l’area, è ancora distante. Ma la società assicurativa non potrà aspettare di arrivare a ridosso dei limiti: ci sono le licenze a costruire già in mano a Unipol che, via via, stanno decadendo.

Ma se ora fra Unipol e Comune e fra Unipol e Fiorentina ci sono solo rapporti di buon vicinato e dichiarazioni di disponibilità, ma nessun rapporto formale, almeno stando a ciò che si ascolta nei corridoi del gruppo assicurativo, quando si potrà davvero cominciare a trattare? La tessera necessaria, anzi indispensabile a far scattare il domino, è il via libera al masterplan che prevede l’ampliamento dell’aeroporto Vespucci. Per ora una storia infinita.

In buona sostanza, a determinare la paralisi dello sviluppo a Nord Ovest della città, c’è, anzi manca, il decreto di valutazione di impatto ambientale che dev’essere licenziato dal ministero per l’Ambiente, atteso da ormai due anni, tra rinvii per richieste di chiarimenti, ricorsi (anche quello dei comitati che, con il pronunciamento del Tar, nell’agosto scorso ha reso nullo il Piano territoriale della Regione) e necessità di approfondimenti tecnici. Nell’ultimo paragrafo del librone, nel marzo scorso, il ministro Galletti ha scritto che il prolungarsi dell’iter della Via, stavolta è dovuto alle attività tecniche di verifica aggiuntive che si sono rese necessarie sulla base di una richiesta pervenuta dall’Ente nazionale per l’aviazione civile.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/17, 13:46
Il documento che rischia di bloccare la cittadella viola: ecco che cos’è la Valutazione d’Impatto Ambientale

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale del nuovo aeroporto “Amerigo Vespucci”. Senza questo decreto, come scritto da La Nazione, la realizzazione della cittadella viola è bloccata, così come il trasferimento della Mercafir a Castello.

Ma che cos’è la VIA? Ci rendiamo conto che l’argomento non è dei più semplici, anche perché travalichiamo lo sport, ma ci sembra giusto e opportuno fare un po’ di chiarezza.

La Valutazione d’Impatto Ambientale è una proceduta tecnico-amministrativa. Il suo scopo è quello di individuare, descrivere e, appunto, valutare in maniera preventiva alla realizzazione delle opere gli effetti sulla salute e benessere umano, oltre a identificare le misure per eliminare o minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente.

Per impatto ambientale si intende qualsiasi creazione di nuove condizioni ambientali o alterazione di quelle pre esistenti.

I fattori ambientali che determinano la VIA sono:
– essere umano, flora e fauna;
– suolo, acqua, aria, fattori climatici e paesaggio;
– beni materiali e patrimonio culturale.

Nella normativa italiana la Valutazione d’Impatto Ambientale comprende vari fasi:
– verifica preliminare della significatività dell’impatto ambientale di un progetto;
– delimitazione del campo d’indagine volta a valutare la proposta dei contenuti del successivo Studio d’Impatto Ambientale (SIA);
– valutazione dello studio ambientale: lo Studio d’Impatto ambientale fornisce gli elementi tecnici sugli impatti ambientali dell’opera pertinenti a valutare la sua compatibilità con il contesto ambientale;
– decisione: la decisione della Valutazione d’Impatto ambientale si basa sui contenuti del SIA. Se questo risulta inadeguato, si richiedono delle integrazioni. L’eventuale pronuncia favorevole contiene tra l’altro le prescrizioni necessarie per la mitigazione degli impatti sfavorevoli sull’ambiente;
– monitoraggio ambientale: valutazione dell’accuratezza delle stime preliminari e assicurazione che non si verifichino impatti imprevisti.

Per opere a rilevante impatto e/o di interesse nazionale, l’autorità competente è il Ministero dell’Ambiente. Per quanto riguarda il nuovo aeroporto di Firenze con la pista da 2.400 metri, la Valutazione d’Impatto Ambientale è attesa da oltre due anni. Il licenziamento del decreto di VIA da parte del Ministero guidato da Gian Luca Galletti non è ancora arrivato a causa di alcuni approfondimenti tecnici, resi necessari da una richiesta dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC). Per di più il nuovo scalo fiorentino, insieme all’autostrada Tirrenica, è sottoposto a “project review”. Si tratta, cioè, di un’opera da rivedere. Lo ha stabilito il documento sulle infrastrutture prioritarie del Paese allegato al Documento di economia e finanza varato ad aprile dal Consiglio dei ministri. In particolare si legge: “Il progetto definitivo è in istruttoria per ricognizione definitiva sull’intervento”.

Consapevoli delle difficoltà dell’argomento, abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza sul provvedimento di VIA che potrebbe determinare (forse) lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze, anche se ci rendiamo conto che la nostra è una ricostruzione, per forza di cose, limitata.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/17, 16:35
Ancora Nardella: “Castello, aeroporto, Mercafir e stadio sono quattro tasselli dello stesso mosaico”

Il Sindaco di Firenze ha parlato dei progetti riguardanti l’area nord ovest della città

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha risposto alle domande di alcuni cronisti. Queste le dichiarazioni riportate da Lady Radio: “È chiaro che l’aeroporto si inserisce in un piano complessivo di riqualificazione strategica di tutta l’area a nord ovest della città. Qui abbiamo molte partite aperte e collegate tra loro, ovvero: la rivisitazione del piano urbanistico di Castello che vogliamo razionalizzare diminuendo i volumi da costruire per una maggiore sostenibilità ambientale, la nuova pista dell’aeroporto in condizioni di accessibilità migliori rispetto a quelle di oggi poiché non possiamo accettare le continue deviazioni dei voli per cause metereologiche, poi lo spostamento della Mercafir e la realizzazione dello stadio. Castello, aeroporto, mercato e stadio sono quattro tasselli dello stesso mosaico e credo che la visione strategica ed integrata sia positiva, non sono progetti a compartimenti, pensiamo a fare un mix di funzioni. Abbiamo investito molto per la tranvia, da febbraio prossimo avremo terminato la linea 2 destinata a collegare anche lo stadio ed il polo scientifico di Sesto Fiorentino”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/20/17, 16:33
Verso il nuovo stadio: Mercafir a Castello, scelta confermata e tempi immutati

Il decreto di valutazione impatto ambientale, atteso da due anni, secondo Bettarini potrebbe non avere effetti sostanziali sui terreni da destinare alla nuova Mercafir. Unipol però vuole un nuovo accordo

Come scrive La Repubblica, il Comune di Firenze ha confermato la scelta dell’area di Castello per la nuova Mercafir, assicurando agli operatori del mercato generale che i tempi non avranno slittamenti. Questo è quanto emerso dall’incontro tra Giovanni Bettarini, assessore all’Urbanistica, e gli operatori dell’Agofi, che rappresenta due terzi dell’attività di Mercafir.

Il decreto di valutazione impatto ambientale, atteso da due anni, secondo Bettarini potrebbe non avere effetti sostanziali sui terreni da destinare alla nuova Mercafir. Unipol però vuole un nuovo accordo e continuerà ad impugnare ogni atto per autotutela. Agli operatori, però, interessa chi pagherà il trasferimento: la Fiorentina aveva messo sul tavolo 21 milioni di euro, Unipol per quei 15-20 ettari ne chiede almeno 40, mentre gli stessi operatori sono pronti ad assumersi l’onere dei capannoni e della nuova logistica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/20/17, 17:00
Nardella: “Non ci saranno ritardi nella costruzione dello stadio”

Il Sindaco di Firenze ha parlato a margine dell’evento “Kick Off”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a margine dell’evento “Kick Off”, come riportato da Tuttomercatoweb.com: “Da tre anni stiamo facendo continui progressi sul nuovo stadio. Siamo consapevoli che è un progetto ambizioso e difficile, ma il primo caso in Italia di uno stadio che si realizza in un luogo diverso rispetto a quello dove c’è il vecchio stadio. Lo Juventus Stadium è stato costruito al posto del Della Alpi, l’Udinese ha ricostruito il vecchio stadio. Il caso di Firenze è più difficile ed avvincente, abbiamo fatto passi in avanti nelle procedure amministrative-urbanistiche. La Fiorentina ha fatto altrettanto, dimostrando di essere molto determinata. Ci sono nuove normative proposte dal ministro Lotti, che accelerano le procedure abbreviando fortemente i tempi: abbiamo tutte le carte in regola per arrivare in fondo a questa operazione. Lo stadio sorge in un’area dove ci sono altri progetti collegati, come la nuova pista dell’aeroporto. Questo è un modo intelligente e coerente per realizzare infrastrutture per la città. Non ci saranno ritardi rispetto ai tempi previsti durante la presentazione fatta con la Fiorentina. Le parole dei Della Valle? Quando le cose non vanno secondo i piani, soprattutto per una squadra come la nostra, sono normali queste difficoltà, ma sono difficoltà superabili. Andrea Della Valle è sempre stato determinato, anche nei momenti difficili. Da sindaco spero di poter regalare a Firenze un nuovo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/23/17, 23:02
Stadio Fiorentina: con le nuove norme giudizi più rapidi in caso di ricorsi al TAR

Gli stadi come infrastrutture strategiche

Le nuove disposizioni relative alla costruzione degli impianti sportivi vengono incontro all’iter per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina, permettendo giudizi più rapidi in caso di ricorsi al TAR a seguito dell’approvazione definitiva del progetto. Sabato scorso il Sindaco di Firenze Dario Nardella, interrogato dai cronisti in merito a possibili ritardi sulla questione stadio e cittadella viola, ha infatti affermato di non credere che si allungheranno i tempi, ma “anzi, se saremo bravi – ha sottolineato Nardella – potremo utilizzare le nuove norme promosse dal Ministro Lotti che sono già in vigore per abbreviare la procedura”. Il riferimento del Primo cittadino è all’art. 62 del Decreto Legislativo 50/2017, approvato dal Governo Gentiloni ed entrato in vigore lo scorso 24 aprile.

La normativa firmata dal Ministro per lo Sport Luca Lotti, nel comma 5 del Decreto consente – relativamente alla costruzione di impianti sportivi pubblici di capienza superiore a 20.000 posti e le eventuali controversie legate al sì definitivo all’opera da parte della pubblica amministrazione – di applicare l’articolo 125 del codice del processo amministrativo. Ovviamente detto articolo garantisce il giudizio di quanto esposto dal ricorrente e le conseguenze per gli interessi che possono essere lesi, ma impone tempi più stretti, poiché inquadra i nuovi impianti sportivi e le costruzioni connesse tra le infrastrutture strategiche e per questo, tra l’altro, si deve tenere conto “del preminente interesse nazionale alla sollecita realizzazione dell’opera”.
ADVERTISING

Se la Società dei Della Valle integrerà la documentazione mancante, completando quella consegnata il 28 dicembre 2016, potrà partire la Conferenza dei Servizi Decisoria. Il verbale conclusivo col sì definitivo varrà come variante urbanistica, che il Sindaco sottoporrà all’approvazione del Consiglio Comunale nella prima seduta utile, senza che siano necessari ulteriori procedimenti anche se previsti da altre leggi. Il progetto di ACF Fiorentina, insieme a uno stadio da 40.430 posti, prevede superfici commerciali per 77.000 mq e un albergo di 10.000 mq, oltre a parcheggi ed aree verdi. Scontati ed inevitabili, in caso di sì, saranno i ricorsi al TAR da parte dei concorrenti della piccola, media e grande distribuzione commerciale, ma con la nuova norma i tempi di giudizio saranno più celeri, andando così a scongiurare il rischio di un lungo stallo per i lavori in attesa del pronunciamento.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/24/17, 14:57
Nuovo stadio, il peso di Diego Della Valle. L’iter burocratico prosegue, ma il rischio ricorsi…

Le ultime sulle vicende che riguardano il nuovo stadio della Fiorentina, con Diego Della Valle protagonista

Le parole di Diego Della Valle rilasciate lunedì mattina al “L’Economia” del Corriere della Sera continuano a far parlare e non sono certo rimaste inascoltate a Palazzo Vecchio. Dalle dichiarazioni di circostanza di ieri di Nardella traspare tutta la preoccupazione per un puzzle che – dopo la presentazione, appena due mesi fa, della nuova casa viola – potrebbe ingarbugliarsi ancora. Nonostante alcune difficoltà burocratiche riscontrate dalla Fiorentina e dallo stesso Cognigni, Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica di Firenze, ha assicurato che la variante urbanistica per lo spostamento della Mercafir sarà approvata entro la fine dell’anno, in modo da permettere ad aziende e lavoratori di trasferirsi nell’area Castello e alla Fiorentina di posa finalmente la prima pietra. Tutto liscio dunque? Non proprio, perché permessi e cantieri potrebbero essere stoppati dai ricorsi al Tar presentati da Unipol (proprietaria dei terreni di Castello) e dalle procedure di ampliamento del vicino aeroporto. C’è poi da considerare la ricerca di partner economici da parte della Fiorentina, ritenuta propedeutica allo sviluppo definitivo del progetto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/27/17, 15:04
E Palazzo Vecchio va in fibrillazione: “Subito un incontro sul nuovo stadio”

Il progetto appare in grande difficoltà, sempre meno certo, per questo nei giorni scorsi il sindaco ha chiesto un incontro a DDV, ritenuto fondamentale per capire il percorso che ha in mente la proprietà viola

Come scrive La Repubblica, le parole di Diego Della Valle hanno innalzato il livello dell’allarme a Palazzo Vecchio sul tema del nuovo stadio. Perché se è vero che la tesi principale è quella secondo cui le tensioni in casa Fiorentina sarebbero da ricondurre anche a frizioni in atto tra Diego e Andrea, lo è anche che il Comune ora trema davvero.

Il progetto appare in grande difficoltà, sempre meno certo, per questo nei giorni scorsi il sindaco ha chiesto un incontro a DDV, ritenuto fondamentale per capire il percorso che ha in mente la proprietà viola, soprattutto ora che alcune tessere (spostamento della Mercafir, in primis) sembrano andare nel posto giusto. Per spiegarsi queste tensioni Nardella aspetta di parlare con il patron viola, solo dopo si esprimerà. Nel frattempo ha chiesto ai suoi di lavorare per non mettere mai i bastoni tra le ruote al progetto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/05/17, 21:00
Nuovo stadio Fiorentina, Ass. Bettarini: “Avanti col PUE di Castello”

“Da un punto di vista urbanistico le procedure stanno andando avanti. Stiamo lavorando alle varie parti che costituiscono questo progetto.

Stiamo andando avanti con le modifiche del PUE, stiamo agendo per avere tutti gli strumenti urbanistici e naturalmente anche attendendo quello che sarà l’esito della Valutazione d’Impatto Ambientale, in maniera che tutto sia ampiamente dentro le regole, senza nessun rischio per alcuno”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo a una domanda nel Question Time della consigliera del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi, nel Consiglio comunale odierno.

La consigliera del M5S ha interrogato l’amministrazione per avere lumi sulla questione nuovo stadio della Fiorentina dato che nei giorni scorsi sui quotidiani locali si è scritto di un probabile incontro fra il Sindaco Nardella e gli imprenditori Della Valle per approfondire alcune criticità sorte sul progetto stadio.

In particolare Noferi ha chiesto:

-quali sono le nuove criticità per la prosecuzione del progetto che in conferenza stampa appena qualche mese fa sembrava per fatto;

-se l’incontro con i Della Valle c’è stato e cosa è emerso;

-se sono stati trovati i finanziatori del progetto;

-se sono previsti anche finanziamenti pubblici per la realizzazione del nuovo stadio.

L’Amministrazione sta lavorando alle modifiche al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello per trovare casa alla Mercafir e lasciare spazio al progetto della cittadella viola e nuovo stadio. Questo in attesa della VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) della nuova pista parallela al raccordo autostradale dell’aeroporto fiorentino che, inevitabilmente, avrà delle influenze che andranno a ricadere proprio sui terreni di Castello. Con la VIA saranno definitivamente inquadrati anche i piani di rischio delle aree limitrofe tra le quali c’è anche quella dove è previsto il progetto della ACF Fiorentina. Proprio in previsione della nuova pista, i progettisti incaricati dalla Società viola hanno consegnato lo scorso 28 dicembre 2016 la “Relazione di Analisi dei Vincoli Aeronautici”.

In merito a quest’ultimo punto Silvia Noferi sostiene l’incompatibilità di nuova pista e nuovo stadio. “I chiarimenti richiesti – precisa la capogruppo del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi – sono un tentativo per capire lo stato dell’arte su tutte le grandi opere previste nel quadrante di Firenze Nord-Ovest, perché sono talmente vicine che non possono non avere delle interferenze l’una con l’altra.
Non si può progettare uno stadio da 40.000 posti a sedere senza valutare i pericoli connessi alla vicinanza con il nuovo aeroporto, all’altezza che dovrebbe avere per non impattare sui punti di visibilità protetti da Unesco (le cosiddette zone buffer) e limitarsi a prevedere delle piste ciclabili per raggiungerlo senza impattare sulla mobilità.
Il nuovo stadio non si troverebbe circondato dal deserto ma in una delle zone più densamente popolate e inquinate dell’area metropolitana.
Soprattutto non accettiamo che si limitino tutte le difficoltà alle preoccupazioni del Movimento 5 Stelle quando tutti i tecnici interpellati hanno chiaramente individuato molteplici criticità.
Se così non fosse sarebbe inspiegabile l’ulteriore richiesta di ENAC al Ministro Galletti di rivedere le 142 prescrizioni della Commissione VIA per la realizzazione del nuovo aeroporto.
Come se continuare a puntare i piedi come un bambino stizzito potesse servire a qualcosa.
L’unica cosa certa – conclude la capogruppo del M5S Silvia Noferi – è che tutto in quella zona è impossibile realizzare tutto quanto l’amministrazione prevede e prima o poi dovrà semplicemente prenderne atto”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/10/17, 15:02
Nuovo stadio, presto una serie di appuntamenti con il sindaco Nardella

Nel 2021 il nuovo stadio alla Mercafir dovrebbe diventare la nuova casa della Fiorentina

Come scrive il Corriere dello Sport, da qui alla partenza per Moena, i collaboratori dei Della Valle e il sindaco Dario Nardella si incontreranno per fissare una serie di appuntamenti relativi alla decisione finale e definitiva sulla costruzione del nuovo stadio della Fiorentina nell’area Mercafir che, in base al progetto, nel 2021 dovrebbe diventare la nuova casa della società gigliata.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/17/17, 14:52
Giani: “Stadio? Ne riparleremo quando la Mercafir verrà ricollocata a Castello”

Le parole del Presidente del consiglio Regionale sul nuovo stadio: pessimismo finché non verrà ricollocata la Mercafir a Castello

Capitolo Stadio: “Non ne abbiamo parlato nel CdA, è diventato un argomento tabù. Certe dichiarazioni delle ultime settimane di ottimismo non le condivido. In Comune ci si aspetta che la Mercafir la costruisca la Fiorentina, invece è un compito dell’amministrazione comunale. Finché il Comune non avrà resa operativa la variante urbanistica e l’esproprio dell’area di Castello a Fondiaria non ci saranno possibilità. Siccome non possiamo prendere in giro i tifosi, di stadio ne riparleremo quando verrà costruita la nuova Mercafir a Castello”.

Pier F. Montalbano
@____MONTY____
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/27/17, 23:44
Nuovo stadio, probabile un incontro tra Fiorentina e Comune

Il comunicato di vendita della Fiorentina potrebbe avere ripercussioni anche sul nuovo stadio. Per chiarire questo aspetto nei prossimi giorni potrebbe tenersi un incontro tra il Comune di Firenze e i vertici del club viola, in particolare con Mario Cognigni e Daniela Maffioletti. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/27/17, 23:56
Pres. Confindustria Firenze: “Si può lavorare al nuovo stadio anche senza i Della Valle”

“Siamo a disposizione per lavorare sullo stadio senza i Della Valle, perché lo stadio va fatto e credo che Dario Nardella sia di questa opinione”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Firenze, Luigi Salvadori, commentando a Lady Radio i possibili scenari dopo il comunicato con cui la famiglia Della Valle ha dichiarato la volontà di vendere la Fiorentina. Per Salvadori, a questo punto, si lavorerebbe per uno stadio “non da 400 milioni ma da 90, che comunque è bello, efficiente e moderno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/28/17, 18:37
Stadio alla Mercafir, difficile trovare un partner col club in vendita

Il problema principale è il piano finanziario che ancora non c’è. Manca il partner finanziario che i Della Valle stanno cercando

Repubblica approfondisce la tematica relativa allo stadio alla Mercafir adesso che la Fiorentina è stata messa in vendita. Il problema principale è il piano finanziario che ancora non c’è. Manca il partner finanziario che i Della Valle stanno cercando da tempo per avviare l’operazione della cittadella commerciale. Resta difficile ipotizzare, secondo il quotidiano, che questo sia stato trovato visto che la società ha emesso un comunicato che avrebbe fatto risentire la parte in causa. Adesso la ricerca si farà ancora più difficile. L’incertezza della gestione Della Valle in questa fase potrebbe essere un grande ostacolo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/28/17, 20:40
Entro il 31 dicembre la Fiorentina dovrà presentare il progetto definitivo per lo stadio e l’area commerciale

Nel frattempo il Comune cercherà di risolvere la questione dello spostamento della Mercafir nell’area Unipol a Castello

Come scrive il Corriere Fiorentino, ieri da Palazzo Vecchio è arrivata una precisazione non secondaria sul tema nuovo stadio: “La Fiorentina entro il 31 dicembre 2017 dovrà presentare il progetto definitivo per lo stadio e l’area commerciale, oltreché il nuovo piano economico finanziario”. Nel frattempo il Comune cercherà di risolvere la questione dello spostamento della Mercafir nell’area Unipol a Castello.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/30/17, 16:37
Cinesi e americani bussano alla porta della Fiorentina. E il progetto stadio va avanti

La Fiorentina porta avanti gli impegni presi col comune e i partner internazionali non mancherebbero

Vi proponiamo un sunto dell’articolo di oggi de La Nazione a firma Ilaria Ulivelli sulla questione nuovo stadio alla luce delle ultime novità di casa Fiorentina.

I possibili partner internazionali che si erano fatti avanti per il progetto della cittadella viola non sono scappati dopo il comunicato dei fratelli Della Valle. Il piano va avanti e la Arup (l’azienda leader nel settore che ha firmato anche l’Allianz Arena) sta continuando a lavorare per la Fiorentina al progetto definitivo che dovrà essere consegnato entro il 31 dicembre in Comune. La Fiorentina ha preso impegni che sta portando avanti. A prescindere dal fatto che la società sia stata messa in vendita sollecitando interesse da tutte le parti del mondo: con i fondi americani e cinesi che sono stati i primi a suonare il campanello di viale Fanti 4. L’operazione di cessione del club gigliato, anche se dovesse andare avanti, richiederebbe comunque un tempo: lunghi mesi utili anche a chiarire questo aspetto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/03/17, 17:49
Ass. Bettarini: “Comunicato dei Della Valle? Per l’iter del nuovo stadio non è rilevante”

L’assessore all’urbanistica del comune di Firenze garantisce che le pratiche stanno procedendo

“La questione centrale è che noi ci rapportiamo con una società che è la ACF Fiorentina, che ha presentato la proposta per la realizzazione del nuovo stadio. Ai fini di quello che è il percorso amministrativo la proprietà della società non è rilevante, queste voci, per quanto ci riguarda, non comportano un rallentamento del percorso”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo ad una domanda nel Question Time odierno del consigliere Mario Tenerani (Forza Italia).

“Noi – ha proseguito Bettarini – stiamo andando avanti con un percorso che è coerente e non ha al momento subito rallentamenti. Lavoriamo per lo spostamento della Mercafir (che dovrebbe trovare casa proprio nei terreni di Castello e così liberare l’area di intervento per il progetto stadio ed opere connesse, ndr). Circa due settimane fa ho incontrato i principali operatori per aggiornarli su quello che sono i lavori amministrativi e il procedimento che stiamo portando avanti. Lavoriamo per ridefinire la variante del PUE di Castello e alla definizione, entro il 31 dicembre, della congruità urbanistica per la nuova cittadella, così come prevedono gli atti che abbiamo assunto”.

www.ilsitodifirenze.it

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/04/17, 13:28
Nuovo stadio, c’è anche il freno dell’aeroporto. Nardella: “Dobbiamo aspettare”

Le ultime sull’area Mercafir e su un iter rallentato

Il Corriere Fiorentino racconta le ultime sulla questione nuovo stadio, ripartendo da quanto emerso ieri in Consiglio Comunale.

A rallentare l’iter per il nuovo stadio con annessa cittadella viola c’è anche la mancata pubblicazione della Valutazione di impatto ambientale per l’aeroporto di Peretola, attesa da ormai sei mesi. Il ritardo per l’aeroporto rischia di far slittare anche lo stadio che deve nascere al posto della attuale Mercafir. E questo a prescindere dal fatto che i Della Valle possano continuare a essere o no i proprietari della Fiorentina. Il sindaco Dario Nardella ha aggiunto:”Non c’è nessun mistero, né ritardo patologico, ma due fatti nuovi, un decreto di maggio che ha recepito la normativa europea in materia e la richiesta di chiarimenti da parte di Enac, che hanno prolungato il parere tecnico. La politica non deve intervenire su un procedimento tecnico. Faremo le nostre valutazioni quando il parere, che auspico positivo, arriverà”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/05/17, 22:19
INDISCR. VN – Nuovo stadio, si fanno avanti due partners. Incontri costanti ACF-tecnici

Ingegneri a lavoro sugli approfondimenti richiesti dal Comune entro la fine dell’anno. Progetto avanti nonostante le ultime vicissitudini societarie viola

Il progetto del nuovo stadio va avanti. Questo il messaggio forte e chiaro che arriva sia dall’amministrazione comunale che dalla Fiorentina. Ma qual è ad oggi lo stato dell’arte dopo la presentazione del 10 marzo scorso? Da una parte il lato burocratico, quello che coinvolge gli aspetti legati allo spostamento della Mercafir a Castello e ancor prima quelli sulla pubblicazione della V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale) per l’aeroporto di Peretola, dall’altra la progettistica e l’aspetto finanziario. E’ proprio su questi ultimi due punti che ci vogliamo concentrare.

Secondo quanto raccolto da Violanews.com, gli ingegneri del gruppo Arup, ditta che insieme a Inpro e lo Studio Rolla è tra le anime che hanno portato alla genesi del progetto architettonico, stanno continuando a lavorare al progetto per produrre gli approfondimenti (su strutture, impianti e dotazioni di servizi) richiesti dal Comune di Firenze nonostante le ultime vicissitudini societarie viola. Si parla in totale di qualche centinaio di disegni che andranno presentati entro la fine dell’anno solare, in linea con le tempistiche previste per un progetto di questo tipo.

Gli incontri tra i tecnici e la Fiorentina per gli aggiornamenti del caso e la pianificazione del lavoro da svolgere avvengono regolarmente circa ogni 2-3 settimane, a meno di necessità straordinarie. E i soldi? Prosegue anche la ricerca dei partners finanziari che dovrebbero andare ad affiancare la società viola: al momento ci sono almeno due realtà importanti che si sono fatte avanti in maniera concreta e seria, ma non sono le uniche ad aver mostrato il loro interesse verso l’opera. Buone notizie quindi sul fronte stadio, in attesa che venga sciolto il nodo-aeroporto.

Alessio Crociani
@AlessioCrociani
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/11/17, 12:32
Nodo aeroporto, tempi certi ma più lunghi: ora sono a rischio Mercafir e nuovo stadio

In attesa del via libera al Masterplan per l’ampliamento dell’aeroporto, altre opere strettamente collegate potrebbero risentirne. A cominciare dal nuovo stadio

Su La Nazione viene approfondita la questione che riguarda l’ampliamento dell’aeroporto, strettamente collegato al nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir. Ecco un estratto dell’articolo:

“La tessera necessaria, anzi, indispensabile a far scattare il domino che è previsto possa ridisegnare Firenze nel triangolone compreso fra Novoli, Castello e l’autostrada Firenze-Mare, è proprio il via libera al Masterplan che prevede l’ampliamento dell’aeroporto Vespucci. Che la valutazione d’impatto ambientale, con il nuovo decreto, si attrezzi finalmente di certezze e non di ipotesi, è sicuramente una buona notizia. Ma l’attesa di un anno, con le scadenze che bussano alla porta, potrebbe causare il naufragio dei progetti, tutti legati fra loro e incatenati a doppia serratura all’ok del ministero sullo sviluppo dell’aeroporto di Peretola. Le partite in campo sono tre con tre diversi attori sulla scena: trasloco dei mercati generali Mercafir, nuovo stadio e cittadella viola della Fiorentina e area di Castello di proprietà Unipol“. (…)

L’articolo prosegue trattando della convenzione tra Palazzo Vecchio e Unipol per l’area che scadrà nel 2023 e delle questioni che non possono essere rimandate. “Se i mercati generali non si spostano a Castello, lasciando lo spazio libero a Novoli per la costruzione di stadio e cittadella viola, quali garanzie potranno essere date alla Fiorentina che sta continuando a lavorare alle integrazioni al progetto presentato lo scorso 10 marzo a Palazzo Vecchio? A fine anno è prevista la consegna degli elaborati in Comune. Per quella data l’amministrazione si è impegnata a far partire la seconda fase del procedimento, preludio agli iter autorizzativi. Quest’anno di attesa potrebbe tradursi in un uragano. Speriamo che ci si possa attrezzare perché non siano spazzati via progetti, ambizioni e posti di lavoro”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/12/17, 17:13
Mercafir, nella Cittadella Viola anche il centro sportivo

A fine anno saranno consegnati gli elaborati aggiuntivi al progetto già presentato a Palazzo Vecchio

Il destino del nuovo stadio e della cittadella viola è legato allo spostamento della Mercafir. Come leggiamo su La Nazione, il progetto della Fiorentina sta andando avanti: a fine anno saranno consegnati gli elaborati aggiuntivi al progetto già presentato a Palazzo Vecchio. Si parla anche del centro sportivo della Fiorentina, che non potrà restare al Campo di Marte con lo stadio a Novoli. Dovrà essere aperto un capitolo per la riconversione dei campi da calcio che erano del Castello e, soprattutto, per le strutture sportive in attività (con il centro Paganelli e il palarotelle). Perché è proprio quella l’area individuata per far nascere il nuovo centro sportivo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/27/17, 12:15
Nardella: “Incontrerò Diego, dobbiamo venirci incontro. Progetto stadio ambizioso e difficile”

Le parole del sindaco Dario Nardella a La Nazione

Ospite de La Nazione, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche della situazione della Fiorentina: “Ho sentito di recente Diego Della Valle e presto ci incontreremo. Ci sono ancora le condizioni per un rapporto rinnovato tra la città e la proprietà, basta che sia chiara e autentica la volontà da parte di tutti a venirsi incontro”. Firenze condivide con la Fiorentina una fetta importante del progetto che ridisegna l’intero quadrante a nord-ovest della città, un progetto che il sindaco definisce «ambizioso e difficile».

“A questo punto è necessario che la proprietà dica con chiarezza che cosa ha intenzione di fare: qualsiasi decisione venga presa, io sono disposto a dare una mano. Credo fermamente che ci sia lo spazio per un vero rinnovamento del rapporto tra la proprietà e i tifosi – dice il sindaco – Ho una profonda stima per i Della Valle, sono grandi imprenditori e non posso credere che a loro piaccia perdere una sfida così importante che si lega al destino di un’intera città, con l’ultimo grande piano di riqualificazione”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/05/17, 13:45
Corriere: aeroporto, la pista slitta ancora. Anche il nuovo stadio della Fiorentina a rischio

Cambia la procedura per l’ultimo sì alla nuova pista dell’aeroporto di Firenze: bisognerà aspettare giugno

Sul Corriere Fiorentino si parla della nuova pista dell’aeroporto di Firenze. Il tema è strettamente collegato al nuovo stadio della Fiorentina:

“Aeroporto, cambia la procedura e per il sì definitivo — se alla fine sarà sì — bisognerà aspettare l’estate del prossimo anno. Enac ha ricevuto dal ministero dell’ambiente un parere in cui la si invita ad aderire alla nuova procedura di Valutazione ambientale prevista dalla legge 104/2017. Un modo solo per semplificare i passaggi, sarà una commissione ad hoc a valutare se il progetto definitivo risponde alle richieste della Commissione di valutazione ambientale. Ma lo farà a giugno prossimo. Un anno in più rispetto ad un sì al decreto di Via che, a più riprese, doveva arrivare «a settimane», hanno ripetuto tutti i ministri interessati. Cioè ieri. E questo ritardo potrebbe avere effetti anche sulla partita del nuovo stadio.

Dopo l’arrivo della nuova procedure di Valutazione ambientale, previste dalla legge 104/2017, Enac ha chiesto al ministero dell’ambiente: ma dobbiamo andare avanti con la vecchia procedura o con la nuova? La risposta è arrivata. «Abbiamo ricevuto dal ministero l’indicazione di usare la nuova normativa. La nuova procedura non fa scomparire le prescrizioni: quelle restano. Semplifica solamente — spiega Riggio — E stabilisce anche quello che abbiamo sempre fatto, cioè che il parere si chiede sul Masterplan, non sul progetto definitivo». Non è una banalità: poteva essere uno dei punti di forza di eventuali ricorsi al Tar ed al Consiglio di Stato da parte dei contrari alla nuova pista. Quindi, applicando la nuova normativa, si supera un possibile tema che bloccherebbe il progetto. Per un punto positivo, c’è però un ritardo. Una volta aderito a questa procedura, Enac (per conto di Toscana Aeroporti) dovrà procedere al progetto definitivo che sarà valutato da una Commissione.

(…)

E i tempi? «Si allungano di sei mesi, un anno, rispetto a quanto previsto oggi» conclude Riggio. Il via libera doveva arrivare oggi, arriverà «a giugno prossimo, spero prima». Una tempistica che porrebbe il sì definitivo dopo le elezioni politiche di primavera. Ma arriverebbe anche oltre la proroga concessa da Palazzo Vecchio (a fine dicembre) per la presentazione del progetto da parte dei Della Valle per il nuovo stadio e la Cittadella viola, che dovrà tenere conto dei vincoli originati dalla pista sull’area Mercafir. Ma questi vincoli arriveranno a giugno: ritardi anche per lo stadio, quindi? Risposte definitive e certe non ci sono”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/02/17, 01:47
Nardella: “Stadio alla Mercafir? Aspettiamo che la Fiorentina consegni il progetto esecutivo”

Malgrado lo stallo sulla nuova pista dell’aeroporto di Firenze, il Sindaco Dario Nardella ostenta ottimismo per la questione nuovo stadio della Fiorentina e trasferimento della Mercafir.
Due questioni indissolubilmente legate tra loro e, indirettamente, influenzate dal futuro sviluppo dell’aeroporto Amerigo Vespucci con la pista parallela all’autostrada. Ed è proprio sulla variante urbanistica al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello (area che dovrebbe accogliere i nuovi mercati generali fiorentini e fare spazio alla cittadella viola) che Nardella si mostra sicuro: “Confermo – ha spiegato ieri sera intervenendo alla festa dell’Unità a Firenze – che andiamo avanti: i nuovi mercati generali, che secondo noi dovrebbero sorgere nella parte a nord di Castello, e lo stadio”. “Aspettiamo – ha ricordato – che la Fiorentina, entro il 31 dicembre di quest’anno, consegni il progetto esecutivo che è l’altro pezzo indispensabile per andare avanti”. “Come Comune di Firenze – ha ribadito – manteniamo la variante urbanistica del piano di Castello, con la finalità di ridurre i volumi edificabili, di preservare il parco, quindi l’area verde, e di inserire questa revisione in tutto il quadrante nord-ovest di Firenze”. Il piano, in sostanza, “va verso precisi obiettivi di interesse pubblico: meno cemento, più verde e più sviluppo sostenibile dell’area” e alla variante “si lega il futuro sia della Mercafir che dello stadio”. (Ilsitodifirenze.it)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:05
La Mercafir trasloca a Castello, entro fine anno variante pronta. L’iter per il nuovo stadio

Ecco le prossime mosse per completare l’iter burocratico della realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina

Su La Nazione si parla dell’iter burocratico in merito alla realizzazione del nuovo stadio, visto l’incontro delle ultime ore tra i Della Valle e il sindaco Nardella. Entro dicembre il sindaco assicura che il consiglio comunale adotterà la variante al piano urbanistico di Castello che consentirà lo spostamento della Mercafir nei terreni attualmente di proprietà Unipol. Se tutto procederà, ricorsi permettendo, come da cronoprogramma, i lavori per il nuovo centro alimentare polivalente saranno avviati entro la fine del prossimo anno. Parallelamente, continuerà la progettazione del nuovo impianto viola: la Fiorentina presenterà lo studio definitivo al momento in cui ci sarà la certezza che lo stadio e la cittadella viola potranno essere realizzati. Entro la primavera del 2019 il Comune ha intenzione di completare la procedura di gara per il project financing, la modalità individuata secondo la legge firmata da Nardella parlamentare per la realizzazione dei nuovi stadi, in cui il soggetto proponente, quindi in questo caso la Fiorentina, ha un diritto di prelazione su ogni offerta. Poi sarà firmata la convenzione per la realizzazione del nuovo stadio. Un iter a ritmi forzati per mettere la prima pietra dello stadio tra fine 2019 e inizi 2020. A quel punto serviranno due anni secchi per la costruzione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:25
Lotti (min. sport): “Ci sono le basi per il nuovo stadio, bisogna passare all’azione”

Le parole del ministro dello sport sul nuovo stadio della Fiorentina durante la Festa dell’Unità alle Cascine

Intervenuto alla Festa dell’Unità alle Cascine, il ministro dello sport Luca Lotti ha parlato anche della possibilità di costruire il nuovo stadio della Fiorentina:

    Le infrastrutture dei club di Serie A sono importanti per lo sviluppo di una determinata squadra e non solo. Si sono create le basi per poter portare un investimento importante come il nuovo stadio a Firenze. Ora è il momento delle azioni. Sono convinto che la Fiorentina e l’amministrazione comunale siano pronti a questo importante passaggio. Come ministro dello sport faccio il tifo affinché anche Firenze abbia il nuovo stadio.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/10/17, 00:49
Vannucci (ass. sport): “Della Valle molto attenti alla Fiorentina. Variante urbanistica per Castello entro il 31 dicembre”

Presente ieri all’incontro con i fratelli Della Valle, l’assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, ha parlato così a Radio Bruno Toscana:

Era un passaggio che era giusto fare e che contribuirà a rasserenare, questo è l’augurio, il clima intorno alla squadra. I contatti tra Comune e Fiorentina sono una costante, la Fiorentina è troppo importante per Firenze. La Fiorentina è un patrimonio della città, il rapporto tra l’amministrazione e la società è saldo e mantenuto costantemente. La genesi dell’incontro risale nel pieno dell’estate, poi l’incontro si è concretizzato una volta concluso il mercato, a bocce ferme. I Della Valle? Ho visto una grande attenzione a quello che succede in città e intorno alla squadra. In Andrea ho visto grande voglia di stare vicino alla squadra. Penso che presto potremmo rivedere Diego e Andrea da queste parti. Il comunicato va calato nella realtà di quei giorni e alle difficoltà di quel periodo, rimasi sconcertato dalla sconfitta di Palermo. La notizia relativa all’incontro di ieri è che l’attenzione dei Della Valle non è mai mancata. Il Comune di Firenze entro il 31 dicembre porterà l’adozione della variante urbanistica per Castello per il trasferimento della Mercafir. Potremo così avere tempi più certi per il nuovo stadio. Conferenza stampa dei Della Valle e l’amministrazione? E’ una possibilità. C’è la disponibilità, da parte del Comune, a creare un nuovo rapporto di fiducia.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/12/17, 20:09
Accelerata su aeroporto e nuovo stadio: la “Via” entro fine anno

Già a novembre potrebbe arrivare la firma sulla “valutazione di impatto ambientale” dell’aeroporto: buone notizie per il progetto stadio

La “Via” (valutazione di impatto ambientale) dell’aeroporto Vespucci arriverà entro fine anno. Se tutto andrà secondo le previsioni, il decreto potrebbe essere firmato addirittura prima: entro la fine di novembre, come ha confermato ieri il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. La decisione, in effetti già presa, per la nuova normativa, sarà formalizzata entro il 20 settembre. In parole povere la prossima settimana sarà reso ufficiale il passaggio del procedimento di Via dalla vecchia alla nuova normativa. Si esce dunque dall’impasse che sinora – scrive La Nazione – ha tenuto in stallo il procedimento di Via, bloccando l’intero sviluppo a Nord Ovest della città.

Questa accelerazione burocratica faciliterà anche la partita dello stadio a Novoli perchè – scrive il Corriere Fiorentino – permetterà lo spostamento del mercato della Mercafir, dando più certezze alla presentazione entro il 31 dicembre da parte della Fiorentina del progetto esecutivo della cittadella viola.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/17, 12:37
Nardella: “Stadio si farà al 95%”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto durante la cerimonia di chiusura della Festa dell’Unità di Firenze. C’è anche il nuovo stadio tra gli argomenti toccati dal primo cittadino: Stadio? Io metto la faccia su questo progetto. Con gli assessori Perra e Bettarini abbiamo lavorato bene: entro l’anno ci sarà l’adozione del nuovo Piano urbanistico di Castello, con il trasferimento della Mercafir lì, legato al progetto dello stadio. La valutazione di impatto ambientale sull’aeroporto, arriverà entro la fine dell’anno. Quante probabilità di realizzare i progetti stadio e aeroporto? Novantacinque su cento. A cominciare dall’aeroporto. Se arriva la Via, potremmo cominciare i lavori entro la fine del nostro mandato: posti di lavoro e infrastrutture all’avanguardia”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/20/17, 19:58
Pres. Mercafir: “Lo stadio? Mi interessa di più il nuovo mercato”

Le parole di Giacomo Lucibello, presidente Mercafir

Intervenuto ad un evento a Palazzo Vecchio, il presidente della Mercafir, Giacomo Lucibello, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Il mio ruolo mi impone di interessarmi più alla nuova Mercafir che al nuovo stadio. Banalmente se non si sposta la nuova Mercafir, quella vecchia non si sposta e non si costruisce lo stadio. La Mercafir è custode di migliaia di posti di lavoro che sicuramente, con una nuova struttura, potrebbero ancora crescere. Nella Mercafir non ci sono stati praticamente licenziamenti negli ultimi dieci anni. Io tifo per la Fiorentina e parlo con i dirigenti viola. C’è un effetto domino che si scatena. Siamo tutti felici perché ognuno può avere i propri spazi di crescita.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/22/17, 17:40
Saccardi: “Nuovo stadio importante anche per lo sviluppo di Firenze”

Il vice Presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, è stata intervistata da Il Brivido Sportivo dopo la festa promozione della Rari Nantes: [...] Rapporti Comune-Fiorentina? Il Comune ed il sindaco Dario Nardella stanno gestendo la cosa nel migliore dei modi. Auspichiamo, nell’intelligenza delle due parti, l’organizzazione di un incontro serio in modo da affrontare la questione stadio. Situazione che non solo è cara e a vantaggio della Fiorentina, ma che anche molto importante per tutta la città e il suo sviluppo”.[...]

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/28/17, 16:25
VIDEO VN – Vannucci: “Lo stadio? Si sta lavorando nella direzione dettata da Nardella”

L’assessore dello sport parla della situazione attorno al nuovo stadio


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/28/17, 18:39
Vannucci: “Della Valle vicini e attenti alla città. Stadio? Iter va avanti”

Presente anche l’assessore allo sport del comune di Firenze, Andrea Vannucci, all’evento Festival del Calcio. Queste le sue parole ai microfoni dei media presenti, tra i quali Violanews.com: “Mi risulta ci siano contatti frequenti tra la proprietà, l’allenatore e la squadra. La vicinanza si è già ristabilita. Manca l’ultimo step, ma sono convinto che arriverà presto. Dopo l’incontro di qualche settimana fa con la famiglia Della Valle, ho avuto l’impressione che sia grande attenzione vero la società e la città. Stadio? L’iter va avanti, le scadenze sono note. Gli uffici sono a lavoro alla variante per il trasferimento della Mercafir a Castello, la direzione indicata dal sindaco Nardella”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/17, 19:02
Nardella sul nuovo stadio: “C’è un domino ormai impostato. Tanti investitori interessati, nel 2019…”

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato ai microfoni di Radio Bruno:

“Stadio? Questo, i mercati e l’aeroporto sono opere di interesse pubblico che si trovano nella stessa area. Quando avremo la certezza di poter procedere con la realizzazione per la nuova pista, sapremo che non ci sono limitazioni per spostare i mercati generali e quindi fare lo stadio. È un domino, ormai impostato. L’equivoco è che, non sentendo parlare dello stadio, si pensa che la cosa sia ferma. Saremo in grado di iniziare i lavori nel 2019 alla Mercafir, in parallelo possiamo iniziare la gara di project e via dicendo. I tempi dati nella conferenza stampa sono confermati (2021), la società è al lavoro con la progettazione. Non possiamo demolire il ‘Franchi’, avremo tante vie di comunicazione tramite le quali si potrà raggiungere lo stadio. Investimenti intorno allo stadio? La norma prevede che la Fiorentina prenda il terreno gratuitamente in concessione, mentre le opere annesse consentono di rientrare negli anni dell’investimento della società. Lo stadio nuovo non costerà un euro ai fiorentini, la società sta cercando partner. Imprenditori interessati? Tanti investitori si sono fatti avanti, devono trattare con la Fiorentina. Il Franchi? Non sarà abbandonato, stiamo lavorando per dargli una seconda vita. Penso ad altri sport.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/17, 16:37
Nuovo stadio 2021, il rilancio di Nardella e i tasselli da far combaciare

Il sindaco ha riacceso la speranza sui tempi del progetto stadio: ripercorriamo le tappe trascorse e i prossimi step

“I tempi per il nuovo stadio saranno rispettati”. Le parole di ieri del sindaco Dario Nardella riaccendono la speranza sul progetto presentato lo scorso 10 marzo con una doppia scadenza esplicita: inizio dei lavori a fine 2019 e realizzazione del nuovo stadio dopo 24 mesi, quindi nel 2021. La riaccendono dopo 7 mesi in cui non sono mancati dubbi e possibili intoppi burocratici.

Come sappiamo il progetto della Fiorentina è strettamente legato allo spostamento della Mercafir e alla questione aeroporto. Situazione su cui sono arrivati segnali incoraggianti nelle scorse settimane . Un passaggio fondamentale – lo ricordiamo – è atteso già nei prossimi 2 mesi visto che c’è la scadenza per il progetto definitivo da parte della società viola. E rimane attuale anche la ricerca di partner che possano co-finanziare i lavori. Ma la fiducia mostrata ieri da Nardella vale molto, anche alla luce dell’incontro andato in scena un mese fa a Casette d’Ete tra il sindaco ed i fratelli Della Valle. Non resta che aspettare gli step graduali per capire se dalle parole si passerà ai fatti. Sia da una parte – il Comune – che dall’altra – la Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/19/17, 18:09
La Nazione: nuovo stadio, tempi più lunghi. Si va verso la proroga

La Fiorentina dovrebbe presentare il progetto definitivo entro il 31 dicembre. Ma le cose potrebbero cambiare

Su La Nazione si parla della vicenda del nuovo stadio della Fiorentina. Nella giornata di ieri ha preso la parola il sindaco Dario Nardella. Lo spostamento della Mercafir a Castello, Unipol permettendo, si farà a prescindere dalla costruzione del nuovo impianto della Fiorentina, che entro il 31 dicembre dovrà consegnare il piano economico e finanziario per la sua realizzazione. Tuttavia è molto probabile che si debba arrivare a una proroga, ipotesi avanzata con qualche perplessità sull’iter burocratico anche dal primo cittadino di Firenze. Nel famoso pranzo dell’8 settembre a Casette d’Ete tra i Della Valle e Nardella, insieme all’assessore allo sport Vannucci, è stata ribadita la ferma volontà di realizzare lo stadio, legando però la scadenza della presentazione del progetto definitivo – che ha un costo di 9 milioni di euro – alla certezza di poterlo costruire e a scadenze stabilite in un cronoprogramma. E ancora quella sicurezza non esiste, per tanti motivi. Anche se, proprio il sindaco, dopo l’incontro con i fratelli Della Valle indicò una percentuale altissima: “Lo stadio si farà al 95%” disse.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/21/17, 16:22
CorFio: nuovo stadio a tempi stretti. Ma i partner finanziari…

Le ultime sulle questioni del nuovo stadio alla luce delle parole del presidente Cognigni

Sul Corriere Fiorentino leggiamo un articolo che riguarda le parole di Mario Cognigni e la costruzione del nuovo stadio viola. La Fiorentina deve presentare il progetto esecutivo entro il 31 dicembre, mentre il sindaco Nardella si è impegnato per risolvere la questione dello spostamento del mercato ortofrutticolo nell’area Castello, attualmente di proprietà Unipol. Palazzo Vecchio ieri ha preferito non commentare le parole di Cognigni, ma allo stesso tempo ha fatto sapere che “i tecnici sono al lavoro per rispettare le scadenze”. Qui sta l’intoppo: la variante urbanistica di Castello sarà adottata solo a fine 2017, dopodiché dovrà essere approvata e resta esecutiva dal consiglio comunale. Un cavillo che rende i tempi per fissare la prima pietra dello stadio più incerti, frena gli investitori e rende complesso il lavoro di Cognigni, da mesi alla ricerca di partner per coprire una parte dei 400 milioni di investimento previsti.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2017%2F03%2Fplastic3-630x415.jpg%3Fv%3D20170310132134&hash=1b0a1625e298506da7e3196022cf1c36)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/23/17, 17:44
Ass. Urbanistica: “Progetto nuovo stadio, al momento nessuna richiesta di proroga da ACF”

Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, in consiglio comunale ha risposto così in merito al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e lo spostamento dei mercati generali fiorentini per liberare l’area d’intervento dove dovrebbe sorgere la cittadella viola: “Al momento le scadenze sono quelle che abbiamo dichiarato, da parte della Fiorentina non è stata fatta alcuna richiesta di proroga, perciò noi stiamo lavorando per i tempi prefissati che sono entro la fine del 2017”. Lo riporta IlSitoDiFirenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/24/17, 16:35
Stadio e Mercafir: ora spunta la Valutazione ambientale strategica

La Vas allungherebbe i tempi della variante di Castello, dove comunque è già stato previsto un dimezzamento della superficie utile lorda sui terreni ora di proprietà di Unipol

Su la Repubblica Firenze si parla del nuovo stadio della Fiorentina e della Mercafir:

Nuovo Piano di Castello, spunta l’obbligo della Vas, la valutazione ambientale strategica. E visto che si attende l’approvazione della variante urbanistica per dare avvio all’operazione dei nuovi mercati generali e liberare così l’attuale area della Mercafir, per ”effetto domino” le conseguenze dell’ulteriore iter procedurale rischiano di scaricarsi sul progetto del futuro stadio. Di tradursi cioè in un ennesimo allungamento dei tempi.
Come promesso, Palazzo Vecchio conta ancora di presentare la variante al Piano di Castello entro la fine di questo anno. È lo stesso responsabile urbanistica Giovanni Bettarini a dirlo davanti al consiglio comunale: «Stiamo lavorando per rispettare i tempi che ci eravamo dati».
O meglio, più che ridisegnare è più corretto dire dimezzare. Perché lo stesso Bettarini svela che le bozze del Piano, dai 440mila metri quadrati di superficie utile lorda, cioè di superficie costruita, si passa adesso a 220mila. Un dimezzamento netto. Deciso in via unilaterale, senza trattare né ascoltare il Gruppo Unipol che molto probabilmente impugnerà tutto di fronte ad un tribunale visto che si troverebbe davanti ad un Piano che di fatto porta il milione e 200mila metri cubi di cemento previsto a soli 600mila metri cubi.

(l’articolo integrale nel quotidiano in edicola)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/31/17, 22:52
Nardella: “Nuovo stadio? Tutto a posto se ognuno fa la sua parte”

“I dati sono chiari. Noi abbiamo entro la fine dell’anno l’obiettivo di fare la variante a Castello: il punto inequivocabile che ti segna la svolta sul fatto che noi rifaremo i nuovi mercati (Mercafir, ndr) nell’area di Castello liberando definitivamente l’area per lo stadio.

Il 31 dicembre è la data fissata per la presentazione del progetto definitivo, so che la Fiorentina sta andando avanti, quindi francamente non vedo il problema”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenendo alla trasmissione La Tara su TeleIride, che interrogato sui possibili intoppi ha aggiunto: “È tutto a posto se ognuno fa la sua parte: noi – ha spiegatoNardella – dobbiamo portare la variante al piano di Castello (PUE, Piano Urbanistico Esecutivo, ndr), la Fiorentina il progetto definitivo”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/01/17, 19:56
Nuovo stadio: slitta il termine per la presentazione del progetto esecutivo

Dal 31/12 si passa quindi al mese di febbraio del prossimo anno. La probabile proroga è dovuta soprattutto alla ormai famosa V.I.A.

Secondo quanto riporta Il Corriere Fiorentino, è ormai praticamente scontato lo slittamento nella presentazione del progetto esecutivo della Fiorentina per il nuovo stadio nell’Area Mercafir: dal 31/12 si passa quindi al mese di febbraio del prossimo anno. La probabile proroga è dovuta  soprattutto alla ormai famosa Valutazione di impatto ambientale per il potenziamento dell’aeroporto Vespucci, che potrebbe impedire lo spostamento della Mercafir a Castello per realizzare le strutture viola.

Sarebbe quindi inutile chiedere alla società dei Della Valle un progetto a dicembre che poi potrebbe dover cambiare a febbraio: fonti di Palazzo Vecchio spiegano che la nuova agenda vedrà il termine per la presentazione del progetto esecutivo della Fiorentina slittare, mentre resta più che valida la volontà dell’amministrazione di approvare la variante urbanistica per la Mercafir a Castello entro il 31 dicembre.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/14/17, 14:40
Pres. Mercafir: “Non possiamo essere penalizzati dall’attesa per lo stadio”

Su La Nazione troviamo alcune dichiarazioni di Giacomo Lucibello, che da pochi mesi è diventato presidente Mercafir subentrando ad Angelo Falchetti. Il destino del mercato ortofrutticolo, lo ricordiamo, è legato strettamente al progetto stadio della Fiorentina. Ecco uno stralcio dell’articolo:

«La Mercafir di Novoli non è solo un’area di sviluppo immobiliare per lo stadio ma un’azienda fiorentina attraverso cui passa buona parte dell’economia del territorio». Il suo obiettivo: combattere quel clima da «spostamento imminente» che rischia di remare contro fatturato, investimenti e sviluppo. Soprattutto ora che la proroga rispetto al termine del 31 dicembre, fissato da Palazzo Vecchio per il progetto esecutivo dello stadio è quasi scontata visto che, la Valutazione di Impatto Ambientale per il potenziamento del Vespucci, potrebbe arrivare a febbraio 2018. Un effetto domino sul trasferimento Mercafir nell’area Unipol di Castello. «Se la Mercafir sarà costruita ex novo e trasferita – dice Lucibello – siamo contenti e pronti a partire. Ma i momenti di attesa per le aziende non sono mai prolifici: quando ti fermi ad aspettare, smetti di andare avanti e crescere. Il mio ruolo non è aspettare che si sposti la Mercafi ma gestirla al meglio».
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/16/17, 15:42
Nuovo stadio, la presentazione del progetto potrebbe slittare a fine febbraio

La Valutazione d’Impatto Ambientale sul potenziamento di Peretola dovrebbe arrivare proprio a fine febbraio. Ecco il perché della proroga da parte della Fiorentina

L’iter per il nuovo stadio – scrive La Nazione – potrebbe allungarsi ulteriormente. Almeno di due mesi, anche se atti ufficiali non sono arrivati sul tavolo degli uffici tecnici del Comune, al momento. Documenti che servirebbero alla Fiorentina per presentare a fine febbraio il progetto esecutivo del nuovo campo di gioco dei viola, presentazione inizialmente prevista entro il 31 dicembre di quest’anno.

Lo spostamento dei mercati generali procede comunque spedito. Gli uffici tecnici di Palazzo Vecchio e quelli della Mercafir negli ultimi quattro mesi hanno lavorato a grande ritmo, dando un’accelerata sensibile per risolvere le questioni ancora sul tappeto. Prima si sposta, infatti, la Mercafir e prima si potranno liberare gli spazi attualmente occupati. Si sta lavorando per sistemare la ‘nuova’ Mercafir nell’area di Castello e con l’attuale pista dell’aeroporto. E’ chiaro che in questo senso resta ancora l’alone disegnato dalla Valutazione di impatto ambientale – la famigerata ‘Via’ –, che il ministero dell’Ambiente deve rendere nota rispetto all’ampliamento dell’aeroporto ‘Vespucci’. I riflessi dell’aeroporto avranno influenze anche sull’intera area di Castello. La ‘Via’ potrebbe anche contenere vincoli che potrebbero impedire lo spostamento della Mercafir, anche se in questo senso non filtrano particolari preoccupazioni dalle parti in causa.

L’ipotesi peggiore sarebbe il dover ripensare a una nuova collocazione dei mercati in una area diversa rispetto a quella auspicata. La Valutazione dovrebbe arrivare proprio a fine febbraio. Ecco perché anche la proroga da parte della Fiorentina si allungherebbe su due mesi rispetto al 31 dicembre 2017.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/16/17, 17:12
La VIA del futuro: stadio appeso a un documento. La spiegazione

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale del nuovo aeroporto “Amerigo Vespucci”. Il decreto dovrebbe arrivare a fine febbraio, quando la Fiorentina potrebbe presentare il progetto esecutivo del nuovo stadio

Lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze dipende da un documento. Si tratta della VIA, la Valutazione d’Impatto Ambientale dell’aeroporto “Amerigo Vespucci”. Senza questo decreto, la realizzazione della cittadella viola è bloccata, così come il trasferimento della Mercafir a Castello.

Ma cos’è la VIA? Ci rendiamo conto che l’argomento non è dei più semplici, anche perché travalichiamo lo sport, ma ci sembra giusto e opportuno fare un po’ di chiarezza.

La Valutazione d’Impatto Ambientale è una procedura tecnico-amministrativa. Il suo scopo è quello di individuare, descrivere e, appunto, valutare in maniera preventiva alla realizzazione delle opere gli effetti sulla salute e benessere umano, oltre a identificare le misure per eliminare o minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente.

Per impatto ambientale si intende qualsiasi creazione di nuove condizioni ambientali o alterazione di quelle pre esistenti.

I fattori ambientali che determinano la VIA sono:
– essere umano, flora e fauna;
– suolo, acqua, aria, fattori climatici e paesaggio;
– beni materiali e patrimonio culturale.

Nella normativa italiana la Valutazione d’Impatto Ambientale comprende vari fasi:
– verifica preliminare della significatività dell’impatto ambientale di un progetto;
– delimitazione del campo d’indagine volto a valutare la proposta dei contenuti del successivo Studio d’Impatto Ambientale (SIA);
– valutazione dello studio ambientale: lo Studio d’Impatto Ambientale fornisce gli elementi tecnici sugli impatti ambientali dell’opera pertinenti a valutare la sua compatibilità con il contesto ambientale;
– decisione: la decisione della Valutazione d’Impatto Ambientale si basa sui contenuti del SIA. Se questo risulta inadeguato, si richiedono delle integrazioni. L’eventuale pronuncia favorevole contiene tra l’altro le prescrizioni necessarie per la mitigazione degli impatti sfavorevoli sull’ambiente;
– monitoraggio ambientale: valutazione dell’accuratezza delle stime preliminari e assicurazione che non si verifichino impatti imprevisti.

Per opere a rilevante impatto e/o di interesse nazionale, l’autorità competente è il Ministero dell’Ambiente. Per quanto riguarda il nuovo aeroporto di Firenze con la pista da 2.400 metri, la Valutazione d’Impatto Ambientale è attesa da oltre due anni. Stando alle ultime notizie – confermate lunedì dal viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini durante la manifestazione sì aeroporto indetta da Confidustria – il decreto dovrebbe arrivare nel febbraio 2018. Il ritardo è dovuto alla richiesta, da parte di ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile), di alcuni approfondimenti tecnici. La presentazione del progetto esecutivo del nuovo stadio della Fiorentina dovrebbe così slittare dal 31 dicembre 2017 alla fine di febbraio 2018.

Alcuni vincoli contenuti nella Valutazione d’Impatto Ambientale potrebbero – ma il condizionale è d’obbligo – impedire lo spostamento della Mercafir. Alcuni articoli dell’ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile, ndr) stabiliscono le regole per le aree circostanti una pista aeroportuale. Come vi spiegammo in un nostro approfondimento del 2014, l’articolo 707 obbliga i Comuni ad adottare un piano di rischio, uno strumento urbanistico che demarca alcune zone di tutela in cui è impossibile costruire edifici. A definirle è l’ENAC.
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2014%2F11%2Fzone-di-rischio.png%3Fv%3D20171116225100&hash=5f326b63aeb37b398ee73af6642fb90d)

Nell’immagine sopra, le zone di tutela riprese dal regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti. I numeri si riferiscono in metri. La pista dell’aeroporto è quella con la scritta STRIP

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2014%2F11%2Fmappa-di-rischio.png%3Fv%3D20171116225100&hash=a371e218ffd8e7f8f6ee7ea405f32159)
La zona Mercafir è quella verde all’altezza di viale Alessandro Guidoni

Le zone di tutela che creano problemi alla Mercafir sono la B, la C e la D, in asse alla pista e non laterali. Il regolamento per la costruzione degli aeroporti prescrive di evitare, nelle zone A,B, C e D , la costruzione di insediamenti ad elevato affollamento come centri commerciali, congressuali e sportivi, scuole, ospedali e, in generale, obiettivi sensibili, attività che potrebbero creare pericolo d’incendio, esplosione e danno ambientale.

Consapevoli delle difficoltà dell’argomento, abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza sul provvedimento di VIA che potrebbe determinare (forse) lo sviluppo della zona nord-ovest di Firenze, anche se ci rendiamo conto che la nostra è una ricostruzione, per forza di cose, limitata.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/16/17, 18:12
VIDEO – Nardella a Rtv38: “Entro fine anno partirà la procedura per lo stadio”

Il Sindaco Nardella ospite di Rtv38 parla anche del nuovo stadio di Firenze


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/04/17, 22:54
Ass. Bettarini a VN: “Mercafir a Castello? Entro dicembre la VAS in giunta comunale”

“Andiamo avanti secondo i tempi che ci siamo dati”. Lo ha detto Giovanni Bettarini, assessore all’urbanistica del comune di Firenze, a Violanews.com. “Entro dicembre porteremo in giunta la VAS (valutazione ambientale strategica), ovvero l’atto che racconterà che trasformazione avverrà nell’area di Castello (dove verrà spostata la Mercafir ndr). Il comune di Firenze va avanti nei tempi previsti sul piano di ripianificazione dell’area, non c’è alcun tipo di rallentamento. In futuro ci saranno altri passaggi ma la VAS spiegherà molto ai cittadini”. Parole, dunque, ben più incoraggianti rispetto a quelle del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani che vi abbiamo riportato in mattinata.

Stefano Rossi
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/17, 16:25
Ok alla VIA per l’aeroporto. Nardella: “Ora avanti tutta per lo stadio”

Importante e positiva novità nell’ottica dello sviluppo dell’area nord-ovest di Firenze, che interessa anche il progetto nuovo stadio della Fiorentina. Come ha comunicato il ministero dell’ambiente, “La Commissione tecnica VIA ha emanato stamani il parere integrativo per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze. Con questo atto la Commissione ha integralmente confermato il parere 2335 del 2016 già emanato, confermando integralmente l’intero quadro prescrittivo e ritenendo le informazioni fornite successivamente dal Proponente non rilevanti e comunque tali da non variare il giudizio di compatibilità già espresso. Così si conclude positivamente l’iter tecnico del progetto, cui ora seguirà la fase della redazione del decreto di compatibilità ambientale a firma del ministro Galletti, con il concerto del ministero dei Beni Culturali”. Cos’è la VIA? Leggi qui http://www.violanews.com/altre-news/la-via-del-futuro-stadio-appeso-a-un-documento/ (http://www.violanews.com/altre-news/la-via-del-futuro-stadio-appeso-a-un-documento/)

Un passaggio burocratico importante, come ha confermato anche il sindaco Dario Nardella via twitter:
 Dario Nardella

@DarioNardella
La commissione tecnica ha dato l’ok alla valutazione d’impatto ambientale per la nuova pista a #Peretola. Ora avanti tutta su aeroporto, Mercafir e stadio. #firenzecambia

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/17, 19:38
Nardella: “Stadio? La Via era l’ostacolo più complicato. C’è ancora molto da lavorare”

Le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione Stadio

Nel corso del Pentasport di Radio Bruno arrivano le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione della Valutazione di Impatto Ambientale: “Quello di oggi è un buon pomeriggio. La notizia del via libera della commissione tecnica della Valutazione di Impatto Ambientale significa che ora si può procedere con la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto. Possiamo agire in modo trasparente e con tempi chiari. La valutazione di impatto ambientale sulla pista sblocca tutto il domino di quell’area di Firenze: la Mercafir e la realizzazione dello stadio. Sta a noi ora metterci a lavorare per sviluppare questa parte della città. Sono fiducioso ma c’è molto da lavorare. Grazie a questo sblocco siamo in grado di rispettare i tempi. Firenze si sta rivoluzionando, e in questa rivoluzione c’è anche il nuovo stadio. Avere dopo 70-80 uno stadio nel cuore della città rappresenta più un handicap che un vantaggio. In tutte le città europee più importanti gli stadi sono ai margini del centro. Ma uno stadio nuovo vuol dire sposare un nuovo modo di vivere la città. La Via era la questione burocratica più difficile da superare. Lo stadio è un progetto che dobbiamo portare avanti insieme, comune e società. Dovremo comunque fare una procedura pubblica, ma questa partita o la vinciamo insieme o non la vinciamo. Contatti con la Fiorentina? Dopo la notizia della Via non ho avuto segnali, ma non c’è stato nemmeno tempo. Vedremo nei prossimi giorni quali saranno gli sviluppi della questione”.

Lorenzo Benedetti
@LbBene
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/06/17, 14:33
VIA, un “sì” atteso trent’anni che sblocca anche il progetto stadio. Ma restano delle insidie

L’analisi di Repubblica sulla questione aeroporto-Mercafir-stadio

Aeroporto, il giorno dello sblocco. Dopo trent’anni di tira e molla, la porta del nuovo scalo si spalanca e per “effetto domino” si sblocca anche tutto il collegato: il progetto Castello, i nuovi mercati generali, il nuovo stadio alla Mercafir. Il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti non ha ancora firmato il decreto di Via: le oltre 200 pagine di prescrizioni, cioè di condizioni tecniche che accompagnano l’okay, sono però già sulla sua scrivania. E’ una firma – scrive La Repubblica – che vale quattro progetti. Perché con la Via si definiscono una volta per tutte posizione della nuova pista e vincoli aeroportuali conseguenti. E una volta fissati questi anche il progetto Castello può essere ridisegnato (e dimezzato nelle volumetrie). I nuovi mercati generali troveranno finalmente il loro posto sui terreni di Castello. E, ultima tessera del domino, l’area Mercafir potrà essere liberata per far posto al nuovo stadio. I tempi sono ipotesi, ma la strada è segnata. In teoria almeno, perché il percorso può ancora nascondere delle insidie. Il sindaco di Sesto Falchi, su cui terreni ricade la nuova pista, potrebbe infatti impugnare davanti al Tar il decreto Via. O anche l’okay finale della Conferenza dei servizi. Non sarà facile certo. Ma è sicuro che ci proverà.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/06/17, 23:04
Pres. Mercafir: “C’è volontà di tutte le parti a procedere. L’effetto domino può essere veloce”

Lucibello commenta l’ok arrivato ieri che interessa la Mercafir e il nuovo stadio della Fiorentina

Il presidente della Mercafir Giacomo Lucibello è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per commentare le ultime novità relative al “domino” che interessa il mercato ortofrutticolo e il progetto del nuovo stadio:

E’ un’ottima notizia anche per la Mercafir, adesso dobbiamo passare dalla variante urbanistica di Castello ma non si parte da zero, la speranza è che i tempi siano abbastanza rapidi. Mi fa piacere che le procedure stiano rispettando le tempistiche che ci eravamo dati da alcuni mesi. Il nostro interlocutore è il Comune, ma siamo in contatto anche con la Fiorentina e ci siamo sentiti con Gino Salica anche negli ultimi giorni. Credo che tutti i protagonisti della vicenda siano pronti a procedere. Non è banale costruire uno stadio ma neppure spostare un mercato con caratteristiche tecniche e tecnologiche come Mercafir, però c’è la volontà delle parti. Se davvero a gennaio arriverà il via libera, l’effetto domino può essere veloce.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/06/17, 23:35
Vanni (Repubblica): “Lo stadio è l’ultima tessera del domino: prima serve sciogliere nodi su pista e Mercafir”

Così il giornalista di Repubblica Massimo Vanni ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno: “Pista aeroporto? Si sta un po’ sbloccando la situazione, certo le condizioni tecniche per realizzare quell’opera sono tante. Chi pensa che si potranno aprire i cantieri in pochi mesi ho la sensazione che si illuda un po’. Ci vorrà un po’ di tempo, però lo sblocco c’è stato: questo è fuori d’ogni dubbio.

Penso servirà almeno un altro anno per iniziare i lavori per la pista. Prima di gettare l’asfalto bisognerà fare una serie di lavori che riguardano gli aspetti idro-geologici. Lo stadio è l’ultima tessera di questo domino, che comprende la pista stessa e l’area Mercafir. Prima serve che il Comune ridisegni l’area di Castello, dopodiché servirà costruire il nuovo mercato; fino a quando i mercati non saranno trasferiti nella nuova area Mercafir i lavori dello stadio non potranno iniziare. Per questo penso si andrà ben oltre il 2020 per lo stadio in sé“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/07/17, 18:22
Arriva la nuova pista: reazione a catena da Mercafir allo stadio

Ecco gli scenari possibili nella zona nord-ovest di Firenze in seguito al parere favorevole della commissione tecnica di Via sull’ampliamento dell’aeroporto di Peretola

Su La Nazione si parla dello scenario che si creerà nella zona nord-ovest di Firenze in seguito al parere favorevole della Commissione tecnica di Via sull’ampliamento dell’aeroporto “Amerigo Vespucci”.

“La prima questione da affrontare, una volta firmato il decreto della Via, sarà l’acquisizione da parte di Toscana Aeroporti del terreno necessario all’ampliamento della pista. Terreno che però è ancora di Unipol. Si parla di circa 168 ettari – si legge – nell’ampia pianura di Castello che potrebbero quindi essere utilizzati in parte come zona aeroportuale e in parte – una ventina di ettari – per la Mercafir. Per rendere possibile ciò servono modifiche importanti al Pue, il piano urbanistico di Castello, che attualmente prevede molte destinazioni, fra le quali direzionali e residenziali. Ma una volta deciso che la pista si allungherà in quella direzione, è chiaro che anche le destinazioni urbanistiche dovranno essere modificate. Ed è facile che Unipol sia disponibile a vendere il terreno senza arrivare all’esproprio. Una soluzione che velocizzerebbe molto i passaggi. Di certo, visto che su quei campi sfrecceranno aeroplani in decollo e in atterraggio, dovranno essere modificati anche i progetti di qualche decennio fa, che comprendevano anche molte casette. Infine l’ultimo tassello: la citta della viola: “Potremo realizzare lo stadio nell’attuale area Mercafir – dice Nardella – Non ho sentito recentemente rappresentanti della Fiorentina, ma so che i loro tecnici sono in costante contatto con i nostri. Sul progetto del nuovo stadio mi auguro ci sia prontezza da parte di tutti gli attori, prima di tutti da parte della Fiorentina, ma la società non ha mai mostrato di non credere a questo progetto”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/07/17, 22:37
VIDEO – Nardella: “Non ci sono più ostacoli per il nuovo stadio”

Il Sindaco Dario Nardella ufficializza il via libera per il nuovo stadio a Novoli


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/08/17, 16:13
Corriere: cittadella viola, il progetto esecutivo slitterà al 2018

Cognigni è convinto che la cittadella viola potrà essere pronta prima della fine del 2021

Nell’articolo dedicato alla festa di Natale della Fiorentina andata in scena a Palazzo Vecchio, il Corriere Fiorentino parla anche della cittadella viola. Ecco quanto si legge:

“Il progetto esecutivo slitterà al 2018, ma Mario Cognigni è convinto che, rispetto alle previsioni, la nuova casa viola potrà essere pronta anche prima della fine del 2021 ipotizzata in primavera”.

Nell’articolo a firma Leonardo Bardazzi si legge, inoltre, che nel 2018 la Fiorentina porterà avanti la battaglia in Lega per cambiare le regole ed eleggere un manager super partes e continuerà a cercare un terreno in città per la costruzione del centro sportivo per il settore giovanile.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/11/17, 20:16
Decreto VIA su progetto aeroporto, arriva la firma del min. Galletti. Nardella: “Buona notizia”

Novità in arrivo anche per Mercafir e nuovo stadio della Fiorentina?

“Il ministro Galletti mi ha appena informato di aver firmato il decreto VIA su progetto aeroporto. Ora manca solo la seconda firma di Franceschini. Un’altra buona notizia. Avanti così per lavoro e sviluppo di città e regione. #firenzecambia”. Questo il tweet del Sindaco di Firenze Dario Nardella riguardo le ultime novità sul nuovo aeroporto di Peretola, prima tessera di un domino che a cascata coinvolgerebbe lo spostamento della Mercafir e la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/12/17, 13:54
Nuovo stadio: verso la proroga per il progetto definitivo, ma sarà a tempo

Da settimane la Società viola è in contatto con gli uffici del Comune per capire come muoversi. Palazzo Vecchio sta lavorando speditamente

Si va verso una proroga sui tempi di consegna al Comune di Firenze della documentazione relativa al nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola, affinché la conferenza dei servizi decisoria possa avere in mano tutto il materiale da analizzare e pronunciarsi per il via libera al progetto. Il termine fissato da Palazzo Vecchio, a seguito della delibera di giunta dello scorso 10 marzo, è il 31 dicembre 2017, ma ACF Fiorentina, pur proseguendo con la stesura della necessaria documentazione (prevista dall’art. 1 della legge 147/2013 – comma 304), prima di consegnare tutte le carte che compongono il progetto definitivo (mancano, tra l’altro, il progetto dell’area commerciale, lo schema di contratto e il piano economico finanziario) vorrebbe che fosse definitivamente risolta la questione della ricollocazione dei mercati generali Mercafir, che con le proprie strutture operano nell’area di intervento.

È di poche ore fa la notizia che, dopo il sì della commissione, anche il Ministro dell’Ambiente Galletti ha firmato il decreto sulla VIA (valutazione d’impatto ambientale) per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze, manca solo la sigla del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini. Un ultimo passo affinché il Comune e gli enti coinvolti siano in possesso del documento che, oltre all’aeroporto, sbloccherà la ricollocazione della Mercafir ed il progetto del nuovo stadio. Entro fine 2017, come affermato nei giorni scorsi dal Sindaco Dario Nardella, la variante al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello – dove troverà casa la nuova Mercafir – sarà approvata dalla giunta (assieme alla VAS – valutazione ambientale strategica), ma solo ad inizio 2018 sarà accolta in via definitiva dal voto in Consiglio comunale.

Da settimane la Società viola è in contatto con gli uffici del Comune per capire come muoversi. Palazzo Vecchio sta lavorando speditamente e, come detto, nei primi mesi del 2018 avrà posto a compimento la variante per la Mercafir nei terreni di Castello (ad oggi di proprietà Unipol). Solo a seguito di una richiesta formale di proroga da parte della Società dei Della Valle per la consegna di tutta la documentazione Palazzo Vecchio potrà eventualmente concederla. Concessione che, data l’importanza dell’opera sia per il privato (ACF Fiorentina) sia per il pubblico (la Città di Firenze) appare come una scelta di buonsenso, ma certamente questa non sarà sine die, bensì a tempo determinato, ovvero verrà stabilita una nuova data di scadenza.

Donato Mongatti – IlSitoDiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/14/17, 19:02
Nardella: “Con la variante a Castello avanti speditamente per il nuovo stadio”

Nardella parla della Mercafir e del nuovo stadio

“Tra le novità di oggi in Giunta c’è la delibera che dà l’ok alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS, ndr) per il nuovo stadio, un passo in avanti molto concreto ed importante che a questo punto ci consente di portare in Giunta l’adozione della variante urbanistica dell’area di Castello. Cosa significa? Il dimezzamento dei volumi a costruire e il dislocamento dei mercati generali, in modo da liberare l’attuale area Mercafir e quindi proseguire speditamente per la costruzione del nuovo stadio di Firenze”. Lo ha detto il Sindaco di Firenze Dario Nardella intervenuto per il pranzo di Natale al Teatro della Pergola offerto dall’Enoteca Pinchiorri agli anziani ospiti di Montedomini. Il progetto di ACF Fiorentina, infatti, va ad insistere nell’attuale area dei mercati generali di Firenze (Mercafir) che devono essere ricollocati. Lo riporta Ilsitodifirenze.it.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/15/17, 20:07
Approvata la Vas, via libera al nuovo Castello e passi avanti per lo stadio alla Mercafir

La Fiorentina deve consegnare al Comune il progetto definitivo per il nuovo stadio alla Mercafir entro l’anno

Repubblica fa il punto sulla vicenda relativa alla stadio alla Mercafir partendo dall’approvazione della Vas.

(…) Parte ora un faticoso iter burocratico destinato a durare 3- 4 mesi ( servono pareri di Regione, Asl, Arpat e vari altri soggetti) per arrivare entro 3- 4 mesi alla variante vera e propria. Cioè l’atto finale, quello che ( senza bisogno di un passaggio in Consiglio comunale) sancirà che sui terreni aldilà del viale XI Agosto di proprietà di Unipol si possono trasferire i mercati generali. Già, il trasloco. Fin qui Unipol ha sempre detto di no a tutto e verosimilmente lo farà pure stavolta andando al Tar, visto che quella del Comune è di fatto una decisione unilaterale di modifica delle previsioni urbanistiche sull’area. Unipol è un enorme convitato di pietra da anni: proprietario di decine di palazzi in città e dei terreni di Castello, continua a sfuggire ad accordi e intese. Stavolta Palazzo Vecchio può opporgli la scelta di aver ridotto i volumi di Castello anche sulla base delle prescrizioni di sicurezza della Via per la nuova pista dell’aeroporto. E la Fiorentina cosa farà? Deve consegnare al Comune il progetto definitivo per il nuovo stadio alla Mercafir entro l’anno ma a quanto pare è pronta a chiedere una proroga: di sei mesi? Difficile che il Comune la possa negare, anche se non lo interpreterà come un bel segnale (…).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/15/17, 20:51
Mercafir a Castello senza voto in Consiglio. Nardella: “Stadio, siamo al punto di non ritorno”

Dato che si riducono le superfici edificabili (SUL) non è necessario il voto dei consiglieri, basta il voto della Giunta. Il Comune accelera, si attende la Fiorentina

Il Comune di Firenze accelera per spianare la strada al nuovo stadio della Fiorentina e allo sviluppo dell’area nord-ovest della Città risparmiando un ‘passaggio’ in Consiglio. La commissione VIA (valutazione d’impatto ambientale) del Ministero ha sbloccato la nuova pista dell’aeroporto e oggi la Giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via alla VAS (valutazione ambientale strategica) che ridisegna il PUE (piano urbanistico esecutivo) dell’area di Castello (zona mediana tra l’aeroporto e dove sorgerà la cittadella viola e il nuovo stadio).

La variante urbanistica al PUE di Castello, dato che va a diminuire le superfici edificabili, non necessita del voto del Consiglio Comunale, ma sarà direttamente approvata dalla Giunta. Si va in diminutio di un piano attuativo già approvato dal Consiglio Comunale, portandolo da 440.000 mq di SUL (superfici utili lorde) a 271.200 mq, andando a riscrivere una importante pagina della storia fiorentina, perché si certifica il fatto che Castello non è più l’area destinata al centro direzionale-amministrativo, ma che con l’aeroporto, la Mercafir, lo stadio e il Parco della Piana serve alla nuova Città.

Nell’area nord dei terreni di Castello (ad oggi di proprietà Unipol) su 15 ettari sorgeranno i nuovi mercati generali di Firenze (65.500 mq di SUL complessiva), andando a liberare i 48 ettari dell’attuale Mercafir dove è previsto il progetto di ACF Fiorentina. Mancano per l’adozione del piano di Castello in via definitiva i contributi degli enti in materia ambientale (ARPAT, ASL..) e poi sarà definitivamente approvato dalla Giunta, pertanto entro febbraio inizio marzo la questione sarà ultimata. Le istituzioni hanno fatto la loro parte e sono in attesa che entro il prossimo 31 dicembre la Società dei Della Valle presenti tutta la documentazione che va a completare il progetto definitivo dello stadio e cittadella.

“Al momento non ho ricevuto richieste di proroga da parte di Fiorentina per completare la progettazione – ha detto questa sera il Sindaco Dario Nardella in collegamento col Salotto Viola in onda su Italia 7 – qualora dovesse arrivare valuteremo le motivazioni per capire se si può dare la proroga e soprattutto di quanto tempo. Perché è chiaro che ora ci sono tutte le condizioni per andare avanti velocemente: siamo arrivati a un punto di non ritorno. Oggi, dopo il via libera all’aeroporto e l’inizio della variante per ricollocare la Mercafir, non possiamo più dire che ci siano ostacoli di tipo normativo ed amministrativo. Non ci sono più incertezze e dobbiamo tutti dare il massimo perché a questo punto il progetto dello stadio è una realtà. Stavolta le istituzioni hanno fatto il massimo e lo hanno dimostrato concretamente. Ora col progetto esecutivo e la gara di project (passaggi successivi all’approvazione del progetto definitivo da parte della conferenza dei servizi decisoria, ndr) – ha concluso Nardella – si può realizzare lo stadio esattamente nei tempi che furono annunciati da Andrea Della Valle e Mario Cognigni in Palazzo Vecchio lo scorso 10 marzo”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/16/17, 15:27
Lotti: “Nuovo stadio della Fiorentina? Spero che si sblocchi la situazione velocemente”

Le parole del ministro per lo Sport Luca Lotti sulle ultime vicende fiorentine, tra la Vas, l’aeroporto e il nuovo stadio

Il decreto di Via firmato dal ministro Galletti per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze, e la Vas per l’area di Castello, sono “due belle notizie”, anche per i riflessi positivi su un progetto di nuovo stadio. Lo ha affermato Luca Lotti, ministro dello Sport, a margine di una iniziativa della Fondazione Tommasino Bacciotti.

“Ci aspettiamo che ora i lavori si facciano presto – ha spiegato – perché Firenze ha bisogno di un aeroporto con queste caratteristiche. Se questo aiuta, libera e sblocca con ancora più velocità lo stadio, da tifoso del calcio, da fiorentino, mi auguro che sia una cosa che possa aiutare velocemente a sbloccare la situazione”. Come governo, ha ricordato il ministro, “abbiamo provato a dare una mano a tutte le infrastrutture sportive, del calcio e non solo, tramite la norma che sblocca questi investimenti sportivi, che dà una mano agli investimenti sportivi privati e non. Io mi auguro che anche la Fiorentina possa sfruttare questa norma che crediamo faccia il bene dello sport in generale, dai palazzetti alle piste di atletica, fino ad arrivare agli impianti di calcio”. (Ansa)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/17/17, 14:59
Nuovo stadio, il progetto slitta: Unipol torna in partita, i viola temono ricorsi al Tar

Sul Corriere Fiorentino si fa il punto della situazione sulla questione stadio

Come scrive il Corriere Fiorentino, il progetto definitivo viola per il nuovo stadio alla Mercafir slitta, forse fino a settembre 2018. L’approvazione della Vas è attesa per giugno, dopo Unipol (proprietaria dei terreni a Castello) avrà 60 giorni per ricorrere al Tar e in casa Fiorentina c’è il timore che i tempi si possano allungare. Il termine formale per presentare il progetto scadrà il 31 dicembre, ma dal Comune c’è disponibilità ad una proroga. A meno che Unipol non rinunci pubblicamente alle carte bollate, per avere la certezza su cosa sorgerà nell’area di Castello servirà attendere l’autunno prossimo.

Nel frattempo, la Fiorentina potrebbe comunque presentare il progetto, anche se è difficile credere che il club s’impegni su un progetto da 400 milioni di euro senza avere certezze sui tempi. Ma anche senza partner finanziari, frenati proprio da tali incertezze. Da Palazzo Vecchio aspettano segnali viola: la Fiorentina resta l’unico interlocutore possibile per il nuovo stadio, ma in caso di silenzio allora l’intero bando di interesse potrebbe tornare in discussione. Il nuovo impianto nel 2021, con relativa prima pietra nel 2019, vacilla.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/18/17, 23:59
Nuovo stadio, volontà di giocarci entro il 2021: Mercafir nodo cruciale

Nel CdA si è parlato anche del nuovo stadio

“Il CdA – recita il comunicato pubblicato dalla Fiorentina – ha manifestato apprezzamento per il recente annuncio del Sindaco Dario Nardella sulla possibilità di non accumulare ulteriori ritardi nella procedura per la realizzazione del nuovo stadio”. Felicità e passi in avanti, in tal senso, alla presenza di Daniela Maffioletti, consigliera e responsabile del progetto legato al nuovo impianto.

Le tempistiche? “Proprio perché sia ancora possibile giocare la prima partita nella nuova struttura entro la fine del 2021, la Società, confermando integralmente il proprio impegno, ha già comunicato al Comune la disponibilità a condividere il cronoprogramma e a comprimere i tempi di ulteriore progettazione in sei mesi a partire dalla definizione della variante di piano per la ricollocazione della Mercafir”. Entro il 2021, quindi, dovremmo vedere il primo calcio d’inizio: questo quello che si auspicano le parti, ma ci sono ancora vari nodi da sciogliere.

“Solo questo atto darà infatti la certezza di avere un luogo per poter costruire nuovo stadio e cittadella viola, sicurezza sui tempi e sui vincoli”. Cavilli burocratici e questioni irrisolte tra Firenze e il nuovo stadio della Fiorentina. Ma la strada, al momento, è stata tracciata, con soddisfazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:03
Cda e Nuovo stadio, soddisfazione da Palazzo Vecchio: “Il nuovo cronoprogramma…”

L’analisi del Corriere Fiorentino e il commento dal Comune

Sul Corriere Fiorentino trova spazio la questione che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina. Il club chiederà una proroga ulteriore al Comune, non ancora materialmente presentata, in attesa che la variante di Castello venga ultimata e che Unipol decida su eventuali ricorsi al Tar dopo il “ridimensionamento della capacità edificatoria” sancito da Palazzo Vecchio nell’area (di proprietà della banca) in cui dovrà sorgere la nuova Mercafir. Il progetto definitivo si vedrà dunque alla fine del 2018. La risposta di Palazzo Vecchio, per bocca dell’assessore all’urbanistica Bettarini è chiara: “Prendiamo atto con grande soddisfazione della conferma viola di voler realizzare il nuovo stadio. È auspicabile però che la condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:29
Repubblica: nuovo stadio Fiorentina, rinvio di un anno

La Fiorentina prende la parola e tutto slitta di un altro anno. Doveva presentare il progetto definitivo dello stadio entro il 31 dicembre, tra soli dieci giorni, Natale escluso. E invece, niente da fare: la Fiorentina non chiede proroghe di due o tre mesi. Si prende tutto il 2018. E Palazzo Vecchio, per reazione, chiede a questo punto di vedere a che punto sono i progetti. In pratica, il progetto dello stadio verrà presentato entro 6 mesi da quando il Comune avrà pronto il nuovo Piano di Castello, quello che offrirà la certezza di trasferimento dei mercati generali e dello svuotamento dell’area Mercafir. E visto che Palazzo Vecchio impiegherà almeno 5- 6 mesi per approvare la variante, tutto si sposta a fine 2018. E la partita per il nuovo stadio continua. Lo scrive Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:55
Nuovo stadio: incontro tra Comune e Fiorentina per discutere la proroga

Prima del 31 dicembre Comune di Firenze e Fiorentina si incontreranno per discutere del nuovo stadio

Nei prossimi giorni, e certamente prima del 31 dicembre, Comune di Firenze e ACF Fiorentina si incontreranno per discutere del progetto stadio.

Ieri la Fiorentina ha fatto capire di non essere ancora pronta a completare la documentazione per il progetto definitivo e pertanto la riunione con Palazzo Vecchio servirà per vedere a che punto è il lavoro fatto dai tecnici della Fiorentina e ridefinire i tempi di una eventuale proroga alla scadenza fissata al 31 dicembre 2017.

Fintanto che ACF non avrà integrato in ogni sua parte necessaria la documentazione relativa al progetto definitivo (aree extra-stadio, piano economico finanziario e schema di contratto), non potrà partire la Conferenza dei Servizi decisoria per il sì definitivo all’opera che, oltre al nuovo stadio da 40.000 posti, prevede 87.000 mq di superfici tra Commerciale, direzionale e turistico-ricettivo.

“Prendiamo atto con grande soddisfazione – ha spiegato in serata l’Assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini – della conferma del CDA di Fiorentina di voler realizzare il nuovo Stadio della Città. Quanto all’ipotesi che si profila di un prolungamento dei termini di pubblico interesse per la realizzazione dell’opera, fissati nella delibera di Giunta al 31/12/2017 è opportuno che ogni auspicabile condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione”.

Il messaggio è chiaro. Nei procedimenti di project financing se non viene riconfermato l’interesse nei termini, la procedura decade (ovvero se non fosse formalizzata istanza motivata di proroga da parte di ACF o consegnato quanto dovuto entro il 31/12). Ecco perché il Comune ha la necessità di verificare nei fatti il percorso compiuto ad oggi dalla Fiorentina e decidere in merito.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/19/17, 18:58
Nuovo stadio, ass. Bettarini: “Ci vedremo con la Fiorentina. Cercheremo di definire i tempi”

Intervenuto a Lady Radio, l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini, ha parlato così del nuovo stadio della Fiorentina:

Ci incontreremo con la Fiorentina per discutere del cronoprogramma, vogliamo vedere lo stato di avanzamento della programmazione. La Giunta ha presentato un progetto per la riqualificazione di un’area importante come quella di Castello. Abbiamo deciso di mettere nero su bianco con una delibera di giunta, le nuove funzioni, lo spazio di tolleranza per l’aereoporto, il parco per le compensazioni ambientali e la nuova area della Mercafir. Si parla di 16 ettari di terreno con i metri quadri destinati all’attività del mercato centrale. Quello che noi dovevamo fare, l’abbiamo fatto, ci vorranno ancora 4-5 mesi per l’ultima definizione dell’approvazione alla variante. Capiamo che la Fiorentina abbia bisogno di tempo, vedremo a che punto è la progettazione e cercheremo di definire i tempi una volta per tutte. La Fiorentina vuole arrivare in fondo, noi uguale. Quanto all’ipotesi che si profila di un prolungamento dei termini di pubblico interesse per la realizzazione dell’opera, fissati nella delibera di giunta al 31/12/2017, è opportuno che ogni auspicabile condivisione di un nuovo cronoprogramma passi dalla verifica dello stato di avanzamento della progettazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/19/17, 20:07
Nardella: “Comunicato positivo. Nuovo stadio? Ora parola ai tecnici”

Nardella commentta il comunicato diramato ieri dalla Fiorentina dopo il CdA

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato del nuovo stadio del comunicato diramato dalla Fiorentina dopo il CdA di ieri. Queste le sue parole riportate da Italpress:

La parola ora passa ai tecnici che devono esaminare i documenti e i progetti. Per quanto riguarda la mia amministrazione come i fiorentini sanno e vedono stiamo facendo tutto al meglio per dare alla città lo stadio che merita. Comunicato? Positivo, che conferma una collaborazione ma ora la parola passa i tecnici che devono valutare lo stato di avanzamento del progetto e dipende molto da quello.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/20/17, 22:36
CorFio: Stadio, dopo Natale l’incontro tra Comune e Fiorentina. La proroga…

Le ultime sul progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino si parla della questione Nuovo Stadio. E’ prevedibile che ci sia un incontro tra il Comune e la Fiorentina subito dopo Natale per discutere la proroga per la presentazione del progetto definitivo, come emerso dal cda di lunedì. Stando alle indiscrezioni il progetto definitivo viola (complici le incertezze sui tempi della burocrazia e il possibile ricorso al Tar di Unipol) sarebbe ancora alla fase iniziale. Dopo il faccia a faccia di Palazzo Vecchio, la Fiorentina chiederà (e otterrà, salvo ribaltoni che avrebbero del clamoroso) la proroga, che in pratica rinvierà la presentazione del progetto definitivo all’autunno prossimo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/20/17, 22:50
Repubblica: Scordiamoci lo stadio nel 2021, solo Eurnekian può “salvare” il progetto

Le ultime sul progetto nuovo stadio della Fiorentina, che si intreccia con la questione aeroporto: decisive le procedure per Castello

Ulteriori dettagli sulla questione stadio dalle pagine locali de La Repubblica (firma Massimo Vanni).

Il calendario del nuovo stadio non lo decidono i viola né Palazzo Vecchio: l’operazione Mercafir è appesa al filo di Toscana aeroporti. Del presidente Marco Carrai. E soprattutto dell’argentino Edoardo Eurnekian, deciso ad investire sulla nuova pista da 2.400 metri. In pratica se il magnate dell’aeroporto acquisterà i terreni del Gruppo Unipol, permetterà di saltare molte lungaggini su un’area che interessa il suo progetto ma anche quello della Fiorentina. Altrimenti toccherà a Comune intavolare una trattativa con i proprietari della zona di Castello oppure potrebbe procedere con l’esproprio che richiederebbe però addirittura 2-3 anni.

La richiesta di ulteriore proroga da parte della Fiorentina non è stata gradita da Nardella: “Sei mesi sono troppi, devono darcelo prima», si borbotta il giorno dopo a Palazzo Vecchio. Ma è già nelle cose che Nardella concederà ai viola ancora del tempo. Carte da esibire o meno. Ma la prima partita del 2021 possiamo scordarcela, conclude l’articolo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/20/17, 23:56
Nardella pizzica DDV: “Nuovo stadio? Rispondiamo con i fatti, non con le parole”

Così il sindaco di Firenze rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento alle parole arrivate quest’oggi da DDV

“Noi rispondiamo non con le parole, ma coi fatti. E i fatti che riguardano l’amministrazione comunale li conoscono tutti”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento alle parole arrivate quest’oggi da Arquata del Tronto (Ascoli) da parte del proprietario della Fiorentina, Diego Della Valle, che sulla possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze ha dichiarato come ciò non dipenda dal club viola . (Italpress)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/21/17, 21:38
CorFio: Nuovo stadio, sì alla proroga chiesta dalla Fiorentina. Ma è l’ultima

La situazione legata al progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino, dopo il botta e risposta tra Diego Della Valle e il sindaco di Firenze Dario Nardella, si fa chiarezza sulla questione stadio: “Ieri infatti è arrivata la richiesta di proroga da parte della società viola: la manifestazione di pubblico interesse infatti scade il 31 dicembre. Per proseguire con il project financing, la Fiorentina doveva chiedere altri mesi di proroga (la seconda). Il Comune è pronto a dargliela, ma è l’ultima: vuole anche vedere se la società è andata avanti nella progettazione. Per questo sarà anche l’ultima: sarebbe imbarazzante, soprattutto nei confronti di enti di controllo, proseguire solo con le proroghe. Anche perché l’amministrazione si sente di aver fatto tutto quello che era nelle sue possibilità per portare avanti il progetto del nuovo stadio, della Cittadella viola, arrivando fino a fare una variante al vecchio Piano di Castello, ora nelle mani di Unipol. E la Fiorentina ha infatti chiesto una proroga, che duri 6 mesi dall’approvazione della variante, che potrebbe arrivare già a marzo”.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/21/17, 21:49
Nuovo stadio: tra D. Della Valle e Nardella gelo e fendenti

Come sottolinea La Repubblica, torna il gelo tra la proprietà viola ed il Comune di Firenze dopo il botta e risposta di ieri a distanza tra Diego Della Valle ed il sindaco Dario Nardella. Giusto, con questo clima, credere ancora alla costruzione del nuovo stadio? Se il nuovo stadio dovesse dipendere dai 15 ettari di Castello di proprietà di Unipol, Toscana Aeroporti, che gestisce gli scali di Firenze e Pisa sembrerebbe pronta a risolvere il caso comprando tutto. Fin qui bene. Ma c’è un però. Nessuno a Peretola parla direttamente, ma è chiaro che la società, di cui è socia maggioritaria Corporacion America dell’argentino Edoardo Eurnekian, non muoverà un passo senza un progetto definitivo della Fiorentina che esprima con assoluta chiarezza la volontà di farlo lo stadio, come e quando.

Nell’incertezza resta tutto fermo. Per la prima volta i toni delle discussioni negli uffici non sono affatto concilianti con la versione della Fiorentina, con la posizione espressa da Ddv. Nardella e i suoi tendono a pensare che «gli altri» da cui dipenderebbe il nuovo stadio di cui parla Ddv non sono loro: semmai il partner finanziario di cui la squadra viola ha sempre detto di aver bisogno per un investimento da oltre 300 milioni di euro. Il Comune non si rimprovera ritardi né lacune amministrative. I mercati generali ancora da spostare? «L’iter è avviato. E comunque non è che per fare un progetto definitivo si aspetta il trasloco», si spiega da Palazzo Vecchio. Ddv fa presente che la Fiorentina si assumerebbe un rischio? «E che cos’è allora l’impresa se non anche rischio?» riflette qualcuno in Comune.

Intanto la Fiorentina ha ufficialmente chiesto la proroga rispetto al termine del 31 dicembre per la presentazione del progetto definitivo. Di quanto? Sei mesi a partire dalla variante. Quella che Palazzo Vecchio conta di approvare per maggio (non serve l’ok del Consiglio) e che sarebbe il primo passo per spostare la Mercafir. Concederà il Comune la proroga chiesta dai viola rispetto al termine del 31 dicembre per il definitivo? Lecito supporre di sì: «Ma comunque i nostri tecnici ora prima di concederla e di stabilirne la durata dovranno valutare a che punto è la progettazione da parte della Fiorentina» si avverte dal Comune. E si aggiunge: «Sarà l’ultima proroga». (…)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/22/17, 22:08
Stadio, Nardella: “Terreno gratis bel vantaggio per i Della Valle. Variante urbanistica entro marzo”

Ospite stamattina negli studi di Italia 7, il Sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare della questione riguardante il nuovo stadio: “Dal 2015 ad oggi abbiamo fatto diversi passi in avanti e confermo il nostro impegno: ci hanno chiesto un’area ampia e noi gliel’abbiamo messa a disposizione, ci hanno chiesto degli atti concreti per spostare il mercato e li abbiamo fatti, ci hanno chiesto di aspettare la V.I.A. per la pista dell’aeroporto ed è arrivata.

Ora credo di potermi prendere un ulteriore impegno entro marzo, con la variante urbanistica che dimezza i volumi di spazi edificabili nell’area di Castello, salvaguardando il famoso parco di 80 ettari. La variante volta ad aumentare la sensibilità e l’impatto ambientale, permettendo lo spostamento della Mercafir e liberando l’area dove costruire lo stadio. A giudicare dal lavoro dei tecnici del comune, sono fiducioso.

I Della Valle hanno sempre detto di volere lo stadio per un nuovo ciclo viola. La Fiorentina ha anche un vantaggio rispetto alle altre società che hanno dovuto comprare il terreno dove vanno ad edificare: a Firenze il terreno è pubblico e noi lo diamo gratuitamente con un titolo di concessione di lungo periodo, usando la norma sugli stadi che io stesso avevo varato quando ero Parlamentare e che lo stesso Ministro Lotti ha migliorato. Non è poco”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/23/17, 14:48
Nardella: “Stadio, nessuna polemica. Rispondere con i fatti? Ecco cosa intendevo”

Le ultime sulla questione che riguarda il nuovo stadio della Fiorentina

Sulle colonne de La Nazione troviamo alcune dichiarazioni del sindaco di Firenze, Dario Nardella, in merito alle ultime questioni che riguardano il nuovo stadio della Fiorentina. Sembrava che potessero esserci delle frizioni tra le parti, invece Nardella afferma: “Voglio essere molto chiaro, una volta per tutte. Non è con le polemiche che costruiamo il nuovo stadio. Quindi non intendo sollevare alcuna questione, perché quello che conta è raggiungere l’obiettivo, arrivare al traguardo nell’interesse della città. Quando ho detto che rispondiamo con i fatti, mi riferivo esattamente al lavoro che ora tocca agli uffici tecnici per esaminare lo stato di avanzamento della progettazione e per poi continuare affinché tutto sia a posto per tirare su la nuova struttura”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/25/17, 04:09
Nuovo stadio: Mercafir compatibile con vecchia e nuova pista

L’area che accoglierà la nuova Mercafir è compatibile sia con la vecchia, sia con la futura pista parallela dell’aeroporto di Firenze. Lo si apprende scorrendo le 160 pagine che compongono il documento preliminare della valutazione ambientale strategica (VAS)

Nella questione nuovo stadio della Fiorentina – tra botta e risposta tra i Della Valle e Palazzo Vecchio, possibili ricorsi, valutazioni ambientali, progetti e incertezze – spunta una sicurezza: l’area che accoglierà la nuova Mercafir è compatibile sia con la vecchia, sia con la futura pista parallela dell’aeroporto di Firenze.

Lo si apprende scorrendo le 160 pagine che compongono il documento preliminare della valutazione ambientale strategica (VAS) della variante al piano urbanistico esecutivo (PUE) di Castello, l’area ad oggi di proprietà Unipol destinata, tra l’altro, ad accogliere i nuovi mercati generali, andando così a liberare la zona attualmente occupata dagli stessi e dove insiste il progetto del nuovo stadio e cittadella viola.

Il documento disegna gli scenari urbanistici futuri dell’area e, in merito all’ipotesi, l’insediamento nella parte Nord di attività artigianali ed industriali (lotto 1) “sembra poter coesistere – si legge – sia con l’attuale pista che con la nuova con andamento est-ovest. L’area infatti sarebbe in parte interessata dalla zona di tutela A e C qualora fosse mantenuta la pista attuale, e solo in minima parte, interessata dalla zona di tutela D nel caso fosse realizzata la nuova pista”.

Il gruppo di lavoro che ha redatto la VAS di Castello, in merito alle zone di tutela in prossimità degli aeroporti dettate da ENAC, rileva che il carico antropico (la concentrazione di persone) derivante dalla nuova ipotesi (visti i dati sugli accessi relativi alla presenza di addetti/utenti forniti da Mercafir per fascia oraria, compresenza massima di 650 persone) e considerata la superficie di 15 ettari sulla quale si svilupperà il mercato, genera una concentrazione di un addetto/utente ogni 230 mq. “Tale dato – spiega la VAS – parrebbe non configurare le fattispecie inibite nella zona di tutela A (della pista attuale) laddove vengono vietati gli insediamenti ad elevato affollamento”.

Se per il trasferimento della Mercafir la soluzione appare compatibile sia con l’attuale pista, sia con la futura, il lotto destinato ad accogliere uno studentato all’estremo ovest lungo via del Termine collegato al polo tecnologico dell’Università, sarà condizionato alla “realizzazione della nuova pista e alla dismissione di quella attuale, ricadendo interamente in zona di tutela A”.

Il nuovo piano di Castello, ovviamente, guarda al futuro sviluppo della zona nordovest di Firenze. Le capacità edificatorie sono ricalcolate, tra l’altro, in base ai vincoli della nuova pista, per la quale pochi giorni fa la commissione del Ministero ha dato l’ok alla valutazione d’impatto ambientale (VIA). Tutte le tessere del puzzle stanno andando a posto. Manca la Fiorentina col progetto definitivo di stadio e cittadella viola – integrato con la parte commerciale, lo schema di contratto e il piano economico finanziario (PEF) – ma la società viola chiede una proroga finché non sarà definitivamente approvata la variante che a Castello “trova casa” alla Mercafir.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/25/17, 04:14
Rai: Diego Della Valle chiama Nardella, il progetto nuovo stadio va avanti

Contatto telefonico nelle scorse ore tra Dario Nardella e Diego Della Valle. Come riportato dal Tgr Rai Toscana, il sindaco di Firenze ha chiesto al patron della Fiorentina a chi fossero rivolte le sue parole pronunciate in occasione dell’inaugurazione del nuovo stabilimento Tod’s ad Arquata. La frase “incriminata” sarebbe questa: “Questa è un’occasione che dimostra che quando si decide di fare le cose insieme si può riuscire anche in tempi brevi”.

Diego Della Valle, sentitosi col primo cittadino per gli auguri di Natale, ha precisato che non si riferiva all’amministrazione comunale. Il numero uno viola ha, anzi, ribadito la volontà di portare avanti il progetto per il nuovo stadio.

(https://pbs.twimg.com/media/DR1IwuFXcAAyPB-.jpg)
Tgr Rai Toscana

@TgrRaiToscana
Fra poco nel Tg sera:
Ultime ore prima del Natale nelle città d'arte toscane; a tavola piatti tipici in casa come al ristorante; il patron della @acffiorentina chiama il sindaco di Firenze @DarioNardella : "il nuovo Stadio si farà presto!"@TgrRai

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/27/17, 16:01
Nuovo stadio e proroga, ass. Bettarini: “Incontro Comune-Fiorentina per valutare i tempi”

“In questi giorni i nostri uffici tecnici valuteranno l’avanzamento della progettazione ed insieme alla Società (ACF Fiorentina, ndr) definiranno quali sono i tempi opportuni anche alla luce dell’avanzamento delle procedure da parte dell’Amministrazione e quella che può essere una definizione dei tempi sicuramente più precisa rispetto all’idea che avevamo qualche tempo fa”. Lo ha detto l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo nel Consiglio comunale odierno ad una domanda del Question Time di Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra), in merito alla scadenza del 31 dicembre, data in cui la ACF Fiorentina dovrebbe integrare tutta la documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio e cittadella viola, ma la società viola necessiterebbe di una proroga alla scadenza.

Nei giorni scorsi la Giunta di Palazzo Vecchio ha dato il via alla procedura per la valutazione ambientale strategica (VAS) sulla variante al piano esecutivo di Castello, area che, tra l’altro, una volta ridisegnata, potrà accogliere il trasferimento della Mercafir e liberare la zona di intervento del progetto dei Della Valle. Per approvare la variante è necessario sottoporla al documento preliminare della VAS che deve essere analizzato dai soggetti competenti in materia ambientale. “È già stata convocata la conferenza dei servizi per acquisire i contributi da parte degli organismi aventi competenza di carattere ambientale – ha spiegato Bettarini rispondendo ad un Question Time della consigliera Paolieri (PD) – che si svolgerà a gennaio. Da lì in poi questi contributi rientreranno nella procedura di adozione della variante. Tra adozione ed approvazione ci saranno 60 giorni, quindi è presumibile che in capo a qualche mese andremo all’approvazione definitiva della variante urbanistica del piano urbanistico esecutivo di Castello”.

I soggetti competenti ed interessati per la variante sono: Regione Toscana, ricomprendendo anche il Settore Bonifiche, Autorizzazioni Rifiuti ed Energetiche, Regione Toscana, Settore Genio Civile Valdarno Superiore, Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana, Soprintendenza Archeologia Belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, Autorità di Bacino del Fiume Arno, Azienda Sanitaria di Firenze, Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, Autorità Idrica Toscana, ENAC e Comune di Sesto Fiorentino.

Donato Mongatti – IlSitoDiFirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/27/17, 16:54
Nuovo stadio, Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra): “Il consiglio comunale non può essere scavalcato”

La presa di posizione di una esponente di Firenze Riparte a Sinistra

Sul progetto del nuovo stadio della Fiorentina, ecco la presa di posizione di Donella Verdi (Firenze Riparte a Sinistra): “Il Consiglio comunale non può essere scavalcato e ignorato su una questione così importante. Le decisioni sul ridisegno di quell’area non possono essere prese soltanto dalla Giunta. Abbiamo letto sulla stampa delle schermaglie tra Diego Della Valle e il Sindaco Nardella sulla realizzazione del nuovo stadio e dell’intenzione di Toscana Aeroporti di valutare l’interesse ad acquisire parte dell’area di proprietà Unipol, dove l’Assessore Bettarini risponde di non avere conoscenza formale di questa acquisizione. Acf Fiorentina – ricorda la consigliera di Firenze Riparte a Sinistra Donella Verdi – doveva presentare il progetto definitivo per la realizzazione del nuovo stadio entro il 31 dicembre 2017 e non risulta pervenuto all’Amministrazione comunale nessun progetto. E, con questa risposta, di fatto ci conferma che una proroga verrà per forza concessa. Ancora una volta la Acf Fiorentina rinvia la presentazione del progetto del nuovo Stadio integrato con le prescrizioni del Comune. C’è allora da chiedersi se la “società viola” sia ancora intenzionata alla sua realizzazione, o piuttosto non abbia ancora trovato gli investitori necessari per sostenere la sua realizzazione. (…) Il nuovo stadio, il Centro Alimentare Polivalente, l’area di Castello e la pista aeroportuale sono realizzazioni strettamente connesse e non può risolversi tutto con una delibera di giunta, per di più ambigua, legata a vincoli, compatibilità, prescrizioni. ricorsi con i soggetti coinvolti. Non può essere sufficiente – conclude Donella Verdi – l’illustrazione della delibera in una commissione consiliare, il Consiglio comunale non può essere scavalcato e ignorato su una questione così importante. E’ per questo che riteniamo necessario che l’assemblea cittadina debba essere investita direttamente delle decisioni sul ridisegno di quest’area”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/28/17, 12:49
Nuovo stadio, proroga concordata: oggi l’incontro per il nuovo termine. La Fiorentina…

La società viola ha già speso 2 milioni di euro in carte. E per arrivare al progetto definitivo deve spenderne altri 5: vuole certezze prima di investire

Nuovo stadio, proroga concordata per il progetto definitivo – scrive La Repubblica oggi in edicola -. Preso atto che la Fiorentina non presenterà il progetto entro il 31, Palazzo Vecchio cambia strada. Con un messaggio dallo spirito natalizio, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini annuncia davanti al consiglio comunale che gli  uffici tecnici valuteranno l’avanzamento della progettazione ed insieme alla Fiorentina definiranno quali sono i tempi opportuni. Un termine che potrebbe essere il prossimo settembre, o magari ottobre. Comunque inferiore, per non dare l’impressione di un “cedimento”, rispetto a quello ipotizzato dai viola, che nel documento di una decina di giorni fa aveva parlato di sei mesi a partire dall’approvazione del nuovo Piano di Castello.

Oggi stesso i tecnici viola s’incontreranno con quelli dello studio Rolla di Torino, incaricati di progettare stadio e cittadella. E insieme sfoglieranno le carte consegnate fin qui al Comune per capire quanto tempo ancora occorre per arrivare alla stesura definitiva del progetto e dare un termine credibile, non passibile di proroghe ulteriori. Palazzo Vecchio conta di avere la nuova Castello a primavera e la Confererenza dei servizi è già stata convocata per gennaio. Ma perché non approfittare dei tempi della variante per finire il progetto?

È quello che pensa Palazzo Vecchio. Non la Fiorentina però, che ha già speso 2 milioni di euro in carte. E per arrivare al progetto definitivo deve spenderne altri 5. Dal momento che solo la variante Castello può offrire certezze sul trasferimento della Mercafir, e dunque sul futuro del nuovo stadio, la Fiorentina non vorrebbe tirare fuori altri 5 milioni senza avere certezze. Convinta com’è che, qualora disponesse dell’attuale area Mercafir nel giugno 2019, potrebbe completare lo stadio, se non la cittadella, nel 2021. Ma sono tutti calcoli fatti ancora senza l’oste. Cioè senza l’Unipol. Che succede se la compagnia assicuratrice proprietaria dei terreni presentasse un ricorso al Tar contro il nuovo Piano urbanistico di Castello?

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/28/17, 12:58
Lady Radio: la Fiorentina ha depositato il progetto definitivo del nuovo stadio

I tecnici del Comune – riporta l’emittente – sarebbero già al lavoro per valutarne il contenuto

Aggiornamenti importanti per quanto riguarda la questione legata al nuovo stadio: secondo quanto riporta stamattina Lady Radio, la Fiorentina avrebbe depositato il progetto definitivo per la realizzazione dell’impianto nell’area Mercafir. I tecnici del Comune, inoltre, sarebbero già al lavoro per valutarne il contenuto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/28/17, 13:07
Nuovo stadio, Nardella chiarisce: “Documenti viola per valutare lo stato di avanzamento del progetto”

Da giorni, infatti, è arcinoto che il Comune aveva manifestato la necessità di visionare i progressi fatti dai tecnici della Fiorentina

Ci pensa il Sindaco di Firenze Dario Nardella a fare chiarezza sulla situazione nuovo stadio, dopo la notizia lanciata in mattinata sulla presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina. “Ieri la società viola ha consegnato una voluminosa documentazione che è in corso di esame dai nostri uffici per valutare lo stato di avanzamento della progettazione”, ha dichiarato il primo cittadino.

“Sullo stato di avanzamento aspettiamo quello che sarà il verdetto degli uffici tecnici e sulla base di questo in Giunta decideremo sulla richiesta di proroga”, le parole di Nardella a margine del Consiglio Comunale odierno, parlando con i giornalisti presenti.

IlSitoDiFirenze.it aggiunge che da giorni, infatti, è arcinoto che il Comune aveva manifestato la necessità di visionare i progressi fatti dai tecnici della Fiorentina riguardo la documentazione del progetto definitivo del nuovo stadio e cittadella viola per il quale la stessa Società, in una nota dello scorso 18 dicembre pubblicata sul sito ufficiale, aveva manifestato la necessità di una proroga alla scadenza fissata per il 31 dicembre prossimo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/29/17, 00:17
Nuovo stadio: c’è l’ok definitivo alla VIA per l’aeroporto

Arriva la firma del ministro Franceschini. Altro passo importante per il nuovo stadio della Fiorentina

“Corporacion America Italia, in qualità di azionista di controllo di Toscana Aeroporti, prende atto con entusiasmo della firma del decreto di VIA, punto di partenza fondamentale per realizzare gli investimenti al fine di sviluppare, in termini di numero di passeggeri, di posti di lavoro e di risultati economici, l’aeroporto di Firenze all’interno del Sistema Aeroportuale Toscano”.

Così la società che controlla gli aeroporti di Firenze e Pisa, in una nota, in merito all’ultima firma del Ministro Franceschini (MIBACT) che mancava, dopo l’ok della commissione e la firma del Ministro dell’Ambiente Galletti, per lo sblocco definitivo alla questione.

Toscana Aeroporti S.p.A. rende noto che è stato sottoscritto dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze.
La firma segue la conclusione positiva dei lavori della Commissione tecnica VIA che, lo scorso 5 dicembre 2017, ha emanato il parere integrativo per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2029 per l’aeroporto di Firenze che prevede la realizzazione della nuova pista da 2.400 metri e del nuovo terminal.
Preso atto del giudizio favorevole di VIA circa la sostenibilità ambientale dell’opera, Toscana Aeroporti esprime la propria soddisfazione per l’ottenimento del decreto VIA che rappresenta un passaggio fondamentale per la realizzazione di un progetto di rilevanza strategica per la Società e il sistema aeroportuale toscano.
“Apprendiamo con soddisfazione la firma del decreto di VIA che sancisce la compatibilità ambientale del Master Plan dell’aeroporto di Firenze con pista parallela. Questo rappresenta il primo e fondamentale passaggio per la conclusione dell’iter di autorizzazione di un progetto che consentirà di dotare la città di Firenze e l’intera Toscana di un’infrastruttura strategica per rispondere alla domanda inevasa di traffico in regione e risolvere i limiti strutturali dell’attuale pista”, ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/29/17, 00:18
Nuovo stadio, Maffioletti: “Prima partita nel 2021 obiettivo ancora raggiungibile”

La Fiorentina ha trasmesso ieri al Comune di Firenze una serie di integrazioni progettuali per la realizzazione del nuovo stadio

ACF Fiorentina ha trasmesso ieri al Comune di Firenze una serie di integrazioni progettuali, per la realizzazione del nuovo stadio, complementari a quanto era stato depositato prima della presentazione alla città del 10 marzo scorso.

Si tratta di un approfondimento, coerente con il cronoprogramma della procedura, che consentirà allo stesso Comune di Firenze di confermare il ‘pubblico interesse’ del progetto, propedeutico alla ulteriore progettazione che potrà essere sviluppata entro sei mesi dall’approvazione della variante di piano per la ricollocazione di Mercafir.
La variante darà infatti quella certezza di area, di vincoli e di tempi tecnicamente indispensabile per procedere.
 
Verrà quindi realizzata un’infrastruttura, del livello che Firenze merita, che sarà al contempo un elemento di qualificazione urbana, un fattore di sviluppo economico e sociale, un asset per rafforzare la società e uno strumento importante per rendere più competitiva la squadra.
“Nel percorso per raggiungere questo importante risultato – commenta Daniela Maffioletti, Consigliere di Amministrazione di ACF Fiorentina SpA, con delega per questa iniziativa – Il Comune e la Società proponente hanno due ruoli assolutamente ben distinti e proprio la procedura prevista dalla legge affida loro compiti chiari e diversi il cui rispetto è fondamentale e irrinunciabile. Ciò non toglie che vi sia un’unità d’intenti e d’azione nel voler realizzare l’opera rapidamente e nel migliore dei modi. E giocare la prima partita nel nuovo stadio entro il 2021 è un obbiettivo ancora raggiungibile”. Lo riporta la Fiorentina su violachannel.tv.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/29/17, 15:39
Nuovo stadio, in autunno la consegna del progetto definitivo? Il costo…

Ieri la Fiorentina ha inviato al Comune di Firenze integrazioni progettuali per il nuovo stadio. C’è l’incognita relativa ad un possibile ricorso Unipol, proprietaria dei terreni di Castello, contro l’esproprio necessario per spostare il mercato

Integrazioni progettuali per il nuovo stadio. Sono quelle che dalla Fiorentina sono arrivate a Palazzo Vecchio. Niente a che vedere – scrive La Nazione – con il progetto definitivo che il Comune sperava di avere entro il prossimo 31 dicembre. Solo – e la definizione è della Fiorentina – “un approfondimento coerente con il cronoprogramma della procedura che consentirà allo stesso Comune di confermare il ‘pubblico interesse’ del progetto, propedeutico alla ulteriore progettazione che potrà essere sviluppata entro sei mesi dall’approvazione della variante di piano per la ricollocazione di Mercafir”. Perchè i nodi sui quali la società non intende cedere sono “la certezza di area, di vincoli e di tempi tecnicamente indispensabili per procedere”.

La variante Mercafir alla quale Palazzo Vecchio lavora da tempo dovrebbe essere pronta a marzo, considerati i sei mesi calcolati dalla Fiorentina i nuovi tempi per la consegna del costoso progetto definitivo (si parla di almeno 9 milioni di euro) potrebbero essere fissati all’inizio dell’autunno. Nove mesi che serviranno a sciogliere anche lo spinoso passaggio del trasferimento della Mercafir sul quale grava l’incognita di un possibile ricorso Unipol, proprietaria dei terreni di Castello, contro l’esproprio necessario per spostare il mercato. Tutti i passaggi che si renderanno necessari potrebbero incidere sul fronte dei costi e dei tempi. Ed è proprio valutando questa incertezza che la Fiorentina pretende chiarezza.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/29/17, 16:17
Nardella: “Nuovo stadio? Fiorentina e Comune lavorano in parallelo per obiettivo condiviso”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato a margine del consiglio comunale odierno: “Sia Fiorentina che Comune devono fare la propria parte in parallelo, per arrivare all’obiettivo condiviso del 2021. È un obiettivo raggiungibile, lavoriamo per questo e perché non vi siano difformità di vedute con ACF. Mercafir? Ogni dettaglio dopo aver visto la progettazione e quando sarà finita variante urbanistica”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/29/17, 16:35
Nuovo stadio: a gennaio la decisione sulla proroga

Le ultime su ciò che riguarda la questione stadio

Secondo quanto viene riportato da ilsitodifirenze.it, la proroga che il Comune di Firenze concederà alla Fiorentina sarà stabilita in gennaio. Gli uffici tecnici di Palazzo Vecchio sono ancora al lavoro per valutare le voluminose integrazioni consegnate dalla Società Viola nei giorni scorsi. Ad anno nuovo verrà decisa la nuova scadenza entro la quale ACF Fiorentina dovrà completare in ogni sua parte tutta la la documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio e la cittadella viola, ovvero 87.000 mq di superfici extra stadio suddivisi tra commerciale, turistico-ricettivo e direzionale. È quanto emerso stamani in occasione della Giunta del Comune di Firenze riunitasi di prima mattina in Palazzo Vecchio, dopo che nelle scorse ore i tecnici degli uffici comunali hanno esaminato in parte lo stato di avanzamento della progettazione consegnata da ACF Fiorentina l’altro ieri.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/30/17, 12:29
Così Repubblica sul nuovo stadio: “Comune, Fiorentina: Risparmiateci il gioco del cerino acceso”

Il noto quotidiano ha aperto l’edizione di oggi con un commento in prima pagina relativo alle procedure prolungate che stanno caratterizzando il caso del nuovo stadio

Riportiamo di seguito in forma ridotta il commento pubblicato in prima pagina su La Repubblica di oggi (ed. Firenze). Il testo, a firma di Sandro Bertuccelli, si mostra fortemente critico nei confronti delle procedure prolungate che stanno caratterizzando il caso del nuovo stadio.

Oggi su questo giornale non troverete la consueta rubrica “quando si fa lo stadio nuovo”. Il quotidiano punzecchiarsi tra Nardella e Della Valle sui tempi di realizzazione della cittadella viola temiamo abbia portato a esaurimento la pazienza di tutti. Non passa giorno senza che i due si smentiscano l’un l’altro con garbo cerimonioso. Ora, i fiorentini sono abituati ai tempi biblici con cui qui in zona vengono realizzati i progetti e continueranno a andare sereni al caro e vecchio Franchi. Però risparmiategli la stucchevole gara a chi lascia in mano all’altro il cerino acceso. Nardella e Della Valle si ingarellino riservatamente via sms. E quando saranno pronti per davvero ce lo facciano sapere.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/30/17, 12:33
Nuovo stadio, Nardella: “I tecnici del Comune stanno analizzando i documenti della Fiorentina”

Le parole del sindaco Nardella nell’intervista di fine anno rilasciata a La Nazione

Intervistato da La Nazione, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, è tornato a parlare anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Sono stati fatti molti passi in avanti. L’ultimo, importante, lo ha compiuto la Fiorentina consegnando una voluminosa documentazione sul progetto. I tempi? In queste ore i nostri tecnici stanno verificando lo stato di avanzamento. Solo sulla base di questo verdetto stabiliremo il termine definitivo per la consegna di tutto il progetto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/09/18, 21:44
Il Sole 24 Ore: Firenze, la Fiorentina e il limbo del nuovo stadio

Firenze, la Fiorentina e il progetto per il nuovo stadio che non decolla del tutto: l’analisi

A Firenze le grandi storie d’amore durano al massimo dieci, dodici, quindici anni ma si portano dietro qualcosa d’irrisolto che resta per sempre. Se proprio non vogliamo tirare in ballo Dante e Beatrice e quel legame ideale che li ha uniti oltre la morte, parliamo di calcio: il rapporto tra la città e le famiglie proprietarie della Fiorentina – club che come pochi altri è fattore di identità – fa molta fatica a superare la soglia del 15esimo anno.
Ci si innamora, arriva il momento delle promesse, il grande sogno sembra a un passo, quindi – scrive Il Sole 24 Ore – incombe inesorabile la crisi. Accadde con i conti Pontello, rimasti in sella per tutti gli anni Ottanta tra Antognoni e il giovane Roby Baggio, con Cecchi Gori, a un soffio dal sogno scudetto ai tempi delle mitragliate di Batistuta, oggi sembra accadere di nuovo con i Della Valle, protagonisti di una parabola per certi versi storica: partenza dalla C2 dopo il fallimento della vecchia Fiorentina datato 2001, rapida scalata in A, addirittura due partecipazioni in Champions League nel 2008-2009 e nel 2009-2010 con Prandelli in panchina e Mutu in campo, la vittoria del campionato che sembra di nuovo alla portata (…).

Il feeling tra gli imprenditori di Tod’s e Hogan e la piazza sembra ai minimi storici, come dimostra il fatto che prima di Natale, per la prima volta, abbiano disertato la tradizionale cena di fine anno. La partita con il comune di Firenze per il nuovo stadio va avanti all’insegna del fair play, ma sembra arrivata a una fase in cui i rimpalli prevalgono sul fraseggio. Il progetto, presentato a dicembre 2016, è molto ambizioso: investimento in project financing da 400 milioni per 4mila posti di lavoro che arriverebbero a 8mila con l’indotto. La procedura individuata per l’operazione è quella prevista dai commi 303 e 304 della Finanziaria del 2013, «qualcosa di non troppo diverso – sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella – dal modello che ha portato alla costruzione dello Juventus Stadium a Torino». Seguendola si dovrebbe arrivare a una struttura per 40mila spettatori, con spazi commerciali da 50mila metri quadri e 10mila metri quadri da destinare a servizi turistico-ricettivi. L’operazione, però, prevede incastri tutt’altro che semplici a nordovest della città: il nuovo aeroporto che ha già incassato la Verifica di impatto ambientale condivisa dai ministeri di Ambiente e Beni culturali porterebbe allo spostamento dei mercati ortofrutticoli Mercafir nell’area di Castello, oggi di proprietà di Unipol, con la conseguente liberazione degli spazi su cui dovrebbe sorgere la cittadella viola.

La cosa chiara più o meno a tutti è che con l’impianto direttamente gestito dalla Viola ci sarebbero i presupposti per far crescere un fatturato nel 2016 a quota 135,4 milioni, in virtù di un territorio di riferimento che, mettendo insieme tutta la provincia, supera di poco il milione di abitanti. «Fare calcio oggi», secondo Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze e grande tifoso gigliato, «è molto complicato, tanto più se non puoi contare su un grande bacino d’utenza. Ti scontri con multinazionali e gruppi finanziari parecchio strutturati. Il progetto di stadio, comunque la si metta, renderebbe più sostanziosi i ricavi». Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio fiorentina, «da imprenditore» elogia la gestione Della Valle, per quanto «da tifoso» si augurerebbe «un progetto ben definito. Lo stadio può essere la chiave di volta: sia in un’ipotesi di rilancio da parte dei Della Valle che per una exit strategy», contando sul fatto che «il brand Firenze è potentissimo sui mercati internazionali» e qualche investitore pronto a scommettere sulla Fiorentina potrebbe pure spuntare.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/18/18, 21:25
Nardella: “Nuovo stadio, saranno rispettati i tempi. Termine ultimo il 31 ottobre”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato a Italia 7: “Proroga progetto stadio? La Fiorentina ha presentato una documentazione ulteriore prima della fine del 2017, che il nostro gruppo tecnico ha valutato. Sono arrivati a tre conclusioni: la documentazione ha mostrato passi in avanti sulla progettazione, che la valutazione ambientale strategica c’è e che però ancora non c’è la documentazione necessaria per completare il tutto.

Di fronte a questa analisi ho deciso di presentare alla giunta la valutazione e fissate nel 31 ottobre il termine ultimo, ritenuto adeguato dai tecnici. Non vogliamo mettere in difficoltà la Fiorentina. Nel frattempo noi faremo la nostra parte. Il percorso davanti è chiaro, ognuno deve fare il massimo. Questo termine non pregiudicherà l’impegno ad avviare i lavori nei tempi già annunciati quando ci fu la famosa conferenza stampa”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/19/18, 20:23
A ottobre l’ultima scadenza: Fiorentina soddisfatta

La Fiorentina avrà tempo fino al 31 ottobre 2018 per presentare il piano definitivo per Novoli

Sul Corriere Fiorentino si parla del nuovo stadio. Come ha spiegato ieri Nardella, la Fiorentina avrà tempo fino al 31 ottobre 2018 per presentare il progetto definitivo per Novoli.

Dalla società viola, intanto, filtra soddisfazione perché Palazzo Vecchio avrebbe capito la serietà delle intenzioni viola e confida nel 2021 di inaugurare lo stadio. E sempre ieri Palazzo Vecchio ha reso noto he il ministero dell’ambiente ha costituito l’Osservatorio Ambientale dell’aeroporto di Firenze previsto dalla Valutazione d’Impatto Ambientale per monitorare i lavori e l’inquinamento e nel quale non ci saranno né i Comuni della Piana né Prato.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/19/18, 21:10
Mercafir, primo passo fondamentale: c’è il sì al trasloco. Ecco i dettagli

Via alla cancellazione dell’area Fondiaria

Castello, il nuovo piano attuativo ha ottenuto il primo via libera sul fronte ambientale. E’ il primo passo avanti importante – scrive La Nazione – per la Vas (Valutazione ambientale strategica) sul fronte del nuovo Pue, quello che di fatto cancella la vecchia «area Fondiaria», oggi passata nelle mani di Unipol, in cui è previsto anche il trasloco della Mercafir che dovrebbe finalmente dare il via al nuovo Stadio e alla Cittadella viola.

A questo punto si può procedere con l’adozione della variante urbanistica. Il parere favorevole degli enti è stato espresso ieri dalla conferenza dei servizi negli uffici dell’Urbanistica in piazza San Martino. Al tavolo erano presenti Enac, Regione Toscana, Arpat, Città metropolitana, Mibact, Autorità di bacino, Azienda sanitaria, Consorzio di bonifica, Autorità idrica toscana, Comune di Sesto Fiorentino.
La proposta di variante sottoposta a Vas prevede l’eliminazione degli edifici dedicati agli uffici pubblici. L’area sarà convertita in destinazione produttiva (artigianale e industriale), e potrà quindi essere usata per il nuovo mercato ortofrutticolo. Questo con la realizzazione di un insediamento, a nord dell’area interessata dal Pue (in diretta continuità con la zona produttiva esistente), e con la localizzazione anche di una quota parte della destinazione commerciale in origine prevista dal Pue. Sarà anche ridimensionata la capacità edificatoria della destinazione direzionale/servizi privati; e la localizzazione di un’area destinata al residenziale e all’alberghiero di transizione fra la zona produttiva/commerciale a nord e il complesso della scuola Marescialli più vicina al nuovo parco urbano. Prevista infine la riduzione della superificie utile sul fronte del residenziale e ricettivo che sarà ridistribuito tra gli appartamenti privati e alcuni studenti. Una riscrittura quasi totale, quindi sulla quale Unipol dovrà ora decidere se far partire l’ennesimo ricorso legale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/20/18, 14:43
Castello, trattativa tra Unipol e Toscana Aeroporti. In gioco il futuro della Mercafir

Non solo espropri, Toscana Aeroporti potrebbe acquisire tutto il lotto

Procede in un delicatissimo gioco di equilibri la trattativa fra Toscana Aeroporti e Unipol per l’acquisizione dei terreni di Castello che il colosso bolognese ha ricevuto in eredità da Fondiaria Sai. Verso la fine del mese o, al più tardi, nella prima settimana di febbraio si conoscerà l’esito della negoziazione dalla quale dipende, adesso, soprattutto la possibilità di traslocare la Mercafir liberando l’area di Novoli per la realizzazione del nuovo stadio.

Pur non rientrando nel suo core business, la società assicurativa non ha alcuna intenzione di svendere i 168 ettari dell’area che, nel bilancio, pesa poco meno di 100 milioni di euro. Enac può chiedere l’esproprio per conto di Toscana Aeroporti di circa 30 ettari dal lotto di Castello per le fasce di sicurezza, ma soprattutto per costruire il nuovo terminal del Vespucci.

L’interesse pubblico dichiarato dell’opera non può far venire meno Unipol dall’obbligo, ma la società che con il nuovo piano previsto da Palazzo Vecchio si vedrà mangiare la metà dei volumi di costruzioni – per molte delle quali aveva già in mano le licenze a costruire – non ha intenzione di lasciarsi erodere il patrimonio senza battere ciglio. Perché se da una parte arriveranno il terminal e i parcheggi, dall’altra le fasce di sicurezza impediranno di elevare edifici e dall’altra ancora si insedierà la Mercafir, a Unipol resterebbe in mano un patchwork di terreni che rischierebbero di perdere di valore, anche perché c’è una legge che impone alle amministrazioni di fare i piani di rischio per le costruzioni vicine agli aeroporti.

per questo La trattativa con Toscana Aroporti è tanto delicata. Si stanno cercando gli accordi possibili, sotto varie formule. Uno dei tentativi, ma non l’unico, è acquisire tutto il terreno pagandolo all’equo valore di mercato, tenendo conto delle parti espropriabili, ma anche del resto.

Perché se Unipol dovesse mettersi di traverso, concedendo i terreni per gli espropri, ma impugnando la variante urbanistica che il Comune porterà in adozione in giunta non appena conclusa la fase di valutazione ambientale strategica, sarebbero dolori. A quel punto sì, soprattutto per il rispetto dei tempi di completamento della variante stessa, il passo fondamentale per lo spostamento della sede dei mercati generali a Castello e il dimezzamento dei volumi di cemento, con una ridistribuzione delle destinazioni d’uso rispetto al precedente Pue (Piano urbanistico esecutivo).

A variante impugnata si dovrebbero aspettare i tempi della giustizia amministrativa: in buona sostanza sarebbe il Tar a prendere in pugno il cronoprogramma per la realizzazione del nuovo stadio, già che senza spostare la Mercafir il terreno non sarebbe libero.

Ilaria Ulivelli – La Nazione

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/22/18, 12:42
Renzi sicuro: “Della Valle nella storia di Firenze, vogliono continuare”. Sullo stadio…

Fiorentina, Della Valle e nuovo stadio. Sono tra gli argomenti trattati dal sindaco del PD e candidato premier Matteo Renzi, stamattina intervenuto ai microfoni di Controradio. Queste le sue parole: “Il fatto che la Fiorentina ieri abbia perso, ovviamente, mi dà tanta amarezza, ma tutte le polemiche che partono nei confronti della proprietà ogni volta che la squadra perde una gara credo siano un errore.

Auspico, penso e spero che si possa ripartire con un grande progetto per Firenze, con questa proprietà. I Della Valle in questi 15 anni hanno segnato la storia di Firenze e per quanto mi risulta hanno molta voglia di andare avanti. Non si fa campagna elettorale sulla Fiorentina. Stadio? Secondo me sì, ma va sentito il sindaco. L’idea dello stadio di proprietà è cruciale, conoscendo Nardella sicuramente il progetto andrà avanti anche se fare le cose è sempre difficile. Io allo stadio ci credo”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/22/18, 14:31
Nardella chiarisce: “Grandi opere? Prima aeroporto e tramvia, poi stadio e il resto”

Intervenuto ai microfoni dei media presenti – tra i quali Italpress – a margine del consiglio comunale di oggi, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche del nuovo stadio: “Le grandi opere? L’aeroporto viene prima di tutto, assieme alla tramvia perché tutto ciò riguarda il modo in cui si muovono le persone, l’imprenditoria e il nostro territorio.

Nessuno avrebbe scommesso un euro anni fa che avremmo finito le tramvie e avremmo fatto passi in avanti decisi sull’aeroporto. La pazienza e la tenacia alla fine vinceranno. Priorità di una costruzione sull’altra? Non stiamo facendo una gara sulle opere pubbliche: abbiamo un elenco preciso di opere da realizzare. Sicuramente i fiorentini ci diranno che le strade e i marciapiedi sono importanti esattamente quanto lo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/23/18, 20:26
Nardella: “Stadio? Nessun segnale di cedimento, ma ognuno deve fare la sua parte”

Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Porteremo in fondo rapidamente la variante di Castello che serve anche per il discorso Mercafir e stadio. Questione di settimane. La Fiorentina non ha mai dato segnali di cedimento sull’obiettivo stadio. Non c’è nessuna volontà di scaricare la colpa anche perché i tifosi fiorentini sanno bene come vanno le cose. Sanno bene che questo è un meccanismo a doppia chiave. Ognuno deve fare la sua parte. Noi dobbiamo finire la variante urbanistica, la Fiorentina deve fare il progetto esecutivo.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/24/18, 14:31
Aeroporto, stadio, Mercafir, la tabella di marcia di Nardella: prima pietra a giugno 2019

Il sindaco di Firenze rimane ottimista sui tempi dei progetti nell’area Nord Ovest che interessano anche il nuovo stadio

«Entro giugno dell’anno prossimo vogliamo iniziare i lavori per la nuova pista dell’aeroporto». La Peretola del futuro ha una nuova data di decollo, almeno per quanto riguarda l’avvio del cantiere. La conferma arriva dal sindaco Dario Nardella, che ieri mattina dai microfoni di Lady Radio ha ribadito di voler finire il suo mandato con il primo mattone della pista da 2.400 metri. «E’ molto importante il rispetto delle prescrizioni – ha continuato Nardella –, ma non possono diventare il veto alla realizzazione di un’opera pubblica attesa da anni. Quindi, sull’aeroporto confermo che il nostro obiettivo è quello di cominciare i lavori prima della metà metà del 2019». La modifica urbanistica – spiega La Nazione – serve per arrivare alla costruzione della nuova pista dell’aeroporto, ma è indispensabile a tutto l’assetto del quadrante a Nord Ovest della città, interessato dalla costruzione del nuovo stadio e dallo spostamento della Mercafir a Castello.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/24/18, 16:01
Nardella sul Franchi: “Sarà riadattato quando ci sarà il nuovo stadio”

A Firenze “ora finiremo la tramvia, poi cominceremo con l’aeroporto e andremo avanti con la progettazione del nuovo stadio”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un’intervista esclusiva concessa ai microfoni di Canale 50.

“Lo stadio Franchi ha una grande comodità, che è raggiungibile non solo attraverso i mezzi pubblici come gli autobus, ma soprattutto attraverso la ferrovia, il trasporto nazionale e regionale, con la fermata di Campo di Marte – ha proseguito – Non c’è in prospettiva un problema di accessibilità, anzi noi realizziamo il nuovo stadio anche per diminuire l’impatto di traffico e di mobilità rispetto al Franchi”.

E a chi gli ha chiesto cosa fare dell’attuale casa della Fiorentina una volta che sarà costruito il nuovo impianto, Nardella ha aggiunto: “Non dobbiamo dimenticare che si tratta di un vero e proprio monumento culturale, molto amato dai fiorentini e non solo dai tifosi, integrato nel quartiere di Campo di Marte. Quando avremo il nuovo stadio dall’altra parte della città che risponderà a caratteristiche più moderne di funzionalità e accessibilità saremo anche pronti per la nuova vita dello stadio Franchi che sarà riadattato nel rispetto dei vincoli storico-artistici ed architettonici per attività sportive a cui Firenze già da tempo si è aperta: pensiamo al grande rugby nazionale ed internazionale, all’atletica, alla realizzazione di attività di spettacolo, culturali, che per altro lo stadio Franchi’ ha già ospitato soprattutto d’estate. Ma è ancora presto per avere un’idea definitiva sulla gestione dello stadio Franchi, ci faremo trovare pronti ed interpelleremo non solo la Fiorentina ma tutti i soggetti più dinamici e propositivi della città, compresi i cittadini del quartiere di Campo di Marte”.

(Italpress)
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/13/18, 15:17
Stadio alla Mercafir: da aprile i primi “sì” al progetto clou per ricominciare

È la necessità primaria della Fiorentina, il progetto intorno al quale ruota gran parte del futuro della squadra: lo stadio alla Mercafir. (…) L’obiettivo infatti è approvare la Vas entro la primavera: in queste settimane il lavoro è stato affidato a una commissione tecnica (su vincoli paesaggistici, rischi idrogeologici e affinità col piano regolatore) che dovrà dare parere positivo al progetto. A marzo la relazione arriverà sul tavolo della commissione urbanistica, per l’approvazione definitiva in giunta poi servirà un altro mese: entro aprile insomma si avrà il via libera. Il vero ostacolo potrebbe essere Unipol, che dopo la delibera avrà 60 giorni per fare ricorso al Tar dopo il ridimensionamento della capacità edificatoria» sancito proprio dalla variante. Lo scrive Leonardo Bardazzi sul Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/15/18, 19:39
Nuovo stadio, Nardella: “Lavori nel 2019”. Poi fa retromarcia: “Non ci scommetterei una cena…”

Ospite ai microfoni di Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina: “Se tutto va come deve andare, perché i tempi dei ricorsi sono imprevedibili, i lavori possono cominciare entro il 2019, ma in questo caso non sono pronto a scommettere una cena (come accaduto per l’inaugurazione della tramvia, ndr)”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/20/18, 20:42
Nardella: “Svolta Della Valle? Sarei il primo a gioire. Lo stadio alla Mercafir…”

FIRENZE (ITALPRESS) – “Ho sempre lavorato nell’interesse della Fiorentina e di Firenze anche perché da sindaco so bene che queste due realtà, la squadra e la città, a Firenze più che in altri posti d’Italia, sono inscindibili, sono un tutt’uno. Quindi devo fare gli interessi della mia citta’ ed ovviamente non posso che tifare, fra virgolette, perche’ ci sia un progetto vincente sulla Fiorentina. Quindi se arrivera’ una svolta sarò il primo ad essere contento di questo”.

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite negli studi di Italia 7, parlando del possibile rilancio sulla Fiorentina da parte dei suoi proprietari, ovvero la famiglia Della Valle. “Per quanto riguarda lo stadio andiamo avanti sugli impegni presi, ognuno deve fare la sua parte: noi stiamo portando avanti la procedura di variante urbanistica, ormai siamo agli ultimi passi, e da parte sua Fiorentina deve portare a compimento la progettazione esecutiva – ha aggiunto Nardella – E’ un’opera pubblica complessa, passa da un accordo previsto anche dalle leggi nuove cioè il Comune concede il terreno e la società di calcio fa l’investimento con partner che individuerà autonomamente. Non possiamo aspettarci che le cose avvengano nel giro di poche ore e di pochi giorni, sappiamo bene che è un’operazione complessa. Se fosse facile lo avrebbero fatto in tutte le citta’ d’Italia. In questo caso il proverbio da usare è ‘Chi va piano, va sano e va lontano’. L’importante è farlo, lo stadio, non mettere una data”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/27/18, 17:46
Si sblocca l’area Castello: Toscana Aeroporti acquista da Unipol. E ora tra Mercafir e Stadio…

Con lo sblocco dell’area Castello ripercussioni a catena sulla nuova Mercafir e, soprattutto, sul nuovo stadio della Fiorentina

Notizia importantissima in ottica nuovo stadio della Fiorentina. Come riporta questa mattina la Nazione infatti, pare che Unipol sia pronta a chiudere la trattativa per la cessione dell’area di Castello a Toscana Aeroporti. Alla base della decisione presa nessun tipo di speculazione, ma la volontà di Corporacion America Italia – la società parte del gruppo del magnate argentino Eduardo Eurnekian, recentemente salita al 55,7% del capitale di Toscana Aeroporti – di far finalmente decollare lo sviluppo del quadrante a Nord Ovest di Firenze.

Questa trattativa è decisiva per lo sblocco dei quindici ettari necessari per la costruzione della nuova Mercafir proprio nell’area Castello. Il Comune comprerà da Toscana Aeroporti – al momento in cui avrà acquisito l’area da Unipol – lo spazio necessario alla realizzazione della struttura del centro, in modo da poter sbloccare l’area nella quale andrà a sorgere il nuovo stadio viola. I tempi del trasloco della Mercafir a questo punto dipendono unicamente dall’approvazione della variante del Pue (il piano urbanistico esecutivo) di Castello, con cui il Comune si appresta a ridefinire – secondo quanto già stabilito dalla procedura di revisione iniziata nel 2016 – le destinazioni d’uso degli edifici che potranno essere realizzati: una capacità edificatoria più che dimezzata rispetto ai 450mila metri quadri del piano attuativo attualmente valido.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/27/18, 20:42
Nuovi stadi: crowdfunding e tecnologie hi-tech per avviare i progetti

La dirigenza della Fiorentina ha chiesto 6 mesi di tempo per valutare i contenuti della recente variante urbanistica. La consegna del progetto definitivo prevista inizialmente per il 31 dicembre 2017 slitta quindi al 31 ottobre 2018

Prosegue l’iter per la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. Un progetto ambizioso che dovrebbe portare alla realizzazione di un impianto da 40mila posti con intorno spazi commerciali da 50mila metri quadrati e altri 10mila adibiti a servizi accessori. Mentre restano da definire la zona di costruzione e prosegue il dibattito tra progettisti e amministrazione locale, nascono nuove tecnologie hi-tech e forme di crowdfunding innovativo per l’avvio dei progetti per i nuovi stadi. Saranno applicabili al neo-impianto viola?

La dirigenza della Fiorentina ha chiesto 6 mesi di tempo per valutare i contenuti della recente variante urbanistica. La consegna del progetto definitivo prevista inizialmente per il 31 dicembre 2017 slitta quindi al 31 ottobre 2018 con il sogno di dare il primo calcio d’inizio nel nuovo impianto nel 2021.

Obiettivo della nuova struttura quello di far crescere un fatturato che nel 2016 era fermo a 135,4 milioni regalando a un bacino di utenza di 1 milione di persone una struttura all’avanguardia e di livello internazionale.

Un progetto ambizioso fin dalla prima presentazione (anno 2016) con un investimento in project financing di 400 milioni di Euro e con la creazione di 4mila nuovi posti di lavoro che arriverebbero a 8mila con l’indotto.

Ma soprattutto un progetto innovativo che potrebbe trovare una sponda importante nelle nuove forme di finanziamento legate al crowdfunding e alle neo-nate tecnologie blockchain.

Non mancano gli esempi di crowdfunding innovativo legati alla realizzazione di strutture sportive, ultimo in ordine di tempo il mini-bond emesso dal Frosinone sulla piattaforma Tifosy, che lasciano intravedere nuove possibilità di applicazione della tecnologia blockchain per il finanziamento e la costruzione di nuovi impianti.

Facciamo chiarezza su termini come blockchain (o catena di blocchi) e tokenizzazione. La prima è un «registro transnazionale sicuro, condiviso da tutte le parti che operano all’interno di una data rete distribuita di computer. Registra e archivia tutte le transazioni che avvengono all’interno della rete, eliminando in definitiva la necessità di terze parti “fidate”» secondo la definizione di Reply.

Un nuovo metodo di protezione di dati e informazioni in rete che garantisce, tramite una struttura a blocchi separati, standard di sicurezza elevatissimi e transazioni trasparenti come quelle degli smart contract. Basti pensare che la blockchain è già stata adottata in moltissimi settori, da quello del gaming online, a quello delle catene distributive fino ad arrivare al ramo bancario. Un meccanismo che ha permesso la nascita di piattaforme di gaming online come CoinPoker, basata su Ethereum, una delle blockchain più importanti e conosciute. Ma soprattutto una tecnologia in grado di fornire ai propri utenti accordi trasparenti e tutela completa dei dati personali.

Il crowdfunding basato sulla blockchain avverrà tramite tokenizzazione, ossia tramite la conversione di una risorsa in un token digitale. “Tokenizzare” una proprietà significa generare un token e collegarlo a uno smart contract per legare la moneta digitale a un bene reale.

Proviamo a fare un esempio con una situazione simile a quella del nuovo stadio Viola, il nuovo progetto di impianto della Roma. La nuova “casa” dei giallorossi prevede investimenti per una cifra vicina ai 2 miliardi di Euro con la costruzione di un museo, campi di allenamento, spazi verdi e un centro commerciale.

Tramite un’applicazione decentralizzata potrebbe essere creato un token dal valore di 1 Euro (in linea teorica). Con questo procedimento sarebbero 2 miliardi i token messi in vendita per finanziare la costruzione dello stadio.

Token che darebbero diritto a tutto ciò che verrebbe stabilito alla sottoscrizione dello smart contract.

Nuove forme di finanziamento dalle potenzialità ancora inesplorate e che potrebbero portare il mondo dell’impiantistica sportiva italiana a un nuovo livello di competitività internazionale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/20/18, 21:55
Aeroporto e area Castello, Grassi e Fattori: “Unipol ricorre al TAR”. Lo stadio della Fiorentina…

“Esiste un decreto della Regione Toscana, con cui si dà mandato all’Avvocatura regionale a difendersi, da cui si deduce che UNIPOL, tramite le società Nuove Iniziative Toscane srl e Consorzio per l’attuazione del PUE di Castello, ha fatto ricorso contro il decreto n. 377 del 28/12/2017 del Ministero dell’Ambiente, redatto di concerto con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali. Si tratta ovviamente del decreto sulla compatibilità ambientale del nuovo aeroporto di Firenze. I poteri forti e i politici favorevoli alla nuova pista solo qualche settimana fa sulla stampa davano ancora una volta per assodata la vendita dell’area di Castello alle società di Eurnekian, azionista di maggioranza di Toscana Aeroporti. Dall’atto regionale si evince che la situazione reale è ben diversa” affermano Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra e Tommaso Fattori, capogruppo di Sì – Toscana a Sinistra.

“UNIPOL ha già intrapreso una battaglia legale per annullare gli atti che Comune, Regione o Stato hanno voluto approvare sul nuovo aeroporto e sul PUE di Castello, sovrascrivendo la precedente pianificazione per quell’area, che, a rigor di legge, è ancora oggi in vigore. Le motivazioni portate dall’amministrazione comunale per dimostrare come si sia modificato l’interesse pubblico dopo la firma delle convenzioni su Castello sono deboli. Oltretutto la realizzazione della nuova pista aeroportuale non dà neppure la certezza della dismissione dell’area occupata dalla pista esistente, mentre è certo che il nuovo aeroporto, così come previsto nel masterplan, renderebbe inedificabili gran parte delle aree di Unipol. Difficile sostenere poi che l’interesse pubblico consisterebbe nello spostamento del mercato ortofrutticolo da Novoli a Castello, solo perché questo permetterebbe di realizzare il nuovo stadio della Fiorentina”.

“Siamo curiosi di vedere come andrà a finire la vicenda. Il Pd e il presidente Rossi, di MDP, continueranno a sostenere un progetto come quello del masterplan aeroportuale? E la pianificazione di Castello deve restare immutata? Occorrerebbe piuttosto il coraggio di azzerar tutto, a partire dal nuovo aeroporto. La stessa pianificazione di Castello è stata fatta in anni ormai lontani e anche dal punto di vista economico-finanziario non ha senso costruire tutto ciò che era stato progettato allora. Dopo la fine della validità della convenzione, occorrerà rivedere cosa pianificare in una zona dell’area metropolitana troppo spesso occupata da infrastrutture inquinanti e pesanti”.

“L’acquisto dell’area di Castello da parte degli stessi sostenitori del masterplan aeroportuale è ad oggi l’unica soluzione per chi voglia ostinatamente realizzare un’opera che va contro l’interesse della collettività, che non risolve con certezza i problemi di chi vive a Peretola, Quaracchi, Brozzi e Le Piagge, e che sarà economicamente sostenibile solo grazie ad una valanga di contributi pubblici. Un’opera che ha ottenuto le autorizzazioni ministeriali solo grazie a forzature, modifiche normative e interpretazioni ad hoc operate dai due Governi Renzi e Gentiloni, con l’obiettivo di accontentare gli amici e sodali Eurnekian e Carrai. Autorizzazioni comunque infarcite da un numero record di prescrizioni e su cui gravano numerosi ricorsi dei Comuni coinvolti, dei comitati e della cittadinanza che si oppongono all’aeroporto per difendere l’interesse pubblico che sosteniamo con convinzione. Chissà se quest’accanimento e questo tentativo in extremis di dare il via libera ai cantieri aeroportuali non possa finalmente ricevere uno stop anche politico”, concludono i due capigruppo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/21/18, 22:30
Nardella: “Ricorso Unipol? Non siamo preoccupati. I tempi del Tar…”

Le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla questione dell’area Castello

Questa mattina su La Nazione troviamo un’intervista al sindaco di Firenze Dario Nardella in merito all’ingrandimento dell’aeroporto di Firenze e al ricorso di Unipol per l’area Castello. Una vicenda che ha ripercussioni anche sul nuovo stadio della Fiorentina. Vi proponiamo un estratto dell’intervista che potete trovare in versione integrale sul quotidiano: “Ricorso? Non siamo preoccupati. Sono tutti atti che avevamo messo in conto. Il progetto dell’aeroporto e della nuova pista è supportato da atti ministeriali trasparenti, articolati, e basati su una normativa altrettanto chiara. Le posizioni di Unipol non sono una novità. I tempi del Tar? Mi aspetto siano veloci, ma non faccio calcoli”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/25/18, 14:41
Area Castello, ricorsi Unipol un pro forma: firma vicina con Toscana Aeroporti

Una delle vicende che rischiano di bloccare il nuovo stadio della Fiorentina potrebbe presto risolversi

Su La Nazione questa mattina si parla delle vicende che riguardano Unipol e Toscana Aeroporti per la cessione dell’area Castello, snodo fondamentale per spostare la Mercafir e sbloccare definitivamente la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina. Secondo il quotidiano la trattativa prosegue e siamo alle battute finali. Le due parti hanno la ferma intenzione di chiudere. I ricorsi da parte del colosso assicurativo non sarebbero per ostacolare la cessione, ma un atto dovuto, presentato a tutela degli interessi del gruppo. Al momento in cui le due società chiuderanno la trattativa, i ricorsi ancora pendenti saranno ritirati.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/28/18, 20:29
I tempi si allungano: variante per la Mercafir in ritardo, chi pagherà i terreni?

Variante del Pue di Castello in ritardo, la Fiorentina vuole certezza sull’area per il nuovo stadio, dubbi sui fondi comunali per comprare i terreni per la nuova Mercafir

Nuovo stadio, tempi più lunghi. La variante del Pue (piano urbanistico esecutivo) di Castello è in ritardo. Si tratta del primo passo dell’iter con cui il Comune di Firenze, oltre a prevedere quasi interamente un’area produttiva che sarà quasi interamente occupata dalla nuova Mercafir, ridefinisce le destinazioni d’uso degli edifici che potranno essere realizzati nei 168 ettari di proprietà Unipol. Dopo aver ottenuto l’ok della conferenza dei servizi per la Valutazione Ambientale Strategica, la variante doveva essere adottata entro metà marzo, ma i tecnici stanno ancora lavorando alla delibera, che verosimilmente arriverà al traguardo non prima di settembre.

Parallelamente, il Comune dovrà lavorare all’atto relativo al tempo da concedere alla Fiorentina per la presentazione del progetto definitivo del nuovo stadio. La data del 31 ottobre, comunicata pubblicamente dal sindaco Nardella, non è mai stata messa nero su bianco. La Fiorentina ha sempre chiesto di avere la certezza che l’area su cui si costruirà lo stadio sarà libera dalla Mercafir e s’impegna a comprimere i tempi di progettazione in sei mesi dal momento in cui sarà approvato l’atto: dunque 31 marzo 2019, oppure unilateralmente resterà 31 ottobre? Inoltre, resta da definire come il Comune troverà i soldi per pagare l’area per la nuova Mercafir: utilizzerà i soldi che arriveranno dalla Fiorentina? La cifra, però, non è stata quantificata. Lo scrive La Nazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/30/18, 21:44
Nardella: “Nuovo stadio? Il percorso è tracciato, ecco quando inizieranno i lavori”

Il sindaco di Firenze Nardella ha parlato al Salotto viola

Dario Nardella è intervenuto all’ interno del Salotto Viola, la trasmissione di Mario Tenerani e Luca Calamai.

“Nuovo stadio? L’atto ora più importante è la variante del piano urbanistico della riqualificazione dell’ area di Castello. Questo ci consente a dare il via libera allo spostamento della Mercafir. Dopo di che aspettiamo dalla Fiorentina il progetto definitivo. Il percorso è tracciato, ora tutti devono fare la propria parte. Inizio dei lavori? Ottimisticamente speriamo settembre o ottobre 2019. La prima pedina da sistemare è l’ aeroporto, sbloccato quello, tutto viene di seguito. Terreno per la Fiorentina ? Vedremo se sarà per 59 o 99 anni, dipende dal piano economico della Fiorentina. Noi daremo gratuitamente l’area Mercafir, Fiorentina pagherà lo spostamento dei Mercati Generali. La città di Firenze sposterà il mercato dalla zona Mercafir alla zona di Castello, i soldi che necessitano per il cambio di zona, sarà a carico della Fiorentina, per una cifra stimata tra i 15 ed i 20 milioni di euro. Centro tecnico alla Mulina? Area abbastanza complessa, per il centro sportivo cercheremo zone più libere, anche nei comuni limitrofi a Firenze. Intitolazione ad Astori dei campini? Per il comune è tutto pronto, si tratta di trovare il giorno e la modalità che convince di più la famiglia e la società. Cercheremo una data magari significativa. Cosa succederà al Franchi? Stiamo cercando di creare un progetto per il Franchi, ci sono tante idee, per molte discipline Firenze è una piazza importante, come il rugby. Naturalmente spettacoli e concerti rimarranno molto importanti per l’impianto.  Cercheremo anche di mantenere particolare attenzione a coloro che vivono nelle zone limitrofe. I campini, quando torneranno al comune diventeranno un centro sportivo del Comune. Legame città e squadra? Firenze e la Fiorentina sono una cosa sola, e con il nuovo impianto, con i nuovi lavori, cercheremo di aumentare anche quelli che saranno i turisti sportivi. Famiglia Della Valle? In questo momento così difficile si sono comportanti in modo esemplare, sono stati vicini a squadra e città. Firenze ha risposto in una maniera unica a questo grande lutto, ed ha emozionato il mondo. Questo shock può essere la scintilla per ricominciare ad unire la squadra ed i Della Valle, ed io come sindaco farò di tutto per tenere più unita possibile la squadra della mia città.  Pioli? Persona di grandissima qualità umana, l’ho incontrato più volte. Ha saputo gestire benissimo, molto umanamente, un momento difficilissimo come la scomparsa di Davide Astori.”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/05/18, 21:34
Nuovo stadio, fondi italiani e stranieri pronti a sostenere la Fiorentina

I plastici del nuovo stadio potrebbero essere portati a Milano. Quello che preoccupa è la tempistica

Dopo la partita contro l’Udinese, il presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, ha detto che ci sono investitori interessati al nuovo stadio.

Come scrive La Nazione, alcuni fondi di investimento fanno sul serio, almeno due con partecipazione italiana e straniera, attratti dal progetto non solo per motivi strettamente economici, ma anche dal ‘brand’ Firenze e dalla serietà e solidità della proprietà viola. I contatti negli ultimi tempi si sono intensificati, soprattutto nella sede milanese del gruppo guidato dai proprietari della Fiorentina. Anche Diego Della Valle in prima persona si è occupato della questione, che ha avuto un impulso importante di recente e l’incognita legata agli investitori pare ormai svanita. Altri colloqui attendono l’azionista di riferimento, tanto che si sta pensando di portare a Milano i plastici del nuovo stadio.

Quello che preoccupa è la tempistica che potrebbe incidere sull’eventuale impegno futuro di chi adesso ha manifestato interesse. Interesse che potrebbe scemare se i tempi dovessero allungarsi oltre quelli dettati dalla burocrazia. Il sindaco Nardella aveva indicato settembre 2019 come data (ottimistica) per l’inizio dei lavori, considerato che manca la variante del piano urbanistico della riqualificazione dell’area di Castello, non un atto da poco.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/05/18, 22:47
Ass. Vannucci: “Partner dei viola per lo stadio? Ottima notizia che ci siano”

L’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci ha risposto così, tramite Italpress, alla notizia degli investitori pronti a schierarsi al fianco della Fiorentina per la realizzazione del nuovo stadio:

    Investitori per il nuovo stadio? E’ un’ottima notizia che dimostra come la scelta del Comune di lavorare sulla variante di Castello sia una strada giusta che fornirà alla città due strutture importanti come il mercato e lo stadio nuovo. Gli uffici stanno preparando l’istruttoria, sono stati recuperati i pareri necessari.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/16/18, 13:03
Stadio, addio tabella di marcia per Mercafir: la Fiorentina non ha una scadenza davanti

La giunta Nardella procede in compenso con la variante urbanistica del progetto Castello

Sulle pagine di Repubblica in edicola oggi la notizia di punta riguarda un argomento chiave in casa Fiorentina, ossia la tabella di marcia inerente il nuovo stadio. Di seguito un estratto del pezzo a firma di Massimo Vanni: “Stadio, addio tabella di marcia. La Fiorentina non ha una scadenza davanti. Il progetto definitivo dello stadio alla Mercafir che doveva essere presentato a dicembre non ha un’altra scadenza. Palazzo Vecchio non l’ha imposta. La giunta Nardella procede in compenso con la variante urbanistica del progetto Castello. «Approveremo la variante in giunta, non c’è bisogno di passare dal consiglio» , annuncia l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini. […] L’ipotesi è quella di arrivare all’approvazione all’inizio di maggio. Non c’è fretta però: «A questo punto una scadenza non c’è», ammette il responsabile urbanistica. E senza scadenza davanti, la Fiorentina ha tutto il tempo di mettere a punto il progetto e costruire un piano finanziario con un partner industriale.

L’articolo integrale è sulle pagine di Repubblica in edicola oggi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/16/18, 13:07
Nardella: “Nuovo stadio, vi spiego quali saranno i prossimi passi”. E sui ricorsi al Tar…

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto ieri ai microfoni di Toscana Tv: “Centro sportivo? Da un recente colloquio avuto con Salica è venuto fuori che ci sono più opzioni in ballo per l’ubicazione di questa nuova struttura, la Fiorentina ci sta lavorando. Non è detto che verrà fatto a Firenze, ma l’importante è che sorgerà nell’area metropolitana. Stadio? La realizzazione di un nuovo stadio è un’opera molto complessa. Non dobbiamo avere fretta ma essere comunque fiduciosi, perché le cose stanno andando avanti. Sta andando avanti il lavoro dei progettisti della Fiorentina, così come le procedure e gli atti amministrativi legati alla destinazione urbanistica dell’area di Castello, dove si sposteranno i mercati generali. Sono moderatamente ottimista, dobbiamo stare con i piedi per terra. E’ un’operazione molto complicata, ma tutti i tifosi viola e la città devono sapere che tutti questi nodi sono gestiti e seguiti con molta attenzione a livello progettuale dalla Fiorentina e a livello amministrativo dal comune.

Ricorsi al Tar? Non hanno una significativa incidenza sulla partita dello stadio. E’ vero che opere come la nuova pista dell’aeroporto di Peretola e lo stadio sono collegate tra loro, ma io non sono preoccupato. Mi preoccupano più i tempi delle procedure burocratiche e amministrative. Prossimo passo? La variante urbanistica dell’area di Castello, che di fatto è già completata. Stiamo aspettando gli ultimi passaggi. Serve a consentire lo spostamento del mercato. L’altra cosa che andrà fatta entro l’anno è la presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/16/18, 23:53
Nuovo stadio, in consiglio c’è chi attacca: “Via le scadenze, ecco la novella dello stento”

Perplessità e domande. Alle quali la giunta Nardella dovrà dare una risposta. Forza Italia chiede chiarezza in consiglio comunale sulla realizzazione del nuovo stadio: “La giunta Nardella intende proseguire saltando il passaggio in consiglio della variante per lo spostamento della Mercafir, eludendo così un dibattito cruciale che a quanto pare spaventa il Pd”, dicono i consiglieri di FI Jacopo Cellai e Mario Tenerani, come riportato dall’Ansa. “Ma la vera domanda è: senza più scadenze certe, quali tempi avrà la realizzazione del nuovo stadio? Chiediamo qualche certezza in piu’ in merito, altrimenti  temiamo di assistere a una ‘novella dello stento’, con rischi sia per il nuovo stadio che per il futuro di Mercafir”. Al riguardo, aggiungono i consiglieri, “ricordiamo l’impegno preso dalla giunta Nardella di mettere nero su bianco lo spostamento a Castello entro il 31 dicembre 2017 del mercato, stadio o non stadio; siamo a metà aprile 2018 e ancora non è successo nulla”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/20/18, 13:45
Nardella annuncia: “A giorni la deadline per il progetto definitivo nuovo stadio”

A seguire vi proponiamo le parole di Dario Nardella sul progetto nuovo stadio: “Abbiamo sempre detto che avremmo dovuto mettere un termine per la presentazione del progetto definitivo da parte della Fiorentina, è previsto dai regolamenti. Non possiamo non farlo visto che si tratta di concedere un’area ad una società di calcio – ha dichiarato il sindaco di Firenze a Italpress -.

I tecnici del comune di Firenze sono al lavoro per esaminare nel dettaglio la documentazione che è stata consegnata a fine anno dalla Fiorentina ed indicheremo presto alla società viola il termine per la presentazione del progetto nuovo stadio. Tutto questo contestualmente all’avvio del procedimento di variante urbanistica dell’area di Castello, perché se da un lato la Fiorentina deve fare il suo lavoro realizzando il progetto per lo stadio, dall’altro il comune deve creare le condizioni tecnico-giuridiche.

Siamo ormai in dirittura d’arrivo perché con la variante urbanistica creeremo la possibilità di spostare i mercati generali della Mercafir dall’area attuale dove poi sorgerà il nuovo stadio. Dunque, ci sono due soggetti in campo, Fiorentina e comune di Firenze, e ci sono due atti da fare: da un lato la delibera per il termine di presentazione del progetto definitivo per il nuovo stadio, dall’altro l’avvio della variante a Castello. Sono obiettivi molto ravvicinati, non stiamo parlando di mesi ma di qualche giorno”.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/18, 21:47
VIDEO VN – Nardella: “Salica ottimista sullo stadio? Lo sono anch’io”

Le parole di Nardella, presenta alla presentazione del libro su Davide Astori


Simone Torricini
@TorriciniSimone
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/09/18, 15:10
Mercafir a Castello: ok, il prezzo è giusto. Ecco il futuro dell’area

Fra una decina di giorni il passaggio di proprietà a 75 milioni di euro

Spazio all’argomento nuovo stadio e alle manovre collaterali sulle pagine de La Nazione. Dopo il passaggio di proprietà dei terreni dell’area di Castello da Unipol a Toscana Aeroporti che acquisterà i 168 ettari, secondo gli accordi raggiunti, a 75 milioni di euro, partirà subito il frazionamento. Ancora tecnicamente mancano una decina di giorni, ma l’organizzazione della fase successiva ovviamente è già partita da tempo. Toscana Aeroporti, infatti, terrà per sé solamente gli ettari necessari allo sviluppo dell’aeroporto e metterà in vendita il resto dei terreni al prezzo d’acquisto. Ovviamente per attribuire il valore di ogni singolo appezzamento non si potrà fare la semplice operazione di divisione fra ettari e prezzo finale, in quanto c’è da mettere in conto che ci sono circa 30 ettari che Toscana Aeroporti avrebbe fatto suoi tramite esproprio, ci sono aree maggiormente sottoposte a vincoli aeroportuali e quelle più commercialmente appetibili.

Discorso a parte, dovrà essere fatto per le vendite a soggetti pubblici che seguono un iter differente. E’ il caso dei circa 15 ettari che il Comune di Firenze dovrà acquistare per spostare la Mercafir a Castello e liberare l’area di Novoli per fare spazio al nuovo stadio e alla cittadella viola. Per fare il prezzo dell’area destinata alla Mercafir servirà una perizia del Tribunale. Da parte sua, per dare il via alla fase di sviluppo del quadrante a Nord Ovest di Firenze, il Comune si impegna a portare in giunta per l’adozione la delibera di revisione del piano attuativo di Castello nel giro di pochi giorni: il tempo necessario per gli ultimi aggiustamenti alla variante urbanistica che prevede il dimezzamento dei metri quadri edificabili, l’eliminazione della quota da destinare a uffici pubblici (dovevano sorgere lì la nuova sede di Regione e Provincia, per esempio) con riconversione in destinazione d’uso produttiva (artigianale e industriale), nel comparto Nord, dove sorgerà la Mercafir. Poi sono previste quote di commerciale, turistico-ricettivo, uffici e servizi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/17/18, 18:45
Nardella sul nuovo stadio: “Entro fine mese la data per il progetto definitivo. Stagione viola da 8”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto stamattina ai microfoni di Lady Radio: “Durante l’ultimo colloquio con Gino Salica ero stato informato del fatto che la Fiorentina era vicina all’individuazione dell’area per il nuovo centro sportivo all’interno dell’area metropolitana, altro non so a riguardo di questo progetto. Nuovo stadio? La data ultima per la presentazione del progetto definitivo verrà fissata con la delibera di giunta che faremo entro la fine del mese. E’ la delibera che fa propria la valutazione dei tecnici sullo stato di progettazione da parte della Fiorentina. I tecnici stanno terminando la valutazione dei documenti supplementari presentati dalla società viola a dicembre scorso, dopodiché, in base a questo, sarà possibile fissare una data limite per il progetto definitivo.

Contestualmente noi porteremo anche la delibera di variante dell’area di Castello, passaggio fondamentale perché serve a due cose: creare le condizioni per spostare la Mercafir a Castello e sbloccare gli interventi riducendo i volumi a costruire. La variante di Castello riduce alla metà i volumi a costruire, quindi segue un principio di forte attenzione all’ambiente e alla sostenibilità. Con queste due delibere noi metteremo la parola fine a tutto il percorso stadio, raggiungeremo un traguardo di non ritorno. La data cadrà comunque entro il 2018, sarà l’anno in cui sapremo se lo stadio si farà o meno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/18/18, 18:57
Nardella stila la classifica: “Nuovo stadio terza priorità per Firenze”

“Certamente lo stadio è una delle opere sulle quali ci siamo impegnati in questi anni. Non dipende solo da noi ma anche dalla società Fiorentina che deve mettere le risorse per realizzarlo, stiamo lavorando insieme proprio per questo”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ospite negli studi di ‘Italia 7’.

Una delle condizioni per la realizzazione del nuovo stadio a Firenze “è la presentazione da parte della Fiorentina del progetto definitivo. –ha aggiunto Dario Nardella- Sappiamo che questo progetto è complesso, e comporta anche un investimento da parte della società viola. Se dovessi fare una classifica delle priorità” di infrastrutture da realizzare nel territorio di Firenze “metterei le tramvie prima di tutto, il sistema del trasporto, perché i cittadini hanno bisogno di risposte su questo fronte.

Poi metterei in seconda posizione la pista dell’aeroporto, che è una cosa sulla quale entro qualche mese dobbiamo in tutti i modi portare a casa il risultato definitivo e poi metterei al terzo posto lo stadio che per la verità non interessa solo i tifosi perché riguarda poi anche la città in generale, la riqualificazione di un pezzo di città, i posti di lavoro e poi una risposta ai cittadini di Campo di Marte che devono subire una serie di disagi soprattutto dopo le partite infrasettimanali. Lo stadio ‘Franchi’ è uno stadio bellissimo ma non è più all’altezza del terzo millennio. Ormai tutti gli stadi si costruiscono ai margini della città, in luoghi che siano facilmente raggiungibili con tutti i mezzi di trasporto possibili”.

Lo riporta l’agenzia di stampa Italpress.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/22/18, 23:39
Pres. Mercafir: “Area di Castello ok, i tempi per lo spostamento…”

Giacomo Lucibello, presidente della Mercafir, ha parlato della tempistica sullo spostamento del mercato dall’area dove dovrebbe sorgere il nuovo stadio Fiorentina a Lady Radio:

Mercafir ha tante attività con tanti operatori e lavoratori, domani ci sarà un’assemblea importante per le strategie di quest’azienda. Castello sede giusta? L’area individuata è corretta dal punto di vista logistico, dobbiamo affrontare un po’ di temi tecnici ma ho trovato entusiasmo e disponibilità e sono sicuro che andremo avanti velocemente. Tempistica per lo spostamento? Tutto parte da quando riusciremo ad acquisire l’area e a garantire la partenza dei lavori, ricordiamo anche che c’è un progetto esecutivo. Ci vuole il tempo necessario per fare le cose per bene nonostante la fretta che tutti abbiamo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/02/18, 00:39
Castello, qualcosa si muove: Toscana Aeroporti compra terreni Unipol

La società che gestisce le strutture aeroportuali di Firenze e Pisa ne ha comunicato l’acquisizione

Toscana Aeroporti S.p.A. – società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana S.p.A. che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa – comunica di aver perfezionato in data odierna il contratto preliminare relativo all’acquisizione da NIT – Nuove Iniziative Toscane S.r.l. (società immobiliare controllata dal Gruppo Unipol) di un’area sita nella cosiddetta “Piana di Castello”, nella zona nord-ovest del Comune di Firenze, avente un’estensione di circa 123 ettari.

Il corrispettivo della compravendita della suddetta area è pari a 75 milioni di euro, oltre imposte nella misura di legge.

Il contratto preliminare siglato tra le parti è soggetto alle seguenti condizioni sospensive:

a) approvazione finale del Master Plan dell’aeroporto di Firenze a seguito della conclusione della Conferenza dei Servizi per l’ottenimento della Conformità Urbanistica;

b) l’adozione della variante PUE Castello, secondo le linee guida indicate nel dicembre 2017 dal Consiglio Comunale del Comune di Firenze, che indica l’uso previsto delle diverse aree e degli standard urbanistici da rispettare in relazione a ciascuna area.

Il periodo di validità del contratto preliminare è fissato in 18 mesi con possibilità di proroga per ulteriori 6 mesi.

“Se questa operazione andrà definitivamente in porto, come ci auguriamo, significherà che finalmente Toscana Aeroporti avrà dato risposta a due temi dell’area fiorentina degli ultimi 50 anni. La realizzazione di una efficiente infrastruttura aeroportuale e lo sviluppo dell’area di Castello, il tutto compatibile ambientalmente e urbanisticamente realizzando finalmente il parco di Castello” ha commentato il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai.

“L’acquisto dei terreni dell’area Castelllo rappresenta un tassello di straordinaria importanza per favorire sia la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal dell’aeroporto sia per il più ampio sviluppo dell’area a nord-ovest della città di Firenze. E’ un’operazione che consentirà di sbloccare investimenti significativi con benefici concreti in termini di indotto economico e di creazione di nuovi posti di lavoro” ha dichiarato il Vicepresidente Esecutivo di Toscana Aeroporti e Presidente di Corporacion America Italia S.p.A., Roberto Naldi.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/02/18, 16:55
Castello, stadio e aereoporto: firmato preliminare tra Unipol e Toscana Aereoporti

Toscana aeroporti ha bisogno di una trentina di ettari dei 123 acquistati via Unipol. La parte restante sarà utilizzata (anche) per il nuovo mercato ortofrutticolo, che libererà così l’area promessa per il nuovo stadio e la Cittaddella viola

Castello, stadio e aeroporto: siamo ai preliminari. Anzi, al preliminare, cioè il primo contratto che potrebbe sciogliere i nodi tra aree e progetti a nord ovest di Firenze, tra Unipol, società proprietaria dell’area ex Fondiaria, e Toscana Aeroporti. Ma la vicenda è così intricata che le due società si sono prese del tempo, per passare dal preliminare all’atto di acquisto vero e proprio. Ieri Unipol e Toscana Aeroporti hanno firmato il primo atto per passare di mano i 123 ettari restanti di tutta l’area dove doveva nascere un nuovo quartiere di Firenze e dove, invece, per ora c’è solo la Scuola Allievi Marescialli dei Carabinieri.

Toscana aeroporti ha bisogno di una trentina di ettari di quell’area che avrebbe dovuto comunque espropriare, per realizzare il nuovo scalo e la nuova pista (e le aree di sicurezza). Il resto potrà servire ad altri investimenti futuri, ma soprattutto a trovare lo spazio, 15 ettari, per il nuovo mercato ortofrutticolo di Firenze. Lasciando così libera l’area Mercafir dove dovrebbe nascere il nuovo stadio e la Cittadella viola. Toscana Aeroporti passerà al Comune, allo stesso prezzo di acquisto, l’area: il Comune finanzierà l’operazione con la cifra che dovrà sborsare la Fiorentina, prevista nel Piano economico e finanziario del Project financing lanciato dalla società viola. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/03/18, 14:44
Nuovo stadio, si riapre l’ipotesi Castello. Ma Palazzo Vecchio punta ancora su Novoli

La soluzione Castello fu congelata per la maxi inchiesta della procura che portò al sequestro dei terreno, con il coinvolgimento a vario titolo di diversi politici indagati per corruzione e poi assolti dopo otto anni di processo

Per il nuovo stadio della Fiorentina si aprono nuovi scenari, che riportano all’attualità l’ipotesi che il progetto viola veda luce nei 123 ettari a Castello che Toscana Aeroporti ha appena acquistato da Unipol. Uno scenario possibile, che accorcerebbe e renderebbe certi i tempi di realizzazione di stadio e cittadella, a maggior ragione realizzabile quando sarà completato lo sviluppo della nuova pista di Peretola.

La soluzione Castello fu congelata per la maxi inchiesta della procura che portò al sequestro dei terreno, con il coinvolgimento a vario titolo di diversi politici indagati per corruzione e poi assolti dopo otto anni di processo. Da Palazzo Vecchio, comunque, si sente ribadire la volontà di spostare la Mercafir a Castello e di realizzare la cittadella viola a Novoli. Lo scrive La Nazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/03/18, 15:53
Stadio e aeroporto, il Comune accelera i tempi. Fiorentina preoccupata dai Cinque Stelle

Sul fronte fiorentino tutto dovrebbe procedere senza intoppi, mentre per la maggiori preoccupazioni, anche per la Fiorentina, riguardano il versante romano

L’acquisto da parte di Toscana Aeroporti dei terreni di Unipol a Castello è fondamentale, perché la società conta entro due anni di acquisire tutta l’area, usare 30 ettari per scalo e centro commerciale, cedere altri 15 ettati al Comune per costruire la nuova Mercafir e liberare l’attuale area del mercato ortofrutticolo per permettere alla Fiorentina di fare stadio e cittadella. Tutti gli incastri potranno concretizzarsi solo se arriverà la variante urbanistica, che sarà adottata al massimo a fine settembre, e il via libera della Conferenza dei Servizi.

Sul fronte fiorentino tutto dovrebbe procedere senza intoppi, mentre per la maggiori preoccupazioni, anche per la Fiorentina, riguardano il versante romano, perché il nuovo governo potrebbe non essere favorevole alle grandi opere, almeno sul versante M5S. La società viola è pronta ad accelerare sulla progettazione già in corso, ma perché tutto vada in porto manca il via libera della Conferenza dei servizi che ricade sotto il nuovo ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Relazioni con l’esecutivo da ricostruire, eventuali rallentamenti non faciliterebbero la ricerca di finanziatori internazionali. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/03/18, 18:37
Nardella preoccupato: “Non ampliamento dell’aeroporto sarebbe un autogol”

Il sindaco Nardella parla a La 7 della possibilità che il nuovo governo blocchi l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze

Intervistato da La 7 nella trasmissione Faccia a Faccia, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato delle ripercussioni del cambio di governo sul progetto di ampliamento dell’aeroporto di Peretola: “Sarebbe un autogol da parte di un governo quello di bloccare le opere pubbliche. Potrebbe diventare un problema, ma noi fiorentini non abbiamo mai paura. Il progetto per l’ampliamento della pista dell’aeroporto è importante, lo attendiamo tutti da anni. Mi auguro che il nuovo governo usi ragionevolezza e ce lo faccia concludere”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/12/18, 23:20
Stadio, l’assessore Bettarini: “Giugno il mese decisivo per questo grande progetto”

Le parole dell’assessore all’Urbanistica di Firenze

Nel corso della trasmissione 30° minuto in onda su Toscana Tv, sono arrivate le parole dell’Assessore all’Urbanistica di Firenze Giovanni Bettarini. Ecco le sue parole: “Il Piano Urbanistico di Castello ha una pianificazione che abbiamo già portato in giunta. L’area di Castello è legata al progetto del nuovo aeroporto. Lì abbiamo già definito che ci sarà la nuova area Mercafir. Adesso la valutazione ambientale strategica andrà prima adottata dalla giunta entro questo mese. Aspetteremo 60 giorni per le osservazioni di tutti coloro che vogliano intervenire sul caso, dopodiché ci sarà l’approvazione finale in giunta e a quel punto si potrà agire secondo le nuove previsioni. In quel momento si potrà passare al secondo step, realizziamo la Mercafir per liberare la zona che dovrà essere dedicata allo stadio e all’importante area commerciale lì vicina”.

“Stiamo lavorando molto per l’obiettivo del nuovo stadio. Il puzzle è complicato, ma ci sono aspetti molto positivi. L’area dell’attuale Mercafir adesso si trova in una zona di pregio della città, nell’area di Novoli stiamo avendo un sacco di nuove strutture che hanno cambiato quel pezzo di città. L’area Mercafir è un’area nuova per servire i cittadini. Il progetto definitivo dello stadio? La Fiorentina ha presentato un bellissimo progetto con soluzioni che a noi piacciono molto. Manca la progettazione esecutiva della parte commerciale adesso. Noi nel momento in cui portiamo in giunta la definizione della variante definiremo anche il termine per la presentazione del progetto. In quel momento potremmo dire che i giochi saranno in gran parte fatti. Lo faremo a breve, sicuramente entro il mese di giugno. L’importante in quel momento è definire quando potrà partire la conferenza dei servizi decisoria finale”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/14/18, 00:15
Bieber risponde a DDV: “Che aspettano a presentare il progetto definitivo?”

Le parole del presidente della commissione urbanistica dopo che Della Valle aveva detto: “Non dipende da noi”

Leonardo Bieber, presidente della commissione urbanistica a Palazzo Vecchio, risponde alle dichiarazioni di Diego Della Valle su stadio (oltre che su Chiesa): “Personalmente non mi appassiona l’esegesi delle dichiarazioni di Della Valle. L’unica cosa che posso dire è che entro la fine di giugno ci sarà l’approvazione dei progetti che coinvolgono anche lo stadio. Va ricordato che dal primo progetto del 2013 si poteva già partire con l’iter per lo stadio: i fatti dicono che ad oggi la Fiorentina non ha ancora presentato il progetto finale; l’amministrazione adesso dovrà dare una scadenza perentoria in questo senso. Vi dico sicuramente che le prossime settimane saranno decisive per l’iter dello stadio” ha detto Bieber a Lady Radio.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/16/18, 01:18
Variante di Castello, ass. Bettarini: “Sarà adottata entro dieci giorni”

Le parole dell’assessore Giovanni Bettarini in commissione urbanistica

Nel primo pomeriggio di oggi, in Palazzo Vecchio, la commissione urbanistica del Comune di Firenze, presieduta da Leonardo Bieber (PD) ha visto l’audizione dell’Assessore Bettarini in merito alla prossima adozione della variante del PUE di Castello.

Nelle destinazioni d’uso oggetto della variante, tra l’altro, si “trova casa” alla riqualificazione della Mercafir, andando così a liberare la zona dove ricade il progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

L’atto di variante, come ha spiegato l’Assessore Bettarini, “entro 10 giorni sarà adottato dalla Giunta”, ma essendo in ‘diminutio’ rispetto a quanto previsto (i mq edificabili scendono da 440.000 a 272.000), non passerà dal Consiglio comunale. Trascorsi almeno 60 giorni dall’adozione per le osservazioni la variante sarà approvata in via definitiva. La discussione politica, come ha ricordato il Presidente Bieber, avverrà attraverso una serie di incontri in commissione, che ha sottolineato che “si tratta della trasformazione urbanistica di Firenze più importante degli ultimi anni”.

Donato Mongatti – Il Sito di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/26/18, 13:49
Castello: adottata variante per nuova Mercafir. Stadio Fiorentina: proroga al 31-12-2018

Approvata dal Comune di Firenze l’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello. Il progetto stadio della Fiorentina…

Approvata dal Comune di Firenze l’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello che riduce i volumi edificabili e, tra l’altro, “trova casa” alla nuova Mercafir, andando a liberare l’area di intervento del progetto del nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola.

Contestualmente è stata approvata dalla Giunta la delibera che fissa il termine ultimo al 31 dicembre 2018 affinché ACF Fiorentina integri in ogni sua parte il progetto definitivo di stadio ed opere connesse (87.000 mq che comprendono commerciale, turistico-ricettivo, direzionale).

In attesa della Fiorentina (che dal 7 gennaio 2015 può presentare il progetto definitivo), il Comune compie un altro passo concreto in direzione del nuovo impianto sportivo ed opere connesse che i Della Valle vorrebbero realizzare a Novoli.

La variante (che adesso vedrà il periodo delle osservazioni) è stata illustrata oggi in Palazzo Vecchio dal Sindaco di Firenze Dario Nardella e dall’Assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini in una conferenza stampa.

“Queste delibere danno il via alla rivoluzione alla zona nord-ovest di Firenze – ha detto il Sindaco Nardella – . Sostenibilità ambiente e futuro caratterizzano la variante di Castello che vede il 46% in meno di edificabilità. Il perno centrale della variante son gli 80 ettari di parco che vediamo come un vero e proprio polmone della città e parco urbano da vivere. Si tratta del più grande parco di tutta l’area urbana di Firenze”.

“La Mercafir – ha spiegato l’Assessore Bettarini – deve essere pensato non solo come mercato all’ingrosso, ma anche come luogo di cultura”. “Sarà una vera e propria cittadella dell’alimentazione – ha aggiunto Nardella – e allo stesso tempo un luogo da frequentare”.

“È – ha sottolineato Nardella – la delibera ‘sblocca tutto’ perché è un via libera al masterplan dell’aeroporto e allo stadio. La Mercafir la facciamo a prescindere dalle modalità e dai tempi dello stadio. Sullo stadio, però, stamani abbiamo approvato la delibera al progetto definitivo (della cittadella viola, ndr) e la proroga per la presentazione del progetto definitivo dello stadio e lo sviluppo dell’area circostante ha termine al 31 dicembre 2018. Ora la Fiorentina può fare tutto quello che ritiene per il nuovo stadio della città”.

La variante al PUE di Castello, come detto, prevede una radicale riduzione delle capacità edificatorie rispetto al piano originario. Questa scelta “in diminutio” è determinata principalmente da due aspetti: le zone di tutela derivanti dalla nuova pista dell’aeroporto e le nuove esigenze della città che fanno venire meno alcune destinazioni d’uso previste dal piano (in primis il direzionale pubblico, ma anche del commerciale che bilancia il commerciale previsto per lo stadio) che prevedevano superfici utili lorde (SUL) per 440.000 mq. Le nuove SUL scendono drasticamente a 188.000 mq (delle quali 65.500 mq per la nuova Mercafir – che sarà ubicata nella zona nord -, e la riduzione della Sul residenziale e ricettiva da ridistribuire tra la destinazione residenziale, turistico-ricettiva e direzionale nella forma degli studentati).

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/26/18, 15:26
Nardella sul nuovo stadio: “La Fiorentina può realizzare il progetto definitivo. Fiducia nei Della Valle”

Le parole di Dario Nardella sull’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello

In occasione della conferenza stampa sull’adozione della variante al Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato così ai media presenti (parole riportate dall’agenzia di stampa Italpress):

    Noi rispondiamo a tutte le richieste della Fiorentina che ci sono pervenute sia nella lettera di novembre che di dicembre dell’anno scorso. In particolare accogliamo la richiesta di un’ulteriore proroga di sei mesi per la presentazione del progetto definitivo per un nuovo stadio a partire dall’adozione della variante urbanistica di Castello, che è proprio quella che abbiamo approvato nella giunta comunale di questa mattina. Oltre a questo abbiamo avuto anche l’ok alla valutazione di impatto ambientale sull’aeroporto che era l’altra condizione che la Fiorentina poneva come requisito per poter completare il proprio progetto definitivo per il nuovo stadio. A questo punto sono felice di comunicare che la Fiorentina ha tutta la possibilità di realizzare il progetto definitivo per il nuovo stadio e confido nella concretizzazione di questo impegno da parte della proprietà perché abbiamo grande fiducia e rispetto nelle capacità imprenditoriali e nella correttezza della famiglia Della Valle.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/26/18, 18:49
Confermato l’interesse pubblico all’iniziativa fino al 3-12-18: il comunicato

Attraverso il seguente comunicato stampa, il Comune di Firenze conferma l’interesse pubblico per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina:

“Confermato l’interesse pubblico all’iniziativa per la realizzazione del nuovo stadio fino al 31 dicembre 2018. Lo ha deciso oggi la giunta di Palazzo Vecchio ribadendo l’interesse pubblico primario dell’Amministrazione alla riqualificazione della parte settentrionale del territorio comunale, interessato dalla realizzazione di nuove importanti infrastrutture, come il nuovo stadio e il nuovo Centro alimentare polivalente. Sempre nella seduta di oggi, la giunta ha dato il via libera alla variante al Piano urbanistico esecutivo Castello.

Il 28 novembre 2017 Acf Fiorentina ha chiesto, per completare il progetto definitivo del nuovo stadio e del relativo Piano economico finanziario, una proroga di ulteriori sei mesi a partire dalla conclusione della procedura di valutazione dell’impatto ambientale relativa al progetto di ampliamento dell’aeroporto di Firenze e dall’adozione della variante relativa alla nuova collocazione della struttura mercatale. Periodo ritenuto essenziale da Acf Fiorentina per l’elaborazione del progetto del nuovo stadio e del relativo piano economico finanziario. In seguito, il 27 dicembre 2017, Acf Fiorentina ha trasmesso un aggiornamento del progetto, impegnandosi a recepire successivamente le prescrizioni relative al nuovo aeroporto. Il Gruppo interdirezionale di lavoro ha svolto una verifica sugli elaborati presentati da Acf Fiorentina, da cui è emerso che: il progetto è ancora carente di alcuni elaborati, in particolare tra gli elaborati di progetto non figura il Programma economico e finanziario e connessa matrice dei rischi, lo schema di contratto, il piano di gestione dell’opera. Inoltre, l’area interessata dal progetto aggiornato risulta più ampia di quanto compreso all’interno del perimetro dalla scheda relativa al Centro alimentare polivalente, oltre che differente nei contenuti e nei parametri vigenti. Infine, il documento preliminare per la valutazione ambientale strategica necessita di alcune integrazioni per consentire la corretta istruttoria procedimentale.

Nel frattempo, si è conclusa la procedura di Via del progetto di ampliamento dell’aeroporto, con emanazione del relativo decreto. Il Comune di Firenze, pertanto, in attesa del recepimento delle prescrizioni relative al nuovo aeroporto, conferma l’interesse pubblico all’iniziativa fino al 31 dicembre 2018, fatta salva la valutazione finale della proposta definitiva presentata dalla società e la verifica del recepimento integrale delle prescrizioni dell’Amministrazione“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/13/18, 14:02
Nardella sullo stadio: “Aspettiamo progetto definitivo della Fiorentina, sono fiducioso”

Per arrivare alla costruzione di un nuovo stadio a Firenze “abbiamo fatto finora tutto quello che potevamo fare. Io sono fiducioso che la Fiorentina entro la fine dell’anno presenterà il progetto definitivo e sarà anche psicologicamente una svolta importante”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite negli studi di Italia 7. “Come sapete non è solo il sindaco che può su questo mettere la parola fine. E’ importante che vi sia un grande coinvolgimento e un grande convincimento della società che veda davvero nello stadio qualcosa di concreto sul quale fare passi in avanti – ha aggiunto Nardella – Gli stadi di proprietà sono un elemento di fondo”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/18, 01:05
Nardella replica ad ADV: “Non capisco la richiesta di proroga, i termini scadono a dicembre”

Il sindaco risponde alle frasi di Andrea Della Valle sul nuovo stadio

In merito alle parole di Andrea Della Valle sul progetto nuovo stadio (“presenteremo il progetto a settembre poi ci vorranno almeno 6 mesi, credo che tutto andrà a Primavera”), arriva la reazione del sindaco Dario Nardella:

In tutta franchezza non si capisce il motivo di questo annuncio anche perché il Comune ha dato seguito alla richiesta scritta della stessa Fiorentina per i 6 mesi di prosecuzione del pubblico interesse decorrenti dall’adozione della variante, che dunque scadono il 31/12. Peraltro il Comune al momento non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale e alcuna motivazione per la quale Fiorentina affermi di aver bisogno di più tempo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/18, 12:52
Il nuovo stadio diventa un giallo e sull’area di Castello il governo si mette di traverso

Il governo giallo verde ha riaperto lo scontro sulla nuova pista di Peretola. In questa maniera potrebbero esserci conseguenze sullo spostamento della Mercafir a Castello

Andrea Della Valle è stato un fiume in piena nell’incontro di ieri a Moena con la stampa. Tanti gli argomenti trattati dal patron. Tra questi la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina come potete sentire nel video sopra.

Il rinvio della presentazione del progetto esecutivo (costo: 9 milioni) a settembre ha scatenato la reazione del sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Sul tema nuovo stadio torna questa mattina La Nazione. Ecco quanto si legge nell’articolo a firma Paola Fichera:

    Il fatto è che sulla tormentata area di Castello si sono messi di traverso anche i gialloverdi di governo che hanno riaperto lo scontro sulla nuova pista di Peretola, pronti a farsi un baffo perfino della già convocata conferenza dei servizi. E se l’operazione nuova pista dovesse essere ridimensionata o subire altri rinvii temere ricadute anche sullo spostamento dell’area Mercafir a Castello, e quindi sul nuovo stadio, sarebbe giustificato. Particolare che non è passato certo inosservato alla razionalità tecnico-economica di imprenditori attenti come i Della Valle. Che – fra l’altro – non devono aver ancora metabolizzato bene il concetto di dover pagare qualcosa come 16 milioni di euro non per diventare proprietari di un terreno da mettere poi a bilancio, ma solo per pagare il trasloco di un mercato e avere in cambio un diritto di superficie di una, pur lunghissima, convenzione su terreni che sono e resteranno di proprietà comunale.

Vi proponiamo anche una parte dell’articolo del Corriere Fiorentino:

    Più tempo significherebbe, se la Fiorentina chiedesse davvero una deroga, arrivare all’approvazione del project financing in piena campagna elettorale per le amministrative: non proprio il momento migliore per un confronto su numeri e finanziamenti, compresi i fondi che la Fiorentina deve pagare per comprare l’area dove spostare la Mercafir. Ma l’operazione passa dall’acquisto da parte di Toscana Aeroporti di tutta l’area (poi venderebbe a prezzi di mercato lo spazio per fare la Mercafir).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/18, 15:30
Nuovo stadio, Nardella: “Accolte le richieste della Fiorentina, mi aspetto un chiarimento con i Della Valle”

In casa Fiorentina è caldo il tema relativo alla realizzazione del nuovo stadio in seguito alle parole di Andrea Della Valle. Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato così di questo argomento:

    La lettera di novembre della Fiorentina chiedeva sei mesi dall’adozione della variante di Castello. Noi abbiamo accolto esattamente le richieste, rigo per rigo, della società e così le abbiamo dato sei mesi di tempo. Sono cose scritte. Non è il tempo delle parole e delle polemiche, non mi interessano. E’ il tempo dei fatti. Noi abbiamo fatto tutto quello che ci eravamo proposti di fare. Lo stadio è un obiettivo per la città, ma soprattutto per il calcio italiano perché, se le società non realizzano gli stadi, il calcio italiano sarà sempre a rincorrere i modelli degli altri Paesi. Non posso dare adito ad ipotesi. Aspetto un chiarimento definitivo con la proprietà della società, solo così si può andare avanti, resto convinto della bontà dell’operazione nuovo stadio.

    Le contestazioni della piazza? Solo il confronto diretto può portare a una svolta, lo dirò ai fratelli Della Valle. Sento il sentimento di rabbia della città ed è un peccato che questo sentimento prenda il sopravvento rispetto alla gioia. Sono fiducioso che la società capisca il momento difficile. I Della Valle sono imprenditori di successo e non amano i fallimenti, ma vincere le sfide. Sono fiducioso che considerino anche questa della Fiorentina come una sfida vera.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/23/18, 16:21
Nuovo stadio, ass. Bettarini: “Il termine per il progetto definitivo resta il 31 dicembre 2018”

La risposta di Giovanni Bettarini, assessore all’urbanisti del Comune di Firenze, al patron Andrea Della Valle

E’ tornato caldo il tema relativo alla realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina. “Colpa” delle dichiarazioni rilasciate da Andrea Della Valle la scorsa settimana a Moena. Le parole del patron hanno scatenato la reazione del sindaco di Firenze, Dario Nardella, e quella dell’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini che ha risposto così ad un question time nel Consiglio comunale odierno del consigliere Tommaso Grassi di “Firenze Riparte a Sinistra” (parola riportate da Il Sito di Firenze):

    Noi non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da Fiorentina, perciò i termini sono quelli che abbiamo stabilito in maniera piuttosto precisa seguendo quelli che erano i desiderata della Società.

    Per altro il presidente (Andrea Della Valle, ndr) ha parlato di progetto esecutivo a primavera, noi quello che ci aspettiamo è il progetto definitivo entro il 31 dicembre. Noi pensiamo che il termine rimane quello, soprattutto perché non c’è stata comunicazione ufficiale (richiesta formale di proroga, ndr). Lo abbiamo fatto con la delibera del 2018 (di proroga, ndr) e lo confermiamo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/26/18, 15:05
Arch. Casamonti: “Stadio Fiorentina? Bel progetto ma impossibile entro il 2022”

L’architetto fiorentino Marco Casamonti ha progettato il nuovo stadio di Tirana, in Albania. La Nazione lo ha intervistato anche sul progetto stadio alla Mercafir della Fiorentina:

    E’ un bellissimo progetto. Sarà interessante vedere completato il masterplan. Il progetto di Tirana è stimolante perché si interviene su un’opera realizzata da un fiorentino. Noi lavoriamo in tutto il mondo ed è bellissimo esportare l’esperienza della città di Firenze nel mondo. Il nostro spirito rinascimentale che si nutre di innovazione e tradizione, esprimendosi in vera magia. Certo, anche lavorare in casa è un sogno. A Firenze il nuovo stadio si farà? Assolutamente sì. Non è civile nel 2020 assistere agli spettacoli sportivi sotto la pioggia o morendo di caldo sugli spalti. Oggi lo stadio di Firenze, bellissimo, un capolavoro che si dovrà capire come riutilizzare per mantenerlo vivo, mostra tutti gli anni della sua vita. Per forza si dovrà fare quello nuovo. E fare velocemente. Lo dico da tifoso che ama la sua città e la sua squadra, come tutti i fiorentini. Stadio pronto nel 2022? No, impossibile. Ma spero di essere smentito. A dire la verità mi sembra molto difficile. Non tanto per i tempi di costruzione, quanto per tutto il resto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/25/18, 15:24
Nuovo stadio, doppio progetto. Gli ingegneri lavorano al buio: il problema è l’aeroporto

Senza definizione sulla pista, elaborati a rischio

Problemi sul nuovo stadio della Fiorentina. Come scrive, infatti, La Nazione, ingegneri, architetti e designer non hanno una planimetria predefinita su cui poter plasmare le centinaia di tavole millimetriche che saranno necessarie a completare la progettazione definitiva della cittadela viola. Il problema è legato alla nuova pista dell’aeroporto. Dopo le recenti dichiarazioni del ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli, il quale ha ribadito che l’aeroporto strategico della Toscana resterà Pisa e che lo sviluppo dello scalo fiorentino sarà sottoposto a project rewiev, in pratica a un’attenta analisi sui costi-benefici, e in assenza della certezza se potrà essere realizzata la pista parallela convergente, i progettisti sono costretti a lavorare su un doppio binario.

Nel caso la pista restasse l’attuale, le fasce di rischio cambierebbero, e il progetto al quale stavano lavorando – con la pista parallela – sarebbe da rifare completamente. In questo momento, dunque, meglio concentrarsi sul programma economico e finanziario e sulla connessa matrice dei rischi, sullo schema di contratto e sul piano di gestione dell’opera. Ancorché proprio per ottimizzare i tempi sia necessario procedere su tutti i fronti contemporaneamente. Avanti con i rilievi planoaltimetrici e con lo studio dettagliato di inserimento urbanistico, ma per gli elaborati grafici il rischio è che si debba fare un doppio lavoro oppure aspettare una definizione. Ovvero che, quantomeno, arrivi l’ok della conferenza dei servizi al masterplan dell’aeroporto, che è il requisito essenziale cui Toscana Aeroporti ha subordinato l’acquisto dei terreni dell’area di Castello. In mancanza di quel sì, il preliminare siglato lo scorso primo giugno, non avrà validità e non si procederà al rogito. In quel caso, dunque, la proprietà resterà di Unipol. Anche questo un altro impedimento, perché se dovesse vanificarsi il passaggio di proprietà dei terreni ex Fondiaria, nel caso non si facesse la nuova pista, salterebbe l’automatismo della certezza che il terreno di Novoli sia libero, in quanto Palazzo Vecchio dovrebbe trattare con Unipol per lo spostamento della Mercafir a Castello.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/05/18, 23:09
VIDEO VN – Nardella sullo stadio: “Non c’è una data, mi vedrò a breve con ADV”


Giacomo Brunetti
@giacomobrun_24
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/16/18, 13:34
Nuovo stadio, entro settembre ok del Comune per la variante al PUE di Castello. La Fiorentina…

Scaduti i tempi per presentare le osservazioni in Palazzo Vecchio. Scontato sì di Nardella, la Fiorentina…

Come si legge sul ilsitodifirenze.it, la variante al Piano Urbanistico Esecutivo di Castello sarà approvata definitivamente dalla Giunta del Comune di Firenze entro il mese di settembre. Recentemente sono scaduti i tempi per presentare a Palazzo Vecchio le osservazioni alla variante e in questi giorni gli uffici del Comune stanno analizzando le osservazioni pervenute. Poi il sì della Giunta del Sindaco Nardella, un via libera che appare scontato per la riqualificazione dell’area a nord-ovest della città indicata per la realizzazione del nuovo aeroporto ed il nuovo stadio della Fiorentina.

Un passo formale, ma non determinate affinché ACF Fiorentina rispetti il termine del 31 dicembre 2018 per integrare in ogni sua parte il progetto definitivo del nuovo stadio e cittadella. Da ricordare come a fine giugno scorso è stata adottata la variante al PUE di Castello che ricolloca la Mercafir, mentre la definizione della Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA) dell’aeroporto è avvenuta a fine dicembre 2017.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/18, 20:43
Prove di disgelo tra Nardella e Della Valle: presto un nuovo incontro. Le posizioni…

Dopo il gelo estivo, Comune di Firenze e Fiorentina meditano l’inizio di una nuova fase di dialogo e confronto

Oltre agli staff tecnici, secondo quanto trapela da Palazzo Vecchio anche Dario Nardella e Andrea Della Valle si ritroveranno nei prossimi giorni per discutere del nuovo stadio. La posizione del Comune resta quella che il club deve consegnare il progetto definitivo entro la fine dell’anno, mentre la Fiorentina persegue l’idea di consegnare le carte almeno a primavera 2019. Una nuova proroga è da escludere, filtra da ambienti vicini al sindaco, ma in questa storia degna del teatro dell’assurdo mai dire mai. Le incertezze sulla nuova pista dell’aeroporto, però, complicano lo scenario. Lo scrive La Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/18, 22:37
Nuovo stadio, Nardella: “Dipende dai Della Valle, sono ottimista”

Continua la storia infinita sul nuovo stadio della Fiorentina

A margine di un’iniziativa, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato anche della realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina. Queste le sue parole riportate da Il Sito di Firenze:

Dipenderà soprattutto dalla famiglia Della Valle, ma non ho mai interrotto il filo di dialogo con loro, anzi, negli ultimi giorni mi sono sentito con Diego Della Valle e con Andrea e ci vedremo molto presto per continuare questo percorso. Io sono un inguaribile ottimista. A Firenze abbiamo raggiunto anche obiettivi molto ambiziosi che sembravano irraggiungibili fino a pochi anni fa, uno su tutti le nuove linee della Tramvia. Se siamo riusciti a fare le tramvie, non vedo perché non dobbiamo essere capaci di realizzare lo stadio.

Ricordiamo che la Fiorentina dovrà presentare il progetto definitivo entro il 31 dicembre 2018. Tuttavia il patron Andrea Della Valle disse a Moena che il club viola non avrebbe rispettato tale scadenza.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/20/18, 21:48
Stadio alla Mercafir, Ass. Bettarini: “Siamo ottimisti, ci sono tutte le condizioni”

Firenze-(Italpress-20 settembre 2018)-“Noi con la variante approvata al Pue”, ovvero il piano urbanistico esecutivo, “di Castello approvata il 26 giugno scorso abbiamo posto in essere le condizioni necessarie, che era quello che ci aveva chiesto la Fiorentina. Questo è il motivo per cui siamo ottimisti perché tutte le condizioni ci sono, perché la città aspetta lo stadio e perché stiamo andando avanti in una trasformazione importante di cui è parte anche il nuovo stadio della Fiorentina”. Lo ha detto l’assessore all’Urbanistica del comune di Firenze, Giovanni Bettarini rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto come veda il percorso di avvicinamento al prossimo 31 dicembre, data ultima fissata dallo stesso comune di Firenze per la consegna da parte della Fiorentina del progetto definitivo per la costruzione di un nuovo stadio nel capoluogo di regione toscano.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/08/18, 23:28
Nardella ottimista: “Nuovo stadio? Mai così a buon punto. La Fiorentina terrà fede agli impegni”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella parla del nuovo stadio nell’area Mercafir

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha rilasciato un’intervista a Controradio. Ecco le sue dichiarazioni interessanti in chiave nuovo stadio:

Siamo a un buon livello nella progettazione del nuovo polo mercatale: la nuova Mercafir nascerà a nord di Castello, siamo in dirittura d’arrivo con la variante, e a Castello dimezzeremo i volumi di superfici edificabili. Con la conclusione della variante non ci saranno ostacoli urbanistici per la nuova Mercafir e lo stadio. In più presenteremo il progetto di fattibilità della nuova Mercafir entro fine novembre a tutti i fiorentini: sarà non solo un polo della logistica, ma del food, rivolto alle famiglie e alle aziende. Per lo stadio oggi la strada è più spianata che mai: ovviamente si attende l’esito della conferenza dei servizi sull’aeroporto. Abbiamo concordato di vederci a breve con la proprietà per fare il punto sullo stato di avanzamento: sono fiducioso sul fatto che Fiorentina terrà fede agli impegni e presenterà il progetto esecutivo entro fine anno, è il compito che spetta alla società, così come a noi spetta completare le procedure urbanistiche ed è quello che avverrà nel giro di pochi giorni.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/18, 21:59
Nuovo stadio, Nardella: “ACF non ha motivo per non rispettare impegni presi”

Le parole del sindaco di Firenze

Riguardo al nuovo stadio della Fiorentina, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato così a Italia 7: “Mi prendo gli impegni per ciò che mi riguarda. Mi ero impegnato a fare la variante urbanistica nell’area di Castello e l’ho fatta, mi ero impegnato a prevedere il progetto di spostamento del Mercato ortofrutticolo e ho fatto anche questo. Ora aspettiamo il progetto della Fiorentina. Credo che la società viola non abbia motivo di non rispettare gli impegni e di non portarci questo progetto che sarà poi lo step decisivo per cominciare i lavori successivamente”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/20/18, 00:31
Nardella: “Urge incontro con i Della Valle. Termine 31/12 chiesto da ACF, se non sarà rispettato…”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto oggi ai microfoni di Lady Radio per fare il punto sulla situazione relativa al nuovo stadio:

“Purtroppo è saltato l’incontro tra il direttore generale del comune, Parenti, e l’architetto Maffioletti, la responsabile del progetto per la Fiorentina. Spero ne venga fissato un altro al più presto perché è importante avere queste occasioni di dialogo e confronto per capire lo stato di avanzamento della progettazione. Resta comunque il termine del 31 dicembre per la presentazione del progetto. Ritengo sia urgente incontrarsi con la proprietà: prima ci vediamo meglio è, perché progetti così impegnativi come uno stadio, devono passare attraverso una costante collaborazione tra la proprietà ed il comune.

In altre città le due parti litigano, mentre noi abbiamo un clima di collaborazione abbastanza buono. Sono stati fatti dei passi in avanti, come la variante di Castello. E’ come aver imboccato una strada di non ritorno, perché si libera la zona in cui sorgerà il nuovo stadio. Ci sono delle lettere scritte in cui la Fiorentina ha chiesto un po’ più di tempo per presentare il progetto definitivo, indicando come data limite il 31 dicembre. Entro novembre, come comune, presenteremo il progetto della nuova Mercafir. Se la Fiorentina non dovesse presentare il progetto entro il 31/12, diventerebbe un problema. Andrebbe tutto motivato, perché le leggi sono chiare ed il terreno non è della Fiorentina ma dei fiorentini. Noi lo mettiamo gratuitamente a disposizione della Fiorentina, che però, dopo la richiesta da loro presentata nel 2014 di costruire anche nella zona dove sorge l’attuale Mercafir, è tenuta a pagare quei 15-20 milioni di euro per lo spostamento dei mercati generali.

Il privato paga anche la costruzione dello stadio, ma in cambio ha tutti gli introiti derivanti dalle attività commerciali connesse. Il modello è uguale a quello dello Juventus Stadium. Incontro con Diego Della Valle? La proprietà è stata impegnata con i grandi eventi della moda, spero che la data di questo incontro esca nei prossimi giorni. Io voglio solo dare una mano perché mi rendo conto che oggi in Italia non sia facile costruire uno stadio. Se arriva questo benedetto progetto definitivo, siamo a cavallo, per questo sono fiducioso. Più di così non so fare, non posso farlo io lo stadio della Fiorentina. Centro sportivo per le giovanili? Sono pronto a dare una mano anche se dovesse sorgere nell’area metropolitana”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/20/18, 00:37
Stadio alla Mercafir: Nardella si è mosso, la Fiorentina che farà?

Il sindaco di Firenze è stato chiaro: la Fiorentina ha tempo fino al 31 dicembre per presentare il progetto definitivo del nuovo stadio. La scadenza è quella, oltre non si andrà. Sul tavolo della trattativa ci sono molti elementi da tenere in considerazione. L’amministrazione comunale si è mossa molto negli ultimi anni per individuare il territorio su cui far costruire la nuova casa della Fiorentina alla famiglia Della Valle e per far procedere la macchina burocratica. Il primo cittadino ha sottolineato la necessità di un incontro fra le parti per fare il punto della situazione. Questo dovrà essere il prossimo passo.

La società viola rimane sulla propria posizione. L’interesse è comune con l’amministrazione, ovvero realizzare il nuovo impianto dove far giocare la Fiorentina. La dirigenza ha letto le parole del Sindaco come un segnale di continuità nel percorso intrapreso. Non resta che aspettare qualche settimana: per vedere se e come andrà l’incontro fra le parti e per capire cosa accadrà entro il 31 dicembre. Se la società consegnerà il progetto definitivo si procederà sulla strada giusta altrimenti il rischio di andare in blocco potrebbe essere reale. Sempre che Nardella non decida di accordare una nuova proroga richiesta anche da Della Valle a Moena, cosa che farebbe slittare ancora i tempi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/21/18, 13:52
Palazzo Vecchio e le Fiorentina ribadiscono l’obiettivo comune: costruire lo stadio

La posizione del Comune e della società viola sembra non essere cambiata

Su La Nazione troviamo un approfondimento in merito alla questione del nuovo stadio della Fiorentina. Palazzo Vecchio e la società viola, nonostante alcune discussioni su scadenze che non sempre collimano, – si legge sul giornale – sono accomunate dallo stesso obiettivo: realizzare lo stadio, con un progetto che sia all’altezza di Firenze e dei fiorentini. L’iter ribadito dalla Fiorentina prevede l’impegno della società a comprimere in sei mesi la progettazione definitiva per il nuovo stadio dal momento in cui sarà certa l’acquisizione dei terreni, dunque dall’approvazione della variante urbanistica di Castello che prevede lo spostamento della Mercafir. Il Comune, si impegna ad approvare la variante del nuovo piano urbanistico attuativo di Castello entro fine novembre, mese nel quale sarà presentato anche il progetto della nuova Mercafir, compatibile con entrambi i direzionamenti della pista.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/21/18, 14:09
Comunicato stampa

La Fiorentina, in merito alle dichiarazioni rilasciate dal Sindaco Dario Nardella ad un'emittente radiofonica fiorentina, vuole precisare senza alcuna polemica e solo per chiarezza di rapporti, che il club viola manterrà l’impegno assunto nei confronti del Comune di presentare il progetto entro sei mesi dal momento in cui si avrà certezza della definizione della variante urbanistica con la relativa approvazione, che ad oggi ancora non c’è e che auspichiamo avvenga a breve. Proprio a tale proposito in data 3 agosto u.s. la Fiorentina aveva inviato al Comune una comunicazione con la precisazione che avremmo effettuato i sondaggi finali sull’area, che abbiamo infatti attivato, e completato il progetto nei termini di cui sopra, comunicazione in relazione alla quale non abbiamo mai avuto alcuna controindicazione da parte dell’Amministrazione. La Fiorentina resta, ovviamente, a disposizione per definire, se necessario, un cronoprogramma, nel rispetto delle tempistiche sopra riportate. Sempre al solo fine di una corretta informativa, rileviamo inoltre che mai la Fiorentina ha chiesto lo spostamento della Mercafir ma ha solo chiesto un’area con una dimensione adeguata per realizzare il progetto. In conclusione la Fiorentina precisa di aver accolto con grandissimo favore l'accenno del Sindaco alla continuazione del rapporto di piena e fattiva collaborazione tra il Comune, tutta la Pubblica Amministrazione e la Fiorentina, fermo restando che lo stesso verrà svolto, come prontamente sottolineato anche dal Sindaco, nel pieno rispetto della normativa di settore. La Fiorentina è certa che anche grazie a questo realizzeremo presto, insieme, una grande opera, degna della città di Firenze e di tutti i tifosi.
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/22/18, 23:18
A novembre incontro tra Nardella e A. Della Valle

Venerdì sera c’era già stato un contatto tra Diego Della Valle e Nardella

In casa Fiorentina continua a tenere banco la realizzazione del nuovo stadio. Ieri il club viola ha diramato un comunicato di risposta alle parole del sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Come scrivono La Nazione e il Corriere Fiorentino, ieri Andrea Della Valle e il primo cittadino si sono chiariti prima di Fiorentina-Cagliari e hanno fissato un altro incontro dopo il ponte di Ognissanti, anche se riguardo alla vicenda stadio, a ribadire i comuni obiettivi, c’era già stato un contatto venerdì sera fra il sindaco e il patron Diego Della Valle.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/22/18, 23:42
Lotti sullo stadio: “Della Valle, siate tranquilli. Continuità amministrativa importante per il progetto”

Luca Lotti, ex ministro dello Sport, ha parlato così dei temi legati alla Fiorentina a Lady Radio:

Ieri contro il Cagliari ho visto una squadra che ci ha provato. Aveva meno piglio rispetto ad altre occasioni ma la partita poteva finire anche 2-1. Il gruppo è giovane e può arrivare veramente lontano se continua a crescere con i consigli e la gestione di mister Pioli. Dipendenza da Chiesa? E’ ovviamente un grandissimo giocatore. Però credo che la Fiorentina possa puntare anche su un bel gruppo di giovani. Simeone per esempio non fa gol da un po’, ma se si riprende può fare bene anche lui. Come si cambia il calcio? Io spero che si riesca a ripartire dai fondamentali. Dall’educazione dei genitori sugli spalti fino alle riforme più grandi riguardo la Governance, il calcio deve riuscire a guardarsi allo specchio e voltare pagina. Lo stadio? Credo che ogni squadra di Serie A si debba costruire uno stadio di proprietà che garantisca quei servizi che uno spettacolo come il calcio necessita. C’è una norma che facilita tutto questo e le società, tutte, devono fare in modo che ci sia uno stadio di proprietà in ogni città. Comunicato della Fiorentina? Sembra che i 6 mesi da calcolare debbano partire da novembre, a differenza di quello che ritiene il Comune. Ma aldilà delle date, io spero che la Fiorentina abbia avvero voglia di andare fino in fondo altrimenti l’amministrazione avrebbe perso del tempo. Mi auguro che si acceleri un po’ e che si arrivi al più presto alla costruzione dello stadio. Le preoccupazioni della proprietà viola sono comprensibili, ma gli atti sono volti e cambiare un percorso amministrativo anche da una nuova amministrazione sarebbe troppo difficile. La continuità amministrativa di chi arriva deve sempre essere tutelata. Mi sento di togliere questa preoccupazione ai Della Valle: quale amministrazione avrebbe voglia di dire che lo stadio non si fa più? Sarebbe una decisione quantomeno da dire in campagna elettorale, quindi si saprebbe con largo anticipo. I conti delle squadre di calcio? Anche questo deve essere oggetto di riforma. In realtà qualche regola già c’è, bisognerebbe riuscire a metterle in pratica magari uniformandole anche a livello europeo. La situazione con il Milan è stata pressoché paradossale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/23/18, 00:04
La Fiorentina vuole aspettare ancora. E il Comune non la prende bene

Per il nuovo stadio la Fiorentina intende aspettare almeno 6 mesi dall’approvazione finale della variante di Castello…

Niente progetto entro la fine dell’anno. Per il nuovo stadio la Fiorentina intende aspettare almeno 6 mesi dall’approvazione finale della variante di Castello, prevista entro fine novembre. Dunque maggio prossimo. La società lo spiega ieri in un lungo comunicato dopo le polemiche degli ultimi giorni. E adesso quello che già sembrava un caso diventa un intrigo, la vicenda si incastra pericolosamente con le prossime elezioni amministrative. È come se la Fiorentina desse l’impressione di voler attendere la nuova giunta per definire l’operazione e anche i costi ( l’acquisto dell’area Mercafir e le bonifiche ad esempio). Palazzo Vecchio è ben più che irritato: ritiene si tratti di una violazione dei patti che prevedevano che le carte arrivassero in Comune entro il prossimo 31 dicembre. Ma tant’è. Il sindaco Dario Nardella opta ieri per il silenzio per non alimentare altre polemiche. Un nuovo muro contro muro è servito. E la chimera dello stadio nuovo alla Mercafir si allontana ancora. Lo scrive Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/18, 21:41
Nardella: “Ho parlato con i Della Valle, sono più ottimista”

A margine di una conferenza stampa con Publiacqua, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina. Queste le sue parole riportate dall’agenzia di stampa Italpress:

I termini li conoscete (31 dicembre 2018, ndr) e dopo aver parlato con la proprietà sono più ottimista di prima. Mi sono sentito ieri con Diego Della Valle e domenica ho parlato con Andrea Della Valle andiamo avanti sulla progettazione, non appena ci saranno elementi nuovi non faremo mancare qualunque informazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/26/18, 22:44
A inizio novembre l’incontro tra Comune e Fiorentina

Ieri Nardella si è detto più ottimista sul fronte nuovo stadio

Sul Corriere Fiorentino si parla anche del nuovo stadio. “Mi sono sentito con i Della Valle, sono più ottimista”, ha detto ieri il sindaco di Firenze, Dario Nardella. All’inizio di novembre, si legge, è previsto un contatto tra le parti dopo che il Dg del Comune, Parenti e la responsabile viola, l’architetto Mafioletti, non avevano avuto modo di incontrarsi e dopo che lo stesso sindaco aveva fatto presente come le problematiche sullo spostamento della Mercafir non riguardassero direttamente i progetti del nuovo stadio.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/06/18, 23:30
VIDEO VN – Giani sul nuovo stadio: “Vale ciò che è stato fatto fino adesso”

Il presidente del Consiglio Regionale parla brevemente anche del nuovo stadio della Fiorentina a Coverciano


Giacomo Brunetti
@giacomobrun_24
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/18, 22:28
VIDEO – Nardella: “Non si torna più indietro, la Fiorentina ha iniziato a sondare l’area Mercafir”


Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/18, 22:33
VIDEO VN – Nardella: “A breve incontreremo la Fiorentina. Stanno studiando l’area”

dal nostro inviato


Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/18, 23:09
Cos’è il carotaggio, il lavoro che la Fiorentina ha iniziato per il nuovo stadio

Passi in avanti per il nuovo stadio della società viola: partite le misurazioni sull’area interessata

In data odierna, il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha svelato che la Fiorentina ha iniziato il carotaggio dell’area Mercafir in relazione alla realizzazione del nuovo stadio, uno dei passi successivi alla pianificazione dello studio della zona. Il carotaggio è una tecnica di campionamento: in sostanza, gli uomini della società viola hanno iniziato a sondare e studiare il terreno e il territorio su cui dovranno sorgere le fondamenta della avveniristica struttura.

Questo procedimento avviene attraverso la perforazione di pozzi o placche rocciose di campioni cilindrici chiamati “carote”, da cui deriva il termine. Esistono due tipologie di placche prelevate: le carote “di fondo” – che possono essere lunghe fino a ventisette metri – e quelle “di parete” – questione di centimetri, stavolta – per un’analisi completa. Tutto si basa sulla misurazione di alcune proprietà fisiche delle formazioni rocciose attraversate da una perforazione.

Come spiega la Treccani, esistono tre tipi di carotaggio: meccanico, geofisico e geochimico. Il procedimento avviene anche con l’utilizzo di una stratigrafia, lo studio dei vari strati del terreno. In definitiva, la Fiorentina sta studiando la conformazione e le caratteristiche del suolo e del sottosuolo, al fine di poter creare un progetto definitivo senza lacune e il più accurato possibile in seno ai lavori.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fwww.violanews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F11%2Fsenza-categoria%2Fnardella-1200x600.jpg&hash=8111b1ae8ef1448c8aa88b9b78f11fc1)

Giacomo Brunetti
@giacomobrun_24
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/18, 23:24
FOTO/VIDEO VN – Nardella: “La Fiorentina ha iniziato i carotaggi nell’area Mercafir: nessun rallentamento”

dal nostro inviato

Passi in avanti per la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina. Nella sala Cosimo I di Palazzo Vecchio, il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha dichiarato:

    Con il nuovo pool è stato azzerato l’effetto domino. La realizzazione della nuova pista si fa a prescindere dalla realizzazione dello stadio e/o la Mercafir. E così ugualmente la realizzazione del nuovo stadio prescinde alla realizzazione della nuova pista. La Mercafir si può fare a prescindere dall’aeroporto e dallo stadio, lo stadio si può fare a prescindere dalla Mercafir e dall’aereoporto. Abbiamo fissato un incontro per i prossimi giorni, non ci sono rallentamenti. Con il Pue tocchiamo un punto di non ritorno per aeroporto, stadio e Mercafir. Adesso non si torna indietro, le condizioni per andare avanti ci sono. La Fiorentina ha iniziato i carotaggi nell’area della Mercafir, sono le attività concreta di saggio della sede sulla quale dovrà sorgere il nuovo stadio. Sono attività collegate alla progettazione che sta andando avanti

Il Sindaco ha poi aggiunto durante la zona mista:

    Ci sono tre opere di interesse pubblico nell’area di Castello: l’aeroporto, la Mercafir e lo stadio. Sono opere collegate ma autonome, la nuova pista si può realizzare a prescindere dal destino delle altre due, così come la nuova Mercafir e lo stadio. Sono tre opere che hanno una loro strada e una loro previsione. E finalmente uno strumento urbanistico che le tiene insieme ma consente un’autonoma realizzazione. La Fiorentina ha avviato l’attività di carotaggio, di saggio delle caratteristiche del suolo, sta procedendo con la procedura per la realizzazione. Avremo una serie di incontri a breve

A seguire le slide mostrate da Nardella. La zona arancione (di 30.000m quadrati) rappresenta la fetta di Castello dove sarà ricollocata la Mercafir, attualmente a Novoli dove la Fiorentina intende costruire il nuovo stadio.

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F11%2Fnews-viola%2Fcastello.jpg%3Fv%3D20181107221100&hash=93bebe28c9d2bb7d3d5b843a58d55130)
 
Iacopo Nathan

http://www.violanews.com/news-viola/foto-vn-nardella-illustra-nuovo-stadio-si-puo-fare-a-prescindere-da-mercafir-e-aeroporto/ (http://www.violanews.com/news-viola/foto-vn-nardella-illustra-nuovo-stadio-si-puo-fare-a-prescindere-da-mercafir-e-aeroporto/)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/08/18, 20:19
Nuovo stadio, Mercafir ok: ma resta discordanza sui tempi

L’articolo di Repubblica dopo l’ok dato ieri da Nardella per la Mercafir: la Fiorentina ha iniziato i carotaggi del terreno, ma c’è discordanza sulla tempistica

“Un doppio spiraglio di concretezza per il nuovo stadio”, così si scrive oggi sull’edizione fiorentina di Repubblica: da una parte la giunta comunale martedì ha approvato in via definitiva la variante al piano urbanistico esecutivo (PUE) per l’area di Castello con il conseguente spostamento della Mercafir, dall’altra la Fiorentina ha cominciato i carotaggi nella zona dove dovrebbe un giorno sorgere la nuova casa viola. Piccoli passi avanti, per qualche ora le polemiche dei mesi scorsi passano in secondo piano. La Fiorentina conferma che i carotaggi sono un passo concreto verso la realizzazione del nuovo impianto ed è soddisfatta del fatto che il sindaco abbia ribadito che ci sono tutte le condizioni necessarie per portare avanti un progetto che per il club viola rimane fondamentale.

E mentre il Comune si aspetta qualche ulteriore passo avanti da parte della Fiorentina, nei prossimi giorni sono previsti altri contatti tra le parti in cui saranno indicati i tempi di intervento. In ballo c’è sempre la discordanza sulla tempistica per la presentazione del progetto, che i Della Valle calcolano nei sei mesi successivi dall’approvazione della variante (quindi da martedì scorso), mentre per Palazzo Vecchio resta valida l’adozione del giugno scorso, con scadenza dei tempi quindi a fine dicembre”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/10/18, 13:46
A breve incontro Della Valle-Nardella: le condizioni della Fiorentina

Nell’idea della società c’è l’investimento per la valorizzazione dell’area di Novoli, ma all’acquisto dei terreni di Castello e allo spostamento della Mercafir…

Secondo quanto riporta l’edizione odierna de La Nazione, dopo la presentazione da parte del Comune del Piano Urbanistico Esecutivo dell’area di Castello ed i carotaggi effettuati dalla Fiorentina nell’area Mercafir, il sindaco Nardella ed i fratelli Della Valle si incontreranno in tempi stretti per decidere una nuova tabella di marcia verso la realizzazione dello stadio. Dal momento della consegna del Pue, la Fiorentina ha calcolato siano necessari 6 mesi per consegnare il progetto definitivo dello stadio.

Si parla dunque di maggio, non del 31 dicembre (data limite precedentemente fissata) per la consegna del progetto. E con il nuovo incontro previsto, si affronteranno anche quelle questioni ancora irrisolte, come per esempio chi si accollerà la spesa dello spostamento dell’area Mercafir. Nell’idea della società c’è l’investimento per la valorizzazione dell’area di Novoli, ma all’acquisto dei terreni di Castello e allo spostamento della Mercafir dovrà provvedere il Comune.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/10/18, 14:47
Arriva la svolta? Stamattina incontro chiave a Palazzo Vecchio

Nei giorni scorsi la società gigliata aveva già provveduto ad effettuare i primi sondaggi sull’area Mercafir

“Contatto a breve con la Fiorentina”, aveva annunciato nei giorni scorsi il sindaco Dario Nardella. Detto, fatto: secondo quanto riporta Radio Bruno, in mattinata, a Palazzo Vecchio, si è tenuto un incontro tra il primo cittadino di Firenze da una parte e il presidente esecutivo viola Mario Cognigni e la consigliera Maffioletti dall’altra. Il meeting ha avuto esito molto positivo. Passi in avanti, quindi, per quanto riguarda il fronte nuovo stadio, con la società gigliata che nei giorni scorsi aveva già provveduto ad effettuare I PRIMI SONDAGGI SULL’AREA MERCAFIR.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/18/18, 18:07
Nuovo stadio: 35 anni di parole

1983: inizia la corsa al nuovo stadio della Fiorentina. Sarà fatto nella piana di Sesto e avrà 80mila posti. I titoli dei giornali sono roboanti. In tutti questi anni è cambiato qualcosa?

1983. A Firenze la Soprintendenza delle Belle Arti vincola lo stadio comunale: la torre di Maratona, le scale elicoidali, la copertura della tribuna e la particolare forma a D ne fanno un monumento nazionale. Non si può modificare ed ampliare.

Inizia allora la corsa al nuovo stadio (sigh). Si farà nella piana di Sesto, assicurano i tecnici. Sarà un vero affare ed avrà 80mila posti. I giornali annusano la notizia, intervistano i politici e i dirigenti della Fiorentina. Forse ci credono davvero. I titoli sono roboanti.
Nuovo stadio, articolo del 1983
(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F11%2Fnews-viola%2Fimg_3261.jpg%3Fv%3D20181118170300&hash=7cc77f0de5a764c7873b398f39cf6565)
Articolo del 9 novembre 1983 pubblicato su “La città”

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F11%2Fnews-viola%2Fimg_3263.jpg%3Fv%3D20181118170300&hash=8da0958003960400165d8e4984548bf2)
Articolo del 3 dicembre 1983 pubblicato su “Paese Sera”

E’ il 1983. In Italia il Presidente della Repubblica è un partigiano, Sandro Pertini, al governo si alternano Amintore Fanfani e Bettino Craxi. Viene messo in commercio il primo telefono cellulare, scompare Emanuele Orlandi e al cinema esce Scarface con Al Pacino. Nel calcio l’Aberdeen batte il Real Madrid in finale e vince la Coppa delle Coppe.

Nella Fiorentina è l’epoca dei Pontello. L’amministratore delegato è Italo Allodi, l’allenatore Giancarlo De Sisti. In estate sono arrivati importanti rinforzi: Daniel Passarella, Gabriele Oriali e Pasquale Iachini. Daniele Massaro viene schierato terzino destro con il numero 5 e ha facoltà di scorrazzare sulla fascia. Nella rosa compare anche Walter Mazzarri, ma non giocherà mai.

Il 6 novembre, tre giorni prima dell’uscita del primo degli articoli riportati, la Fiorentina schianta il Catania con uno squillante 5-1 e si porta a soli due dalla capolista Roma.

E’ il 1983. A Firenze il viale XI Agosto è ancora in costruzione e serve per le corse clandestine in moto, la caserma dei carabinieri non esiste e la pista di Peretola è più corta di 250 metri.

E’ il 1983 e la canzone “Parole Parole” di Mina e Alberto Lupo è già un cult senza tempo.

35 anni di parole!

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/27/18, 00:47
Nardella: “D. Della Valle motivato quando parla di Fiorentina. Nuovo stadio? Fatti passi avanti, c’è fiducia”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella parla dei passi avanti verso la costruzione del nuovo stadio attraverso l’approvazione del Pue e della volontà della Fiorentina

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto al Pentasport di Radio Bruno sui temi relativi alla Fiorentina e alla costruzione del nuovo stadio:

    Simeone-Chiesa? Quanto a sintonia mi sembrano messi meglio di Salvini e Di Maio. Sono due ragazzi splendidi dal punto di vista umano e tra i migliori giovani del campionato italiano, continuerei a scommettere su di loro. Pioli? Umanamente è una persona di grandi valori che ha gestito al meglio lo scorso campionato dopo il dramma Astori: qualsiasi club anche più blasonato si sarebbe trovato in difficoltà per una situazione del genere; e inoltre lo trovo adatto ad allenare una squadra giovane.

Sulla questione relativa all’ampliamento dell’aeroporto:

    Rimango sbigottito dal possibile stop all’espansione dell’aeroporto da parte del governo, non solo per la crescita di Firenze ma di tutta la Toscana. Credo e spero che Firenze vincerà e che l’aeroporto si farà, nonostante rispetti le ragioni del ‘no’. E’ un’opera di impatto ambientale, ma abbiamo la garanzia della VIA (valutazione di impatto ambientale n.d.r.) che niente possa mettere a repentaglio la vita dei cittadini e dell’ambiente.

Dall’aeroporto al nuovo stadio:

    Come tutti gli stadi d’Europa, il nuovo stadio sarà raggiungibile con la tramvia e con il treno visto che l’anno prossimo verrà costruita una nuova stazione della Ferrovia a Castello, all’altezza di Viale Guidoni. Non ho mai messo in discussione la possibilità che venga costruito il nuovo impianto. A che punto siamo? Sono ottimista, ho parlato con Andrea e Diego Della Valle, mi sono incontrato con Cognigni e l’architetto Maffioletti e si stanno facendo dei passi in avanti. Importanti sono stati i carotaggi degli scorsi giorni, così come l’approvazione del piano urbanistico di Castello: in questo rientra lo spostamento della Mercafir nella nuova area a nord della città e tutto ciò verrà fatto a prescindere dall’aeroporto. Rinvio oltre il 31/12 del progetto definitivo? Entro quella data la Fiorentina presenterà la documentazione, se è completa o no lo diranno i tecnici. L’importante è che si stia andando avanti.

Su cosa manca ai Della Valle per essere in sintonia con Firenze:

    Diego? Ha una grande personalità come imprenditore e un forte carisma. Quando parlo con lui di Fiorentina, lo vedo sempre presente, motivato e informato. La sua assenza fisica non presuppone un suo disinteresse, che non si spenda è un aspetto abbastanza ricorrente in tutta la Serie A. Per riavvicinarsi basterebbe cogliere le opportunità, farsi avanti. Ho invitato Andrea agli eventi della moda, sarebbe bello vederlo alla kermesse di Pitti e superare una volta per tutte le incomprensioni con la città. Non vedo distanze particolarmente insormontabili.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/29/18, 23:01
Mercafir, il trasloco slitta e rallenta anche il nuovo stadio: cittadella viola solo nel 2024

Entro fine 2021 i mercati generali a Castello e la cittadella viola slitta a fine 2024

Nuovo stadio, i tempi slittano di almeno due-tre anni. Tutto dipende dallo spostamento della Mercafir: l’approvazione della variante urbanistica è stata rapida, ma se tutto andrà liscio entro la fine del 2021 avverrà il trasloco vero e proprio, e nel frattempo si dovrà realizzare una nuova casa da 65mila metri quadri nei 16 ettari a disposizione nel Nord dell’area. Dunque a partire dal 2022 la Fiorentina avrà l’area di Novoli per costruire stadio e cittadella nei 52 ettari necessari e, con due-tre anni di lavoro, potrà finire l’opera a fine 2024. E’ probabile che venga concesso una nuova proroga alla Fiorentina, anche perché sembra inutile impiccarsi alla data del prossimo 31 dicembre avendo tre anni pieni prima che l’area di Novoli sia effettivamente disponibile. Lo scrive La Nazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 22:53
VIDEO VN – Nardella: “Nuovo stadio? I tempi dipendono da due fattori”

Le parole del sindaco su Mercafir e nuovo stadio

Queste le parole del sindaco Dario Nardella a margine della presentazione del rendering della nuova Mercafir. Un progetto legato al discorso del nuovo stadio della Fiorentina.


Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 23:03
Nuovo stadio, Nardella: “Registro un’accelerazione da parte della Fiorentina, sono fiducioso”

dal nostro inviato a Palazzo Vecchio


Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 23:04
Il polo più innovativo del centro-Italia: nasce la nuova Mercafir, tra stadio e spazi verdi

L’opera permetterà di liberare l’area dedicata al nuovo stadio della Fiorentina

Non si chiamerà Mercafir e punta a essere il polo agroalimentare più innovativo del centro Italia, categoria nella quale lotterà con il recente parco enogastronomico inaugurato a Bologna. Il nuovo mercato ortofrutticolo di Firenze avrà una capacità edificatoria di 65.000 mq ed è “un progetto ambizioso ma non per questo difficile”, come lo ha definito il Sindaco di Firenze Dario Nardella. Dopo l’approvazione del PUE, esso prescinde dal piano di rischio della nuova pista dell’aeroporto ed è compreso nel format di riqualificazione dell’area nord-ovest della città.

Il progetto prevede un padiglione principale di 25.000 mq e due padiglioni – ‘A’ e ‘B’ – di logistica industriale per diversi operatori a fini di stoccaggio e lavorazione. Il nuovo mercato sfrutterà i vincoli ambientali, come il canale di cinta, compreso nell’area e punto di divisione tra la zona di trasporto e quella pubblica, adibita a ristorazione, didattica e un polo verde – già visibile nel rendering realizzato da ‘Open Project’, specializzato in tale settore – che si estenderà proprio a cavallo del torrente. All’interno, anche una cappella – presente nell’area, verrà spostata di alcuni metri – un percorso pedonale che attraverserà il mercato al centro, formando anche un ponte sul canale.

Il Comune e l’azienda Mercafir stanno definendo l’acquisizione del terreno e nel 2019 verranno messi al loro posto tutti i punti ancora irrisolti, al fine di partire con la realizzazione – che dovrebbe terminare entro il 2021 – dall’anno successivo. Il costo – attualmente tutto a carico di Mercafir e sostenibile grazie agli attuali contratti di locazione – si aggira intorno ai settanta milioni di euro, cifra massima per un’opera che sarà raggiungibile tramite un percorso ciclabile e con l’apposita fermata della tramvia.

L’opera è connessa al nuovo stadio della Fiorentina in quanto quest’ultimo dovrebbe sorgere sul terreno dell’attuale Mercafir, sul quale la società viola sta effettuato dei carotaggi “non invadenti rispetto alla nostra fruibilità”, come li ha valutati il Presidente dell’azienda Giacomo Lucibello. Fiducioso, invece, Nardella, che ha registrato “un’accelerazione da parte della Fiorentina” in tal senso.

Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 23:07
Pres. Mercafir: “Abbiamo un ottimo rapporto con la Fiorentina”

Le parole di Giacomo Lucibello, presidente Mercafir

Così il presidente di Mercafir nel giorno della presentazione a Palazzo Vecchio del rendering sul nuovo mercato agroalimentare di Firenze a Castello (nel 2021?):


Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 23:11
GALLERY VN – Come sarà la nuova Mercafir: progetto e rendering

Va in scena stamattina a Palazzo Vecchio, alla presenza del sindaco Nardella e del presidente Mercafir, la presentazione del rendering del nuovo mercato agroalimentare di Firenze. I tempi prevedono la nuova apertura nel 2021 per un investimento da 70 milioni di euro. Lo spostamento nell’area di Castello è legato al progetto del nuovo stadio della Fiorentina a Novoli

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F12%2Fnuova-mercafir-637x478.jpg%3Fv%3D20181205125303&hash=20e7910234e954951ce74628a955c851)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F12%2Fnuova-mercafir1-637x478.jpg%3Fv%3D20181205125306&hash=20de6fcf2976740932f21375eb795778)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F12%2Fnuova-mercafir3-637x478.jpg%3Fv%3D20181205125311&hash=3c55c6b2d73d4fd934605b25940781e4)

(https://www.acffiorentina.eu/proxy.php?request=http%3A%2F%2Fimages2.gazzanet.gazzettaobjects.it%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F21%2F2018%2F12%2Fnuova-mercafir2-637x478.jpg%3Fv%3D20181205125309&hash=e697fd7b14db6619427b4a8cb27e3f7e)

Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/18, 23:13
VIDEO VN – Continuano gli studi per il nuovo stadio: “La Fiorentina sta effettuando i carotaggi”

dal nostro inviato a Palazzo Vecchio

Cos’è il carotaggio, lo studio che la Fiorentina ha iniziato nell’area Mercafir: clicca qui per l’approfondimento di ViolaNews.com


Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/06/18, 21:48
Dall’aeroporto allo stadio: effetto domino nella zona nord-ovest di Firenze

L’area di Castello e i traslochi pronti a partire, ma le incognite da affrontare sono più di una

Un passaggio a Nord Ovest “strettissimo”, un quadrante su cui si giocano alcune delle scommesse più importanti per il futuro della città: aeroporto, Mercafir e stadio. La cittadella viola – scrive La Nazione – è previsto infatti che si estenda nell’area di Novoli, dove adesso c’è il mercato ortofruttivcolo. Ma chi paga tutti questi traslochi? Tanto per cominciare l’area di Castello su cui si sta progettando Mercafir deve essere venduta da Unipol per circa 75 milioni. Ma questo passaggio sarà formalizzato solo dopo il via libera alla costruzione della nuova pista di Peretola.

Invece, per quanto riguarda la realizzazione del nuovo stadio, il sindaco Nardella ha affermato che “la Fiorentina sta proseguendo nella progettazione. Ciò che può interessare sia i tifosi che i fiorentini è che si sta andando avanti su tutta la linea: sull’aeroporto, su Mercafir e anche sullo stadio“. Se tutto il risiko andasse come previsto, il Comune dovrebbe incassare una ventina di milioni dalla Fiorentina per cedere il terreno dove adesso c’è la Mercafir. Su questa cifra prevista da Palazzo Vecchio ancora non c’è l’accordo con la società viola. Ma in ogni caso, con gli stessi soldi l’amministrazione comunale acquisterebbe poi l’area di Castello da Toscana Aeroporti per la realizzazione del nuovo polo agroalimentare della Mercafir. Quindi, al momento, sono più di una le incognite da affrontare.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/12/18, 00:31
VIDEO VN – Nardella sullo stadio: “Sono ottimista, la Fiorentina ha accelerato”

“Servono pazienza, tenacia e determinazione”, ha detto il Sindaco Dario Nardella riguardo il progetto

http://www.violanews.com/video/video-vn-nardella-sullo-stadio-sono-ottimista-la-fiorentina-ha-accelerato/ (http://www.violanews.com/video/video-vn-nardella-sullo-stadio-sono-ottimista-la-fiorentina-ha-accelerato/)

Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/14/18, 22:16
Nardella sullo stadio: “Siamo determinati, vogliamo bene alla Fiorentina”

Le parole del Sindaco di Firenze in merito alle vicende del nuovo stadio gigliato e sulla squadra viola

Circa la realizzazione di un nuovo stadio a Firenze “sono della stessa idea del presidente viola Cognigni. Siamo davvero determinati su tutti e due i fronti, sia la società che la città, e questo mi dà molta fiducia per arrivare in fondo a questo progetto così ambizioso”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto un commento all’annuncio fatto ieri sera dal presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, che ha dichiarato come il club viola sia determinato alla realizzazione di un nuovo stadio a Firenze. “A parte che a Natale siamo sempre tutti più buoni, ieri sera alla cena di Natale della Fiorentina ho trovato una squadra tranquilla, determinata, e ho avuto modo di scambiare due parole con mister Stefano Pioli a cui va tutta la mia stima perché prima ancora che un bravo allenatore, è una persona di grandi valori umani-ha aggiunto Dario Nardella-. E poi ho trovato anche una dirigenza concentrata, impegnata e consapevole del momento difficile ma anche delle risorse che questa squadra ha. Non dimentichiamoci una cosa: la Fiorentina è la squadra piu’ giovane del campionato e dobbiamo dare fiducia a questi ragazzi. È chiaro che i giovani hanno meno esperienza rispetto a calciatori piu’navigati pero’ è anche vero che hanno energia ed oggi hanno bisogno di una città che stia accanto a loro e che dia loro spinta ed incoraggiamento perché sono ragazzi, ragazzi molto giovani, talvolta fragili psicologicamente, ed hanno bisogno di una città che stia intorno a loro perché la rabbia che io capisco anche in tanti tifosi, non aiuta i nostri ragazzi. Noi dobbiamo dimostrare che gli vogliamo bene e che siamo capaci di incoraggiarli, hanno bisogno di questo per la sfida di domenica prossima”. Lo riporta Italpress.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/20/18, 22:25
Nardella sul nuovo stadio: “C’è ottimismo, potremmo averlo nel 2023”

Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina:

Ad oggi non abbiamo ricevuto nulla, ma la Fiorentina sta andando avanti, il club ha accelerato su carotaggio e progettazione. Il termine del 31 dicembre 2018 non è definitivo. Cognigni ha detto che lo stadio sarà pronto nel 2024? Se entrambe le parti vanno avanti senza intoppi, potremo avere lo stadio nel 2023, c’è ottimismo. Ho parlato con la proprietà recentemente, la loro volontà è quella di realizzare lo stadio. Il progetto viola si completa con lo stadio, le società sportive non possono andare avanti solo con i diritti tv, hanno bisogno di impianti nuovi e confortevoli. Il Franchi non è sempre piano, a differenza dell’Allianz Stadium, anche se sono aumentati gli spettatori.

Nardella ha parlato anche di Davide Astori (domani dalle 8 alle 10 Lady Radio dedicherà uno speciale all’ex capitano viola):

Lo conoscevo personalmente, lo apprezzavo, non se n’è andato invano, ha lasciato a squadra, città e società un sentimento di valori, un calcio umano.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/02/19, 20:38
La Fiorentina presenta un faldone integrativo per il nuovo stadio: adesso la scadenza del 31/12…

La scadenza del 2018 potrebbe essere stata aggirata: tocca al Comune

Nessuna accelerazione improvvisa, per il nuovo stadio alla Mercafir la Fiorentina rispetta i tempi e i passaggi ormai tracciati da mesi. L’ultimo giorno dell’anno i tecnici del club viola hanno consegnato della documentazione integrativa al faldone del progetto definitivo che deve essere completato. In particolare – spiega La Nazione – si dovrebbe trattare dell’analisi dell’area Mercafir e degli esiti dei carotaggi (cioè gli studi sul sottosuolo) che sono stati eseguiti fra ottobre e novembre. Tocca ora alla commissione tecnica di Palazzo Vecchio valutare il contenuto degli atti consegnati in vista di un nuovo incontro fra la Fiorentina e Palazzo Vecchio che è già stato fissato fra gennaio e l’inizio di febbraio. Bocche cucite per ora in Palazzo Vecchio. Saranno i tecnici (ed eventualmente gli uffici legali) a valutare se le carte presentate sono sufficienti ad escludere la decadenza dell’avviso di evidenza pubblica che il Sindaco aveva fissato per il 31 dicembre 2018.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/02/19, 21:42
Nardella sul nuovo stadio: “La Fiorentina ha inviato nuova documentazione”

Novità importanti sul fronte nuovo stadio della Fiorentina. A rivelarle è il sindaco di Firenze, Dario Nardella. Queste le sue parole riportate dall’agenzia di stampa Italpress:

        La Fiorentina ha consegnato nei giorni scorsi al Comune di Firenze della nuova documentazione relativa al progetto definitivo per la costruzione di un nuovo stadio in città. La Fiorentina ha consegnato della documentazione. A questo punto i nostri tecnici, come già successo nelle altre occasioni, si metteranno al lavoro per esaminarla. Io penso che sia già un fatto positivo questo. Ciò dà il segno di un progresso significativo nella progettazione e non appena avremo una valutazione, la faremo presente a livello pubblico. Ora abbiamo appena cominciato l’anno, lasciamo lavorare i tecnici del Comune e vediamo cosa possiamo fare per il futuro insieme alla Fiorentina.

Come scrive l’agenzia, Dario Nardella si affiderà ai tecnici del Comune per capire se la Fiorentina ha consegnato con tale documentazione tutto il materiale per il progetto definitivo per un nuovo stadio a Firenze, con termine che il sindaco aveva fissato al 31 dicembre 2018.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/04/19, 23:11
Nuovo stadio, Nardella: “Siamo in dirittura d’arrivo”. Sui colloqui con i Della Valle e Cognigni…

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare del tema nuovo stadio nel corso dell’intervista concessa a La Nazione: “Siamo in dirittura d’arrivo. La Fiorentina ha trasmesso nei giorni scorsi una documentazione rilevante ora al vaglio dei tecnici e io sono più ottimista perché nei colloqui avuti con i Della Valle e con Cognigni ho colto una reale intenzione di voler arrivare a realizzare l’opera”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 01/24/19, 20:37
Nardella ribadisce: “Nuovo stadio entro il 2023, sono ottimista. ADV e i tifosi…”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, ospite della trasmissione “La Pancia” su RTV 38, ha parlato del nuovo stadio della Fiorentina:

    Abbiamo fatto tanti passi avanti,  l’ultimo piano di recupero di Castello prevede lo spostamento della Mercafir entro tre anni e credo che entro il 2023 lo stadio si possa fare. La Fiorentina ha presentato nuova documentazione, i tecnici stanno valutando: io sono ottimista. Ho parlato più volte con i Della Valle, ho sempre avuto conferme sulla volontà di costruire il nuovo stadio. Ho apprezzato anche la disponibilità di Andrea di incontrare la tifoseria, può essere un gesto utile e positivo per distendere il clima. Potrebbe anche dare fiducia ai tifosi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/06/19, 20:45
“Nuova pista ok. Speriamo che prossimo passo sia stadio della Fiorentina”

Forza Italia Firenze auspica che arrivino notizie positive anche sul fronte nuovo stadio Fiorentina

Questa mattina a Roma la Conferenza dei servizi ha espresso parere positivo alla realizzazione della pista aeroportuale da 2.400 metri. Attraverso un comunicato pubblicato sul sito del Comune di Firenze, Jacopo Cellai e Mario Tenerani, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale di Forza Italia a Palazzo Vecchio, hanno commentato la notizia soffermandosi brevemente anche sul nuovo stadio della Fiorentina:

    Semaforo verde per il nuovo aeroporto di Firenze. Finalmente, dopo anni di guerre interne alla sinistra che amministra da un ventennio, e nonostante la perdurante opposizione dei comuni della Piana, la nostra città avrà uno scalo degno di questo nome. Oggi è un giorno da ricordare.

    Forza Italia ha sempre avuto le idee chiare su questo argomento, è una nostra ormai antica battaglia. Ora avanti tutta: l’economia fiorentina è a una svolta. L’auspicio è che sia solo l’inizio di un’epoca nuova per la città, e che il prossimo passo sulla strada delle grandi opere che possono rilanciare Firenze sia la realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/08/19, 22:05
La battaglia infinita di Castello: Unipol ricorre contro la delibera di riassetto urbanistico

Le ultime novità

Prosegue la battaglia infinita sull’area di Castello. Unipol ha presentato ricorso al Tar per annullare la delibera comunale riguardante il riassetto urbanistico, che prevede nella zona la nuova Mercafir, spostata per far posto al nuovo stadio della Fiorentina nell’area dei mercati generali di viale Guidoni. Un altro braccio di ferro, salvo colpi di scena. Unipol incasserà circa 70 milioni da Toscana Aeroporti per la cessione di alcuni terreni in vista della realizzazione del nuovo aeroporto e potrebbe ritirare questo e anche altri ricorsi fatti negli anni. La sintesi è che ora che c’è l’ok urbanistico per la nuova pista di Peretola il risiko che incastra aeroporto, Mercafir e stadio ha chanches di chiudersi. Lo scrive La Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/15/19, 18:38
Nardella sicuro: “Il nuovo stadio si farà, la Fiorentina non ha più ostacoli”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, è intervenuto ai microfoni di Radio Toscana. Queste le sue parole sul futuro nuovo stadio: “Sono una persona molto paziente e tenace, per questo se dico che lo stadio verrà fatto, verrà fatto. Penso a quello che deve fare il comune e sono abbastanza fiducioso. Purtroppo secondo me arriverà prima lo stadio che lo scudetto. Credo che prima del mese di maggio arriverà il progetto definitivo da parte della Fiorentina. Questa volta non ci sono ostacoli per la società viola. Documentazione presentata a fine 2018? I nostri tecnici la stanno analizzando. Voglio ancora fidarmi della Fiorentina perché penso che il nuovo stadio sia un vantaggio non solo per la città ma soprattutto per loro. Guardate l’esempio della Juventus…”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/18/19, 15:23
La Fiorentina pensa ad uno stadio più piccolo. Nardella: “Non so niente, non sarebbe bel segnale”

Le parole del primo cittadino del capoluogo toscano

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato ai microfoni di Italpress del nuovo stadio della Fiorentina:

    Per me è una novità, quando ho parlato con Diego Della Valle siamo rimasti sui 40.000 posti iniziali. Esamineremo proposte diverse, credo che non si debba scendere sotto i 35.000 perché lo stadio non potrebbe ospitare partire europee e sarebbe come autolimitarsi, questo non penso sia nelle intenzioni della proprietà. Non ho avuto un confronto con la proprietà sulla grandezza dello stadio, dal mio punto di vista una cosa è parlare di uno stadio sopra i 35.000, un’altra di uno con capienza inferiore: non sarebbe un segnale positivo. La Fiorentina vuole fare uno stadio bello e capiente

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/19/19, 15:37
La capienza del nuovo stadio e i contrasti. Il Comune: “Da valutare l’organicità del progetto”

La nuova casa della Fiorentina potrebbe veder ridotta la capienza rispetto agli originari 40.000 posti

Parallelamente alle scorie postume la gara contro la SPAL, a Firenze si è aperto un dibattito destinato a crescere e tener banco anche in sede comunale per alcuni mesi. La questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e alla possibile riduzione della capienza rispetto al progetto primordiale sono adesso oggetto di discussione. Dopo le intenzioni filtrate da Viale Fanti, il Comune ha risposto attraverso il Sindaco Dario Nardella: «Scendere sotto i 35.000 posti sarebbe un errore». Il primo cittadino ha ribadito come ancora non abbia ricevuto alcuna comunicazione ufficiale e, inoltre, che gli ultimi confronti sul tema con Diego Della Valle siano stati improntati sull’idea iniziale di una capienza di 40.000.

ATTESA UFFICIALE – Senza esposizioni pubbliche, è difficile prendere posizione per il Comune. «È una novità anche per me», ha spiegato Nardella: «Sotto i 35.000 non sarebbe un segnale positivo». Le riflessioni sono legate alla media spettatori (nella scorsa stagione, 26.092 e load factor del 60%) e includono in minima parte la questione europea, dato che la Fiorentina non avrebbe problemi a ospitare partite internazionali in caso di partecipazione alle coppe. È possibile che una rivisitazione finale di questo aspetto possa minare la fattibilità dell’interesse pubblico. Tutti ragionamenti rinviati al contatto ufficiale tra il Comune e i DDV con i loro emissari, in particolar modo la dott.ssa Maffioletti, responsabile del progetto. Resta però la diversità di vedute tra l’amministrazione e l’ACF, al momento.

RIDUZIONE – L’idea trapelata dalla Fiorentina è una riduzione in chiave d’investimento: il costo dell’opera si abbasserebbe di 30 milioni di euro, passando da 140 a circa 110 (il progetto complessivo si aggira sui 500). Il nuovo stadio permetterebbe di aumentare i ricavi della società di 15 milioni annui ed entro maggio sarà presentato il progetto esecutivo. Prendendo atto delle tempistiche relative allo spostamento della Mercafir, la costruzione non potrebbe iniziare prima del 2023. Nella scorsa stagione, il muro dei 40.000 è stato sfondato per l’ultima volta nella gara contro la Juventus: 42.872 spettatori, tra 21.219 abbonati e 19.653 paganti, per un totale di 1.238.604 milioni d’incasso. Dunque, ci s’interroga sulla realistica utilità nel diminuire la capienza, che comunque resterebbe estendibile. Un impianto moderno, coperto e soddisfacente alzerebbe la media del pubblico attuale del ‘Franchi’?

LA POSIZIONE DI BETTARINI – «Apprendo questa notizia come una cosa positiva – ha commentato l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini – perché evidentemente si sta arrivando a una definizione del progetto, che noi attendiamo da tempo». Una chiave di lettura organica quella richiesta dall’Assessore: «Non ci sono dei parametri di carattere urbanistico che stabiliscano una corrispondenza tra la capienza dello stadio con le superfici urbanistiche degli spazi commerciali e ricettivi. C’è invece un altro aspetto, ossia la proporzionalità tra l’investimento della parte d’interesse pubblico – la struttura sportiva e lo stadio – e la parte che serve al privato per sostenere l’investimento d’interesse pubblico, perciò è evidente che in qualche modo le due parti stanno insieme nell’organicità del progetto».

Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/19/19, 22:00
“Stadio, novella dello stento. Copriamo il Franchi, sennò che ne facciamo?”

Le parole di Paolo Marchesci sulla vicenda legata al nuovo stadio della Fiorentina

Il consigliere regionale e candidato sindaco di Firenze per Fratelli d’Italia, Paolo Marcheschi, ha parlato ai microfoni di Radio Bruno Toscana della vicenda legata al nuovo stadio della Fiorentina:

    Al di là della politica, Firenze e i fiorentini sono inscindibili. Questa novella dello stento, illuderci, non fa bene a nessuno: alla società, al Comune, ai tifosi. Io nel mio programma vorrei un confronto con la società, altrimenti copriamo il Franchi, troviamo le risorse, se dobbiamo rimpicciolire l’altro. A quel punto lo stadio lo abbiamo già, copriamo quello, se deve essere una scelta secondaria. Si parla dello stadio nuovo, e dello stadio vecchio cosa ne facciamo?

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/21/19, 01:02
Nardella: “Cognigni mi ha rassicurato, non sarà costruito lo stadio di Topolino”

Nuovo aggiornamento sulla questione nuovo stadio della Fiorentina dopo i malumori dei giorni scorsi. Il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenuto a Italia7, ha dichiarato:

    Lo stadio nuovo non può essere troppo piccolo, non può essere lo stadio di Topolino. Proprio oggi ho avuto una telefonata con Cognigni e ci siamo chiariti sulla grandezza del nuovo stadio e sul fatto che il nuovo stadio certamente dovrà essere all’altezza delle esigenze dei tifosi e dei progetti della Fiorentina, non solo per il campionato ma anche per la Champions. Ho avuto rassicurazioni da Cognigni che qualunque decisione la prenderemo insieme e che lo stadio avrà il numero di posti adeguato secondo quello che noi ci attendevamo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/21/19, 15:36
Il contatto Comune-Fiorentina e una postilla sulla possibile capienza

Cognigni ha telefonato a Nardella, proviamo a fare chiarezza sui posti del nuovo stadio della Fiorentina

La crescente questione legata al nuovo stadio della Fiorentina e alla possibile riduzione della capienza rispetto al progetto originario ha portato al primo contatto tra la società gigliata e l’amministrazione comunale. Dopo le indiscrezioni fatte trapelare da Viale Fanti, cinque giorni dopo il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha ricevuto la telefonata del Presidente Esecutivo Mario Cognigni, nella quale è stata fatta chiarezza su una vicenda accolta sfavorevolmente dal primo cittadino.

PACE FATTA – «Lo stadio nuovo non può essere troppo piccolo, non può essere lo stadio di Topolino», ha dichiarato Nardella. Che, negli studi di Italia 7, ha raccontato del confronto con Cognigni: «Ci siamo chiariti sulla grandezza del nuovo stadio e sul fatto che dovrà essere all’altezza delle esigenze dei tifosi e dei progetti della Fiorentina, non solo per il campionato, ma anche per la Champions League». Dunque, l’ambizione è rinnovata: «Ho avuto rassicurazioni da lui che qualunque decisione la prenderemo insieme e che l’impianto avrà il numero di posti adeguato a quello che tutti noi ci aspettiamo».

LA POSTILLA – E se la querelle tra le parti sembra essersi placata, è necessario fare una doverosa precisazione. Nei concetti espressi dalla Fiorentina, l’intenzione di ridurre la capienza – tra i 33 e i 35.000 posti – è accompagnata dal desiderio di renderla estendibile, dunque questa potrebbe aumentare in base alle esigenze, come previsto anche in altri progetti 2.0, come quelli di Roma, Bologna, Cagliari e Venezia. Un modello di costruzione non previsto da tutti. La Juventus, ad esempio, che annovera un load factor del 97%, non potrà aumentare la tenuta dell’Allianz Stadium: «L’espansione dell’impianto attuale non è possibile: se sarà, sarà un altro stadio», spiegò Agnelli.

LENTE D’INGRANDIMENTO – Quindi la domanda è: come si estende la capienza di uno stadio? Prendiamo spunto dai tre progetti posti al vaglio del Cagliari lo scorso marzo. Nel primo, progettato da J+S con One Works, è stata inserita l’idea del ‘catino’ flessibile e una facciata esterna adattiva, mentre in quello proposto dall’arch. Gino Zavanella – colui che ha curato lo stadio della Juventus – una struttura metallica predisposta sul solaio dell’ultimo livello in corrispondenza delle Curve e dei Distinti permetterebbe di passare da 24.000 a 30.000 posti. Nel terzo caso, curato dalla Sportium (soluzione scelta poi in agosto), la revisione include la possibilità di estendere a 30.000 il numero di posti disponibili qualora l’Italia dovesse ospitare gli Europei del 2028 e Cagliari fosse designata tra le sedi. Inoltre, tra i criteri adottati anche all’estero, esiste la creazione di “zone cuscinetto” per ampliare i posti a sedere.

Giacomo Brunetti
@gia_brunetti
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 02/27/19, 23:47
Stella (vicepres. consiglio regionale): “Nuovo stadio essenziale, non bastano i diritti tv”

l vicepresidente del Consiglio regionale toscano, Marco Stella, ha parlato anche del nuovo stadio a margine di un evento tenutosi stamattina. Queste le sue dichiarazioni a Italpress: “Il grande augurio è che finalmente anche la Fiorentina abbia un nuovo stadio, diventa elemento essenziale per lo sport italiano. Il nostro calcio non può basare i suoi introiti soltanto sui diritti televisivi.

Abbiamo l’esempio della Juventus, una società che, pur prendendo molto dai diritti televisivi, vive anche degli introiti che arrivano dagli incassi di uno stadio sempre pieno, dal merchandising e da quello che vive intorno allo stadio. Per questo mi auguro che la nuova casa della Fiorentina venga realizzata quanto prima”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 03/23/19, 00:30
Nardella, rassicurazioni sul nuovo stadio: “Entro fine maggio il progetto definitivo”

Intervistato da Tele Iride, ecco alcune anticipazioni delle parole del sindaco di Firenze Dario Nardella: “C’è una grandissima mortificazione da parte dei tifosi della Fiorentina nei confronti di Daniele Atzori. Come sindaco esprimo al Cagliari e alla famiglia del tifoso sardo le mie più sentite condoglianze. Si tratta di una minoranza, è sbagliato considerare la tifoseria viola come tutta colpevole, ma certamente quegli individui meritano una punizione. E’ un fatto brutto soprattutto perché Davide Astori era molto legato a Cagliari: vedo una grande stonatura tra i cori per ricordare Davide e quelli che augurano la morte ad Atzori. Sono d’accordo che non serva un moralismo di facciata ma allo stesso tempo dobbiamo essere capaci di isolare quella minoranza e condannarla”.

Sul campionato della Fiorentina: “Credo ancora fortemente nell’Europa, non mi sento di trarre già le conclusioni di una stagione complicata. Non fa piacere vedere la Fiorentina a metà classifica ma non mi piace polemizzare della dirigenza viola”.

Sul nuovo stadio: “Sono concentrato su questa questione. In Italia le proprietà italiane sono sempre meno e bisogna dire che non è facile trovare una nuova proprietà italiana. Mi è stato assicurato dalla Fiorentina che entro la fine di maggio 2019 potremo presentare insieme il progetto definitivo e questo sarebbe un passo molto concreto. La città può trarre da questa opera delle opportunità di lavoro e una riqualificazione di un’area periferica”.

Sul futuro del Franchi: “Non può essere buttato giù. Bisogna però avere chiaro quale sarà la nuova vita dello stadio Franchi. Potrebbero esserci concerti estivi, il rugby o l’atletica. Entro il 2023, potremo terminare tutte queste operazioni”.

Pioli? “Ho visto Stefano prima della gara di Cagliari e mi è sembrato tranquillo e determinato. Io stimo molto il mister viola e le valutazioni le possono fare solo la dirigenza. Da tifoso abbiamo un attacco sulla carta molto forte. Dobbiamo rinforzare il centrocampo, ma sono ottimista”. Il 31 arriva il Torino: “Sarò sicuramente allo stadio e dalle 18 in poi festeggeremo i 50 anni di Gabriel Omar Batistuta in piazza Signoria. Ci aspettiamo tanta gente”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/03/19, 20:47
Aeroporto Firenze, il Tar decide. E lo stadio?

Un altro intralcio per la costruzione del nuovo stadio di Firenze. C’è attesa per il pronunciamento del Tar della Toscana

I giudici del Tar della Toscana si sono riservati di decidere (si pronunceranno più avanti, ndr) sui ricorsi contro il progetto potenziamento dell’aeroporto di Firenze. I ricorsi, presentati dai comitati e dai Comuni della Piana (Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Prato, oltre a Carmignano, Poggio a Caiano e Calenzano che hanno presentato un ricorso congiunto), che vertono sulla Valutazione d’impatto ambientale (VIA, ndr) del masterplan di potenziamento, sono stati discussi per quasi tre ore nel corso dell’udienza di oggi al Tribunale amministrativo. (ANSA)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/07/19, 03:10
Il capogruppo FRS in Consiglio comunale: “Nuovo stadio ennesima presa in giro”

A seguire vi riportiamo l’intervista rilasciata da Tommaso Grassi, capogruppo in Consiglio comunale di Firenze Riparte a Sinistra, a ilsitodifirenze.it. Si parla di nuovo stadio: “Tanta carta per pochi risultati e pochi passi in avanti rispetto al passato dove non si parla di come si vogliono realizzare le opere di viabilità, né quelle che sono le compensazioni, né soprattutto le aree commerciali e l’albergo che fanno parte della ‘cittadella’ e sono anche la parte più problematica rispetto alla realizzazione del semplice stadio, che invece la Fiorentina, per quel fantomatico equilibrio economico-finanziario, vorrebbe realizzare. Di tutto questo, del piano economico finanziario e del cronoprogramma non c’è traccia. C’è solo tanta documentazione dello stato attuale della zona di Novoli (area Mercafir, ndr) e alcune foto di come sono le condizioni attuali: una richiesta di accesso agli atti che è quasi un buco nell’acqua. Il giudizio politico è che è l’ennesima presa in giro, si rinvia ulteriormente e peraltro l’Amministrazione comunale aveva detto ‘il 31 dicembre ci presentate tutta la documentazione’. Se questo termine fosse stato rispettato oggi saremmo a discutere di come realizzare lo stadio e della delibera in Consiglio comunale per la variante urbanistica.

Invece di cosa si continua a discutere? Sostanzialmente della Fiorentina che chiede altri mesi e di maggio come data ultima individuata anche dal sindaco, però non c’è nessuna delibera, nessun atto dell’Amministrazione che proroghi ulteriormente il tempo dato a Fiorentina. Mi sembra che in questo braccio di ferro continua ad esserci qualcuno che per motivi politici e di campagna elettorale continua a illudere rispetto alla possibilità di vedere la realizzazione dello stadio. Poi forse qualcuno ci darà oggi di cassandre e forse di gufi tra qualche settimana… Noi continuiamo a ribadire che finché non vediamo il piano economico finanziario riteniamo che la grande struttura commerciale (77.000 mq di cui 50.000 mq di superfici di vendita, ndr) e l’albergo (10.000 mq, ndr) non hanno nulla a che vedere né con i tifosi, né con la scelta di spostare lo stadio da Campo di Marte all’area di Novoli. Ancora aspettiamo il progetto sulla Mercafir (il nuovo centro alimentare che dovrebbe essere trasferito a Castello andando a liberare l’area di intervento per lo stadio e di cui è stato presentato alla stampa uno studio preliminare il 5 dicembre scorso, ndr), e anche su questo, dal nostro punto di vista, siamo ancora indietro. Continuiamo a ripetere che vogliamo vederci chiaro ma dopo 5 anni vediamo molto buio: molte carte e varianti urbanistiche, però quando si deve passare dai documenti al concreto sembra ancora di essere ancora molto indietro”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/09/19, 01:38
Stadio, Ass. Bettarini: “Entro maggio la Fiorentina fornirà le integrazioni al progetto”

La telenovela per la costruzione del nuovo stadio continua

La Fiorentina ha scritto al Comune di Firenze “che presenterà integrazioni entro il prossimo maggio? Amministrativamente è un illecito, perché se io dichiaro che l’interesse pubblico (all’iniziativa del progetto stadio e cittadella viola, ndr) dura fino al 31 dicembre 2018, quello che mi arriva il primo gennaio 2019 è carta con cui si può fare i coriandoli per carnevale, per il semplice motivo che se non viene prorogata la dichiarazione di interesse, Fiorentina può presentare quello che vuole, ma senza averne nessuna titolarità”. Lo ha affermato Tommaso Grassi, capogruppo in Consiglio comunale di Firenze Riparte a Sinistra, replicando all’Assessore Giovanni Bettarini a seguito di una domanda di attualità nel consiglio odierno.

Nella nostra esclusiva della scorsa settimana Grassi spiegò che il 28 dicembre, a tre giorni dalla scadenza per presentare il progetto definitivo del nuovo stadio e cittadella viola, la Società viola ha consegnato una modesta documentazione che analizza lo stato attuale dell’area di intervento, niente che riguardi il futuro.

“Visto che l’Amministrazione opera per atti – ha aggiunto Grassi – e non per letterine d’amore di Natale, io dico che la credibilità del Club viola e del Comune di Firenze passa, oltre che dal comprare qualche calciatore per giocare qualche partita decentemente, anche dal rispettare quelle che sono le clausole degli accordi e soprattutto i tempi (delle scadenze dei termini, ndr)”. “Invece – ha concluso Grassi – vogliamo passare la campagna elettorale appesi a un filo non sapendo se quello che verrà presentato da Fiorentina (entro maggio, ndr) sia sufficiente o no”.

“La ACF Fiorentina ha comunicato per scritto che fornirà le integrazioni (al progetto definitivo, ndr) ed ha quindi confermato l’interesse alla realizzazione del progetto stadio – ha detto l’Assessore Bettarini -. La nostra Amministrazione ad oggi non ha approvato alcun atto che definisca una proroga del pubblico interesse sul progetto, in attesa delle integrazioni che la Fiorentina ha dichiarato di poter fornire nel mese di maggio”.

Ricordiamo ai lettori che il 31 dicembre 2017 era stato fissato un termine ultimo per la consegna del progetto definitivo, termine che fu prorogato al 31 dicembre 2018 con una delibera di Giunta del 26 giugno 2018.

Donato Mongatti – Ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/18/19, 15:54
Aeroporto di Firenze, arriva il sì del ministero al Master Plan. Opera connessa al nuovo stadio

Firmato il decreto da parte dei dirigenti del dicastero guidato da Danilo Toninelli. Per il nuovo stadio, invece, si attende il progetto definitivo ACF entro il 31/05

Come si legge dall’edizione on line del Corriere Fiorentino, è arrivato il sì del ministero delle Infrastrutture al Master Plan di Peretola. Circa 70 giorni dopo l’ultima Conferenza dei servizi a Roma, il dirigente del dicastero presieduto dal ministro Danilo Toninelli ha firmato l’atto che dà il via libera al progetto della pista parallela all’autostrada e dello sviluppo del Vespucci. È l’ultimo atto, ora Enac (o meglio, Toscana Aeroporti) può dare il via agli espropri: anche se pende la Spada di Damocle del ricorso al Tar da parte dei 7 Comuni contrari. L’atto è stato pubblicato sul sito del ministero. «È accertato il perfezionamento dell’Intesa Stato-Regioni relativamente al progetto di Masterplan», si legge nell’ultima delle 12 pagine a firma Bernadette Veca. E, come si ricorda, il decreto sostituisce «ad ogni effetto» tutte le autorizzazioni, nulla osta e concessioni diverse.

Il progetto, ripreso dopo anni di oblio da Matteo Renzi nel 2009, è stato formalmente presentato nel 2015 per iniziare la procedura di Valutazione ambientale. Ottenuta quella, nel 2018, la Conferenza dei servizi è stata più volte aggiornata per integrare elementi e dare risposte alle numerose prescrizioni arrivate in sede Via. Complessivamente, si tratta di un progetto di poco inferiore ai 400 milioni di euro, pensato obbligatoriamente in sinergia con lo scalo di Pisa (anche questo di proprietà di Toscana Aeroporti, il cui principale azionista è l’imprenditore armeno-argentino Eduardo Eurnekian). La realizzazione del Master Plan di Peretola – ricordiamo – è un’opera legata a doppio filo al nuovo stadio della Fiorentina: dal nuovo scalo di Peretola, infatti, si ricaverà lo spazio destinato alla nuova Mercafir, mentre nella zona dove sorge attualmente il mercato ortofrutticolo sorgerà il nuovo impianto viola (il cui progetto definitivo dovrà essere consegnato da ACF al Comune di Firenze entro la fine del mese di maggio).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/18/19, 15:59
Nardella conferma: “Finalmente il decreto per Peretola. Passo in avanti decisivo per Firenze”

Il messaggio su Twitter da parte del primo cittadino di Firenze

La conferma sul via libera allo sviluppo dell’Aeroporto di Peretola, opera strettamente connessa al nuovo stadio della Fiorentina, arriva direttamente dal sindaco Dario Nardella. Questo uno degli ultimi tweet pubblicati dal primo cittadino di Firenze:

Dario Nardella

@DarioNardella
Un’altra buona notizia per Firenze: finalmente è arrivato dal Ministero delle Infrastrutture il decreto che autorizza lo sviluppo dell’aeroporto di Peretola con la nuova pista. Un passo in avanti decisivo per partire con i lavori. #Firenze merita di avere il “suo” aeroporto!

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 04/18/19, 16:37
“Stadio Fiorentina? Normalmente gli impianti si fanno fuori città”

La proposto del candidato sindaco di Firenze per il Movimento 5 Stelle sullo stadio della Fiorentina

“Normalmente gli stadi si fanno fuori città. Si potrebbero, quindi, costituire delle conferenze dei servizi coi Comuni limitrofi, mi riferisco alla Piana. A Campi Bisenzio, a Prato, Pontassieve ci sono delle zone che possono ospitare impianti del genere senza creare alcun disagio alle popolazioni residenti“.

Lo afferma Roberto De Blasi, candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle nel corso della conferenza stampa di presentazione. L’esponente scelto dai pentastellati per conquistare palazzo Vecchio – scrive l’agenzia di stampa Cap/Dire – boccia l’amministrazione Nardella nel percorso adottato sul nuovo stadio della Fiorentina.

“Non porta dei buoni risultati partire dal progetto esecutivo e poi andare a cercare l’area nella quale realizzarlo– avverte-. Prima, invece, si deve scegliere l’area e fare l’analisi del contesto. Solo dopo si passa a fare il progetto“.

Di solito gli stadi, specifica il candidato 5 Stelle, “non possono coesistere nel contesto urbano in cui vengono inseriti. La dimostrazione lampante– sostiene- è l’Artemio Franchi di Campo di Marte. Per risolvere i problemi” di questa parte della città, però, “si decide di realizzarne un altro in una zona ugualmente densamente popolata e annettendo delle strutture commerciali importanti. Un fatto, quest’ultimo, che spaventa le piccole imprese della zona“.

De Blasi, in definitiva, è molto dubbioso sull’area Mercafir: “Occorrerà capire se la struttura sarà compatibile con il contesto urbano“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/06/19, 23:18
Nardella sul nuovo stadio: “I Della Valle siano chiari, o si fa o non si fa”

Le parole del Sindaco sul nuovo stadio

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato anche del progetto nuovo stadio, sollecitando nuovamente la Proprietà della Fiorentina a fornire tutta la documentazione necessaria per poter dare il via definitivo ai lavori. Ecco le sue parole, riportate da ilsitodifirenze.it:

    Il Comune ha fatto tutto ciò che doveva e lo ricorderò ai Della Valle: dalla dichiarazione di interesse pubblico, all’avvio delle procedure per lo spostamento della Mercafir fino alla chiusura della procedura urbanistica per l’area di Castello. Ora, cara proprietà, non ci sono alibi e ci vuole chiarezza: questa cosa o si fa o non si fa.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/07/19, 18:59
I politici fiorentini non credono al nuovo stadio: “Meglio ristrutturare il Franchi”

Nardella chiede ai Della Valle di uscire allo scoperto sul nuovo stadio, ma molti candidati sindaco la pensano diversamente

Tra i tanti nodi della Fiorentina attuale, al momento da sciogliere, c’è la questione del nuovo stadio. Alla fine di questo mese è fissata l’ennesima scadenza per la presentazione da parte del club viola del progetto definitivo per la realizzazione alla Mercafir, ma al momento tutto tace e ieri il sindaco Dario Nardella ha mandato un messaggio molto chiaro ai Della Valle. Il tutto è avvenuto durante il confronto tra i candidati sindaco alle prossime elezioni comunali di Firenze e anche gli altri esponenti si sono espressi sul tema dello stadio, molti dei quali proponendo la ristrutturazione dell’Artemio Franchi. Questo, in sintesi, il loro pensiero:

Umberto Bocci (Lega-Forza Italia): “A Della Valle dirò: ma tu che progetto hai per la Fiorentina? Spiega alla città cosa vuoi fare della società e poi parliamo dello stadio”.

Roberto De Blasi (M5S): “Noi partiamo dal presupposto che non si possono trasferire i disagi di un quartiere in un altro quartiere. Impianti di questo tipo vanno realizzati vicini a svincoli autostradali”.

Antonella Bundu (coalizione di sinistra): “A Campo di Marte abbiamo uno stadio che è un capolavoro architettonico e per il quale possiamo realizzare una copertura”.

Andrea Lasso (Verdi): “Firenze non ha bisogno di due stadi ma di uno solo ammodernato. Abbiamo presentato un progetto per la copertura del Franchi e coinvolgere i migliori architetti del mondo a confrontarsi col genio di Nervi”.

Mustafa Watte (Punto e a capo): “Ci sono tecnologie che rendono possibile la copertura del Franchi, è la migliore soluzione”.

Saverio Di Giulio (Casa Pound): “Stop alla realizzazione dello stadio, tifosi della Fiorentina devono essere messi al centro, parte del processo decisionale”.

Gabriele Giacomelli (Partito Comunista): “Il nuovo stadio sarebbe solo una goccia nel mare delle attività della famiglia Della Valle. Va riqualificato il Franchi a partire dai settori popolari”.

Fabrizio Valleri (Libera Firenze): “Siamo per ristrutturazione del Franchi senza toccare la parte storica. Dobbiamo valorizzare anche il centro di Coverciano”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 17:21
Il futuro del progetto irrompe in campagna elettorale: ACF spiazzata

Il punto della situazione

Sul nuovo stadio della Fiorentina siamo all’ultima battaglia. «Come sarebbe? Ma se non è ancora stata comunicata una data anche solo ipotetica di quando l’area Mercafir sarà libera e di chi si accollerrebbe le spese del trasloco del mercato?». Questa è stata la reazione non ufficiale da casa viola alle ultime dichiarazioni del sindaco Nardella. A sua volta, da Palazzo Vecchio fanno filtrare: «Noi non avremmo indicato i tempi e chi paga? Ma se è tutto scritto nelle delibere e giusto due giorni fa, il 6 maggio, sono scaduti pure i 6 mesi indicati dalla stessa società viola per consegnare il progetto definitivo del nuovo stadio?». Come sottolinea La Repubblica, da casa Fiorentina si sono due considerazioni: il Comune ha fatto il possibile ma non il necessario per lo start dei lavori; e c’è sempre la volontà di fare uno stadio nuovo. Dall’altra parte la linea di Nardella è silenzio e niente guerre ore, anche se le sue ultime dichiarazioni tradiscono che il braccio di ferro è molto forte.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 17:33
Due ostacoli. E il progetto definitivo costa 5 milioni

La questione nuovo stadio approda in campagna elettorale: ma ci sono ancora tensioni e dubbi per quel che circonda la Fiorentina

Un altro slittamento? Entro fine maggio la Fiorentina dovrebbe presentare il progetto definitivo del nuovo stadio, ma ci sono due ostacoli. Il primo è il pubblico interesse, che è scaduto a dicembre 2018 e il Comune non ha rinnovato. Poi c’è lo spostamento della Mercafir, sulla quale ad oggi non esiste un programma preciso. Per questo la società, come scrive il Corriere Fiorentino, non può fornire tempi certi agli investitori che vorrebbe coinvolgere. Di conseguenza è tutt’altro che scontato impegnare cinque milioni di euro per il progetto definitivo senza avere certezze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 18:01
Nuovo stadio e futuro della Fiorentina: le proposte dei nove candidati sindaco di Firenze

Le dichiarazioni sui due temi di chi ambisce alla guida di Palazzo Vecchio

INTRO

Nuovo stadio e futuro della società: cosa direte alla proprietà della Fiorentina nel vostro primo incontro da sindaco di Firenze? È stata una delle domande di “Politica con gusto”, confronto elettorale tra i nove candidati a Palazzo Vecchio, andato in scena nei giorni scorsi a Firenze. Ecco le risposte.

Stefano Fantoni
@stefanto91
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 18:02
Nuovo stadio e futuro della Fiorentina: le proposte dei nove candidati sindaco di Firenze

Le dichiarazioni sui due temi di chi ambisce alla guida di Palazzo Vecchio

A DESTRA

Ubaldo Bocci (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Popolari e Liberali, Lista Civica Firenze, Firenze in Movimento): “Sono passati dodici anni e dello stadio non sappiamo niente. È possibile che la colpa sia solo di una delle parti? L’incapacità delle parti in gioco ha fatto sì che ancora la Fiorentina non abbia uno stadio. Un domani dirò ai Della Valle: che progetto hai per la Fiorentina? Spiega a tutta la città cosa hai intenzione di fare e poi parleremo del nuovo stadio”.

Saverio Di Giulio (CasaPound): “Da sindaco farei un appello a tutti gli imprenditori affinché qualcuno rilevi la Fiorentina, perché Della Valle non ha mai dimostrato affidabilità e ha sempre agito per interesse personale e non sportivo. È l’ora di restituire la Fiorentina. Lo stadio sembra essere un progetto di speculazione edilizia. Bisogna rimettere i tifosi al centro di un dibattito per un eventuale nuovo progetto, devono essere parte di un percorso decisionale. Nel frattempo, però, coprirei il Franchi”.

Stefano Fantoni
@stefanto91
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 18:05
Nuovo stadio e futuro della Fiorentina: le proposte dei nove candidati sindaco di Firenze

Le dichiarazioni sui due temi di chi ambisce alla guida di Palazzo Vecchio

A SINISTRA

Dario Nardella (Partito Democratico, Nardella Sindaco, Sinistra Civica +Europa, Avanti Firenze, Firenze + Verde):

Antonella Bundu (Sinistra Italiana, Potere al Popolo, Firenze Città Aperta): “Dobbiamo domandarci se i tifosi vogliono un nuovo stadio oppure no. Se sì, ora stiamo parlando della cittadella viola, che in teoria dovrebbe avere un centro commerciale grande due volte e mezzo l’outlet di Barberino. Se stiamo parlando solo di uno stadio, abbiamo l’esempio ora a Campo di Marte di una struttura che possiamo riuscire a coprire. Che sia il Comune a dare una risposta a quello che vogliono i tifosi”.

Gabriele Giacomelli (Partito Comunista): “La prima cosa che dirò a Della Valle è che se crede con un sindaco comunista di poter mettere le mani su un intero quartiere per poterlo trasformare a propria immagine e somiglianza si sbaglia di grosso. Il nuovo stadio sarebbe solo una goccia in un mare fatto di attività legate alla famiglia Della Valle, come hotel e negozi di lusso. Siamo assolutamente contrari perché crediamo che la Fiorentina e in generale il calcio sia una passione popolare e non un business per miliardari. Siamo favorevoli all’intera riqualificazione del Franchi a partire dai settori popolari, dalle curve che sono lasciare completamente a se stesse anche dai recenti lavori di ammodernamento, e per la valutazione di un progetto di copertura che non vada ad intaccare il valore storico dell’impianto”.

Stefano Fantoni
@stefanto91
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 18:06
Nuovo stadio e futuro della Fiorentina: le proposte dei nove candidati sindaco di Firenze

Le dichiarazioni sui due temi di chi ambisce alla guida di Palazzo Vecchio

M5S E ALTRE LISTE

Roberto De Blasi (Movimento 5 Stelle): “I tifosi, la società e la squadra hanno assolutamente bisogno di un impianto decoroso e all’altezza dell’importanza della società stessa. Però bisogna partire dal presupposto che non possiamo trasferire i disagi dei residenti di Campo di Marte in un altro quartiere densamente popolato, come quello dell’area Mercafir. Gli impianti andrebbero realizzati nei pressi degli svincoli autostradali, per limitare al massimo i disagi delle persone che vivono quei luoghi”.

Andres Lasso (Verdi): “A Della Valle dirò che il ripetuto mancato rispetto delle scadenze porta chiunque a perdere credibilità a presentare qualunque progetto. Poi comunicherò che Firenze non ha bisogno di due stadi, ma di uno potenziato e migliorato, che la città non ha bisogno di altri 5-6 ettari commerciali e che la Mercafir resta al suo posto. Presenteremo dei progetti per il Franchi, che riguarda una riqualificazione in toto e non solo la copertura dell’impianto. Vogliamo coinvolgere i migliori architetti del mondo a confrontarsi quasi un secolo dopo con il genio di Nervi”.

Fabrizio Valleri (Libera Firenze): “Direi a Della Valle che, una delle tante che mi ricordo, doveva fare il centro sportivo a Incisa e non se n’è saputo più niente. Che senso avrebbe distruggere beni pubblici per poi doverli ricostruire consumando altro suolo? Per poi consentire cosa, la costruzione di uno stadio privato utilizzando norme che il magistrato Cantone ha definitivo criminose? Non siamo d’accordo. Crediamo nella copertura del Franchi, non toccando la parte monumentale”.

Mustafa Watte (Punto e a Capo): “Il discorso del nuovo stadio va avanti da quasi trent’anni. Con le nuove tecnologie si può pensare ad una copertura del Franchi. Per la costruzione di un nuovo impianto ci sono troppi paletti, primo fra tutti il masterplan dell’aeroporto, poi lo spostamento della Mercafir, il consumo di suolo e infine l’abbandono di un monumento storico come il Franchi. La copertura per ora è la migliore soluzione che possiamo dare”.

Stefano Fantoni
@stefanto91
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/08/19, 18:35
Nardella: “Della Valle, gli alibi sono finiti. Adesso contano i fatti”

Le parole del sindaco di Firenze

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha commentato a Lady Radio il discorso relativo al nuovo stadio della Fiorentina: “Resta un nostro obiettivo. Messaggio ai Della Valle? Cara proprietà gli alibi sono finiti, i termini sono scaduti, adesso contano i fatti. Io non commento indiscrezioni, non voglio fare polemica contro i Della Valle usando in campagna elettorale i sentimenti dei tifosi che giustamente sono arrabbiati neri per la situazione. Commenterò frasi e scritte vere, senza andare a indiscrezioni o notizie qua e là. A maggio è scaduto il termine richiesto dalla Fiorentina, in questi ultimi mesi non sono stato chiamato da nessuno in società.

Non mi sono mai risparmiato nel cercare un dialogo, nel cercare un comportamento istituzionale mitigando il ruolo di sindaco e di tifoso. Per la mia città e per la squadra della mia città sono disposto a fare tutto e a ritornare a Casette D’Ete, però adesso non voglio strumentalizzare nulla. Le porte di Palazzo Vecchio sono aperte per Diego e Andrea quando vogliono venire. Anzi dico loro: Venite le porte sono spalancate”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/09/19, 23:52
Il candidato sindaco: “Gli ultimatum Nardella-Fiorentina? Segno di fallimento. La copertura del Franchi..”

Le parole del candidato sindaco sulla questione del progetto stadio tra Fiorentina Comune di Firenze

Il candidato a sindaco per Firenze della lista ”Punto e a capo”, Mustafa Watte durante un incontro con dirigenti di alcune società sportive.

“Invitiamo tutti i candidati a impegnarsi, prima del voto, per l’adeguamento dello stadio Franchi. E’ estremamente positivo il fatto che la copertura delle tribune del Franchi e l’adeguamento dell’intero impianto, come soluzione dell’annoso problema dello stadio di Firenze stia facendo sempre più proseliti. All’inizio di questa campagna elettorale la proposta di copertura delle tribune del Franchi era stata avanzata dall’ex assessore allo sport, Tea Albini e da me prontamente rilanciata. Ora l’invito alla Acf Fiorentina a sciogliere i nodi e fare chiarezza circa le intenzioni della società, più che un ultimatum sembra la presa d’atto, da parte del sindaco Nardella, del fallimento di una ipotesi alla quale noi non avevamo mai creduto.

La realizzazione di un nuovo stadio nell’area Mercafir creerebbe più problemi di quanti ne risolva. Le concessioni, legittime, per il ritorno economico al soggetto privato provocherebbero una pressione di cemento su un territorio che deve essere salvaguardato perché limitrofo all’aeroporto che aumenterà il suo carico con i lavori di adeguamento.

E’ inoltre falso che il Comune di Firenze non dovrebbe sostenere spese scaricando sul privato l’onere di realizzare l’impianto. Il vecchio stadio Franchi, monumento nazionale, non potrebbe essere lasciato, abbandonato a se stesso, per trasformarsi progressivamente in rudere. E, pertanto, una notevole spesa per il suo risanamento e per la periodica manutenzione graverebbe in ogni caso sui fiorentini”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/10/19, 00:00
Candidato sindaco: “Lo stadio si può fare. Il Comune smetta di calare le brache alla Fiorentina”

Durante il dibattito elettorale televisivo, Ubaldo Bocci tratta con toni decisi il tema della realizzazione di un nuovo stadio a Firenze

Ubaldo Bocci, candidato sindaco di Firenze del centrodestra durante il primo dibattito elettorale al Tgr Rai Toscana ha trattato anche il tema della costruzione di un nuovo stadio a Firenze:
“Il nuovo stadio per la Fiorentina si può fare, a condizione che ci sia un progetto chiaro e definito della società. Il Comune però non può pensare di calare sempre le brache ed essere sempre disponibile a quella che è l’attuale proprietà della Fiorentina: è tempo che qualcuno si ricordi che la Fiorentina è un patrimonio della città. Ubaldo Bocci è favorevole alla Fiorentina prima ancora dello stadio, qui si tratta di capire quale progetto hanno gli attuali proprietari sulla squadra. In base a questo possiamo anche immaginare di pensare a uno stadio nuovo”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/12/19, 19:38
Noferi (M5S): “Stadio? Della Valle non ha mai creduto nel progetto”

Silvia Noferi, del Movimento 5 Stelle, ha parlato del progetto dello stadio della Fiorentina

Silvia Noferi, candidata alle prossime elezioni europee con il Movimento 5 Stelle, ha parlato dello stadio della Fiorentina:

“Il nuovo stadio di Firenze era solo un affare come un altro, i Della Valle non avevano mai creduto in questo progetto. Fin dalla conferenza stampa in cui fu presentato in sala d’Arme il plastico, i signori erano stati chiari: non avrebbero finanziato la costruzione del complesso sportivo ma erano alla caccia di soci e finanziatori. “

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/27/19, 23:44
Troppe prescrizioni, il Tar boccia la nuova pista dell’aeroporto di Peretola

Le ultime sull’aeroporto: no del Tar alla nuova pista di Peretola, la VIA è ritenuta troppo impattante

Troppe prescrizioni (142 per la precisione) la Valutazione di impatto ambientale va annullata. È la sentenza che è arrivata dal Tar della Toscana sul progetto del nuovo scalo aeroportuale di Peretola. Il nodo centrale della sentenza emessa dai giudici amministrativi è nella parte finale della stessa: troppe indicazioni di accorgimenti per diminuire l’impatto ambientale, arrivate nel testo che era stato approvato dopo due anni di studio sul progetto presentato da Enac per conto di Toscana Aeroporti. Il Masterplan presentato è stato “ritenuto assimilabile ad un progetto definitivo” dal Ministero dell’Ambiente nonostante avesse un “considerevole impatto ambientale che implicano, tra l’altro, lo spostamento di un tratto del Fosso Reale, il sotto-attraversamento dell’Autostrada A11; la riorganizzazione dello svincolo della A11 per Sesto Fiorentino e Osmannoro e la ricollocazione del bacino denominato Lago di Peretola”.

Come scrive l’edizione online del Corriere Fiorentino “E’ una giornata di straordinaria importanza per il nostro territorio e il suo futuro. Il Tar ha riconosciuto la validità delle ragioni dei Comuni, delle associazioni, dei comitati contro un’opera che noi riteniamo sbagliata – afferma il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi – Si tratta di una grande vittoria, che dovremo senz’altro approfondire, ma che nella sostanza è chiara: il decreto di VIA è illegittimo e cade, pertanto, tutto il castello giuridico e amministrativo messo su anche con alcune forzature per arrivare a realizzare a tutti i costi una pista incompatibile col nostro territorio e illegittima dal punto di vista giuridico. Un pensiero, oggi, va a tutti gli amministratori e ai cittadini che per anni si sono battuti contro un’opera sbagliata. L’unico rammarico è che a questo risultato si sia dovuti arrivare per via giudiziaria e non attraverso la politica”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/28/19, 22:12
Aeroporto, nuova pista bocciata. Dalla Cittadella alla Mercafir: macigno sulle grandi opere

Anche il progetto Stadio subisce le conseguenze del ricorso al Tar: dall’allargamento della pista a cascata i dubbi su spostamento Mercafir e stadio

Aeroporto, nuova Mercafir, stadio e Cittadella viola. Le tre partite erano, sono e restano legate secondo il Corriere Fiorentino. Ma il Tar ha cancellato la Valutazione di impatto ambientale sulla nuova pista di Peretola. Più banalmente, se non si incastrano nei tempi e nei modi questi tre progetti rischiavano di cadere. Toscana Aeroporti per realizzare nuova pista e scalo avrebbe dovuto espropriare decine di ettari dell’area di Castello, compresi i terreni di Unipol Sai, dove allo stesso tempo avrebbe dovuto risiedere la nuova Mercafir, liberando così l’attuale per Cittadella e nuovo stadio. Toscana Aeroporti aveva firmato con Unipol Sai un preliminare di acquisto di tutta l’area con l’intesa per vendere i 15 ettari necessari alla Mercafir al Comune e velocizzando i passaggi per la costruzione del nuovo mercato.

Ma la vendita si sarebbe finalizzata solo se fosse stata approvata la variante urbanistica su Castello e il decreto di conclusione della Conferenza dei servizi al Masterlplan di Peretola. Ma con lo stop al Tar partirà il contenzioso giudiziario-amministrativo. È la situazione peggiore per chi chiedeva tempi sicuri per il trasferimento della Mercafir a Castello. Altro mattoncino che non si incastra, nuove incertezze sulla per Cittadella viola e nuovo stadio. Questo progetto è nelle mani del proponente privato, cioè la Fiorentina: la formula scelta per realizzare il tutto è quella del «project financing». Cioé la Fiorentina deve presentare ancora il progetto esecutivo: dopo che Palazzo Vecchio lo avrà valutato dovrà comunque aprire una gara, per capire se ci sono altri soggetti interessati a realizzarlo. Ma fino a che la società viola non vedrà certezze nei passaggi futuri, pare non sia intenzionata a perfezionare gli atti: anche perché dovrebbe pagare lei l’acquisto dell’area per la nuova Mercafir.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 05/30/19, 21:07
Nuovo stadio Fiorentina, atti a un passo dalla decadenza

La dichiarazione di pubblico interesse è scaduta il 31 dicembre. Ecco le prospettive per la società viola e per il Comune

Nessuna scadenza a fine maggio, semplicemente perché l’interesse pubblico dell’amministrazione comunale per la realizzazione del nuovo stadio e per la complessiva riqualificazione della parte settentrionale del territorio comunale scadeva senza proroghe il 31 dicembre 2018. E adesso si chiede La Nazione? Due variabili potrebbero far decadere definitivamente la dichiarazione di pubblico interesse della giunta per il nuovo stadio. Da una parte l’ampliamento dell’aeroporto: il comune ricorrerà contro la decisione del Tar che blocca lo spostamento della Mercafir nei terreni di Castello. L’altra variabile è la Fiorentina: se ci sarà o meno l’ingresso di un nuovo socio o se dovesse essere ceduta è facile immaginare che i tempi della consegna del progetto definitivo slittino. Il rinnovo della dichiarazione di pubblico interesse è uno dei nodi centrali descritti nel capitolo “Progetto nuovo stadio” nel bilancio 2018 della Fiorentina dove si legge che la Fiorentina “al fine di poter completare il progetto ha richiesto di confermare il pubblico interesse per tutto il tempo necessario ad attuare l’iniziativa”.

Dal Comune, viceversa, filtra che, dopo le tre proroghe concesse l’interesse pubblico verrà confermato con atto ufficiale solo insieme alla presentazione del progetto definitivo. E se i tempi non dovessero allungarsi troppo, visto che l’ultima proroga è già scaduta cinque mesi fa. Sempre nel bilancio 2018, nel capitolo “Investimenti immobiliari”, al paragrafo che riguarda il nuovo stadio, si precisa che «durante l’esercizio sono state portate avanti, in sinergia con i delegati dell’amministrazione comunale, le attività propedeutiche alla definizione del progetto esecutivo. Tuttavia, non è ad oggi possibile avere tempi certi per la realizzazione dell’impianto, a causa del vincolo legato allo spostamento del sito agroalimentare attualmente esistente nell’area destinata al nuovo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/07/19, 23:55
Mercafir, e perché non Castello? Commisso vuole il nuovo stadio, 40mila gli vanno stretti

Nel primo giorno fiorentino ha parlato anche della futura casa viola

«Fermi qui». Vuole fare tappa alla Mercafir, mister Commisso. «È questo lo spazio dove nascerà il nuovo stadio?», domanda il tycoon italoamericano, appena sbarcato all’aeroporto di Firenze, indicando lo stabilimento del centro alimentare polivalente di Novoli. Forse è anche un po’ stupito: martedì scorso – scrive La Nazione – gli avevano illustrato il progetto di cui si è mostrato entusiasta. «Voglio cominciare subito», ha detto a Milano. Chiedendo se fosse possibile liberare in fretta l’area dei mercati generali. «Altrimenti possiamo farlo da un’altra parte, perché il nuovo stadio dobbiamo averlo presto», ha aggiunto. Guardando le mappe dell’area e indicando il grande spazio vuoto di Castello ha chiesto: «Perché non possiamo farlo qui?». Dunque spariglia già le carte Rocco Commisso, al quale lo stadio da 40mila posti va addirittura stretto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/25/19, 22:15
Nuovo stadio: Comitati della Piana scrivono a Rocco Commisso

I Comitati della Piana contro l’aeroporto e l’inceneritore hanno pubblicato una lettera sulla pagina Facebook “La Piana contro le nocività” rivolta al nuovo proprietario della Fiorentina, Rocco Commisso. Nel pomeriggio l‘imprenditore italo americano si incontrerà con il sindaco di Firenze, Dario Nardella, probabilmente per parlare del Franchi e del nuovo impianto.

“Dear Rocco Commisso,
come Lei ha sperimentato di persona, in particolare allo Stadio con diecimila tifosi che la acclamavano, ma anche per le strade, Firenze è una città esagerata. E’ la nostra storia che è esagerata. Una esagerazione segnata nelle pietre di Firenze, nella morfologia del paesaggio agrario delle colline, nei giardini.

Esagerata è la passione cittadina per la Fiorentina; una squadra che tutti vorremmo vincente e spettacolare ma la cui grandezza non può essere barattata con la distruttività ambientale e gli impatti sulla vita e la salute di una serie di operazioni urbanistiche all’interno delle quali si svolge la vicenda del Nuovo Stadio-Cittadella Viola.
Per realizzare la Cittadella al posto della Mercafir (Mercato Ortofrutticolo) occorre costruire ex-novo la Mecafir in un area attualmente verde. Per costruire la nuova Mercafir occorre realizzare un Nuovo Aeroporto Intercontinentale al posto di un Parco Agricolo Metropolitano già progettato e atteso da decenni per dare un po’ di respiro ad un’area tra le più inquinate d’Europa.

Questo è “lo scacchiere a Nord Ovest” di cui si parla da anni. Quello spazio conflittuale che impegna migliaia di abitanti e pubbliche amministrazioni nella difesa del territorio. Oltre 500 Ettari di Nuova edilizia e cemento la cui progettazione non ha solo escluso le comunità degli abitanti e dei loro rappresentanti ma è proceduta con una tale smania da violare leggi e distorcere direttive come attestato da ben 2 sentenze del TAR; quella del 2016 che annullava la variante regionale al P.I.T. e quella dello scorso 27 Maggio contro la V.I.A. dell’Aeroporto che ne ha bocciato il Master-plan e sospeso l’iter.

Una smania poco contagiosa in città. Sotterranea e affaristica, che ha visto i vari poteri della città, dal Sindaco a Confindustria, fondersi in un abbraccio che ha stretto anche i Della Valle in un vortice di promesse e ricatti che hanno portato al fallimento di tutti i progetti sportivi da una parte, e delle istanze degli abitanti dall’altra.

Perché ci sono, come in ogni grande città, due città in una. Quella popolare, che la ha accolta allo stadio e quella che in lei vede soltanto un’opportunità di sfruttare il suo piglio verace e la sua passione.
In generale ci sono, dear Rocco, due esagerazioni : quelle di corto respiro e distruttive, come queste sopra citate, e quelle lungimiranti e benefiche di cui Firenze si nutre e di cui ha ancora bisogno.

Firenze va penetrata nelle intimità delle sue forme e delle sue strutture viventi. C’è un riferimento che può aiutare chiunque visiti e chiunque viva Firenze. Qui il primo conflitto moderno tra l’economia tessile e i lavoratori (il tumulto dei Ciompi), qui la moneta che primo ed unico caso in Occidente era controvalore certo per i primi finanziatori moderni, i banchieri fiorentini connessi con il mondo (il fiorino d’ oro), qui l’invenzione del calcio (il calcio storico), qui una civiltà contadina che ha raggiunto sapienti rapporti di reciprocità con gli ecosistemi che circondano la città.

Qui gli umanisti toscani del Quattrocento realizzarono una rivoluzione dell’ arte moderna, proprio qui Brunelleschi si confronta con l’’antichità, non per ripeterne le forme, ma per trasformarne la lingua in pratiche rivoluzionarie. Con la ‘magnifica’ cupola del Duomo o il progetto della Chiesa di santo Spirito, Brunelleschi fa diventare protagonisti gli abitanti, i carpentieri, i muratori, per costruire nuovi ambienti di vita per la città.
E’ la prima propulsiva modernità con la sua cupola esagerata.

C’è, al contrario, una esagerazione banale e senza futuro. Il contrario di Brunelleschi e quel modo di essere ‘costruttori di forme di vita’, noto nel mondo. E’ la professionalizzazione del fare architettura nella modernità distruttiva di oggi, che lascia dietro di se la desolazione di paesaggi , ecosistemi, biodiversità, cultura.

Per diventare fiorentino, in senso ampio e creativo, per abitare Firenze, bisogna essere esagerati alla maniera del Brunelleschi, alla maniera della rivoluzione dell’ umanesimo fiorentino.

La passione dei fiorentini, autoctoni o venuti da lontano, per la nostra Fiorentina riassume questo antico e ancora attuale DNA di una esagerazione virtuosa.

Dear Rocco Commisso, vuoi partecipare all’evoluzione positiva e creativa della città di Firenze?
vuoi rafforzare le relazioni coerenti tra la città e il proprio territorio di riferimento ?
Vuoi propagandare Firenze che, come dice il poeta Dante, ‘per mare e per terra sbatte l’ ali ‘ ma senza che debba spandere il proprio nome nell’ Inferno della distruzione ?
Allora bisogna imparare ad accordare il battito del proprio cuore con quello della città, le pulsioni con la creatività sociale.

Non si può realizzare questo accordo di mente, di pancia e di cuore, se non si rispetta l’ altra parte della città che si volge a ovest, nella pianura verso Prato Pistoia e Lucca.
Questa pianura, Piana, è ancora un ecosistema vitale, con territorio libero, con funzioni di connessioni ecologiche- acque verde-agricoltura, un ecosistema che non può essere distrutto.

La Piana non può essere distrutta con la costruzione del nuovo aeroporto intercontinentale di cui un nuovo stadio diventa elemento di pressione. Ora che le fonti fossili sono al limite, che la fertilità dei suoli va diminuendo, che vediamo gli effetti deleteri del riscaldamento globale e del conseguente cambiamento climatico, si tratta di praticare un’ altra strada possibile e concreta come chiedono con forza le nuove generazioni scese in strada anche a Firenze durante gli scioperi per il clima ed i Fridays For Future.

Per un grande Parco, agricolo e metropolitano, rigenerativo e baricentrico all’area popolata a nord-ovest, si mobilitano da anni migliaia di tifosi viola che, al contempo, vivono e/o lavorano nella Piana.

Questa è la “opera grande” che migliorerebbe Firenze e da qui vogliamo partire per festeggiare i successi della nostra Fiorentina.

Quando torna a Firenze, incontriamoci così potrà conoscere l’altra Firenze che, lo diciamo senza prosopopea, è la vera erede di quel codice genetico di lunga durata di cui si sente ancora l’ odore camminando per le strade della città”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/26/19, 21:18
Nuovo stadio o restyling del Franchi? Ecco cosa si sono detti Nardella e Commisso

Rocco Commisso ha incontrato il sindaco Nardella per parlare di stadio. Due ipotesi opposte per investimenti e tempistiche

Una chiacchierata di un’ora e mezza con il sindaco Nardella in Palazzo Vecchio e due soluzioni. Un nuovo impianto nell’area Mercafir oppure il restyling del Franchi, con tanto di copertura e curve più vicine al campo. Come scrive il Corriere Fiorentino Rocco Commisso si è incontrato con il sindaco per fare il punto sul percorso fatto finora per il nuovo stadio. Prossime scadenze, ostacoli e opportunità di poter coprire il Franchi: tutte le ipotesi sono al vaglio.

Il progetto per costruire un nuovo impianto in viale Guidoni è bloccato per almeno un anno, almeno finché il Consiglio di Stato non si pronuncerà sullo stop alla Valutazione d’impatto ambientale per la pista di Peretola. Stop che ha bloccato anche l’acquisto da parte di Toscana Aeroporti dell’area di Castello. Dall’altra parte c’è un Franchi da coprire: tempi più brevi e investimenti ridotti e per il quale ci potrebbe essere il sì della sopraintendenza sulla copertura. E intanto i Comitati della Piana chiedono a Commisso di accantonare il progetto a nord della città.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 06/26/19, 21:49
Nardella sullo stadio: “In pochissimo tempo prenderemo la decisione finale con Commisso”

Dario Nardella parla dello stadio e dell’incontro con Commisso

Firenze-(Italpress-26 giugno 2019)-“E’un bilancio ottimo quello sulla giornata passata ieri con Rocco Commisso. Il presidente Commisso è una persona molto concreta, molto solare, pero’ allo stesso tempo anche determinato. Abbiamo avuto un lungo incontro sul tema dello stadio ed in generale sulla citta’, e sono fiducioso che nell’arco di pochissimo tempo prenderemo insieme una decisione definitiva per una soluzione finale sul progetto stadio”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, a margine di un evento svoltosi quest’oggi a Piazza del Carmine a Firenze, parla dell’incontro da lui avuto ieri con il neo proprietario della Fiorentina, Rocco Commisso.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/10/19, 13:00
Uva annuncia: “Serve uno stadio a misura di Firenze. Il mio parere dopo l’estate”

“Metterò al servizio del Comune la mia professionalità, poi saranno Palazzo Vecchio e la Fiorentina a decidere il percorso da fare”. Lo ha detto Michele Uva, vice presidente Uefa e neo consulente del Comune di Firenze voluto da Nardella per approfondire il tema stadio: “Non esiste un solo modello di stadio – ha detto Uva a La Nazione – di sicuro si può fare un impianto efficiente con 60-80 milioni di euro. I tempi? Da quando si decide di realizzarlo servono 4-5 anni. Un anno per lo studio preliminare, uno per le autorizzazioni, gli altri per i lavori. L’importante è remare dalla stessa parte: la cosa prioritaria è che la Fiorentina e il Comune si parlino. Io studierò le carte e dopo l’estate darò il mio parere”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/14/19, 14:16
Nardella sul nuovo stadio: “Entro l’estate imboccheremo la strada definitiva con Commisso”

Dario Nardella parla di Commisso e della stadio della Fiorentina

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha concesso un’intervista a ilsitodifirenze.it. Ecco un estratto delle sue parole sula Fiorentina:

    Commisso, Joe Barone e tutto il suo staff sono molto affiatati e hanno un grande entusiasmo. Commisso fin da subito mi ha detto ‘ho più di 60 anni e voglio lasciare qualcosa di importante a questa città e non ho nemmeno molto tempo, perché come dire alla mia età non è che posso permettermi di aspettare. Mi è piaciuto molto questo senso di concretezza, pragmatismo e allo stesso tempo il desiderio di fare qualcosa e sono molto molto ottimista, credo che che entro l’estate imboccheremo la strada definitiva della soluzione per il nuovo stadio e lo faremo d’accordo con loro.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/18/19, 18:30
Nardella racconta: “Stadio nuovo? C’è una nuova possibilità. Commisso vuole lasciare qualcosa alla città”

Dario Nardella sul nuovo stadio e sul rapporto con Commisso

Firenze-(Italpress-18 luglio 2019)-Per il nuovo stadio a Firenze “si è aperta la possibilità di tornare al progetto del 2014-2015, cioè evitare di dover occupare tutta l’area Mercafir e quindi evitare uno spostamento del mercato. Rocco Commisso mi ha detto una cosa:”Voglio lasciare una cosa importante alla città, non voglio usare lo stadio per fare business ma lo voglio fare per lasciare qualcosa a Firenze e ai fiorentini quindi ti chiedo solo di affrontare i progetti che convincono di piu’ sulla base dei tempi”. Io gli ho prospettato una possibilità piu’ veloce in cui si possa realizzare un nuovo stadio e qualche struttura collegata ma non particolarmente importante, ed i tempi sarebbero decisamente piu’ veloci”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella ospite ai microfoni di ‘Lady radio’ parlando della possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze. “Ho sentito piu’ volte Joe Barone e con lui abbiamo impostato un lavoro da fare anche nel corso dell’estate, quindi non ci fermeremo-ha aggiunto Dario Nardella-. I tecnici al seguito di Joe Barone sono in contatto con i miei tecnici del Comune, stiamo passando in rassegna tutte le varie opzioni che sono sul tavolo. Abbiamo esaminato i pro e i contro delle varie opzioni, abbiamo già cominciato a lavorare con Michele Uva che essendo vicepresidente Uefa ed essendo fra i protagonisti della legge sugli stadi è uno degli italiani che conosce meglio questo tema. A proposito del restyling del ‘Franchi’ abbiamo considerato il vantaggio da un lato di valorizzare lo stadio storico della città e dall’altro lo svantaggio di una complessità burocratica e tecnica gigantesca per mettere le mani sullo stadio facendo fra l’altro lavori molto limitati, molto costosi ed il problema di capire dove dovrebbe giocare la Fiorentina durante i lavori. Tutto poi sarebbe in mano alla Sovraintendenza, dunque l’autorità dello Stato. La conformazione dello stadio ‘Franchi’ che negli anni ’30 poteva avere un senso, oggi è assolutamente inaccettabile e scomoda perché hai le curve lontano dal campo e vedi i giocatori lontanissimi. La copertura del ‘Franchi’ non risolverebbe il problema della visuale”.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/19, 14:09
Stadio alla Mercafir ma su metà area. Nardella ci crede, Lucibello apre all’ipotesi

Si tornerebbe alla variante del 2012, accantonata dai Della Valle. L’alternativa è la ristrutturazione del Franchi

Su La Nazione si analizza la possibilità di far sorgere il nuovo stadio alla Mercafir, ma su metà area rispetto a quella messa a disposizione dei Della Valle. Due le possibilità: o si procede alla ristrutturazione del Franchi o si torna alla variante del 2012 che prevedeva l’ipotesi di dividere in due l’area Mercafir. A nord il mercato ortofrutticolo, mentre nell’area a sud sorgerebbe lo stadio. Il presidente della Mercafir, Giacomo Lucibello, apre all’ipotesi ed è pronto a parlarne e anche il sindaco Dario Nardella ha rimesso con decisione al centro la seconda ipotesi, accantonata dalla vecchia proprietà viola quanto si prospettò la necessità di spazi più ampi destinati alle attività commerciali.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/19, 14:14
Arch. Zavanella: “Stadio restituisca qualcosa alla città. Vi dico i costi calcolati su 30-40.000 posti”.

L’intervista all’architetto che ha partecipato alla realizzazione dello Juventus Stadium e progettista del restyling del Dall’Ara di Bologna

Sulle pagine de Il Corriere Fiorentino questa mattina troviamo un’intervista all’architetto Gino Zavanella, uno dei progettisti dello Juventus Stadium e del restyling Dall’Ara di Bologna, proprio sul tema ‘stadio’. L’architetto nel corso dell’intervista spiega come secondo lui lo stadio sia il più grande contenitore di una città e che è una struttura, un impianto che incide a livello architettonico, urbanistico e sociale. Per Zavanella uno stadio deve sempre restituire qualcosa alla città e deve funzionabile ed agibile sette giorni su sette.

L’architetto dichiara: “Mediamente si considera uno spazio di 0,8-1 metro quadro a spettatore. Quindi prendiamo un impianto da 40 mila spettatori come potrebbe essere il caso di Firenze, dobbiamo immaginarci quarantamila metri quadri dedicati ai servizi e alle esigenze della città”. E poi continua affermando che gli spazi vanno ricavati da ciò che sta sotto lo stadio. Se una struttura è basata su due piani, allora deve esserci lo stesso corrispettivo nel sottosuolo.

Per Zavanella lo stadio è una struttura, un concetto da pensare e sviluppare in verticale. Sui tempi di costruzione per l’architetto si potrebbe avere un’accelerata anche in Italia, un pò come sta avvenendo a Bologna dove non si vuole andare oltre ‘l’anno di lavori’.

E per i costi? “Diciamo che in Italia si va a una media di 3 mila euro per posto quindi per uno stadio da 40 mila spettatori servono circa 120 milioni, per uno da 30 mila si può stare sui 90 milioni”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/19, 14:17
Uva: “Nuovo stadio moderno anche tra 20 anni. Incontro ACF-Comune entro il 10/08”. Sui tempi…

All’interno dell’edizione odierna de Il Corriere Fiorentino troviamo un’interessante intervista a Michele Uva sul tema nuovo stadio. Secondo il super consulente del Comune di Firenze in materia di impianti sportivi, “la sfida è quella di immaginare uno stadio che sia ancora moderno tra venti anni”. Annuncia il primo vertice tra Fiorentina e Comune entro il 10 agosto, poi spiega che una delle prime mosse sarà decidere “se dovrà essere uno stadio solo adibito al calcio oppure multifunzionale”. Uva non indica un modello ben preciso da seguire, “ma dipende da cosa si vorrà fare, alle risorse disponibili e soprattutto a ciò che serve a Firenze e alla Fiorentina”.

Ci sono però dei punti fissi dai quali non si può prescindere: “Uno stadio deve essere prima di tutto economicamente sostenibile. Non deve essere uno ‘stadio costo’ per la Fiorentina, ma uno ‘stadio ricavo’ che possa portare risorse economiche e avere riflessi positivi sugli investimenti sportivi”. Sì, perché anche con la drastica riduzione degli esercizi commerciali – spiega il vicepresidente della Uefa – “ci sono margini di redditività enormi che possono portare ad aumentare di molto i ricavi di un club”. Infine, sui tempi: “Per avere un impianto passano almeno 4 anni da quando è stato disegnato sulla carta”, conclude Uva.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/19/19, 14:18
Nuovo stadio, l’indicazione di Commisso ed il piano B di Nardella: operazione fast

Si fa strada l’ipotesi di un ritorno alla variante approvata dalla giunta Renzi: Mercafir divisa in due e spazio sia per il nuovo stadio che per il mercato ortofrutticolo

Più piccolo, meno costoso ma soprattutto più veloce. Sul tavolo del confronto tra il sindaco Dario Nardella e il patron della Fiorentina Rocco Commisso per la scelta su cosa fare dello stadio (nuovo oppure la copertura e il restyling del Franchi) – si legge sul Corriere Fiorentino – si torna al passato. Al progetto e alla sistemazione urbanistica della Mercafir lanciata dalla giunta Renzi (assessore all’Urbanistica Titta Meucci) nel 2013 ed approvata l’anno dopo. «Siamo al 50-50 per cento», per la scelta tra le due ipotesi: restyling e copertura di Campo di Marte o Mercafir. Ma per l’opzione a nord ovest la scelta del progetto originario potrebbe semplificare il confronto con l’imprenditore italo-americano.

Sarebbe stato lo stesso Commisso, nei pochi faccia a faccia avuti, a spiegare al sindaco che il progetto dei Della Valle (comprendente tutta l’area Mercafir, 70.000 mq per gli spazi commerciali ed un costo totale di 300-400 mln) era “too big” per i suoi obiettivi. Il vecchio progetto – spiega il quotidiano – prevede la divisione dell’area in due parti (sono circa 50 ettari). La Mercafir avrebbe a disposizione a nord 15 ettari per riorganizzare i suoi spazi (ora sproporzionati). A sud, ecco stadio e spazi commerciali per 18 mila metri quadri, ricettivi o turistici per 4.200 metri quadri, direzionali per altri 8 mila metri quadri. Sui tempi nessuno si sbilancia, ma il fatto che la variante sia già stata approvata e che Lucibello, presidente Mercafir, abbia già dato la sua disponibilità a parlarne, potrebbero velocizzare l’operazione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 07/25/19, 00:32
Nardella: “Nuovo stadio, solo due ipotesi. Decisione entro settembre. Il Franchi…”

Parla il sindaco di Firenze

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato al quotidiano La Nazione della questione nuovo stadio: “Tramontata per sempre l’idea di spostare la Mercafir, oramai sul tavolo restano due ipotesi: o a Novoli accanto alla Mercafir o a Campo di Marte rifacendo il Franchi. Entro settembre prenderemo la decisione definitiva insieme alla proprietà, che dovrà avere l’ultima parola. Franchi? Dobbiamo trovare un accordo con la Fiorentina perché li usi entrambi, magari con la squadra femminile e con il rugby”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/09/19, 23:34
Commisso ha deciso: niente restyling del Franchi, nuovo stadio accanto alla Mercafir

Secondo “La Nazione”, la Fiorentina avrebbe preso una decisione. L’ufficialità è attesa per settembre. E la Mercafir non trasloca

Novità importanti sul progetto stadio della Fiorentina riportate oggi da La Nazione. Abbandonata del tutto l’idea del restyling del Franchi, la Fiorentina si è indirizzata sull’opzione nuovo stadio a Novoli. I tempi della ristrutturazione sarebbero stati eccessivamente lunghi, perchè servirebbe una variante urbanistica per la realizzazione di attività commerciali, di parcheggi interrati e un riassetto dell’area di Campo di Marte. Fare lo stadio accanto alla Mercafir è la strada più breve per realizzare il nuovo impianto di proprietà, perché non è necessario che vengano approvate nuove varianti urbanistiche, resta valida quella varata nel novembre 2012. L’idea del patron Commisso – scrive Ilaria Ulivelli – è di contenere in circa 30mila metri quadri l’estensione dell’area commerciale compresa una quota di attività turistico ricettiva, ma senza “cittadella viola”. Nei restanti 16 ettari dell’area di Novoli rimarrebbe quindi la Mercafir, il cui spostamento sarebbe stato un’incognita da tempi ballerini.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/24/19, 00:50
Un secondo stadio o un nuovo anello sopra al Franchi? Tante idee nella testa di Commisso e Barone

La questione stadio tiene banco in casa Fiorentina, con i viola pronti a rimettere a nuovo l’impianto

La Repubblica in edicola oggi, si sofferma sulla questione legata al nuovo stadio della Fiorentina, parlando di tutte le idee che circolano e di come Commisso ed i suoi uomini vorrebbero cambiare il Franchi:
“Un nuovo stadio a Campo di Marte, proprio dietro al Franchi. Oppure un ambizioso restyling dell’impianto a “D”, che lo salvi del tutto nella sua struttura super vincolata ma preveda sopra un nuovo grande “anello” coperto sopra da 15-20 mila posti, come fosse una sorta di modernissima ” palafitta”. Magari con un mega parcheggio interrato all’altezza dello stadio del rugby, collegato direttamente allo stadio da un tunnel dove potrebbero trovar posto anche spazi commerciali. No, non è il fantastadio, nemmeno un miraggio del sole agostano. Sono davvero queste alcune delle ipotesi che la nuova proprietà della Fiorentina di Rocco Commisso sta valutando. Si è già tenuta almeno una riunione tra il sindaco Nardella e la proprietà viola sul tema, ci sono architetti internazionali al lavoro che hanno elaborato plastici e abbozzi di masterplan e la fase dell’approfondimento tecnico, urbanistico ed economico è in corso. Ci sono molte incognite e probabilmente il rebus non sarà chiarito prima della fine dell’anno.”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/27/19, 13:02
Nuovo stadio a Novoli: i pro e i contro

La nuova idea è far convivere l’impianto e il mercato: tempi e costi

Dopo aver valutato i pro e i contro della ristrutturazione dell’Artemio Franchi, il Corriere Fiorentino si concentra sui pro e i contro della realizzazione del nuovo stadio a Novoli.

Dal progetto «mega» dei Della Valle si è tornati al progetto «medio» approvato nel 2014 da Palazzo Vecchio. Lo stadio da 40 mila posti troverebbe posto, nella versione «media» presentata a Commisso dal sindaco Dario Nardella, nell’area a sud dell’attuale mercato ortofrutticolo. La Mercafir si sposterebbe tutto a nord, degli oltre 30 ettari attuali ne basterebbero davvero la metà. Tornare al vecchio progetto, già approvato dal punto di vista urbanistica, semplifica la situazione. (…) Alla Fiorentina resterebbero quindi oltre 15 ettari per fare il nuovo stadio. Ed avrebbe a disposizione spazi commerciali per 18 mila metri quadri, spazi ricettivi o turistici per 4.200 metri quadri, direzionali per altri 8 mila metri quadri. Una serie di interventi che, gestiti direttamente, dati in affitto o venduti, servono a finanziare tutta l’operazione.

E i costi? Le cifre sicure sono i circa 55-60 milioni per realizzare le opere collaterali e pagare gli oneri di urbanizzazione (altri 10 milioni, anche per realizzare la nuova strada che taglierebbe in due tutta l’area, da viale Matteucci verso viale XI Agosto. (…) Una struttura da 40mila posti, compatibile con il regolamento Uefa per le competizioni internazionali, potrebbe costare tra i 60 e 100 milioni di euro.

(…)

I tempi? La parte urbanistica è già stata approvata ed è agevolata dalla legge stadi. Il project financing è di fatto sospeso, non rinnovato, ma riparabile con facilità. I tempi di costruzione erano stimati in 5 anni dal ricevimento della concessione edilizia. Se Commisso dicesse sì, entro un anno il progetto potrebbe partire e i lavori del mercato, dello stadio e delle opere correlate dovrebbero andare di pari passo.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?


    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/28/19, 22:20
VIDEO VN – Commisso: “Stadio? Vedrete, il risultato sarà bellissimo. Adesso accordo con istituzioni”

Rocco Commisso sullo stadio della Fiorentina e il futuro

Rocco Commisso dopo l’incontro col sindaco Dario Nardella


Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/28/19, 22:21
VIDEO VN – Commisso: “Stadio? Architetti al lavoro, sul Franchi serve parere della soprintendenza”

Rocco Commisso sulla volontà di costruire un nuovo stadio o restaurare il Franchi

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha parlato così dopo l’incontro col sindaco Dario Nardella:

    Ci sono varie opzioni, dobbiamo ragionare e capire quanto tempo ci vuole per intervenire. Dobbiamo capire cosa ci farebbe fare la soprintendenza, questa è la situazione oggi. Percentuali? Non si sa, dobbiamo vedere. L’intenzione è di fare qualcosa di bello per Firenze.

    Il sindaco e la sua amministrazione ci stanno aiutando ad andare avanti, abbiamo due o tre architetti che stanno lavorando e ci stanno dando più opzioni. Firenze è bellissima, ma per lo stadio ci vuole un po’ di tempo. Quando vedrete ciò che ho visto io resterete colpiti, ma adesso servono accordi e poi faremo ciò che è giusto.


Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/28/19, 22:23
VIDEO VN – Nardella: “Abbiamo valutato opzioni ed esempi, in breve la soluzione”

Parla il Sindaco di Firenze Dario Nardella dopo l’incontro di oggi con il presidente della Fiorentina Rocco Commisso


Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/28/19, 22:43
Nardella: “Restyling Franchi o impianto nuovo, lo stadio si fa. Con Commiso lavoro in team”

Dario Nardella sul confronto con Commisso

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato così dopo l’incontro in Comune con Rocco Commisso:

    Ringrazio Rocco per essere venuto a Palazzo Vecchio, è la seconda volta che parliamo di stadio qui. Abbiamo fatto un incontro positive e utile con i nostri staff, abbiamo valutato tutto gli aspetti e analizzato gli altri esempi in Italia. Sono felice dell’incontro, sono convinto che in tempi brevi avremo una decisione perché stiamo lavorando in team. Il primo obiettivo è fare veloci.

    Tempistiche? Ogni giorno parliamo coi collaboratori di Commisso, la soprintendenza valuterà alcuni aspetti ma siamo positivi. Lo stadio si fa: che sia un nuovo Franchi o una struttura nuova. Della Valle? Non faccio paragoni, lavoriamo con questi metodi. Ribadisco: lo stadio a Firenze si farà.

Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/28/19, 23:13
Nardella: “Nuovo stadio o restyling del Franchi, sono ottimista”

“Bene l’incontro con Commisso, sono ottimista: si troverà la soluzione migliore, che si tratti del restyling del Franchi o del nuovo stadio. Passi avanti fatti, il prossimo step è la sovrintendenza. Come dice Rocco obiettivo “fast fast fast” e ce la stiamo mettendo tutta”, lo ha scritto il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, su Twitter, dopo l’incontro con il proprietario della Fiorentina

(https://pbs.twimg.com/media/EDFKeFlWsAEaOwC?format=jpg&name=small)
Dario Nardella

@DarioNardella

Bene l’incontro con #Commisso, sono ottimista: si troverà la soluzione migliore, che si tratti del restyling del Franchi o del nuovo stadio. Passi avanti fatti, il prossimo step è la sovrintendenza. Come dice Rocco obiettivo “fast fast fast” e ce la stiamo mettendo tutta 😉💜

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 08/30/19, 22:16
Nuovo stadio: Barone si incontrerà con l’architetto dello Juventus Stadium

L’architetto Alberto Rolla aveva sviluppato il progetto a Novoli per i Della Valle

Oltre al mercato, in casa Fiorentina tiene banco anche il tema stadio. Si è tornati a parlare del restyling del Franchi, ma l’ipotesi nuovo impianto non è ancora da scartare. Come scrive La Nazione, nei prossimi giorni Joe Barone si incontrerà con l’architetto Alberto Rolla che con gli ingegneri di Arup aveva sviluppato il progetto a Novoli per i Della Valle, oltre ad aver realizzato il progetto per lo Juventus Stadium. Il vecchio progetto è stato rivisto in base alle nuove necessità e si sviluppa nell’area Sud di Novoli a fianco della Mercafir su circa 22 ettari di terreno: un gioiellino che potrà essere costruito in poco più di due anni, i cui costi non dovrebbero superare i 100 milioni, mentre per ristrutturare il Franchi con un’opera stratosferica che non tema ‘niet’ dalla soprintendenza ne servirebbero circa 50 in più.

SONDAGGIO
Il nuovo stadio. Novoli o Franchi bis?

    Novoli
    Franchi ristrutturato

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/02/19, 20:39
“Nuovo stadio: serve chiarezza sulla Mercafir e sul Franchi”

Si va verso la ristrutturazione del Franchi anziché verso il nuovo stadio

Si riaccende la questione del nuovo stadio ma mancano per adesso dei piani concreti per la Mercafir e per il Franchi.

Sulla questione intervengono il consigliere comunale di Forza Italia Jacopo Cellai e Lorenzo Somigli Forza Italia Q5: “Fa piacere apprendere che il nuovo proprietario della Fiorentina sia intenzionato a investire sulla nostra città. Da encomiare la sua intraprendenza in un Paese che rallenta e affossa qualsiasi iniziativa privata e soprattutto in una città che, come lo stesso Commisso ha potuto constatare, in dieci anni ha collezionato più parole che fatti.

Si parte puntando su Novoli per alleggerire il Campo di Marte con modifica del piano urbanistico. I Della Valle chiedono un’area più grande a Novoli e dunque lo spostamento della Mercafir a Castello. Tutto questo legato all’ampliamento di Peretola. Progetto per ora morto insieme alla pista. Adesso si paventa l’ipotesi di non fare lo stadio nuovo ma di adattare il Franchi. Una sorta di gioco dell’oca che però non deve risucchiare chi come Commisso ha mostrato interesse a investire su Firenze.

Un nuovo stadio non sarebbe solo un punto di partenza imprescindibile per una squadra vogliosa di competere a livello nazionale e internazionale. Con una buona programmazione può diventare un polo di attrazione per i turisti. Il turismo sportivo è in altri Paesi una risorsa – pensiamo solo a ciò che da ben 20 anni ha fatto il Barcellona – mentre dai noi è ancora poco incentivato e marginale. Considerando anche che i flussi turistici che premono sul centro sono sempre più difficili da gestire, portando molto a parlare di over-turism, quella sarebbe una valvola di sfogo.

Quello che ci aspetta” aggiungono gli esponenti azzurri “non è certamente un percorso di pochi mesi. Dobbiamo averlo ben chiaro per non illudere nessuno.

Bisogna stabilire, qualora si decida di realizzazione di un nuovo stadio (secondo la variante del 2012?), una riconversione del Franchi. Lo stadio, già menomato pesantemente in occasione di Italia ’90, non può finire nel dimenticatoio. Oltre ad essere un monumento frutto del genio di Pier Luigi Nervi, è uno spazio centrale per la vita del Campo di Marte.

Oltre a questo, si deve trovare anche una soluzione definitiva per l’area Mercafir. Un eventuale spostamento dovrebbe avvenire in tempi rapidi per non danneggiare i lavoratori; ricordiamo che, dai dati forniti sul sito Mercafir dagli stessi operatori, le merci trattate annualmente si aggirano intorno a 160 milioni di Kg.

Da questo punto di vista” concludono “serve un impegno serio da parte della nuova proprietà e dell’amministrazione. Prima di parlare di progetti e di nuove realizzazioni, sarebbe importante chiarire questi aspetti non certo secondari”.

Forza Italia Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/05/19, 19:58
VIDEO VN – Nardella: “Fiducioso sullo stadio, ma non faccio previsioni”

Le parole del Sindaco al termine del meeting


Simone Torricini
@TorriciniSimone
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/06/19, 19:08
Nuovo stadio: ipotesi da non scartare in caso di vincoli troppo rigidi al restyling del Franchi

Si va verso il restyling del Franchi, ma l’ipotesi nuovo stadio non è ancora da scartare

Ieri si è tenuto l’incontro tra Commisso, Nardella e il soprintendente Pessina sul restyling del Franchi. Come scrive il Corriere Fiorentino, ieri non si è parlato dell’ipotesi nuovo stadio, ma questa opportunità resta d’attualità, se la Fiorentina dovesse giudicare i vincoli e i limiti alla ristrutturazione dell’impianto di Campo di Marte troppo rigidi per uno stadio bello e moderno come vuole Commisso.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/10/19, 22:22
Il sindaco Fossi apre: “Nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio? Si può fare”

Il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, è intervenuto questa mattina a Lady Radio:

    Se mi viene chiesto se quell’area (quella in via Allende, vicino all’Asmana, ndr) potrebbe essere attrattiva anche per quanto riguarda un nuovo stadio, dico che in quell’area lo si potrebbe realizzare, perché no. Abbiamo già individuato il percorso urbanistico. L’incontro con Joe Barone? La chiacchierata è stata molto lunga, circa due ore. Abbiamo affrontato anche gli aspetti che riguardano lo stadio, con le difficoltà e le potenzialità in campo dei vari progetti di la Fiorentina ha parlato con il comune di Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/10/19, 22:24
Nardella: “Stadio? Dialogo serrato con ACF, a breve toglieremo il vino dai fiaschi“

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva parlando anche del nuovo stadio della Fiorentina: “Abbiamo cominciato a parlare a ritmi serrati con la nuova proprietà della Fiorentina. Commisso è molto determinato e si aspetta tempi ragionevolmente brevi. Un grande evento come l’Olimpiade può essere una spinta per realizzare nuovi impianti. Firenze ha uno stadio bellissimo ma ormai poco funzionale come il Franchi, dunque è ragionevole lavorare o sulla trasformazione dell’impianto esistente oppure costruirne uno nuovo.

Ormai manca poco, nel giro di poche settimane toglieremo il vino dai fiaschi. Commisso? Ha grande entusiasmo e voglia di lasciare qualcosa in Italia. Mi piace il suo pragmatismo, sta con i piedi per terra, ha grande ambizione di fare bene. Fiorentina-Juventus? Per noi è la partita clou, il battesimo del fuoco per la nuova società. Già con il Napoli ho visto una squadra battagliera, sarà una bellissima sfida”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/16/19, 18:57
Nardella: “Stadio? E’ la volta buona, Fiorentina focalizzata”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella parla dello stadio nuovo

Il rapporto con Commisso è ottimo, perchè lui in prima persona vuol sapere, vuol vedere, si impegna nei sopralluoghi. La Fiorentina mi sembra focalizzata ai massimi livelli sia sul centro tecnico sia sullo stadio. Stavolta è la volta buona. Nuovo o restyling? A seconda dei periodi le quotazioni cambiano ma posso dire che queste sono le uniche due opzioni sul tavolo, il restyling del Franchi che ha delle complessità più importanti, dei costi maggiori, ma ha il vantaggio di ridare vita a uno stadio del quale altrimenti dovremo trovare un’altra sistemazione. La Nuova Mercafir ha il vantaggio che la variante urbanistica è fatta, le procedure urbanistiche sono più veloci e i costi più ridotti.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/16/19, 20:55
Pres. Mercafir a VN: “Mercato e stadio Fiorentina insieme? Il progetto c’è, a noi va bene”

Lucibello sull’eventuale costruzione dello stadio nuovo all’interno dell’area Mercafir

Tra oggi e domani Rocco Commisso, proprietario della Fiorentina, continuerà riunioni e incontri per il centro sportivo nuovo e per risolvere la vicenda stadio. Mentre la Soprintendenza valuta i parametri entro i quali si può lavorare per ammodernare il Franchi, questa mattina il numero uno viola ha visitato l’area Mercafir. Per capirne di più, Violanews.com ha sentito Giacomo Lucibello, presidente del mercato ortofrutticolo: “La soluzione del nuovo stadio alla Mercafir esiste da tempo, da diversi anni ormai. Non so se adesso la Fiorentina e il Comune la vogliano riprendere in mano. Posso dire che per noi non sarebbe certo un problema coesistere con l’eventuale nuovo impianto della società viola. Per quello che riguarda noi, ovviamente abbiamo bisogno di una Mercafir nuova”.
Commisso continuerà ad occuparsi di questi aspetti nel corso di tutta la giornata.

Stefano Rossi
@StefanoRossi_
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/16/19, 20:59
Commisso: “Stadio? Credevo di trovare il lavoro più avanti. Il centro sportivo…”

Commisso torna a parlare dello stadio e non solo

Dopo il sopralluogo alla Mercafir, il patron viola Rocco Commisso si è concesso una pausa in piazza Pitti. Con lui la moglie, Joe Barone e il vice di Mediacom Joseph Appio. Ecco le sue parole rilasciate ai media presenti, fra cui Violanews.com:

    Mercafir? Non ci sono novità, siamo semrpe a lavoro. Stadio lì? Non si sa, siamo al principio. Credevo che le cose fossero più avanti, non le vedo così. Ci vuole molto lavoro. Stiamo lavorando anche al centro sportivo. Bagno a Ripoli o Campi Bisenzio? Stiamo lavorando. Incontro col Ministro Franceschini? Non lo so. Sì, mercoledi riparto per gli Usa. Partita di sabato? Bella bella bella. Mi hanno reso orgoglioso, abbiamo quasi vinto contro la Juventus. Anche la Primavera e le ragazze hanno fatto bene.

Alessandro Guetta
@AleGuetta93
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/16/19, 21:04
Nardella: “Per lo stadio due ipotesi, parlerò con il Ministro”

Le parole del SIndaco di Firenze

“Con il ministro Dario Franceschini parleremo anche dello stadio ovviamente perché restano sul tavolo due ipotesi: o il restyling del Franchi che richiederà una procedura ad hoc perché si tratta di un monumento nazionale, o il nuovo stadio alla Mercafir”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella a margine del Consiglio comunale di Firenze.

Sulle accuse mosse da Commisso: “Non credo proprio che Commisso volesse chiamare in causa il sindaco o il comune. Ovviamente sappiamo che da tanti anni si aspetta di fare lo stadio nuovo, noi pero’ per quanto riguarda la Mercafir stiamo mettendo appunto un’ipotesi che ci permetterebbe anche di superare il project financing e quindi ridurre ancora di più i tempi. Su questo e’ possibile parlare anche con i nostri tecnici”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/17/19, 15:43
Pres. Mercafir: “Commisso non è deluso, ha detto che c’è tanto da lavorare”

Le parole di Giacomo Lucibello che ieri si è incontrato con Rocco Commisso

Ieri mattina il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, si è incontrato con il presidente della Mercafir, Giacomo Lucibello, per parlare del nuovo stadio. Questa mattina il numero uno del mercato ortofrutticolo è intervenuto a Lady Radio:

    Non ho visto Commisso sconsolato. Forse non conosceva l’attività della Mercafir e non sapeva quante persone ci lavorino. Non l’ho visto deluso, ha detto che c’è tanto da lavorare.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/17/19, 16:56
Commisso: “I tempi per lo stadio sono lunghi, ma non per colpa mia. Se servono 10 anni, non lo faccio”

Commisso ha parlato della questione stadio e centro sportivo

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha parlato anche di questioni esterne alla fondazione Meyer in conferenza stampa:

    Stadio? Sono colpito, credevo che negli ultimi 20 anni la questione fosse arrivata ad un punto più avanzato, invece non è così. Non posso se la via non è libera, quindi serve tempo, ma non per colpa mia. Voglio rispettare le leggi ed i costumi italiani, quindi mi servirà tempo, ma voglio ringraziare tutto.

    Stadio e Centro Sportivo? In due mesi ci potrà essere la decisione definitiva e si inizierà a lavorare per costruire nel tempo più rapido possibile. Per lo stadio abbiamo molte opzioni, ad alcune siamo più vicini, ad altre più lontane. Ogni situazione presenta problemi, di tempistiche, tasse, location e via dicendo. Per trent’anni non è stato fatto nulla, vediamo cosa succederà nei prossimi mesi. Il percorso si deve fare, ma se servono dieci anni per lo stadio non lo faccio.

Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/17/19, 19:52
VIDEO – Commisso e il nuovo stadio: “Vorrei andare fast, ma devo rispettare la legge”


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/17/19, 20:40
Nardella: “Commisso? Entro cinque anni lo accontenterò”

Parla il Sindaco da Villa Vittoria

Anche il Sindaco Dario Nardella ha parlato a margine della festa a Villa Vittoria:

“Bella festa, si vede che c’è uno stile d’oltreoceano anche nell’organizzazione di eventi. Commisso? Lo capisco bene. La collaborazione è al top, ci sentiamo ogni giorno con Barone, con il suo staff… Rilancio, entro cinque anni lo soddisferò, visto che non posso avere un altro mandato. La Mercafir è agevolata dai tempi: in altri casi siamo ancora a zero. Le altre opzioni sono serie, rimangono sul tavolo. Noi siamo a totale disposizione della Fiorentina, lasciateci lavorare e daremo belle soddisfazioni alla città.”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/17/19, 21:47
Nardella: “Capisco le valutazioni di Commisso. Nuovo stadio entro 5 anni” [VIDEO VN]


Alessandro Lilloni
@AleLilloni
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 14:27
Stadio, serve sbloccare la situazione. Fast fast fast anche in politica

Rocco spinge per investire

“Il nuovo stadio è la prima cosa di cui Rocco Commisso ha parlato subito dopo aver garantito che Chiesa sarebbe rimasto”, ricorda La Reubblica. Fondamentale per crescita e ambizioni viola, ma importante anche per Firenze: i sindaci lo hanno sempre detto. Adesso Nardella (che nel frattempo ha fatto una promessa a Commisso) ha il dovere di non tornare a mani vuote dall’incontro con il Ministro Franceschini, se non si può ristrutturare, che si possa rifare daccapo. Serve una risposta entro breve. D’altronde, uno stadio nuovo costa meno e dà più libertà d’azione, in tempi identici rispetto alla ristrutturazione. E il Franchi? Potrà essere riqualificato per le Olimpiadi, è un’ipotesi. Ma la priorità è agire per la Fiorentina. Non ci vorrà poco, quindi è necessario cominciare.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 14:28
SONDAGGIO VN – Plebiscito per lo stadio a Campi Bisenzio. Date il vostro parere

Tre opzioni per dire il vostro pensiero sull’argomento del giorno

Questo mattina è l’argomento principale. Lo stadio potrebbe essere costruito ex novo a Campi Bisenzio. Cosa ne pensate? Vi proponiamo un sondaggio con tre opzioni

SONDAGGIO
Stadio a Campi, siete d'accordo?


    Sì, se c'è spazio andrebbe bene
    No, lo stadio deve essere a Firenze
    No, lo stadio deve rimanere il Franchi

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 14:52
Fossi: “Stadio a Campi Bisenzio? Soluzione fast and easy”

Il sindaco Emiliano Fossi spiega perché non ci sarebbero problemi a realizzare il nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio

Sono giorni caldi in casa Fiorentina per quanto riguarda il nuovo stadio. Dove potrebbe sorgere? Da non scartare l’ipotesi Campi Bisenzio. I 30 ettari lungo viale Allende, di proprietà della famiglia Casini, sono liberi e pronti per accogliere le strutture sportive: da un lato (a fianco di Villa Montalvo) la cittadella viola con la possibilità di realizzare fino a 12 campi da gioco per il settore giovanile, la squadra femminile e gli allenamenti della prima squadra, mentre sull’altro lato della strada lo stadio, moderno e funzionale. Su La Nazione troviamo le parole del sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi:

    Stadio a Campi? Soluzione fast and easy. Ci sono tutte le condizioni per farlo. I terreni in questione si trovano in un’area strategica vista la vicinanza con lo svincolo autostradale, siamo in una zona non residenziale e non è facile trovare nelle vicinanze un’area così vasta e libera da altre strutture. Si tratta, al momento, di terreni agricoli, ma abbiamo già individuato il percorso urbanistico per il cambio di destinazione d’uso dell’area da ‘parco urbano’ ad ‘attrezzature di interesse metropolitano’, quindi una destinazione capace di accogliere un centro sportivo ma anche uno stadio.

Fossi aggiunge che il tutto è in una fase molto avanzata e che verrà fatta la co-pianificazione con la regione entro questo mese visto che l’opzione d’acquisto dei terreni scadrà a ottobre. Se la trattativa andasse a buon fine, dal momento dello studio di fattibilità da parte della Fiorentina, i permessi potrebbero essere rilasciati solo in un tempo massimo di sei mesi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 14:55
Commisso: “Stadio? Rispetto la burocrazia ma la critico”

Rocco Commisso ha parlato prima di prendere l’aereo per tornare negli Stati Uniti

Il presidente viola Rocco Commisso, prima di imbarcarsi sul volo che lo riporterà negli Stati Uniti, ha parlato così a Lady Radio:

    Sono venuto quattro volte in tre mesi, adesso ho da fare con Mediacom negli Stati Uniti. Spero di essere qui entro un mese. Stadio? Ci stiamo lavorando ma serve tempo. Nardella? Ieri sera c’è stata la festa, ma non abbiamo parlato di stadio. Io non posso aspettare dieci anni, anche lui vuole metterci meno tempo. Devo rispettare la burocrazia ma posso criticarla, non fa bene all’Italia e a Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 14:57
Campi Bisenzio: ecco la zona per il nuovo stadio della Fiorentina

Vi presentiamo la zona dove potrebbe sorgere il nuovo stadio della Fiorentina

Questa mattina su La Nazione il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi parla di una possibile trattativa per il nuovo stadio della Fiorentina nel comune da lui amministrato. Il luogo di cui si parla dista soltanto 15,9 chilometri da Piazza Duomo e non si tratterebbe certamente di un grande viaggio arrivarci tanto più che la zona ha una ottima viabilità che verrebbe incrementata con la costruzione dello stadio e della Cittadella Viola. Vediamo quante sono le distanze dalle altre zone di Firenze: da Campo di Marte 16,5 km, da Viale Europa (tramite autostrada) 29 km, da Isolotto-Scandicci 13/14 km, da Novoli 10 km

Qui sotto vi mostriamo la zona di cui Fossi ha parlato a nord dell’abitato di Campi Bisenzio accanto a Villa Montalvo

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/senza-categoria/campigrande-1024x533.jpg?v=20190918125500)

E adesso vi mostriamo il dettaglio con la zona a sinistra di Via Allende vicino a Villa Montalvo dove verrebbe costruito il Centro Sportivo, mentre gli appezzamenti sulla destra dovrebbero essere quelli indicati per il nuovo stadio. Per darvi un’idea della grandezza, il tratto di strada che va da Via Allende all’autostrada è lungo circa 200 metri e i due rettangoli sulla destra hanno ciascuno una dimensione di circa 4 ettari.

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/senza-categoria/campipiccolo-1024x705.jpg?v=20190918125500)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 23:19
Stella categorico: “Lo stadio a Firenze, il Comune si sbrighi”

Il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella dice la sua sullo stadio di Firenze

“Il nuovo stadio della Fiorentina o si fa nell’area Mercafir, o si realizza ristrutturando il ‘Franchi’. La nuova casa della Fiorentina va fatta, lo chiedono i tifosi, lo chiede la società, lo vuole il buonsenso. Il Comune di Firenze si decida e dia una risposta in tempi celeri, basta attese”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (FI).

“E’ da 12 anni che si parla di cittadella viola e nuovo stadio – ricorda Stella – sono state fatte mille promesse: ora è arrivato il tempo di decidere. Per fortuna la nuova proprietà del club vuole investire, ha fatto una squadra competitiva, investendo sui giovani, confermando i talenti. Ma per fare il salto di qualità occorre uno stadio nuovo o comunque rinnovato profondamente a livello progettuale”.

Ma il nostro sondaggio in rete da questa mattina dice il contrario

Saverio Pestuggia
@s_pestuggia
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/18/19, 23:21
Sandrelli: “Il Franchi può essere ristrutturato, ma serve buonsenso per un’opera simile”

Massimo Sardelli ha parlato ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno

Massimo Sardelli, noto opinionista, ha parlato ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno:

“Siamo al terzo mese dell’era Commisso, e si sta accorgendo della differenza di burocrazia tra Italia e Usa, che per certi versi sono un altro mondo sotto questo aspetto. Purtroppo ha Firenze manca uno spazio dove poter costruire un nuovo stadio, manca una zona con i giusti ettari. Tutti i sindaci promuovono la costruzione di nuovi stadi, ma sono situazioni molto più complicate della normale burocrazia. Io credo si possa fare un intervento nello stadio attuale, visto che solo alcune cose non possono essere modificate, ma le curve possono essere risistemate. Serve buonsenso, anche per capire che serve tempo per costruire cose così complicate”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/19, 20:08
FdI, Marcheschi: “Fiorentina, lo stadio va fatto in cinque anni”

Marcheschi sulla questione stadio della Fiorentina

Il Consigliere regionale Paolo Marcheschi ha parlato così sulla vicenda stadio:

    Per obiettivi importanti come quello delle Olimpiadi per Firenze, per i comuni del circondario e per altri comuni strategici della Toscana, come Pistoia già capitale della cultura, credo che si debba buttare il cuore oltre l’ostacolo e guardare il progetto complessivo. Fratelli d’Italia accetta la sfida lanciata dal sindaco Nardella per le Olimpiadi del 2032, vogliamo esserne parte attiva. Avanti tutta dunque al progetto Olimpiadi. Questa suggestione per i Giochi olimpici non può distogliere da quella che è la priorità assoluta e dall’opportunità che abbiamo a Firenze di rifare lo stadio per la Fiorentina. Una necessità a cui la Sinistra non è riuscita a dare risposte, dopo tanti anni siamo infatti ancora al niente. Non possiamo permetterci di deludere un proprietario determinato e pieno di entusiasmo come Rocco Commisso, bisogna fare “fast, fast, fast”. Lo stadio va fatto in 5 anni così come fatto in altre città italiane, basta chiedere al presidente Abodi del Credito sportivo. Il progetto che ad oggi presenta meno problemi burocratici, meno costi e dispendio di tempo è quello del restyling del Franchi. Puntiamo al buono senza per forza pretendere il meglio, la Fiorentina ha bisogno da troppo tempo di uno stadio moderno: si faccia prima possibile la gara di progettazione del nuovo stadio utilizzando le procedure semplificate previste dalla legge.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/19, 20:13
Sindaco Campi: “Stadio della Fiorentina da noi? Idea che piace alla maggioranza”

Emiliano Fossi spinge per lo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio

Il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi porta avanti la sua idea di realizzare lo stadio della Fiorentina nel comune di Campi Bisenzio.



Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/19, 20:34
Vicesindaco Campi Bisenzio: “Stadio da noi, ecco i vantaggi. È a soli 5 km dal Duomo!”

Giovanni Di Fede, vicesindaco e assessore all’urbanistica e all’edilizia privata del comune di Campi Bisenzio, ha fatto sapere la propria opinione su Facebook in merito al tema nuovo stadio della Fiorentina. Queste le sue parole: “Perché lo stadio della Fiorentina a Campi? Perché ci sta largo e bene e ci si arriva meglio. Basterebbe questo. Poi qualcuno dice ma l’identità, Firenze, i fiorentini… lo stadio dove noi abbiamo indicato l’area è a 5 km da piazza Duomo e il bacino dei tifosi viola non sta dentro i confini comunali, anzi!

Proviamo a ragionare con le giuste e legittime ambizioni, Firenze per correre come deve e non soffocare deve guardare alla sua area circostante cominciando a valorizzare tutto il territorio con nuove e più adeguate misure e risorse di scala. Potremmo ragionare così delle tante funzioni necessarie ad una città europea con un ottica più equilibrata senza quella visione feudatari che a volte Firenze tende ad esercitare”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/19, 20:43
Fossi: “Campi Bisenzio soluzione valida per nuovo stadio, vi spiego perché”

Stadio a Campi Bisenzio, sì o no? Il sindaco Emiliano Fossi ci prova

Sta facendo discutere, e non poco, l’eventuale realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio. Su questo tema il sindaco Emiliano Fossi ha parlato a Italia 7 (parole riprese dall’agenzia di stampa Italpress):

    Parliamo da tanto tempo con la Fiorentina di collocare a Campi Bisenzio strutture e campi che servano al rafforzamento e alla crescita della Fiorentina stessa. Lo abbiamo fatto con la ‘vecchia’ società e lo stiamo facendo anche con l’attuale. Sul tema dello stadio, con la nostra caratterizzazione, quella della chiarezza e della limpidezza, Campi Bisenzio può rappresentare potenzialmente una soluzione valida per la collocazione dello stadio perché le aree ci sono, sono ben raggiungibili, perché Campi Bisenzio ha questa caratteristica di essere baricentrica e ben accessibile e poi perché un percorso urbanistico lo abbiamo già individuato e quindi siamo convinti che saremmo in grado di fare velocemente un’opera di cui Firenze e la Fiorentina hanno assolutamente bisogno.

    Avevo i calzoni corti da quando si parla di uno stadio nuovo a Firenze. Io sono tifoso della Fiorentina e parlo anche in altra veste e quindi con il massimo del rispetto per le istituzioni fiorentine e per l’impegno che ci stanno mettendo io credo che poter immaginare uno stadio ad un km dal confine con Firenze, significa avere lo stadio a Firenze, e per i fiorentini.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/19/19, 20:43
GALLERY VN – La tesi del 2004: stadio coperto nel Comune di Sesto Fiorentino

Un progetto per lo stadio della Fiorentina nella tesi dell’architetto Bacci: il lavoro risale al 2004, si riferisce ad un area non lontana da Campi Bisenzio

L’architetto Maurizio Bacci ci ha illustrato il progetto del Nuovo Stadio per Firenze che ha realizzato per la sua tesi di Laurea in Architettura nel 2003 (110/110 e Lode), primo premio al concorso “Benetton” nel 2004, già pubblicata nel volume della Triennale degli architetti di Firenze del 2009. Il progetto prevede uno stadio coperto da 40 mila posti, completo del progetto urbano. Vi proponiamo le sue carte, si riferiscono ad un’area a nord dell’autostrada A11, vicino allo svincolo, nel Comune di Sesto. Poco distante dal terreno in cui il sindaco di Campi ha proposto di creare il nuovo stadio.

(https://www.violanews.com/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/progetto-tre.jpg)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/progetto-160x478.jpg?v=20190919130819)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/progetto-due-594x478.png?v=20190919130757)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/21/19, 12:13
Stadio e centro sportivo: Firenze rischia di restare fuori. Incontro Nardella-Franceschini

Campi Bisenzio e Bagno a Ripoli si fanno avanti per centro sportivo e stadio della Fiorentina

Il Corriere Fiorentino si concentra sul centro sportivo e sul nuovo stadio della Fiorentina. Rocco Commisso vorrebbe chiudere questa partita doppia – almeno per quanto riguarda le indicazioni delle aree su cui costruire – entro l’inizio del nuovo anno. In attesa di novità sul restyling del Franchi (la prossima settimana Nardella incontrerà Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali, Bagno a Ripoli e Campi Bisenzio si preparano a sfruttare eventuali fughe del tycoon dal capoluogo. Soprattutto per quanto riguarda il nuovo stadio.

Per il centro sportivo l’ipotesi più accreditata resta Bagno a Ripoli (se ettari adiacenti all’ex cento di formazione Enel). Il sindaco Francesco Casini non si sbottona: “Come direbbe Trapattoni, non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”.

Campi Bisenzio è andato oltre, candidandosi ad ospitare anche il nuovo stadio, in viale Allende dove ci sono due terreni su cui poter realizzare strutture sportive senza vincoli della Soprintendenza.

Se il restyling del Franchi non potrò essere eseguito, Firenze rischia di rimanere senza stadio. Anche se l’incontro che Nardela avrà la prossima settimana col ministro Franceschini potrebbe aiutare a chiarire gli scenari. Nel caso di no al rifacimento del Franchi e a ulteriori problemi nella zona Mercafir, anche Campi potrebbe avere qualche chance.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/21/19, 23:17
Nardella: “Il nuovo stadio a Campi Bisenzio? Un’ipotesi che non esiste”

Il sindaco di Firenze spegne qualsiasi voce relativa ad un “trasloco” del progetto

“Il nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio? E’ un’ipotesi che non esiste“. Le parole perentorie di Dario Nardella, riprese da Italpress, sono proprio queste. Il primo cittadino di Firenze non vuol sentir parlare di oltrepassare il confine del capoluogo toscano per vedere la realizzazione del nuovo impianto che dovrà ospitare le gare della squadra di Rocco Commisso. “Dobbiamo considerare la rivalutazione progettuale della città a 360 gradi, dal termovalorizzatore all’aeroporto ed allo stadio, altrimenti è inutile parlare di queste tematiche. La Fiorentina? Il club vorrebbe operare un restyling del Franchi abbattendo le curve, ma credo non sia possibile. La soluzione è costruire lo stadio nuovo alla Mercafir, in cinque anni possiamo farcela“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/22/19, 19:41
Stadio a Campi o nella zona Mercafir: i pro e i contro

Il fattore tempo favorisce la Piana fiorentina

Il nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio? E’un’ipotesi, scartata, però, da Dario Nardella. Il Corriere Fiorentino illustra i pro e i contro dell’impianto nella Piana e alla Mercafir.

Al mercato c’è una variante approvata, ma c’è da spostare i capannoni, impianti, continuando a far lavorare le aziende.
Nei 30 ettari accanto a Villa Montalvo a Campi Bisenzio devono essere fatte le procedure urbanistiche, ma grazie alla legge Nardella sugli stadi, in 180 giorni dalla presentazione del progetto della Fiorentina, il Comune guidato da Emiliano Fossi potrebbe dare il via libera al progetto. E’ il fattore che, ad oggi, agevola la possibilità che la Fiorentina costruisca lo stadio a Campi Bisenzio.

Sul giornale troviamo anche poche parole di Giacomo Lucibello, presidente della Mercafir: “Stiamo lavorano di gran lena per adeguare il progetto che era pensato per Castello“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/22/19, 22:39
Fossi su stadio: “Visto si parla di Grande Firenze, perché non a Campi? Sarebbe una svolta”

Nardella ha chiuso all’ipotesi nuovo stadio a Campi Bisenzio, ma Emiliano Fossi ci prova

Dario Nardella, in occasione del congresso del Psi, ha chiuso all’ipotesi nuovo stadio a Campi Bisenzio. Tra i presenti anche il sindaco campigiano Emiliano Fossi che ha risposto al collega di Firenze. Queste le sue parole riportate dal Corriere Fiorentino:

    E’ la Fiorentina ad avere un’opzione di acquisto di quei terreni (in viale Allende, ndr). Mi hanno chiesto: lo fareste voi, lo stadio? E visto che si parla di Grande Firenze, bisogna essere disposti non solo a dislocare funzioni scomode nella Piana, ma anche di pregio e qualificanti. Sarebbe una svolta.

Su La Nazione leggiamo anche:

    L’opzione di acquisto per i 30 ettari di terreno a Campi da parte della Fiorentina sta per scadere, non credo sia lesa maestà o si offenda qualcuno se, interpellato, ho detto che ci sono le condizioni per fare lo stadio.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/23/19, 00:04
Sindaco Campi: “Nuovo stadio una possibilità concreta. Sarebbe scelta rivoluzionaria”

“Siamo ambiziosi” ha detto il sindaco Fossi su Facebook. Una scelta che potrebbe rivoluzionare i rapporti tra Firenze e i comuni limitrofi

Un lungo post su Facebook per dire sì alla possibilità del nuovo stadio nel ‘suo’ comune. Il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha fatto chiarezza sul tema:



Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/23/19, 22:51
Lo stadio è un tira e molla: ecco il piano per non traslocare a Campi Bisenzio

Aggiungiamo un altro capitolo alla telenovela legata al Franchi

Questa mattina su Repubblica trova spazio anche la questione stadio. A pagina 11, infatti, si torna a parlare del nuovo progetto legato al Franchi: negli scorsi giorni non erano arrivate notizie positive dal progetto restyling dell’attuale stadio, con il sindaco Nardella che ha parlato con la proprietà dopo il sopralluogo all’impianto e il “compromesso al ribasso” di costruire uno stadio dentro lo stadio. Gli americani non sono stati certo entusiasti, anche perché – si legge – una bocciatura di un progetto moderno di lavoro, definito una perla dell’architettura dai bene informati, non apre automaticamente le porte a un intervento da innestarsi nell’area Mercafir. Commisso chiede chiarezza, entro un mese vuole un progetto definitivo. Ancora, si legge, Joe Barone si sarebbe sfogato con il suo entourage chiedendosi come fosse possibile che nessuno nei tanti anni precedenti sia stato in grado di regalare a Firenze un nuovo stadio.

E intanto avanza l’ipotesi Campi Bisenzio: il progetto c’è e nei prossimi giorni arriveranno nuovi sopralluoghi. Ciò che non convince Commisso e Barone è però il fatto che lo stadio sorgerebbe fuori Firenze, mentre per loro sarebbe una struttura centrale per il contatto diretto con la città, per attirare i turisti e poter finalmente aumentare il fatturato. Insomma, alzare l’asticella: e ora c’è un mese di tempo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/23/19, 22:59
Nardella: “Nuovo stadio si può fare entro 4 anni e mezzo. Il restyling del Franchi…”

Parla il sindaco di Firenze

Firenze – (Italpress-23 settembre 2019) – “Ho già detto in maniera molto chiara, e lo potrò dire anche pubblicamente, che noi possiamo tranquillamente fare lo stadio nell’ambito di quattro anni e mezzo. È un tempo record, sono pronto a firmarlo, a sottoscriverlo, con il progetto di mantenere la Mercafir” ovvero l’attuale mercato ortofrutticolo “dov’è, semplicemente demolendo i capannoni e concentrando le attività a nord così da liberare l’area. Aggiungo che noi abbiamo già fatto la variante urbanistica, non c’è nessuna altra area nell’area metropolitana dove sia già stata fatta una variante urbanistica per insediare lì lo stadio”.

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella parlando della prospettiva che a Firenze si possa costruire un nuovo stadio nella zona nord ovest della città. “Ho già detto che per noi del restyling del ‘Franchi’ rimane un obiettivo quindi o che lo faccia la Fiorentina o che lo faccia il Comune, comunque quello stadio è uno stadio che deve continuare ad avere una vita e deve essere opportunamente protetto -ha aggiunto- Le risorse per farlo le troveremo: possiamo farlo con un project financing, le possiamo trovare con un mutuo, ci sono tanti diversi strumenti per trovare le risorse. Nel caso in cui lo dovesse fare il comune ho già detto che noi punteremo a riportare il ‘Franchi’ alla sua origine di stadio di atletica perché Nervi lo aveva costruito come uno stadio di atletica, cosa che ci può anche servire per candidarci a competizioni sportive internazionali come gli europei di atletica o le Olimpiadi del 2032”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/24/19, 15:06
Stadio a Campi, ipotesi reale: in settimana nuovo sopralluogo di Joe Barone

Joe Barone farà un sopralluogo nell’area di Campi dove potrebbe sorgere il nuovo stadio

Questione stadio: il patron viola Commisso non ha ancora preso una decisione ma dall’ipotesi di Campi ora è quantomeno sfiorato, tanto che il braccio destro Joe Barone farà un sopralluogo già in settimana sui terreni candidati. E il gioco tra Campi e Firenze ora si fa davvero duro. Nardella è contrario a questa ipotesi e rilancia: alla Mercafir bastano quattro anni e mezzo per costruire il nuovo stadio. Lo riporta Repubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/24/19, 17:56
La lettera del sindaco di Campi: “Stadio, basta provincialismi: serve un patto fra sindaci. Commisso…”

Il sindaco di Campi scrive una lettera. E Commisso…

Il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, tramite una lettera uscita su Repubblica, parla del nuovo stadio della Fiorentina e dei provincialismi fra i comuni appartenenti alla città metropolitana. Eccone un estratto, il formato integrale all’interno del quotidiano in edicola:

    La discussione di questi giorni sul nuovo stadio della Fiorentina mi sembra un’occasione utile per riprendere il filo di una riflessione utile a pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio di Città Metropolitana. (…) Sullo stadio deciderà Commisso, in libertà, perché si tratta di una libera scelta. Sarebbe però il caso — di fronte tanto ” agli americani” quanto alle grandi questioni sul futuro del nostro territorio — di sembrare tutti un poco meno provinciali.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/24/19, 18:25
Stadio a Campi? Nardella corre ai ripari, ma può essere beffato dalla sua legge

L’amministrazione campigiana potrebbe concedere la variante urbanistica in 180 giorni e subito dopo far partire i cantieri: il tutto grazie alle Legge Stadi voluta da Nardella

Dario Nardella prova a rassicurare la Fiorentina: 4 anni e mezzo per un nuovo impianto e “no” al restyling del Franchi, derubricato come ‘soluzione non praticabile’. Una mossa da parte del sindaco che si sente incalzato dall’interesse della società viola per i 30 ettari in zona Villa Montalvo a Campi Bisenzio, sul quale c’è un’opzione di preacquisto. Come scrive il Corriere Fiorentino, col la Legge Stadi voluta proprio da Nardella quando era deputato, l’amministrazione campigiana potrebbe concedere la variante urbanistica in 180 giorni e subito dopo far partire i cantieri: una beffa per il primo cittadino di Firenze che prova a mandare messaggi rassicuranti a Rocco Commisso sulla possibilità di costruire l’impianto alla Mercafir. Un progetto light rispetto a quello del 2012 che Renzi propose ai Della Valle, ma dal quale non si può prescindere per lo spostamento dei capannoni (verso nord). La Fiorentina intanto attende il no definitivo della Soprintendenza per il Franchi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/24/19, 18:57
Rita Antognoni sullo stadio: “Glielo volete far fare o no a Rocco?”

Nuovo stadio: tema caldo in casa Fiorentina?

In casa Fiorentina è caldo, caldissimo il dibattito relativo all’eventuale realizzazione del nuovo stadio. Su questo tema Rita Antognoni, moglie di Giancarlo, ha scritto un breve quanto significativo post su Facebook:

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/09/senza-categoria/803b609d-ac66-48a4-8654-ae50d63a30ef.jpg?v=20190924165600)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/25/19, 19:56
Nuovo stadio, il gioco del cerino e il rischio di un Franchi abbandonato

Il rimpallo tra Comune, Soprintendenza e Fiorentina rischia di allungare i tempi. Ma Commisso ha fretta…

Il dibattito sul nuovo stadio della Fiorentina rischia di diventare un cerino acceso che passa di mano in mano. Da Palazzo Vecchio alla Fiorentina, passando alla Soprintendenza: tre soggetti che si rimbalzano la palla senza giungere alla conclusione. Sul Corriere Fiorentino in edicola stamani, si ricostruisce la vicenda, a partire dal tira e molla tra Nardella e Della Valle sull’area Mercafir, dove il nodo era lo spostamento dei mercati generali a Castello. Adesso invece c’è Rocco Commisso, e tra le ipotesi al vaglio quella del restyling del Franchi affidata all’architetto Casamonti.

Il nodo è quel 30% del Franchi che dovrebbe essere abbattuto, ma salvato dall’inevitabile degrado che porterebbero anche pochi anni senza manutenzione. Ma la Soprintendenza è pronta a dire no: tra questo rimpallo e la difficile coesistenza tra Mercafir e uno stadio a Novoli è spuntata l’ipotesi Campi Bisenzio, con il sindaco Fossi che si è fatto avanti con la Fiorentina per dare vita ad un impianto in un’area di 30 ettari. Se Commisso dovesse perdere la pazienza, scrive il quotidiano, oltre al nuovo Centro Sportivo a Bagno a Ripoli, potrebbe decidere di puntare tutto sulla piana.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/25/19, 20:04
Che fine farà il Franchi? In Italia precedenti poco incoraggianti, in Europa…

In Italia cattedrali nel deserto, mentre in giro per l’Europa non si fanno problemi ad abbattere strutture storiche o più nuove

Sul Corriere Fiorentino si parla del futuro del Franchi, qualora la Fiorentina decidesse di traslocare in un nuovo impianto. Il rischio è quello dell’abbandono e del deperimento della struttura nel giro di pochi anni. Così è accaduto allo stadio Flaminio di Roma, che dal 2000 al 2012 ha ospitato la Nazionale di Rugby prima di cadere in disgrazia: muri scrostati, infiltrazioni, erba alta un metro, scale pericolanti e parcheggio adibito a accampamento per disperati e senza tetto. Destino simile a quello del Filadelfia di Torino, che chiuse i battenti nel 1963 prima di tornare a nuova vita dal 2017.

All’estero invece l’architettura ha senso fin quando serve: non importa andare negli States. Monumenti del calcio mondiale come Wembley e Highbury non esistono più, ma anche il vecchio (si fa per dire) Vicente Calderon di Madrid è in fase di demolizione. Eppure fu inaugurato soltanto nel 1966.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/25/19, 20:06
Uva contrario al nuovo stadio a Campi: “Brand, infrastutture e macroarea: 90 punti da considerare”

Il consulente di Nardella ha stilato 90 punti: i pro e contro del super-manager incaricato dal sindaco

“Non voglio aprire polemiche tra le fazioni che si creano, questa è una fase delicata. La mia missione è aiutare il Comune e trasversalmente la Fiorentina a fare la scelta migliore per la città e per il club”. Così il vice presidente Uefa Michele Uva, ha parlato sulle colonne di Repubblica. Il super-consulente incaricato da Dario Nardella afferma che l’idea del nuovo stadio è affascinante, mentre non è ideale quella relativa al restyling del Franchi. Anche se “non so se questa ipotesi sia del tutto tramontata”.

Anche la Mercafir è ancora in ballo, mentre non scalda l’idea di costruire il nuovo impianto a Campi Bisenzio: “Uno stadio nuovo si fa dove ci sono infrastrutture. Strade adeguate e connessioni con gradi vie, aeroporto, tramvia e una fermata della ferrovia. Com’è da tenere bene in considerazione il brand della città” avverte Uva. E in questo caso Firenze batte nettamente Campi. Nella sua griglia ci sono 90 punti, con tutti i pro e i contro che comportano: “Ognuno pesa, ma è chiaro che infrastrutture e macroarea sono quelli principali”.

Sul Franchi pesa il ‘no’ all’abbattimento delle curve sentenziato dalla Sovrintendenza, alla Mercafir i tempi sono più lunghi (almeno 4 anni e mezzo), mentre il punto a favore di Campi è un terreno privato che può essere sbloccato dal Comune in sei mesi. Tre anni in tutto per costruire il nuovo impianto: “Dobbiamo pensarlo che guardi ai prossimi 20 anni” afferma il manager, che venerdì si incontrerà con il sindaco. Commisso si è preso un mese per valutare, a fine ottobre sarà tutto più chiaro.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/26/19, 12:59
Franchi, Nardella porta il caso-curve da Franceschini. Su Campi e Mercafir…

L’approfondimento del Corriere Fiorentino. Nardella non ci sta e vuole capire se ci sono i margini per demolire le due curve del Franchi

Il sindaco Nardella non si rassegna al ‘no’ della soprintendenza al progetto che prevede l’abbattimento delle curve del Franchi, che forse potrebbe non essere definitivo. Prima il sindaco vuole provare a convincere il ministro Franceschini. La Soprintendenza si è espressa verso il no alla demolizione, ma come scrive il Corriere Fiorentino il Comune proverà l’ultima carta per salvare il progetto di Commisso: l’intercessione del ministro dei Beni Culturali. Non esiste però un vincolo esplicito sulle curve, ma solo un vincolo generale sull’impianto, e per questo Nardella è intenzionato ad andare a Roma nei prossimi giorni o sentirsi almeno per telefono col ministro.

L’idea di Commisso è chiara: o stadio nuovo, o un Franchi ammodernato. Se la Soprintendenza non dovesse cambiare il parere sul Franchi, il patron viola virerà nuovamente sulla Mercafir o su Campi Bisenzio (ipotesi che non scalda Palazzo Vecchio). I problemi relativi alla Mercafir riguardano invece tempi e costi del trasferimento del mercato. Tramontata l’ipotesi Castello (c’è lo stop imposto dal Tar alla nuova pista di Peretola), il quotidiano scrive che ora prevale l’idea che il mercato ortofrutticolo resti accanto al nuovo impianto. Ma chi pagherebbe lo spostamento? Una partita ancora tutta da decidere…

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 09/30/19, 23:39
Sind. Campi: “Stadio, vi spiego. Come nasce l’idea e le migliorie che ho in mente”

Le parole di Emiliano Fossi, intervenuto in diretta TV

Ospite a 30° Minuto questa sera, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi ha parlato di Fiorentina e stadio:

“Io tifoso? A Firenze dovrebbe essere una cosa normale. Commisso e Barone mi hanno trasmesso fedeltà assoluta, sono esattamente come appaiono: hanno grande passione e capacità di entrare in sintonia con la città. Vogliono investire per portare la squadra al livello che le compete, sono contento. Si dice che la Fiorentina giochi sempre con gli stessi uomini, ma non cerchiamo il pelo nell’uovo, io sono contento.

L’idea Centro Sportivo nasce dalla preferenza della Fiorentina: c’era un’opzione di acquisto valutata con la vecchia proprietà relativa ad un terreno in Viale Allende che scadeva ad ottobre, ma l’attuale Fiorentina ha optato per Bagno a Ripoli. Nell’incontro con la nuova proprietà, abbiamo parlato della possibilità di costruire da noi il nuovo stadio. L’area è ben posizionata strategicamente, è molto comoda, e il comune ha avviato un processo urbanistico di ridestinazione della stessa. Ci sono tutte le condizioni, sta alla Fiorentina decidere se l’opzione desta interesse o meno. Rispetto il percorso della società, mi sono limitato a dire che se le alternative venissero a mancare, a Campi in tre anni si può costruire lo stadio. Non ho mai cercato di superare nessuno, ho solo proposto una possibile soluzione ad una situazione che vorrei venisse sbloccata.

L’area Mercafir è pubblica, la nostra è un’area privata, che diverrebbe di proprietà viola. La legge del governo Renzi sugli stadi permette un lavoro più veloce. Soluzioni per la viabilità? Già adesso come ho detto i vantaggi ci sono, tra ferrovia e caselli; chiaro che si dovrebbe migliorare, è in arrivo per il 2020 la linea 4 della tramvia, che permetterà di raggiungere il centro di Campi. Poi ricordo che nel prossimo futuro saranno completati altri lavori, per esempio la realizzazione delle circonvallazioni ovest ed est per ricollegarsi a Osmannoro e Barberinese. Con tutte queste migliorie, supereremo i problemi che si presenteranno, e che sono gli stessi anche nelle altre aree in discussione.

Se noi ci sforziamo di considerare la città di Firenze anche quella che va oltre le mura, la cintura urbana, allora diventa davvero una grande città, e possiamo davvero pensare in grande. Campi sarebbe allora a solo un km di distanza dal confine del capoluogo.

Il restyling del Franchi rischia di arenarsi con una serie di vincoli che cozzano con quell’idea di stadio moderno di cui le società ambiziose hanno bisogno. Vero è anche che le città si possono rileggere, rielaborare in base alla sensibilità del tempo. Campo di Marte al tempo del Marchese Ridolfi non era certo il Campo di Marte di oggi. A quello che ho capito, l’attuale Fiorentina vuole uno stadio moderno.”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/04/19, 23:36
Torna clamorosamente in ballo l’ipotesi Castello: i dettagli

Commisso starebbe pensando all’area di Castello: ecco perché

Importante indiscrezione raccolta da Lady Radio. Per il nuovo stadio della Fiorentina il patron Rocco Commisso sarebbe tornato a prendere in considerazione l’idea di costruire lo stadio nell’area di Castello. A facilitare l’ipotesi sarebbe la firma del preliminare dell’acquisto del terreno di Castello fatta nel giugno dello scorso anno tra la proprietà Unipol e Toscana Aeroporti che ha acquistato 123 ettari. Da quest’area potrebbero essere ricavati quei trenta ettari utili a costruire lo stadio con attività residenziali e alberghiere (non decisive e essenziali nel progetto del patron viola).

A rallentare la scelta di Castello fino ad ora era stata l’inchiesta che aveva di fatto posto sotto sequestro l’intera area. Completato l’iter giudiziario, l’area è stata dissequestrata e quindi sul mercato. Da qui l’interesse per Rocco Commisso che ha sempre sostenuto la scelta di una proprietà completa dello stadio, quindi terreno incluso. Tutto ciò velocizzerebbe i tempi della nuova casa della Fiorentina, a maggior ragione con la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola che, come noto, sarà parallela all’autostrada. Commisso vuole annunciare novità entro Natale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/08/19, 20:44
Sindaco Campi: “Ha ragione Commisso, basta provincialismi. Per lo stadio nuovo noi ci siamo”

Le parole del sindaco di Campi fanno da eco a quelle rilasciate da Commisso

Sul proprio profilo Facebook, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi si è espresso così sul caso del nuovo stadio di Firenze. Parole che suonano come una risposta a Nardella e fanno da eco a quelle di Commisso.



Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/08/19, 21:38
Sindaco Campi: “Nuovo stadio qui è come farlo a Firenze. E più in fretta”

Ospite di Tele Iride, il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina: “A Campi le aree ci sono, si farebbe molto più in fretta dei tempi che sono stati citati in questi mesi su altre zone di Firenze, e a Campi saremmo pronti. È il tentativo di risolvere una questione aperta, perché Firenze e la Fiorentina si meritano lo stadio. E fare lo stadio a Campi, se auspicabilmente verrà deciso Campi, non significa fare lo stadio fuori da Firenze, perché ad esempio l’area che abbiamo individuato è a un chilometro dal confine col Comune di Firenze. Quindi siamo nell’area metropolitana, siamo nella cintura urbana intorno a Firenze, e quindi credo ci si debba sforzare a ragionare in questo modo. E il Presidente Commisso ci aiuta a parlare e ragionare in una maniera diversa da come abbiamo fatto fino ad oggi: un po’ troppo provinciali, un po’ troppo chiusi noi della cintura urbana, un po’ troppo la mentalità che guarda alla “Firenzina” da parte di Firenze. Quindi io spero che serva per dare una sterzata, questo ci serve. Noi siamo pronti.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/08/19, 21:39
Firenze o area metropolitana? Sullo stadio è già guerra fredda tra Commisso e Nardella

Commisso apre all’area metropolitana, Nardella vuole fare lo stadio alla Mercafir. Il presidente è deluso. “Uccidere” il suo entusiasmo sarebbe la sconfitta più grave e dolorosa

Firenze o area metropolitana? La domanda assume contorni shakesperiani. Dove nascerà, se nascerà, il nuovo stadio della Fiorentina? Il dibattito è caldo, caldissimo non fosse altro perché della nuova “casa” della squadra viola se ne parla da anni. Dieci, per esempio, ne sono passati da quando l’allora sindaco di Sesto Fiorentino, Gianni Gianassi, presentò un piano di fattibilità per la cittadella da realizzare all’Osmannoro.

Il “centro del mondo”, adesso, è Campi Bisenzio, dove lo stadio sorgerebbe – il condizionale è più che d’obbligo – in viale Salvador Allende, vicino al parco di Villa Montalvo. Questa soluzione prende ancora più forza dopo le parole di Rocco Commisso: “Se non ci sono terreni a Firenze, penso abbia senso considerare anche l’area metropolitana“. Se non è un assist al Comune governato dal sindaco Emiliano Fossi, poco ci manca. Il collega, nonché compagno nel Pd, Dario Nardella, però, non la penso affatto così. Il primo cittadino fiorentino vuole che lo stadio sia realizzato alla Mercafir. Quindi: o Firenze o… Firenze. Zero alternative.

La sensazione è che sia appena iniziata una sorta di “guerra fredda” tra Commisso e Nardella. Non appena tornerà in Italia, il presidente – ne siamo certi – farà chiarezza su questo tema scottante, senza dimenticare il centro sportivo, la cui realizzazione a Bagno a Ripoli sembra ormai spianata. Nel frattempo la novella dello stento continua. Sullo stadio si fatica a vedere la luce in fondo al tunnel. Il tycoon italo-americano, raccontano dagli Stati Uniti, è deluso. “Uccidere” l’entusiasmo del patron sarebbe la sconfitta più grave e dolorosa.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/09/19, 21:35
Ass. sport su nuovo stadio: “Stiamo lavorando affinché si faccia a Firenze”

E’ caldissimo il dibattito sul nuovo stadio della Fiorentina

Intervistato dal Corriere Fiorentino, l’assessore allo sport del Comune di Firenze, Cosimo Guccione, ha parlato brevemente anche del nuovo stadio della Fiorentina. Ricordiamo che Rocco Commisso ha aperto alla possibilità di costruirlo nell’area metropolitana, mentre Dario Nardella ha ribadito di volerlo realizzare alla Mercafir.

    Come Comune stiamo lavorando perché si faccia a Firenze. E’ un nostro obiettivo: è la squadra della città, lo stadio è nella città.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/09/19, 21:41
Pres. Mercafir: “Trasferimento possibile in due anni”

Commisso ha aperto al nuovo stadio nell’area metropolitana, Nardella vuole costruirlo alla Mercafir

E’ caldo, caldissimo il dibattito sul nuovo stadio della Fiorentina. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha ribadito di volerlo costruire alla Mercafir. Come si legge sul Corriere Fiorentino, quando Palazzo Vecchio ha proposto a Commisso la vecchia soluzione, che usa solo la metà dei 34 ettari, la Mercafir ha dovuto rimettere le mani al vecchio progetto, abbandonato quando l’ipotesi era quella di trasferire il mercato a Castello. E, per realizzare stadio e cittadella nei tempi brevi sperare da Commisso (massimo 5 anni), il trasferimento dei capannoni e degli impianti nell’area nord dovrebbe avvenire per pezzi, liberando man mano aree su cui la Fiorentina potrebbe cominciare a costruire. Una soluzione che ha lasciato più di un dubbio alla Fiorentina. “Noi siamo convinti che lo spostamento sia possibile in 24 mesi” dice Giacomo Lucibello, presidente Mercafir. E 2 anni sarebbero necessari alla Fiorentina per la progettazione e tutti i permessi. L’opzione Campi Bisenzio potrebbe, invece, avere il via libera “in 180 giorni dal giorno della richiesta, come prevede la legge stadi voluta da Nardella” ha sostenuto più volte il sindaco Emiliano Fossi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/09/19, 21:42
Stadio nuovo, il rischio è che diventi la “Novella dello stento”. Ci sono le ipotesi fuori Firenze

La vicenda dello stadio della Fiorentina ancora lontana dal punto di svolta

Adesso il rischio è che la vicenda stadio diventi la Novello dello stento, lo scrive Il Corriere dello Sport oggi in edicola. Commisso ha urgenza di costruire la nuova casa viola, ma si è imbattuto nei rallentamenti della burocrazia. L’attuale amministrazione continua a spingere per la soluzione Mercafir mentre i comuni limitrofi si propongono per dare lo spazio giusto al proprietario della società viola. Di stadio se ne parla fin dai tempi della gestione Pontello, ma per ora siamo ancora al nulla di fatto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/09/19, 22:27
Sindaco Campi: “Stadio? In tre anni potrebbe essere tutto pronto. La decisione in un paio di mesi”

Il sindaco di Campi parla dell’eventualità di costruire fuori da Firenze il nuovo stadio

Il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi è intervenuto ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno:

    Il centro sportivo è fondamentale, spero si faccia il più veloce possibile anche per lo stadio. Non siamo in competizione, ma a Campi le condizioni per realizzare uno stadio all’altezza ci sono tutte. Il comune è predisposto a riuscirci anche in tempi rapidi; nell’arco di sei mesi possiamo dare il permesso per iniziare i lavori e nei successivi tre anni potrebbe già essere tutto pronto. La decisione verrà presa a breve, in un paio di mesi visto che fino ad ora Commisso e Barone erano impegnati con il centro sportivo. L’area che noi abbiamo individuato dista 1 km dal comune di Firenze, sarebbe lo stadio della Fiorentina a Firenze.

Gabriele Moschini
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/09/19, 22:36
VIDEO VN – Barone sul nuovo stadio: “Ci stiamo lavorando ogni giorno”

Il braccio destro di Rocco Commisso, in visita a Bagno a Ripoli nella zona in cui sorgerà il nuovo centro sportivo viola, parla anche del nuovo stadio


Stefano Rossi
@StefanoRossi_
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/10/19, 21:33
Comune di Firenze lavora sodo per la zona Mercafir

Firenze o Campi Bisenzio: dove nascerà, se nascerà, il nuovo stadio della Fiorentina

E’ caldo, caldissimo il dibattito sul nuovo stadio della Fiorentina. Rocco Commisso ha aperto alla possibilità di realizzarlo nell’area metropolitana, mentre il sindaco Dario Nardella spinge forte sull’area Mercafir. Il Sito di Firenze scrive così su questo argomento scottante:

    Il pericolo che Firenze veda la Fiorentina “migrare” fuori Comune, sia per gli allenamenti e sia per le partite, è concreto. L’area di Campi Bisenzio è libera da immobili e di proprietà privata, quindi, sulla carta, garantirebbe tempi rapidi per la realizzazione e, senza dubbio, il diritto di proprietà dell’impianto (mentre alla Mercafir – terreni di proprietà pubblica – Rocco Commisso godrebbe del diritto di superficie e pertanto il valore immobiliare dello stadio non potrebbe andare ad incrementare il patrimonio di ACF Fiorentina).

    Nelle disponibilità della Pubblica Amministrazione non ci sono terreni liberi da immobili ed ubicati in aree consone ad accogliere un nuovo stadio. Ma c’è una variante urbanistica in essere (approvata durante il mandato di Matteo Renzi) che prevede la riqualificazione dei mercati alimentari generali di Novoli (Mercafir) nel comparto nord dei 46 ettari attualmente occupati e nella zona sud il nuovo stadio. Si tratta di coordinare i due progetti: il nuovo centro alimentare polivalente (di cui si deve occupare il pubblico) e lo stadio (che riguarda il privato – ACF Fiorentina).

    In Palazzo Vecchio stanno lavorando a testa bassa per illustrare a Rocco Commisso un cronoprogramma verosimile sui tempi di realizzazione delle due opere che, inevitabilmente, vanno coordinate per contingentare al meglio i tempi. Qualora il “disegno” che il Sindaco Dario Nardella illustrerà prossimamente alla Fiorentina sia ritenuto percorribile dal Club Viola, non è escluso che poi sia spiegato alla città tramite una conferenza stampa congiunta.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/11/19, 23:21
Opinioni celebri a confronto: Stadio dentro o fuori Firenze?

L’approfondimento di Repubblica

Nell’edizione fiorentina del quotidiano Repubblica, sono state messe a confronto le idee di due note figure del panorama fiorentino sulla questione stadio. Antonio Natali, storico dell’Arte e direttore delle Gallerie degli Uffizi (dal 2006 al 2015) e Leonardo Ferragamo, componente della famiglia ed AD della Lungarno Alberghi.

“Firenze dovrebbe convincersi che il modo migliore per onorare il proprio passato è sì di preservarlo, ma anche di costruire un presente che ne sia all’altezza“, apre il primo. Per Natali la costruzione di un nuovo impianto è prioritaria, indipendentemente dal luogo di costruzione. Sullo stadio di Pier Luigi Nervi il parere è netto, non deve essere toccato, è un’opera d’arte.

Ferragamo invece sarebbe più propenso per la realizzazione della struttura nei confini del Comune. Animato da una passione per la squadra viola ritrovata, dopo anni di allontanamento emotivo, riconosce tuttavia a Commisso l’importanza del tempo, definito un fattore di successo da molti sottovalutato. Favorevole inoltre alla ristrutturazione del Franchi pone una condizione: che terminino le incertezze ed ipotesi alternative per passare al lato operativo e dotare la città di un nuovo tempio sportivo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/11/19, 23:59
“Grazie a Nardella, Firenze perderà anche lo stadio”

Il commento di Francesco Torselli, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia

Non si stanno facendo attendere i commenti alle parole di Dario Nardella che ha ribadito il no allo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio. Queste le parole di Francesco Torselli, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia (fonte: Adnkronos):

    Questo assurdo atteggiamento del Sindaco  porterà ad un solo inevitabile risultato: dopo aver perso il centro sportivo, che si farà a Bagno a Ripoli, Firenze perderà anche lo stadio, che probabilmente finirà a Campi Bisenzio, dove il sindaco, evidentemente, è più capace e decisionista di quello di Firenze. Complimenti Nardella, inutile adesso faccia l’offeso e metta il muso.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 00:22
Stadio, sindaco di Sesto: “Nardella fuoriluogo e poco lungimirante”

Giornata caldissima nel panorama politico locale, i sindaci della Piana contro il primo cittadino di Firenze

Lorenzo Falchi, sindaco di Sesto Fiorentino, non tarda ad inserirsi nel dibattito odierno sulla collocazione del nuovo stadio della Fiorentina. Di seguito la sua risposta a Dario Nardella ed Emiliano Fossi (primo cittadino di Campi Bisenzio) pubblicata su Facebook:

    Mi permetto di intervenire sulla vicenda dello stadio, ma, in generale, sull’intero tema della pianificazione urbanistica dell’area metropolitana. La speranza è che al più presto le Istituzioni ritrovino il proprio ruolo e che si apra una discussione lontana da quella di queste ore. Capisco le ragioni del sindaco di Campi, non è con i botta e risposta o con le ripicche che possiamo pensare di disegnare il futuro del nostro territorio.
    Lo stadio è una infrastruttura importante di rango metropolitano.

    Mi stupisce che la sua collocazione al di fuori dei confini comunali di Firenze sia ancora un tabù. È inconcepibile che si pensi alla Piana solo per collocare infrastrutture e funzioni sgradite al capoluogo. Firenze e i comuni della cintura formano un’unica grande area urbana interconnessa che, come tale, deve essere governata e disegnata. La logica del ‘o tutto o niente’ paventata dal sindaco di Firenze denota poca lungimiranza ed è fuori luogo in bocca al sindaco metropolitano per il suo ruolo istituzionale.

    Si è aperto mercoledì il nuovo consiglio della Città metropolitana e nell’occasione ho ascoltato dal sindaco Nardella parole condivisibili sulla necessità di allargare lo sguardo all’area vasta. Parole ben diverse, nei toni e nei contenuti da quelle ascoltate oggi. Siamo pronti ad aprire una discussione sul futuro dell’area metropolitana, purché il confronto sia serio, lungimirante e centrato sugli interessi del territorio e sullo sviluppo sostenibile e riconosca ad ogni comunità il proprio ruolo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 01:17
Così Campi Bisenzio prova a strappare il nuovo stadio

Reportage su Campi Bisenzio, dove potrebbe sorgere il nuovo stadio della Fiorentina

“Così Campi prova a strappare il nuovo stadio“. E’ il titolo del reportage del Corriere Fiorentino.  L’impianto potrebbe sorgere in viale Allende, nei terreni attualmente di proprietà della società Centronord della famiglia Casini.

La Fiorentina ha un preliminare d’acquisto con la Centronord che scade agli inizi di novembre. La trattativa era partita per farci il centro sportivo, non lo stadio, ma sempre di area sportiva si tratta: per questo il Comune di Campi Bisenzio ha previsto un “attrezzatura metropolitana” per lo sport in quelli che sono campi agricoli (e parte di parco urbano) accanto a Villa Montalvo. Questo passaggio, già partito, agevola, semplifica. E potrebbe cambiare il destino di Campi e degli equilibri della Piana verso Firenze.

Nel reportage troviamo anche le parole del sindaco Emiliano Fossi:

    I miei uffici dicono che in 310 giorni si può finire la procedura burocratica, Vas e Via comprese e dare i permessi a costruire. Per uno stadio ci vogliono due anni di cantieri. Le opere collegate? E’ ovvio che c’è da ripensare molto, ma si può fare: noi siamo pronti. La nostra è un’opera realistica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 01:18
Opinioni celebri a confronto: Stadio dentro o fuori Firenze?

L’approfondimento di Repubblica

Nell’edizione fiorentina del quotidiano Repubblica, sono state messe a confronto le idee di due note figure del panorama fiorentino sulla questione stadio. Antonio Natali, storico dell’Arte e direttore delle Gallerie degli Uffizi (dal 2006 al 2015) e Leonardo Ferragamo, componente della famiglia ed AD della Lungarno Alberghi.

“Firenze dovrebbe convincersi che il modo migliore per onorare il proprio passato è sì di preservarlo, ma anche di costruire un presente che ne sia all’altezza“, apre il primo. Per Natali la costruzione di un nuovo impianto è prioritaria, indipendentemente dal luogo di costruzione. Sullo stadio di Pier Luigi Nervi il parere è netto, non deve essere toccato, è un’opera d’arte.

Ferragamo invece sarebbe più propenso per la realizzazione della struttura nei confini del Comune. Animato da una passione per la squadra viola ritrovata, dopo anni di allontanamento emotivo, riconosce tuttavia a Commisso l’importanza del tempo, definito un fattore di successo da molti sottovalutato. Favorevole inoltre alla ristrutturazione del Franchi pone una condizione: che terminino le incertezze ed ipotesi alternative per passare al lato operativo e dotare la città di un nuovo tempio sportivo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 01:22
Nardella: “Stadio a Campi? Non sono disponibile. Mi batterò contro con tutte le forze che ho”

Clima sempre più infuocato tra Nardella e Fossi

Per il progetto del nuovo stadio di Firenze “stiamo lavorando sull’area Mercafir. Continuo a leggere delle idiozie sul rapporto fra me e Commisso: l’ho sentito due giorni fa. Non capisco tutta questa ansia francamente. Appena tornerà in Italia ci vedremo. I nostri uffici stanno andando avanti sul progetto Mercafir, che è l’unico caso per il quale è già stata approvata una variante urbanistica e abbiamo tutto pronto, tempistiche, investimenti e di questo parleremo con Commisso, coi tecnici della Fiorentina coi quali siamo costantemente in contatto“.

Lo ha detto – scrive l’agenzia di stampa Adnkronos – il sindaco di Firenze, Dario Nardella, parlando con i giornalisti a margine di un sopralluogo con il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli al cantiere del nodo fiorentino dell’Alta Velocità.

Sull’ipotesi della realizzazione del nuovo stadio in uno dei Comuni dell’area metropolitana, Nardella ha spiegato: “Non faccio un discorso di campanilismo, ma di area vasta. O si mette tutto dentro, termovalorizzatore, pista aeroporto, stadio e infrastrutture, e allora si fa un ragionamento serio, da classe dirigente della Piana, oppure non sono disponibile a giocare alla strategia del carciofo, di prendere un pezzo alla volta. Non solo non sono disponibile, ma mi batterò contro come sindaco metropolitano e di Firenze con tutte le forze che ho. Se si vuole fare un discorso chiaro di sviluppo dell’area metropolitana della Piana si rimette tutto sul tavolo, ma se il giochino è io mi prendo quello che voglio e ti lascio quello che non voglio io non ci sto, è chiaro? Lo dico a tutti, compreso ai miei colleghi di partito, perché non è questo il modo di pensare a uno sviluppo complessivo.

La decisione andrà presa di concerto con il presidente della Fiorentina Rocco Commisso. “Può fare quello che vuole – ha aggiunto il sindaco -, ma quando il soggetto privato si confronterà col sindaco metropolitano e del capoluogo saprà come lo vedo. Ma non c’è alcun problema nel rapporto con la Fiorentina. Non faccio un discorso di campanilismo. C’è un’area, una variante urbanistica, presenterò tutto, poi la Fiorentina è libera di decidere come vuole, ma se mi si pone sul piano politico e istituzionale un tema di sviluppo delle infrastrutture e dello stadio dico, bene allora si discute su tutto, delle linee tramviarie, si riprende in mano il termovalorizzatore. Vi assicuro che la Mercafir – ha concluso Nardella – è la soluzione più rapida e veloce. Non mi metto neanche a discutere di altre ipotesi. Lo faccio solo se c’è un ragionamento complessivo di sviluppo della città metropolitana e allora si ridiscute tutto“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 01:23
Fossi risponde a Nardella: “Dopo anni di incertezze noi offriamo una proposta rapida e proficua, deciderà Commisso”

La tensione in merito alla questione nuovo impianto sportivo sale vertiginosamente

Le dichiarazioni di Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, su Facebook, in seguito all’attacco frontale ricevuto dal collega Dario Nardella in mattinata sul nuovo stadio della Fiorentina. Clima sempre più incandescente:

    Leggo che il sindaco di Firenze Dario Nardella ha dichiarato che si batterà in tutti modi contro lo stadio a Campi. Sono dichiarazioni sorprendenti da parte di chi guida la Città Metropolitana.
    Nessuno di noi lavora contro lo stadio a Firenze, non è una competizione tra sindaci ma un problema da risolvere insieme per il bene del nostro territorio. Noi Ci siamo resi disponibili – quindi – per offrire alla nostra squadra di calcio e alla nuova società di Rocco Commisso l’opportunità di uno spazio adeguato per realizzare una struttura così importante in tempi rapidi e con grande beneficio per la Viola.
    Ci sono più opzioni e liberamente decideranno, come è giusto che sia.

    Certo la Fiorentina non può continuare nell’incertezza, sono anni che si parla dello stadio, società e tifosi non possono stare a aspettare ancora, noi abbiamo solo messo sul tavolo un’opportunità che garantisce tempi rapidi e spazi adeguati. Chi guida un territorio vasto e importante come la Città Metropolitana dovrebbe rifuggire tanto dal provincialismo quanto dal tifo: quella dello stadio non è una partita di calcio tra comuni limitrofi ma una grande opportunità per tutto il nostro territorio e per la Fiorentina, un patrimonio di tutti i tifosi. Nardella dice che vuole discutere insieme lo sviluppo infrastrutturale della Città Metropolitana: sono contento, noi ci siamo. Io stesso avevo lanciato la proposta – qualche giorno fa su Repubblica – di aprire un nuovo tavolo per lo sviluppo della Città Metropolitana che riguardi le infrastrutture, il lavoro, il benessere, tutto in chiave di sostenibilità.

    Noi siamo pronti a farlo, rompendo però l’idea che ci siano figli e figliastri, territori cui devono essere assegnate funzioni sgradite ed altri cui devono essere assegnate funzioni di pregio.
    Noi non siamo quelli dei no, basta vedere lo sviluppo delle imprese nei nostri territori, ma siamo stufi di essere considerati un luogo su cui scaricare solo i problemi.
    Chiediamo rispetto e dignità. Costruire la Città Metropolitana vuol dire mettere a valore le potenzialità di tutti i territori non alcuni territori a servizio di altri.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 15:13
Pres. Mercafir: “Due anni per il trasferimento”

Parla Giacomo Lucibello, presidente della Mercafir

In casa Fiorentina si fa sempre più incandescente il dibattito sul nuovo stadio, soprattutto in seguito alle parole di ieri di Dario Nardella che ha detto no a Campi Bisenzio, ribadendo la  volontà di realizzare la casa della squadra viola nella zona Mercafir. E a proposito di Mercafir, La Nazione ha intervistato il presidente Giacomo Lucibello:

    Il trasloco? Stiamo lavorando per portare a termine il piano per poter spostare l’attività del mercato nell’area designata. I tempi? Avremo bisogno di poche altre settimane. (…). Noi abbiamo un altro tipo di problema: spostare il centro alimentare poilvalente mantenendolo in attività. E non è un’operazione facile. I tempi? Dal momento in cui inizieremo ci vorranno 24 mesi per completare il trasloco. Chi deve pagare il trasferimento? Siamo ancora nella fase di esame di fattibilità della operazione ,abbiamo delle idee ma credo che sarà un argomento che affronteremo con il Comune.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 15:56
Da Campi: “Nardella smetta di comportarsi da padrone della baracca”

Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio, commenta le dure parole di Dario Nardella sullo stadio della Fiorentina

Firenze o Campi Bisenzio? This the question. La questione stadio Fiorentina si fa sempre più incandescente, soprattutto in seguito alle parole del sindaco Dario Nardella che ha chiuso alla soluzione Campi, ribadendo la volontà di realizzare la nuova casa viola nella zona Mercafir.

Attraverso un comunicato stampa, Paolo Gandola, consigliere del centrodestra in Città Metropolitana e capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio, ha commentato le parole del primo cittadino di Firenze:

    Il indaco Dario Nardella ha dimostrato in maniera plastica tutta la sua inadeguatezza a rivestire il ruolo indipendente e super partes di Sindaco della Città Metropolitana. È quello che diciamo da anni; aver previsto che il Sindaco del capoluogo sia di diritto anche il Sindaco della Città Metropolitana è stato un  grave errore a cui dovremo porre rimedio. Campi Bisenzio e tutti i territori della cintura Metropolitana non possono accettare che il Sindaco metropolitano si comporti come una sorta di “padrone della baracca”. Adesso abbia il buon gusto di rettificare le sue inaccettabili dichiarazioni.

    Già da tempo avevamo affermato come Campi e la Piana fossero considerati dai vertici di Città Metropolitana, come l’ultima provincia dell’impero dove scaricare le funzioni sgradite alla Città di Firenze, dall’aeroporto alla Grande Moschea, sino all’inceneritore. Quanto affermato da Nardella nè è solo l’ultima ennesima riprova.

    Per ciò che riguarda la diatriba Stadio confermiamo quanto già detto: l’unica vera ipotesi alla portata di Campi Bisenzio era la realizzazione della Casa Viola, trattativa andata in fumo in favore del Comune di Bagno a Ripoli a causa – secondo noi di FI –  di rappresentanti locali inadeguati e troppo tesi ad occuparsi della loro visibilità pubblica. Tuttavia, alla luce di quanto accaduto oggi, pur tra mille riserve, e considerando l’ipotesi di costruire lo Stadio a Campi Bisenzio al momento solo una mera suggestione, siamo pronti a sostenere l’amministrazione comunale campigiana in questa traversata del deserto. Lo dobbiamo per la dignità del nostro territorio, dei nostri cittadini e delle nostre istituzioni. Perché sia chiaro se occorre scegliere tra Davide e Golia, Forza Italia sarà sempre dalla parte di Davide.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 15:58
Stadio, è guerra aperta. Così si infrange il sogno della grande Firenze

E’ bagarre tra Nardella e Fossi per il nuovo stadio della Fiorentina. L’analisi di Repubblica

E’ un muro contro muro quello che si aggiunge alla storia dei rapporti tra Firenze e la Piana per ‘colpa’ del nuovo stadio della Fiorentina. Una dichiarazione di guerra quella di ieri Nardella nei confronti del sindaco di Campi Fossi (che ha risposto per le rime), che ha raggiunto livelli maggiori anche rispetto alla questione aeroporto o inceneritore. Come si legge su Repubblica Fossi, approfittando delle difficoltà di Firenze, ha candidato trenta ettari del proprio territorio come si trattasse di un’asta urbanistica. “E se è comprensibile che il tema dello stadio sollevi posizioni viscerali che richiamano lo spirito del tifoso, non è giustificabile che lo sviluppo del cuore della Toscana venga tradotto in un braccio di ferro tra principati confinanti e sovranisti” scrive Massimo Vanni. Lo stadio è oggi l’emblema di un rapporto non risolto, quello tra la Firenze egemonica e celebrata nel mondo e i Comuni considerati vassalli.

Mettetevi nei panni di Rocco Commisso: a New York racconterebbe che il nuovo stadio della Fiorentina nasce a Campi o a Firenze? Davanti allo scenario internazionale, fatto di città che contengono la popolazione di quattro o cinque Toscane, il futuro di Firenze non può essere pensato entro i suoi confini comunali. Lo stadio potrebbe essere l’occasione per guardare più in grande, per risolvere i rapporti oggi conflittuali su un livello diverso: la prospettiva di dar vita alla Grande Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 16:07
Ora lo stadio, prima l’inceneritore e l’aeroporto: la diatriba tra la Piana e Firenze non si placa

Inutile girarci intorno: il rapporto tra il capoluogo e i Comuni limitrofi non è mai stato ai minimi termini come in questo periodo storico. Adesso è l’argomento stadio a scatenare accesi dibattiti e litigi. Fino a qualche mese fa i riflettori erano puntati su inceneritore e aeroporto

Siamo nel 2019, quasi 2020, nell’era della globalizzazione, ma ancora leggiamo di derby tra due città – Firenze e Campi Bisenzio – sul nuovo stadio della Fiorentina. Il termine “campanilismo” è tornato prepotentemente di moda. Roba da Medioevo. La realtà, però, è questa e la giornata di venerdì 11 ottobre è destinata a entrare di diritto nella storia della politica locale. Il clima era infuocato ancor prima di ieri. La temperatura è salita ulteriormente dopo i “missili” lanciati da Dario Nardella ed Emiliano Fossi.

Mercoledì, in occasione dell’insediamento del nuovo consiglio della Città Metropolitana, il primo cittadino fiorentino ha sottolineato la necessità di allargare lo sguardo all’area vasta. Progetto interessante quello della Grande Firenze, ma ancora lontano dalla sua realizzazione.

Inutile girarci intorno: il rapporto tra il capoluogo e i Comuni limitrofi non è mai stato ai minimi termini come in questo periodo storico. Adesso è l’argomento stadio a scatenare accesi dibattiti e litigi. Fino a qualche mese fa i riflettori erano puntati su inceneritore e aeroporto. Opere volute da Palazzo Vecchio (e non solo), ma non dalla Piana. Il no a Case Passerini è definitivo visto che la giunta regionale ha approvato la variante al piano dei rifiuti che ha escluso l’impianto di termovalorizzazione. Sulla pista la partita è ancora aperta: a novembre, infatti, sarà pubblicato l’esito del ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar della Toscana che ha annullato il decreto di VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) per il masterplan di potenziamento dello scalo “Amerigo Vespucci”.

Adesso lo stadio. Rocco, conoscendolo un po’, non avrà apprezzato la diatriba tra Nardella e Fossi. La speranza è che, dopo il centro sportivo, il presidente agisca velocemente anche sulla nuova casa viola. “Fast, fast, fast”.

Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 22:59
Nuovo Stadio, da Forza Italia attaccano: “Non possiamo pagare le liti interne al PD”

Da Forza Italia attaccano il PD: “Le diatribe da festa dell’Unità non devono fermare l’entusiasmo e la concretezza di qualsiasi privato, come nel caso del presidente della Fiorentina Rocco Commisso”

“Non possiamo pagare, ancora una volta, le liti in famiglia del Partito Democratico. Se rileggiamo la storia delle infrastrutture più importanti che mancano alla città metropolitana di Firenze, vedi aeroporto e termovalorizzatore,
ritroviamo sempre le liti e le lotte in casa dei democratici che hanno partorito discussioni infinite con ritardi pluridecennali e persino ricorsi promossi ad hoc per mettere le loro decisioni politiche in mano alla magistratura. Oggi, con lo stadio, ci siamo di nuovo. E non possiamo accettarlo. Le loro diatribe da festa dell’Unità non devono
fermare l’entusiasmo e la concretezza di qualsiasi privato, come nel caso del presidente della Fiorentina Rocco Commisso, pronto a dare lavoro e sviluppo e anche un po’ di sogni al popolo viola a cui apparteniamo orgogliosamente”. Lo affermano in una nota congiunta l’onorevole Stefano Mugnai, coordinatore regionale di Forza Italia, Jacopo Cellai, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale a Firenze, Mario Tenerani, responsabile regionale sport di Forza Italia, Paolo Giovannini, coordinatore provinciale di Forza Italia, e Paolo Gandola, consigliere di Forza Italia a Campi Bisenzio.

“Questo è il momento di mettere sul tavolo urgentemente tutte le opzioni realisticamente possibili, che stanno in piedi per caratteristiche, delle aree interessate ed i tempi di realizzazione. Questo doveva essere l’appello alla responsabilità da parte di Nardella”, affermano gli esponenti di Forza Italia. “Del resto, se lo spostamento della Mercafir a Castello con l’acquisizione dei terreni, annunciato da lui stesso indipendentemente dalle vicende della pista di Peretola fosse stato realizzato, non saremmo qui a discutere. Ma visto che siamo a zero, come si legge anche oggi dalle parole del presidente della Mercafir Lucibello, tanto vale essere onesti e preoccuparsi di valutare l’ipotesi più opportuna e più rapida”. “Ora – proseguono Mugnai, Cellai, Tenerani, Giovannini e Gandola – è il momento di favorire tutti coloro che sono pronti dentro il Comune di Firenze, e anche dentro la sua area metropolitana, a mettere a disposizione quanto necessario. Come ha fatto Bagno a Ripoli per il centro sportivo, come ha fatto il Comune di Campi Bisenzio per lo stadio, come potrebbe essere fatto dentro Firenze, se ci dimostrano che le condizioni ci sono. Basta polemiche sterili il Pd dimostri, almeno una volta, di non guardare a ricorsi e processi ma di sapere stare al fianco di chi vuole investire sul nostro territorio”. (AdnKronos).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/12/19, 23:05
Fossi a VN: “Nardella fuori luogo, competizione tra enti non ci interessa. A Campi stadio da 45-50mila spettatori”

Intervista esclusiva ad Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio

Il dibattito intorno al nuovo stadio della Fiorentina si sta surriscaldando. Inevitabile dopo le parole di Dario Nardella: “Campi Bisenzio? Mi batterò contro con tutte le forze che ho. No ai giochini”. Dal canto suo il sindaco campigiano Emiliano Fossi ha chiesto dignità e rispetto. Violanews.com ha intervistato in esclusiva il primo cittadino di Campi.


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/13/19, 20:20
Stadio, progetto Mercafir in quattro anni. Ma si apre il fronte della guerra metropolitana…

La situazione

La questione-stadio sta rapidamente assumendo connotati politici. Lo sottolinea La Repubblica, che dedica le prime pagine all’argomento, spiegando come il sindaco Nardella abbia preparato un piano fast fast fast per la realizzazione del nuovo impianto nell’area della Mercafir in quattro anni, a partire da fine 2020-inizio 2021, con spostamento a tappe del mercato ortofrutticolo. C’è però tutto un altro fronte da monitorare: quello della guerra metropolitana. Il presidente del Consiglio regionale Giani lancia il guanto di sfida, Nardella è perplesso e si oppone in tutti i modi alla proposta del sindaco di Campi Emiliano Fossi. Tramontata, o quasi, l’ipotesi restyling, la priorità è la Mercafir. Sempre che gli strascichi della suddetta guerra non si protraggano ancora…

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/13/19, 20:51
L’opinione: “Stadio? Perdonatemi, ma è come se a Michelangelo avessero detto…”

Il commento sulla Nazione

    Non me ne voglia chi la pensa altrimenti, ma dire “no” a Campi solo perché le tribune e le curve poggerebbero su un terreno distante un chilometro dai confini comunali di Firenze, è un po’ come se anni fa uno avesse detto a Michelangelo: “Siccome tu arrivi dalla Valtiberina, il David portatelo laggiù”.

Questo il commento di Stefano Cecchi apparso oggi sulle colonne de La Nazione in merito alla questione-stadio. Si sono espressi anche il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri e alcuni tifosi viola presi a campione.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/13/19, 20:56
Associazione Inpista: “Un Sindaco tira l’altro”

La posizione dell’Associazione InPista sule problematiche di Firenze che riguardano anche il nuovo stadio di Firenze

Potevamo farci bastare decenni di polemiche infinite, pretestuosi ambientalismi di comodo, azzeccagarbugli costantemente all’opera e migliaia di rospi smeraldini di traverso? Non c’è niente da fare, a noi piace volare alto e… magari lo potessimo fare!! Siamo riusciti ad inserire anche il tema Aeroporto nella querelle Stadio a Firenze od a Campi Bisenzio. Eppure non sembrerebbe difficile da prendere una posizione in materia. Ipotesi Mercafir: se i tempi e le procedure sono condivisi da chi propone l’investimento, sembra la soluzione più percorribile e bene fa il Sindaco Nardella a caldeggiarla.

Con altrettanto buon senso e nel caso in cui queste condizioni non si verifichino, l’ipotesi Campi Bisenzio non deve essere scartata. Vi è però l’impressione che il richiamo ad una visione unitaria delle prerogative della Città Metropolitana e dell’utilizzo del suo territorio vengano adoperate in modo pretestuoso dal Sindaco di Campi, quasi non vedesse l’ora di aprire un nuovo fronte di polemiche con Firenze. Per chi come noi segue da anni le vicende legate alla nuova pista dell’aeroporto Vespucci, stona alquanto notare come 36 ettari di una porzione di territorio al limite dello sbandierato parco della piana, vengano offerti in un batter d’occhio ad un investitore privato ( e non in concessione….) per la costruzione dello stadio.

Non vogliamo certo opporci alla nuova casa della Fiorentina e, nel caso che l’ipotesi Mercafir non sia percorribile, l’opzione di Campi non ci sorprende. E’ giusto però richiamare ad un minimo di decenza chi ostinatamente ha sempre ritenuto la nuova pista come il male assoluto ed ha assecondato un certo ambientalismo di comodo che tuonava contro l’ipotesi aeroporto nel silenzio assordante di nuovi capannoni e centri commerciali che andavano a riempire la piana. Come non notare che il nuovo stadio dovrebbe sorgere a poche centinaia di metri in linea d’aria dall’Oasi di Focognano, per la quale il Masterplan aeroportuale prevede, correttamente, una serie di opere compensative a suon di milioni d’euro? Focognano non rappresenta più il simbolo della salvaguardia di quel prezioso e delicato ecosistema che solo la nuova pista avrebbe aggredito?

Chissà, forse coerenza vorrebbe che anche ACF Fiorentina fosse chiamata a trovare un’area della piana nella quale ricreare il medesimo habitat sottratto al territorio… E siccome era lecito aspettarsi un ulteriore salto di qualità, è intervenuto anche il Sindaco di Sesto Fiorentino per sottolineare l’inopportunità dell’intervento di Nardella. Per carità, ognuno fa ìl suo mestiere, ma taluni interventi sembrano avere più il sapore della consueta schermaglia politica che della sostanza del problema.. Certo è che una soluzione va trovata nel gioco delle polemiche infinite. Dando per scontato che la soluzione Campi sia quella più in sintonia con le esigenze di Commisso, non resta che condividere quanto espresso dal Sindaco Fossi in riferimento allo ” sviluppo della Città Metropolitana ed alle opportunità per il territorio in termini di infrastrutture e lavoro”.

Occorre poi fornire di contenuto e dare un significato a questo lodevole auspicio: che sia benvenuto lo stadio, che si facciano le opere viarie e tramviare necessarie al trasporto delle persone ma che, parimenti, si dichiari pubblicamente che il tutto non andrà ad interferire con il futuro aeroporto di Firenze e con il Parco della piana che ne conseguirà e proprio nell’ottica di uno sviluppo integrato dell’area metropolitana. Se la richiesta dello stadio dovesse rappresentare il consueto cavallo di Troia per dire che la piana non può accogliere altro-( altro cosa poi?)- è bene che si sappia che di aeroporto se ne parla da 40 anni mentre di stadio a Campi da un mese.

Giacomo Tesi- Consigliere ASSOCIAZIONE INPISTA! Per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:10
Stadio alla Mercafir, Nardella fa veloce: una delibera sull’area Mercafir oggi in giunta comunale

Dario Nardella accelera sullo stadio alla Mercafir

Una delibera che riguarda l’area Mercafir e il nuovo stadio di Firenze sarà portata in giunta di Palazzo Vecchio questo pomeriggio. Lo ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella a margine della presentazione delle guide de L’Espresso al teatro del Maggio fiorentino. La delibera, secondo quanto appreso, prevede una serie di passaggi che riguarda l’area Mercafir e la fattibilità dello stadio nell’area.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:11
Nardella: “Commisso? Piena sintonia. Stadio nuovo in tempi rapidi, c’è variante urbanistica approvata”

Il sindaco di Firenze parla di Commisso e del nuovo stadio

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato a Sky Tg 24 sull’eventuale costruzione di un nuovo stadio a Firenze:

    Commisso? Il rapporto con lui è di piena sintonia, talvolta si danno letture distorte della realtà ma siamo al lavoro per fare lo stadio nuovo. La variante urbanistica è già stata approvata quindi siamo in grado di iniziare a costruirlo in tempi rapidi: questo può dimostrare che in Italia si possono fare nuovi stadi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:18
Nuovo stadio, Nardella: “Vogliamo fare tutto in 48 mesi. Viola contenti”. E illustra 10 punti

Da Palazzo Vecchio il sindaco illustra il nuovo progetto per l’area della Mercafir: “Vogliamo ridurre i tempi, costruiremo noi il parcheggio”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha parlato da Palazzo Vecchio della situazione legata alla vendita dell’area Mercafir, la novità di oggi (LEGGI QUI). Approvata all’unanimità la delibera che porta alla realizzazione del nuovo stadio di calcio nella parte sud della Mercafir. Un percorso programmato in 10 punti, illustrati dallo stesso primo cittadino:
1) Si procede per la situazione di total control da parte della società, che compra anche il terreno
2) Inserire l’area nella lista delle alienazioni, che permetterà di aprire la gara pubblica a gennaio
3) Già presente la variante urbanistica, da perfezionare a favore della riduzione dei tempi. Autostrada e stazione ferroviaria non saranno propedeutiche all’inizio dei lavori, ma solo alla messa in uso. Inizieranno solo quando il lavoro dello stadio sarà pronto
4) Parcheggio non sarà a carico della società di calcio ma di Firenze parcheggi
5) Spostamento della Mercafir avverrà massimo in 24 mesi, tempo necessario per la redazione di un progetto esecutivo per la costruzione di uno stadio. In modo da far collimare tempi per la progettazione dello stadio e la liberazione dell’area
6) I proventi dalla vendita dell’area garanti la realizzazione del primo lotto della nuova Mercafir
7) Faremo tramite la giunta comunale una approvazione del progetto, per ridurre i tempi
8.) Non ci saranno aggravi per gli operatori della Mercafir
9) Da questa settimana si apre una Task Force incentrata solo sullo stadio
10) Obbiettivo 48 mesi, progettazione e costruzione

Nardella ha poi aggiunto: “Commisso aveva posto tre condizioni, Total control, fast fast fast e costi ragionevoli. Ho parlato con Commisso e Barone, mi sono parsi contenti. Con la nuova proprietà sono cambiati i termini e le richieste, per questo sono passati questi quattro mesi”.

Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:20
VIDEO VN – Nardella: “Commisso e Barone felici, rispettate le loro richieste”

Le parole del sindaco di Firenze sul progetto nuovo stadio

Giornata importante e forse decisiva nel percorso verso il nuovo stadio della Fiorentina. Il sindaco Dario Nardella ha illustrato in 10 punti la novità riguardante la Mercafir.


Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:24
Stadio nuovo, colpo di scena: l’area Mercafir è in vendita. Fiorentina, zona libera in 24 mesi

La nota del comune di Firenze e i vantaggi per la Fiorentina

Di seguito una nota del comune che certifica come l’area Mercafir adesso sia stata messa in vendita da Palazzo Vecchio. Il sindaco di Firenze Dario Nardella sta spingendo forte per permettere a Rocco Commisso di avere nell’area comunale una zona dove costruire lo stadio Franchi Ecco la nota del comune di Firenze:

L’attuale previsione urbanistica relativa al Centro alimentare polivalente prevede la realizzazione di un impianto sportivo pubblico. Per rendere possibile l’ipotesi di realizzare uno stadio di proprietà privata, sempre di interesse pubblico, accelerando i tempi e senza impegnare risorse comunali nella futura manutenzione dell’impianto, la giunta di Palazzo Vecchio ha dato oggi il via libera alla modifica dell’attuale previsione urbanistica. Nel dettaglio, con l’atto approvato, si dà indirizzo agli uffici di prevedere nella nuova scheda urbanistica che l’impianto sportivo possa essere realizzato e mantenuto da un operatore privato, confermando la previsione attuale in termini di dimensioni. Si prevede inoltre che l’attuazione del nuovo Centro alimentare polivalente possa avvenire attraverso l’approvazione di progetto di opera pubblica, attuabile anche per singoli stralci, mantenendo invariate le prescrizioni a garanzia della corretta progettazione dell’insediamento. Dovrà inoltre essere meglio precisato il paragrafo relativo alle prescrizioni specifiche e compensazioni della scheda vigente, che subordina la realizzazione degli interventi del comparto sud all’esecuzione di alcune opere infrastrutturali: svincolo di Peretola, tramvia linea 2 (aeroporto-stazione Santa Maria Novella), fermata Peretola del servizio ferroviario metropolitano, considerando ammissibile la loro realizzazione contestualmente agli interventi del comparto sud (il riferimento non sarà più alla “realizzazione” ma alla “messa in esercizio” dell’impianto sportivo). Inoltre, il parcheggio previsto nel “Comparto sud stadio” sarà realizzato autonomamente dal Comune di Firenze tramite Firenze Parcheggi e quindi tale onere non sarà a carico dal soggetto che realizzerà il nuovo stadio. Si procederà quindi alla modifica dell’elenco dei beni suscettibili di alienazione e valorizzazione, nonché del piano delle valorizzazioni e alienazioni, prevedendo che l’area nuovo stadio sia inserita tra gli immobili da alienare. Per procedere all’alienazione con procedure di evidenza pubblica, sarà redatta perizia estimativa sul valore del complesso immobiliare ‘stadio e attività private’. Mercafir fornirà un piano di dettaglio con modalità e tempistiche di realizzazione del nuovo mercato ortofrutticolo, prevedendo la riconsegna all’Amministrazione comunale entro 24 mesi dell’area del Comparto sud dove è attualmente prevista la realizzazione del nuovo stadio. Gli introiti derivanti dall’alienazione del Comparto sud, qualora non sia individuata altra soluzione con gli operatori privati, andranno alla realizzazione del Comparto nord – mercato ortofrutticolo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:27
Barone: “Stadio? Notizia importante, è il primo passo”

Da New York parla il dirigente viola

A margine delle celebrazioni del Columbus Day a New York, il dirigente viola Joe Barone ha parlato a Sky Sport: “Il Columbus Day è un grande giorno per tutti noi e vogliamo far vedere a New York e a tutto il mondo la Fiorentina. Stadio? Notizia importante per il lavoro fatto da Rocco Commisso e me, complimenti a Nardella, al suo staff e a tutto il Comune di Firenze. Siamo stati al telefono con il sindaco per parlare dei dettagli, è una giornata molto importante. Se si costruirà nel comune di Firenze? Ci sono tanti passi da fare, quello del comune è molto importante ed è il primo, ce ne sono tanti altri per arrivare alla costruzione.

Fast fast fast? Ci siamo mossi abbastanza bene con il comune di Bagno a Ripoli per il centro sportivo, ora stiamo facendo altrettanto con il nuovo stadio. Lo facciamo per la Fiorentina e per i suoi tifosi, che ringraziamo per l’energia che continua a darci”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:29
VIDEO VN – Nardella: “In 4 anni lo stadio sarà pronto. Ecco come procederemo”

Le parole del sindaco di Firenze sul progetto nuovo stadio

Vi proponiamo altre dichiarazioni da Palazzo Vecchio di Dario Nardella nel giorno in cui si registra un’importante novità per il progetto nuovo stadio alla Mercafir:


Iacopo Nathan
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/14/19, 18:30
Stadio alla Mercafir? Commisso esulta: “Importante passo in avanti, possibilità concrete”

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso replica dall’America alle novità di oggi arrivate da Palazzo Vecchio

Dagli Stati Uniti Rocco Commisso ha così commentato quanto riferito oggi dal Sindaco Nardella con la prospettiva di uno stadio costruito in 4 anni: “Apprendiamo con grande favore le notizie che arrivano da Firenze. Il Comune e il Sindaco Nardella hanno fatto un importante passo in avanti per permettere a chi vuole investire come noi della Fiorentina sul territorio, di avere certezze e iter chiari e più snelli. Iniziano a vedersi concrete possibilità per realizzare un’opera importante come potrà essere il nuovo stadio della Fiorentina. Continueremo il nostro dialogo e incontri con il Comune e i rispettivi team di lavoro così che si possa procedere in maniera spedita.” (violachannel)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 20:57
Mercafir, la cronistoria di otto anni di ritardi e rinvii

Il Corriere Fiorentino ripercorre le tappe che hanno portato ieri allo “sblocco”, forse definitivo, dell’area Mercafir

Otto anni di ritardi e rinvii. Nel lontano 2011 si iniziò a parlare di stadio alla Mercafir dopo che l’idea Castello proposta da Renzi quasi subito era tramontata. Il Corriere Fiorentino ripercorre le tappe relative all’area adibita al mercato ortofrutticolo dove potrà sorgere il nuovo stadio viola. Dai 32 ettari dove i Della Valle avrebbero costruito la Cittadella Viola (una chimera), nel 2013 si aprì un nuovo spiraglio con la “legge stadio” voluta dall’allora deputato Pd Dario Nardella e il Premier Renzi. A febbraio 2014 sembrava tutto fatto: ma il problema restava quello di dover trasferire nell’area nord padiglioni e magazzini.

Si creano così i primi screzi tra Comune e proprietà, che nel frattempo chiedeva più spazio: screzi che si dovevano risolvere con il bando del 2015 per trovare una nuova casa alla Mercafir. Fino al 2018 tutto tace, quando viene firmata la Variante del 2018 per il nuovo mercato a Castello. Nel frattempo arriva anche il via libera al masterplan di Peretola, ma il Tar a inizio 2019 annulla la Via che mette in dubbio nuovamente lo spostamento. Poi arriva Rocco Commisso e tutto cambia, fino alla decisione di ieri.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 21:15
Commisso: “In quattro anni avremo lo stadio”. Il modello su cui si baserà…

Le parole del numero uno viola e le prime indiscrezioni

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport-Stadio nel pezzo di Massimo Basile, Rocco Commisso da New York avrebbe accolto con soddisfazione le buone nuove provenienti da Firenze in merito allo Stadio. Nel giorno di festa del Columbus Day, è arrivata una notizia per cui festeggiare: il comune metterà in vendita i terreni Mercafir a Novoli. L’iter per il nuovo Stadio si è messo finalmente in moto. Il presidente gigliato si mostra soddisfatto, vuole vedere di persona le carte ma riconosce l’importanza dei passi in avanti effettuati. Poi arriva la promessa di Rocco, «In quattro anni, a partire da oggi, avremo lo stadio», e Barone aggiunge «Ora partiamo non c’è tempo da perdere, abbiamo già cominciato a ripulire l’area di Bagno a Ripoli».

Il Tycoon sarà di nuovo a Firenze il 25 Ottobre per entrare ancora più nel dettaglio ma già emergono le prime indiscrezioni. A curare il progetto sarà l’architetto Marco Casamonti, lo stesso del centro sportivo ed il modello dell’impianto sportivo (che avrà tra i 40 e i 45mila posti) sarà quello del magnifico Mercedes Benz Stadium di Atlanta (in foto), sede dell’ultimo Super Bowl.

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/atlanta-gettyimages-1008479414-630x415.jpg?v=20191015100455)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/senza-categoria/mercedes-benz-stadium-1024x683.jpg?v=20191015185800)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 22:15
Nardella prova ad andare fast. Ma sulla Mercafir restano ancora tanti interrogativi

Dieci punti, ma anche tanti interrogativi. Basteranno 48 mesi per lo spostamento del mercato e la realizzazione di tutte le infrastrutture a supporto del nuovo stadio?

Stop al project finaning, si passa alla vendita dell’area sud della Mercafir tramite una gara pubblica. Si terrà a gennaio, solo dopo che ci sarà stata una dichiarazioni di interesse a costruire il nuovo stadio. Dario Nardella, scrive il Corriere Fiorentino, prova ad andare “fast”, in pieno stile Rocco Commisso. L’unica modifica alla variante già approvata per tutte l’area Mercafir sarà quella del trasferimento nei soli 14,5 ettari dove resterà il mercato ortofrutticolo. 24 mesi di tempo, con la speranza di scendere a 20.

Dieci ettari saranno invece adibiti alla costruzione di un parcheggio, affidato a Toscana Parcheggi, che farà risparmiare 10 milioni alla Fiorentina. La vendita dell’area sud (alla Fiorentina) servirà invece a finanziare il primo lotto di trasferimenti della Mercafir. E verrà aggiornata anche la vecchia Variante Urbanistica per la realizzazione dello svincolo autostradale di Peretola e della fermata ferroviaria Guidoni, per far sì che siano pronte per l’apertura dello stadio. Il tutto in 48 mesi, ma con ancora tanti interrogativi e sempre Campi sullo sfondo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 22:32
Mercafir, si torna a parlare di Cittadella Viola. O forse no

Deciderà Commisso: nei 23 ettari compresi spazi per esercizi commerciali e attività turistiche. Ma non sono una priorità

Rocco Commisso tornerà a Firenze il 25 ottobre, e già in quei giorni potrebbe arrivare la manifestazione d’interesse della Fiorentina per l’acquisto del terreno di 23 ettari per lo spostamento della Mercafir (nell’area nord). Come scrive La Nazione, nei 23 ettari sono compresi circa 7 ettari necessari per la realizzazione dello stadio, circa 17mila metri quadri di esercizi commerciali, 4mila di attività turistico ricettiva e più o meno 9mila di uffici. Le destinazioni d’uso potranno essere modificate con una flessibilità del 20%, ma il patron potrebbe anche decidere di non essere interessato a realizzarli. Cadrebbe definitivamente quel sogno relativo alla “Cittadella Viola” dei Della Valle, proprio nell’area in cui sarebbe dovuta sorgere.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 22:47
Sind. Campi: “Sorpreso da toni e modalità di Nardella. Sarà la Fiorentina a decidere”

Nuovo stadio della Fiorentina a Firenze o a Campi Bisenzio? Alla fine potrebbe spuntarla, ma il condizionale è d’obbligo, l’area Mercafir, messa in vendita in seguito a una delibera della giunta di Palazzo Vecchio approvata all’unanimità dal Consiglio comunale. Anche a Novoli, quindi, il club viola avrebbe l’impianto di proprietà. Intervenuto a Controradio, il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha commentato le ultime novità sulla vicenda stadio:

    Non so se l’ipotesi Campi Bisenzio è tramontata. Il Comune di Firenze ha voluto giustamente puntualizzare una tempistica conseguente per l’ipotetica realizzazione dello stadio della Fiorentina alla Mercafir. Sarà la Fiorentina, cioè chi deve investire, a scegliere l’ipotesi migliore. Campi rimane un contributo alla soluzione di quello che rischia di diventare un problema: avere uno stadio adeguato alle esigenze del calcio moderno.

    Sono rimasto sorpreso dalle modalità, dal tono e dalle parole di Nardella. La nostra è una proposta volta a risolvere un problema, provando ad affrontare insieme tematiche di ordine metropolitano nell’ottica della collaborazione. La nostra proposta è chiara, è lì sul tavolo. Se la Fiorentina scegliesse Campi saremmo felicissimi, lo saremmo anche se scegliesse Mercafir, perché significa che la nostra iniziativa ha avuto il merito quantomeno di muovere le acque.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 23:07
Stadio, il centrodestra in coro: “Basta pregiudizi verso Campi e la Piana”

Per il consigliere metropolitano, che critica il Sindaco Nardella, “non si può essere così prevenuti nei confronti del nostro territorio”

Il consigliere metropolitano Filippo La Grassa (Lega, Centrodestra per il cambiamento) ha intenzione “di rappresentare il mio territorio e di farlo anche in modo da impedire che siano le beghe interne al Partito democratico a pregiudicare gli interessi di cittadini di Campi Bisenzio e della Piana. Sullo stadio non si può essere così prevenuti nei confronti del nostro territorio”. Se Nardella, primo rappresentante della Città Metropolitana, “vuole fare solo il Sindaco di Firenze non ci sto. I campigiani e le persone della Piana non sono la seconda scelta di nessuno”.

Il ruolo di Sindaco Metropolitano, sottolinea Alessandro Scipioni (Lega, capogruppo di Centrodestra per il cambiamento), “prevede lungimiranza e rispetto di tutti i territori. Non si può mettere le mani avanti arrivando addirittura a pensare di ridiscutere le altre opere strutturali necessarie per lo sviluppo sia di Firenze che della Piana Fiorentina. Abbiamo già detto che siamo per l’elezione diretta del Sindaco metropolitano, ma fino a quando spetta al primo cittadino del Capoluogo deve avere la correttezza di rappresentare tutti i territori e non solo il suo Comune. La questione dello stadio è complessa, ma bisogna approcciarsi ad essa senza pregiudizi verso nessuno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/15/19, 23:10
Sandrelli: “Molto ottimismo sui tempi dello stadio. Consiglio cautela a Commisso”

Massimo Sandrelli, giornalista che conosce bene l’ambiente politico intorno a Firenze si è espresso così ai microfoni di Radio Bruno:

    Gli avvenimenti di ieri sono un vero e proprio colpo di coda del sindaco Nardella. Così facendo ha messo a posto in qualche modo la situazione che si era creata, venendo incontro alle esigenze e alle domande della società. Lo stadio lo si può fare a Firenze, in un’area che nasce da un’idea dell’amministrazione Renzi. Idea che si ispira all’intento dei Della Valle di volumizzare lo spazio con opere integrative e commerciali. Questa è una dichiarazione di disponibilità, anche se c’è molto ottimismo sui tempi; per questo mi sento di consigliare Commisso e Barone, non adusi alla burocrazia italiana, di essere cauti. Un altro problema riguarda la riconversione dello stadio Franchi che non può essere dismesso, qui però si entra in un ambito che poco interessa ai tifosi viola e soprattutto a Commisso.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 00:04
GALLERY – Il Mercedes di Atlanta, possibile modello per il nuovo stadio viola: i dettagli

Tecnologie eccezionali per un impianto costato circa 1 miliardo e mezzo di dollari. Superficie di 186.000 mq e numero di posti variabile da 32.456 a 71.000

A Firenze, quando si parla di stadio, è sempre bene usare il condizionale, ma da ieri i tifosi della Fiorentina possono nutrire qualche concreta speranza in più di veder nascere entro tempi ragionevoli la loro nuova casa. Forse è più di una speranza, ma per il momento fermiamoci qua. Con la messa in vendita dell’area Mercafir, la Fiorentina avrà la possibilità di costruire il nuovo impianto a Novoli e di patrimonializzalo senza la necessità di dover ricorrere al diritto di superficie – articolo utilizzato da Juventus, Udinese e Atalanta per la gestione dei rispettivi stadi, – o ad altri escamotage simili.

Il modello di riferimento potrebbe essere il Mercedes Benz di Atlanta, stadio che sul proprio manto sintetico ospita le partite casalinghe degli Atlanta Falcons della NFL e degli Atlanta United FC della MLS. L’impianto – sostituto del Georgia Dome – ha ospitato il Superbowl 2019 ed è stato inaugurato ad agosto 2017 dopo 3 anni 3 mesi di lavori, per un costo totale di circa 1 miliardo e mezzo di dollari. Ha una superficie di 186.000 mq e un numero di posti variabile dai 32.456 per le partite di calcio ai 71.000 per quelle di football americano.

Lo stadio prende il suo nome dal main sponsor (Mercedes-Benz) che ha sostenuto parte del costo della struttura. Presenta tecnologie e innovazioni eccezionali, tra cui un videoproiettore a 360 gradi, un tetto a scomparsa di prima qualità, che si apre e si chiude come l’apertura di una fotocamera e una “finestra sulla città”, la facciata trasparente che attrae la luce del giorno e offre viste panoramiche sullo skyline del centro di Atlanta. L’architetto Bill Johnson ha affermato che l’apertura circolare del soffitto è stata ispirata dal Pantheon romano. Il popolo viola è pronto a riunirsi dentro il suo nuovo tempio.

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/altre-news/mercedes-benz-stadium-atlanta-2-717x478.jpg?v=20191015105141)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/altre-news/mercedes-benz-stadium-atlanta-717x478.jpg?v=20191015105143)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/altre-news/mercedes-benz-stadium-di-atlanta-5-848x442.jpg?v=20191015105145)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/altre-news/mercedes-benz-stadium-di-atlanta-6-717x478.jpg?v=20191015105147)
(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/10/altre-news/mercedes-benz-stadium-di-atlanta-9-637x478.jpg?v=20191015105149)

Alessio Crociani
@AlessioCrociani
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 00:09
Sind. Campi: “Parole di Nardella hanno aperto un solco che sarà difficile ricucire”

Fossi: “Il discorso andrà ripreso e noi restiamo più che disponibili a ragionare nell’ottica di uno sviluppo sostenibile per la città metropolitana”

Attraverso un post pubblicato su Facebook, il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha commentato la vicenda stadio della Fiorentina dopo la delibera della giunta di Firenze, approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, che ha, di fatto, messo in vendita l’area Mercafir:



Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 00:13
VIDEO VN – Ecco il Mercedes Benz Stadium di Atlanta, il modello che piace a Commisso

Il modello per il nuovo impianto viola potrebbe essere il Mercedes Stadium di Atlanta, nel quale si è giocato il Superbowl del 2019. Manto sintetico e tecnologie innovative: il nostro servizio

Superficie di 186.000 mq e un numero di posti variabile dai 32.456 per le partite di calcio ai 71.000 per quelle di football americano: vi presentiamo il possibile stadio di riferimento per il nuovo impianto viola.


Alessio Crociani
@AlessioCrociani
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 14:35
Commisso e il nuovo stadio, si parte: tra gloria e avanguardia, c’è lo scherzetto alla Juve

La filosofia e i costi del nuovo impianto

La Nazione dedica ampio spazio alla questione-stadio. Il quotidiano accende i riflettori sull’incontro previsto fra il sindaco Nardella e Rocco Commisso in programma al rientro del tycoon dall’America, il 25 ottobre: non è presto per tracciare la linea filosofica del progetto. C’è la volontà di costruire uno stadio con una manciata di posti in più di quello della Juve, giusto per dare uno smacco ai rivali, ma l’importante è tirar su un vero e proprio gioiello; senza dimenticare la tradizione, perché Firenze dovrà essere rappresentata come lo è dal Franchi. Una sintesi tra passato glorioso e alta tecnologia.

Il nuovo stadio dovrà ospitare anche manifestazioni ed eventi spettacolari, costerà fra i 150 e i 200 milioni, ma per Commisso i soldi non sono un problema. Nemmeno quelli per acquistare l’area dove costruire,  che verrà messa a bando a gennaio: 20-25 milioni, i quali a loro volta verranno reinvestiti dal Comune per il trasferimento e i lavori della nuova Mercafir. 23 ettari tutti per la Fiorentina, tutti per Rocco e i tifosi: il progetto è partito.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 14:37
Stadio alla Mercafir, il punto di Repubblica su progetto, tappe e cifre

Pubblichiamo un estratto dall’articolo del quotidiano: “Entro fine primavera (2020, ndr) Commisso potrebbe essere proprietario dell’area su cui costruire lo stadio”

La priorità è spostare i 4-5 capannoni dell’ortofrutta a sud-est del comparto Mercafir, quelli incastrati tra il viale Guidoni e via Da Schio. Il resto del mercato, scrive Repubblica, può anche attendere. Nardella vuol mettere entro fine 2021 a disposizione di Rocco Commisso gli 8-10 ettari necessari a iniziare la costruzione del nuovo stadio. Una road map ad alto rischio ma con un progetto stabilito. Bando di vendita dei 20 ettari a gennaio. Entro fine primavera Commisso potrebbe essere proprietario dell’area su cui costruire lo stadio e anche un pezzo di commerciale, alberghi e direzionale. Costo dell’operazione ipotizzato in Comune intorno ai 17-18 milioni di euro.

La prima pietra del nuovo impianto potrà essere posta non prima di 20 mesi, ma prima il Comune dovrà liberare l’area? Si parte dalla costruzione di un mega capannone da 27mila metri quadrati nell’area nord della Mercafir dove nel giro di 2 anni il Comune conta di trasferire i capannoni dell’ortofrutta che oggi stanno nel comparto sud-est destinato a Comisso. Costo di quest’operazione? Circa 17 milioni. E il resto? L’area a ovest potrà essere trasferita in un secondo momento: magari a lavori dello stadio in corso dal 2022 in poi. I grossisti bocciano questo piano, ma il Comune è invece convinto di potercela fare con questo meccanismo a tappe.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 14:42
Stadio, altri dettagli: dal possibile curatore all’omaggio al progetto di Nervi, con una limitazione

Il nuovo impianto suscita curiosità

Chi si occuperà dei lavori per il nuovo stadio? Ancora non è ufficiale, ma la fiorentinità e l’esperienza in fatto di impianti sportivi di Marco Casamonti sono indizi pesanti, uniti alla recente collaborazione per il Centro Sportivo a Bagno a Ripoli. Senza perdersi in polemiche e dibattiti una volta iniziati i lavori, il progetto dovrà procedere spedito, in linea con la filosofia di Rocco: la parola chiave sarà “riconoscibilità”, lo stadio dovrà riconoscersi con il panorama della città. Una limitazione: impossibile erigere una torre come quella dell’attuale Franchi, vista la vicinanza all’aeroporto. Poco male, si vira allora su un altro simbolo: quelle scale elicoidali che tanto contrassegnano la casa della Fiorentina. Altri dettagli? Spalti vicinissimi al campo, impianti high-tech, sky box in tutti i settori. Lo stallo è sbloccato, entro quattro anni la Fiorentina avrà la sua nuova casa. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

L’articolo completo nel quotidiano in edicola.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 16:18
(https://www.violanews.com/wp-content/uploads/sites/21/2018/12/nuova-mercafir1-1200x600.jpg)
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 16:27
Stadio nuovo, Atlanta non sarà il riferimento. Area, parcheggi e tempistiche: i dettagli

Alcune informazioni sul nuovo stadio della Fiorentina che dovrebbe nascere nell’attuale area Mercafir

Il comune di Firenze e la Fiorentina pigiano sull’acceleratore per la vicenda stadio. Ad oggi non esiste ancora un progetto vero e propio sul modello che ospiterà la squadra viola in futuro. Il Mercedes Benz Stadium di Atlanta non dovrebbe essere il riferimento, sia in termini di costi che di design. In ogni caso Rocco Commisso ha fissato a quattro anni la durata massima delle operazioni per la realizzazione dell’opera. Si tratta di tempi tutto sommato brevi, in cui ognuno dovrà fare la propria parte. In un primo momento è circolata l’ipotesi di un parcheggio da 1.500 posti, in realtà saranno di più poiché questa cifra è troppo bassa rispetto al numero di persone che fruiranno dello stadio nuovo. Infine un dettaglio sull’area attualmente Mercafir: non saranno più di quindici gli ettari che il comune libererà e in cui la società di Commisso potrà costruire la propria nuova casa.

Stefano Rossi
@StefanoRossi_
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/16/19, 20:49
FOTO – Stadio, Nardella a lavoro con la task force: “Basta polemiche, facciamo sul serio”

Il comune tenta l’accelerata sul fronte nuovo stadio: l’obiettivo è vederlo costruito alla Mercafir. L’immagine postata dal sindaco su Facebook

Rocco dice fast, fast, fast. E Dario Nardella si adegua. Il comune di Firenze, dopo le parole arrivate nei giorni scorsi da parte del sindaco e la messa in vendita di una parte della Mercafir, continua a lavorare sul fronte nuovo stadio. Nel suo ultimo post su Facebook la foto della task force a lavoro e una didascalia che dice tutto sulla voglia del primo cittadino di far costruire l’impianto in territorio comunale: “Riunione in Comune con la task force per il nuovo stadio della Fiorentina nell’area Mercafir.‬ Basta polemiche, facciamo sul serio. #modelloFirenze”.

(https://scontent-waw1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/72282723_2558960217525069_7305731746929049600_n.jpg?_nc_cat=1&_nc_oc=AQlcHGNtnHr6V8Wf9_DOaLduHNKYvTLa5v1iz6n4shP1hJbTWPFUuGcd78i939LLUg0&_nc_ht=scontent-waw1-1.xx&oh=a1e4903aafc3a97a4155b14a9b545ae6&oe=5E19AF73)
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/19, 18:06
Nuovo stadio, primi passi. Bando, prezzo di vendita dell’area e spostamento padiglioni: le mosse

Ieri in Comune la task force si è riunita per gettare le basi per la costruzione del nuovo stadio

Un’ora e mezzo di riunione per gettare le basi e delineato lo scenario relativo al nuovo stadio dopo la delibera di lunedì. Al lavoro, oltre al sindaco Nardella, gli assessori allo Sport e all’Urbanistica (Guccione e Del Re), il presidente della Mercafir Lucibello e altri tecnici che hanno lavorato sul bando per una parte dell’attuale mercato ortofrutticolo e su modi e tempi dello spostamento dello stesso nell’area nord. Come scrive il Corriere Fiorentino, il gruppo si è riunito dopo la delibera della giunta che prevede la cessione del comparto sud della Mercafir per costruirvi lo stadio di proprietà della Fiorentina. L’accelerata serve per evitare che Firenze venga scavalcata da Campi: così ieri, carte alla mano, amministratori e tecnici hanno iniziato ad esaminare il percorso che porterà alla perizia sul valore della parte da mettere in vendita, così da deliberare l’area in cui sorgerà il nuovo stadio. 24 mesi, che serviranno anche ad evitare stop alle attività del mercato.

Il Corriere dello Sport-Stadio aggiunge che Commisso tornerà in Italia tra una settimana, poco più: da quel momento si comincerà a parlare seriamente del progetto, coniugando volontà ed azione.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/19, 18:07
Famiglia pratese offre a Commisso 38 ettari per lo stadio a Campi Bisenzio

L’indiscrezione riportata da Il Tirreno

La famiglia Casini che fa capo a Carla Casini, madre di Alessio Ranaldo (presidente Confindustria Toscana), avrebbe offerto alla Fiorentina dei terreni per una superficie complessiva di 38 ettari. Secondo quanto scritto da Il Tirreno nella sua edizione online, il costo dell’area situata a Campi Bisenzio nei pressi del noto centro benessere Asmana, è valutato intorno ai 10 milioni di euro. Al momento però l’ipotesi più accreditata per il nuovo impianto sportivo rimane il progetto Mercafir. Le parole di Nardella e dello stesso Commisso fanno intendere di voler proseguire il percorso di costruzione dentro i confini cittadini.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/19, 18:11
Terreno di Campi, la precisazione della famiglia Casini

La famiglia Casini intende precisare che la lettera richiamata nell’articolo medesimo rappresenta una manifestazione di interessi avanzata alla ACF Fiorentina S.p.A. ma che non si è mai parlato di costi

Riceviamo da parte dell’avvocato Baccichet per conto della famiglia Casini una precisazione su quanto da noi ripreso questa mattina con fonte Il Tirreno

Con riferimento all’articolo pubblicato questa mattina sul giornale Il Tirreno online – Prato e da Voi riportato sotto il titolo “Famiglia pratese offre a Commisso 38 ettari per lo stadio a Campi Bisenzio”, l’Avv. Marco Baccichet, in nome e per conto dei Signori Casini Vittorio, Casini Paolo, Casini Carla e Casini Brunella, legali rappresentanti della Immobiliare Centro Nord dei Fratelli Casini S.a.s., precisa:

    che la lettera richiamata nell’articolo medesimo rappresenta una manifestazione di interessi avanzata alla ACF Fiorentina S.p.A., finalizzata ad instaurare una trattativa per la cessione di alcune aree apparentemente idonee alla realizzazione di un nuovo Stadio, col solo scopo di offrire una alternativa di scelta alla società;
    che nessun contatto diretto è mai intervenuto tra i miei clienti ed il Dott. Commisso, né è mai stato discusso alcun prezzo;
    che nessun coinvolgimento diretto nella presente vicenda hanno le società Alma S.p.A., Pointex S.p.A e Manifattura Maiano S.p.A., così come il Sig. Alessio Ranaldo;
    che lo stesso può dirsi per la ACF Fiorentina S.p.A., mera destinataria della suddetta manifestazione di interessi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/17/19, 23:34
Nardella: “Modello stadio come quello per la realizzazione della tramvia”

Le parole del primo cittadino di Firenze nella giornata di oggi

Dopo la foto di ieri che ritraeva il sindaco Dario Nardella al lavoro con i suoi collaboratori per provare a sbloccare definitivamente la questione-stadio, il primo cittadino di Firenze è stato intercettato da Italpress e ha parlato del futuro relativo al nuovo impianto alla Mercafir: “Volevo sottolineare il fatto che noi preferiamo fare invece che comunicare, anche perché siamo più bravi a fare che a comunicare. Sullo stadio sto applicando lo stesso metodo di lavoro che ho applicato nello scorso mandato per fare le due linee della tramvia: task force, incontri periodici e continui. E attenzione ai fatti, tempi e procedure con massima determinazione e serietà. Il modello usato per fare le tramvie è lo stesso che ho deciso di utilizzare come lavoro per quanto riguarda lo stadio”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/18/19, 16:40
Stadio a Campi? Incompatibile con la pista dell’aeroporto che ancora non c’è

In attesa del giudizi del 28 novembre che può sbloccare la pista Ryw 12-30, lo stadio è incompatibile per altezze, luci e onde elettromagnetiche

L’idea di realizzare il nuovo stadio della Fiorentina a Campi ha acceso lo scontro fra Dario Nardella ed Emiliano Fossi. Ma c’è una nuova componente in fibrillazione: Toscana Aeroporti, perché l’area per il nuovo stadio è a soli 2,5 chilometri dalla testata della nuova pista di volo Ryw 12-30 monodirezionale. I tecnici della società sono andati a spulciare la Valutazione di Impatto Ambientale, e come scrive La Nazione ci sono dei dati che non vanno d’accordo.

Perché i 32 metri di altezza del nuovo impianto, incrociati con l’orientamento 12-30 della nuova pista non vanno d’accordo. Non solo per il una questione di “collisione” ma perché le mappe di vincolo della futura pista impongono altre limitazioni. Come il no a manufatti con finiture esterne riflettenti, no a luci pericolose e fuorvianti, no ad antenne e apparati elettrici irradianti a qualsiasi altezza che prevedono onde elettromagnetiche. E no anche a sorgenti laser e proiettori ad alta densità.

Lo stadio a Campi Bisenzio sarebbe di ostacolo alla nuova pista, e Toscana Aeroporti vuole incaricare Enac ed Enav di analizzare le questione. Ma fino al 28 novembre la nuova pista è in attesa del giudizio del Consiglio di Stato sul ricordo presentato da Enac, ministeri Ambiente e Cultura, Regione, Comune di Firenze e Toscana Aeroporti contro la sentenza del Tar che ha annullato Via e conferenza dei servizi. E a ruota il Tar potrebbe mettere in calendario un altro ricorso. Un intoppo in più che fa allungare i tempi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/18/19, 21:43
Barone sul nuovo stadio: “Tanto lavoro da fare. Primo passo importante del Comune”

Il dirigente viola non si sbilancia dopo l’incontro con Nardella

Intercettato fuori da Palazzo Vecchio nella giornata di ieri, Joe Barone era presente insieme a Joseph Commisso per incontrarsi con il sindaco Nardella sul nodo-stadio. Repubblica ha raccolto le sue dichiarazioni al termine del vertice con la task force organizzata dal primo cittadino di Firenze: “Al momento stiamo valutando tutte le opzioni che abbiamo, inclusa la Mercafir”. Barone prosegue: “Siamo qui per parlare del futuro stadio. Il Comune ha fatto un primo passo molto importante, ora ce ne sono tanti altri dove si deve lavorare. Io sono qui per trovare un punto per fare lo stadio. Il lavoro è tanto”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/18/19, 22:24
Stadio Fiorentina a Campi, il sindaco Fossi: “Nessun conflitto con l’aeroporto”

Il sindaco Fossi parla dello stadio a Campi Bisenzio, ipotesi oggi secondaria rispetto all’area Mercafir

Lo stadio a Campi potrebbe essere incompatibile con la nuova pista dell’aeroporto di Peretola. A dirlo, questa mattina, ai microfoni di Lady Radio, Roberto Naldi, vice-presidente esecutivo di Toscana Aeroporti, la società guidata da Marco Carrai che gestisce gli scali di Firenze e Pisa. “L’alternativa dello stadio a Campi – ha aggiunto – merita un approfondimento da parte di Enac”. E’ di pochi minuti fa, invece, tramite Facebook, la replica del sindaco di Campi, Emiliano Fossi, che questa volta ha pubblicato anche una nota aggiuntiva: “Mi ero ripromesso di non tornare sopra per un po’ sulla questione stadio, soprattutto per dare la possibilità alla Fiorentina di fare le sue scelte nella massima serenità possibile. Ho letto però alcune dichiarazioni fatte dagli amministratori di Toscana Aereoporti sull’eventuale conflitto tra aeroporto e stadio a Campi, eventuale sia perché l’opera è bloccata da un ricorso alla giustizia amministrativa, sia perché nel merito le motivazioni addotte sono sbagliate e pretestuose”. “Non esiste il conflitto con l’aeroporto – scrive ancora Fossi – per quanto riguarda l’ipotesi di realizzazione dello stadio nell’area individuata a Campi, le due opere semplicemente non configgerebbero, mentre esiste, se proprio la vogliamo dir tutta, un potenziale vincolo tra nuova pista e alcune funzioni ipotizzabili nel progetto relativo all’area Mercafir”

Questa invece quella che il sindaco ha definito “nota di dettaglio”:
“In riferimento agli articoli pubblicati dalla stampa nazionale e locale circa l’ipotesi del nuovo stadio a Campi, e circa i dubbi sollevati da Toscana Aeroporti sulla compatibilità di un impianto sportivo di queste dimensioni sulla rotta di atterraggio della nuova pista di Peretola, si fa presente che i Piani di Rischio definiti da Toscana Aeroporti all’interno del Masterplan 2014-2029, prevedono che l’orientamento della nuova pista 12/30 determina una zona “C” che non interferisce con l’area del nuovo stadio a Campi Bisenzio. Diversamente l’area della Mercafir ricadrebbe sia nella zona di tutela “C” sia nella “B”, che rispetto alla “C” è ancor più restrittiva in quanto in queste zone è consentita la permanenza di un numero limitato di persone; nella zona di tutela “C” invece non si possono prevedere nuove attività residenziali. Per quanto attiene invece l’altezza del manufatto che la società viola sta predisponendo con un’altezza sul livello del mare di 70 metri, si fa presente che nel documento di Via “Relazione tecnica generale” del Masterplan, la superficie di avvicinamento della pista 12 presenta sostanzialmente solo tre ostacoli che possono forare i valori individuati dalle analisi numeriche, due dei quali per pochi centimetri (82,70-81,03-81,94); quindi se lo stadio arriverà alla quota di 70 metri sul livello del mare, risulta al di sotto delle quote ammissibili per i piani di avvicinamento della pista 12. Si fa presente che lo stesso problema sussiste nei confronti della pista 30, cioè il percorso di avvicinamento da Firenze verso la pista di Peretola. Nell’elaborato del Masterplan sulle supefici ostacoli, l’area dello stadio è all’interno della “superficie orizzontale interna IHS” e non dentro la “superficie di avvicinamento strumentale 1:50″. Si sottolinea inoltre che attualmente il Masterplan 2014-2029 è sospeso in attesa della sentenza del Consiglio di Stato, e che fino a quel momento non è possibile considerare nessun scenario di conformità al progetto dell’ampliamento dell’aeroporto di Peretola”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/18/19, 22:53
Toscana Aeroporti prende posizione: “Nessuno usi in modo pretestuoso lo stadio della Fiorentina contro la nuova pista”

Toscana Aeroporti risponde al sindaco Emiliano Fossi

In merito alle dichiarazioni del Sindaco di Campi Bisenzio relative alla possibile realizzazione dello stadio di Firenze. Toscana Aeroporti, contrariamente a quanto dichiara il Sindaco, non ha diramato fino ad oggi alcun comunicato ufficiale, non volendo entrare in querelle politiche che non le competono.
Occorre però, ora, esprimere la propria posizione in risposta al Sindaco Fossi. Per quanto riguarda gli eventuali “vincoli”, la domanda va posta ad Enac ed Enav ma ricordiamo che una cosa sono i vincoli sulle aree di rispetto, altra sono quelli sugli edifici e sulle funzionalità degli stessi sulle rotte di avvicinamento.
In ogni caso, da fermi supporter della Fiorentina e della sua necessità di dotarsi di uno stadio efficiente, ribadiamo che qualunque istituzione o società che volesse utilizzare in modo pretestuoso lo stadio della Fiorentina per ostacolare il processo autorizzativo della nuova pista, concluso e solamente sub iudice amministrativo, troverà Toscana Aeroporti pronta a ricorrere in ogni sede per la tutela dei propri legittimi interessi. Peraltro, tali interessi coincidono in questo caso con quelli dello Stato, essendo l’infrastruttura aeroportuale una infrastruttura pubblica e pianificata dagli organismi nazionali.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/19/19, 23:55
Stadio, un’altra giornata di polemiche. Scontro Toscana Aeroporti-Fossi: “Nessun vincolo”

Botta e risposta tra il primo cittadino di Campi e la società che gestisce lo scalo fiorentino.

Un altro botta e risposta che alimenta la discussione e scalda gli animi sul tema relativo al nuovo stadio. Ieri, scrive il Corriere Fiorentino, è andata in onda una nuova puntata: stavolta lo scontro è stato tra il sindaco di Campi Bisenzio e Toscana Aeroporti, per voce del suo vice-presidente Roberto Naldi, reo di aver sollevato un tale polverone che, nel pomeriggio, Emiliano Fossi si è sentito in dovere di replicare e controbattere con un comunicato stampa. La preoccupazione di Toscana Aeroporti è che il nuovo stadio in un’area vicina alla pista di atterraggio sfiorerebbe un’eventuale torre e l’illuminazione impedirebbe di vedere la pista preoccupare. Frasi, quelle pronunciate dal numero due della società che gestisce gli scali toscani, che hanno molto infastidito l’amministrazione comunale campigiana secondo la quale non esiste alcun conflitto. Anzi, per Fossi oltre a non esserci nessun vincolo, sarebbe l’area Mercafir quella più esposta a questo tipo di problema.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/20/19, 00:05
Barone alla task force per lo stadio: “Siamo in sintonia con il Comune, stiamo facendo ottimo lavoro”

Le parole di Joe Barone all’uscita da Palazzo Vecchio

All’uscita da Palazzo Vecchio, dove si è incontrato con la task force organizzata da Nardella per la realizzazione del nuovo stadio, Joe Barone ha parlato ai microfoni dei cronisti presenti:

    Stiamo lavorando abbastanza bene con il Comune di Firenze, hanno fatto un passo molto importante e complimenti a tutto il Comune e al Sindaco per il lavoro. Sarò presente ogni settimana alla task force per continuare a lavorare ai vari step e arrivare al punto. Aggiorno Rocco continuamente, stiamo facendo un ottimo lavoro per la Fiorentina. Mercafir scelta definitiva? Stiamo lavorando, non voglio entrare sul discorso delle scelte definitive, siamo ad un punto molto avanzato e sia io che Rocco Commisso siamo molto contenti per il lavoro che il Comune di Firenze sta svolgendo. Mille tifosi a Brescia? La nostra è una tifoseria importante, dà tanta energia positiva a tutta la squadra, a me e a Rocco. Sosta ha fatto bene? Fa parte del campionato, ci toglie tanti giocatori.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/20/19, 00:06
Radio Bruno: Mercafir, la strada sembra tracciata. Decade l’ipotesi restyling del Franchi

L’ipotesi Campi non è decaduta, ma la strada che porta alla Mercafir è tracciata per la Fiorentina. C’è sintonia col Comune

Importanti novità sul fronte stadio arrivano dalla mattinata in Palazzo Vecchio. Come riporta Radio Bruno, la Fiorentina si è convinta che si possa costruire il nuovo stadio alla Mercafir in quattro anni. E per questo, come già detto nei giorni scorsi, parteciperà attivamente ogni volta che si riunirà la task force in Comune. L’ipotesi restyling del Franchi è invece decaduta, la Soprintendenza ha sancito che le curve non si possono né avvicinare, né abbattere. La strada è dunque tracciata: anche se l’opzione Campi Bisenzio non è ancora accantonata, la Fiorentina sembra aver scelto l’area Mercafir per la costruzione del nuovo impianto. E Rocco Commisso preferirebbe avere un’area parcheggi più grande rispetto ai 1500 posti già stabiliti e di cui si caricherà il Comune di Firenze: ci si lavorerà, perché al n° 1 di Mediacom non interessa un progetto di Cittadella nelle area adiacenti all’impianto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/20/19, 01:15
Nardella: “Per stadio lavoro di squadra straordinario con la Fiorentina”

Dario Nardella parla del nuovo stadio della Fiorentina

Con la Fiorentina, per la possibile realizzazione di un nuovo stadio a Firenze, “c’è un lavoro di squadra straordinario“. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella parlando a margine della seduta straordinaria del Consiglio comunale di Firenze svoltasi quest’oggi a Palazzo Vecchio.

“Ovviamente la Fiorentina deve partecipare alla task force, anche perché quando parliamo in generale del progetto stadio parliamo anche della situazione attuale dello stadio Franchi. Poi sappiamo bene che ci saranno delle procedure di evidenza pubblica quindi tutti noi rispetteremo le regole, la Fiorentina per prima e noi come Comune ma è giusto che ci sia un contatto costante fra i nostri uffici e la Fiorentina ai massimi vertici perché questo è molto importante. Il fatto che Joe Barone insieme al suo staff partecipi alla nostra ‘task force’ sullo stadio è un segnale di chiarezza da parte della Fiorentina“. Lo scrive l’agenzia di stampa Italpress.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/21/19, 19:02
Nuovo stadio, ma che fare col Franchi? Tecnici di Palazzo Vecchio a lavoro

Mentre la task-force continua il suo lavoro sul dossier Mercafir, i tecnici del comune pensano anche al futuro dello Stadio Franchi.

Il gruppo di lavoro del Comune di Firenze che si occupa di attuare il cronoprogramma che in 48 mesi dovrebbe portare a regalare alla città il nuovo stadio della Fiorentina nell’area Mercafir, ha già mosso i primi passi anche per tutelare dal rischio abbandono e decadenza l’Artemio Franchi. Palazzo Vecchio a breve invierà alla Sovrintendenza una richiesta formale per conoscere nei dettagli quali sono le strutture sottoposte a tutela del Franchi. Sulla base delle risposte della Sovrintendenza, si procederà a studiare come impiegare in futuro la struttura in base alle possibili modifiche strutturali.

“La task force – spiegò infatti il Sindaco Nardella lunedì scorso – oltre ad occuparsi della questione per il nuovo impianto alla Mercafir, deve mettere in campo un piano di riutilizzazione e valorizzazione del Franchi. Perché non possiamo permetterci che diventi un luogo abbandonato o inutilizzato”.

A riportarlo è ilsitodifirenze.it

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/21/19, 19:13
Nardella sul nuovo stadio “Molto determinati e tranquilli. Con Commisso…”

Sulla questione stadio a Firenze “stiamo andando avanti, siamo molto determinati e molto tranquilli. Incontrerò Commisso molto presto, credo sarà uno dei primi incontri che il patron della Fiorentina farà proprio per consolidare questo lavoro che ormai sta andando avanti già da molte settimane per il nuovo stadio della Fiorentina”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella a Italpress a margine di un convegno svoltosi quest’oggi al teatro ‘La Compagnia’ di Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/23/19, 00:07
Riqualificazione della Mercafir, oggi la prima riunione con gli operatori

La nota di Palazzo Vecchio

In mattinata è andato in scena la prima riunione operativa sul progetto di riqualificazione del Mercato Agroalimentare di Firenze. Nella sede attuale dello stesso, si sono incontrati l’assessore alle partecipate ed allo sviluppo economico Federico Gianassi ed il presidente di Mercafir Giacomo Lucibello. Vi riportiamo le parole di Gianassi diffuse in una nota da Palazzo Vecchio:

    E’ stata una riunione molto positiva e proficua. C’è da parte di tutti la disponibilità e l’interesse a fare un buon lavoro, tenendo in grande attenzione le esigenze del mercato da riqualificare. Con questa prima riunione si apre infatti una fase nuova nella quale anche gli operatori saranno coinvolti, perché entriamo rapidamente nella fase dei progetti che devono tenere in considerazione le esigenze di tutti. L’obiettivo dell’Amministrazione è duplice: da un lato realizzare il nuovo stadio di Firenze, moderno, efficiente e funzionale, dall’altro riqualificare questo bel mercato che rappresenta un pezzo importante dell’economia fiorentina e del mondo del lavoro della nostra città. Ci sono tutte le condizioni per fare bene. Sono soddisfatto dell’esito di questa prima riunione perché ho colto che gli obiettivi dell’Amministrazione di fare velocemente e fare bene sono anche gli obiettivi degli operatori in relazione alla riqualificazione del mercato.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/24/19, 22:32
Basile: “Campi strategica per l’accelerata Mercafir. Scelta di Casamonti non casuale”

Le parole di Basile sulle scelte di Commisso relative al nuovo stadio

Intervenuto a Radio Bruno, il giornalista e corrispondente dagli Stati Uniti Massimo Basile ha parlato delle ultime relative al nuovo stadio: “Una volta tramontata l’ipotesi restyling del Franchi, l’idea è sempre stata quella di fare lo stadio a Firenze nell’area Mercafir, ma Commisso e co. erano delusi dalla burocrazia e dalla politica locale. Campi ha svolto un ruolo importante nel pungolare l’amministrazione fiorentina, e parlando con Commisso prima dell’accelerata di ottobre lui ci aveva pensato veramente. In quei giorni il messaggio è arrivato a Nardella ed è arrivata la svolta. Rocco vuole fare veloce, anche prima dei 48 mesi ipotizzati, e la scelta dell’architetto Casamonti non è casuale. Lui ha uno staff di architetti di grosso nome anche negli Usa, ma vuole una persona che stia a fianco dell’amministrazione fiorentina per capire come procedano i lavori giorno dopo giorno”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/19, 21:04
VIDEO VN – Nardella: “Raccolgo la sfida di Commisso. Obiettivo 2023/24”

Le parole di Nardella al termine dell’incontro odierno che verteva sul nuovo stadio


Alessandro Lilloni
@AleLilloni
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/19, 21:05
VIDEO VN – Commisso: “Lo stadio si fa a 3 condizioni. La prima partita nel nuovo impianto….”

Il Patron Rocco Commisso parla dopo aver chiarito la situazione stadio con Dario Nardella


Alessandro Lilloni
@AleLilloni
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/19, 21:16
Nardella: “Raccogliamo la sfida di Rocco, vogliamo rispettare la scadenza”

Così il sindaco di Firenze dopo l’incontro con Rocco Commisso

Insieme a Rocco Commisso, anche Dario Nardella si concede per qualche battuta ai giornalisti dopo l’incontro di oggi del presidente della Fiorentina: “Noi raccogliamo la sfida, i tre punti di Rocco sono anche i nostri. Lavoreremo perchè si possa definire in tempi rapidi tutti gli aspetti, a partire dal valore dell’area. C’è sintonia e stiamo lavorando con grande determinazione. Rocco ci ha detto che vorrebbe avere lo stadio pronto per la stagione 2023/24 ed è l’obiettivo che ci diamo anche noi”.

Alessandro Lilloni
@AleLilloni
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/19, 21:18
Commisso annuncia: “Voglio il nuovo stadio pronto nel 2023”

All’uscita da Palazzo Vecchio dopo l’incontro col sindaco Nardella, Rocco Commisso ha rivelato: “Si continua a lavorare come stiamo facendo da 4 mesi. Avevamo iniziato a parlare della zona di Campo di Marte, ora ci stiamo concentrando sulla Mercafir. Mi è stato assicurato che i miei tre punti saranno rispettati. Voglio che la Fiorentina giochi la sua prima partita nel nuovo stadio a settembre 2023, cioè tra 4 anni esatti. Poi che i costi siano giusti e che ci sia total control sull’area”. Poi scherzosamente ha detto: “Il sindaco ci ha mostrato quanto è bravo col violino e ha fatto una bella sorpresa a me e mia moglie perchè oggi è il nostro anniversario di matrimonio”.

Alessandro Lilloni
@AleLilloni
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/25/19, 22:16
Mercafir, Commisso è convinto del progetto: la situazione

Il presidente approva il lavoro del comune, a meno che vengano rispettate le 3 condizoni stabilite

Nella giornata odiera, il Comune e il Sindaco Nardella hanno mostrato a Rocco come stanno procedendo i lavori sull’area Mercafir, che a oggi è al top della lista delle possibili opzioni per la realizzazione del nuovo stadio. Si tratta di un lavoro che tiene conto delle 3 condizioni fondamentali che Rocco ha segnalato fin dall’inizio: tempi veloci, costi giusti, chiari e sotto controllo, proprietà dell’area. Sembra filtrare ottimismo dal presidente verso  il lavoro che il Comune ha impostato, nei prossimi giorni si dovranno realizzare i vari passaggi che garantirebbero queste condizioni. Viene spontaneo pensare quindi che Mercafir sia al momento in testa rispetto a eventuali altre opzioni, anche perché si tratta da un’area già studiata.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/26/19, 16:42
Nuovo stadio, l’assist di Commisso a Nardella: avanti tutta. Il rammarico per il Franchi

Gli sviluppi

Sul Corriere Fiorentino si parla del nuovo stadio della Fiorentina. Ancora non c’è niente un atto ufficiale, ma il primo incontro tra Nardella e Commisso ha portato già una data: 2023. La Mercafir come soluzione, una virata a malincuore perché il presidente viola si è detto dispiaciuto di non poter andare verso il restyling del Franchi. I tempi: due anni serviranno per trasferire il mercato ortofrutticolo a nord per lasciare libera l’area sud, periodo di tempo che servirà per avere la progettazione esecutiva di stadio e annessi e connessi da parte della Fiorentina, pronta così ad occupare l’area con i cantieri. Quanto si paga? Il costo dell’area, non ancora definito tra i 15 ed i 20 milioni di euro, gli oneri di urbanizzazione previsti per legge e quelli da definire nella concessione urbanistica, per magari affrontare anche il tema della mobilità.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/26/19, 21:08
Commisso conferma: “Voglio il nuovo stadio pronto per settembre 2023”. E sulla squadra…

Il patron viola ha parlato a ViolaChannel

Ecco le parole del presidente gigliato Rocco Commisso al media ufficiale della Fiorentina:

    A Firenze si sta meglio che a New York, oggi è una gran bella giornata, ci sono quasi trenta gradi. Sono contento di essere tornato, se non sbaglio è il quinto viaggio in quattro mesi, speriamo di portare fortuna. L’ultima volta dal vivo avevo visto la gara contro la Juve, poi la squadra è andata sempre meglio facendo tanti punti. Anche da lontano è comunque una grande emozione seguire la Fiorentina, speriamo che domani sera contro la Lazio i ragazzi facciano bene: ne sono convinto. Prima andrò a Cesena a seguire la Supercoppa delle Women’s, sarà una domenica impegnativa ma lo faccio volentieri, tengo molto alla squadra femminile. Nel club sono tutti contenti per la realizzazione del centro sportivo, dalla Prima Squadra ai giovani ed alle donne. Lo stadio? Il sindaco vuole il meglio per Firenze, così come il sottoscritto. Tutto deve essere fatto bene, con i costi giusti e nei tempi che abbiamo indicato: nel settembre 2023 vogliamo giocare la prima partita nel nuovo impianto. Lavorando per bene andremo lontano. Ringrazio come sempre i tifosi per l’accoglienza che tutte le volte mi riservano qui a Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/30/19, 22:10
Passi in avanti per lo stadio alla Mercafir. Il Comune esclude la VAS

La valutazione ambientale strategica ritenuta non necessaria per la variante al piano urbanistico

Un altro passo avanti per la realizzazione dello stadio e del nuovo Centro alimentare polivalente: dopo la delibera di indirizzo del 14 ottobre scorso, la giunta ha approvato ieri l’esclusione della variante dalla valutazione ambientale strategica. Dopo l’incontro tra il sindaco Dario Nardella e il presidente della Fiorentina Rocco Commisso della settimana scorsa, sono già state effettuate quindi le prime valutazioni approvate dalla giunta ed è in corso di definizione la delibera per l’adozione della variante sull’area Mercafir. La variante consentirà la vendita dell’area per la realizzazione dello stadio e definirà l’accelerazione delle procedure per la realizzazione del nuovo mercato.

Nel dettaglio, con la delibera approvata oggi, la giunta ha escluso dalla valutazione ambientale strategica la proposta di variante al regolamento urbanistico per la realizzazione del nuovo Centro alimentare polivalente e del nuovo stadio, riconducendola tra l’altro alla tipologia delle ‘varianti semplificate’ in quanto precisa alcuni aspetti senza modificare la previsione né in termini di localizzazione né di dimensioni. La variante non comporta impatti ambientali diversi da quelli già valutati nel 2012 e nel 2015.

La proposta di variante fa seguito all’atto di indirizzo della giunta comunale del 14 ottobre scorso, che aveva ribadito l’interesse alla realizzazione del nuovo stadio, confermando interamente la previsione urbanistica contenuta nel regolamento vigente e precisando alcuni aspetti. In particolare, le precisazioni riguardano: l’aspetto patrimoniale, considerato che lo stadio potrà essere realizzato e gestito da un operatore privato su un terreno acquisito in proprietà; la modalità attuativa, poiché il comparto nord potrà essere attuato attraverso l’approvazione di un progetto di opera pubblica; la Sul e le destinazioni d’uso con l’attribuzione specifica a ciascun comparto; le condizioni al contorno, visto che la messa in esercizio dello stadio sarà subordinata alla realizzazione dello svincolo di Peretola e della stazione aeroporto del servizio ferroviario metropolitano.

È stato verificato che nessuna delle proposte di modifica della scheda relativa al Centro alimentare polivalente comporta impatti sull’ambiente diversi da quelli già valutati in sede di Vas della variante al Prg 2012 e di Vas del Regolamento urbanistico 2015. Per il Comparto Nord (mercato ortofrutticolo) la procedura, oltre a garantire la coerenza con le attuali disposizioni, consente una valutazione ambientale più accurata considerato il maggior livello di dettaglio del progetto rispetto al piano; nel caso del comparto sud (nuovo stadio) sono previste entrambe le procedure e quindi una maggiore garanzia ambientale per gli interventi in progetto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 10/31/19, 22:09
Fast Mercafir, c’è l’ok per l’accelerata: adesso i tempi possono essere rispettati

Il punto della situazione

La Repubblica in edicola oggi racconta dell’ok da parte della giunta comunale all’esclusione delle operazioni necessarie alla costruzione dello stadio alla Mercafir dalla Vas (Valutazione ambientale strategica). In soldoni, significa che verrà risparmiato fino ad un anno per lo spostamento del mercato e per la costruzione dell’impianto. Di conseguenza, i tempi indicati nei giorni scorsi (quattro anni) possono essere rispettati. “Vedremo”, il mantra che risuona negli ambienti viola, concentrati ad oggi sul Centro Sportivo.

Quanto allo stadio, il costo dei terreni si aggirerà sui 15-20 milioni, da reinvestire subito nello spostamento del mercato: Commisso – si chiede il quotidiano – sarà disposto a spendere tanto?

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/02/19, 14:39
FdI attacca Nardella: “In 10 anni mai pensato a progetto alternativo del Franchi”

Il coordinatore Torselli dice la sua sul futuro del Franchi

Intervenuto in Palazzo Vecchio, il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Francesco Torselli ha tuonato contro l’attuale giunta sul tema della riqualificazione del Franchi: “Nardella era sicuro che lo stadio a Firenze non sarebbe mai stato fatto. In 10 anni di discussione non è mai stato realizzato un progetto alternativo per l’Artemio Franchi. Dire di voler portare il rugby o l’atletica è una risposta improvvisata visto che c’è già il Ridolfi per l’atletica”.

Il capogruppo fiorentino Simone Sollazzo aggiunge: “Il quartiere 2 è il quartiere dello sport e della Fiorentina. Il 60 % delle strutture sportive cittadine è in quella zona. Se la squadra gigliata dovesse abbandonarlo sarebbe un danno ed una sconfitta. La manuntenzione del Franchi costa un milione di euro all’anno, chi la pagherà quando andranno via? L’esempio del Flaminio a Roma è lapalissiano, non deve diventare una cattedrale nel deserto. Necessario pensare anche ai commercianti”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/03/19, 12:16
“Mercafir, 6 milioni per i terreni”: no comment del Comune di Firenze alle parole di Commisso

Commisso lancia la formula 2+2: centro sportivo da 50 milioni e nuovo stadio in 47 mesi

La Nazione si concentra sulle parole di Rocco Commisso sul nuovo stadio. Per il presidente il prezzo giusto sono i 400mila euro a ettaro pagati per “il terreno vergine” di Bagno a Ripoli. Vale a dire, facendo una moltiplicazione, che i 15 ettari dell’area Mercafir non dovrebbero costare più di 6 milioni di euro, facciamo pure 7 per essere di manica larga. Altrimenti? “Se il prezzo non è giusto e se non vengono rispettati i tempi, lo stadio alla Mercafir non si fa“. Lo dice subito Commisso. E lo ha già detto al sindaco Dario Nardella, fa presente. Mentre da Palazzo Vecchio, sull’argomento, arriva un “no comment”. E si continua a lavorare con la task force dedicata al progetto stadio con le modalità comunicate a Commisso nell’incontro del 25 ottobre. Eppure il prezzo per la vendita del terreno pubblico del Comune non lo fa certo il sindaco. Saranno i periti del tribunale a stabilirne il valore. Diversamente la Corte dei Conti avrebbe già materiale su cui lavorare. Possibile che ci si avvicini alla cifra valutata come «prezzo giusto» dal presidente della Fiorentina? A Castello Toscana Aeroporti, se si arriverà alle condizioni per il rogito, pagherà a Unipol 75 milioni per circa 120 ettari, ovvero circa 600mila euro a ettaro.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/03/19, 12:44
Il duello: la questione-stadio è nella sua fase più calda

L’approfondimento

La Repubblica dedica oggi ampia rilevanza alla questione-stadio, dibattuta ieri da Rocco Commisso in conferenza stampa: si parla addirittura di duello, perché la burocrazia e le procedure rischiano di far crollare le certezze (47 mesi per il nuovo impianto) del tycoon italo-americano. Il terreno verrà valutato attraverso una perizia che stabilirà il prezzo, secondo alcuni intorno ai 12-15 milioni; Rocco ha detto che sarebbe disposto a spenderne 6. Le alternative (Campi Bisenzio, per nominarne una) rimangono al vaglio, dato che Rocco non comprerà tanto per comprare, dopo aver già investito circa 500 milioni nella sua nuova realtà.

Nessun favoritismo: per evitare l’accusa di danno erariale, Palazzo Vecchio dovrà vendere a prezzo pieno, dunque Commisso dovrà armarsi di pazienza. Altrimenti, come accade in America, trasferirà la Fiorentina in un altro comune. A mali estremi…

L’articolo completo nel quotidiano in edicola.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/03/19, 13:07
Mercafir, Commisso fa il prezzo: irritazione del Comune

Secondo il Comune di Firenze, Commisso avrebbe fatto il passo troppo lungo

Il Corriere Fiorentino si concentra sulle parole di Rocco Commisso sul nuovo stadio della Fiorentina. Da Palazzo Vecchio non esce una parola su quanto detto dal presidente, ma l’irritazione c’è perché il patron avrebbe fatto il passo troppo lungo: dagli uffici del Comune, infatti, che la cifra di vendita dei terreni della Mercafir sono dipenderete da una scelta politica, ma da una perizia obbligatoria che si basa su criteri oggettivi e sui prezzi di mercato. Tuttavia quando Diego Della Valle trattava col Comune l’acquisto di tutta l’area Mercafir (36 ettari anziché i 15 necessari al progetto di Commisso), pur senza una perizia, si parlava di una cifra tra i 15 e i 20 milioni di euro. Ma Commisso, e questo è forse l’argomento che preoccupa più di ogni altro il Comune di Firenze, ribadisce di non aver abbandonato l’ipotesi dello stadio a Campi Bisenzio. A venire incontro alla Fiorentina i proprietari dei terreni di Campi che nei giorni scorsi hanno scritto alla società per dirsi disponibili a trattare sull’are di 38 ettari. Nella lettera si sono detti pronti a un prezzo ragionevole, senza speculare, tanto da promettere che dall’eventuale vendita ricaverebbero una cospicua donazione per il Meyer.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/03/19, 13:12
“Rocco, non fidarti”. L’avvertimento a Commisso da parte dell’opposizione

Il monito al Presidente

Di seguito riportiamo il testo della lettera aperta inviata a Commisso da parte dell’opposizione del Consiglio Comunale di Firenze, pubblicata sul sito del Comune:

Caro Rocco,

la tua storia d’italiano emigrato negli Stati Uniti a 12 anni, che decide di tornare in Patria da imprenditore di successo, scegliendo la nostra città per rilanciare le ambizioni della nostra squadra del cuore, ci riempie di orgoglio ma, allo stesso tempo, ci affida una responsabilità che non possiamo eludere: quella della verità.

Leggendo ogni giorno le dichiarazioni del Sindaco Nardella, sostanziate con la deliberazione di Giunta numero 2019/G/00466, ci permettiamo umilmente, anche se non hai certo bisogno dei nostri consigli, di suggerirti di utilizzare estrema cautela.

Innanzitutto perché il Sindaco Nardella governa la nostra città ininterrottamente da più di 10 anni, prima come Vicesindaco e poi come Sindaco e, nonostante i reiterati proclami, non è ancora riuscito a trovare una soluzione né per lo stadio né per la Mercafir.

Se le sue parole del 5 dicembre del 2018, in occasione della presentazione del progetto della nuova Mercafir, si fossero concretizzate, a Castello ci sarebbe un cantiere aperto in vista dell’inaugurazione del nuovo mercato nel 2021 e non ci sarebbero più i noti problemi di spostamento per costruire il nuovo stadio nell’attuale comparto Sud della area Mercafir.

Il punto essenziale è proprio questo ed è messo nero su bianco nella deliberazione sopra citata. Il Sindaco nel quarto paragrafo chiede “la redazione da parte di Mercafir S.p.A. di un piano di dettaglio che preveda le modalità e le tempistiche di realizzazione della nuova area mercatale intimando che la riconsegna dell’area ove è attualmente prevista la realizzazione del nuovo stadio all’Amministrazione comunale debba avvenire entro 24 mesi decorrenti dalla formale manifestazione di interesse a tale soluzione da parte di un soggetto privato”. È evidente che il Sindaco si prepara a riproporre quello che in Italia chiamiamo scaricabarile. Egli, infatti, vorrebbe che tu presentassi una manifestazione d’interesse per quell’area, così da imbrigliarti nel giuoco politico per i prossimi anni, ben sapendo che la Mercafir non potrà mai rispettare quanto egli chiede per poi addossargli tutta la responsabilità dei sicuri ritardi che interverranno.

Tant’è vero che è a tutti noto che per la realizzazione della nuova Mercafir mancano ancora il progetto esecutivo, al quale deve seguire una gara d’appalto, l’assegnazione conseguente dei lavori all’impresa vincitrice e i lavori dovranno poi essere conclusi e collaudati. È inoltre chiaro che le risorse necessarie per la realizzazione del nuovo mercato sono alquanto incerte (il Sindaco Nardella parlava di 70 milioni di euro) e per i vertici di Mercafir sarà quindi impossibile mantenere l’impegno di liberare l’area in 24 mesi.

Per suffragare la nostra tesi, ti preghiamo di prendere visione del rapporto dell’Agenzia Statale per la Coesione Territoriale sui tempi di attuazione delle opere pubbliche in Italia. Il rapporto è del 2018 ed è facilmente consultabile anche in rete. L’evidenza dei dati, che il rapporto contiene in merito alla realizzazione delle opere pubbliche in Italia, ti convincerà che la strada della Mercafir è una strada impraticabile.

Come Vicepresidente del Consiglio comunale e come Presidente della Commissione di Controllo faremo comunque la nostra parte, convocando il Presidente di Mercafir Giacomo Lucibello e ponendo queste stesse domande all’Amministrazione nel supremo interesse della città e dei fiorentini.

Ringraziandoti per l’attenzione,

Cordialmente,
Emanuele Cocollini e Antonio Montelatici.
Vicepresidente Vicario del Consiglio Comunale e Presidente della Commissione di Controllo”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/03/19, 13:52
“Così non si fa il bene di Firenze, polemiche sterili”. La risposta alle accuse all’amministrazione

Giorni caldi sul tema stadio

    Polemiche sterili che non guardano al bene della città e della Fiorentina. Sono loro a strumentalizzare la vicenda, non il Pd e l’amministrazione che invece stanno lavorando per arrivare a una soluzione. In questo modo non si fa il bene di Firenze, in un momento in cui c’è bisogno del massimo sostegno ad una squadra che sta realizzando ottimi risultati. Fratelli d’Italia fa una sua ricostruzione della vicenda, componendo un mosaico alquanto poco reale. Quanto alla lettera della Lega, apprezziamo la buona volontà ma siamo certi che il presidente Commisso ha dalla sua abbastanza esperienza e competenza per saper scegliere i buoni consigli, grazie anche ad un gruppo di ottimi suoi collaboratori che lo sapranno guidare nel fare le scelte più opportune.

Sono queste le parole di Nicola Armentano, capogruppo PD, e Fabio Giorgetti, presidente della Commissione Sport, alle dichiarazioni di FdI e della Lega, riportate in un comunicato stampa disponibile sul sito del Comune di Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/04/19, 15:18
Il no comment di Nardella sullo stadio: “Lavoro e non parlo”

Dopo le parole di Commisso sul prezzo “ragionevole” dell’area Mercafir, sembra essere calato il gelo tra le parti

“Io sullo stadio lavoro e non parlo”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella rispondendo ad una domanda dei giornalisti che gli hanno chiesto se è vero che si sia irritato per le parole pronunciate dal presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, sabato scorso, in merito alla possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze (italpress).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/04/19, 15:30
Nuovo stadio, rilancio Campi: 35 ettari, 7mila parcheggi e soldi devoluti al Meyer

Dopo le parole di Commisso si apre un’altra strada per il nuovo stadio viola: riprende quota l’opzione Campi Bisenzio

Campi Bisenzio non molla, anzi rilancia. Con un’offerta dell’immobiliare Centronord della famiglia Casini, proprietaria dei terreni opzionati dai Della Valle per la realizzazione del centro sportivo, che aggiunge altri 8 ettari ai 27 già messi a disposizione per realizzare lo stadio della Fiorentina. Su La Nazione Ilaria Ulivelli parla ancora della ‘battaglia’ tra Campi e Mercafir per ospitare il nuovo impianto viola: se Commisso dovesse optare per i 35 ettari di Campi Bisenzio, il prezzo di vendita sarà “giusto e onesto” e una parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza al Meyer. In più ci sarebbero ben 7.000 posti auto.

L’opzione Campi ha ripreso quota dopo le parole di sabato del tycoon viola che ha messo due paletti invalicabili per portare termine il progetto stadio a Novoli: 47 mesi per vedere la Fiorentina in campo nel nuovo stadio alla Mercafir, e soprattutto il prezzo giusto per l’acquisto dei terreni. Palazzo Vecchio va avanti sulla roadmap tracciata il 25 ottobre. Ma la Fiorentina non scarta nessuna opzione, meno che mai l’offerta di Campi Bisenzio.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/04/19, 23:32
Sindaco Campi: “Stadio? No ai preconcetti. Vogliamo aiutare a risolvere un problema, non siamo un posto sperduto”

Il sindaco Fossi parla del nuovo stadio della Fiorentina

Il post di Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, a proposito della vicenda relativa al nuovo stadio della Fiorentina:

(https://images2-gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/21/2019/11/news-viola/schermata-2019-11-04-alle-17-15-47.png?v=20191104222800)

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/05/19, 16:45
Nuovo stadio, asta entro gennaio. Ma tutto si basa sulla cifra che sarà stabilita a breve…

Il punto della situazione

Il sindaco Nardella vuole dimostrare coi fatti di poter rispettare i tempi stabiliti per il nuovo stadio. Così la Nazione in edicola oggi che aggiunge che il prezzo del terreno sarà stabilito dalla Commissione Valutazioni immobiliari  entro due mesi e mezzo, in modo tale da poter bandire una gara pubblica a fine gennaio 2020.

Joe Barone ha rassicurato con le sue parole di ieri, mentre i gesti distensivi con Nardella potrebbero essere la riprova di un ritrovato clima sereno: sarà veramente così? Commisso è cordiale e amichevole per natura, ma non è disposto ad aspettare a lungo anche se è probabile che la valutazione sia fatta su parametri diversi rispetto a quelli relativi ai terreni agricoli di Campi Bisenzio. Bisogna solo aspettare che la cifra salti fuori, e a quel punto Commisso, che ha fatto la sua valutazione (6 milioni), deciderà tra Firenze e i comuni limitrofi.

L’articolo completo nel quotidiano in edicola.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/05/19, 21:53
Sind. Campi: “Contatti continui con ACF. Terreni della famiglia Casini costano la metà rispetto a Firenze”

Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, ha parlato anche del nuovo stadio della Fiorentina nel corso del suo intervento a Lady Radio. Queste le sue parole: “I contatti con la Fiorentina sono costanti, continui. Il club viola sa benissimo quale sia la situazione a Campi, c’è la disponibilità da parte dei proprietari dei terreni lungo viale Allende. Conosce bene anche l’iter che il comune è pronto a mettere in campo per realizzare lo stadio. La nostra disponibilità, però, non è volta a creare un’operazione di ostruzionismo nei confronti di Firenze, anzi: è giusto che prima si vaglino le possibilità sul capoluogo. Se viene realizzato lo stadio alla Mercafir o in un’altra area di Firenze noi siamo contenti. Se queste possibilità non dovessero esserci, si sappia che a Campi possiamo mettere in piedi un percorso”.

Fossi, poi, si concentra sulla valutazione dei terreni accanto a Villa Montalvo che la famiglia Casini ha offerto alla Fiorentina: “Facendo una valutazione molto superficiale, possiamo stimare che abbiano un prezzo che è circa la metà rispetto ai terreni a Firenze. E, a quanto ci risulta, le situazioni di stadio e aeroporto non sono conflittuali tra loro”. Il sindaco di Campi torna in conclusione su temi più generali: “La grande Firenze dovrebbe essere la prospettiva e la questione dello stadio ha anche questo valore, cioè l’idea che si collabora insieme per la soluzione dei problemi, si affrontano insieme, si gestiscono insieme, che si programma insieme. Ma tutti devono fare un atto di generosità, i comuni limitrofi e il capoluogo, approcciandosi con un’idea che non preveda fgli e figliastri ma tutti sullo stesso piano”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/05/19, 21:55
Nuovo stadio Fiorentina, adottata la variante Mercafir: ridotti i tempi

Grazie al procedimento semplificato sarà possibile ridurre i tempi della procedura, dimezzando tra l’altro i termini per le osservazioni

Passi in avanti dal punto di vista burocratico sul fronte nuovo stadio alla Mercafir. E’ stata infatti adottata oggi dalla giunta di Palazzo Vecchio la variante semplificata per consentire la realizzazione delle due strutture nei comparti sud e nord. Grazie al procedimento semplificato sarà possibile ridurre i tempi della procedura, dimezzando tra l’altro i termini per le osservazioni che saranno di 30 giorni anziché 60.

La variante adottata oggi specifica quattro punti: l’aspetto patrimoniale dello stadio, la modalità attuativa del comparto nord, l’attribuzione della capacità edificatoria e delle relative destinazioni d’uso a ciascun comparto e le condizioni di accessibilità dell’area: tutti aspetti che precisano il contenuto della previsione vigente senza alterarlo né in termini di localizzazione né di dimensioni.

Parallelamente al percorso urbanistico l’amministrazione sta lavorando celermente al tema patrimoniale e fin dalla delibera di indirizzo del 14 ottobre ha attivato, nel rispetto del regolamento sui beni immobili, la commissione valutazioni immobiliari competente per la determinazione dei valori di mercato degli immobili da alienare. Il valore dell’area da porre a base d’asta sarà definito come sempre da una commissione tecnica e l’assegnazione dell’area avverrà tramite procedura di evidenza pubblica.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/05/19, 23:24
Nardella avvisa Commisso: “Il costo della Mercafir non lo decide lui ma la legge”

Dario Nardella, sindaco di Firenze, commenta così gli ultimi sviluppi riguardanti l’area Mercafir

Dario Nardella ha commentato così gli sviluppi di questa mattina sul fronte nuovo stadio: “Stamattina abbiamo adottato la variante per l’area Mercafir, l’ultimo atto prima di andare in Consiglio comunale per quanto riguarda le modifiche che sono già state circoscritte per la variante della Mercafir. Siamo addirittura in anticipo rispetto ai tempi che ci siamo dati, l’obiettivo di rendere possibile la realizzazione del nuovo stadio entro 4 anni è alla nostra portata” le parole del sindaco di Firenze riportate da Italpress. Poi la questione del prezzo dei terreni, in risposta alle ultime dichiarazioni di Commisso: “Ci tengo a sottolineare che il valore dell’area della Mercafir non può che essere stabilito dalle leggi italiane e dal regolamento comunale da soggetti terzi tecnici, non è fissato né dal sindaco, né dalla giunta, né tantomeno dai potenziali acquirenti. Si tratta di un bene pubblico e noi dobbiamo e vogliamo rispettare le leggi senza se e senza ma”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/06/19, 15:34
La variante è fast ma manca il via libera: le prossime tappe

Il punto della situazione

Sul Corriere Fiorentino si parla del nuovo stadio della Fiorentina. La giunta di Palazzo Vecchio ha approvato la variante per la costruzione di un impianto di proprietà privata nell’area Mercafir. Tale variante, anche se ha tempi più ridotti rispetto alla procedura ordinaria, dovrà essere approvata dal Consiglio comunale. Quali saranno i tempi? Giorgetti, presidente Commissione Sport, ipotizza “almeno un mese”, dagli uffici del sindaco invece sono convinti che siano “necessarie al massimo due settimane”. Molto dipende da cosa faranno le opposizioni (Lega pro restyling Franchi) e anche la maggioranza, dove ci sono fibrillazioni soprattutto da parte del Quartiere 2, con il presidente Pierguidi preoccupato dal futuro del Franchi.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/06/19, 15:40
I punti della variante: controllo totale dell’area e vincoli ridotti. I costi…

I dettagli della variante che ora dovrà essere approvata

Su La Nazione si parla del percorso riguardante il nuovo stadio della Fiorentina. La variante approvata ieri ora dovrà passare al vaglio del consiglio comunale per l’adozione dopodiché si passerà all’approvazione: un iter che sarà chiuso entro il 30 gennaio. Entro fine gennaio sarà bandita la gara per la vendita dei terreni che ospiteranno lo stadio. Il Comune garantisce la liberazione completa dell’area in 24 mesi, con il trasloco del centro alimentare polivalente. Passando ai costi, difficilmente potrà essere inferiore ai 20 milioni di euro. Chi realizza lo stadio però non dovrà occuparsi di parcheggi (10-12 milioni a carico di Firenze Parcheggi), opere viarie e trasportistiche.

Inoltre, la proprietà potrà cedere senza vincoli la possibilità di costruire 30mila metri quadri di strutture ricettive-commerciali-direzionali. Per cominciare i lavori per lo stadio non sarà necessario che siano completati lo svincolo autostradale e la stazione Guidoni che dovranno però essere pronti prima dell’inaugurazione del nuovo impianto. Lo stadio sarà costruito su un’area che sarà di proprietà di chi si aggiudica l’asta, verosimilmente della Fiorentina. Dunque, dopo l’approvazione del progetto, non sarà sottoposta in alcuna misura al controllo dell’amministrazione comunale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/06/19, 23:42
Incontro tra gli assessori e gli operatori Mercafir

Avanti nel percorso verso la realizzazione del nuovo Centro alimentare polivalente e del nuovo stadio della Fiorentina nell’area Mercafir di Firenze

Confronto tra gli operatori Mercafir e il Comune di Firenze. Gli assessori all’urbanistica di Palazzo Vecchio Cecilia Del Re e alle attività produttive Federico Gianassi – scrive l’Ansa – hanno incontrato oggi gli operatori della Mercafir, insieme al presidente Giacomo Lucibello, al presidente Agofi-Confcommercio Firenze Aurelio Baccini e al presidente di Confesercenti Firenze Santino Cannamela.

Gli operatori, si fa sapere da Palazzo Vecchio, hanno manifestato interesse a essere coinvolti in tutte le fasi progettuali, con il duplice obiettivo di garantire la continuità e la realizzazione di una struttura che risponda al meglio alle esigenze degli operatori. Per questo, hanno annunciato gli assessori Del Re e Gianassi “abbiamo prospettato agli operatori l’opportunità di individuare all’interno di Mercafir un soggetto che possa svolgere il ruolo di referente da coinvolgere nelle diverse fasi della roadmap: ciò consentirà di avere su ogni aspetto il confronto costante con la parte mercatale“.

A sua volta, Mercafir aprirà un tavolo permanente degli operatori per la progettazione, a partire dal comparto ortofrutta che sarà il primo ad essere interessato dagli interventi. L’incontro, hanno spiegato Del Re e Gianassi, “va nella direzione di concordare ogni passaggio con gli operatori del mercato: è interesse comune lavorare per arrivare alla realizzazione di un mercato funzionale alle esigenze degli operatori“.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/19, 15:51
Terreni Mercafir, il prezzo della lite: ancora tensioni tra Commisso e Nardella

Il presidente viola valuta troppo alta la valutazione del’area, ma il Sindaco frena: non sarà lui a fare il prezzo della Mercafir

Tutto in salita. Così il Corriere dello Sport – Stadio analizza la questione relativa al nuovo stadio della Fiorentina. Da una parte il Comune sta affrettando i tempi per mettere in vendita l’area Mercafir, dall’altra il presidente Commisso ha dato mandato al proprio staff di verificare la possibilità di ospitare la nuova struttura con annesse le aree di interesse economico. Ma secondo il quotidiano al di là delle dichiarazioni di disponibilità c’è distanza, e all’orizzonte si profila un possibile braccio di ferro per l’acquisto dell’area.

Il n° 1 viola chiede facilitazioni e rapidità d’intervento, visto che l’investimento porterebbe ad un incremento di valore del quartiere e produrrebbe investimenti per 500 milioni di euro e posti di lavoro. Nardella ha dichiarato che il prezzo non lo farà né la Fiorentina, né il Comune ma una commissione ad hoc e le cifre appaiono molto distanti (30-40 milioni di euro) da quelle che ha in mente Commisso. Che allo stesso tempo non vuole perdere tempo per rimodernare il Franchi. Una partita aperta, non di facile soluzione.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/07/19, 21:15
Stadio a Campi, Fossi:”La nostra proposta è seria, non un rincalzo. Restiamo disponibili”

Le parole del sindaco di Campi Bisenzio

Nel corso del Salotto Viola su Italia 7, è intervenuto il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi:

    Non c’è competizione tra Campi Bisenzio e Firenze. Vogliamo contribuire alla necessità della Fiorentina di dotarsi di un nuovo impianto sportivo. Se lo stadio non viene realizzato è un problema, i nuovi proprietari gigliati vanno aiutati. Qualora l’ipotesi Mercafir si chiudesse, noi restiamo disponibili. La nostra proposta è seria, non un rincalzo. Ci sono delle condizioni positive, l’area costa meno rispetto a quella di Novoli. La famiglia Casini (proprietaria dei terreni) ha rilanciato la sua disponibilità aggiungendo nuovi ettari. Sento spesso Commisso, abbiamo avuto una serie di incontri informali. Nel nostro comune, inoltre, i passaggi burocratici sarebbero rapidi ed inferiori.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/09/19, 01:58
Stadio alla Mercafir, c’è un nuovo progetto tutto fiorentino

L’idea dello studio “Pierattelli Architetture” che è pervenuta alla Fiorentina

Con il restyling del Franchi bocciato dalla Soprintendenza, alla Fiorentina è pervenuto un nuovo progetto, tutto fiorentino, dallo studio “Pierattelli Architetture” che ha collocato il nuovo impianto nell’area Mercafir, senza spostare il mercato e organizzando una nuova viabilità per l’intero quadrante. Come riporta La Nazione, lo stadio previsto sarebbe da circa 40mila posti, con un perimetro 600 metri e un’altezza che varia da 30 a 40 metri, esternamente caratterizzato da uno schema a rombi dipinti con i colori sociali della squadra: viola, bianco e rosso, con una forte dominanza del viola, fino ad arrivare sulla copertura dove prevale il bianco.

Dall’alto richiama la forma di un enorme fiore, con 16 ingressi, de scale panoramiche, ascensori e una galleria commerciale. Per quanto riguarda la viabilità è previsto l’interramento del viale Guidoni, come  spiega l’architetto Andrea Pierattelli, tramite un tunnel con ingresso dove sorge la ferrovia e l’uscita di fronte al Palazzo di Giustizia modificando il senso di marcia in un’unica direzione e mantenendo una strada a livello zero per gli abitanti del quartiere. Il costo dell’investimento si aggira sui 150 milioni di euro, con tempi di realizzazione di due anni.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/09/19, 16:38
Stadio alla Mercafir, i dettagli del progetto proposto alla Fiorentina: parla l’autore

L’intervento

Durante A pranzo con il Pentasport è intervenuto l’architetto Pierattelli, autore del progetto avanzato in questi giorni:

“Nell’era Della Valle era venuta fuori l’esigenza di spostare lo stadio nell’area Mercafir; abbiamo deciso di dare il nostro contributo, non vuole essere un’imposizione, ma solo l’idea su posizionamento ed estetica. Di sicuro la Mercafir è la soluzione migliore per rimanere a Firenze. L’idea nasce per porre lo stadio al centro di un nuovo sistema di infrastrutture e servizi per quella zona della città. Si parte riducendo la Mercafir della metà, senza spostarla a Castello; poi l’unione tra l’area delle palazzine che si affacciano sul viale e la parte urbana nella quale si può inserire lo stadio.

Sfruttare tutta l’area sarebbe un enorme vantaggio, ma anche noi come studio ci siamo preoccupati di comprimere tutti i servizi nella parte bassa, con una serie di edifici a correlazione dello stadio intorno, soprattutto in tema Olimpiadi; per di più ci potrebbe essere anche tutta l’area accanto, tutta edificabile, che è una sorta di “buco”. Si potrebbe creare tutta un’area nuova. I tempi sarebbero più veloci, sicuramente lo spostamento sarebbe più semplice e si potrebbe lavorare da subito all’interno dell’area.

All’inizio dell’area Mercafir c’è un binario quasi inutilizzato, potrebbe essere riutilizzato come people mover, una specie di trenino su binari che avrebbe la stessa funzione della tramvia. Per quanto mi riguarda sarebbe bello poterne parlare in comune, ma non c’è nulla di ufficiale, deciderà la Fiorentina.”

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/13/19, 21:52
VIDEO VN – Nardella: “La condizione necessaria al nuovo stadio è un progetto per il futuro del Franchi”

Le parole del sindaco di Firenze

“Il progetto è parallelo, oltre alla costruzione del nuovo stadio nell’area mercafir, vogliamo una valorizzazione del Franchi”


Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/13/19, 21:55
VIDEO VN – Nardella: “Su stadio lavoriamo pancia a terra. CS? La nuova proprietà fa sul serio”

Le parole del sindaco di Firenze sula nota vicenda dello stadio

Il sindaco è fiducioso per il gran lavoro che sta dietro al nuovo progetto


Federico Targetti
@fedetarge
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/14/19, 16:03
Pres. Quartiere 2: “Progetto per il Franchi necessario se si fa stadio allo Mercafir. Intanto mettiamo una ztl”

Le parole di Michele Pierguidi sul Franchi e sul nuovo stadio

Con le dichiarazioni di ieri, rilasciate a Villa Viviani a margine dell’evento dell’Associazione Macellai, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha precisato che l’iter della realizzazione del nuovo stadio alla Mercafir è condizionato dall’approvazione di un progetto per l’utilizzo futuro dello stadio Franchi. A seguire le parole di Michele Pierguidi, Presidente del Quartiere 2:

    Noi pensiamo che il Franchi sia un orgoglio per Firenze e per la Fiorentina. Pensiamo anche che non ci sia soluzione migliore per fare “fast” che il restyling del Franchi tenendo conto delle prescrizioni della Soprintendenza che si è mostrata molto possibilista sulle ipotesi di riqualificazione e copertura del Franchi che non prevedano l’abbattimento delle curve. Nonostante ciò, abbiamo preso atto della libera scelta imprenditoriale della Fiorentina che al momento pare orientata nel costruire un nuovo impianto. Per questo abbiamo chiesto a gran voce una soluzione per il Franchi. Perché, una volta che la Fiorentina se ne sarà andata, il Franchi rimarrà dove è, con i costi di manutenzione che graveranno sul Comune e quindi sui fiorentini. Quello che non possiamo accettare è il rischio che, con la realizzazione del nuovo stadio, il Franchi possa rimanere abbandonato. Per questo apprezziamo le parole del Sindaco. Se la Fiorentina confermerà la scelta di andarsene da Campo di Marte, allora occorrerà avere fin da subito un progetto su cosa fare di quello spazio, dell’area sportiva circostante e su come tutelare il tessuto commerciale limitrofo. Quanto ai residenti, ai parcheggi e alla viabilità il Quartiere 2 chiede che non si attendano quattro anni e che si risolvano fin da subito i disagi creando una ztl stadio nei giorni delle partite e aumentando i controlli sui parcheggi selvaggi di auto e motorini.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/21/19, 23:24
Il Pd su stadio e nuova Mercafir: “In scena la ‘strana alleanza’ delle opposizioni contro lo sviluppo della città”

Ok in commissione alla delibera, l’intervento del capogruppo Pd e della capogruppo lista Nardella

    Anche oggi in sede di commissione abbiamo visto all’opera la ‘strana alleanza’ di Palazzo Vecchio, le opposizioni a sinistra e a destra, Lega e Sinistra progetto comune, con il supporto dei Cinque stelle, unite per bloccare un’opera strategica per la città come lo stadio e lo sviluppo della Mercafir. Il dato reale però è che in tutte e tre le commissioni riunite oggi, Urbanistica, Sport e Controllo, la delibera ha avuto via libera e la discuteremo lunedì in Consiglio comunale, un altro passo avanti, quindi, verso il nuovo stadio e il nuovo Centro alimentare polivalente nell’area Mercafir. E questo nonostante tra i banchi dell’opposizione trasversalmente alcune forze politiche abbiano fatto di tutto per ostacolare questo percorso, attaccandosi a cavilli burocratici, dimostrando con questo atteggiamento e infine con il loro voto contrario, di non essere dalla parte della città e della sua squadra, la Fiorentina. Un modo di fare politica per nulla costruttivo, un’opposizione fatta solo di no insomma. La maggioranza invece è compatta a favore dello sviluppo di Firenze e di un’opera fondamentale come il nuovo stadio, convinta che sia giusto e necessario mettere in campo ogni tipo di azioni per fare presto e bene, dando inoltre iter chiari a chi vuole investire sul nostro territorio.

Così Nicola Armentano e Mimma Dardano, capogruppo Pd e capogruppo lista Nardella a Palazzo Vecchio, dopo l’ok nelle commissioni Urbanistica, Sport e Controllo alla variante su stadio e nuova Mercafir.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/21/19, 23:50
La risposta della Lega: “Lo stadio alla Mercafir è il grande bluff di Nardella”

Non si fa attendere la risposta di due esponenti della Lega sul progetto stadio alla Mercafir

Non si fa attendere la risposta di due esponenti della Lega: Emanuele Cocollini (Vice Presidente del Consiglio Comunale) e Antonio Montelatici (Presidente Commissione controllo):

    Martedì in audizione il presidente di Mercafir Giacomo Lucibello, convocato in Commissione controllo, non ha saputo dare la benché minima indicazione su un’eventuale trasferimento del centro commerciale più grande di Firenze nella zona Nord di Novoli per far posto al possibile nuovo stadio della Fiorentina. Lucibello non ha una bozza di progetto e non sa dove reperire le risorse finanziarie. Oggi durante i lavori della Commissione di Controllo, abbiamo valutato la variante urbanistica, senza che il terreno non sia stato nemmeno periziato. Nardella non ha niente in mano, non sa come trasferire la Mercafir in 24 mesi e non sa quanto valga l’area, mentre Commisso ha già detto che vuole fare tutto “fast, fast, fast” e che è disposto a spendere 6 milioni di euro. Nardella, purtroppo sarà ricordato come il Sindaco che ha fatto scappare la Fiorentina da Firenze.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/21/19, 23:50
Commisso sul nuovo stadio: “Troppa burocrazia, uccide gli investimenti. Dobbiamo farlo il prima possibile”

Commisso ribadisce: niente stadio se serviranno dieci anni

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha rilasciato una lunga intervista all’Associated Press. Il numero uno viola si è concentrato inizialmente sul nuovo stadio:

    Il nuovo stadio? C’è troppa burocrazia, troppi livelli governativi che devono decidere. Tutto questo sta rovinando l’Italia. La burocrazia sta uccidendo gli investimenti. Dobbiamo farlo il prima possibile. Prima di tutto a causa della mia età. Secondo: non aspetterò dieci per costruire il nuovo stadio. L’ho già detto: se il prezzo non è giusto e i tempi non sono corretti, non voglio farlo. Ho parlato di due più due: due anni per il centro sportivo che faremo e altri due per lo stadio. Per quanto riguarda il centro sportivo, per la prima volta la Fiorentina avrà qualcosa di proprietà.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/25/19, 15:19
Nuovo Stadio, il Consiglio comunale adotta la variante Mercafir

Gli ultimi aggiornamenti sulla questione Stadio

Secondo quanto riportato da Il Sito di Firenze, il Consiglio comunale ha approvato (con 22 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astenuti) l’adozione della variante urbanistica sull’area Mercafir. Il comune di Firenze spiana così la strada in tempi fast alla costruzione di un nuovo impianto. A meno di osservazioni ammissibili, ad inizio 2020 ci sarà l’approvazione definitiva, in attesa della formale manifestazione di interesse di Rocco Commisso.

La variante  prevede la vendita, tramite bando pubblico sulla base di una perizia comunale, della zona del comparto sud destinata ad accogliere lo stadio. Nel comparto nord, invece, si procederà alla realizzazione del nuovo centro alimentare polivalente, edificabile anche per singoli lotti, attraverso l’approvazione di un progetto di opera pubblica. Quest’ultimo, finanziato in parte dai proventi della vendita del comparto sud.
 
Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/25/19, 15:48
Nardella la esulta: “Oggi fatto un passo avanti concreto per il nuovo stadio”

Il tweet del primo cittadino di Firenze dopo l’adozione della variante urbanistica sull’area Mercafir


Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/25/19, 16:49
Mercafir e nuovo stadio, Armentano: “Oggi passaggio fondamentale per sviluppo città”

Il capogruppo Pd dopo l’ok alla delibera nella seduta del Consiglio comunale

    Il voto di oggi in Consiglio comunale segna un punto fondamentale nel percorso verso la nuova Mercafir e il nuovo stadio della città: un passaggio determinante per il futuro di Firenze e per il suo sviluppo. L’assemblea cittadina da’ un mandato forte all’amministrazione a proseguire una strada ben intrapresa. Massimo sostegno da parte della maggioranza mentre ancora una volta notiamo che regge la ‘strana alleanza’ tra opposizioni di sinistra e Lega che esprimono voto contrario, a fronte dell’astensione di Forza Italia e Fratelli d’Italia; un centrodestra che quindi si dimostra diviso al suo interno su un tema cruciale per Firenze. Da parte nostra siamo convinti della necessità di lavorare al meglio per dotare la nostra città di uno stadio all’avanguardia, ribadendo comunque l’importanza di tutelare il Franchi, garantirne una vitalità e una continuità di funzione, anche ma non solo sportiva, e nello stesso tempo di favorire sviluppo e efficentamento del centro alimentare polivalente, per il bene di residenti e lavoratori, una struttura assolutamente nevralgica nel tessuto economico della città che attraverso questo percorso può fare un salto di qualità.

Così Nicola Armentano, capogruppo Pd a Palazzo Vecchio, sulla delibera su centro alimentare polivalente e nuovo stadio approvata nella seduta odierna del Consiglio comunale.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/25/19, 22:29
Centro alimentare polivalente e nuovo stadio, ok a due ordini del giorno: i dettagli

Primi firmatari rispettivamente i consiglieri comunali Pd Pampaloni e Calì

Mantenere e valorizzare le attuali strutture pubbliche sportive e culturali presenti nell’area Mercafir, approfondire le scelte infrastrutturali connesse con la realizzazione del comparto per garantire il mantenimento e auspicabilmente il miglioramento della mobilità della zona circostante. Avvalersi di contributi di idee o progettuali di livello nazionale e internazionale nella definizione delle nuove funzioni dello stadio Artemio Franchi; attivarsi nei confronti del Ministero della Cultura (MIBACT) affinché siano individuate le risorse per la manutenzione e il restauro; predisporre nuovi provvedimenti per migliorare la mobilità nell’area soprattutto in concomitanza di eventi.

Sono gli impegni a cui invitano l’amministrazione comunale due ordini del giorno collegati alla delibera su centro alimentare polivalente e nuovo stadio, approvati nella seduta odierna del Consiglio comunale, primi firmatari rispettivamente il consigliere comunale Pd e presidente commissione Urbanistica Renzo Pampaloni e la consigliera comunale Pd Francesca Calì.

“L’ordine del giorno recepisce le osservazioni del quartiere 5 e tiene di conto della presenza di strutture importanti all’interno dell’area Mercafir che in questo percorso di sviluppo dovranno non solo essere mantenute ma valorizzate, tra queste gli impianti sportivi e la Biblioteca Buonarroti. – ha spiegato Pampaloni – Nello stesso tempo ricordiamo che la messa in esercizio del nuovo stadio è subordinata alla realizzazione di opere infrastrutturali fondamentali per il quartiere, quali il nuovo svincolo di Peretola e la fermata Peretola-Guidoni del servizio metropolitano ferroviario su cui abbiamo chiesto di essere puntualmente informati. Il riassetto complessivo dell’area Mercafir previsto con la variante urbanistica diventa l’opportunità quindi per valorizzare le tante funzioni pubbliche sportive e culturali già presenti e proseguire nell’efficientamento della mobilità della zona”.

“L’ordine del giorno recepisce le osservazioni del quartiere 2 e rimarca la necessità di garantire al Franchi destinazione e funzioni certe che dovranno essere definite e verificate nell’ambito del percorso partecipativo che sarà avviato nei prossimi mesi con il nuovo regolamento urbanistico. – ha spiegato la consigliera Calì –Per evitare che questa struttura importante sia destinata all’usura del tempo riteniamo siano necessarie adeguate risorse pubbliche, anche da parte del ministero della Cultura. Abbiamo infine raccolto l’esigenza del quartiere di avere provvedimenti più incisivi sulla mobilità intorno al Franchi, per assicurare una più ordinata fruibilità dell’impianto e una migliore qualità della vita quotidiana dei residenti nei giorni in cui si svolgono i principali eventi sportivi”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/26/19, 23:24
Il nuovo stadio fa litigare il Pd: il Quartiere 2 fa opposizione

Sì alla variante, ma la maggioranza perde un pezzo importante

Colpo di gas verso Novoli, ma anche lo strappo con il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi. Il Pd fiorentino cerca la ripartenza per la realizzazione del nuovo stadio ma perde un pezzo importante, da sempre sostenitore del restyling del Franchi, che ieri in consiglio comunale è salito sui banchi dell’opposizione. La variante è stata approvata tra i veleni e, come scrive La Nazione, ora si apre la fase delle osservazioni che si concluderà entro 30 giorni e porterà alla delibera per l’ok definitivo.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/29/19, 13:45
Nardella: “Stadio? Unico a volerlo in questi anni. Commisso? Anche noi stiamo correndo”

Le parole del sindaco Nardella che risponde alle perplessità di Commisso

Intervenuto a Lady Radio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato del nuovo stadio alla Mercafir e degli incontri che avrà in questi giorni con il patron viola Rocco Commisso:

    In questi giorni in cui Commisso sarà qui a Firenze avremo modo di vederci, al più tardi allo stadio per la partita contro il Lecce. Noi comunque stiamo andando avanti con il tabellino di marcia, anzi siamo quattro settimane in anticipo rispetto all’obiettivo che ci eravamo dati per l’adozione della variante urbanistica: noi stiamo facendo sul serio. Sono molto contento di sentire Commisso entusiasta, io ho veramente faticato tanto in questi cinque anni da sindaco perché in certi momenti sembravo l’unico a volere davvero lo stadio. Mi sono impegnato tantissimo, ho lavorato. Vedere ora una proprietà entusiasta che vuole correre è il massimo che potessi aspettarmi. Sono contentissimo e anche noi stiamo correndo. A gennaio 2020 faremo il bando e lì chi vuole correre, correrà.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 11/30/19, 17:01
Mercafir, Nardella rassicura Commisso. E l’ipotesi Campi si allontana

Mancanza di infrastrutture, Campi perde quota: Nardella rassicura Commisso

All’indomani della mega presentazione del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli, c’è stato anche l’incontro – inatteso secondo La Nazione – tra Rocco Commisso e Dario Nardella. Nella speranza che si vada sempre più fast, il sindaco ha rassicurato che tutte le procedure per il trasloco della Mercafir e la costruzione del nuovo stadio nella parte sud dell’area di Novoli proseguono rispettando i tempi del cronoprogramma già annunciato: quattro anni dal settembre scorso. E poiché la demolizione delle curve del Franchi non è possibile a causa del parere negativo, più volte espresso dalla Soprintendenza, l’area Mercafir resta l’ipotesi più rapida e più semplice. La mancanza di infrastrutture viarie stanno allontanando l’ipotesi dello stadio a Campi, dove tutto è da costruire: strade, trasporti pubblici, tramvia, per non parlare dei parcheggi che costerebbero alcune decine di milioni. Senza contare il rischio idraulico e le aree di rispetto per la nuova pista dell’aeroporto.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/01/19, 13:38
Stadio alla Mercafir, la querelle sul prezzo dei terreni: Commisso accetterà? Il Comune si difende

Commisso valuta l’area 6 milioni, il Comune 12-13. Ma quattro anni fa la stima era di 19: quale prezzo giusto per l’area sud della Mercafir?

Sono tanti i punti interrogativi che attanagliano la società viola per quel che riguarda la questione stadio. La Nazione dedica una pagina al nuovo impianto che potrebbe sorgere alla Mercafir, sottolineando come Commisso valuti 6 milioni un’area che Palazzo Vecchio ha fissato a 12-13. Una cifra comunque inferiore ad una stima del 2015 che valutava in 19 milioni il prezzo dell’area. La giunta comunale di Firenze ha già deliberato la messa in vendita della zona sud dell’area Mercafir con la destinazione specifica, cioè «favorire la costruzione di uno stadio di calcio, dove in futuro dovrà giocare la Fiorentina, che potrà essere di proprietà privata», ma Palazzo Vecchio non vuole fare sconti al tycoon americano, anche perché non è la giunta a fare il prezzo.

L’area del nuovo stadio ospiterà migliaia di persone e strutture commerciali, parcheggi, ristoranti, bar: ciò genererà elevati profitti al club, fatto del quale non si può non tener conto nella determinazione del prezzo di vendita dei terreni. In più il costo dell’area è determinato dalla destinazione d’uso dei lotti. Commisso accetterà? Dopo la perizia di stima, il Comune procederà all’alienazione. Acquistando la proprietà dei terreni dal bando, la Fiorentina godrà anche di quella delle opere che farà sull’area, incrementando di molto il patrimonio societario. Una procedura che richiederà tempo, ma che inizierà a prendere forma (si spera) già nelle prossime settimane con il bando indetto da Nardella.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/03/19, 20:45
Mercafir, la valutazione sull’area agli stessi periti che lavorarono sullo Stadium della Juventus

Il dettaglio

Sarà la Praxi s.p.a., società con sede a Torino, a stabilire il prezzo dell’area sulla quale dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Fiorentina. La task force con a capo Giacomo Parenti (DG del Comune) ha dato mandato alla Praxi di cominciare la perizia con una deadline di 20 giorni e un compenso di 20mila euro più IVA. Poco meno di tre settimane, dunque, per la stima, e un’altra manciata di giorni per la relazione finale, attesa prima di Natale. E chissà se suonerà come un regalo alle orecchie di Commisso, che parla sempre di Total Control e di 6 milioni per 15 ettari, quando dal Comune sono trapelate cifre molto più alte per un terreno più esteso. Palla ai periti dello Stadium. Lo scrive La Reppubblica (ed. Firenze).

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/05/19, 21:44
VIDEO VN – Sindaco Campi: “Stadio? E’ il momento dei fatti. Siamo in contatto con Rocco…”

Le parole ai nostri microfoni di Emiliano Fossi: “Spero che lo stadio si faccia. Se si fa a Firenze ok, altrimenti noi siamo disponibili”


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/09/19, 21:47
Stadio a Campi Bisenzio: altro sopralluogo di Joe Barone

I costi per l’area Mercafir non convincono la Fiorentina, Una visita nella zona e la richiesta di approfondimento sui tempi

Ritorno a Campi Bisenzio. Ritorno ai terreni vicini all’Asmana, già visti e rivisti in questi mesi e mai spariti dal tavolo che scotta, quello del nuovo stadio. Nei giorni scorsi Joe Barone, il braccio destro del nuovo patron viola Rocco Commisso, si è ripresentato a Campi Bisenzio. Ancora una volta – scrive Repubblica Firenze – per approfondire la fattibilità, i costi e i tempi di un eventuale nuovo impianto nei 38 ettari privati di via Allende, proprietà del gruppo “ Centronord” della famiglia Casini. Nemmeno 10 giorni fa Palazzo Vecchio ha approvato la nuova variante per la Mercafir, nemmeno un mese fa il sindaco Dario Nardella ha annunciato di esser pronto a garantire un percorso di 4 anni per fare il nuovo stadio a Novoli, i due si sono visti e sentiti e da Palazzo Vecchio continua a rimbalzare la versione degli “ottimi rapporti” . Eppure all’improvviso Campi batte un altro colpo. L’ipotesi, mai del tutto naufragata, torna a galla e si rimette in mostra. Barone ha riparlato col sindaco Emiliano Fossi e rivisto le carte: “Continuano a tenersi la porta aperta” l’unica cosa che trapela dal Comune di Campi.

Palazzo Vecchio accelera sulla perizia dei 22 ettari Mercafir, la cui congruità sarà vidimata prima di Natale dalla società torinese Praxi srl, leader del settore, la stessa che si è occupata della procedura del nuovo stadio della Juventus. Commisso disse di ritenere 6 milioni di euro il prezzo adatto a quei terreni, ma è molto difficile che il suo budget ideale venga esaudito da Palazzo Vecchio. Anzi, praticamente impossibile. Circolano anzi voci che parlano di una cifra tre volte più alta: nemmeno tra i 12 e i 15 milioni ma tra i 18 e i 20, forse persino di più. La Juventus pagò 25 milioni di euro al Comune di Torino per la concessione a 99 anni dell’area dove è nato lo Stadium.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/12/19, 18:57
Nardella: “Stadio in 4 anni, Mercafir zona migliore ma non posso negoziare”. Su Campi…

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare del tema nuovo stadio nel corso della lunga intervista rilasciata a Rtv 38. Queste le sue parole: “Non sono stupito dal fatto che Commisso non voglia spendere molto per ciò che acquista, ma il terreno alla Mercafir non di di mia proprietà. E’ un bene pubblico. E in quanto tale non posso negoziare il prezzo, c’è bisogno di una perizia pubblica per stabilirne il costo. Ci siamo affidati alla stessa agenzia che ha fatto la perizia per lo Juventus Stadium. Paragone con Bagno a Ripoli? In quel caso il terreno è stato venduto come area agricola, mentre noi vendiamo una zona in cui si possono edificare anche alberghi e centri commerciali. Consente già di farlo, per questo dico che in quattro anni possiamo fare tutto. E’ una corsa, ma ce la possiamo fare.

Fossi? Non voglio polemizzare con Campi Bisenzio. Se il Comune vuol prendersi degli impegni veri, reali, faccia pure, deciderà la Fiorentina cosa fare. Io prendo degli impegni per quello che effettivamente posso fare sul territorio del Comune di Firenze e li sto mantenendo. L’area della Mercafir è la più adatta guardando a tutta l’area metropolitana. Alla Mercafir ci arrivano la tramvia, la ferrovia, l’autostrada. Quando si realizza uno stadio, bisogna avere anche le infrastrutture per arrivarci, altrimenti si intasa un’intera area urbana. A Campi Bisenzio la tramvia non c’è, la ferrovia non arriva e non c’è l’autostrada diretta. Si metta tutto tavolo. Non ci sono oneri di urbanizzazione con lo stadio alla Mercafir. Le infrastrutture ci sono”.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/13/19, 21:12
Zero alternative, Mercafir unica opzione per lo Stadio. Campi scartata

Entro Natale maggiori risposte: Mercafir unica opzione per Commisso, sperando che il prezzo sia congruo alle pretese del n° 1 viola

Si torna a parlare di nuovo stadio sulle pagine de La Nazione, anche se secondo il quotidiano la prima scelta di Rocco Commisso era il Franchi. Il no al restyling della Soprintendenza cambia definitivamente gli scenari su Campo di Marte, spostando nuovamente l’unica soluzione percorribile sull’area Mercafir. L’opzione Campi Bisenzio infatti era stata presa in analisi dalla Fiorentina solo perché i 38 ettari dei terreni di via Allende erano stati opzionati dalla vecchia proprietà, ma l’area non è mai stata fra le scelte papabili, per motivi logistici e di carenza di collegamenti stradali. Il giornale spiega anche come il Comune non ha mai cercato soluzioni alternative a Novoli, perché dal 2012 era quella l’area indicata per costruire il nuovo impianto. Adesso c’è da sperare che i tempi per la Mercafir siano accettabili per Commisso (per farlo in quattro anni ci sarà da correre) così come il prezzo sia ritenuto accettabile: prima di Natale la risposta.

Redazione VN
Title: Re: Il progetto del nuovo stadio
Post by: Chiesa on 12/14/19, 21:28
Fossi risponde a Nardella: “Si ricordi il suo ruolo invece di pensare solo a screditare le altre scelte”

Dura replica del sindaco di Campi Bisenzio che non ha gradito le recenti

Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, ha parlato così della questione stadio,  intervistato ai microfoni di Italia 7

    La cosa fondamentale è garantire uno stadio di proprietà alla Fiorentina, se prosegue il percorso Mercafir che il comune di Firenze ha messo in piedi sono felice, perchè da tifoso fiorentino credo sia la scelta giusta. Se questo non andasse a buon fine Campi è a disposizione per ospitare la nuova casa della Fiorentina senza lucrare sulle disgrazie altrui. Campi seconda scelta? Campi ha una collocazione ideale da ogni punto di vista, come tutte le altre opzioni ha anche i suoi punti deboli, ma ripeto non è una competizione tra i sindaci. Dichiarazioni Nardella? Nardella si scorda di essere il sindaco della città metropolitana oltre che di Firenze, per educazione istituzionale non deve gettare discredito verso le altre opzioni, piuttosto adotti soluzioni per rafforzare i collegamenti tra Firenze e Campi che è il cuore economico della città, a prescindere dallo stadio. La tranvia a Campi arriva nel 2024 e mi fa ridere sentire dire da Nardella che questo non accadrà perchè essendo sindaco della città metropolitana lui conosce il progetto, inoltre a pochi centinaia di metri ci sono 2 caselli autostradali, è necessario conoscere le cose per parlarne.

Redazione VN