Recent Posts

Pages: 12 3 4 ... 10
1
2017/2018 / Re: I commenti per Europa League
« Last post by Chiesa on Today at 15:38 »
Milan, entro il fine settimana la sentenza dell’Uefa

Domani il Milan si presenterà davanti alla camera giudicante dell’Uefa. La Fiorentina attende

Quello di domani sarà un giorno importante per il Milan. Il club rossonero, infatti, sarà giudicato dalla Uefa in merito al Fair Play Finanziario. A Nyon ci saranno l’ad Marco Fassone, l’avvocato Roberto Cappelli come responsabile della task force legale rossonera, Valentina Montanari, direttore finanziario della società, e l’avvocato Umberto Lago. Per quanto riguarda le tempistiche, La Gazzetta dello Sport scrive che la camera giudicante comunicherà la sentenza nel giro di 48-72 ore. Entro il fine settimana, quindi, il Milan conoscerà il verdetto. In caso di esclusione dall’Europa League, il Diavolo si appellerà al Tas di Losanna.

Redazione VN
2
Milan, entro il fine settimana la sentenza dell’Uefa

Domani il Milan si presenterà davanti alla camera giudicante dell’Uefa. La Fiorentina attende

Quello di domani sarà un giorno importante per il Milan. Il club rossonero, infatti, sarà giudicato dalla Uefa in merito al Fair Play Finanziario. A Nyon ci saranno l’ad Marco Fassone, l’avvocato Roberto Cappelli come responsabile della task force legale rossonera, Valentina Montanari, direttore finanziario della società, e l’avvocato Umberto Lago. Per quanto riguarda le tempistiche, La Gazzetta dello Sport scrive che la camera giudicante comunicherà la sentenza nel giro di 48-72 ore. Entro il fine settimana, quindi, il Milan conoscerà il verdetto. In caso di esclusione dall’Europa League, il Diavolo si appellerà al Tas di Losanna.

Redazione VN
3
L’ex portiere Ballotta: “Meret, Skorupski e Sportiello, sono tre valutazioni totalmente differenti”

L’opinione dell’ex portiere sulla questione estremo difensore in casa viola

L’ex portiere della Lazio Marco Ballotta ha parlato dei portieri che interessano alla Fiorentina ai microfoni di Radio Bruno:

    Meret? Ha qualità ed è giovane, avresti un qualcosa di concreto in mano. Non so se sia pronto per una piazza come Roma, ma prima o poi bisogna farla. Skorupski? Ha maggiore esperienza. Serve costanza, per un portiere è importante dare tranquillità e fare pochi errori. Dipende tutto da quale intenzione ha la Fiorentina per investire. Sportiello? Prima di cambiare bisogna fare delle valutazioni, non è l’ultimo arrivato ma ha avuto qualche battuta d’arresto. Chi lo allena tutti i giorni sa valutare. Non saprei chi scegliere tra i tre

Redazione VN
4
Pedullà: “Giro di portieri, vi spiego. Non sottovalutiamo Grassi: la situazione”

Il giornalista da il punto sulle mosse viola, dalla questione portiere all’attacco

L’esperto di mercato Alfredo Pedullà ha parlato ai microfoni di Radio Bruno delle operazioni di mercato della Fiorentina:

    Capitolo portiere? Bisogna aspettare il valzer, è tutto in evoluzione il giro degli estremi difensori. Ci sono almeno otto o dieci elementi dentro a questa situazione. L’interesse della Fiorentina per Meret ha fatto schizzare la valutazione. Il Genoa è l’unico che è riuscito a muoversi, prendendo Marchetti. Pensate che anche le due finaliste della Champions League hanno il problema portiere. Pjaca? Tormentone ancora lungo, anche perché c’è il Mondiale. Lui non vuole essere deconcentrato sull’evento. Centrocampo? Bisogna tenere dentro anche Grassi nel ragionamento. La SPAL vuole riscattarlo ma non ha l’accordo sul contratto, la valutazione cambia in base a questo. Ha già un ingaggio importante, si parte da otto milioni per il cartellino

 
Redazione VN
5
Juventus, tutto su Milinkovic-Savic: sul piatto anche il cartellino di Pjaca

Marko Pjaca la carta per arrivare a Sergej Milinkovic-Savic. La Juventus ha deciso di dare l’affondo al centrocampista serbo e per arrivare a soddisfare Claudio Lotito potrebbe inserire nella trattativa anche l’esterno, che fa gola a molti club – in particolare alla Fiorentina – e che potrebbe lasciare la Juve in questa sessione di mercato. A riportarlo è Tuttosport.

Redazione VN
6
Televiola – A pranzo con il Pentasport di Radio Bruno replica

Il consueto appuntamento con la trasmissione sulla Fiorentina

Redazione VN
7
Ex viola, Braglia fa sognare Cosenza. Quarta promozione in Serie B in carriera

Quattro promozioni in B, conquistate con Catanzaro, Pisa, Juve Stabia e adesso Cosenza per Braglia…

«Era un allenatore in campo, già quand’era giovane e lo facevo giocare nella Fiorentina e nel Catanzaro. Vedo in Braglia i valori che gli ho trasmesso. Ho fatto il tifo per il suo Cosenza. Bravo Piero!». Sulla sua quarta promozione in B (superato Osvaldo Jaconi, a quota 3), Braglia trova musica e parole di Carletto Mazzone. «Avrei voluto vederlo all’Adriatico, maestro di calcio e vita, con Cisto Pandolfini che mi ha aiutato tanto nel vivaio della Fiorentina. Non sento Mazzone da anni; ma non devo fare il ruffiano con lui…».

UN ANNO E… VIA Lo specialista vive alla giornata, meglio, alla stagione. Le quattro promozioni in B, conquistate con Catanzaro, Pisa, Juve Stabia e adesso Cosenza (un ritorno atteso 15 anni), non gli hanno fatto cambiare idea. Piero Braglia mai ha mirato a costruirsi un futuro poggiando sui successi ottenuti in carriera. «Sono abituato a firmare contratti annuali – dice l’allenatore di Grosseto – al Cosenza sono legato sino a fine mese, vedremo. Magari mi toccherà aspettare, anche stavolta, che qualcuno si ricordi di me a ottobre…».
IL PREMIO E’ tutto da scoprire il suo futuro al Cosenza che, in caso di divorzio, potrebbe puntare su Antonio Calabro (sabato in tribuna a Pescara), ultimo anno al Carpi, già in coppia col d.s. Trinchera al Francavilla. In attesa di decidere, Braglia s’è messo alle spalle la delusione della stagione scorsa ad Alessandria (promozione buttata ed esonero) e ripercorre l’ultima stagione: «E’ stata la mia promozione più sorprendente e sofferta: ho vinto anche con Montevarchi in C2 e con la Colligiana in D. A Cosenza ho preso la squadra penultima, con 2 punti, dopo 5 giornate. Tirarci fuori da quella situazione e provare a qualificarci per i playoff erano gli obiettivi. Ma al presidente Guarascio chiesi il premio promozione: ingaggio e bonus erano pari, entrambi… scarsini. Strada facendo, giocatori e tifosi sono stati fantastici, sino al blocco unico dei 20mila contro il Südtirol e alla gioia con i 10mila a Pescara contro il Siena. Il muro del godimento».

POCHI RITOCCHI Non sa se sarà ancora lui l’allenatore del Cosenza, però Braglia indica già la strada al club di Guarascio: «Mantenendo determinate pedine, credo che basterebbero 5-6 rinforzi adeguati per ben figurare nella categoria superiore. L’emblema di questa promozione? SU PIERO BRAGLIA Leonardo Perez. Per diversi problemi fisici non ha dato il contributo che sperava di fornire. Mi ha fatto un certo effetto vederlo piangere, dopo che i suoi compagni avevano battuto il Südtirol, mentre lui era rimasto inutilizzato in panchina. La svolta c’è stata alla terzultima giornata: dopo aver perso in casa per 3-0 il derby con il Rende, abbiamo ritrovato subito la forza per ripartire».

Redazione VN
8
Sampdoria, l’erede di Pradè a sorpresa: è Walter Sabatini

E’ ufficiale l’approdo di Walter Sabatini nei quadri dirigenziali della Sampdoria

E’ ufficiale l’approdo di Walter Sabatini nei quadri dirigenziali della Sampdoria. Questo il comunicato del club doriano, che riporta anche alcune parole del presidente Ferrero ma anche dei dirigenti Osti e Romei. “«Sono felice e orgoglioso di poter annunciare che Walter Sabatini entrerà a far parte della famiglia Sampdoria». È con queste parole che il presidente Massimo Ferrero comunica ufficialmente l’ingresso in società del dirigente umbro.

Sabatini, uno dei massimi conoscitori del calcio italiano e internazionale, con esperienze professionali di altissimo profilo, rivestirà dal 1° luglio 2018 il ruolo di responsabile di tutta l’Area Tecnica blucerchiata.

Insieme con il presidente Ferrero, l’avvocato Antonio Romei e il direttore sportivo Carlo Osti danno il benvenuto e il più sincero ‘buon lavoro’ a Sabatini, che avrà il piacere di incontrare i media e di dialogare con gli stessi solo in occasione della presentazione ufficiale alla stampa, data e luogo della quale saranno resi noti nei prossimi giorni”, si legge sul sito della Sampdoria.

Redazione VN
9
Milan, Mirabelli rassicura: “Serve più rispetto per Li, ha sempre mantenuto gli impegni”

Manca sempre meno alla sentenza dell’UEFA: quella decisiva, probabilmente, sarà però quella del TAS di Losanna

Il Direttore Sportivo del Milan Massimiliano Mirabelli ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui ha parlato del Presidente Yonghong Li e della questione Europa League:

    Vorrei dire una cosa, e sto parlando in generale, non della Uefa: servirebbe un po’ più di rispetto verso Mr. Li, perché è un presidente che ha sempre mantenuto tutti gli impegni e ha investito tanto. Certo, non è uno che chiacchiera tanto, ma ci mette il denaro e non ci fa mancare nulla. E poi si è affidato a un manager come Fassone, uno dei dirigenti più importanti del panorama europeo, dalle grandi competenze. Siamo in un mare pieno di ostacoli, ma ci sono tanti altri motivi che mi fanno osservare il Milan con serenità. Per esempio che siamo stati la squadra più giovane dello scorso torneo. La strategia di puntare su giocatori giovani e italiani ha pagato e pagherà. Poi, certo, il saldo negativo dello scorso mercato è stato ampio, ma occorreva rifondare. Vi assicuro che se oggi vendessimo tutti i nuovi arrivati non solo non ci perderemmo, ma ci guadagneremmo. C’è un gruppo di italiani molto valido, tornerà Conti che sarà il nostro primo acquisto, e ne abbiamo altri otto che sono al Mondiale. Direi che abbiamo una buona base per costruire un grande Milan, a partire dall’allenatore

Redazione VN
10
INSULTI PUBBLICI

Nel 2010 in Sudafrica ci cascò anche Nicolas Anelka, colpevole di aver insultato il c.t. Domenech, con parole davvero pesanti, poi riportate sulla stampa francese. Così, all’indomani della sfida persa contro il Messico, l’attaccante venne epurato dalla lista. a giudicare da tutti questi casi, non è stato il primo e non sarà nemmeno l’ultimo… 

Redazione VN
Pages: 12 3 4 ... 10