Author Topic: Il progetto del nuovo stadio  (Read 3112 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #24 on: 03/11/17, 01:50 »
Presentaziona Nuovo Stadio: gli highlights

Gli highlights della presentazione del Nuovo Stadio.

http://it.violachannel.tv/dettaglio-pagina-video/items/id-10-03-2017_18-26-22_presentaziona-nuovo-stadio-gli-highlights.html
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #25 on: 03/11/17, 13:29 »
La Nazione: ecologico e spaziale, il nuovo stadio della Fiorentina è sexy

L’analisi de La Nazione sulla presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina

Su La Nazione l’argomento principale del giorno non può che essere la presentazione del progetto del nuovo stadio: “Ha un’aria molto sexy – si legge sul quotidiano – il nuovo stadio che la Fiorentina ha presentato «a tutto il mondo del calcio» insieme al sindaco Dario Nardella. Unità d’intenti e ringraziamenti vari di fronte al ministro dello sport Luca Lotti, con pluricitati riferimenti al vantaggio che Firenze avrebbe su Roma in termini di procedure: è una fase di non-ritorno, hanno sottolineato Andrea Della Valle (presidente onorario della Fiorentina) e Mario Cognigni, presidente esecutivo, per sottolineare che dopo anni di confronto si sta avvicinando la fase operativa”.

In tutta l’area – 48 ettari da ricavare in una posizione strategica fra aeroporto, autostrada e allacci con la tramvia – troveranno posto anche un centro commerciale da 77mila metri quadrati, un hotel con 200 camere e vari parcheggi. I numeri: 40.000 posti a sedere tutti coperti, 48 ettari 420 milioni di investimenti (comprese le opere di urbanizzazione), un ristorante a vista, 10 spazi di ristoro, 48 palchi, quasi 7.000 metri quadri per eventi da sfruttare nel corso della settimana e aperti a soggetti privati.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #26 on: 03/11/17, 13:30 »
Dalle quattro ruote al treno, il nuovo stadio viaggia ad alta velocità

Ecco come cambierà l’area nella quale sorgerà il nuovo stadio della Fiorentina, così da non farlo diventare una cattedrale nel deserto

La Nazione questa mattina dedica ampio spazio al nuovo stadio, evidenziando come sarà possibile raggiungere il futuro impianto viola in treno, in tram, in auto, in bicicletta. Un modo per dire che la nuova arena viola «non sarà una cattedrale nel deserto», isolata a Novoli. Nei 420 milioni di euro complessivi, necessari per la realizzazione del progetto, sono compresi anche gli oneri di urbanizzazione e la valorizzazione dell’area. Ci sarà la linea 2 della tramvia che, con fermata dedicata, consentirà di raggiungere lo stadio dalla stazione di Santa Maria Novella o dallo scalo di Peretola.

Il sindaco Nardella ha inoltre spiegato come ci sia intesa con Autostrade per partire con i lavori per il nuovo svincolo di Peretola e la terza corsia del raccordo autostradale. Ci sarà una rete di piste ciclabili e parcheggi. Viene infine dettagliato quello che sarà il futuro della viabilità per non far collassare il traffico a Novoli e per sostenere l’intera viabilità cittadina: dall’interramento dello svincolo autostradale alla sopraelevata di viale XI Agosto, dalla terza corsia alle bretelle Rosselli-Pistoiese e Fortezza-Panciatichi. Poi l’aggiunta di una corsia sul tratto inziale di viale Guidoni e in via degli Astronauti, di due corsie in viale XI Agosto.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #27 on: 03/11/17, 13:32 »
Corriere Fiorentino


La Repubblica




La Nazione






- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #28 on: 03/11/17, 13:33 »
Mercafir e aeroporto, iter complesso: ancora troppi i rebus da sciogliere

Ieri la presentazione del progetto del nuovo stadio, ma la strada per poggiare la prima pietra è ancora lunga

La strada per la realizzazione dello stadio in quattro anni non è tutta in discesa. Come sottolinea La Nazione, dall’aeroporto di Peretola e dal suo sviluppo (con o senza la pista paralallela) dipende il futuro dell’area di Castello di proprietà Unipol. Ed è proprio in quella sede che si dovrà trasferire la Mercafir per liberare lo spazio per la realizzazione della cittadella. Inoltre il progetto per la cittadella, pur essendo in una fase avanzata, non è un progetto definitivo. Né esecutivo. Se intanto possono partire i lavori per la Vas (la valutazione ambientale strategica), serviranno molte integrazioni soprattutto per quanto riguarda il centro commerciale e il maxi albergo per proseguire nel percorso che prevede un’altra variante urbanistica con cui Palazzo Vecchio destina l’intera area di Novoli alla cittadella viola, la gara pubblica per la realizzazione dei lavori (che, pur con un diritto di prelazione, la società viola potrebbe anche non aggiudicarsi), la conferenza dei servizi.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #29 on: 03/11/17, 13:38 »
Repubblica: dai soldi alla Mercafir, i problemi rimangono

I Della Valle dovranno cercare dei partner commerciali e anche spostare la Mercafir a Castello non sarà facile

Su la Repubblica troviamo un’analisi sul nuovo stadio della Fiorentina e le difficoltà nel realizzarlo:

“Bello sì, ma chi paga? E come la mettiamo con i mercati generali, che vanno spostati a Castello senza chiudere nemmeno un giorno? Si fa presto a dire «prima pietra nella seconda metà del 2019», come prevede Cognigni. Visto da questo marzo del 2017, il fatidico via ai lavori appare un obiettivo vicino solo ad occhi poco attenti. Anzi, per usare una metafora calcistica cara all’immaginario degli anni ‘80, è come se l’operazione stadio fosse di fronte a quei lunghissimi campi di pallone di Holly e Benji, dove la corsa dei giocatori verso la porta avversaria sembrava infinita. Il prato sembrava in salita e la metà campo non arrivava mai.

Nodi da risolvere ancora parecchi, nonostante i rendering così sexy. «Ognuno deve fare la sua parte», avverte non a caso Cognigni. «Comune di Firenze e Fiorentina hanno lavorato e continuano a lavorare in armonia ma nel totale e rispetto dei ruoli e delle norme» risponde a distanza Nardella, che vorrebbe i lavori partissero a metà del 2019, in tempo per le elezioni a cui punta a ricandidarsi a sindaco. Primo problema, i soldi. Chi paga per un investimento inizialmente stimato in 305 milioni e oggi lievitato a 420 di cui circa un terzo per lo stadio? «Siamo alla ricerca di un partner finanziario, è una grande occasione per la città», dice Andrea Della Valle. Un partner che potrebbe anche entrare nella società? «Vediamo, per il momento si cerca un soggetto per l’investimento», risponde la proprietà. Contatti ad altissimi livelli, anche a Oriente, la società viola li ha avuti in questi anni. Ma una firma non c’è. Senza un socio sarebbero solo i Della Valle a pagare? «Al momento sì» garantisce il presidente. Ma è chiaro che senza capitali la missione rischierebbe di non andare avanti. È sempre stato uno dei nodi critici del piano economico e finanziario che sorregge il progetto della Fiorentina. Un dossier top secret. Su cui anche Palazzo Vecchio, ammette il sindaco, ha chiesto integrazioni. Altre le ha chieste sulla parte alberghiera e commerciale prevista nel piano: «Andrà dettagliata meglio», ammettono gli uffici. Solo dopo potrà partire la Vas, la valutazione ambientale strategica, quindi Conferenza dei servizi e lavori.
E i mercati generali? Spostare la Mercafir non è certo una passeggiata. Tanto più che l’area individuata è la “maledetta” Castello, i terreni ex Fondiaria aldilà del viale XI Agosto, oggi Unipol. Palazzo Vecchio ha avviato l’iter per cambiare la destinazione d’uso di quell’area, modificando il Pue (piano urbanistico esecutivo), una procedura di 10 mesi: non più direzionale, residenziale e commerciale ma la nuova Mercafir, alberghi e parco da 80 ettari”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #30 on: 03/11/17, 13:38 »
La Gazzetta dello Sport: A Firenze uno stadio ecologico e hi-tech

La presentazione del progetto del nuovo stadio della Fiorentina vista e analizzata su La Gazzetta dello Sport

Un estratto dell’articolo a firma Luca Calamai che troviamo su La Gazzetta dello Sport: “Un arcobaleno viola lo illuminerà di notte. Regalando uno spettacolo affascinante. Andrea Della Valle e il sindaco Dario Nardella hanno presentato ieri mattina nella sala delle Armi in Palazzo Vecchio l’ultima sfida di Firenze: il nuovo stadio. “Visto dove siamo, parlerei di Rinascimento Viola”, osserva orgoglioso il proprietario della Fiorentina. Nove anni dopo, l’idea dei Della Valle prende finalmente corpo. Uno stadio di proprietà con una piccola Cittadella intorno, nell’area Mercafir a Novoli. Rispetto al progetto originario sono spariti il parco a tema calcistico e il museo di arte moderna ma gli obiettivi principali restano ben chiari: regalare qualcosa di prezioso alla città e trovare nuove risorse per costruire una squadra in grado di competere con le grandi”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 339329
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: Il progetto del nuovo stadio
« Reply #31 on: 03/11/17, 13:40 »
CorFio: con i figli per mano nel luna park del calcio, così cambierà il tifoso

L’analisi del Corriere Fiorentino sul cambio di mentalità che anche i tifosi viola potrebbero dover fare col nuovo stadio

Sul Corriere Fiorentino si analizza il futuro del “tifoso” con il nuovo stadio della Fiorentina: “Uno stadio così – leggiamo – non sarà solo un onore per la città, ma pure un onore per chi sarà chiamato a dargli vita: se da una parte in campo dovranno esserci giocatori di valore e in grado di lottare per i vertici dall’altro, sugli spalti, i tifosi saranno spinti a cambiare per adattarsi a un contesto completamente differente. Basta guardare l’affascinante video proiettato ieri in Sala d’Arme dove abbondano padri che passeggiano tranquillamente con i figli mano per la mano, per immaginare un futuro finalmente al passo con i tempi (e le esigenze) del resto d’Europa. Spalti con sedili ergonomici rigorosamente numerati sia in tribuna che in curva, grandi corridoi di accesso alle gradinate con punti di ristoro a ogni angolo, zone relax dove aspettare l’inizio della partita o commentarla alla fine, spazi dedicati ai bambini con giochi e attività totale, anche per le persone disabili. Insomma, la verità, è che questo grande “Fiore viola” non sembra nemmeno uno stadio, almeno per come siamo abituati ad intenderlo in Italia (e non è certo qualcosa di cui vantarsi viste le condizioni in cui verso il 90% degli impianti di Serie A). Stavolta la prospettiva è completamente ribaltata. Al centro non ci sono il pallone e i calciatori, ma lo spettatore che si ritroverà catapultato in un luna park calcistico della domenica”.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

 

With Quick-Reply you can write a post when viewing a topic without loading a new page. You can still use bulletin board code and smileys as you would in a normal post.

Name: Email:
Anti-spam: complete the task