Post reply

Warning - while you were reading 97 new replies have been posted. You may wish to review your post.
Name:
Email:
Subject:
Message icon:

Anti-spam: complete the task

shortcuts: hit alt+s to submit/post or alt+p to preview


Topic Summary

Posted by: Chiesa
« on: 12/28/19, 14:29 »

Sind. Bagno a Ripoli: “Orgoglioso del centro sportivo, è una grande opportunità”

Le parole di Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli

Nell’intervista di fine anno concessa a La Nazione, il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, ha parlato anche del centro sportivo della Fiorentina:

    Di cosa vado orgoglioso quest’anno? La rinnovata e maggiore fiducia dei cittadini. Sono felice di aver concretizzato il progetto dei parchi di Grassina e la riqualificazione delle scuole. E poi il centro sportivo della Fiorentina: una grande opportunità che porterà il nome di Bagno a Ripoli nel mondo con un progetto di alta qualità e sostenibilità.


Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/18/19, 22:32 »

Centro sportivo Fiorentina, esposto al Prefetto: le opposizioni contro il sindaco

Le ultime sul centro sportivo della Fiorentina

I capigruppo consiliari di opposizione, Alberto Acanfora (Gruppo Misto-Forza Italia), Paola Frosali (Lega) e Sonia Redini (Per una Cittadinanza Attiva – Bagno a Ripoli), martedì della scorsa settimana hanno presentato un esposto al Prefetto, affinché valuti se vi sono stati comportamenti non legittimi sulla vicenda del nuovo centro sportivo della Fiorentina.

“Mentre il Consiglio comunale deve ancora pronunciarsi sul futuro del Pian di Ripoli nell’ambito della revisione generale dei piani urbanistici – sottolineano i tre consiglieri – il sindaco in totale autonomia ha scelto di collocare il centro sportivo nell’area della piana, in terreni che sono a tutt’oggi ancora agricoli, prendendo accordi direttamente con il presidente della Fiorentina, al quale ha pubblicamente assicurato la fattibilità dell’intervento. Il Consiglio, quindi, è stato chiamato a pronunciarsi sul centro sportivo, e sul conseguente cambio di destinazione della maggior parte dei terreni, solo il 28 ottobre scorso, quando ormai i giochi erano fatti, ossia quando la Fiorentina aveva già comprato tutta l’area. A quel punto, il Consiglio comunale si è trovato, de facto, costretto ad uniformarsi alla scelta del Sindaco, visto che l’eventuale mancata approvazione del progetto avrebbe potuto mettere in difficoltà politicamente lui e tutta la sua giunta”.

“L’esposto ci sembra un atto dovuto, anche a beneficio degli altri consiglieri, – affermano i rappresentati delle opposizioni – visto che il sindaco, con il suo comportamento, ha calpestato le competenze del Consiglio comunale, che ha la potestà pianificatoria: l’organo consiliare, infatti, è stato privato della possibilità di discutere liberamente e con la dovuta ponderazione su una previsione, che incide fortemente sulle future politiche per il nostro territorio comunale e che avrebbe dovuto essere oggetto di approfondita valutazione, discussione e deliberazione nell’ambito della revisione generale dei piani urbanistici, prima ancora che soggetti privati intervenissero”. “Per questa ragione – concludono i consiglieri – ci siamo rivolti al Prefetto affinché, nell’ambito dei suoi poteri di controllo sugli enti locali, valuti il comportamento del sindaco, che noi riteniamo abbia esorbitato dalle sue competenze, in modo illegittimo e non corretto”.

Francesco Matteini – Quiantella.it

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/18/19, 22:06 »

Centro sportivo viola, il sindaco Casini: “L’esposto è ostilità contro Fiorentina e comunità di Bagno a Ripoli”

Le parole di Casini sull’esposto in Prefettura per il centro sportivo della Fiorentina

Sull’esposto in Prefettura per il centro sportivo della Fiorentina, il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, replica agli esponenti delle opposizioni: “L’esposto dei consiglieri di opposizione della Lega e di Forza Italia non è solo un atto di ostilità nei confronti del centro sportivo e della Fiorentina ma soprattutto nei confronti di Bagno a Ripoli, della sua comunità, delle prospettive di crescita future e persino dell’intera città di Firenze e dei fiorentini. È un atto da improvvisati che si basa sul niente ma che in maniera irresponsabile rischia tuttavia di rallentare – certamente non fermare – un investimento importante come quello della Fiorentina che ha deciso di scommettere sul nostro territorio. Mi sarei aspettato collaborazione anziché ripicche”. “È un atto che dimostra la scarsa conoscenza da parte della Lega e delle opposizioni dei basilari processi amministrativi e istituzionali continua Casini – , dei ruoli di sindaco, di giunta e del Consiglio comunale. Suggerisco ai referenti della Lega e delle opposizioni di approfittare delle vacanze di Natale per studiare e fare un ripasso del funzionamento delle nostre istituzioni”. Lo riporta Quiantella.it.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/11/19, 18:34 »

Nuovo Centro sportivo Fiorentina: Idra controreplica al sindaco di Bagno a Ripoli Casini

Un nuovo scambio fra Casini e Idra sul centro sportivo della Fiorentina

Il sindaco di Bagno a Ripoli gira intorno alle parole, in tecnichese. Sappiamo benissimo che non abbiamo inviato ‘osservazioni’ come quelle che si confezionano fra adozione e approvazione di una variante. E infatti, se lo ha letto, il nostro testo è intitolato “documento”. Nella nota stampa le abbiamo chiamate osservazioni semplicemente per farci capire, come avremmo potuto chiamarle riflessioni, spunti, pensierini, considerazioni, valutazioni. La questione è un’altra: che il Comune ha chiesto ai cittadini di presentare le loro valutazioni su questo primo passo del procedimento senza neanche mostrare la documentazione da valutare. Le ha pubblicate solo dopo che glielo abbiamo fatto notare. Glielo ha scritto anche il Difensore civico. Suvvia, signor sindaco, non giochiamo con le parole. Stiamo alla sostanza! E magari, renda appena può pubbliche – come le abbiamo chiesto – sia le trascrizioni degli interventi alla presentazione venerdì 28 sia le osservazioni, oops!… le riflessioni scritte dai cittadini!

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/10/19, 18:52 »

Bagno a Ripoli, il sindaco risponde a Idra: “C’è un periodo di legge per presentare le osservazioni”

Le parole del sindaco di Bagno a Ripoli

Il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini ha risposto così alle osservazioni di Idra

“Stupisce come i rappresentanti di Idra, che pure paiono piuttosto ferrati in materia di pianificazione urbanistica e partecipazione, non sappiano che tra l’adozione e l’approvazione di una variante c’è un periodo di legge per raccogliere le osservazioni da parte di cittadini, associazioni, imprese e chiunque voglia dire la sua. L’incontro del 28 novembre scorso è stato l’occasione per una prima presentazione dell’idea progettuale del centro sportivo. Il nostro Comune, proprio per un coinvolgimento il più ampio possibile della cittadinanza su un tema così importante per il futuro del territorio, anche se la normativa non lo impone ha dato una finestra di dieci giorni per presentare dei contributi, dei suggerimenti, degli spunti di riflessione o come altro vogliamo chiamarli. Cosa ben diversa dalle osservazioni. Il Piano attuativo relativo al centro sportivo non è stato ancora presentato, quindi – anche a logica – nemmeno adottato. Solo quando verrà presentato, istruito e adottato, tutti potranno presentare le osservazioni nei termini di legge come sarà indicato sul Burt. Fino a quel momento ogni polemica è sterile a pensar bene e strumentale a pensar male”.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/10/19, 18:21 »

Nuovo Centro sportivo della Fiorentina: Idra deposita le sue prime osservazioni

Il comunicato sul nuovo progetto della Fiorentina

“Gentile sig. Sindaco, questo un nostro primo contributo di riflessione necessariamente sommario, non essendo noi in presenza di un progetto in senso stretto, bensì di una ipotesi proveniente da un soggetto privato, non ancora sottoposta – per quanto ci è stato possibile capire – ad analisi, istruttoria e verifica dal parte del soggetto pubblico “Comune di Bagno a Ripoli. Confidiamo in ogni caso che questa, come le altre riflessioni trasmesse nei termini indicati dall’Amministrazione Comunale, possa essere resa pubblica, ottenere ascolto, ricevere motivato riscontro”. Con queste parole Idra accompagna le cinque osservazioni trasmesse ieri via PEC al Comune di Bagno a Ripoli sui contenuti della ‘vision’ – così è stata denominata – del Nuovo Centro Sportivo dell’ACF Fiorentina, presentata due venerdì fa, il 28 settembre, da una squadra compatta composta dal sindaco Francesco Casini, dal nuovo proprietario dell’ACF Fiorentina Rocco Commisso e dall’architetto progettista Marco Casamonti.

In realtà l’associazione fiorentina aveva chiesto una proroga dei termini di consegna delle riflessioni della cittadinanza. Ancora quattro giorni dopo l’assemblea, infatti, sulla pagina web del Comune – sotto il titolo “Nuovo centro sportivo ACF Fiorentina” – si leggeva: “C’è tempo fino al 9 dicembre 2019 per presentare riflessioni e contributi su questa ipotesi progettuale”. Ma nessun documento o altro dato relativo a questa ipotesi progettuale veniva messo a disposizione! “Ci si domanda come si possa richiedere ai cittadini una valutazione senza fornire la documentazione da valutare”, aveva scritto l’associazione al sindaco e, per conoscenza, al Difensore civico della Toscana. E così, soltanto il 2 dicembre, dopo i rilievi mossi, era comparso sulla pagina web del Comune un link al sito web dell’ACF Fiorentina coi materiali pubblicati dal soggetto privato. Vano tuttavia l’intervento del Difensore civico della Toscana presso il Comune: “Preme sottolineare l’esigenza, già segnalata anche nella nostra comunicazione prot. n. 8722 del 6/12/2019, – scrive il dott. Sandro Vannini – di considerare che il termine di decorrenza per presentare le osservazioni è stato fatto coincidere con la data del 29 novembre, quando ancora non era conoscibile da parte della generalità degli interessati – perché non pubblicato sul sito istituzionale di codesto Ente competente – l’oggetto stesso delle osservazioni”. Idra ha doverosamente ringraziato il dott. Vannini, ma Il Comune di Bagno a Ripoli ha voluto confermare la scadenza del 9 dicembre. Non il miglior viatico per un percorso ‘partecipato’, forse, quando neppure la voce del Difensore civico viene ascoltata. “Diversamente da quanto annunciato”, segnala poi l’associazione fiorentina al sindaco, “non risultano a oggi disponibili sul sito web del Comune le trascrizioni degli interventi all’assemblea dello scorso 28 novembre”. Un contributo che avrebbe potuto aiutare la cittadinanza assente all’incontro ad allargare lo sguardo oltre la presentazione di parte effettuata dal proponente.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/07/19, 15:28 »

Polemiche sul centro sportivo a Bagno a Ripoli: “Paradigma da invertire”

La polemica di Legambiente Bagno a Ripoli sul centro sportivo della Fiorentina

La scorsa settimana è stata presentata la bozza del progetto del centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli. Non mancano le polemiche, in particolare quella di Legambiente Bagno a Ripoli:

    In relazione alla presentazione del progetto della nuova sede della Fiorentina fatta dalla giunta comunale pochi giorni fa partiamo da una riflessione che crediamo preliminare e importante cioè quella relativa alla delibera di avvio del procedimento per la revisione del Piano Strutturale, approvata negli ultimi giorni della passata legislatura e contro cui ci siamo battuti fortemente sia per motivi di democraticità del procedimento sia per motivi di contenuti non più condivisibili.

    Questa delibera (approvata con l’abbandono dell’aula da parte delle minoranze) sta dando i suoi frutti pericolosi: l’ultimo centinaio di ettari del cantato piano di ripoli “che è il piano, o piuttosto il giardino più delizioso, più fruttifero, più fiorito, più popolato di ville, di palazzi, di chiese, di abitazioni, fra quanti formano ghirlanda alla bella Firenze” (come scrive Emanuele Repetti) è stato inserito nel perimetro urbano lasciando mano libera per una sua definitiva edificazione e consentendo la saldatura con l’abitato fiorentino. Questo in un momento in cui tutta la cultura e la scienza mondiale avverte che il riscaldamento globale sta provocando un irreversibile mutamento nella biosfera che porterà a sicuri e gravissimi disastri e che una delle poche risorse per un cambio di direzione è il consumo di suolo zero e anzi il recupero di aree verdi anche interne alle città ed il potenziamento delle zone boscate. La cultura urbanistica ha considerato fino ad ora il territorio aperto come zona di espansione, terreno di caccia per nuove costruzioni: il paradigma deve essere invertito e deve essere il verde, l’agricoltura che invade e rinaturalizza la città e la rende più vivibile.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 11/29/19, 14:50 »

I dettagli del C. Sportivo/2: dal medical centre ai due mini-stadi, tutte le novità

Nella nuova casa della Fiorentina l’acqua sarà riciclata e i pannelli fotovoltaici saranno di ultima generazione, di colore verde

Gli edifici avranno un profilo basso, al massimo piano terra e primo piano, mentre alcuni padiglioni sfrutteranno le aree interrate. Nei 22mila metri quadrati di strutture si svilupperanno le foresterie, vissute nel quotidiano dai giovani e predisposte anche per la prima squadra, con una idea di un centinaio di camere doppie. Ci sarà un unico medical center e un’unica area ristorazione; non mancherà, poi, lo spazio per gli uffici dirigenziali, un parcheggio interrato e due piccoli stadi (4500 la capienza del primo e 2250 quella del secondo), dove immaginare le gare di Primavera e Campionato Femminile. Otto campi saranno in sintetico e erba naturale, si legge su Stadio in edicola stamattina; l’acqua sarà riciclata e i pannelli fotovoltaici saranno di ultima generazione, di colore verde.

Redazione VN