Author Topic: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2  (Read 2755 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #16 on: 04/15/13, 12:51 »
Montella: “Ljajic decisivo ma…”

Post partita di Atalanta-Fiorentina queste le dichiarazioni del tecnico viola Vincenzo Montella ai microfoni di Sky: “Larrondo ha qualità e ci auguriamo che le possa esprimere con continuità, ha fatto un grande gol, anche per la preparazione con cui è avvenuto il tiro. Eravamo poco fluidi nel primo tempo, eravamo prevedibili e l’Atalanta era brava a raddoppiare sulle fasce: Pizarro e Borja Valero erano distanti, questo anche per colpa mia. Dopo siamo ritornati con le nostre sicurezze, ci ha rimesso Aquilani, che però si è dato tanto da fare. Ho preferito avere in campo Sissoko, che – con la sua stazza – poteva contrastare i giocatori dell’Atalanta. È stata una vittoria di squadra. Le mie parole a Ljajic a fine partita? Ha avuto un impatto decisivo, ma in qualche situazione poteva segnare o passare, poteva fare meglio ma stiamo cercando il pelo nell’uovo. Sissoko è un ragazzo particolarmente intelligente, che riesce a leggere molte situazioni, ha fatto una grande partita ma lo stesso è accaduto anche domenica scorsa col Milan: ha personalità, è molto utile per la Fiorentina. El Hamdaoui rende il massimo se ha un altro attaccante vicino, gli ho chiesto un gioco diverso da quello che è abituato a fare, ha pagato l’emergenza.  L’Europa League? Come ho detto prima della partita dobbiamo guardare avanti ma anche guardarci alle spalle, la vittoria di oggi ci ha dato una spinta ulteriore. Se posso dire Forza Napoli? Più di altre volte…”.
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #17 on: 04/15/13, 12:52 »
Larrondo: “La Fiorentina ha mostrato carattere”

Zona mista dello stadio “Atleti Azzurri d’Italia”, queste le parole di Marcelo Larrondo , riportate da Radio Blu: “Sono contento per il gol, la squadra ha poi mostrato molto carattere. Siamo stati bravi, ma pensiamo alla prossima partita. Un gol importante, che ha chiuso la partita? Sono contento, io cerco sempre di dare il massimo. Non molliamo, abbiamo la Champions e l’Europa League a portata di mano. L’ingresso in campo di Larrondo e Ljajic? La squadra ha mostrato di voler vincere la partita. Milan-Napoli? Noi pensiamo alla prossima partita. La gara col Torino? Dobbiamo stare attenti, per noi sarà una partita importante. Se ho avuto paura del cartellino rosso? Non ho fatto fallo con cattiveria, ma ho avuto paura dell’espulsione. Lo 0-2 è uno dei gol più belli che ho fatto, l’importante è avere la fiducia del mister e dei compagni. Un gol alla Batistuta? Ho calciato con tutta la mia forza”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #18 on: 04/15/13, 12:53 »
Pizarro: “Terzo posto, diamo fastidio”

Zona mista dello stadio “Atleti Azzurri d’Italia”, queste le parole di David Pizarro, riportate da Radio Blu: “Abbiamo sofferto, l’Atalanta cercava i palloni lunghi, poi però è venuta fuori la Fiorentina. Livaja? Mi ha marcato stretto, ma accade spesso in questo campionato. Giocare così in un campo a Bergamo non è semplice, siamo contenti, abbiamo dato un segnale per la Champions. Avevamo tante difficoltà, questa era una partita particolare. Il terzo rigore? Anche questa volta mi è andata bene… Se dobbiamo credere al terzo posto? Questa Fiorentina può dare fastidio, l’ho detto in tempi non sospetti. La mia condizione fisica? Avevo un problema molto fastidioso, ma avevo bisogno di una prestazione del genere, col Milan sono stato sottotono. Firenze si è affezionata a Pizarro, cosa succederà il prossimo anno, Pizarro resterà in viola? Se tutto andrà come deve andare volentieri…”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #19 on: 04/15/13, 12:54 »
Ancora Montella: “C’è unità di intenti”

Post partita di Atalanta-Fiorentina, queste le parole in sala stampa del tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella (parole riportate da Radio Blu): “La squadra ha messo in campo tutte quelle caratteristiche necessarie per legittimare una posizione di classifica importante, potevamo essere leggermente più concreti ma abbiamo dimostrato grande personalità contro un avversario estremamente ostico. A me la squadra era piaciuta anche nel primo tempo, anche se avevamo meno fluidità di gioco. Di solito non mi piace cambiare molto, le squadre negli automatismi trovano la sua forza, oggi ho cambiato anche per necessità. Era necessario mettere in campo tutte le virtù che avevamo per poter vincere, oggi abbiamo dimostrato di essere forti, poi dobbiamo continuare così. C’è unità di intenti e da tecnico mi fa particolarmente piacere. Sissoko? Ha fatto una grande partita. Vorrei spendere due parole anche su El Hamdaoui, oggi l’ho penalizzato perché l’ho fatto giocare da prima punta quando in realtà è una seconda punta. Larrondo? Ha avuto un grande impatto con la partita, ha bisogno di più coraggio ma credo che oggi questo gol per lui possa essere decisivo. Cuadrado? Veniva quasi sempre raddoppiato…”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #20 on: 04/15/13, 12:56 »
Ancora Pradè: “Larrondo? Non abbiamo un giocatore così”

Post partita di Atalanta-Fiorentina queste le dichiarazioni del direttore sportivo viola Daniele Pradè ai microfoni di Sky: “Dobbiamo guardare sia avanti che dietro, oggi è stato fatto un passo avanti importante. Il sogno Champions lo devi sempre avere, fa parte del nostro lavoro, dobbiamo andare avanti e stare con i piedi per terra. Larrondo? Ha grandi margini di miglioramento, ha stentato all’inizio per colpa di qualche problema fisico, ma ha grande forza e ottima tecnica; ha fatto un gol da bomber di razza, non abbiamo un giocatore così. Oltre al possesso palla, dobbiamo avere anche finalizzatori importanti; la cosa importante è avere un’identità, solo così rischi di meno. Oggi abbiamo fatto un primo tempo umile, da squadra matura, poi sei uscito fuori. Ljajic e Larrondo hanno cambiato partita, ma non per demerito di coloro che sono usciti”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #21 on: 04/15/13, 12:58 »
Pizarro: “Jojo futuro fuoriclasse, il soprannome…”

David Pizarro, regista della Fiorentina, è intervenuto al programma di Sky “I Signori del Calcio” nel quale ha rilasciato un’intervista per arricchire la puntata a lui dedicata. Ecco le dichiarazioni del “Pek”:

L’arrivo in Italia: “All’inizio è tutto nuovo. E’ stato molto complicato, sono venuto con quella che è diventata mia moglie. A Udine faceva freddo ed abbiamo fatto fatica ad ambientarci, ma Udine era il top per fare il calciatore. I primi due anni sono stati i più complicati perché mi sono dovuto adattare ad un calcio diverso da quello sudamericano e mi c’è voluto un po’ per capire cosa volevano gli allenatori da me, ma mi sono serviti per fare esperienza e per interpretare il calcio italiano”.

Su Roy Hodgson (suo allenatore all’Udinese): “E’ una persona fantastica, sono contento che alleni la nazionale. Mi ha trasformato in regista, è stata la cosa più importante sia per me che per la squadra. E’ un caso uguale a quello di Andrea Pirlo. Ora credo che in nazionale Verratti abbia un futuro importante, ma anche nel settore giovanile romano e fiorentino ci sono dei grandi talenti in quel ruolo”.

Su Pinochet: “Una storia negativa, noi cileni ce la portiamo dietro ma i tempi sono cambiati e si vede che la gente ha voluto dare un’altra chance alla destra cilena che adesso è tornata a governare in Cile”.

Su Luciano Spalletti: “L’allenatore più importante della mia carriera: siamo stati insieme sia ad Udine che a Roma, mi ha dato tantissimo. La qualificazione alla Champions con l’Udinese è stata la mia esperienza più bella”.

All’Inter? “Altra parte fondamentale per la mia carriera; mi ha permesso di arrivare ad un livello importante anche nel capire lo spogliatoio, con l’Inter ho sognato in ogni competizione. Giacinto Facchetti mi ha dato tanto, fra noi nacque un sincero rapporto d’amicizia, lo ringrazierò sempre.

Alla Roma? “Chi gioca a Roma può giocare ovunque. Le pressioni che ci sono lì ci sono solo in poche altre piazze al mondo. A Roma si parla sempre di calcio, ovunque si vada. Delle volte si esagera, nella vita ci sono anche altre cose importanti. La Champions è sempre il massimo per un calciatore, sta allo stesso livello del Mondiale. Con la Roma facevamo un gran calcio, ma trovammo lo United che era fortissimo e quella notte ad Old Trafford ci fece rimanere molto male. Una delle esperienze più amare vissute nella capitale. Segnare al Real Madrid fu bellissimo, in tribuna c’era anche mio padre. Indimenticabile. Quando entri al Bernabeu e giochi con la personalità che dimostrammo di avere ti meriti di passare il turno.  Il derby di Roma? Una cosa particolare, ne vincemmo cinque di fila e quello era un gruppo fantastico. Con Totti ho fatto tante partite di tennis ed anche suo padre era una persona meravigliosa”.

Il momento più bello? “Quando segnai al Perugia il giorno dopo aver visto nascere la mia prima figlia”.

Il soprannome “Pek”? ”Me lo ha dato Sensini all’Udinese e mi è rimasto per undici anni anche se non mi identifico troppo in quel soprannome”.

La partita decisiva per il titolo del Manchester City (Manchester City 3-QPR 2) e la sua esperienza brittannica: “Mi ricorderò sempre mio figlio che piangeva a fine partita. Ce la stavamo complicando moltissimo, poi è avvenuto un miracolo. Mancini è stato l’unico a non mollare mai durante quel match. In Inghilterra funziona tutto, non fanno le cose a metà. Pensavo che il calcio italiano fosse il top, ma mi sbagliavo”.

Su Mario Balotelli? “Bravissimo ragazzo, mi ha aiutato tantissimo ad inserirmi al City. Il Balo può dare tanto sia al Milan che all’Italia e lo deve fare soprattutto per se stesso. Poi sappiamo tutti alcune cose di lui, ma ha il potenziale e può arrivare tranquillamente al pallone d’oro”.

Su Stevan Jovetic: “Ha le potenzialità per essere un fuoriclasse”

Su Luca Toni: “Per quello che ha fatto è un idolo viola è anche un giocatore mediaticamente importante per la piazza”.

Su Vincenzo Montella: “C’ho giocato insieme due anni. Quando sono arrivato a Firenze lo chiamavo semplicemente Vincenzo, mi ci è voluto un po’ per iniziare a cambiarlo mister”.

Sulla Fiorentina :”Dopo un’annata come quella passata era difficile fare quello che stiamo facendo, è merito del mister. Io sono uno silenzioso, ma mi faccio intendere lo stesso”.

Il cinema: “Mi piacciono le storie vere”.

Sull’Italia e sui sogni: “Sono quindici anni che stiamo qua, vedremo cosa farò da grande. Sono molto legato all’Italia perché mi ha dato tantissimo. Ho il sogno di fare una fondazione a Valparaiso, voglio aiutare i miei concittadini e appena finirò di giocare voglio dedicare le mie energie a  questo”.

MATTEO ANGIOLINI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #22 on: 04/15/13, 12:59 »
Colantuono: “Difficile giocare contro la Fiorentina”

Post partita di Atalanta-Fiorentina queste le dichiarazioni del tecnico dell’Atalanta Stefano Colantuono ai microfoni di Sky: “E’ difficile giocare contro la Fiorentina, ma la squadra l’ha fatto molto bene. Qualcosa devi concedere. La Fiorentina ti costringe ad abbassarti. La partita si poteva sbloccare solo con un episodio e così è stato”.

Queste le parole di Colantuono in sala stampa: “Mancavano i centrocampisti, non avevamo ricambi. Dovevamo fare di necessità virtù, poi va detto che anche la Fiorentina aveva molte assenze. Denis? È un fallo da dietro, ma era un fallo di frustrazione, anche Larrondo però ha fatto un brutto fallo”.

NICCOLO’ GRAMIGNI
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ATALANTA BC - ACF FIORENTINA 0:2
« Reply #23 on: 04/15/13, 13:01 »
Radovanovic: “Abbiamo dato il massimo”

Ivan Radovanovic, centrocampista dell’Atalanta, ai microfoni di Sky Sport commenta così la gara e la sconfitta contro la Fiorentina: “Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene e siamo stati più pericolosi di loro, ma nella ripresa siamo calati troppo e gli abbiamo lasciato lo spazio per palleggiare e rendersi pericoloso. Usciamo comunque a testa alta da questa sfida. Avevamo grande voglia di dimostrare che la vittoria di San Siro non era un episodio e abbiamo dato il massimo, senza però trovare il risultato. Rigore? In campo non ho visto l’azione in maniera chiara. Rivedendolo però direi che c’era”. (Tuttomercatoweb.com)
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO