Post reply

Warning - while you were reading 172 new replies have been posted. You may wish to review your post.
Name:
Email:
Subject:
Message icon:

Anti-spam: complete the task

shortcuts: hit alt+s to submit/post or alt+p to preview


Topic Summary

Posted by: Chiesa
« on: 12/14/19, 21:28 »

Fossi risponde a Nardella: “Si ricordi il suo ruolo invece di pensare solo a screditare le altre scelte”

Dura replica del sindaco di Campi Bisenzio che non ha gradito le recenti

Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, ha parlato così della questione stadio,  intervistato ai microfoni di Italia 7

    La cosa fondamentale è garantire uno stadio di proprietà alla Fiorentina, se prosegue il percorso Mercafir che il comune di Firenze ha messo in piedi sono felice, perchè da tifoso fiorentino credo sia la scelta giusta. Se questo non andasse a buon fine Campi è a disposizione per ospitare la nuova casa della Fiorentina senza lucrare sulle disgrazie altrui. Campi seconda scelta? Campi ha una collocazione ideale da ogni punto di vista, come tutte le altre opzioni ha anche i suoi punti deboli, ma ripeto non è una competizione tra i sindaci. Dichiarazioni Nardella? Nardella si scorda di essere il sindaco della città metropolitana oltre che di Firenze, per educazione istituzionale non deve gettare discredito verso le altre opzioni, piuttosto adotti soluzioni per rafforzare i collegamenti tra Firenze e Campi che è il cuore economico della città, a prescindere dallo stadio. La tranvia a Campi arriva nel 2024 e mi fa ridere sentire dire da Nardella che questo non accadrà perchè essendo sindaco della città metropolitana lui conosce il progetto, inoltre a pochi centinaia di metri ci sono 2 caselli autostradali, è necessario conoscere le cose per parlarne.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/13/19, 21:12 »

Zero alternative, Mercafir unica opzione per lo Stadio. Campi scartata

Entro Natale maggiori risposte: Mercafir unica opzione per Commisso, sperando che il prezzo sia congruo alle pretese del n° 1 viola

Si torna a parlare di nuovo stadio sulle pagine de La Nazione, anche se secondo il quotidiano la prima scelta di Rocco Commisso era il Franchi. Il no al restyling della Soprintendenza cambia definitivamente gli scenari su Campo di Marte, spostando nuovamente l’unica soluzione percorribile sull’area Mercafir. L’opzione Campi Bisenzio infatti era stata presa in analisi dalla Fiorentina solo perché i 38 ettari dei terreni di via Allende erano stati opzionati dalla vecchia proprietà, ma l’area non è mai stata fra le scelte papabili, per motivi logistici e di carenza di collegamenti stradali. Il giornale spiega anche come il Comune non ha mai cercato soluzioni alternative a Novoli, perché dal 2012 era quella l’area indicata per costruire il nuovo impianto. Adesso c’è da sperare che i tempi per la Mercafir siano accettabili per Commisso (per farlo in quattro anni ci sarà da correre) così come il prezzo sia ritenuto accettabile: prima di Natale la risposta.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/12/19, 18:57 »

Nardella: “Stadio in 4 anni, Mercafir zona migliore ma non posso negoziare”. Su Campi…

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato a parlare del tema nuovo stadio nel corso della lunga intervista rilasciata a Rtv 38. Queste le sue parole: “Non sono stupito dal fatto che Commisso non voglia spendere molto per ciò che acquista, ma il terreno alla Mercafir non di di mia proprietà. E’ un bene pubblico. E in quanto tale non posso negoziare il prezzo, c’è bisogno di una perizia pubblica per stabilirne il costo. Ci siamo affidati alla stessa agenzia che ha fatto la perizia per lo Juventus Stadium. Paragone con Bagno a Ripoli? In quel caso il terreno è stato venduto come area agricola, mentre noi vendiamo una zona in cui si possono edificare anche alberghi e centri commerciali. Consente già di farlo, per questo dico che in quattro anni possiamo fare tutto. E’ una corsa, ma ce la possiamo fare.

Fossi? Non voglio polemizzare con Campi Bisenzio. Se il Comune vuol prendersi degli impegni veri, reali, faccia pure, deciderà la Fiorentina cosa fare. Io prendo degli impegni per quello che effettivamente posso fare sul territorio del Comune di Firenze e li sto mantenendo. L’area della Mercafir è la più adatta guardando a tutta l’area metropolitana. Alla Mercafir ci arrivano la tramvia, la ferrovia, l’autostrada. Quando si realizza uno stadio, bisogna avere anche le infrastrutture per arrivarci, altrimenti si intasa un’intera area urbana. A Campi Bisenzio la tramvia non c’è, la ferrovia non arriva e non c’è l’autostrada diretta. Si metta tutto tavolo. Non ci sono oneri di urbanizzazione con lo stadio alla Mercafir. Le infrastrutture ci sono”.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/09/19, 21:47 »

Stadio a Campi Bisenzio: altro sopralluogo di Joe Barone

I costi per l’area Mercafir non convincono la Fiorentina, Una visita nella zona e la richiesta di approfondimento sui tempi

Ritorno a Campi Bisenzio. Ritorno ai terreni vicini all’Asmana, già visti e rivisti in questi mesi e mai spariti dal tavolo che scotta, quello del nuovo stadio. Nei giorni scorsi Joe Barone, il braccio destro del nuovo patron viola Rocco Commisso, si è ripresentato a Campi Bisenzio. Ancora una volta – scrive Repubblica Firenze – per approfondire la fattibilità, i costi e i tempi di un eventuale nuovo impianto nei 38 ettari privati di via Allende, proprietà del gruppo “ Centronord” della famiglia Casini. Nemmeno 10 giorni fa Palazzo Vecchio ha approvato la nuova variante per la Mercafir, nemmeno un mese fa il sindaco Dario Nardella ha annunciato di esser pronto a garantire un percorso di 4 anni per fare il nuovo stadio a Novoli, i due si sono visti e sentiti e da Palazzo Vecchio continua a rimbalzare la versione degli “ottimi rapporti” . Eppure all’improvviso Campi batte un altro colpo. L’ipotesi, mai del tutto naufragata, torna a galla e si rimette in mostra. Barone ha riparlato col sindaco Emiliano Fossi e rivisto le carte: “Continuano a tenersi la porta aperta” l’unica cosa che trapela dal Comune di Campi.

Palazzo Vecchio accelera sulla perizia dei 22 ettari Mercafir, la cui congruità sarà vidimata prima di Natale dalla società torinese Praxi srl, leader del settore, la stessa che si è occupata della procedura del nuovo stadio della Juventus. Commisso disse di ritenere 6 milioni di euro il prezzo adatto a quei terreni, ma è molto difficile che il suo budget ideale venga esaudito da Palazzo Vecchio. Anzi, praticamente impossibile. Circolano anzi voci che parlano di una cifra tre volte più alta: nemmeno tra i 12 e i 15 milioni ma tra i 18 e i 20, forse persino di più. La Juventus pagò 25 milioni di euro al Comune di Torino per la concessione a 99 anni dell’area dove è nato lo Stadium.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/05/19, 21:44 »

VIDEO VN – Sindaco Campi: “Stadio? E’ il momento dei fatti. Siamo in contatto con Rocco…”

Le parole ai nostri microfoni di Emiliano Fossi: “Spero che lo stadio si faccia. Se si fa a Firenze ok, altrimenti noi siamo disponibili”


Stefano Niccoli
@stefanoniccoli3
Posted by: Chiesa
« on: 12/03/19, 20:45 »

Mercafir, la valutazione sull’area agli stessi periti che lavorarono sullo Stadium della Juventus

Il dettaglio

Sarà la Praxi s.p.a., società con sede a Torino, a stabilire il prezzo dell’area sulla quale dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Fiorentina. La task force con a capo Giacomo Parenti (DG del Comune) ha dato mandato alla Praxi di cominciare la perizia con una deadline di 20 giorni e un compenso di 20mila euro più IVA. Poco meno di tre settimane, dunque, per la stima, e un’altra manciata di giorni per la relazione finale, attesa prima di Natale. E chissà se suonerà come un regalo alle orecchie di Commisso, che parla sempre di Total Control e di 6 milioni per 15 ettari, quando dal Comune sono trapelate cifre molto più alte per un terreno più esteso. Palla ai periti dello Stadium. Lo scrive La Reppubblica (ed. Firenze).

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 12/01/19, 13:38 »

Stadio alla Mercafir, la querelle sul prezzo dei terreni: Commisso accetterà? Il Comune si difende

Commisso valuta l’area 6 milioni, il Comune 12-13. Ma quattro anni fa la stima era di 19: quale prezzo giusto per l’area sud della Mercafir?

Sono tanti i punti interrogativi che attanagliano la società viola per quel che riguarda la questione stadio. La Nazione dedica una pagina al nuovo impianto che potrebbe sorgere alla Mercafir, sottolineando come Commisso valuti 6 milioni un’area che Palazzo Vecchio ha fissato a 12-13. Una cifra comunque inferiore ad una stima del 2015 che valutava in 19 milioni il prezzo dell’area. La giunta comunale di Firenze ha già deliberato la messa in vendita della zona sud dell’area Mercafir con la destinazione specifica, cioè «favorire la costruzione di uno stadio di calcio, dove in futuro dovrà giocare la Fiorentina, che potrà essere di proprietà privata», ma Palazzo Vecchio non vuole fare sconti al tycoon americano, anche perché non è la giunta a fare il prezzo.

L’area del nuovo stadio ospiterà migliaia di persone e strutture commerciali, parcheggi, ristoranti, bar: ciò genererà elevati profitti al club, fatto del quale non si può non tener conto nella determinazione del prezzo di vendita dei terreni. In più il costo dell’area è determinato dalla destinazione d’uso dei lotti. Commisso accetterà? Dopo la perizia di stima, il Comune procederà all’alienazione. Acquistando la proprietà dei terreni dal bando, la Fiorentina godrà anche di quella delle opere che farà sull’area, incrementando di molto il patrimonio societario. Una procedura che richiederà tempo, ma che inizierà a prendere forma (si spera) già nelle prossime settimane con il bando indetto da Nardella.

Redazione VN
Posted by: Chiesa
« on: 11/30/19, 17:01 »

Mercafir, Nardella rassicura Commisso. E l’ipotesi Campi si allontana

Mancanza di infrastrutture, Campi perde quota: Nardella rassicura Commisso

All’indomani della mega presentazione del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli, c’è stato anche l’incontro – inatteso secondo La Nazione – tra Rocco Commisso e Dario Nardella. Nella speranza che si vada sempre più fast, il sindaco ha rassicurato che tutte le procedure per il trasloco della Mercafir e la costruzione del nuovo stadio nella parte sud dell’area di Novoli proseguono rispettando i tempi del cronoprogramma già annunciato: quattro anni dal settembre scorso. E poiché la demolizione delle curve del Franchi non è possibile a causa del parere negativo, più volte espresso dalla Soprintendenza, l’area Mercafir resta l’ipotesi più rapida e più semplice. La mancanza di infrastrutture viarie stanno allontanando l’ipotesi dello stadio a Campi, dove tutto è da costruire: strade, trasporti pubblici, tramvia, per non parlare dei parcheggi che costerebbero alcune decine di milioni. Senza contare il rischio idraulico e le aree di rispetto per la nuova pista dell’aeroporto.

Redazione VN