Author Topic: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1  (Read 2849 times)

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #24 on: 03/03/13, 18:36 »
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #25 on: 03/03/13, 18:43 »
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #26 on: 03/03/13, 18:47 »
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #27 on: 03/03/13, 19:02 »
Highlights

- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #28 on: 03/04/13, 23:29 »
Nazione: Colpo di flipper, vittoria fondamentale

Toni colpisce la palla e Larrondo forse viene colpito dalla palla: dettagli perché è questo rimbalzo di flipper che a 12 minuti dalla fine consegna alla Fiorentina la vittoria contro il Chievo in una partita complicata per la squadra di Montella, passata subito in vantaggio e poi sorprendentemente sotto ritmo e vulnerabile anche nel possesso palla.

I tre punti hanno un valore fondamentale perché arrivano dopo la delusione di Bologna e tengono agganciata la Fiorentina all’obiettivo Europa: la vittoria nasce quando la squadra esprime la spinta maggiore, ma non era affatto scontato avere a quel punto la meglio sul Chievo, che era riuscito a risalire la partita sfruttando le fragilità offerte da un avversario offensivo, ma solo sulla carta, e poi sfilacciato e lento in campo.

(…)
La sostituzione di Jovetic con Larrondo è stata il colpo con cui Montella ha provato a forzare il destino: gli è andata così bene che (potenza della vittoria) che si può sospettare l’ispirazione di qualche nume degli allenatori. Ora che la classifica per l’Europa League è tornata a sorridere, è bene concentrarsi su un ostacolo alla volta senza nominare — come è successo in passato — la Champions. Domenica a Roma non ci sarà Aquilani, squalificato, e non solo per questo abbiamo il sospetto che il 4-3-3 tornerà buono solo per qualche spezzone di partita, magari in casa.

Angelo Giorgetti – La Nazione
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #29 on: 03/04/13, 23:31 »
Gazzetta: Montella vince la partita a scacchi

A volte, le partite hanno diverse chiavi di lettura. Fiorentina-Chievo è tra queste. C’è la banale chiave del risultato e racconta di una Fiorentina che si riscatta subito dal k.o. di Bologna e resta agganciata al treno per l’Europa. E di un Chievo che perde un’altra partita e resta fermo a un punto in cinque gare. Poi c’è la chiave arbitraggio. La Viola vince per un gol di Larrondo da un’azione viziata da fuorigioco (di Toni) davvero difficile da non vedere. Soprattutto da parte del guardalinee Iannello. Ma la chiave che preferiamo è un’altra: quella di due tecnici che si sono dati battaglia all’ultima mossa, come fanno i campioni di scacchi. Due giovani allenatori, quali sono Montella e Corini, che confermano una cosa: alla scuola delle panchine, almeno in questo, siamo sempre i migliori. Il Chievo ha imbrigliato la Fiorentina per lunghi tratti, e non meritava di perdere. Ha dimostrato di essere una squadra viva, pronta a riportarsi lontano dalle sabbie mobili. La Fiorentina ha fortemente voluto i 3 punti. Per ottenerli si è persino snaturata. E alla fine è stata premiata.


(…)
Un bravo tecnico sa tornare sui suoi passi, se i primi lo mandano fuori strada. Montella dopo l’intervallo ha tolto Ljajic rimandando il tridente a tempi migliori e inserito Romulo, per far male sulla fascia. Prima mossa. La seconda è stata togliere addirittura Jovetic per inserire un’altra torre: Larrondo. La Fiorentina del bel gioco si è trasformata in squadra aggressiva, tutto corsa sui lati, cross e zuccate in area. Scacco: Chievo sorpreso e schiacciato. Toni ha colpito il palo e Larrondo s’è divorato il gol sulla respinta. Poi ancora Toni, in fuorigioco, su punizione di Pasqual ha dato una zuccata in area e il pallone è finito sulla testa di Larrondo che quasi per caso ha corretto in rete. Un quarto d’ora prima, Paloschi in contropiede davanti a Viviano aveva mandato alle stelle il possibile k.o.: a differenza delle sfide a scacchi, i pezzi sono umani. E sbagliano.

Fabio Bianchi – La Gazzetta dello Sport
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #30 on: 03/04/13, 23:36 »
La necessità di essere brutti

VA DETTO che Montella ha davvero preso tutti in contropiede. La sua è stata una scelta radicale. Dal ritorno al 3-5-2 di inizio secondo tempo con Romulo che va a fare il Cuadrado sulla destra. Poi addirittura la sostituzione Jovetic-Larrondo e il doppio centravanti per vedere se almeno con due se ne fa uno. La Fiorentina mette in campo così una involuzione tecnica che però la trascina avanti grazie all’elaborazione di un calcio semplificato ma concreto. Con due spilungoni servono cross, cross e ancora cross. Addio tocchi e tocchetti, la Fiorentina la pianta di fare la snob e si mette a fare un calcio bruttino ma sempre intenso, tanto che il Chievo, dopo aver tenuto il controllo del gioco per buona parte del primo tempo, si pianta senza trovare mai la reazione giusta. Così arriva una vittoria di quelle che ti metti in tasca i tre punti e così sia. Cioè quello che tutti volevano dopo aver visto troppe volte la Fiorentina perdersi quando c’era da tirar fuori le unghie, quando la logica del possesso palla non portava a nulla.


Leggi tutto l’articolo di Benedetto Ferrara su La Repubblica di oggi
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Offline Chiesa

  • Administrator
  • *
  • Posts: 332046
  • Gender: Male
  • Sangue viola. Questo l'amore non si finisce mai!
Re: ACF FIORENTINA - CHIEVO VERONA 2:1
« Reply #31 on: 03/04/13, 23:38 »
La svolta tattica: Montella stavolta corregge i viola

Montella non aveva convinto a Bologna (sostituzioni ritardate, nessuna mossa per contrastare il decisivo Diamanti che aveva cambiato fascia) ma ieri ha corretto con giudizio la squadra dopo il primo tempo giocato sottoritmo. Il 4-3-3 iniziale è stato sostenuto poco dal centrocampo viola e Corini ha cercato di aumentare il possesso palla del Chievo sostituendo un difensore (Acerbi) con un centroampista (Cofie). Mossa riuscita. Il Chievo è passato al 4-3-1-2 (Seymour quasi a uomo su Pizarro) e ha trovato quasi subito il gol del pareggio, muovendosi con intensità negli spazi e sfruttando in attacco il movimento di Paloschi e Thereau. Montella allora ha rinunciando a Ljajic, il peggiore fra i tre attaccanti, aggiungendo Romulo a centrocampo e affidandogli il compito di trovare spazio sulla fascia mai frequentata in attacco da Tomovic. La Fiorentina è passata al 3-5-2, Borja e Aquilani si sono sentiti dispensati da una parte dei compiti di copertura e il Chievo si è schiacciato. Poi è entrato Larrondo per Jovetic. Una mossa coraggiosa. Alla luce dei fatti anche benedetta dal dio di tutti i flipper.

La Nazione
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO